Il miglior radiatore a olio

Ultimo aggiornamento: 27.11.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Radiatori a olio – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Sono tantissimi i radiatori a olio disponibili sul mercato. Quale acquistare, dunque? Nella nostra classifica due modelli spiccano su tutti: il primo è De’Longhi TRRS0920 che si caratterizza per l’ottimo rapporto tra le prestazioni offerte e il consumo ridotto di energia. In più è dotato di un termostato intelligente che lo fa attivare quando la temperatura scende sotto il livello impostato. Al secondo posto si piazza un modello molto potente, AEG RA 5522, che vanta anche un design particolarmente curato.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior radiatore a olio

 

Durante i mesi invernali può accadere che, in alcune stanze, il riscaldamento non sia sufficiente a raggiungere il tepore desiderato. Ecco perché avere un radiatore aggiuntivo può rappresentare una scelta oculata se si vuole vivere in ambienti belli caldi.

Sul mercato la disponibilità di modelli è ampia. Leggi dunque la nostra guida all’acquisto nella quale evidenziamo gli aspetti più importanti di cui tenere conto prima di decidere quale radiatore a olio comprare e nella quale ti forniamo le recensioni dei modelli più interessanti.

1

 

Guida all’acquisto

 

Come funziona

Il meccanismo di questo prodotto è semplice e rappresenta una valida opzione per incrementare il livello di riscaldamento della tua abitazione. In pratica il radiatore è riempito con un particolare tipo di olio che, quando il dispositivo è collegato alla presa di corrente, è in grado di accumulare calore e diffonderlo nella stanza. Il processo non comporta alcun consumo dell’olio (che si scalda ma non brucia) perciò non deve in alcun modo essere rabboccato o sostituito.

Un altro vantaggio, soprattutto in comparazione con i caloriferi elettrici tradizionali, è un consumo energetico molto inferiore (anche fino al 75% in meno) nonché un bassissimo rischio di cortocircuito. Il motivo dei consumi parchi è legato al fatto che, una volta che l’olio ha raggiunto la temperatura desiderata, l’apparecchio si spegne in automatico. Una volta che l’olio si raffredda, il radiatore si riaccende e lo riporta in temperatura. I caloriferi elettrici, invece, non si spengono mai e dunque impattano in modo più sensibile sui consumi in bolletta.

 

Bello e compatto

È vero che un prodotto di questo tipo deve assolvere la sua funzione e dunque viene acquistato principalmente per riscaldare l’ambiente. Ma visto che si tratta di un complemento d’arredo, perché non optare per un modello che sia anche esteticamente gradevole? Magari non sarà al primo posto della classifica degli aspetti di cui tenere conto ma non va comunque sottovalutato.

Mettendo a confronto i prezzi, noterai che sul mercato è possibile trovare radiatori di ogni tipo e quindi anche modelli dalle forme armoniose e dai colori gradevoli, in grado di integrarsi col tuo arredamento o di ben figurare in qualunque ambiente.

Anche il peso e la trasportabilità non sono elementi da sottovalutare, perché più l’apparecchio è leggero, più facilmente potrai spostarlo per azionarlo dove ce n’è bisogno.

2

 

La sicurezza prima di tutto

I radiatori delle migliori marche sono in grado di regolare accensione e spegnimento così da limitare sia il consumo energetico sia il rischio di cortocircuito. I radiatori più all’avanguardia, infatti, sono dotati di sistemi di sicurezza che intervengono immediatamente nel caso di una caduta accidentale, di un surriscaldamento anomalo o che integrano la funzione anti-brina. Da questo punto di vista puoi scegliere un apparecchio a olio senza alcuna remora.

Naturalmente l’integrazione di funzionalità più all’avanguardia ha un impatto sul prezzo di vendita, che tende a innalzarsi. Scorrendo le nostre recensioni, però, potrai trovare prodotti che fanno del convincente rapporto tra qualità e prezzo una delle loro armi più affilate.

La discriminante del costo è determinata anche dalla grandezza dell’ambiente che hai necessità di riscaldare: in una stanza grande un radiatore molto piccolo andrà sicuramente in difficoltà e risulterà sottodimensionato.

Oltre al dopobarba, vi servono anche forbicine, pettini e altro? In questo caso date un’occhiata ad alcuni dei kit barba più apprezzati dai consumatori.

 

 

I migliori radiatori a olio del 2020

 

Il radiatore a olio è una soluzione pratica ed economica a cui affidarsi quando in inverno a casa o in ufficio non si dispone di un impianto di riscaldamento o di un condizionatore con pompa di calore. Ma quale radiatore a olio comprare?

Noi abbiamo raccolto e analizzato le opinioni dei consumatori selezionando per voi i cinque prodotti migliori per quest’anno tra i quali potete fare una comparazione e, magari, individuare proprio quello che fa per voi.

Chi invece ha il normale impianto con termosifoni potrebbe essere interessato a uno dei migliori copritermosifoni sul mercato.

 

Prodotti raccomandati

 

De’Longhi TRRS0920

Principale vantaggio:

Il vantaggio sottolineato dalla maggior parte degli utenti è la capacità di riscaldare in poco tempo una stanza di dimensioni medio-grandi. Inoltre, la possibilità di spostarlo agevolmente grazie alle ruote poste al di sotto del dispositivo, lo rende ideale anche per persone anziane.

 

Principale svantaggio:

I radiatori a olio hanno generalmente la tendenza a generare cattivi odori, dovuti al riscaldamento dell’olio stesso. In particolare, il prodotto De’Longhi emana un odore intenso qualora sia attivato alla massima capacità.

 

Verdetto 9.6/10

Il radiatore a olio De’Longhi non può essere preso in considerazione come unica fonte di riscaldamento durante il periodo invernale, se non altro a causa del cattivo odore che emana qualora sia acceso per lunghi periodi di tempo o alla massima potenza. Tuttavia, rappresenta una buona scelta per gli utenti che hanno bisogno di alzare la temperatura rapidamente in una stanza, come per esempio il bagno, per poi spegnerlo una volta raggiunto l’obiettivo.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Semplice da spostare

Il vantaggio che questi dispositivi hanno, rispetto a un sistema di riscaldamento centralizzato, è la possibilità di selezionare la stanza da riscaldare e ignorare le stanze dove non c’è bisogno di alzare la temperatura. A differenza di stufe alogene o le più ingombranti a gas, il radiatore a olio De’Longhi è munito di quattro ruote preassemblate, che vi permetteranno di spostarlo comodamente nella stanza selezionata.

Si tratta di un elemento da non sottovalutare, soprattutto se state pensando di regalare il dispositivo a genitori anziani che non riuscirebbero a spostarlo qualora ci fosse la necessità di sollevarlo.

Inoltre, una pratica maniglia posizionata nella parte anteriore facilita la presa sul radiatore, evitando così che sfugga di mano.

Infine, è presente anche un avvolgicavo, estremamente comodo per nascondere il filo di alimentazione ed evitare che penzoli in giro.

Batteria interna

Il nuovo design della batteria interna, studiato appositamente da De’Longhi, consente di aumentare la superficie radiante, in tal modo si ottiene il massimo dello scambio termico ed efficienza. La potenza del dispositivo è di 900 watt, regolabile su tre diversi livelli di potenza per adattarsi alle vostre esigenze.

