Se vuoi la migliore esperienza di navigazione, apri la pagina nell'app.

Il miglior radiatore digitale

Ultimo aggiornamento: 20.09.18

 

Radiatori digitali – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

In questa pagina passiamo in rassegna le caratteristiche principali di un radiatore digitale, quello col display che permette una facile regolazione delle funzioni, magari anche a distanza se include il telecomando. Più in basso abbiamo preparato invece alcune recensioni sui modelli che hanno suscitato il maggior gradimento nei consumatori; vi invitiamo a dargli un’occhiata ma, se non avete tempo per leggere tutto, ecco una breve descrizione solo dei primi due classificati: uno è Taurus Cairo slim 650, un radiatore con inerzia secca, cioè funziona senza liquido all’interno. Ha 650 watt di potenza, può essere regolato manualmente o automaticamente anche per tutta la settimana. Viene fornito col pratico telecomando e può essere installato a pavimento o a parete. L’altro è Klarstein Datscha Digital che spicca per la forma circolare che consente di diffondere il calore più uniformemente nell’ambiente, a 360°, non solo da due lati. Ha 2.200 watt di potenza e il timer per accenderlo e spegnerlo all’orario desiderato.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior radiatore digitale

 

Prima di scegliere il giusto calorifero per la vostra abitazione date un’occhiata alla nostra guida all’acquisto e alla classifica con la recensione di alcuni tra i modelli più apprezzati sul mercato. Confrontate i prezzi e le prestazioni e in pochi minuti potreste individuare l’apparecchio che state cercando senza ulteriori ricerche!

 

 

Guida all’acquisto

 

Con o senza olio

I radiatori digitali sono particolarmente comodi da regolare e programmare e anche più precisi di quelli analogici. I modelli della migliore marca spiccano per la presenza del telecomando integrato che permette di accenderli/spegnerli e di modificare la temperatura senza alzarsi dalla poltrona.

In ogni caso, il radiatore digitale può essere di due tipi, a olio o senza olio: i primi sono probabilmente quelli più diffusi perché hanno un prezzo inferiore e una buona capacità riscaldante. Ma come funzionano?

Bisogna collegarli alla presa di corrente in modo che l’elettricità riscaldi il liquido presente all’interno che può essere acqua ma, generalmente, è un olio speciale che non brucia ma si riscalda solamente. La manutenzione è praticamente nulla perché l’olio dovrebbe essere già presente all’interno degli elementi e non va mai sostituito, a meno che non si verifichino fuoriuscite.

Chi invece non vuole utilizzare un sistema del genere deve puntare sui modelli cosiddetti a inerzia secca, dove cioè il calore viene immagazzinato in un solido e non in un liquido e in cui spesso viene poi diffuso mediante una ventola.

In entrambi i casi, si tratta di apparecchi pensati per essere affiancati ai termosifoni tradizionali più che per sostituirli perché la potenza scaldante non sarà mai la stessa, per non parlare dei consumi. Sono invece ottimi da usare per riscaldare un solo ambiente senza dover accendere anche i termosifoni di tutte le altre stanze; da integrare al riscaldamento condominiale quando è troppo basso; da usare in ambienti come cantine, garage, soffitte o dove si rimane per poco tempo e non c’è il calorifero.

 

Funzioni

Consigliamo di verificare la presenza di almeno tre funzioni in un calorifero digitale: la prima è il timer. Tutti i migliori caloriferi dovrebbero presentare questa funzionalità ma attenzione, molti hanno solo lo spegnimento programmato, pochi hanno anche l’accensione, eppure si tratta di un accorgimento molto utile per chi si sveglia al mattino o torna a casa e vuole trovare l’ambiente già piacevolmente riscaldato.

La seconda è la possibilità di programmare l’apparecchio impostando una determinata temperatura a certe ore del giorno e magari anche per tutti i giorni della settimana.

La terza è la funzione antigelo che consente di non scendere mai al di sotto di una certa temperatura, per esempio 5°C, evitando che nella stanza si formi del ghiaccio. Si tratta di una funzione utile nelle abitazioni in cui si va saltuariamente, come può essere una baita in montagna.

