fbpx

La migliore saldatrice TIG per alluminio

Ultimo aggiornamento: 15.07.19

 

Saldatrici tig per alluminio – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Le saldatrici sono tra gli utensili con il maggior numero di varianti, visto che sono numerosi i processi che ne determinano il tipo di funzionamento. Nello specifico, se la vostra esigenza è quella di saldare l’alluminio, la scelta più appropriata è quella di puntare su un modello tig, specifico proprio per questo materiale. Per districarvi nel dedalo di prodotti e offerte abbiamo pensato di scrivere questa guida all’acquisto, nella speranza che possa fornirvi spunti e suggerimenti per spendere al meglio i vostri soldi. Oltre a qualche utile informazione, abbiamo recensioni alcune tra le migliori saldatrici tig per alluminio. Uno dei modelli che ci hanno più convinto è la Welbach Entrix 315, dal peso contenuto e con un generatore di corrente estremamente stabile che garantisce una saldatura impeccabile. Non solo alluminio con la TigMig TM 200 Digital Alu che consente di eseguire operazioni di saldatura anche con magnesio, acciaio, rame e varie leghe metalliche.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore saldatrice TIG per alluminio

 

Sono tanti gli appassionati del “fai da te” che ci leggono e noi, giustamente, li teniamo in grande considerazione dedicando loro guide e suggerimenti (si spera) interessanti. In questo caso particolare vogliamo rivolgerci a quanti sono interessati all’acquisto di una saldatrice per attrezzare la loro piccola officina. Come sempre abbiamo fatto tesoro delle esperienze dirette di altri utenti che hanno comprato questa o quella saldatrice e preso nota della loro soddisfazione o delusione. Il risultato è il resoconto che state leggendo.

Vorremmo iniziare la nostra guida per scegliere la migliore saldatrice TIG per alluminio con alcune informazioni a carattere generale sull’argomento. Innanzitutto va chiarito che anche altri tipi di metalli possono essere saldati in TIG così come altri procedimenti di saldatura possono essere impiegati per l’alluminio. Ma quando si ha che fare con spessori sottili conviene affidarsi alle migliori saldatrici TIG per alluminio del 2019.

Guida all’acquisto

 

Alcune caratteristiche dell’alluminio

Per saldare l’alluminio non c’è niente di meglio della dalla saldatrice TIG ma è necessario conoscere alcune caratteristiche di questo metallo. È importante sapere che il suo punto di fusione è inferiore ai 650°. Non c’è possibilità di accorgersi quando l’alluminio sta per fondersi poiché non evidenzia, visivamente, variazioni di calore.

Oltretutto c’è da tenere in conto che lo strato di ossido che si forma in superficie ha un punto di fusione ben più alto, intorno ai 2.050°. Oltretutto, rispetto all’alluminio, l’ossido ha un peso maggiore; dunque, cosa accade? Succede che l’ossido rischia di restare letteralmente intrappolato nell’alluminio fuso. La conclusione è ovvia: lo strato di ossido va rimosso quanto prima.

 

Il processo di saldatura

Non basta avere la migliore saldatrice  TIG per alluminio del 2019 ma avere anche una minima nozione sul processo di saldatura. Come avviene? Mediante l’utilizzo di un elettrodo infusibile in tungsteno e un gas inerte. Forse è superfluo dirlo ma per ottenere una buona saldatura è necessario fare un po’ di pratica. Non fatevi scoraggiare se all’inizio i risultati non saranno soddisfacenti. Voi esercitatevi prima di mettervi seriamente al lavoro. Facendo pratica eviterete di incorrere in errori.

Cercate di tenere una distanza costante tra l’arco e il materiale da saldare: in questo modo eviterete la presenza di residui dell’elettrodo sul materiale in lavorazione.

Lavorate in un ambiente protetto

Abbiamo ancora qualche piccola raccomandazione da farvi prima aiutarvi a scegliere quale saldatrice TIG per alluminio comprare. Quando saldate, fatelo in un ambiente protetto. Non dimenticate che la saldatrice TIG sfrutta un gas dunque il vento e le correnti d’aria vanno evitate poiché si potrebbe verificare l’ossidazione dal bagno di saldatura, inevitabilmente verrà influenzato il materiale d’apporto e il lavoro sarà rovinato.

