Il miglior pulitore iniettori

Ultimo aggiornamento: 19.12.18

 

Pulitori iniettori – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Per aumentare le prestazioni del proprio veicolo o per sistemare avarie di uno un po’ datato può essere una buona soluzione provare con un pulitore di iniettori. Come ogni prodotto per la manutenzione dei mezzi di trasporto, anche questo si può trovare online in diverse forme. Per fare la scelta giusta consigliamo di leggere questa guida contenente consigli d’acquisto e recensioni che torneranno molto utili al fine di investire bene i propri risparmi. Chi non ha tempo a disposizione per leggerla tutta potrà subito dare un’occhiata al Tunap 183 EX 182 espressamente pensato per motori Diesel e venduto in confezione da 200 ml. I possessori di veicoli a benzina invece andranno sul sicuro con Arexons 9658.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior pulitore iniettori

 

Le automobili sono capricciose e spesso ci fanno delle belle sorprese lasciandoci in panne quando meno ce lo aspettiamo. Utilizzando un buon pulitore iniettori si potranno risolvere un po’ di problemi e rimettere la propria auto in sesto. Sul mercato ci sono modelli prodotti da diverse ditte, quindi per confrontare i prezzi suggeriamo di leggere la recensione di quelli in classifica scegliendo il più adatto alle proprie esigenze.

Guida all’acquisto

 

Diesel o benzina?

Tutti i prodotti per la manutenzione dell’automobile devono essere trattati un po’ con le pinze, specialmente i pulitori iniettori dato che si dovranno versare direttamente nel serbatoio del carburante. Per questo occorre acquistarne uno compatibile con il proprio veicolo, scegliendo tra quelli diesel e quelli a benzina.

L’effetto dei pulitori rimane invariato, si potranno infatti lubrificare i componenti del sistema iniezione e proteggerli dall’usura che potrebbe causare avarie. Allo stesso modo si potranno velocizzare i tempi di accensione del motore ed aumentarne le prestazioni. Il pulitore iniettori andrà versato al momento del rifornimento di carburante ogni tot chilometri, consigliamo quindi di consultare le istruzioni del modello acquistato per utilizzarlo al meglio.

 

GPL

Chi dispone di un impianto GPL dovrà optare per un pulitore iniettori adatto, tenendo conto che spesso questi modelli sono prodotti dalla migliore marca e quindi spesso hanno un prezzo più alto. I prodotti per GPL aumentano le prestazioni tenendo pulita la bombola eliminando le condense e l’umidità dal suo interno. Inoltre agiranno sui depositi di lacche, zolfo e ammoniaca liberando l’impianto e migliorandone il funzionamento.

Questa tipologia di pulitore è ideale per risparmiare un po’, evitando di recarsi da uno specialista per le dovute riparazioni. Alcuni prodotti GPL sono commercializzati in coppia con quelli per veicoli a benzina e sono ideali per chi dispone di un doppio serbatoio, con la possibilità di scegliere tra un carburante e l’altro.

Confezione

I pulitori per iniettori vengono venduti in confezioni di diversa grandezza, ideali per accontentare le esigenze di tutti gli utenti. A seconda dell’utilizzo che se ne vuole fare sarà necessario comprare un prodotto molto capiente o magari uno adibito ad un solo trattamento. Consigliamo quindi di non esagerare e di tenere sempre presenti le proprie necessità prima di acquistare un pulitore iniettori troppo costoso e capiente che magari non verserà tutto nel serbatoio.

Ricordiamo che non è la grandezza della confezione a rendere efficace l’articolo, ma la sua attuale qualità quindi è inutile lanciarsi su quello più capiente abbagliati dalle dimensioni. Se poi invece si dispone di un veicolo come un furgone o camion allora forse è il caso di comprarne un modello con molti litri, dato che probabilmente il dosaggio dovrà essere un po’ più consistente.

