I 6 migliori generatori di corrente del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Generatori di corrente – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2022

 

Sappiamo che molte persone sono alla ricerca di un buon generatore di corrente. La scelta non è semplice perché ci sono vari aspetti da considerare che spesso si ignorano. Abbiamo quindi pensato che potesse essere utile preparare una guida ricca di informazioni per individuare i generatori più interessanti, ve ne anticipiamo due: GeoTech Generatore di Corrente ad Inverter da 3 kW ha una potenza di ben 3 kW e ha dalla sua anche una buona portabilità, visti il manico richiudibile e le ruote che lo trasformano in un trolley facile da gestire. Campeón G-950i – Generatore è un modello indicato per casa, che ha una potenza da 1 kW, è silenzioso ed è dotato anche della funzione Eco per farvi risparmiare carburante. Arriva con la dotazione di oggetti per il cambio dell’olio e della candela, oltre ai cavi per ricaricare la batteria. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior generatore di corrente

 

Un generatore ha gli utilizzi più svariati e può risultare davvero utile sia per lavoro, sia durante le vacanze in campeggio sia ancora qualora dove vivi ci sia qualche difficoltà nella stabilità della corrente.

L’offerta di prodotti di questo tipo è davvero ampia ed è per questo che abbiamo pensato di realizzare una guida all’acquisto che faccia un po’ di chiarezza e che evidenzi gli aspetti di cui tenere conto prima di scegliere quale modello comprare.

1.Starkemünich ST-2000 (singura varianta)

Guida all’acquisto

 

Il tipo di alimentazione

Sul mercato fondamentalmente potrai trovare tre differenti tipologie di gruppi elettrogeni, realizzati dalle migliori marche del settore e in grado di assicurare prestazioni diverse, più o meno adatte a un certo tipo di impiego.

Parliamo dei generatori alimentati a benzina, di quelli a gasolio e di quelli a gas. Vediamoli nel dettaglio cominciando da quelli che sono i più diffusi e apprezzati, ovvero i modelli diesel. Sono infatti pensati per un utilizzo intensivo perché i loro motori assicurano longevità e minore necessità di manutenzione, visto che lavorano a un regime basso. Inoltre, mettendo a confronto i prezzi, è evidente come il costo del carburante sia contenuto e come sia possibile conservarlo in una tanica per periodi di tempo anche prolungati. Di contro si tratta di generatori piuttosto rumorosi.

I dispositivi a benzina, invece, si prestano meglio per un uso domestico perché sono più silenziosi e hanno un prezzo di vendita più economico. Il loro motore però, lavorando a regimi più elevati, tende a essere più facilmente soggetto a rotture. Il costo del carburante è superiore e conservarlo è un po’ più pericoloso, visto che la benzina è infiammabile (come il diesel) ma anche esplosiva.

A chiudere la classifica ci sono i generatori a gas, non particolarmente diffusi nonostante abbiano costi di gestione molto bassi, consumi inferiori ai modelli con carburante ed emissioni praticamente assenti.

 

La giusta quantità

Prima di scegliere quale gruppo elettrogeno acquistare è bene che tu conosca il tipo di utilizzo che ne farai, in particolare valutando quali dispositivi necessitano dell’elettricità generata.

In particolare ti può essere utile conoscere il coefficiente di spunto di un apparecchio elettronico, ovvero il picco massimo di consumo energetico di cui un elettrodomestico ha bisogno durante il suo funzionamento.

In questo modo sceglierai un generatore con la giusta potenza in termini di erogazione di watt, tenendo tra l’altro presente che qualora tu debba alimentare apparecchiature come computer, televisori e altri dispositivi che ospitano una scheda elettronica, dovrai scegliere un prodotto dotato di inverter, che stabilizza la corrente erogata.

2.GrecoShop 4069 (idem 1)

La manutenzione

Per assicurarti che il generatore funzioni sempre è importante che tu ti prenda cura di lui, seguendo alcune piccole accortezze. Per i modelli alimentati a carburante, per esempio, cerca di utilizzare sempre benzina o gasolio “freschi”, che non siano rimasti troppo a lungo in una tanica. In questo modo eviterai di introdurre dei residui che potrebbero andare a intasare il carburatore.

Da questo punto di vista ricordati di controllare con regolarità il filtro dell’aria, che deve essere smontato e lavato in modo da essere sempre pulito. Altrettanto importante è controllare il livello dell’olio: assicurati che sia in quantità sufficiente così da evitare problemi di funzionamento del motore.

Il peso del gruppo elettrogeno, infine, è una discriminante fondamentale se ti capiterà spesso di doverti spostare. Leggi le schede tecniche e le recensioni per capire quanti chilogrammi dovrai portare sempre con te.

 

I 6 migliori generatori di corrente – Classifica 2022

 

I gruppi elettrogeni si rivelano spesso indispensabili, sia a casa che per uso professionale. Ma quale generatore comprare?

Il prezzo di una macchina può essere molto elevato per cui è bene capire quali caratteristiche deve possedere per soddisfare le proprie necessità evitando così un investimento sbagliato.

Di seguito proponiamo la classifica dei modelli risultati per noi i migliori del 2022. Scopri quali sono.

