10 consigli per avere denti sani

Ultimo aggiornamento: 18.10.21

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Se in foto volete apparire con un sorriso smagliante, non serve modificare le imperfezioni dentali con Photoshop o altri trucchetti. Basta osservare alcune semplici regole.

 

Per avere denti sani e belli è necessario curare costantemente e correttamente la propria igiene orale. Vediamo insieme quali sono le 10 regole d’oro per avere sempre un sorriso splendente:

 

1. Lavare i denti dopo ogni pasto

I denti andrebbero lavati dopo ogni pasto, anche se purtroppo non sempre è possibile farlo, specialmente quando si è fuori casa. Quando mangiamo qualcosa o beviamo bibite (es. succhi di frutta, coca cola, caffè, vino, ecc.), esponiamo la nostra bocca a delle alterazioni chimiche.
Durante la masticazione infatti, il pH della saliva diventa più acido e inizia ad attaccare anche lo smalto protettivo della dentatura oltre che il cibo. Per esempio il sale danneggia i denti, come anche lo zucchero e gli alimenti molto acidi, per questo è fondamentale abituarsi a utilizzare regolarmente lo spazzolino dopo ogni pasto.

2. Utilizzare il collutorio

A integrazione del filo interdentale, dello spazzolino e del dentifricio, un altro strumento molto utile ed efficiente per eseguire una pulizia approfondita di bocca e denti, è il collutorio. Si tratta di un potente disinfettante che deve essere scelto in base alle proprie esigenze di igiene orale.
Sul mercato è possibile trovare prodotti di ogni tipo e spesso non è facile orientarsi sull’acquisto giusto. A prescindere dalla marca, vi suggeriamo di optare per un collutorio con clorexidina, in quanto risulta molto efficace per disinfettare le gengive e mantenere i denti puliti e sani.

Ricordate che dopo aver effettuato un trattamento orale con del collutorio, una volta sputato il liquido, la bocca non deve essere risciacquata, o si andranno a disperdere tutte le proprietà benefiche del disinfettante.

 

3. Evitare di fumare

Che fumare faccia male è un dato di fatto, ma questo vizio malsano non danneggia soltanto i polmoni, la pelle, lo stomaco, la circolazione e il cuore, ma ha effetti negativi anche sulla salute dei denti.
Il fumo della sigaretta, il catrame e la nicotina che passano attraverso la bocca, a lungo andare lasciano dei segni indelebili, provocando lesioni allo smalto dentale e non solo. I denti si ingialliscono e su di questi possono formarsi delle antiestetiche macchie scure.
Inoltre il fumo favorisce la formazione di placca e tartaro, che sono l’anticamera di carie, gengiviti e altre infiammazioni a carico della cavità orale.

4. Sostituire periodicamente lo spazzolino

Gli esperti consigliano di sostituire lo spazzolino ogni due o tre mesi, anche se il cambio dovrebbe avvenire nel momento in cui le setole si deformano e perciò non sono più in grado di svolgere il loro compito in maniera corretta.
Ricordate inoltre di lavare bene lo spazzolino dopo ogni utilizzo, in modo da non lasciare residui tra le setole; questi infatti potrebbero favorire la proliferazione batterica.

 

5. Usare  il filo interdentale

Se non sapete come rinforzare i denti e mantenerli in buona salute, ricordate che alla base di un sorriso sano c’è sempre una costante e corretta igiene orale.
Purtroppo lo spazzolino da solo non è in grado di igienizzare a fondo la bocca, in quanto all’interno della cavità orale, sono presenti degli interstizi tra gengive e denti e tra dente e dente, che le setole non riescono a raggiungere.
Per questo motivo il filo interdentale diventa uno strumento indispensabile, se si vuole pulire a fondo la bocca.

6. Fare le visite di controllo

Se volete essere sicuri che nella vostra bocca sia tutto in ordine, effettuate periodicamente delle visite di controllo, presso il vostro studio dentistico di fiducia. Generalmente è bene fare un controllo all’anno per stare tranquilli.
Se invece siete soggetti ad avere problemi dentali e gengivali, è meglio aumentare le visite di controllo a due all’anno, così sarete in grado di monitorare la vostra salute orale ed eventualmente intervenire in maniera tempestiva.

 

7. Fare la pulizia dentale

Come le visite di controllo, anche le pulizie dentali non devono essere trascurate. Almeno una volta all’anno è consigliabile fare un trattamento di pulizia approfondita dei denti presso uno studio dentistico.
Apparentemente potrebbe sembrare un intervento inutile e doloroso, invece serve a rimuovere a fondo ciò che normalmente non si riesce a eliminare con la normale igiene orale fai da te.

 

8. Evitare i trattamenti sbiancanti fai da te

Se vi rendete conto che il vostro sorriso ha perso il suo splendore, evitate di prendere iniziative arbitrarie per sbiancare i denti. In commercio esiste una vasta gamma di kit per lo sbiancamento dentale fai da te e ciò potrebbe indurvi in tentazione.
Fate molta attenzione e non siate frettolosi, specialmente se non conoscete la struttura e la solidità dei vostri denti. Alcune persone infatti, potrebbero avere un tipo di smalto più poroso, che permette l’infiltrazione di pigmenti di colore di cibi e bevande.
Evitate di utilizzare trattamenti troppo aggressivi e consultate un dentista prima di prendere iniziative che potrebbero danneggiare il vostro sorriso. Ascoltare il parere di un esperto è da persone intelligenti, onde evitare di causare abrasioni irreparabili o danni gravi, che richiederebbero grandi somme di denaro per essere riparati.

9. Non sottovalutare le problematiche dentali

Anche se si segue una costante e corretta igiene orale, a volte possono manifestarsi dei fastidi che potrebbero essere sottovalutati e ignorati. In realtà è bene fare sempre attenzione quando si accusano certi sintomi all’interno della propria bocca, come per esempio: gonfiore e arrossamento gengivale, sanguinamento gengivale, dolore, ipersensibilità dentale e altri fastidi.
In questi casi è bene prenotare una visita di controllo dal proprio dentista, che sarà in grado di identificare il problema e fornirvi la giusta cura.

 

10. Prevenire è meglio che curare

Come recitava un famoso spot di un dentifricio negli anni ’80: “Prevenire è meglio che curare!”. In effetti è proprio così, la prevenzione è alla base di una buona salute, in quanto impedisce al “problema” di nascere. Se osserverete bene le 10 regole che vi abbiamo suggerito, avrete la possibilità di sfoggiare un sorriso splendente a 32 denti!

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2021. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status