La migliore saldatrice a filo 220v

Ultimo aggiornamento: 27.09.20

 

Come scegliere la migliore saldatrice a filo 220v del 2020?

 

Quando serve eseguire piccole riparazioni di elementi metallici o altri tipi di lavorazioni, come la congiunzione di vari elementi, ovviamente sempre metallici, il dispositivo indispensabile è la saldatrice a filo. Una cosa certa è che non sarà facile districarsi tra i molteplici modelli che attualmente il mercato propone. Per questo motivo, in questa guida, cerchiamo di fare chiarezza su quanto il mercato propone, per cercare di stabilire quale sia il tipo di saldatrice che può soddisfare le esigenze di ognuno.

La prima caratteristica da tenere in considerazione è il tipo di saldatura che questi dispositivi offrono. Al momento ne esistono tre tipi: a fusione, a pressione e al plasma. I modelli a fusione si basano su una miscela di gas o su un archetto elettrico, elementi che creano la combustione. I dispositivi a pressione effettuano la saldatura tramite induzione o resistenza elettrica.

Le saldatura al plasma, infine, si basa su un elettrodo di tungsteno presente nella torcia, avvolto da gas plasmogenico. Grazie al campo elettrico generato dall’elettrodo si crea il plasma, che può raggiungere anche temperature molto alte, intorno ai 20mila gradi centigradi. A loro volta le saldatrici si suddividono per il processo di saldatura che offrono: Mig, Mag, Tig o ossiacetilenica.

La saldatrice ossiacetilenica si compone di due bombole, che rispettivamente contengono ossigeno e acetilene. Il materiale metallico che serve per la saldatura è interno ed è sotto forma di filo, che viene sciolto grazie alla combustione dovuta al mescolamento dei due elementi.

Le saldatrici denominate Mig e Mag offrono anch’esse un filo metallico e sono per lo più utilizzate in ambito domestico o per hobby. È il filo quindi a indirizzare l’energia elettrica indispensabile per la fusione che viene effettuata in corrispondenza di un beccuccio situato all’estremità del braccio di saldatura.

Molto diverso il sistema Tig, che prevede una fiamma viva che genere il calore necessario alla fusione di elementi metallici esterni, per effettuare la saldatura. Una saldatrice a filo è quindi quella più utilizzata nel campo semi professionistico, visto appunto che il filo consente di avere una maggiore resistenza e una versatilità di impieghi che i modelli Tig non possono offrire

 

BuoQua CUT50

Principale vantaggio

Questa saldatrice a filo, oltre a saldare con la tecnica del plasma, consente anche di tagliare metalli con uno spessore che varia dai 6 ai 10 mm. È quindi adatta particolarmente all’utilizzo con materiali quali acciaio inox, acciaio legato, rame e acciaio dolce, oltre ad altri metalli. Salda materiali molto resistenti quali leghe di titanio e di nichel.

 

Principale svantaggio

Il prezzo di una saldatrice al plasma è più alto rispetto agli altri modelli e anche questo offerto da BuoQua non è da meno. Ma per chi cerca versatilità e potenza questo dispositivo può soddisfare queste esigenze.

 

Verdetto: 9.5/10

Oltre alle prestazioni di alto livello che caratterizzano questa saldatrice al plasma si può apprezzare la capacità di tagliare sottili strati di metallo. Lo spessore massimo di 1 cm consente una gran versatilità e la possibilità di realizzare lavori di diverso tipo dall’inizio alla fine in autonomia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Taglio e saldatura

Questo modello di saldatrice sfrutta la potenza e la precisione del plasma per tagliare senza problemi diversi tipi di materiali ferrosi con uno spessore che sia compreso tra i 6 e i 10 mm, mentre non ci sono limitazioni per la dimensione del metallo da tagliare.

Le operazioni di taglio, se effettuate da chi ha un po’ di dimestichezza con questa pratica, si rivelano veloci e molto precise. Allo stesso tempo, ovviamente, si può utilizzare per saldare. In questo caso la potenza del plasma consente di saldare materiali molto resistenti come l’acciaio inossidabile, gli acciai non legati e leghe di titanio e nichel.

Silenzio, si lavora!

Una delle peculiarità più apprezzate di questa saldatrice a filo è l’estrema silenziosità quando è operativa. Questo la rende particolarmente adatta per un uso professionale quando, per diverse ore, viene impiegata per saldare o tagliare diversi tipi di metallo. Inoltre una tecnologia “salva energia” la rende un prodotto che non richiede molta corrente elettrica per essere utilizzata e quindi manterrà il basso costo della bolletta elettrica anche se usata in modo prolungato.

 

Compatta e non pesante

Altra caratteristica che potrebbe fare la differenza rispetto ad altri modelli di saldatrici a filo che utilizzano la tecnica del plasma sono le sue dimensioni estremamente compatte, abbinate a un peso non eccessivo. Parliamo di soli 12 kg di peso netto, caratteristica che, grazie anche una maniglia predisposta nella parte alta della saldatrice, consente di trasportarla facilmente senza particolari sforzi. Quando non si utilizza, si può riporre in uno sgabuzzino o sotto il tavolo degli attrezzi, visto che occupa poco spazio.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status