 

Generatore di corrente 3 kW

 

1. GeoTech Generatore di Corrente ad Inverter da 3 kW

 

Tra i migliori generatori di corrente del 2022 c’è quello di GeoTech, un prodotto a inverter monofase, di dimensioni compatte, con manico per renderne più facile il trasporto e anche con ruote, che gli conferiscono la classica forma a trolley.

In comparazione ad altri modelli, questo utilizza un generatore a magneti permanenti e un sistema di controllo dei giri del motore, a seconda della potenza impiegata, in modo da risparmiare una buona quantità di carburante.

Il motore a quattro tempi a benzina include un alternatore con avvolgimento in rame, per una potenza totale da 3 kW. Questo prodotto può essere impiegato per alimentare elementi come i computer o gli strumenti di medicazione, ma il costo ne risente ampiamente.

Pro
Portatile:

Grazie al manico e alle ruote, ha l’aspetto di un trolley che potrete trasportare facilmente dovunque vogliate.

Risparmio carburante:

Grazie al generatore a magneti permanenti e al sistema di controllo dei giri del motore, potrete impiegare il giusto quantitativo di benzina.

Potenza:

Il motore a quattro tempi include un alternatore e arriva fino a un massimo di 3 kW.

Contro
Costo:

Questo prodotto nuovo ha un prezzo di vendita abbastanza alto, anche se le sue caratteristiche rendono più che valida la spesa.

 

 

 

 

Generatore di corrente per casa

 

2. Campeón G-950i – Generatore

 

Se siete alla ricerca di un generatore di corrente per casa, quello di Campeón può essere il modello giusto specialmente se desiderate che sia silenzioso. Dotato infatti della modalità Eco, consuma meno e non produce un rumore che possa infastidirvi.

Arriva con tutto il necessario, ovvero un cacciavite a stella per il cambio dell’olio, una chiave a bussola per quello della candela e un cavo per ricaricare le batterie quando si scaricano. Ha un motore a quattro tempi da 950 W e una potenza da 1 kW.
Il serbatoio ha una capacità da 2100 ml e la sua autonomia è pari a 4 h, mentre l’alimentazione è caratterizzata da due spine di tipo europeo. Consuma poco ed è facile da trasportare grazie alla maniglia, inoltre il costo è conveniente.

Attenzione però perché mancano le istruzioni in lingua italiana. 

Pro
Silenzioso:

Quando si trova in modalità Eco non produce molto rumore e riduce anche i consumi di benzina.

Accessori:

Nella confezione troverete una chiave a bussola per il cambio della candela e un cacciavite a stella per quello dell’olio.

Trasporto:

Facile da gestire tramite la maniglia integrata, potrete spostarlo con grande comodità.

Contro
Istruzioni:

Non sono presenti quelle in lingua italiana, per cui non potrete contare su questo aiuto per capire come funziona.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Generatore di corrente professionale

 

3. BullMach Ambra 12000E – Generatore di Corrente 7,8 kW Monofase

 

Quello di BullMach è per molti il miglior generatore di corrente in commercio per le sue potenzialità, visto che mette a disposizione ben 8500 W grazie all’avvolgimento in rame dell’ alternatore. 

Un modello alla portata di tutti, visto che è facile da usare e che si sposta senza problemi, grazie alle ruote grandi e alle maniglie poste in alto, che garantiscono anche una presa molto più solida.

Nella parte superiore è anche posto il quadro comandi, che si colloca su una lamiera di acciaio inossidabile; il motore è in quattro tempi ed è a benzina, in grado di raggiungere una potenza da 18 HP. 

Il serbatoio ha una capacità di 28 L e potrete avviare facilmente il generatore, grazie alla chiave da inserire per l’avviamento elettrico. Non è però uno dei modelli più venduti per il costo abbastanza proibitivo. 

Pro
Potente:

Questo modello professionale mette a disposizione 8500 W e ben 18 HP, per ottenere tutta l’energia di cui avete bisogno.

Trasporto:

dotato di ruote e di maniglie, può essere spostato senza grossa difficoltà ovunque vogliate.

Avviamento:

C’è quello elettrico, per cui basterà girare la chiave per avviare il generatore.

Contro
Costo:

Quello di questo modello è abbastanza alto, perché risente di caratteristiche molto valide.

 

 

 

 

Generatore di corrente silenziato

 

4. Pramac PMi2000 Generatore di Corrente 1,7 kW Silenziato

 

Se ancora non avete capito bene quale generatore di corrente comprare né dove acquistare, possiamo darvi un ulteriore suggerimento con quello di Pramac, che ha suscitato pareri positivi negli utenti che lo hanno preferito. 

Questo modello è in grado di produrre energia elettrica a tensione e frequenza costanti, grazie alla presenza di un sistema di magneti permanenti in grado di ridurre il consumo di carburante e anche di produrre meno rumore. 

Questo generatore di corrente silenziato ha un serbatoio da 3,5 L, un’autonomia pari a quattro ore e una potenza da 1,7 kW. Facile da trasportare, grazie alla maniglia, ha una serie di indicatori luminosi che ne migliorano l’utilizzo.

Il costo è nella media, ma non il più basso del web.

Pro
Sistema a magneti:

Grazie a questo potrà produrre energia a tensione e frequenza costanti, emettendo anche meno rumore.

Trasporto:

Possiede una maniglia per sollevarlo e inoltre non è pesante, per cui non avrete difficoltà a spostarlo.

Carburante:

Non consuma più di quello necessario e fornisce una potenza pari a 1,7 kW.