 

I migliori pulitori iniettori del 2018

 

Nei consigli d’acquisto abbiamo analizzato le caratteristiche più importanti da conoscere per sapere come scegliere un buon pulitore iniettori. Siamo arrivati alla parte della guida contenente le recensioni dei modelli venduti online che abbiamo incluso nella classifica. Leggendole si potrà effettuare una comparazione tra le offerte e acquistare il miglior pulitore iniettori per le proprie esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

Tunap 183 EX 182

Principale vantaggio:

Gli automobilisti che hanno aggiunto il prodotto al carburante dell’auto hanno affermato di aver riscontrato una serie di migliorie che riguardano un miglior avviamento del motore e consumi leggermente più contenuti.

 

Principale svantaggio:

Questo è uno svantaggio relativo perché le differenze di prezzo sono minime. Ciò detto, ci pare opportuno segnalare come questo additivo sia leggermente più caro rispetto ad altri.

 

Verdetto 9.9/10

Dopo aver valutato attentamente i tanti pregi e i pochi, anzi, pochissimi lievi difetti, non possiamo fare altro che esprimere un giudizio decisamente positivo e consigliare l’acquisto del pulitore per iniettori in oggetto.

Acquista su Amazon.it (€12,99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Efficace

Il Tunap è un pulitore per iniettori da usare con i motori a diesel. La sua efficacia è stata testimoniata da moltissimi commenti positivi che abbiamo avuto modo di raccogliere in rete. La sua azione è volta, in particolare, a ridurre la formazione di depositi ma anche a lubrificare iniettori e pompe che, in questo modo, sono protette dall’usura.

Il Tunap ha anche il pregio di migliorare la stabilità del carburante perché evita il verificarsi del fenomeno di ossidazione dello stesso. Tra i benefici derivanti dall’utilizzo di questo prodotto, gli automobilisti testimoniano di aver riscontrato l’accensione immediata del motore anche con temperature vicine allo zero, una considerevole diminuzione e/o scomparsa dal classico fumo nero che esce dal tubo di scappamento, in accelerazione, una diminuzione dei consumi e il motore meno rumoroso.

Le aree di utilizzo

Il pulitore Tunap può essere impiegato su qualsiasi motore diesel moderno e ad alta pressione. Va bene, inoltre, quando si usano carburanti poveri di zolfo e per fornire adeguata protezione al componente d’iniezione.

Per quanto riguarda il corretto uso del pulitore, è importante che il serbatoio non sia pieno oltre un terzo della sua capacità. In questo modo il prodotto sarà più concentrato e avrà maggiore efficacia. Per aumentare ulteriormente quest’ultima, è preferibile fare subito dopo il pieno e ripeterlo per tre volte preoccupandosi che il serbatoio si svuoti fino a un terzo della sua capacità. Seguendo queste semplici indicazioni, si sfrutteranno al massimo le potenzialità del pulitore.

 

Quando applicare il prodotto

Il Tunap andrebbe utilizzato a ogni tagliando o comunque ogni 10.000 km. Ma in questo ultimo paragrafo vorremmo soffermarci anche un attimo sulla confezione. Il flacone contiene 200 ml di prodotto, attenzione perché la versione precedente della quale il 183 è il sostituto conteneva 300 ml.  Questo non è detto che sia uno svantaggio perché probabilmente, e lo diciamo come pura ipotesi, non come dato certo, questa nuova formula è più concentrata rispetto alla vecchia.

Affrontiamo ora la questione costi: è un prodotto leggermente più caro rispetto ad altre marche. È un problema? Non necessariamente, dipende dal grado di soddisfazione dell’automobilista, che potrà valutare la questione in prima persona.

 

Acquista su Amazon.it (€12,99)

 

 

 

Arexons 9658

 

Spesso il serbatoio della propria automobile viene trascurato, ma in realtà è un componente importante come gli altri che richiede una certa attenzione. Per migliorare le prestazioni e lubrificare i componenti, si potrà optare per un pulitore iniettori per benzina come questo di Arexons.

Il prodotto permette di risanare il sistema di alimentazione, facendolo tornare efficiente come se fosse nuovo. Il pulitore iniettori ridurrà anche il consumo del carburante e le emissioni inquinanti, ideale quindi per chi usa l’automobile tutti i giorni in città o per viaggi in autostrada.