Uno degli inconvenienti riscontrati dagli utenti, riguarda proprio il livello di potenza massimo. Come accade infatti per la maggior parte dei radiatori a olio, quando sottoposti a calore intenso, emettono uno sgradevole odore di olio e plastica bruciata, in realtà non è un elemento allarmante e non c’è alcun rischio di surriscaldamento del prodotto, tuttavia, parte dell’utenza trova questo odore estremamente sgradevole e difficilmente tende ad andare via anche con utilizzi prolungati.

Qualora foste tra questi, è consigliabile evitare l’impostazione di calore massima.

 

Termostato ambiente

Un interessante elemento del radiatore è la possibilità di regolare il termostato in modo che, non appena venga raggiunta la temperatura desiderata, si spenga, riaccendendosi solo nel momento in cui ci sono delle variazioni verso il basso.

Si tratta di un elemento molto importante per il risparmio energetico, visto che riduce i tempi di accensione, permettendovi di consumare meno corrente elettrica.

 

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

AEG RA 5522 

 

3.AEG RA 5522Il radiatore a olio AEG si dimostra importante e maestoso anche nella capacità di riscaldamento. Con i suoi undici elementi riscaldanti e tre livelli di potenza che vanno da 1000 a 2200 Watt, consente di lavorare bene anche in stanze di dimensioni medie. Il design accattivante cela anche una buona dotazione tecnologica che mette in primo piano la sicurezza del dispositivo nei confronti di chi lo usa, per renderlo semplice e immediatamente comprensibile anche da persone anziane.

Il termostato aiuta a mantenere il radiatore in funzione automaticamente, quindi se la temperatura della stanza si abbassa il dispositivo è fatto in modo da tornare alle impostazioni settate. Il calore emesso, seppure potente, non rende incandescente la superficie degli elementi, questo per evitare che chi lo tocca inavvertitamente si bruci.

Le manopole fanno sì che il corretto settaggio sia semplice e intuitivo, mentre ruote e cavo avvolgibile nell’apposito vano lo rendono facile da spostare da un luogo all’altro o riporlo quando non in uso.

Una lista di vantaggi e svantaggi offerti dal modello proposto da AEG completa la descrizione del radiatore a olio che compone la nostra classifica dei migliori dell’anno. Scegli se fa al caso tuo.

Pro
Potente:

I suoi undici elementi sono sufficienti per riscaldare un ambiente esteso, chi lo usa quotidianamente durante l’inverno conferma una capacità radiante in una stanza di 20 mq, attenzione quindi a sceglierlo proporzionandolo alla stanza in cui lo vuoi istallare.

Design raffinato:

Bello a vedersi e pratico da usare, il modello AEG consente di arredare la stanza mentre si tiene alla giusta temperatura.

Tre livelli di potenza:

Si può regolare in base alla reale necessità di riscaldamento e per contenere i consumi dosando il dispendio energetico in base al bisogno.

Contro
Niente di rilevante da segnalare:

Attenzione a scegliere il modello secondo le reali necessità di riscaldamento della stanza in cui lo vuoi posizionare, consuma meno di una pompa di calore e ha una capacità radiante davvero importante. In definitiva: difficile trovare un difetto a questo modello.

Acquista su Amazon.it (€77,19)

 

 

 

 

De’Longhi TRRS0715 

 

2.De'Longhi TRRS0715Ecco un altro prodotto meritevole di grande attenzione e collocatosi a diritto tra i migliori radiatori a olio dell’anno, il modello De’Longhi a sette elementi riscaldanti consente di lavorare con efficacia in stanze di piccole o medie dimensioni.

La linea proposta dal marchio italiano è pensata per massimizzare la resa della stufa impattando il meno possibile sulla bolletta elettrica. In quest’ottica è stata progettata la batteria, il cui design è fatto in modo da aumentare l’effettiva superficie radiante e quindi il potere calorifero.

La tecnologia Real Energy è studiata in modo da massimizzare la resa del radiatore al 100% del suo potere nominale, quindi senza sprechi energetici, ma senza superare gli standard di sicurezza e cioè evitando che la superficie del radiatore si surriscaldi pericolosamente. La presenza del termostato integrato consente all’apparecchio di essere autonomo e riscaldare la stanza mantenendola alla giusta temperatura anche quando questa dovesse scendere rispetto al livello impostato.

Tanti i vantaggi che la linea di radiatori a olio proposta da De’Longhi offre al consumatore che si affida a questo marchio per riscaldare un ambiente che non ha altre fonti di calore. Vediamo la lista di pro e contro che meglio ne descrive le caratteristiche essenziali che ti faranno capire se questo modello fa per te.

Pro
Sette elementi radianti:

Il modello è tra quelli di media potenza, per via dei sette elementi che emanano calore, ma la sua capacità calorifera è amplificata dal design intelligente che ricava il 35% in più di potenza rispetto ai modelli simili perché sfrutta tutta la superficie del radiatore alla massima potenza.

Termostato:

È possibile impostare la temperatura perché il termostato la mantenga costante anche se fuori comincia a fare più freddo, mentre la funzione antigelo consente al dispositivo di attivarsi autonomamente se in camera si va verso meno zero.

Ruote pre-assemblate:

Questa accortezza di fabbricazione consente di contare su una maggiore robustezza degli elementi di solito più fragili e che così temono meno gli urti accidentali durante il trasporto da una stanza all’altra.

Contro
Attenzione alle misure:

In questo caso i sette elementi radianti vanno bene per portare a temperatura ottimale una stanza non troppo grande, valuta bene quanto freddo fa dove vorrai utilizzare il radiatore e anche le dimensioni reali della stanza in cui la userai per sfruttare la stufa al massimo del suo potenziale.

Acquista su Amazon.it (€68,98)

 

 

 

AEG RA5589

 

3.AEG RA5589

Parlando, invece, di un prodotto più voluminoso e potente segnaliamo al terzo posto questo modello della AEG. Si tratta anche qui di uno tra i radiatori a olio più venduti e apprezzati da molti consumatori che ne sottolineano diversi pregi. La potenza, tanto per cominciare, che è superiore di parecchio ai due modelli visti prima e che consente, quindi, di riscaldare meglio anche ambienti più spaziosi con grande beneficio se vi trovate, per esempio, in un garage, una rimessa, o in un ambiente dove passare una serata con amici.

A differenza di tanti altri radiatori, questo modello presenta un comodissimo timer per poter programmare accensione e spegnimento e trovare l’ambiente già caldo al rientro e, una volta usciti, non temere di averlo lasciato acceso visto che scatta lo spegnimento automatico. Il pratico display, poi, indica anche la temperatura e, in base a questa, si può regolare la potenza con tre livelli a disposizione.

Pur non essendo leggero e compatto come i primi due modelli, questo della AEG è dotato di comode rotelle per spostarlo da un ambiente a un altro e senza neanche l’ingombro del filo che può essere racchiuso nel pratico avvolgicavo.

Come abbiamo visto, questo modello vanta caratteristiche di primo piano che lo pongono un gradino sopra i concorrenti. Purtroppo, a questi pregi fa da contraltare un prezzo piuttosto salato. Ecco una lista di pregi e difetti, frutto della nostra esperienza e dei pareri di altri utenti.

Pro
Potente:

radiatore a olio AEG raggiunge una potenza massima di ben 2500 watt e si può impostare su tre livelli: il primo consuma 1500 watt, il secondo 2000 e il terzo 2500. In questo modo con un po’ di pazienza si riesce a scaldare anche una camera piuttosto grande.