Contro
Prezzo:

Non è il modello con il costo più basso del web, ma ha caratteristiche che lo rendono interessante per molti.

 

 

 

 

Generatore di corrente portatile

 

5. PowerOak Bluetti EB120 1200Wh Generatore Solare Portatile

 

Un generatore di corrente portatile che piace è quello di PowerOak, un modello che funziona grazie alla luce del sole e che è alimentato da una batteria al litio da 1200 W. Un grande vantaggio sta nella presenza di diverse prese, due AC da 230V, una DC 12V/9A, quattro USB-A da 5V/3A e una USB-C, che permettono di caricare diversi apparecchi contemporaneamente.

Grazie alla sua natura, può essere ricaricato o collegandolo a una presa a muro o attraverso il pannello solare, per cui è possibile portarlo con sé anche in viaggio senza avere il problema di come fare a mantenerlo in funzione.

Nella confezione è incluso anche un manuale utente, per capire meglio come metterlo in moto: preparate però un budget consistente, perché si tratta di uno dei modelli più cari in commercio.

Pro
A energia solare:

Se non avrete dove ricaricare la batteria, potrete sfruttare la luce del sole grazie al pannello integrato.

Prese:

Ce ne sono molte che permettono di ricaricare contemporaneamente vari dispositivi elettrici.

Manuale:

Quello presente nella confezione aiuta a capire come utilizzare il prodotto, per sfruttarlo al massimo.

Contro
Costo:

Il prezzo molto alto potrebbe scoraggiare chi desidera avere un generatore portatile a disposizione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Generatore di corrente a benzina

 

6. Hyundai PT3000 Generatore di Corrente 2,5 kW a Benzina

 

Il generatore di corrente a benzina di Hyundai rende molto facile il trasporto per le sue dimensioni ridotte, che quindi non comportano un grosso sforzo da parte vostra. Nonostante questo ha un serbatoio con una capienza di ben 15 L, che non comporterà di essere riempito subito.

Il motore è da 6,5 HP ed è a benzina monofase, montato su quattro antivibranti in gomma, mentre la potenza nominale raggiunge i 2,5 kW. Non è molto rumoroso, ma in ogni caso lo è più di altri modelli in commercio, per cui valutate questo aspetto prima di acquistarlo.

Questo modello è anche dotato di scheda AVR, che regola la tensione in uscita, di modo che resti costante anche col variare del carico.

Pro
Dimensioni:

Sono molto ridotte, per cui sarà molto facile trasportare il generatore, anche perché è leggero.

Serbatoio:

Ha una capienza di ben 15 L, che garantisce una buona autonomia e lascia liberi dal doverlo riempire sempre.

Contro
Rumore:

Anche se non è eccessivo, potreste preferire un generatore che sia molto più silenzioso.

 

 

 

 

Come utilizzare un generatore

 

Il tipo di generatore di cui stiamo parlando è il gruppo elettrogeno, ovvero una macchina realizzata accoppiando un motore termico a un alternatore, in modo da produrre elettricità utilizzando l’energia termica della combustione, per convertirla prima in energia meccanica e, successivamente, in energia elettrica.

È bene ricordare che esistono due tipologie fondamentali di gruppi elettrogeni; per uso marino e per uso terrestre, i gruppi elettrogeni per uso marino sono progettati per essere equipaggiati sulle imbarcazioni, di conseguenza sono dotati di sistemi di raffreddamento e di trattamenti anticorrosione in ogni loro parte.

Al di là della destinazione d’uso del gruppo elettrogeno, i motori termici che lo alimentano possono essere, generalmente, di tre tipi: a benzina, a gasolio o a gas.

I generatori alimentati da motori a benzina sono ideali per l’uso domestico, offrono il vantaggio di emettere una minore rumorosità e di essere disponibili a un prezzo più economico, ma sono più soggetti a rotture dato che lavorano a regimi più elevati; la benzina, inoltre, è un carburante più costoso e anche più pericoloso da conservare data la sua natura esplosiva.

I generatori con motore a gas hanno dei costi di gestione molto bassi, grazie ai consumi inferiori, generano meno rumorosità ed emissioni inquinanti, ma non sono molto diffusi.

I gruppi elettrogeni con motore a gasolio, invece, sembrano essere quelli più apprezzati e utilizzati a dispetto della loro rumorosità; i loro pregi sono quelli di sopportare senza problemi un utilizzo intensivo, sono più duraturi, nonostante abbiano bisogno di una manutenzione ridotta dato che lavorano a bassi regimi, e il carburante ha un costo minore e lo si può conservare in una tanica senza pericolo, dato che non è esplosivo come la benzina.

Valutate attentamente la destinazione d’uso

I modelli disponibili sul mercato sono numerosi, diversificati per tipo di motore, quantità di elettricità generata e, ovviamente, prezzo di vendita.

Nella scelta di un generatore, però, prima di lasciarsi influenzare dal prezzo, bisogna fare particolare attenzione al tipo di utilizzo che si intende farne e, soprattutto, sapere quali e quanti dispositivi andranno a utilizzare l’elettricità prodotta.

