La miglior console per il retrogaming

Ultimo aggiornamento: 17.10.18

 

Console per il retrogaming – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Come scegliere la miglior console per il retrogaming? Non è una questione così semplice come spesso può sembrare a prima vista. Diversi fattori come l’età dei possibili utenti, l’offerta in termini di titoli e la maggiore o minore portabilità, costituiscono solo alcune delle opzioni che si frappongono tra voi e il futuro acquisto. Avere a disposizione una guida che si occupi di fare il punto della situazione aiuta a scegliere il prodotto capace di esaudire le diverse aspettative, con una disamina di pregi e difetti posseduti da un modello piuttosto che un altro, con tanto di classifica con la recensione dei dispositivi più interessanti. Gli amanti di queste console retrò saranno felici di tuffarsi in titoli che hanno fatto la storia, grazie a Nintendo Classic Mini – Super Nintendo. Dimensioni ultraportatili e un attacco Hdmi per una visione anche su schermi moderni di glorie intramontabili, capaci di far divertire e intrattenere ancora oggi persone di tutte le età. Sega – Retro Classic è l’alternativa portatile dell’altra grande protagonista dell’epoca a 16 bit. Un buon numero di titoli sono inclusi all’interno della console, che viene questa volta proposta in una dimensione facilmente trasportabile e che si è meritata un posto tra i consigli d’acquisto presenti più in basso.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la miglior console per il retrogaming

 

Chi vuole avere uno sguardo d’insieme, al tempo stesso comodo e ragionato, confronta i prezzi già di suo ma può fare anche affidamento sulla tabella comparativa che abbiamo di seguito redatto. Contiene una schematica presentazione di tre prodotti, con pregi e difetti riassunti in estrema sintesi, a cui si aggiunge una conclusione capace di fare il punto sulle qualità del prodotto preso in esame, in un quadro più ampio di comparazione tra i diversi modelli venduti on line.

 

 

Guida all’acquisto

 

Potenza e divertimento

A seconda del bisogno e della tipologia di giocatore non sempre è così immediata la scelta su quale console per il retrogaming (ma anche per i videogiochi in generale) comprare. In tanti guardano alle performance hardware, che si traducono sullo schermo in qualità dell’immagine, nitidezza e resa visiva, specialmente quella che si riesce a ottenere su schermi ad alta definizione o 4K.

Molti invece puntano al parco titoli che una console della migliore marca porta con sé, seguendo sulla scia della passione l’ultima versione presente sul mercato. Esiste poi una fetta di giocatori meno esigente e a suo modo nostalgica, che ama rivivere grazie ad apparecchi retrò un’epoca videoludica che ormai non esiste più.

 

Connettività e controlli

Ormai da tempo moltissimi giocatori non possono fare a meno della dimensione online che caratterizza e intrattiene ogni giorno milioni di utenti. Esistono sul mercato console che offrono un pacchetto mensile o annuale, simile in tutto e per tutto a un abbonamento. Una volta attivato si ha accesso ai server e ai sistemi di gioco con cui condividere un’avventura insieme ad altri amici o avversari.

In altre occasioni poi è possibile scaricare di mese in mese articoli a prezzo scontato oppure completamente gratuiti, arricchendo la propria libreria videoludica.

La bontà dei controlli di gioco e un pad funzionale e resistente migliorano e assecondano l’esperienza videoludica, per non far menzioni poi dei recenti esempi di realtà virtuale che portano il giocatore dentro l’esperienza di gioco, con un livello di immersività mai visto in precedenza.

 

 

Multimedialità

Anche le console, come molti televisori, nel tempo hanno cercato di includere momenti e dimensioni extra ludiche. La possibilità di installare app come Netflix e altri servizi di streaming video consente di alternare una partita con la visione di una serie o sfruttare un software di videochiamata per parlare con un amico dall’altra parte del mondo.

Diversi utenti apprezzano queste opzioni, in grado di aumentare e riunire le possibilità di interazione e intrattenimento, oltrepassando l’etichetta di pura e semplice postazione da gioco. Qui di seguito abbiamo riunito una serie di esempi che possono rientrare all’interno della categoria di migliori console per il retrogaming del 2018.

 

Le migliori console per il retrogaming del 2018

 

Le offerte all’interno dell’universo videoludico sono sempre dietro l’angolo, non per questo si deve desistere dall’informarsi circa le specifiche che meglio si adattano ai bisogni di svago e divertimento. In alcuni casi ha prevalso nella scelta anche la questione portabilità, con dimensioni ridotte che fanno la gioia di chi ama spostarsi senza lasciare a casa la propria postazione di gioco.

I pareri entusiasti degli utenti e una risposta positiva del mercato contribuiscono poi all’inserimento di uno prodotto nell’elenco che segue.