 

Le migliori saldatrici TIG per alluminio del 2019

 

Abbiamo organizzato i nostri consigli d’acquisto secondo una classifica. Per ogni prodotto selezionato, potete leggere una recensione realizzata anche tenendo conto dei pareri di chi, prima di voi, ha comprato la saldatrice della migliore marca presente sul mercato.

Vi consigliamo di fare una comparazione tra le offerte che abbiamo scelto per voi e se volete sapere dove acquistare a prezzi bassi la saldatrice che vi ha convinto, potete cliccare sul link sottostante la descrizione. Volete sapere come scegliere una buona saldatrice TIG per alluminio? Allora non fermatevi qui e continuate con la lettura.

 

Prodotti raccomandati

 

Welbach Entrix 315

Principale vantaggio:

Questo modello praticamente non ha limiti, consente di eseguire lavori professionali senza intoppi. Il resto sta all’abilità di chi maneggia la saldatrice

 

Principale svantaggio:

Costa tanto, è inutile girarci intorno. Nonostante ciò, nella confezione non trovate neanche il pedale per modificare la corrente. In definitiva, gli accessori sono ridotti al minimo indispensabile.

 

Verdetto 9.8/10

Non è adatta ai dilettanti o a chi salda saltuariamente; la spesa non sarebbe giustificabile ma chi ha un’officina professionale dovrebbe seriamente prendere in considerazione l’acquisto di questo modello.

Acquista su Amazon.it (€1705)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Professionale

Se non siete dei professionisti, probabilmente, anzi, sicuramente, questo nuovo modello è fin troppo per voi. La spesa richiesta, infatti, non può essere giustificato da un utilizzo amatoriale e saltuario. Questa bestia è abituata ad alti ritmi di lavoro. Ha una struttura molto robusta con una funzione d’ingresso di 410 V. Abbiamo detto che la struttura è robusta ma non pesante, a meno che 40 kg non vi sembrino troppi.

Ciò è stato possibile grazie all’utilizzo di materiali leggeri che, è bene sottolinearlo, non è sinonimo di poco resistenti. Siamo sicuri che la solidità di questa saldatrice vi stupirà così come ha stupito noi. Quanto alla corrente di saldatura, può essere regolata tra i 20 e i 35 Ampere. Questo dato è molto importante perché ci dice che la saldatrice può adattarsi a qualsiasi condizione di lavoro.

Alto grado di efficienza

Una saldatrice professionale non può prescindere da un alto grado di efficienza. È il caso della Entrix 315? A nostro avviso, sì. Grazie alla tecnologia Mosfet, le prestazioni sono elevate al punto tale da determinare una efficienza pari al 93%.

Un merito va riconosciuto al generatore di corrente che, grazie alla sua ottima stabilità assicura una linea di saldatura notevole. Il sistema a ventole, poi, è molto efficiente nel trasmettere il calore. Insomma, il lavoro eseguito dal saldatore è di altissimo livello non solo per la sua abilità ma anche per le caratteristiche che questo modello offre e che esalta le capacità di chi lo utilizza.

 

Manca qualche accessorio

Visto che non si tratta del modello più economico che si possa trovare in vendita, sarebbe stato accolta con favore la presenza di qualche accessorio extra oltre a quelli indispensabili per l’utilizzo della saldatrice. In particolare facciamo riferimento al pedale per modificare la corrente nel corso della saldatura di cui, invece, non v’è traccia. C’è comunque la predisposizione per l’attacco e la cosa non ci meraviglia trattandosi di un apparecchio professionale. Se lavorate a temperature superiori ai 200 A, avrete bisogno di un radiatore per il raffreddamento.

La buona notizia è che ci sono gli ingressi per il collegamento mentre la cattiva è che dovete comprarlo a parte. In alternativa, potete optare per il modello con raffreddamento ad acqua ma il prezzo sale parecchio. Il pannello di controllo è ben fatto, con i comandi chiari e facili da individuare; il display a tre cifre è sufficiente allo scopo. Due maniglie e quattro rotelle poste alla base semplificano il trasporto.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

TigMig TM 200 Digital Alu

 

La TM 200 è una saldatrice completa e affidabile: è inverter monofase e può essere usata anche in condizioni ambientali complicate. La struttura è solida: la cofanatura in plastica è antiurto e autoestinguente. La corrosione non costituirà mai un problema per questa saldatrice della TigMig.