Questo aspetto è importante perché i dispositivi collegati, al di là dei loro normali parametri di assorbimento elettrico, possono generare dei picchi occasionali e superare, anche se solo per un istante, la soglia massima garantita; ricordate anche che se dovete utilizzare il gruppo elettrogeno per alimentare apparecchiature dotate di schede elettroniche, come televisori, computer o altro, sarebbe preferibile scegliere un modello dotato di inverter, in modo da stabilizzare la forma d’onda della corrente erogata.

Altri elementi da considerare, nella scelta del vostro gruppo elettrogeno, sono la manutenzione da eseguire, che può essere più o meno onerosa a seconda del modello, e il suo peso.

Dato che si tratta di generatori di tipo portatile infatti, progettati apposta per essere trasportati e utilizzati ovunque se ne abbia bisogno, bisogna fare i conti col loro peso e regolarsi di conseguenza, secondo le proprie necessità. Lo stesso vale per la manutenzione: assicurarsi del giusto livello dell’olio nel motore, pulire periodicamente i filtri dell’aria e così via.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Vigor G900 2T

 

Un altro tra i generatori più venduti è il modello realizzato dalla Vigor che ha riscosso un buon successo di pubblico grazie anche al prezzo competitivo sul mercato, il più basso tra i cinque che trovi in questa guida.

Ideale per chi vuole spendere il meno possibile, il Vigor offre anche altri vantaggi all’utente.

La macchina è versatile perché dotata della comoda uscita da 12 volt e la sua discreta potenza può alimentare piccoli utensili elettrici, faretti, camper e altro.

La struttura è in alluminio, resistente e piuttosto leggera; grazie al pratico manico in alto si può trasportare facilmente.

Le prestazioni relative a consumo e rumorosità non sono esaltanti in termini assoluti ma, considerando il prezzo di vendita, il Vigor si rivela più che valido dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo.

Per rendere il più completa possibile la guida che ti abbiamo proposto per la scelta del miglior generatore di corrente, abbiamo pensato di integrare le recensioni e i pareri degli utenti della seguente sezione dei pro e dei contro. In tal modo dovresti essere in grado di poter decidere con consapevolezza e piena autonomia la scelta che più si addice alle tue esigenze.

Pro
Struttura in alluminio:

A differenza di altri generatori di corrente, questo modello è stato realizzato in alluminio e ciò gli conferisce, al tempo stesso, resistenza e leggerezza.

Prezzo:

Molto competitivo è anche il prezzo con cui il prodotto viene venduto sul mercato: questo generatore è forse uno tra i più economici.

Contro
Affidabilità:

Alcuni utenti hanno lamentato noie al corretto funzionamento del generatore. Si tratta certamente di casi isolati che possono verificarsi. Tuttavia l’affidabilità dovrebbe essere, con la sicurezza, sempre al primo posto nei prodotti di qualunque costruttore.

 

 

Black & Decker 160100580

 

Le qualità offerte dal Black & Decker che ci hanno spinto a includerlo nella nostra classifica sono diverse. Tra i prodotti più venduti online, ha un prezzo ragionevole e una potenza che dovrebbe rivelarsi più che sufficiente per le normali necessità di un hobbista.

È dotato di regolatore automatico di tensione: si tratta di un meccanismo fondamentale quando occorre alimentare dispositivi molto sensibili come quelli elettronici che possono subire dei danni nel caso in cui la corrente non venga fornita in maniera sempre costante.

Un altro vantaggio è costituito dalla qualità e affidabilità dei materiali di costruzione destinati a durare nel tempo, marchio di fabbrica dell’azienda tedesca. Ma soprattutto questo modello, grazie al peso inferiore ai 12 kg, risulta comodo da trasportare come pochi altri.

Non possiamo invece dire che la rumorosità sia un suo punto di forza.

La necessità di garantire continuità è una delle caratteristiche che rende un generatore di corrente un prodotto di primaria importanza. In altre parole, quando lo acquisti ti aspetti che nei momenti di criticità esso risponda pienamente a quanto promesso nelle specifiche tecniche fornite dal fabbricante.

Pro
Dotato di regolatore automatico di tensione:

Questo dispositivo elettronico consente di poter gestire in tutta sicurezza e tranquillità tanto il generatore quanto i dispositivi a esso connessi.

Qualità dei materiali:

La scelta dei materiali impiegati dimostra ancora una volta come il marchio sia sinonimo di qualità e di buona progettazione.

Contro
Rumorosità:

Purtroppo questo generatore Black & Decker è stato giudicato negativamente dagli utenti nelle loro attente recensioni per quanto concerne la sua rumorosità, superiore ai valori medi di altri prodotti della stessa categoria.

 

 

GrecoShop 4069

 

È mancato davvero poco al gruppo elettrogeno distribuito dalla GrecoShop per aggiudicarsi il titolo di miglior generatore del 2022. Facendo una comparazione con lo Starkemünich, assicura due ulteriori vantaggi al consumatore: il primo riguarda il prezzo che è significativamente inferiore, l’ideale per chi non ha esigenze particolari e vuole un prodotto sì di qualità ma anche economico. Il secondo ha a che fare col design: il GrecoShop non ha bisogno di un carrellino da acquistare separatamente perché ce l’ha già integrato ed è quindi molto comodo da trasportare.

La potenza pari a 2.300 watt ne consente inoltre un utilizzo versatile non solo a casa ma anche in campeggio, in barca e così via.

Il serbatoio da 15 litri è un altro punto di forza della macchina perché garantisce un funzionamento di sei ore anche con un pieno a 2/3.