 

Prodotti raccomandati

 

Nintendo Classic Mini – Super Nintendo

 

Nintendo è un brand storico, capace nel tempo di reinventarsi mantenendo però un profilo e uno stile unici. In questo caso la scelta di proporre il vecchio modello di Super Nintendo nella sua incarnazione Mini si è rivelata un altro successo.

La console questa volta non monta le classiche cartucce ma presenta una serie di giochi preinstallati. A quanto visto non mancano gemme storiche del panorama videoludico, con i controlli capaci di restituire il feeling e l’emozione di un tempo.

Nulla da dire sulla qualità costruttiva anche se come per la versione Nes Mini, in tanti avrebbero gradito un catalogo maggiore e una lunghezza dei cavi adeguata per godersi comodamente sul divano gemme del passato su televisori moderni.

Chi non conosce il classico Super Nintendo, o SNES, alzi la mano. Si tratta di una delle console più iconiche della casa di Kyoto. Grazie ai suoi 16 bit impressionò i giocatori di tutto il mondo negli anni ’90 e viene ora riproposta da Nintendo in versione mini per tutti i nostalgici dell’epoca.

Pro
Dimensioni:

Il vantaggio principale della serie Classic Mini di Nintendo sono le dimensioni compatte che vi permetteranno di posizionare la minuscola console senza troppo ingombro.

Giochi inclusi:

All’interno troverete una selezione di 21 giochi, i classici più popolari usciti sulla console originale con funzioni aggiuntive come il salvataggio in qualsiasi punto del gioco e il nuovo “rewind”, per riavvolgere fino a cinque minuti e riprovare senza alcuna penalità sezioni particolarmente difficili.

Upscaling:

La console ha uno slot HDMI per permettervi di collegarla ai moderni televisori con un upscaling a 1.080 pixel per restituire una qualità video più elevata e al passo coi tempi.

Contro
Cavi controller:

L’unico elemento che ha fatto storcere un po’ il naso agli acquirenti è la lunghezza del cavo dei controller inclusi nella confezione, eccessivamente corti per giocare a distanza dalla TV. Sarete quindi costretti a procurarvi delle prolunghe.

Acquista su Amazon.it (€72,85)

 

 

 

Sega – Retro Classic

 

Su licenza Sega è stata realizzata questa versione portatile della console Mega Drive. All’interno sono inclusi ben 80 titoli, un aspetto interessante che garantisce un monte ore di gioco decisamente alto. Dai pareri di chi l’ha provata, risulta compatta al punto giusto, per un trasporto semplice e funzionale e con uno schermo che consente di visualizzare senza sforzo le immagini di gioco.

I controlli rispondono rapidamente ai comandi impartiti dall’utente, con una precisione in grado di cambiare le sorti di una sfida. La presenza di uno slot per schede SD permette agli utenti di aggiungere altri titoli al catalogo. Basta solo munirsi di pazienza e leggere bene le indicazioni in rete sulla giusta procedura da seguire e sul tipo di scheda che conviene utilizzare.

La console Sega Genesis, conosciuta in Giappone ed Europa con il nome Mega Drive, è stata la seconda console a 16 Bit, uscita qualche anno prima del celebre Super Nintendo e poco dopo il PC Engine. Questa versione portatile vi permetterà di portare i vostri giochi preferiti sempre con voi.

Pro
Compatta:

Rispetto ad altre retro console in vendita sul mercato, Genesis è stata rimpicciolita fino ad avere dimensioni contenute per permetterne l’utilizzo anche senza un TV.

80 giochi:

Nella memoria interna sono caricati 80 classici Sega da poter giocare in qualsiasi momento senza bisogno di possedere cartucce originali. Inoltre, grazie allo slot SD potrete caricarne altri per ampliare il catalogo.

Collegamento a TV:

La console, per coloro che non amano gli schermi piccoli, può essere collegata al proprio televisore tramite un cavo component acquistabile separatamente.

Contro
Materiali:

Non sono dei migliori, trattandosi di un prodotto realizzato da terze parti su licenza Sega non ci si può aspettare miracoli . Gli utenti avrebbero preferito qualcosa di più solido e meno plasticoso, soprattutto a fronte di un prezzo non propriamente basso.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

Dream Gear – My Arcade Retro Machine

 

Display ridotto e costo contenuto. Queste le note di pregio di un prodotto che guarda con nostalgia ai classici giochi da bar di un tempo, offrendo a chi non ha vissuto quell’epoca, un assaggio del divertimento anni ‘80 e ‘90. I giochi inclusi sono una rivisitazione di quei titoli che hanno divertito un’intera generazione, racchiusi in un oggetto che ricorda nelle forme un cabinato dell’epoca.

Il prezzo accattivante e una serie di comandi semplici e funzionali lo rendono un prodotto interessante, specie per chi vuole far conoscere ai propri figli giochi del passato, con un buon rapporto tra numeri dei titoli disponibili e  investimento finale.