È compatibile con veicoli a benzina rossa e verde sui quali si vedrà un netto miglioramento delle prestazioni del motore ed un aumento della velocità di accensione. Il dosaggio da 250 ml della confezione può trattare fino a 40 litri di benzina e va inserito nel serbatoio subito dopo il rifornimento di carburante. Alcuni utenti avrebbero preferito una confezione più grande, ma a nostro parere visto il prezzo non ci si può proprio lamentare.

Il rapporto qualità/prezzo del pulitore Arexons è estremamente elevato ed è compatibile con automobili che utilizzano benzina rossa e verde. In seguito all’utilizzo non solo è possibile notare una maggiore reattività del veicolo ma ne allungherà anche la vita.

Pro
Azione detergente:

Uno dei vantaggi del pulitore Arexons è la sua profonda azione detergente in grado di prevenire ruggine e corrosione oltre che i depositi sulle valvole, restituendo prestazioni migliori.

Riduzione consumi:

Avere un serbatoio pulito aiuta a ridurre il consumo di carburante oltre alle emissioni inquinanti, conservando l’efficienza del veicolo come se fosse nuovo.

250 ml:

Il contenitore è leggermente più grande rispetto alle classiche bottiglie da 200 ml, offrendo circa 50 ml in più.

Contro
Solo per benzina:

Attenzione a non acquistare il prodotto qualora abbiate un veicolo a diesel o GPL per evitare di sperperare inutilmente il vostro denaro.

Acquista su Amazon.it (€9,8)

 

 

 

Tavola 120394 STP

 

Tra i migliori pulitori iniettori del 2018 abbiamo trovato questo modello di Tavola, ideale per veicoli a benzina. Si presenta in un flacone da 200 ml da versare ogni 10.000 km nel serbatoio quando si fa rifornimento di carburante e percorrere almeno 200 km per permettere al prodotto di fare effetto.

Utilizzandolo si potranno velocizzare i tempi di accensione del veicolo. Inoltre il pulitore contribuirà a ridurre il consumo di benzina oltre a risolvere situazioni di avaria, spesso causate dagli iniettori sporchi. Così sarà possibile risparmiare sulle spese del meccanico, risolvendo il problema semplicemente acquistando e utilizzando questo articolo.

Molti utenti sono riusciti a ridare vita ad automobili con ben 14 anni sul groppone. A livello di prestazioni del motore rimaniamo su livelli normali, infatti da questo punto di vista alcuni utenti sono rimasti un po’ insoddisfatti.

Il pulitore proposto da Tavola si è rivelato efficace nel ridare lustro a veicoli molto vecchi con oltre dieci anni di utilizzo costante. Vediamo dunque insieme quali sono le caratteristiche più interessanti.

Pro
Buono anche per moto:

Chi ha avuto modo di provare il pulitore Tavola afferma che ha avuto buoni risultati anche nel restituire reattività alla propria moto che gira più fluida e regolare senza cali di giri al minimo.

Rivitalizzare il motore:

Chi accidentalmente ha fatto benzina in distributori che proponevano carburante “annacquato”, è riuscito a scongiurare l’intervento di sostituzione del motore grazie al pulitore proposto da Tavola utilizzato prontamente.

Consumi ridotti:

Come i migliori pulitori di iniettori, anche il prodotto in questione riesce a ridurre i consumi migliorando l’efficienza del veicolo.

Contro
Da usare spesso:

Una volta che inizierete a utilizzarlo, per non ritornare alla situazione precedente, dovrete continuare a versare il pulitore ogni due o tre pieni di benzina.

Acquista su Amazon.it (€10,91)

 

 

 

Bardahl 122031

 

Bardahl produce spesso prodotti di alta qualità per la manutenzione dei veicoli e con questo pulitore iniettori non si smentisce. La capiente confezione di 500 ml potrà ridare vita nuova anche a vecchi motori diesel, pulendo e lubrificando gli iniettori del serbatoio migliorando le prestazioni e riducendo il rischio di avaria.