Infine, la carenatura laterale è in grado di attutire significativamente il rumore.

Per la funzione molto importante che svolgono, i generatori di corrente devono essere di qualità tale da non giocarti brutte sorprese proprio nel momento del bisogno. Per tale motivo, prima di cimentarti nella scelta, è bene che tu legga i pro e i contro che gli altri utenti hanno segnalato nei loro attenti pareri.

Pro
Rapporto qualità prezzo:

La qualità del segnale di corrente in uscita al generatore è davvero molto pulita e ti permette di poter tranquillamente collegare anche apparecchi delicati. Solitamente il prezzo per ottenere risultati così soddisfacenti è decisamente più elevato.

Design:

A differenza di tanti altri generatori, questo prodotto si presenta nell’interessante forma dotata di rotelle. In tal modo potrai tranquillamente spostarlo, senza alcuna fatica, ogni volta che vorrai.

Contro
Molto delicato:

Gli utenti hanno segnalato che questo generatore è esternamente delicato, tanto nelle ruote quanto negli agganci. Non esagerare con gli strattoni o con le manovre improvvise.

 

 

Einhell BT-PG 2000/2

 

Non è un caso che questo generatore elettrico della Einhell abbia conquistato tanti acquirenti durante quest’anno, specie per via delle caratteristiche che ne assicurano efficacia e sicurezza per i dispositivi collegati, vediamoli brevemente.

Sono due le prese da 230 volt per collegare due dispositivi alla volta, mentre il sistema di regolazione automatica della tensione consente di evitare il sovraccarico. Questa accortezza è assicurata anche dalla presenza di un interruttore dedicato a scongiurare il sovraccarico elettrico che potrebbe compromettere il funzionamento dei dispositivi collegati.

Altre caratteristiche di costruzione rendono il generatore parecchio allettante, come per esempio la presenza di un serbatoio molto capiente a cui è associata una buona autonomia di funzionamento, il serbatoio è dotato di una spia luminosa che segnala la necessità di aggiungere altro carburante. È alimentato a benzina verde e un sensore rileva l’eventuale assenza di olio che blocca subito il motore se necessario. Secondo l’opinione di tanti utenti che la sfruttano a pieno regime, l’autonomia pare assestarsi anche sopra i livelli indicati dal fabbricante quindi superare le 6 ore.

Sei in cerca del gruppo elettrogeno per alimentare attrezzature elettriche anche lontano da un collegamento alla rete energetica, oppure la zona in cui abiti è spesso soggetta a cali di corrente? Prova a dare un’occhiata ai pro e contro di questo modello per decidere se è quello adatto a te.

Pro
Capacità della tanica:

Sono ben 13 litri di capienza per la benzina verde che alimenta il motore a quattro tempi, in grado di assicurare dalle 5 alle 6 ore di autonomia secondo il fabbricante, mentre chi lo usa abitualmente conferma una durata anche superiore con un carico medio.

Sistemi di sicurezza:

Il motore è protetto da un sistema che identifica automaticamente l’assenza di olio e lo segnala, mentre la presenza di un interruttore dedicato contro il sovraccarico e la regolazione automatica della tensione sono dettagli che contribuiscono a prolungare la vita utile del gruppo elettrogeno.

Ampia possibilità di collegamento:

Sono due le uscite a 230 volt alle quali potere collegare attrezzature fino a 4 kW di potenza assorbita, con un’uscita che sopporta la potenza continua fino a 2 kW e un’altra da 2,2 kW.

Contro
Non compatibile con le saldatrici:

Le indicazioni d’uso avvisano di non usare il generatore per alimentare una saldatrice o forti carichi induttivi.

 

 

 

Starkemünich ST-2000

 

Principale vantaggio:

La tecnologia inverter digitale assicura la giusta erogazione di corrente in qualsiasi condizione evitando sbalzi di corrente che potrebbero danneggiare i dispositivi connessi a questo generatore.

 

Principale svantaggio:

Nonostante il prodotto sia uno dei più venduti sul web pare che ci sia qualche problema nel reperire eventuali parti di ricambio o accessori.

 

Verdetto: 9.6/10

Un generatore di corrente versatile e adatto a più utilizzi. Piace anche per la gestione intelligenti dei consumi e per l’estrema affidabilità, il tutto abbinato a un prezzo di vendita in linea con quanto offerto.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Multiuso

Senza troppi giri di parole, chi è alla ricerca di un generatore di corrente adatto a più utilizzi deve prendere in considerazione il modello proposto da Starkemünich. Infatti, può essere sfruttato in ambito nautico, ma anche in campeggio o in un ambiente domestico per avere corrente dove serve, magari in garage o nel capanno degli attrezzi.

La sua miglior caratteristica, come evidenziato dalla maggior parte degli utenti è la presenza di un sistema denominato inverter digitale. Questa tecnologia, in pratica, consente al generatore di produrre corrente elettrica “pulita”, costante e, soprattutto, senza sbalzi di tensione. Questa caratteristica diventa utile se vengono collegati dispositivi molto sensibili ai picchi di corrente, come possono essere i computer e tutti quegli apparecchi digitali che necessitano di una corrente elettrica costante.