Ci teniamo a sottolineare che è predisposta per l’uso di un comando a distanza ma questo andrà acquistato a parte. Due le modalità tra cui scegliere. La prima è la TIG AC e serve per saldare alluminio, magnesio e le leghe derivanti da questi materiali, con uno spessore inferiore a 1 mm.

La modalità TIG DC serve per saldare gli acciai comuni o inossidabili, e rame. Anche in questo caso la saldatrice può operare senza problemi con metalli dallo spessore inferiore al millimetro.

Sebbene sia difficile trovare queste saldatrici a prezzi bassi, questo modello ha un costo leggermente meno proibitivo rispetto ad altri. Passiamo in rassegna le sue caratteristiche principali nella rassegna dei pro e contro. Se interessati,  si potrà cliccare sul link del negozio dove acquistare il prodotto.

Pro
Qualità-prezzo:

Secondo i pareri degli utenti questa saldatrice può garantire ottimi risultati, inoltre si presenta con un costo accessibile per questo tipo di articolo.

Solida:

La scocca protegge con efficienza la parte elettronica da urti e da eventuali sovraccarichi, corrosione o cali di tensione.

Modalità:

Si potrà impostare una modalità di saldatura per alluminio per il magnesio e leghe derivanti. L’altra servirà per lavorare su acciaio o rame.

Contro
Comando a distanza:

Sebbene la saldatrice abbia un comando a distanza, questo va acquistato separatamente e fa alzare ulteriormente il costo finale del prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Stamos Power – S-ALU 220

 

Questa saldatrice è una delle più vendute, il prezzo è di sicuro interesse se consideriamo che si tratta di un apparecchio che può far al caso anche dei professionisti. La corrente di saldatura va dai 10 a 220 V e oltre al metodo di saldatura TIG, può usare anche il cosiddetto E-hand, ossia, senza gas aggiuntivo. In questo modo si può saldare all’aperto, anche in presenza di vento.

La Stamos Power ha dimostrato di essere molto adatta alla saldature di pezzi con spessore molto sottile. Ha totalmente soddisfatto il sistema di raffreddamento ad aria, inoltre la saldatrice è dotata di un efficace sistema antisurriscaldamento.

C’è l’ingresso per il pedale ma quest’ultimo non è compreso nella confezione. Le dimensioni sono compatte, per il trasporto c’è una maniglia comoda e il peso è di appena 18 kg. Tuttavia non avrebbero guastato delle rotelle alla base che avrebbero consentito di spostare più agevolmente la saldatrice da una parte all’altra dell’officina.

Pro
Rapporto qualità/prezzo:

La saldatrice in oggetto si è messa in luce per il suo rapporto qualità/prezzo. È sicuramente adatta a un uso professionale ma costa meno di altri modelli più blasonati.

Metodo E-hand:

Oltre al metodo TIG, la saldatrice funziona anche con quello E-hand che permette di saldare senza l’uso del gas così da poter essere impiegata anche all’aperto, in presenza di vento

Contro
Niente pedale:

Pur essendo presente l’ingresso, nella confezione non c’è il pedale per modificare la corrente. L’acquisto di questo accessorio è consigliato.

Non ci sono le rotelle:

Pur non essendo pesante, avremmo preferito che alla base fossero poste delle rotelle per facilitare il trasporto della saldatrice.

Acquista su Amazon.it (€645)

 

 

 

Welbach – AMPERO 225

 

Questa saldatrice professionale può far fronte a diverse esigenze. La corrente di saldatura va da 10 a 225 Ampere, funziona sia in modalità TIG sia hand free per un uso all’aperto senza gas e dunque può essere impiegata anche in caso di condizioni avverse, come la presenza di vento.

Questo modello può lavorare sulla maggior parte dei metalli e leghe. Il pannello di controllo è intuitivo e tutti i comandi sono facilmente distinguibili.

C’è l’ingresso per il pedale. Le dimensioni sono compatte, la presenza di due maniglie aiuta il trasporto anche nel caso lo si faccia in due. Alla base ci sono i piedini antiscivolo ma non le rotelle che visti i quasi 30 kg di peso avrebbero fatto molto comodo. Buoni i materiali: la scocca si presenta come molto resistente. Il prezzo è di quelli che sono disposti a pagare si soli professionisti.