In questo modo si potranno evitare un po’ di visite dal meccanico e di conseguenza risparmiare i propri soldi. Utilizzandolo dopo aver fatto rifornimento del carburante si potranno ridurre i rumori del motore ed eliminare i fumi neri dallo scarico.

Così si potrà rendere il proprio veicolo conforme alle nuove norme anti-inquinamento, ideale per chi guida spesso in città. Una volta versato l’additivo si dovranno percorrere un po’ di chilometri a regimi medio-alti per aumentarne l’effetto.

Il prodotto Bardahl non è il più economico della lista, tuttavia è tra i più apprezzati da coloro che vogliono un pulitore che possa dare risultati professionali. Se avete un veicolo dal costo elevato potrebbe fare al caso vostro.

Pro
500 ml:

La confezione da 500 ml permette di avere a disposizione una quantità di prodotto sufficiente a svariati utilizzi. Indispensabile per chi a ogni pieno ne versa un po’ nel serbatoio.

Partenza più veloce:

Utilizzando il Bardhal, la partenza a freddo è, secondo i pareri espressi dai consumatori, molto più veloce, con una fumosità diminuita.

Consumo ridotto:

Il costo del diesel non è elevato come quello della benzina, tuttavia, la possibilità di risparmiare qualcosa è sempre ben accetta. Utilizzando il pulitore riuscirete a ridurre la spesa di carburante.

Contro
Costo elevato:

Rispetto agli altri prodotti qui analizzati, il pulitore Bardahl ha decisamente un costo maggiore, rendendolo poco adatto per gli utenti che vogliono spendere poco.

Acquista su Amazon.it (€17,5)

 

 

 

EUREX E10

 

Il costo del prodotto Eurex è leggermente superiore agli altri, ma chi non sa quale pulitore iniettore comprare per il proprio impianto a GPL potrà rimanere molto soddisfatto. Il kit contiene un additivo per benzina da 300 ml e un pulitore iniettori GPL da 120, ideale per automobili compatibili con entrambi i carburanti.

Per utilizzarlo è necessario immetterlo entro trenta secondi nella bombola del gas per eliminare condense, umidità e vari depositi di lacche, zolfo e ammoniaca. È ideale quindi per una manutenzione corretta del GPL senza dover recarsi da uno specialista per eventuali riparazioni.

Per quanto riguarda la benzina, si dovrà versare il contenuto del flacone nel serbatoio dopo aver versato dai 15 ai 60 litri di carburante. I vantaggi saranno una migliore risposta del motore, aumento delle prestazioni, inquinamento e consumi ridotti.

L’ultimo prodotto della nostra guida per scegliere i migliori pulitori iniettore è proposto da Eurex. Avrete la possibilità di scegliere tra un pulitore per benzina da 300 ml e uno in formato spray per GPL da 120 ml. Per capire dove acquistare i pulitori Eurex cliccate sul link in basso.

Pro
Prezzi bassi:

A differenza degli altri prodotti, il costo dei pulitori Eurex è molto contenuto, rappresentando un’ottima scelta per tutti coloro che puntano al risparmio.

Opzione GPL:

Le auto a GPL sono sempre più popolari grazie al costo inferiore del gas rispetto a diesel e benzina. La possibilità di optare per un pulitore iniettori anche per questi veicoli è ben accetta.

Meno strappi:

Sia che scegliate la bottiglia per la benzina, sia la bomboletta per il GPL, la vostra automobile non effettuerà più quei fastidiosi strappi dovuti alla perdita di potenza.

Contro
Bomboletta GPL:

La bomboletta da 120 ml per il GPL è di difficile utilizzo e alcuni utenti non riescono a capire se il gas è effettivamente entrato nel serbatoio o meno.

Acquista su Amazon.it (€19,5)

 

 

 

Tunap 183 EX 182

 

Il pulitore iniettori diesel di Tunap si presenta con un prezzo molto interessante unito a delle ottime performance, non a caso è uno dei prodotti più venduti della sua tipologia. La bottiglia contiene 200 ml di sostanza attiva a livello molecolare ideale per i motori diesel e per sistemi di iniezione moderni come il common-rail e iniettori-pompa.