 

Compatto e potente

Per far funzionare il generatore serve inserire benzina visto che l’energia viene “creata” da un motore a scoppio monocilindrico a quattro tempi. L’avviamento è manuale, ma come optional è possibile acquistare un sistema di avviamento elettronico. Il raffreddamento del motore avviene ad aria, quindi molto utenti consigliano di lasciare il giusto spazio tra il generatore ed eventuali muri o ostacoli nelle vicinanze.

Le misure sono molto compatte, e infatti molti utenti lo utilizzano a bordo di una barca o se lo portano in campeggio per alimentare diversi dispositivi. Nella confezione sono anche presenti dei cavi caricabatteria, utili nel caso la batteria della propria auto fosse esaurita. La potenza massima erogata arriva a 2 kW, che però non è abbastanza se si pensa di utilizzare questo generatore in abbinamento a una qualsiasi saldatrice.

 

Consumi sotto controllo

Il generatore Starkemünich ST-2000 offre una funzione molto utile per risparmiare sui consumi, chiamata “economizzatore”, che mette a disposizione del dispositivo collegato solo l’energia richiesta, senza un watt in più di quella che serve per il funzionamento. Questo consente di non sovraccaricare l’apparecchio connesso e al generatore di consumare anche meno benzina.

Nel caso fortuito l’olio destinato a far funzionare il cilindro dovesse mancare o scarseggiare, un sensore predisposto si occupa di bloccare il motore per evitare ulteriori guai. Sempre in tema di sicurezza qualora si verificasse un assorbimento eccessivo del dispositivo collegato, il generatore si bloccherà per scongiurare problemi dovuti a questo malfunzionamento. Molto apprezzata dagli utenti la silenziosità del generatore quando è in funzione, caratteristica che consente di utilizzarlo anche nelle ore notturne senza disturbare i vicini di tenda.

 

 

Matrix 160100170

 

Una terza valida opzione per capire come scegliere un buon generatore di corrente è rappresentata dal modello realizzato dalla Matrix. Il suo principale vantaggio è dato dal buon rapporto qualità/prezzo. Si tratta di una macchina che, potendo erogare una potenza inferiore a 1 KW, non può vantare le stesse prestazioni delle due precedenti. È quindi pensata per esigenze domestiche non molto complesse.

Tuttavia, grazie alla notevole leggerezza e al comodo manico posto nella parte superiore, può invece venire trasportato anche a mano e caricato/scaricato dall’auto senza problemi.

Il prezzo aggressivo sul mercato è, infine, un altro punto di forza del prodotto perché adatto anche a chi ha un budget ristretto, mentre non è consigliato per chi invece ha bisogno di un gruppo elettrogeno silenziato.

A completamento del quadro fin qui delineato, ti proponiamo la lettura della sezione relativa ai pro e ai contro, che potrebbe tornarti molto utile qualora tu voglia effettuare un acquisto che risponda appieno alle tue esigenze più importanti. Alla fine di tutto, poi, troverai il link dove acquistare il generatore di corrente Matrix.

 

Pro

Leggerezza: Per via della sua filosofia costruttiva, questo generatore è davvero molto leggero rispetto ad altri della stessa categoria e può quindi essere facilmente spostato da un luogo a un altro senza grosse difficoltà.

Ergonomia: Il manico ben collocato nella parte superiore del generatore ti permette di poterlo rapidamente afferrare e spostare a seconda delle tue esigenze. Sembra un aspetto banale, ma non tutti i generatori dispongono di tale manico.

 

Contro

Potenza non elevata: Le prestazioni in termini di potenza di questo generatore non sono molto elevate. Ciò significa che non puoi collegare simultaneamente più di un certo numero di dispositivi.

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Mini compressore daria

Compressore portatile

Sega circolare

La migliore sega da banco

Avvolgicavo

 

 

Principale vantaggio

Il generatore di corrente Starkemünich è dotato di un dispositivo chiamato “Economizzatore” che permette di regolare il consumo in base all’effettivo assorbimento richiesto.

 

Principale svantaggio

Come fatto notare da alcuni clienti, c’è una certa difficoltà nel trovare i pezzi di ricambio o optional come l’avviamento elettrico del motore. In caso di guasto, potrebbe essere davvero un problema.

 

Verdetto: 9.6/10

Tra i generatori di corrente che il mercato offre, lo Starkemünich si è dimostrato valido sotto diversi punti di vista. A nostro avviso la sua affidabilità è un dato di fatto e la gestione intelligente dei consumi, un plus.

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Un generatore molto versatile

L’oggetto in esame è un gruppo elettrogeno che si fa apprezzare per la sua considerevole versatilità. Si presta a svariati contesti che vanno dalla cantieristica, alla nautica, passando per il campeggio senza dimenticare quello domestico. Insomma, secondo noi il generatore proposto dalla Starkemünich va bene per ogni occasione. Punto centrale del gruppo elettrogeno è il sistema a inverter digitale. Detto in poche parole, il suo funzionamento è determinato da un regolatore digitale che è capace di generare una corrente pulita e cosa molto importante, costante nel tempo.

Grazie a questo sistema si può dire addio agli abbassamenti di tensione con conseguente giovamento per apparecchiature delicate come i computer e tutti quegli apparecchi che richiedono una tensione costante. L’avviamento è manuale, il motore è a un cilindro e quattro tempi ed è alimentato con benzina senza piombo. Il raffreddamento è ad aria.