Pro
Funziona senza gas:

Questa saldatrice può eseguire il suo lavoro anche senza il gas, in questo modo può essere impiegata anche all’aperto con condizioni avverse come, per esempio, la presenza di vento.

Versatile:

La saldatrice è adatta a saldare la quasi totalità di metalli e leghe. Questo è indice di un’ottima versatilità.

Contro
Costo:

A sfavore di questo modello gioca il prezzo che è abbastanza alto. È comunque una saldatrice di buona qualità e lo dimostrano anche i materiali.

Niente rotelle:

Compatta ma non leggerissima. I suoi 30 kg faranno pentire più di qualcuno per l’assenza delle rotelle alla base.

Acquista su Amazon.it (€1175)

 

 

 

Stamos Germany S-AC200P BASIC

 

Questa saldatrice non mancherà di fare breccia nel cuore dei professionisti della saldatura. Non è uno dei modelli più economici ma il suo costo è comunque di sicuro interesse. Ha una struttura robusta e di certo non pecca in affidabilità.

La corrente di saldatura è regolabile da 5 a 200 A. È un apparecchio versatile, tanto è vero che, regolando opportunamente l’amperaggio, può saldare a corrente continua, a corrente alternata e con elettrodo rivestito. Segnaliamo, poi, la presenza della funzione Pulse la quale consente di aumentare l’apporto di energia senza aumentare la temperatura del metallo in lavorazione. Le ventole raffreddano per bene l’apparecchio così che il raffreddamento sia adeguato alla situazione. Non abbiamo critiche da muovere ai metalli ma solo elogi. La loro qualità è soddisfacente: resistenti e leggeri.

Quanto alla base, poggia su piedini antiscivolo che assicurano una buona stabilità ma niente rotelle. Il design è piuttosto spartano, ma questo è un aspetto secondario anche se magari si poteva fare qualcosa per rendere la saldatrice più compatta.

Pro
Versatile:

Regolando adeguatamente l’amperaggio si può saldare con corrente continua, alternata e con elettrodo rivestito

Robusta:

La saldatrice ha una struttura molto robusta che contribuisce a dare la sensazione di essere al cospetto di un apparecchio di buona qualità.

Contro
Assenza delle rotelle:

La saldatrice è priva di rotelle dunque bisognerà far ricorso alla propria forza per spostarla alla postazione di lavoro.

Un po’ ingombrante:

Probabilmente con un piccolo sforzo si poteva ottenere un design migliore che consentisse alla saldatrice di occupare meno spazio.

Acquista su Amazon.it (€719)

 

 

 

Welbach Entrix 315

 

La Saldatrice Welbach ha una struttura solida e si dimostra decisamente affidabile. Per funzionare ha bisogno di una tensione d’ingresso di 410 V. Per la sua costruzione sono stati impiegati materiali leggeri e tuttavia resistenti. Il risultato è un attrezzo che non supera i 40 kg di peso, davvero poco per questo tipo di saldatrici.

La corrente di saldatura può essere regolata tra i 20 e i 315 ampere e la saldatrice si adatta a qualsiasi condizione di lavoro ed è particolarmente indicata per saldare l’alluminio. Una cosa molto importante da non dimenticare è la seguente: se si utilizzano più di 200 ampere è categorico attivare la modalità di raffreddamento ad acqua. La saldatrice sfrutta la tecnologia Mosfet che comporta un grado di efficienza pari al 93% mentre il generatore di corrente, molto stabile, assicura una linea di saldatura ineccepibile.

Dire che questo prodotto non sia il più economico in circolazione è un eufemismo. Tuttavia, i professionisti con un buon budget potranno acquistarlo nuovo e giovare delle sue ottime qualità. Vediamo quali sono i pro e contro del prodotto qui di seguito.

Pro
Materiali:

La saldatrice si presenta con materiali davvero solidi che le donano resistenza agli urti e una grande durevolezza nel tempo.

Leggera:

Nonostante quanto detto appena sopra, si potrà spostare facilmente da un punto all’altro grazie alla sua leggerezza e alle rotelle alla base.