Consigliato quindi per lubrificare efficacemente pompe e iniettori di  automobili di ultima generazione. L’articolo è stato provato con il famoso test di Bosch per verificarne l’attuale qualità. Utilizzandolo sarà possibile lubrificare i componenti del sistema di iniezione e proteggerli dall’usura per farli durare nel tempo.

L’unico difetto del prodotto sta nelle istruzioni poco chiare in merito alla sua corretta applicazione, per questo consigliamo ai nostri lettori di documentarsi sul web per sapere quando e quanto usarne.

Tunap riesce a conquistare il primo posto della classifica grazie al suo pulitore per iniettori diesel 183 EX 182.

Pro
Additivo di finitura:

Diversamente da quanto si possa pensare, tale prodotto non è sufficiente da solo a garantire tutti i benefici possibili. Gli utenti consigliano di usarlo in accoppiata con il Tunap 134 per aumentare l’efficienza.

Prezzi bassi:

Il costo del pulitore è inferiore rispetto a quello di altri prodotti, elemento che lo ha reso uno dei più venduti sul mercato.

200 ml:

La bottiglia contiene 200 ml di prodotto, un quantitativo più che sufficiente per svariati utilizzi secondo quanto riportato dai consumatori.

Contro
Istruzioni poco chiare:

Pulire gli iniettori non è un’impresa semplice per chi non ha mai eseguito la procedura e, secondo quanto affermano gli utenti, le istruzioni del prodotto non sono molto chiare. Unico vero difetto del pulitore.

Acquista su Amazon.it (€12,99)

 

 

Come utilizzare un pulitore iniettori

 

Si sa, le automobili hanno bisogno di manutenzione ordinaria; è necessaria per garantire il loro perfetto funzionamento e una vita più longeva. Prendersi cura della propria auto evita, nella maggior parte dei casi, di dover far ricorso a interventi straordinari e costosi da parte di un meccanico, con conseguente esborso di denaro. Ma una corretta manutenzione, in particolare del motore, comporta anche un risparmio dei consumi. In particolare vogliamo parlare del pulitore di iniettori, ma per saperne di più continuate con la lettura.

 

 

Cosa sono gli iniettori

Avere un’auto non significa necessariamente sapere cosa sono gli iniettori, anzi, magari si ignora persino che esistano. E se non si sa dell’esistenza degli iniettori, come si può pensare di tenerli puliti? Allora diamo una breve spiegazione in merito.

La funzione dell’iniettore è di immettere il carburante nell’impianto di alimentazione del motore, dosandone la giusta quantità. Ma benzina e diesel contengono delle impurità che sporcano gli iniettori. Quando ciò avviene, si verificano una serie di conseguenze dannose per il motore e per l’ambiente.

 

Quando fare la pulizia

È consigliabile fare la pulizia degli iniettori ogni 20 o 25mila km. Ciò detto ci sono una serie di sintomi che dovrebbero suonare come un campanello d’allarme.

Vediamo quali sono. Se notate un aumento anomalo del consumo del carburante, la presenza del gas di scarico nero, una diminuzione delle prestazioni del motore e un suo avvio difficoltoso, allora è giunto il momento di procedere alla pulizia. Certo, l’ideale sarebbe intervenire prima che questi problemi si verifichino tutti insieme.

 

 

L’uso del pulitore

La scelta più saggia è ricorrere all’uso del pulitore per iniettori, si tratta di un additivo da aggiungere al carburante. Lo ribadiamo, per un’azione efficace è importante agire prima che si presentino tutti i sintomi su descritti, anzi, la cosa migliore è agire anche prima della comparsa di uno solo dei sintomi perché anche se non vedete uscire del fumo nero, state certi che gli iniettori sono sporchi.

Dunque, percorsi 20mila km, anche in assenza dei problemi su elencati, aggiungete l’additivo al carburante. È preferibile che il serbatoio non sia pieno più di 1/3 della sua capacità, in questo modo l’additivo sarà più concentrato. Subito dopo va fatto il pieno, cosa che sarebbe bene fare per tre volte appena il serbatoio resta pieno solo per 1/3.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (63 votes, average: 4.81 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.