 

 

Consumi e termostato

Comodi, compatti, facili da spostare, i radiatori elettrici però consumano. Considerando un normale contatore domestico da 3 kW, potrebbe non essere possibile usare contemporaneamente un altro elettrodomestico come il forno o perfino un phon.

Ecco perché i modelli migliori permettono sempre di regolare la potenza e dovrebbero essere dotati di termostato, cioè di quel dispositivo che, una volta raggiunta la temperatura desiderata, disattiva il radiatore e lo fa ripartire solo quando si abbassa, consentendo quindi un notevole risparmio perché l’elettrodomestico non rimane acceso tutto il tempo.

 

I migliori radiatori digitali del 2018

 

Non sapete come scegliere un buon radiatore digitale? Allora date un’occhiata ai nostri consigli d’acquisto: si tratta dei modelli più apprezzati dagli utenti e che ci hanno colpito maggiormente per rapporto tra prestazioni offerte e prezzo.

 

Prodotti raccomandati

 

Taurus Cairo Slim 650

Principale vantaggio:

Il pregio principale del radiatore digitale Cairo Slim 650, è la sua versatilità d’uso; grazie alla presenza del timer e della scheda elettronica integrata, è possibile programmare il funzionamento automatico in determinate ore della giornata, in un arco di tempo fino a una settimana.

 

Principale svantaggio:

È efficiente e scalda bene, ma soltanto in piccoli ambienti; se avete l’esigenza di scaldare una stanza di dimensioni medie o grandi, uno solo di questi radiatori, allora, non è sufficiente a raggiungere lo scopo.

 

Verdetto 9.8/10

Compatto e dai bassi consumi; con dei requisiti come questi non stupisce affatto che sia uno dei radiatori digitali più venduti, anche se costa un po’ di più rispetto alla media.

Acquista su Amazon.it (€134,29)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Scalda bene e consuma poco

Il radiatore digitale Cairo Slim 650, prodotto dal gruppo spagnolo Taurus, è un modello elettrico a secco, che non utilizza né acqua né olio; è completamente autonomo e non ha bisogno di essere installato sull’impianto domestico, per alimentarlo basta collegarlo alla corrente tramite l’apposito cavo integrato.

Il vantaggio principale dell’uso della tecnologia a secco, è quello di eliminare del tutto i problemi connessi alla corrosione, alle perdite e ai rumori di circolazione e svuotamento; l’aumento della temperatura, inoltre, avviene molto più rapidamente, tre volte più efficiente rispetto ai radiatori a fluido.

Di conseguenza anche il suo consumo di energia elettrica è inferiore, dato che riesce a controllare l’inerzia termica in maniera più efficace, oppure, per dirla con le parole degli acquirenti soddisfatti: il Cairo Slim 650 scalda bene e consuma poco.

Programmabile fino a una settimana

Il Cairo Slim 650 ha un design compatto e occupa un ingombro veramente minimo, infatti misura soltanto 57,6 x 11,6 x 61,8 centimetri; è composto da quattro elementi e assorbe una potenza massima di 650 Watt.

È un radiatore elettrico indipendente che può essere collocato ovunque in casa, grazie ai pratici piedi di supporto, oppure montato a parete nel caso abbiate uno spazio adatto; è dotato di un termostato elettronico digitale, che permette di regolare la temperatura, ed è programmabile per entrare in funzione e spegnersi automaticamente, nelle ore desiderate, in arco di tempo massimo di una settimana.

Se vivete da soli, quindi, e siete costretti a stare fuori tutto il giorno per lavoro, il Cairo Slim 650 vi darà l’opportunità di rientrare a casa la sera e trovarla già calda e accogliente.

 

Efficiente nei piccoli ambienti

Il suo uso è estremamente semplice, tutte le funzioni si possono controllare tramite un apposito pannello, dove trovano posto i pulsanti e un display LCD che visualizza le informazioni sulla programmazione e sulla temperatura; per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, il Cairo Slim 650 integra dei sensori di controllo della temperatura ambiente, in questo modo entra in funzione solo quando la temperatura scende al di sotto dei parametri, e rimane acceso soltanto per il tempo necessario a riportarla ai valori impostati.