Timer:

Grazie al timer è possibile impostare l’accensione o lo spegnimento ritardati, gestendo meglio i tempi di utilizzo e risparmiando ancora di più in bolletta.

Funzione antigelo:

Grazie a questa funzione si accende automaticamente se la temperatura della stanza scende sotto i 5 gradi.

Contro
Non programmabile:

Come detto, il timer svolge una funzione piuttosto di base. Sarebbe stato molto meglio poter programmare più intervalli di tempo in cui far attivare e disattivare il radiatore.

Acquista su Amazon.it (€85,99)

 

 

 

Zephir ZRA1519

 

5.Zephir ZRA1519

Non male il mix tra le qualità offerte da questo modello Zephir e il prezzo a cui è possibile trovarlo sul mercato. Si tratta di un radiatore da 2000 watt e nove elementi, quindi è un prodotto che può interessare a chi deve riscaldare un ambiente non necessariamente piccolissimo.

Il peso e l’ingombro non lo rendono adatto a essere trasportato, per esempio, da una casa all’altra, ma all’interno di uno stesso ambiente sì, grazie alle pratiche rotelle e all’avvolgicavo che fa sempre comodo perché consente di non inciampare.

Chi ha occhio per il design noterà, poi, che questo è un modello particolarmente elegante che, grazie alle sue linee e al bel colore nero, non sfigura in nessun ambiente.

Non tutti i radiatori sono dotati di termostato e della possibilità di regolare la potenza; quindi il fatto che lo Zephir possegga entrambe queste caratteristiche costituisce un ulteriore vantaggio in termini di sicurezza e comodità.

Concludiamo ora la nostra guida con un elenco dei vantaggi e degli svantaggi legati all’acquisto dell’ultima stufa della nostra classifica. Sarà quello che fa per te?

Pro
Design:

Anche l’occhio vuole la sua parte, e dato che viene tipicamente tenuto in bella mostra in una stanza della casa, perché non sceglierne uno che aggiunga valore al tuo arredamento?

Rapporto qualità/prezzo:

Il radiatore a olio Zephir si colloca esattamente al centro tra i modelli suggeriti finora, sia per qualità che per caratteristiche e prezzo. Un buon compromesso tra prestazioni e spesa!

Contro
Prestazioni limitate:

Nonostante una potenza impostabile su 1200 o 2000 watt, non riesce a scaldare in maniera efficace ambienti di dimensioni medio grandi. Acquistalo solo se hai esigenze limitate, come il riscaldamento di un piccolo salottino.

Lento:

Il radiatore impiega un po’ più della media a scaldarsi e di conseguenza a scaldare il resto dell’ambiente in cui si trova.

Acquista su Amazon.it (€52,9)

 

 

 

De’Longhi TRRS0920 

 

1.De'Longhi TRRS0920Con la sua potenza massima di 2 kW è in grado di garantire una capacità di riscaldamento notevole e può portare alla giusta temperatura una stanza di medie dimensioni in poco tempo. Sono tre i livelli di potenza che consentono di modulare il dispendio energetico senza rinunciare a un buon tepore in casa: accesa alla massima potenza per arrivare alla temperatura ideale in breve tempo, basta poi tenerla a potenza più bassa per mantenere il gradevole tepore. La presenza del termostato è d’aiuto per mantenere costante la temperatura della stanza, la stufa si attiva da sola quando ne rileva la necessità.  

Nell’ottica del miglioramento delle prestazioni anche la superficie radiante è maggiore, del 35% rispetto ai modelli simili, in questo modo favorendo uno scambio termico più rapido ed efficace. Intelligente anche per quanto riguarda l’attivazione non programmata, e cioè quando all’interno della stanza il freddo va sotto lo zero ed è necessario intervenire automaticamente e non manualmente.

Per darti ulteriori elementi che ti facilitino la comparazione con altri modelli, eccoti l’elenco dei pro e contro più significativi che caratterizzano il radiatore De’Longhi.

Pro
Consumi ottimizzati:

Grande attenzione è riservata al risparmio elettrico per massimizzarne il funzionamento. La funzione Real Energy insieme a una superficie del 35% più estesa rispetto agli altri modelli a nove elementi contribuiscono a rendere subito efficace il radiatore che riscalda in fretta contendo i consumi.

Termostato intelligente:

Il termostato rileva la temperatura della stanza attivandosi da sé quando la temperatura ambiente scende sotto il livello settato. Anche la presenza della funzione antigelo è utile per evitare di soffrire il freddo durante la notte in caso la temperatura dovesse scendere sotto lo zero.

Pratico e maneggevole:

Oltre alla silenziosità della stufa, si apprezza anche la maneggevolezza del manico frontale e delle rotelle. Mentre il sistema per avvolgere il cavo consente di ridurne l’ingombro quando è riposto.

Contro
Al primo uso fa cattivo odore:

La prima volta che si usa è consigliabile tenerlo all’aperto per evitare che l’odore di “fabbrica” appesti la stanza dove si dovrà usare il radiatore a olio.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

Come usare il radiatore a olio

 

Quando il freddo è alle porte, è il momento di attrezzarsi per il meglio ed evitare di buscarsi un malanno o rompersi qualche dente a forza di sbatterli. Le soluzioni sono diverse e tra queste va annoverato il radiatore a olio, un sistema efficace grazie al quale si può rendere più mite il clima di una stanza che, altrimenti, resterebbe gelida.

Come funziona un radiatore a olio

Il funzionamento del radiatore non è nulla di complicato. Al suo interno c’è un olio particolare il quale si riscalda per effetto del calore emanato da una resistenza. Non tragga in inganno la presenza dell’olio: tale sostanza non si esaurisce e non richiede un cambio.

Il radiatore non necessita di un eccessivo impegno in termini di consumi energetici in quanto, una volta raggiunta la temperatura desiderata, la resistenza si spegne. Ci penserà l’olio caldo a continuare nella sua opera di mantenimento della temperatura su livelli gradevoli.

Naturalmente arriverà il momento nel quale l’olio si raffredderà, ma niente panico, la resistenza si attiverà nuovamente per riportare in alto la temperatura della stanza.

 

Nessuna installazione

Si può essere portati a pensare che un radiatore del genere vada installato ma non è affatto così. L’unica operazione che bisogna eseguire è inserire il cavo nella presa elettrica. È un vantaggio non da poco perché, in questo modo, può essere trasportato in ogni angolo della casa. Non c’è installazione ma praticamente neanche manutenzione. È ideale per chi ama le cose semplici e che non richiedano attenzione.

 

Sicuri

I radiatori olio sono dispositivi assolutamente sicuri. Non c’è pericolo che esplodano o scatenino un incendio. La loro superficie, inoltre, resta tendenzialmente fredda, pertanto, se dovesse essere toccato accidentalmente, non si verificherebbero ustioni. Nell’aria non è lasciata alcuna sostanza e non è prodotto il temibile monossido di carbonio, cosa che invece può accadere, per esempio, con la stufa.

Stufa o radiatore

Una cosa dobbiamo dirla, i radiatori non sono in grado di riscaldare quanto una stufa a gas, del resto come le stufe elettriche e altri apparecchi di questo genere. Tuttavia resta il vantaggio della non emissione di sostanze nocive nell’aria e di consumi ottimizzabili. Tenete presente che una stufa a gas va spenta sempre manualmente, non è in grado, ad esempio, di capire a quale temperatura arrivare, fermarsi e poi riaccendersi in caso di necessità.