In terza posizione troviamo la retro console di Dream Gear che riproduce, in miniatura, un classico cabinato degli anni ’80. Per capire dove acquistare il prodotto, qualora siate interessati, potete cliccare sul link sottostante.

Pro
Look vintage:

I cabinati hanno affascinato intere generazioni di appassionati e poterne possedere uno, anche se in miniatura, potrebbe rendere felici molti degli utenti che passavano gran parte del proprio tempo libero nelle sale giochi.

Giochi precaricati:

All’interno della console sono presenti circa 300 giochi diversi per poter spaziare e divertirsi senza mai essere costretti a puntare sugli stessi titoli.

Prezzi bassi:

Rispetto ad altre retro console, Dream Gear propone un prodotto che ha un costo estremamente contenuto, per tutti coloro che non vogliono spendere troppo per un semplice effetto nostalgia.

Contro
Scelta dei giochi:

I titoli non sono gli originali che la maggior parte dei consumatori ha giocato nelle sale giochi ma si tratta di produzioni indipendenti. Non una console adatta a chi vuole godersi di nuovo le glorie del passato.

Acquista su Amazon.it (€33,4)

 

 

 

Thumbs Up! – Arcade Retro TV Games

 

Per gli amanti delle dimensioni molto ridotte, l’oggetto Thumbs Up! racchiude nello spazio di un piccolo controller una postazione videoludica a 8 bit. Basta connetterlo alle prese audio e l’oggetto riesce a coinvolgere l’utente, trasportandolo in un mondo arcade dove la semplicità dei comandi la faceva da padrone.

Il costo veramente ridotto ne fa un prodotto comodo per chi ha bambini o per adulti che amano staccare un biglietto verso il passato videoludico.

I giochi riproposti ricordano titoli storici sotto una differente veste grafica, mantenendo comunque le dinamiche del titolo originale.

Arcade Retro TV Games di Thumbs Up è il prodotto ideale per chi vuole avere nel palmo della propria mano una quantità elevata di titoli con grafica retro senza dover spendere cifre considerevoli, risultando come il più economico della nostra lista.

Pro
Dimensioni:

La retro console in questione ha la forma di un arcade stick, con levetta direzionale e quattro pulsanti. I giochi sono tutti all’interno e potrete scegliere tra 200 titoli diversi.

Semplice da usare:

Non dovrete far altro che collegare il controller direttamente al vostro televisore per poter iniziare a giocare immediatamente, senza alcun alimentatore o altri cavi.

Prezzi bassi:

Il costo contenuto la rende una scelta interessante per tutti gli utenti che non vogliono optare per console ben più famose dal costo leggermente più elevato.

Contro
Titoli non originali:

Anche in questo caso è necessario chiarire che i giochi inclusi nella console non sono titoli originali ma cloni delle vecchie glorie che mantengono unicamente le meccaniche di gameplay. Prodotto non adatto quindi ai videogiocatori più smaliziati.

Acquista su Amazon.it (€11,37)

 

 

 

CZT – 8GB 64Bit

 

Lo schermo da 4,3 pollici consente un’ottima visione dell’azione su schermo, con la possibilità di sfruttare titoli a 64 Bit ed evocare partite come nelle sale giochi degli anni ‘90.

Dotata anche di un ingresso per schede di memoria in formato microSD e di un’uscita Tv out, la piccola di casa CZT riesce a trasmettere su grande schermo le fasi concitate di gioco. I comandi poi sono posizionati in zone comode, con una piacevolezza tra pulsanti e croce direzionale che si trasforma in un controllo preciso e in mosse rapide durante la partita.

L’autonomia si attesta sulle tre/quattro ore di gioco, dunque tenetene conto e, se pensate di utilizzarla durante un lungo viaggio, non dimenticatevi il caricabatterie.

L’ultimo prodotto della nostra guida per scegliere la miglior console per il retrogaming è realizzato da CZT e ricorda nel design la nota Playstation Vita di Sony, fattore che ne garantisce la comodità di utilizzo.

Pro
Design:

La scelta di imitare il design di una comoda console portatile come PS Vita non è casuale, si tratta infatti di uno dei prodotti preferiti degli utenti grazie allo schermo ampio e la confortevole posizione dei pulsanti.

Giochi:

All’interno della console sono già caricati circa 1.200 giochi provenienti dai sistemi più disparati, dal popolare Neo Geo fino al NES. Potrete inoltre caricarne di ulteriori tramite scheda di memoria SD.

Non solo gaming:

Il dispositivo può essere utilizzato anche per altri compiti come l’ascolto di MP3, lettura di e-book e persino come riproduttore video.

Contro
Batteria:

Secondo i pareri espressi dagli utenti, l’autonomia della batteria non è eccessivamente entusiasmante. Utilizzando la console in modo intensivo si possono raggiungere circa le 4 ore di gioco prima di dover provvedere alla ricarica.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.