Dispone, inoltre, delle funzionalità comfort, ecologica e antigelo, molto utile se abitate in luoghi dove la temperatura è solita raggiungere valori al di sotto dello 0°, soprattutto nel periodo invernale; l’unica pecca, secondo alcuni, è la sua resa termica, dal momento che il Cairo Slim 650 è progettato esclusivamente per essere efficiente nei piccoli ambienti, in non più di 12 metri quadrati di superficie.

 

Acquista su Amazon.it (€134,29)

 

 

 

Klarstein Datscha Digital

 

La particolarità del radiatore digitale Klarstein, tra i più venduti sul mercato, è la sua forma circolare che non è un vezzo estetico ma un accorgimento funzionale: in questo modo, il pannello radiante realizzato in mica diffonde il calore a 360°, in tutte le direzioni, riuscendo quindi a riscaldare più uniformemente l’ambiente.

Si tratta di un modello potente che arriva a 2.200 watt di potenza massima assorbita ma, naturalmente, è possibile regolarla e impostare quella desiderata che, quando viene raggiunta, lo fa disattivare.

Punto di forza di questo radiatore è il timer che permette di stabilire l’orario di accensione e anche di spegnimento per trovare l’ambiente già caldo al proprio arrivo.

Leggerissimo, è dotato di maniglia per poterlo trasportare con comodità. È disponibile anche la versione analogica con le manopole al posto del display digitale: le funzioni sono le stesse ma si risparmia un po’.

Acquista su Amazon.it (€119,99)

 

 

 

DeLonghi TRRS0920E Radia-S Digit

 

Tra i migliori radiatori digitali del 2018 troviamo questo De’Longhi, recentemente ottimizzato e adesso più efficiente perché la sua superficie radiante è stata ampliata, migliorando quindi lo scambio termico, la distribuzione e l’uniformità del calore prodotto.

È un elettrodomestico potente perché arriva a 2.000 watt regolabili su tre livelli. Gli elementi scaldanti sono nove e l’apparecchio, scheda tecnica alla mano, è adatto a scaldare un ambiente di 60 m³, cioè circa 20 m² ipotizzando l’altezza del soffitto di 2,7 metri.

C’è la funzione Eco e il timer che però permette di impostare solo l’ora dello spegnimento, non anche quella di accensione.

Il radiatore De’Longhi pesa più di 12 kg, non è comodo da sollevare; per spostarlo da un punto all’altro della stanza bisogna spingerlo sfruttando le rotelle. Non si può installare alla parete.

Acquista su Amazon.it (€135,99)

 

 

 

Olimpia Splendid 99622 Caldorad

 

Olimpia Splendid è un marchio italiano molto noto, il suo radiatore digitale a olio è tra i più venduti online per l’ottimo rapporto qualità/prezzo e perché è disponibile in due versioni, da sette e nove elementi scaldanti. Facendo una comparazione, il primo costa meno ed è meno potente perché arriva a 1.500 watt, mentre il secondo arriva a 2.000 watt. In quest’ultimo caso, si riesce a scaldare un ambiente di 50 m³, cioè inferiore a 20 m².

Il prezzo in entrambi i casi è molto interessante: non mancano le normali funzioni presenti nei modelli più blasonati, come il termostato, la possibilità di regolare la potenza, le rotelle, la maniglia per il trasporto, l’avvolgicavo. Per quanto riguarda il timer, c’è solo lo spegnimento programmato. Non c’è invece il telecomando.

Tra le qualità maggiormente apprezzate dagli utenti c’è la velocità con cui gli elementi si riscaldano, la facilità di trasporto e l’assenza dell’odore caratteristico che accompagna certi radiatori a olio.

Acquista su Amazon.it (€78,98)

 

 

 

Qlima EOR 1515

 

Quale radiatore digitale comprare che sia davvero economico? Se cercate il massimo risparmio date un’occhiata a questo modello che ha nel prezzo conveniente uno dei suoi punti di forza.