 

Cosa da non fare

Quante volte abbiamo visto la mamma approfittare dei termosifoni accesi per riscaldare gli abiti ancora umidi. Ebbene, se questa pratica è sconsigliata per i termosifoni, lo è ancora di più per i radiatori a odio. Il motivo è il seguente: si impedisce al calore di propagarsi nell’ambiente e dunque si spreca energia.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è un radiatore a olio?

Il radiatore a olio è un apparecchio per il riscaldamento domestico analogo ai normali radiatori a parete, con la differenza che negli elementi al suo interno, al posto dell’acqua, circola un olio speciale che non si consuma e che incrementa la resa dell’impianto, sia in termini di potere riscaldante sia per quanto riguarda il consumo elettrico e la durata del calore.

Come i radiatori tradizionali, inoltre, anche i modelli a olio sono disponibili in diverse versioni, per il montaggio a parete oppure portatili, in modo da essere facilmente spostati all’occorrenza o trasportati se è il caso.

 

Perché scegliere un radiatore a olio?

La fascia di utenza che vive in affitto in immobili datati, con impianti obsoleti o del tutto fuori servizio e prive di ulteriori alternative in merito, è quella che fa maggiormente uso di stufe e caloriferi e quindi è molto attenta alla successiva gestione dei costi dell’apparecchio.

I radiatori a olio sono tra i preferiti in questa fascia di mercato, proprio perché hanno una maggiore efficienza. L’olio che circola all’interno degli elementi, infatti, ha proprietà termiche speciali, si riscalda più in fretta e mantiene la temperatura più a lungo dell’acqua, il che gli permette di consumare meno elettricità rispetto a un termoconvettore o a un radiatore tradizionale.

 

Quanto consuma un radiatore a olio?

Il “consumo” del radiatore a olio è riferito esclusivamente all’energia elettrica che occorre per riscaldare l’olio; quest’ultimo infatti, come abbiamo accennato anche in precedenza, circola in un sistema chiuso, non deve essere sostituito né è soggetto a consumarsi in alcun modo, a meno che il radiatore non subisca danni materiali che compromettano l’integrità strutturale degli elementi riscaldanti.

Il consumo energetico, quindi, è quello nominale dell’apparecchio scelto, e può variare dai 500 ai 2.500 Watt a seconda del tipo. Alcuni modelli, inoltre, integrano anche la ventola, quindi riescono a incrementare ulteriormente la loro efficienza.

 

Come funziona un radiatore a olio?

Il radiatore a olio è simile al termosifone tradizionale anche per quanto riguarda il principio di funzionamento. Negli elementi riscaldanti, infatti, al posto dell’acqua circola un olio che possiede proprietà termiche speciali; sul fondo degli elementi riscaldanti poi, immersa nell’olio ma non a diretto contatto con lo stesso, è collocata una resistenza elettrica alimentata da un circuito dotato di termostato.

Una volta in funzione, la resistenza rimane accesa fino a quando l’olio non raggiunge la temperatura impostata sul pannello, a quel punto il termostato la spegne e la riaccende soltanto quando la temperatura ambiente comincia nuovamente ad abbassarsi.

 

Il radiatore a olio è pericoloso?

In termini di pericolosità sono da temere di più gli apparecchi di riscaldamento che possiedono resistenze a fili incandescenti a contatto con l’aria, che non i radiatori. Gli elementi radianti sono basati su un sistema chiuso, analogo a quello dei termosifoni, il che li rende estremamente sicuri. L’olio al loro interno, inoltre, non è mai a diretto contatto con la resistenza, e quest’ultima è sempre dotata di una ulteriore schermatura per isolarla del tutto dagli altri elementi che costituiscono il radiatore.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

De’Longhi SERIE TRN TRN0505M

 

 

Il motivo per cui collochiamo questo modello De’Longhi al primo posto e lo consideriamo il miglior radiatore elettrico a olio è che racchiude molte delle caratteristiche più importanti e vincenti che un prodotto come questo dovrebbe possedere. Per esempio, la leggerezza. Chi sceglie un radiatore a olio, probabilmente, sarà molto sensibile a questo aspetto perché può avere l’esigenza di trasportarlo in ambienti diversi e questo De’Longhi, con i suoi cinque chili di peso, risolve il problema alla grande.

Anche le dimensioni di questo modello rappresentano un punto di forza perché stiamo parlando di un prodotto compatto che ingombra poco e, quindi, è adatto a spazi ridotti (stanze già strapiene di oggetti, camper, ecc.).

È un radiatore, inoltre, che riscalda senza problemi piccoli ambienti e lo fa con consumi estremamente ridotti. Difficile pretendere di più da un prodotto del genere; al contrario, lo si può ritenere il miglior radiatore a olio nel 2020.

La nostra guida per scegliere il miglior radiatore a olio ti fornisce un ulteriore strumento di valutazione per ciascun prodotto consigliato. Un utile elenco di pregi e difetti che precede un link che ti suggerisce dove acquistare il modello in questione!

 

Pro

Consumi ridotti: Con consumi di appena 500 watt permette di scaldare una stanza o un camper per tutto il giorno spendendo cifre molto contenute. In un camper, può rimpiazzare del tutto il sistema di riscaldamento.

Pratico: Sarà che ha un peso molto contenuto, sarà che ha dimensioni compatte e un look molto grazioso, ma ti ritroverai a portarlo con te di stanza in stanza e persino in viaggio!

Regolabile: Offre la possibilità di scegliere tra sei diversi livelli di riscaldamento. Quelli più alti servono per ottenere rapidamente una buona fonte di calore, quelli più bassi per mantenere una temperatura adeguata durante la notte.

 

Contro

Serve pazienza: Come in ogni strumento del genere, l’effetto della sua azione si vede solo a distanza di un po’ di tempo. Non va bene, quindi, per riscaldare il bagno trenta secondi prima di fare la doccia!

 

 

 

Domair EU1MN506

 

 

Come scegliere un buon radiatore a olio per bagno? Evidentemente, le caratteristiche forse più importanti che deve possedere sono, anche qui, le dimensioni e il peso perché parliamo di un ambiente, il bagno, che normalmente non è molto spazioso e non lo si può riempire con un oggetto troppo ingombrante. Bene, il modello proposto dalla Domair è un’ottima soluzione da questo punto di vista perché si tratta di un radiatore piccolissimo e molto leggero, progettato specificamente per essere collocato in bagno.

In realtà, può andare benissimo anche in altre situazioni, per esempio, sotto la scrivania o in un camper. Considerando, poi, che si riscalda subito, che scalda tranquillamente un ambiente piccolo e che il prezzo di vendita è molto contenuto, si capisce perché questo modello della Domair sia tra i migliori radiatori a olio venduti online.

Venduto a prezzi bassi, il radiatore a olio appena recensito vanta tanti altri pregi che potrebbero convincerti ad acquistarlo. Eccoli ben organizzati in un elenco, insieme a un difetto riscontrato da alcuni acquirenti.

 

Pro

Versatile: Il piccolo radiatore a olio della Domair è usatissimo per il bagno e il camper, ma grazie ai suoi consumi limitati si presta benissimo anche a un utilizzo in campeggio, dove la fornitura di energia elettrica è limitata.

Dimensioni: Con le sue dimensioni molto ridotte, si può infilare comodamente in bagno, non solo a terra ma anche sopra qualche altro accessorio. Inoltre, entra alla perfezione sotto un tavolo o una scrivania, senza occupare spazio prezioso.

