fbpx

I 6 Migliori Amplificatori del 2019

Ultimo aggiornamento: 14.11.19

Amplificatore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

In questa pagina parliamo di apparecchi che, mediamente, hanno un costo piuttosto elevato e, quindi, è necessario prestare particolare attenzione nella scelta del miglior amplificatore, perché sia in grado di soddisfare appieno le vostre esigenze. Per aiutarvi abbiamo recensito i modelli a nostro giudizio più interessanti e subito vogliamo anticiparvi quelli che occupano i primi posti della nostra classifica, a cominciare dallo Yamaha RX-V685, tecnologicamente avanzato, ricco di funzioni e con Wi-Fi integrato. Al secondo posto, invece, troviamo il Marantz PM6006 assemblato utilizzando solo componenti discreti a tutto vantaggio delle prestazioni audio che riesce così a restituire.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior amplificatore?

 

Nonostante sul mercato si siano diffusi sempre più formati audio compressi e la musica si riproduca dallo smartphone abbinato a uno speaker wireless, il modo migliore per godere dell’esperienza sonora è ancora disporre di un buon amplificatore.

Per aiutarti nella scelta abbiamo realizzato questa guida, nella quale evidenziamo quali aspetti considerare prima di procedere all’acquisto, seguita dalle recensioni dei migliori modelli in vendita a nostro giudizio.

3

La potenza non vale l’ascolto

Tutte le migliori marche di amplificatori enfatizzano, per cercare di mettere in buona luce i propri prodotti, la potenza che sono in grado di esprimere. Questo dato, però, è piuttosto fine a se stesso perché misurato in condizioni ideali e non nella normalità d’utilizzo, quando il dispositivo è collegato a una coppia di casse, la cui qualità ovviamente influenza la resa sonora.

La potenza dichiarata, dunque, è semplicemente indicativa e ti serve per farti un’idea di fino a che punto è possibile “spingere” l’amplificatore ma non è sufficiente a determinare le qualità di un prodotto di questo tipo. Come fare dunque? Siamo di fronte a uno di quei casi in cui la prova diretta è fondamentale. Prima di scegliere un modello, dunque, fai in modo di ascoltare il suono che è in grado di produrre, le sue tonalità e la resa di bassi, medi e alti.

Non esiste l’amplificatore perfetto, perché ognuno di noi ha una sensibilità e un gusto differente e solo la prova d’ascolto è in grado di fugare i dubbi e le perplessità e permetterti di portare a casa un prodotto soddisfacente.

Mettendo a confronto i prezzi, poi, noterai come il range sia davvero ampio. Anche in questo caso non è detto che spendendo molto ti assicurerai un amplificatore il cui ascolto ti gratifichi, perché la prova dal vivo è sempre la discriminante che si colloca al primo posto della classifica. Insomma, se vuoi acquistare un amplificatore online per risparmiare va bene… ma prima fai un giro in un negozio di hi-fi e concediti alcune prove per individuare il modello che fa per te.

 

Una parte di un impianto

Acquistare un amplificatore, magari spendendo anche una cifra importante, non è garanzia assoluta di poter ascoltare un suono impeccabile. Questo perché l’apparecchio si inserisce all’interno di un impianto composto anche dal riproduttore audio (tipicamente un lettore CD o un giradischi) e dalle casse.

Anche questi elementi devono essere di buona qualità per non penalizzare l’ascolto. In altre parole, spendere molto per comprare un amplificatore e poi risparmiare su casse e lettore CD non è una buona soluzione.

Il nostro consiglio è quello di stanziare un budget per l’intero sistema hi-fi e quindi suddividerlo in modo bilanciato, assicurandoti componenti di buon livello e capaci di appagare le tue necessità sonore. Anche per casse e lettore, la soluzione migliore prima di effettuare l’acquisto è quella di provarli dal vivo.

4

Ingressi e uscite

Il numero di ingressi presenti sull’amplificatore indica quanti apparecchi è possibile collegarvi. In linea di massima quelli standard e davvero utili sono per il lettore CD, il sintonizzatore radio, il giradischi e l’ausiliario (AUX).

Valuta con attenzione quali componenti vuoi aggiungere per creare il tuo sistema hi-fi e indirizzati verso l’acquisto di un amplificatore che disponga solo degli ingressi per te davvero funzionali. I modelli più recenti, per esempio, spesso non dispongono dell’ingresso per il giradischi, altri invece hanno anche quello per il registratore.

Non farti ingannare poi dalla presenza di filtri, luci colorate o display, perché nella maggior parte dei casi si tratta di orpelli poco utili che hanno il solo scopo di incrementare il prezzo di vendita senza reali benefici sulla qualità d’ascolto. Per quanto concerne le uscite, fondamentalmente le uniche due sono quella per le casse e quella per le cuffie.