Professionale:

Si adatta a qualsiasi condizione di lavoro, con un occhio di riguardo per saldature in alluminio. Consigliata per un professionista che cerca un modello davvero performante.

Mosfet:

Questa tecnologia ha un grado di efficienza del 93%, per una saldatura davvero precisa.

Contro
Prezzo:

Il costo potrebbe “saldare” il portafoglio di molti utenti nel caso decidano di acquistarla.

Acquista su Amazon.it (€1705)

 

 

 

Come utilizzare la saldatura TIG per alluminio

 

L’uso della saldatrice TIG non è semplice. Per carità, non stiamo parlando di una missione impossibile ma bisogna fare un bel po’ di pratica, insomma, non ci si improvvisa. Proveremo a spiegarvi in modo semplice e sintetico come usare questo apparecchio. Tenete conto che l’alluminio conduce ottimamente il calore e dunque necessita, all’inizio della saldatura, di un massiccio apporto termico visto che una gran quantità di calore viene disperso per riscaldare il materiale d’apporto.

 

 

Prima regola: la pulizia

Non stiamo parlando di igiene personale; dovete sapere che la premessa o almeno, una delle premesse per una buona saldatura è la pulizia del pezzo da saldare. Tale regola vale per qualsiasi tipo di saldatura dunque non soltanto quella TIG. Bisogna rimuovere i lubrificanti: olio, idrocarburi e altri materiali vanno eliminati con cura. Se ci sono bordi cianfrinati, vanno lisciati.

 

La distanza tra l’arco e il pezzo da lavorare

Ora che avete pulito per bene il metallo da saldare, affrontiamo una questione di importanza tutt’altro che secondaria. Come sapete, la saldatura TIG si esegue con un arco.

Questo, saldandosi, crea una saldatura tra due pezzi. È importante che questa saldatura non presenti residui dell’elettrodo. Come evitare che ciò accada? Bisogna tenere una distanza costante dal pezzo da saldare. In questo modo si ottiene un lavoro senza imperfezioni.

 

Quando si usa materiale d’apporto

Innanzitutto spieghiamo cos’è il materiale d’apporto. Si tratta di un materiale estraneo ai pezzi di metallo che vengono uniti: un esempio per tutti sono gli elettrodi. Quando si usa il suddetto materiale d’apporto bisogna fare in modo che avanzi unitamente all’arco così che il deposito sia uniforme lungo tutta la superficie in lavorazione e non incida negativamente sulla tenuta della saldatura.

 

 

Saldate in un luogo protetto

l luogo ideale per la saldatura TIG è una officina. Più in generale bisogna saldare in un posto protetto, al riparo da vento e correnti d’aria. Il vento, ad esempio, ha un’influenza negativa sulla qualità della saldatura perché quando l’ossigeno dell’aria entra in contatto con il bagno di saldatura, questa si ossida e, se state usando il materiale d’apporto, questo avanzerà in modo scorretto e così il vostro lavoro sarà rovinato.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è una saldatrice TIG per alluminio?

È un dispositivo che utilizza un arco con elettrodo infusibile protetto con gas inerte. La saldatura può essere eseguita servendosi di materiali d’apporto oppure no.

 

Come impostare la saldatrice TIG per alluminio?

Il selettore che consente la scelta su AC e DC va impostato su AC. Il selettore per l’accensione con la scintilla pilota va impostato su (~). Per gli altri parametri tutto dipende dal diametro degli elettrodi utilizzati.

 

In cosa consiste il sistema inverter in una saldatrice TIG per alluminio?

Il sistema di inverter si differenzia da quello semplice per il tipo di corrente erogato. Una saldatrice inverter ricava la corrente continua da un circuito elettrico il quale è dotato di un potenziometro atto alla regolazione dell’amperaggio.

 

Quali gas si usano?

I gas che si usano per la saldatura TIG sono l’Argon (Ar) oppure l’Elio (He). È possibile usare insieme i due gas, miscelati, oppure separatamente. L’Argon è indicato per i materiali con poco spessore, mentre per il caso opposto, è più adatto l’Elio.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Stomos Germany S-AC 200P

 

La S-AC 200P è una saldatrice che si presenta con una struttura robusta e si dimostra essere di semplice utilizzo. La versione in esame è quella Pro ma ti informiamo che esiste anche la versione Basic. Molto pratico l’interruttore a pedale, inoltre è stata molto apprezzata la lunghezza dei cavi che è di 8 metri.