Economico: È il più economico tra quelli che ti proponiamo, ma svolge alla perfezione il suo lavoro se utilizzato in ambienti molto piccoli.

 

Contro

Termostato: Molti utenti si sono ritrovati con l’interruttore invertito, con l’1 quando è spento e lo 0 quando è acceso. Inoltre, la sensibilità del termostato pare non essere eccezionale.

 

 

De’Longhi SERIE KH77 KH770920

 

 

Il modello De’Longhi che trovate qui tra i nostri consigli d’acquisto differisce da quello già visto in precedenza perché, fondamentalmente, si tratta di un radiatore molto più potente ma anche più grosso e più pesante. Quindi è necessario capire quali sono esattamente le vostre esigenze: se prediligete la leggerezza e la comodità perché dovete riscaldare un ambiente piccolo e dovete spostare spesso il radiatore, dalla casa all’ufficio o al camper, per esempio, allora prendetene in considerazione uno più piccolo e maneggevole; se, invece, dovete riscaldare un ambiente più grande, allora valutate con attenzione questo modello perché dà buoni risultati per ambienti fino a 60 m3.

In realtà, rimanendo all’interno dello stesso stabile, grazie alle rotelle e all’avvolgicavo, lo si può manovrare tranquillamente.

Il design elegante e la presenza del termostato che mantiene automaticamente la temperatura prescelta, sono altri due punti di forza di questo radiatore.

Eccoci, di nuovo, a passare in rassegna i punti di forza e i punti di debolezza del prodotto recensito. Non sottovalutare questa sezione, che ti permette di confrontare al meglio le caratteristiche dei diversi radiatori a olio con quelle che sono le tue esigenze.

 

Pro

Efficace: Con una potenza di 2000 watt, impostabile su tre livelli, riesce a scaldare ambienti grandi fino a 60 metri quadri. Grazie al termostato non avrai bisogno di stargli dietro: si accenderà e spegnerà secondo bisogno.

Silenzioso: Uno dei vantaggi di questi dispositivi, di cui forse non abbiamo parlato abbastanza, è quello di essere molto silenziosi. Il modello De’Longhi qui recensito, poi, è davvero impercettibile!

 

Contro

Spostamento: Pur essendo dotato di rotelline, il radiatore è molto scomodo da spostare soprattutto da acceso, quando potrai utilizzare solo una piccola maniglia per non bruciarti. Complicato portarlo sul camper o per il campeggio.

Consumi: Se lasciato alla massima potenza, i risparmi in bolletta rispetto ad altri sistemi di riscaldamento non saranno poi così elevati.

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Radiatore elettrico olio

La migliore stufa portatile

Termosifone elettrico

Radiatore digitale

Termoconvettore

 

 

Caloriferi a olio – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Aggiungere un elemento che aiuti a riscaldare l’ambiente è sempre utile: perché non optare dunque per un calorifero a olio? Questo prodotto può rendere più confortevole stare in una stanza, senza ricorrere ad altri metodi. Elementi importanti sono la presenza di un termostato per la regolazione del calore e la potenza, che ne determina anche i consumi. Verificate che non si tratti di un prodotto troppo pesante e che, in caso vogliate spostarlo, sia dotato di ruote alla base che ne facilitino il trasporto. Non trascurate la presenza di garanzie di sicurezza, come lo spegnimento automatico in caso di caduta. Nella nostra guida troverete tutto il necessario per effettuare la giusta scelta. Se non avete il tempo di leggerla, ecco qui una piccola anticipazione delle nostre preferenze: De’Longhi TRRS0920 è un modello utile a chi cerca un buon rapporto qualità/prezzo. Potrete contare sul termostato e sulle ruote per spostarlo con facilità. Ci ha convinto anche De’Longhi TRRS1120, dal basso costo e dalle facilitazioni che aiutano a gestirlo meglio all’interno dell’appartamento.

 

Come scegliere il miglior calorifero a olio

 

Durante l’inverno più freddo, può non essere sufficiente il calore di un normale termosifone per rendere l’ambiente più accogliente. Per questa ragione è possibile ricorrere a un calorifero a olio, che aumenti la temperatura. Date un’occhiata alla nostra guida, che vi fornisce utili suggerimenti per trovare la migliore marca in circolazione. Nella classifica più in basso, invece, troverete le recensioni dei modelli più validi.

 

 

Guida all’acquisto

 

Funzionamento e consumi

Se l’idea di un calorifero a olio vi fa venire in mente faticose operazioni di rabbocco, siete sulla strada sbagliata. Questi elementi, infatti, contengono sì tale sostanza, ma non brucia né si consuma, semplicemente si riscalda diffondendo il tepore nell’ambiente.

Il vostro unico compito sarà quello di inserire la spina e di avviarlo, nulla di più. A parte questo, il vantaggio sta anche nell’avere una diminuzione dei consumi: una volta che il calorifero ha raggiunto la temperatura desiderata, infatti, si spegnerà autonomamente.

Quando il freddo tornerà a farla da padrone, il dispositivo si azionerà nuovamente, così da non rimanere sempre acceso, portando a un impiego eccessivo di corrente elettrica.

Se amate confrontare i prezzi, perché non volete incorrere in spese eccessive, vi accorgerete che vale la pena investire un po’ più di denaro, pur di avere a disposizione funzioni aggiuntive, che vi aiutino a gestire meglio la casa.

 

Trasportabilità e stile

I modelli presenti sul mercato consentono non solo di avere l’ambiente riscaldato, ma anche di arricchirlo con colori e forme che possono completarne l’arredamento. Se pensate prettamente ad avere un prodotto funzionale in casa, nulla esclude la possibilità di sceglierne uno che vada d’accordo con il resto.

Pur non trattandosi dell’aspetto principale, non guasta selezionare un calorifero dalla forma moderna, dotato di un display che aiuti a regolarne le funzioni e altamente tecnologico, così da semplificarne anche la gestione.

I pulsanti, essenziali in ogni caso, potranno essere sostituiti dalla semplice rotella per la temperatura, da preferire se non si ha grande dimestichezza con oggetti molto moderni. Un aspetto da tenere sempre in considerazione è invece il peso del prodotto, che può dover essere spostato da una stanza all’altra, in caso di necessità.

Prediligete un modello leggero, ma soprattutto dotato di ruote che vi aiutino a spingerlo qualora dovesse essere troppo pesante da essere trascinato a mano.

 

 

 

Garanzie di sicurezza

Se volete scegliere il prodotto dal prezzo più conveniente, non trascurate però di verificare che sia dotato di sistemi di sicurezza. In caso di caduta accidentale o di surriscaldamento, infatti, potrebbero sorgere problemi se non fossero presenti delle protezioni.

Prima di optare, dunque, per il modello più economico, valutate se ci siano in commercio caloriferi dal valido rapporto qualità/prezzo, che non vi faccia scendere a compromessi con l’opportunità di salvaguardare la salute vostra e dei vostri cari.

Molto gioco avrete in base alle dimensioni della stanza da riscaldare: se l’ambiente è piccolo potrete scegliere un modello di dimensioni più contenute, che avrà sicuramente un costo più accessibile a chi non ha un budget molto elevato.

 

I migliori caloriferi a olio del 2020

 

Ecco qui le recensioni dei cinque modelli che abbiamo apprezzato maggiormente tra quelli venduti online. Date uno sguardo alle loro caratteristiche per individuare come scegliere un buon calorifero a olio.