 

Gestione intelligente dei consumi

Il consumo è gestito e tenuto sotto controllo grazie alla funzione chiamata “Economizzatore”, in pratica è determinato dall’assorbimento richiesto. A nostro modo di vedere, i vantaggi dal punto di vista economico sono palesi. Nel progettare il generatore la Starkemünich ha puntato molto sull’affidabilità. Se hai trovato ottimo l’economizzatore di cui abbiamo parlato poco fa, troverai altrettanto interessante il sensore di bassa pressione dell’olio. È noto che il livello dell’olio per un motore non deve mai scendere sotto la soglia minima. In caso contrario la rottura è dietro l’angolo.

Grazie al sensore di cui è disposto il generatore, in caso di olio insufficiente, viene interrotto il funzionamento oppure, nel caso il generatore sia in moto, si blocca evitando così danni seri. Sarà sufficiente rifornire l’olio e tutto tornerà a funzionare regolarmente. Ma non sono finiti qui i sistemi di sicurezza per evitare il verificarsi di danni. Nel caso dovesse esserci un assorbimento eccessivo, il generatore andrà in protezione, bloccandosi.

 

Sta in poco spazio

Con il generatore Starkemünich non ci saranno problemi di spazio. È compatto al punto tale da poter trovare collocazione in un angolino. Anche per le sue misure ridotte, risulta ideale per essere portato, per esempio, a bordo di una barca o in campeggio. Peccato manchi l’avviamento elettronico (c’è la predisposizione) ma non è questo il vero problema.

Alcuni clienti, pur elogiandolo, hanno fatto presente che c’è una certa difficoltà nel reperire pezzi di ricambio o accessori, come l’avviamento elettrico. Insomma, se il generatore, che pur si è dimostrato solido, robusto e resistente, malauguratamente dovesse rompersi, ripararlo potrebbe essere complicato.

 

 

Come scegliere i migliori generatori elettrici del 2022?

 

Un generatore elettrico può essere un oggetto davvero utile, specialmente se hai bisogno di produrre corrente per fare luce quando sei in campeggio o in barca. Può tornare utile anche se vuoi semplicemente attivare degli elettroutensili per il tuo hobby o lavoro all’aperto. Nel caso tu non sappia come orientarti nell’acquisto, ti invitiamo a consultare la nostra guida al miglior generatore elettrico del 2022 per trovare il modello che fa per te.

Il generatore è davvero indispensabile per l’illuminazione durante le tue vacanze in campeggio o semplicemente per alimentare dei riflettori durante un evento o una festa notturna. Inoltre non è da sottovalutare l’utilizzo professionale che potresti farne, magari per dare energia a un elettrodomestico da usare all’aperto come un elettrosega o uno spiedo.

Prima di procedere all’acquisto dovresti tenere conto di diversi fattori, cominciando dal tipo di alimentazione. Sul mercato esistono due tipi principali di generatori: quelli a benzina e a gasolio. Quelli a diesel sono tra i più venduti perché possono essere utilizzati a lungo e contenere il carburante nella tanica per un lungo periodo. L’unico problema è che solitamente sono abbastanza rumorosi, quindi magari per il campeggio notturno potrebbero non essere l’ideale a meno che non vuoi fare scorta di tappi per le orecchie.

Per un utilizzo domestico è consigliabile acquistare un generatore a benzina perché sono poco rumorosi ma anche per il loro basso costo che ti permette di acquistarli a prezzi economici. Lo scotto da pagare per il risparmio è che questi modelli non hanno la stessa resistenza delle loro controparti a gasolio. In ogni caso è sconsigliabile lasciare la benzina o gasolio nel serbatoio perché infiammabili e di conseguenza parecchio pericolosi.

Qualsiasi generatore tu scelga, ti consigliamo di tenere contro della presenza o dell’assenza di un carrellino che ti aiuterà a trasportare l’oggetto con più facilità da un posto all’altro. In alternativa potrai sempre acquistarlo separatamente, o farne a meno se il generatore non ha un peso eccessivo e sei dotato di una buona forza fisica.

 

Prodotti raccomandati

 

GrecoShop 4049

 

Uno dei vantaggi più apprezzati di questo generatore è la presenza di un carrello che ti permetterà di trasportarlo facilmente da un luogo all’altro. Ideale per portarlo dal tuo veicolo fino al posto dove dovrai installarlo e viceversa. Oltre alla sua praticità, questo modello può vantare di una potenza di 2.300 watt per alimentare diversi tipi di elettroutensili e luci.

Può contenere fino a 15 litri nel serbatoio, garantendoti un’autonomia di sei ore anche se non è pieno. Questo lo rende ideale per un utilizzo professionale, così non avrai bisogno di rifare il pieno ogni volta che ti serve per far funzionare un utensile. È forse un po’ più silenzioso di altri modelli simili, grazie alla carenatura laterale che contribuisce ad attutire il rumore.

Gli utenti consigliano di maneggiarlo con cura quando lo si trascina a terra, perché le ruote del carrellino potrebbero rovinarsi se finiscono in qualche buca.

 

 

 

Desa BLP17M

 

Si distingue dagli altri modelli per la sua specifica funzione di generatore di aria calda. Apprezzato dagli utenti per le sue prestazioni, questo generatore ti permetterà di riscaldare un ambiente in appena un’ora di funzionamento. Potrebbe essere ideale se lavori in un luogo privo di riscaldamento, così potrai finalmente tornare a svolgere il tuo mestiere senza dover patire il freddo. È capace di creare tepore anche in ambienti di 90 mq, così potrai usarlo anche in un’officina o garage abbastanza grande.