La saldatrice presenta diverse funzioni, tra queste la TIG AC (corrente alternata) per la saldatura dell’alluminio mentre la TIG DC (corrente continua) serve per saldare l’acciaio, sia inossidabile che comune. La funzione Smaw serve per le saldature con elettrodo rivestito.

Avrai sempre il pieno controllo durante la realizzazione del cordone di saldatura.

L’attrezzo è compatto, ha ben due maniglie per facilitarne il trasporto. Sulla parte anteriore c’è il pannello con tutti i potenziometri e un piccolo display. La saldatrice ha un numero sufficiente di prese d’aria per evitare che si surriscaldi.

Nella nostra guida per scegliere la migliore saldatrice tig per alluminio abbiamo incluso anche questo modello per le sue ottime performance, adatte ai professionisti del settore. Passiamo ora al riassunto dei lati positivi e negativi dell’articolo.

Pro
Robusta:

La saldatrice è stata progettata con materiali solidi che le conferiscono resistenza a urti, sovraccarichi e corrosione. Inoltre è dotata di prese d’aria che evitano il rischio di surriscaldamento.

Funzioni:

Grazie alle diverse funzioni della saldatrice si potrà lavorare su moltissimi tipi di materiali e fare saldature con elettrodo rivestito. Si potranno selezionare facilmente tramite i potenziometri e visualizzare le informazioni sul piccolo display.

Trasporto:

Le due maniglie laterali facilitano il trasporto del prodotto, ideale per portarla da un lato all’altro dell’officina.

Contro
Prezzo:

Gli hobbisti potrebbero trovare il costo del prodotto davvero troppo alto.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Come scegliere le migliori saldatrici TIG per alluminio del 2019?

 

Ci sono metalli che richiedono particolari tipi di saldatrici. Per esempio, se hai l’esigenza di saldare dell’alluminio, ciò che ti serve è la migliore saldatrice TIG per alluminio del 2019. Nella nostra guida troverai una serie di indicazioni utili che ti permetteranno di scegliere la saldatrice più adatta a te. Non solo, troverai anche delle indicazioni che ti chiariranno le idee su tanti altri aspetti.

Abbiamo selezionato per te alcune saldatrici che si sono fatte apprezzare non solo per la loro qualità ed efficacia lavorativa ma anche per il basso costo. Riteniamo che la nostra selezione possa esserti di grande aiuto e favorire un acquisto indovinato e soddisfacente sotto tutti i punti di vista.

Per chi fosse alla sua prima esperienza con un attrezzo del genere, forniamo alcune informazioni a carattere generale. Riteniamo che conoscere aspetti del genere aiuti a capire davvero se è il caso di comprare una buona saldatrice TIG per alluminio, oppure no.

Vediamo innanzitutto come avviene il processo di saldatura. Esso avviene impiegando un elettrodo infusibile in tungsteno e un gas inerte. Sebbene la saldatrice TIG sia la più diffusa, per fare un buon lavoro serve una certa dose di pratica. Per essere più dettagliati, diciamo che intorno all’elettrodo in tungsteno fluisce il gas di protezione. Tale gas passa da un bocchello e arriva al bagno d’infusione.

Un errore comune tra i meno esperti ma che va assolutamente è evitato è far entrare in contatto l’elettrodo con il metallo da saldare. Se ciò avviene, l’elettrodo si attacca al giunto provocando l’interruzione della saldatura.

Il gas di protezione va ad agire su tutte le facce del giunto: sono due i tipi di gas che si impiegano in questo tipo di saldatura, il primo si chiama Ar e l’altro He. A seconda dei casi, i gas sono impiegati separatamente (o uno o l’altro), oppure miscelati. Con il gas Ar l’arco è più stabile e la superficie resta pulita. Considerata la sua penetrazione ridotta, va impiegato quando si lavora su metalli di pochissimo spessore.

L’utilizzo del gas He è indicato per lavorare su metalli molto spessi perché ha una maggiore conducibilità termica oltre che una maggiore penetrazione.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (98 voti, media: 4.84 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status