 

Prodotti raccomandati

 

De’Longhi TRRS0920

 

 

Principale Vantaggio:

Il buon prezzo di vendita risulta uno degli aspetti di maggior interesse del prodotto De’Longhi. Si mette in funzione in pochi minuti e genera un’adeguata fonte di calore, mantenendo il costo ridotto.

 

Principale Svantaggio:

Alcune persone non hanno gradito l’odore emesso dal dispositivo una volta accesso, dimostrando un certo disappunto per la cosa.

 

Verdetto:9.6/10

Leggero da trasportare e con un design rivisitato della batteria, così da avere un sistema radiante maggiore, il radiatore a olio è una soluzione che consente di risparmiare, così da gestire al meglio i consumi in casa avendo comunque un oggetto comodo per il riscaldamento.

 

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Design

Un punto a favore lo ottengono la linea e la struttura date al prodotto. Il radiatore infatti si sposta senza difficoltà, grazie alle rotelle posizionate nella parte inferiore che permettono di orientare il mezzo, con un cavo della lunghezza adatta a non essere troppo d’impiccio in caso di spostamenti frequenti o passaggi da un ambiente all’altro di casa.

La superficie radiante occupa e costituisce gran parte della massa del prodotto. In termini pratici questo significa avere maggiore calore, sempre in ambito controllato e rispettando tutte le norme di sicurezza. Su uno dei due lati lunghi è collocato un termostato laterale, in modo da avere accesso a tutte le temperature e al sistema di accensione e spegnimento.

 

Praticità

Grazie a una potenza che parte da un minimo di 900 watt per poi arrivare fino a un massimo di 2.000 watt, l’oggetto si segnala per un avvolgicavo comodo e funzionale, pensato per mantenere ridotto l’ingombro complessivo del radiatore in giro per casa. La manopola si sposta senza problemi e il supporto riesce a raggiungere la temperatura selezionata senza far trascorrere troppo tempo.

Il termostato è regolato a dovere e non presenta sorprese per chi è solito tenere acceso a lungo il supporto. Il design e la forma allungata poi creano una struttura in cui l’altezza della zona riscaldante nasce per offrire il massimo in quanto a potere riscaldante in ambienti medio piccoli per un aumento considerevole delle temperature.

 

Convenienza

A parte alcuni aspetti legati alla presenza di olio che si riscalda e che nei primi tempi può provocare odori poco piacevoli, per il resto l’oggetto si comporta bene, riscaldando una zona secondo tempistiche più che accettabili e con un sistema che guarda da un lato al risparmio e dall’altro alla soddisfazione dell’utente.

A tal proposito De’Longhi ha realizzato un oggetto compatto, che si collega con un cavo resistente alla presa di corrente e consente di avere a disposizione una serie di regolazioni variabili all’occorrenza. Di fronte a queste funzionalità il costo ci sembra rientrare nei parametri della convenienza, meritando un posto tra i consigli d’acquisto della nostra redazione.

 

 

 

 

De’Longhi TRRS1120

 

 

Se state pensando di spendere un po’ di meno ma volete mantenervi sulla stessa marca, optare per quest’altro calorifero elettrico a olio di De’Longhi può essere una valida soluzione. Il suo prezzo è infatti più basso in comparazione a prodotti simili, per cui più accessibile alle tasche dei risparmiatori.

Si tratta di un modello di colore grigio, dotato delle ruote alla base, che ne consentono un più facile spostamento da una stanza all’altra. Sul lato troviamo sempre i pulsanti per impostarne il funzionamento e il termostato, che è utile a regolare la temperatura in base alle esigenze.

Il wattaggio è da 1.100 watt, la potenza massima di 2.000 watt: questo elemento, che contribuisce a riscaldare prima l’ambiente, purtroppo comporta consumi eccessivi in bolletta, per cui molti utenti consigliano di farne un uso moderato.

Le sue dimensioni sono tali da occupare uno spazio importante, per cui considerate quello che avete a disposizione.

A differenza del precedente, questo modello di De’Longhi è più economico e, per questa ragione, preferito dai risparmiatori. Abbiamo analizzato i pro e i contro che lo accompagnano: analizzateli con noi qui in basso.

Pro
Pulsanti:

Sul fianco sono collocati i pulsanti che permettono di impostare la potenza e il termostato, indispensabile per regolare la temperatura, in base alle esigenze.

Ruote:

Quelle presenti alla base sono girevoli a 360 gradi e aiutano a spostare il prodotto senza doverlo sollevare, quando si intende soggiornare in un’altra stanza.

Rapporto qualità/prezzo:

Il costo del calorifero è più basso rispetto a modelli simili a parità di prestazioni, per cui molti utenti che intendono risparmiare, lo preferiscono tra quelli in vendita sul web.

Contro
Consumi:

La potenza di 2000 watt, quando utilizzata al massimo, comporta consumi abbastanza importanti, che incidono sulla bolletta. Per questa ragione, è preferibile usarlo moderatamente se non si vogliono avere brutte sorprese.

Dimensioni:

Si tratta di un modello abbastanza grande, per cui accertatevi di avere il giusto spazio a disposizione per ospitarlo.

 

 

 

 

Aigostar Oilwin 33IEI

 

 

Una delle offerte che ci hanno maggiormente convinto è quella di Aigostar, che propone il miglior calorifero a olio per chi ha intenzione di risparmiare. Il suo costo è infatti davvero contenuto, a fronte della scelta di 9 o 11 elementi che potranno aiutarvi a riscaldare al meglio l’ambiente.

Sul lato troviamo due manopole, una per impostare la potenza (800, 1.200 e 2.000 watt) e una che funge da termostato. In base alla temperatura impostata, il calorifero si accende e si spegne, in modo da contenere i consumi e da mantenere la stanza confortevole.

Valida la presenza del sistema di sicurezza, che blocca il funzionamento quando il prodotto è inclinato a 45 gradi, quindi quando cade. Le ruote alla base si muovono a 360 gradi, rendendo così più semplice trasportare il calorifero da un ambiente a un altro.

Ciò che non soddisfa una certa fascia di utenti è il tempo impiegato dal prodotto a far raggiungere la temperatura desiderata alla stanza, per cui non è considerato molto efficiente.

Un altro calorifero che ha conquistato gli utenti è quello di Aigostar: se non sapete dove acquistare questo modello, cliccate sul link in fondo che ve lo propone a prezzi bassi. Intanto riepiloghiamo ciò che ci ha convinto di più e ciò che lo ha fatto di meno, quando lo abbiamo analizzato.

Pro
Prezzo:

il costo di questo prodotto è molto contenuto, soprattutto in rapporto alla possibilità di scegliere gli elementi che lo compongono: nove o undici.

Manopole:

Ce ne sono ben due sul lato, una per impostare la potenza, tra 800, 1.200 e 2.000 watt, e una che funge da termostato.

Consumi:

Grazie a una speciale funzione, il prodotto si spegne al raggiungimento del giusto grado di calore e si accende quando la temperatura si abbassa, così da non comportare grosse spese in fatto di elettricità.

Sicurezza:

Se il calorifero cade, quindi se supera i 45 gradi di inclinazione, il sistema si blocca automaticamente. Non correrete perciò alcun rischio in caso di incidente.

Ruote:

Si muovono a 360 gradi, così da rendere più semplice spostare il prodotto da una stanza all’altra.