Purtroppo questo modello ha due svantaggi principali: consuma molto anche se usato a regime minimo ed è anche molto rumoroso. Consigliabile quindi solo per utilizzo professionale, dato che sarà dura cercare di schiacciare un pisolino o dormire mentre lo tieni attivo.

 

 

 

 

Vigor G900 2T

 

Un generatore che ha avuto un buon successo tra gli utenti grazie al suo prezzo davvero aggressivo. Ideale se vuoi acquistare un modello senza dare via il proverbiale occhio della testa.

Uno dei suoi vantaggi principali è la struttura in alluminio che lo rende resistente e allo stesso tempo leggero. Grazie alla pratica maniglia lo potrai trasportare facilmente e senza sforzi, così non dovrai per forza comprare un carrello.

I suoi 12 volt ti permetteranno di alimentare dei faretti e degli utensili elettrici di dimensioni ridotte, quindi potresti pensare di acquistarlo per quando vai in vacanza in campeggio. La rumorosità e i consumi non sono tra i più bassi sul mercato, ma a questo prezzo si potrebbe tranquillamente chiudere l’occhio che non si è dato via per comprarlo.

 

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Generatore eolico

Generatori di corrente confronta prezzi e offerte

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

7 COMMENTI

Emanuel

June 4, 2022 at 4:42 pm

Buongiorno
Sto cercando un generatore trifase 380V e mi hanno parlato degli Huttenberg.
Cosa ne pensate? Grazie
Emanuel Comoglio

Risposta
Lucio

June 8, 2022 at 9:32 am

Salve Emanuel,

non possiamo entrare nel merito della qualità perché non abbiamo avuto occasione di provare alcun prodotto di questa marca. La invitiamo però a considerare che i prodotti Huttemberg non sono distribuiti ufficialmente in Italia ma vengono venduti online di importazione, il che di per sé non è un grosso problema ma potrebbe diventarlo nel caso si abbia bisogno di assistenza tecnica o di ordinare qualche pezzo di ricambio…

Saluti
Team BeE

Risposta
cristiano

November 24, 2019 at 5:54 pm

ho visto anche i GeoTech, li conoscete?
grazie
cristiano

Risposta
BuonoedEconomico

November 25, 2019 at 7:55 pm

Salve Cristiano,

hai scelto bene in entrambi i casi. I DiMarzio sono dei generatori molto affidabili, mentre i GeoTech, per determinati versi, sono fatti ancora meglio. I modelli da 6 kW disponibili per entrambe le marche sono questi: il GEN-D6ES-ATS, prodotto dalla DiMarzio Energy, e il GeoTech DGP 8000SE.
Entrambi i modelli presentano caratteristiche analoghe per quanto riguarda la potenza nominale (6 kW) e il contenuto tecnologico; le differenze sono che il DiMarzio è un po’ meno rumoroso (solo 70 decibel), e raggiunge una potenza massima di 6,3 kW, mentre il GeoTech ha un’emissione sonora di 72 decibel (in ogni caso una differenza minima), ma può arrivare a una potenza di 6,2 kW in servizio di emergenza e a una potenza massima di 6,5 kW, quindi è un po’ più prestante, inoltre costa anche un centinaio di euro in meno.
L’ulteriore vantaggio del GeoTech, inoltre, è quello di avere un’autonomia dichiarata di 5,5 ore, mentre il DiMarzio non fornisce dati su questa specifica.

Saluti

Risposta
cristiano

November 24, 2019 at 5:40 pm

ciao
io avrei bisogno di un generatore silenziato per supportare la mia abitazione in caso di blackout. Poichè ho tutto elettrico, l elettricista mi ha consigliato minimo 6 KW con centralina automatica, monofase, diesel. sapreste consigliarmi voi qualche modello, per piacere? io ho trovato su internet ad un prezzo interessante un Dimarzio Energy, cosa dite?
grazie
Cristiano

Risposta
Gianni

January 16, 2021 at 11:57 am

Buongiorno ti do una risposta in ritardo spero ti sia utile un i KW di un generatore li devi moltiplicare X 0,8 che sarebbe il coefficiente di resa confrontato allENEL = generatore KW 10 resa KW 8 a volt 380 0 volt 220 ?
se la resa e KW 10 volt 380 = KW 8 diviso 3 = a 220 volt KW.2.666 su per qgni presa ( 3 prese 220 volt X Kw 2.666= KW 7.999 poi devi tenere conto dello spunto delle varie utenze una utenza da KW 1,5 ha uno spunto di KW.1,8 circa ultima cosa i generatori sono di 2 tipi giri 3.000 e giri 1.500 un generatore valido dweve essere diesel,1.500 giri parlavi di 6 KW 220 deve essere minimo KW 8/9 per avere i tuoi 6,5 KW a 220 volt se le utenze le fai su tre prese avrai KW.2,160 per ogni presa se vuoi avere kw 6,5 a volt 220 devi andare su un generatore da KW.25 spero di esserti stato urile
Saluti

Risposta
BuonoedEconomico

January 16, 2021 at 5:35 pm

Grazie del tuo intervento, Gianni!

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status