Si tratta di un radiatore a olio con sette elementi e tre livelli di potenza regolabili, da 600 fino a 1.500 watt. Riscalda fino a 60 m³, cioè un po’ più di 20 m². La presenza del termostato permette di risparmiare perché l’apparecchio non rimarrà sempre acceso ma si attiverà solo quando la temperatura dell’ambiente è inferiore a quella impostata. Il timer c’è ma consente solo di impostare lo spegnimento, non anche l’accensione.

Modello abbastanza leggero, si sposta mediante rotelle, ha inoltre la necessaria protezione da surriscaldamento e il sensore antiribaltamento che spengono il radiatore in caso di problemi.

Acquista su Amazon.it (€46,52)

 

 

 

Taurus Cairo slim 650

 

Chi cerca il miglior radiatore digitale senza liquidi per la propria abitazione o studio dovrebbe dare un’occhiata a questo modello, giudicato molto positivamente dai consumatori.

La potenza è di 650 watt e può essere regolata anche mediante il pratico telecomando in dotazione. Dal display retroilluminato blu si possono modificare le varie funzioni oppure si può scegliere di attivare la modalità automatica e programmare l’apparecchio giornalmente o settimanalmente in base all’orario. Raggiunta la temperatura impostata, il termostato incorporato disattiva automaticamente il radiatore.

Come altri modelli simili, non è adatto per asciugare indumenti. Per funzionare correttamente, il radiatore deve essere tenuto a una distanza di almeno 15 cm dal muro e di 20 cm dal pavimento. Bisogna montare i piedini inclusi nella confezione o, in alternativa, fissarlo alla parete con dei tasselli.

Per quanto riguarda la pulizia, elettrodomestici come questo hanno bisogno solo di un panno umido e poi di essere asciugati.

Acquista su Amazon.it (€134,29)

 

 

 

Come utilizzare un radiatore digitale

 

Ci sono diversi modi per contrastare il freddo quando arriva l’inverno e riscaldare la casa. C’è chi ha i termosifoni, chi fa affidamento su una stufa e chi preferisce soluzioni come quella rappresentata dal radiatore digitale. Si tratta di un’opzione che non richiede grossi investimenti, anche se la somma da spendere, in genere, è superiore a quella necessaria per una comune stufa.

 

 

Differenza tra radiatori con olio e senza

Quando parliamo di radiatori digitali dobbiamo fare una distinzione tra quelli con olio e quelli senza. Un radiatore a olio ha al suo interno una sostanza oleosa che si riscalda grazie al calore emanato da una resistenza. La suddetta sostanza non si esaurisce e non è necessario sostituirla, neanche dopo anni.

Quando l’olio contenuto nel radiatore arriva alla temperatura impostata, la resistenza si spegne così da risparmiare energia elettrica. Come detto poche righe più su, un radiatore può essere anche senz’olio. In questo caso il calore è immagazzinato da un corpo solido poi una ventola agisce in modo tale da distribuire il calore.

 

Non c’è niente da installare

A differenza di un termosifone, il radiatore digitale non richiede nessun tipo di installazione. È sufficiente inserire il cavo nella presa della corrente elettrica. I vantaggi sono evidenti perché il radiatore può essere sistemato in qualsiasi angolo della casa, magari servendosi anche dell’aiuto di una prolunga.

 

La sicurezza

A differenza delle stufe, potenzialmente pericolose, i radiatori digitali non presentano rischi. Non si forma, infatti, il monossido di carbonio perché non ci sono fiamme né alcun tipo di sostanza è rilasciata nell’aria.

 

 

Sfruttare al meglio il radiatore

Premettiamo che la capacità di riscaldamento del radiatore digitale è modesta, il loro uso è sconsigliato in ambienti troppo grandi. Molto importante, per permettere al calore di propagarsi, è evitare la presenza di ostacoli ravvicinati.

 

Il timer

Uno dei vantaggi del radiatore digitale è la presenza del Timer. Questo consente di programmare lo spegnimento. In tal modo non bisognerà preoccuparsi di farlo in prima persona. Per azionare il timer è sufficiente agire sul pannello di controllo, alcuni modelli consentono di eseguire la stessa operazione mediante un telecomando.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.