Contro
Velocità:

Secondo alcuni utenti il prodotto è troppo lento nel raggiungere la giusta temperatura, motivo per il quale non è considerato efficiente come altri modelli.

 

 

 

 

AEG RA 5522

 

 

Tra i nostri consigli d’acquisto non può mancare il calorifero a olio di Aeg, caratterizzato dalla presenza di ben undici elementi, che sono in grado di riscaldare una stanza di medie dimensioni.

Può contare su due potenze regolabili, da 1.000 e da 2.200 watt, e sul termostato che gli consente di spegnersi ed accendersi a seconda del raggiungimento del clima desiderato. Così è possibile non solo contenere i consumi, ma avere una garanzia di sicurezza in caso lo si dimentichi acceso.

Le ruote alla base ne consentono un rapido spostamento e il cavo, avvolgibile, non costituisce un ingombro quando il prodotto non è in uso. Sono i materiali l’unico elemento non gradito dai consumatori, in quanto molto plasticosi e poco resistenti agli urti, tanto che il prodotto arriva spesso a casa con delle ammaccature.

In relazione a ciò, il prezzo appare anche abbastanza alto e solo in parte giustificato.

La qualità delle prestazioni di questo modello di Aeg ha conquistato i pareri favorevoli di una buona fetta di consumatori. Se volete conoscere meglio i vantaggi e gli svantaggi che ne comporta l’acquisto, leggete qui la nostra opinione.

Pro
Regolabile:

Questo calorifero ha una potenza che varia dai 1.000 ai 2.200 watt e che può essere regolata in base alle esigenze di riscaldamento dell’ambiente nel quale soggiornare.

Auto spegnimento:

Quando si è raggiunta la temperatura impostata, il prodotto si blocca in modo da aiutarvi a contenere i consumi. In questo modo viene anche garantita la sicurezza di chi lo dimentica acceso.

Ruote:

Poste alla base, ne rendono più agevole lo spostamento anche a chi non ha molta forza nelle braccia.

Contro
Materiali:

Sono il punto debole del prodotto, in quanto ritenuti troppo plasticosi e poco resistenti agli urti, tanto che molti sostengono di aver ricevuto l’articolo pieno di ammaccature. In relazione a questo aspetto, il prezzo appare troppo alto.

 

 

 

 

De’Longhi TRRS0715

 

 

Il modello proposto da De’Longhi si fa apprezzare per la sua compattezza e per la capacità di raggiungere la temperatura desiderata davvero nel giro di pochi minuti dopo averlo collegato alla corrente. Le sue dimensioni contenute consentono, anche grazie alla presenza delle ruote, di spostarlo dove serve, tenendo però conto che non si tratta di un calorifero a olio indicato per ambienti troppo grandi.

Diciamo che è perfetto per stanze inferiori ai 20 metri quadrati, dunque se la vostra esigenza è scaldare una camera più grande, meglio optare per un modello con più elementi.

Grazie al termostato ambientale di cui è dotato, è in grado, una volta raggiunta la temperatura richiesta, di mantenerla in automatico, riducendo al minimo la potenza e dunque anche i consumi, il che non guasta nell’ottica di non incidere eccessivamente sulla spesa in bolletta. In base alle esigenze è possibile scegliere tra tre livelli di potenza: da un minimo di 700 a un massimo di 1.500W.

Oltre alle ruote, la presenza di una maniglia agevola il trasporto. Tenete presente che le prime accensioni potrebbero essere accompagnate da un odore non sempre gradevole che, secondo alcuni utenti, non scompare nemmeno dopo mesi di utilizzo.  

Riepiloghiamo di nuovo le caratteristiche valide e quelle meno di questo calorifero di De’Longhi.

Pro
Dimensioni:

Questo modello ha dimensioni molto compatte, per cui è ideale anche in ambienti non molto grandi.

Veloce:

Sono molti gli utenti soddisfatti dalla velocità con la quale questo prodotto raggiunge la temperatura impostata.

Consumi:

Vengono contenuti grazie all’auto spegnimento, che si attiva ogni volta che si raggiunge la temperatura impostata.

Maniglia:

Insieme alle ruote rende più facile il trasporto da una stanza all’altra, in quanto basta impugnarla e trascinarlo.

Contro
Odore:

Secondo alcuni utenti produce un odore molto fastidioso che non va via neppure dopo un certo numero di utilizzi.

 

 

 

 

De’Longhi TRRS0920

 

 

Rivolgersi a un marchio conosciuto può essere a volte la giusta soluzione, quando non si sa quale calorifero a olio comprare. De’Longhi risolve il problema di molti utenti con il suo articolo, che risulta uno dei più venduti per il valido rapporto qualità/prezzo.

Si tratta di un modello elettrico, che ha una spina da inserire nella presa di corrente. I pulsanti al lato permettono di attivare la potenza minima o massima, a seconda delle esigenze del momento. Il termostato, inoltre, consente di regolare la temperatura desiderata.

Su di un fianco è presente una rientranza che funge da maniglia e rende più semplice il trasporto dell’elemento. Sulla base, le ruote già montate aiutano a trascinare il calorifero da una stanza a un’altra.

La potenza di 900 watt consente di contenere i consumi in base alle esigenze, anche se alcuni utenti lamentano l’assenza di indicazioni riguardanti la classe energetica di appartenenza. C’è chi inoltre non gradisce il cattivo odore emanato quando lo si accende.

Nella nostra guida per scegliere il miglior calorifero a olio abbiamo preferito articoli con un buon rapporto qualità/prezzo, come quello di De’Longhi, tra i più venduti del web. Se volete conoscere più approfonditamente le sue caratteristiche, dato uno sguardo ai suoi pregi e difetti insieme a noi.

Pro
Regolabile:

Questo modello di De’Longhi ha il vantaggio di essere dotato di alcuni pulsanti laterali, che permettono di impostare la potenza, tra minima e massima, per fargli emettere il giusto grado di calore. Grazie al termostato, inoltre, è possibile regolare la temperatura da far raggiungere all’ambiente.

Maniglia:

Posta su di un lato, la rientranza apposita funge da maniglia, che consente di spostare celermente il prodotto da una stanza all’altra.

Ruote:

Ce ne sono quattro girevoli alla base, che non costringono a sollevare il calorifero, ma consentono di spingerlo per non affaticarsi, quando lo si vuole mettere in un altro ambiente.

Rapporto qualità/prezzo:

Il costo dell’articolo piace a molti utenti proprio perché si tratta di un modello valido e in grado di soddisfare le esigenze dei consumatori.

Contro
Classe energetica:

La mancanza di indicazioni sulla classe energetica di appartenenza non piace agli utenti che sono attenti a questi particolari e che non sanno, in questo modo, quanto i suoi 900 watt andranno a incidere sui consumi.

Odore:

Parecchi acquirenti lamentano l’emissione di un cattivo odore in seguito alla prima accensione.

 

 

 

Come utilizzare un calorifero a olio

 

Malgrado la vasta gamma di apparecchi per il riscaldamento domestico proposti dal mercato, i caloriferi a olio sono ancora oggi ampiamente utilizzati e rappresentano uno dei migliori sistemi per riscaldare gli ambienti della casa, soprattutto nel caso in cui non si disponga di un riscaldamento centralizzato.  

A seconda delle dimensioni e del numero di elementi radianti, possono essere collocati in qualsiasi stanza dell’abitazione, specie in quelle che tendono a rimanere più umide e fredde perché non adeguatamente servite dall’impianto principale, ponendosi quindi come soluzione di grande funzionalità e risparmio energetico.

 

 

Efficienza e consumi

Prima di scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze, bisogna valutare con attenzione la potenza del calorifero, da cui dipenderanno anche la velocità di riscaldamento e la temperatura. Tale valore, solitamente, viene espresso in Watt (W) o in Kilowatt (kW), in riferimento ai metri quadrati dell’area da riscaldare.

I modelli più performanti, in genere, hanno una potenza massima tra i 2.000 e i 2.500 watt, con la possibilità di poterla regolare su due o più livelli prestabiliti. In questo modo sarà possibile modulare la temperatura in base alle dimensioni della stanza, riducendo di conseguenza anche i consumi energetici.

Qualora l’intenzione sia quella di utilizzare l’apparecchio per riscaldare una piccola area in cui si trascorre generalmente poco tempo (ad esempio in bagno), è possibile preferire anche apparecchi da 500 watt con un unico range di potenza, dal costo e dai consumi più contenuti.

Tuttavia, è bene precisare che i termosifoni elettrici ad olio hanno una resa calorica limitata, riuscendo a riscaldare efficacemente stanze non più grandi di 25/30 mq. Pertanto, sono consigliati per lo più come integrazione ai sistemi di riscaldamento principali e non come alternativa a questi.

 

Funzioni e accessori

Uno dei vantaggi principali di questi dispositivi è che non richiedono né spese di installazione né alcun tipo di manutenzione particolare e possono essere collocati praticamente ovunque.

Molti modelli, infatti, sono muniti di ruote e di maniglia per il trasporto, in modo da poterli spostare da una stanza all’altra in modo pratico e senza fatica.

Altro elemento molto importante è il termostato che consente di sfruttare solo la potenza necessaria per riscaldare adeguatamente una determinata area, spesso abbinati anche a un timer per poter impostare l’accensione in determinate ore del giorno.

In un’ottica di riduzione dei consumi energetici, molto utile la funzione di regolazione automatica, grazie al quale il dispositivo si spegne automaticamente una volta raggiunta la temperatura ideale, così da ottimizzare ulteriormente il risparmio in bolletta.

Ovviamente, esistono tanti altri optional che possono fare la differenza, come un sistema di ventilazione integrato, la funzione antigelo e un avvolgicavo manuale o automatico, la cui presenza potrà essere valutata in base alle necessità e alle proprie possibilità di spesa.

 

 

Sicurezza e design

Visto che il calorifero verrà utilizzato nelle varie stanze della casa, perché non scegliere un modello che abbia anche un aspetto gradevole? In commercio, fortunatamente, sono disponibili apparecchi con forme e colori diversi, in grado di arricchire gli ambienti e di armonizzarsi perfettamente con l’arredamento circostante.

È molto importante che il modello scelto disponga anche di un adeguato sistema di sicurezza, che provveda allo spegnimento dell’apparato in caso di surriscaldamento, caduta o ribaltamento. Se, poi, in casa ci sono dei bambini è meglio preferire articoli equipaggiati di sistemi che consentano anche la disattivazione dei pulsanti di comando, in modo da evitare eventuali accensioni accidentali.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Aigostar Black Forest 33JIF

 

 

La nostra classifica dei migliori caloriferi a olio del 2020 si conclude con quello di Aigostar, che include 13 elementi, per garantire un riscaldamento più veloce. Comprende tre diverse regolazioni per il calore, che variano tra i 1.000, 1.500 e 2.500 watt.

La presenza del termostato garantisce di poter mantenere a lungo la temperatura gradita, in quanto permette al prodotto di accendersi qualora si scenda sotto i gradi prestabiliti. Il punto di forza è costituito dalle garanzie di sicurezza, date innanzitutto dalla luce che ne segnala il funzionamento.

La protezione dal sovraccarico assicura di non correre rischi in caso di guasti, come anche la protezione antigelo. I certificati acclusi, come il GS, il RoHS e il LFGB sono testimoni della sua qualità.

In rapporto a questi fattori e alla garanzia di due anni, il prezzo risulta conveniente, anche per la bella linea del prodotto, di un colore nero scintillante. Purtroppo non per tutti si rivela un buon elemento riscaldante, in quanto è da prediligere per ambienti con dimensioni molto contenute.

 

 

Daewoo Bianco 1000 W riscaldamento elettrico radiatore

 

 

In grado di generare una potenza di ben 1.000 W, nonostante le dimensioni estremamente contenute, il radiatore elettrico ad olio Daewoo si rende utile in ambienti non molto grandi dove è necessario un buon riscaldamento o per aumentare quello offerto dal sistema che si trova nell’appartamento.

Una delle sue migliori caratteristiche è la mancanza di rumore quando è attivo, caratteristiche che gli consente di essere posizionato anche nella stanza da letto senza avere il benché minimo disturbo. Non manca anche un pratico termostato per impostare la temperatura ideale alle proprie esigenze.

La sicurezza è garantita dalla presenza di un sistema di protezione da un eventuale surriscaldamento e da un sistema antiribaltamento. Il cavo elettrico può essere comodamente riavvolto in un socket esterno per poi essere srotolato quando è il momento di mettere in funzione il radiatore elettrico ad olio.

 

 

 

 

Olimpia Splendid 99617 Caldorad 9 TT Radiatore

 

 

Il radiatore elettrico Olimpia Splendid raggiunge una potenza massima di ben 2.000 W, caratteristica che gli consente di riscaldare un ambiente anche abbastanza ampio, con un volume massimo di 75 mq. Il calore viene disperso nell’ambiente in maniera uniforme grazie alla presenza di aperture anche sui lati del dispositivo.

Molto apprezzato il timer che consente di programmare un orario di accensione e uno di spegnimento nell’arco delle 24 ore. Tutti i comandi sono meccanici e quindi non ci sono altre parti alimentate a corrente elettrica, cosa che rende molto sicuro questo radiatore elettrico ad olio.

La funzione ECO, integrata in questo radiatore, si occupa di auto modulare la potenza emessa in base alla temperatura rilevata dal termostato. Questo consente in pratica di ridurre al minimo i consumi di energia elettrica per non avere spiacevoli sorprese quando arriva la bolletta della rete elettrica.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
2 Comments
Il più vecchio
Il più nuovo Il più votato
Inline Feedbacks
View all comments
ANTONIO AIELLO
ANTONIO AIELLO
November 14, 2020 9:33 am

Grazie per la chiarezza dell’articolo!
Mi rimane un dubbio : per una stanza di 35m2 su cosa dovrei orientarmi?
Grazie

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
November 16, 2020 11:11 am
Reply to  ANTONIO AIELLO

Salve Antonio, per una stanza di quelle dimensioni il radiatore a olio non va bene; anche il modello più potente, infatti, è efficiente solo per ambienti con superfici fino a 15-20 metri quadrati al massimo. Per riscaldare adeguatamente una stanza di 35 metri quadrati con un radiatore elettrico, senza dover finire in mutande quando arriva la bolletta (se ci passi l’espressione un po’ rude), ti suggeriamo di acquistare un radiatore norvegese. Si tratta di uno speciale tipo di termoconvettore ad alimentazione elettrica e a basso consumo, che hanno inventato appunto in Norvegia; se con un radiatore a olio da 2.000… Read more »

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status