 

I 6 Migliori Amplificatori – Classifica 2019

 

Gli appassionati di musica che si chiedono come scegliere un buon amplificatore sanno di dover valutare molto attentamente il giusto rapporto qualità/prezzo per un oggetto che darà soddisfazioni ma per il quale bisognerà fare un investimento non irrilevante.

Ecco l’elenco di quelli che la maggior parte dei consumatori considerano i cinque migliori prodotti del 2019 tra i quali poter fare una comparazione.

 

1. Yamaha RX-V685 Sintoamplificatore MusicCast

 

Principale vantaggio:

Il sintoamplificatore ci ha convinto per la buona qualità del suo audio. Pur essendo un entry level regala performance di livello superiore.

 

Principale svantaggio:

C’è davvero poco che non va in questo dispositivo, forse nulla. Dobbiamo comunque dire che si tratta di un sintoamplificatore tutt’altro che economico

 

Verdetto: 9.8/10

È un ottimo dispositivo che oltretutto interagisce alla perfezione con Alexa, l’assistente vocale di Amazon. Il design è sobrio ed elegante; inoltre è molto solido.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Buona qualità audio

Yamaha propone il sintoamplificatore RX-V685 che è da apprezzare per la sua qualità audio. I cinque canali surround si mettono in luce per la loro potenza di 70 W per canale. Supporta tutte le specifiche HDMI di ultima generazione. Il campo sonoro è ampio e avvolgente grazie alla tecnologia Cinema DSP 3D: si ha la sensazione di trovarsi in cinema oppure in una sala da concerto.

Ha il Bluetooth e la riproduzione audio è buona grazie alla tecnologia Compressed Music Enhancer. Il sintoamplificatore, poi, è compatibile con la tecnologia Music Cast grazie alla quale si possono collegare tutti i dispositivi alla stessa rete e ascoltare la musica in qualsiasi ambiente della casa, a patto che sia presente una soundbar oppure dei diffusori wireless.

Compatibile con Alexa

Il sintoamplificatore presenta un vantaggio non da poco secondo noi: è compatibile con Alexa. Questo significa che potete gestirlo con i comandi vocali. Vi basterà chiedere la vostra musica preferita e in un attimo potrete ascoltarla.

Non da meno la funzione che si occupa di gestire la calibrazione dell’audio: YPAO-R.S.C. È in grado di analizzare l’acustica dell’ambiente e apportare le regolazioni necessarie ai parametri audio per ottimizzare la qualità del suono. Dunque, non avete bisogno di essere degli audiofili per ottenere il meglio dalle potenzialità del sintoamplificatore Yamaha.

 

Ottima connettività

In fatto di connettività il dispositivo di difende molto bene. Oltre al Wi-Fi e al Bluetooth ci sono ben sette porte HDMI ma è possibile collegare anche un giradischi oppure una pendrive o tutto ciò che può essere collegato mediante una porta USB. Il telecomando risponde immediatamente ed è comodo da impugnare e utilizzare. L’estetica è da promuovere a pieni voti. Certo, è semplice, lineare ma anche elegante. La semplicità caratterizza anche il display; non aspettatevi colori e cose di questo tipo. Infine i materiali: ottimi secondo noi. Abbiamo lasciato il boccone amaro per ultimo: pur non essendo quanto di più caro in circolazione, è comunque un dispositivo costoso.

 

Acquista su Amazon.it (€537,38)

 

 

 

2. Marantz PM6006 Amplificatore Stereo Integrato

 

Tra i brand che hanno saputo costruirsi una solida reputazione nel mercato dell’audio c’è indubbiamente Marantz di cui vi segnaliamo questo amplificatore PM6006, versione riveduta e aggiornata di uno dei modelli di maggior successo dell’azienda.

La sua resa sonora appare immediatamente di alto livello, anche tenendo conto di un prezzo che è mediamente inferiore a quello di molti altri modelli della stessa fascia di prestazioni. Il merito è da ascrivere all’utilizzo esclusivamente di componenti discreti, sia per la preamplificazione sia per la potenza; il risultato è un suono ulteriormente affinato e dettagliato rispetto al modello precedente.

La presenza di due ingressi ottici e di uno coassiale consente di collegare diversi dispositivi di riproduzione sonora, senza doversi preoccupare di trafficare coi vari cavi. La qualità generale molto elevata assicurata dal dispositivo di Marantz, oltre alla gratificazione d’ascolto, comporta una serie di “obblighi” per non sprecare quello che l’amplificatore è in grado di offrire.

Questo significa che al prezzo non certo irraggiungibile ma nemmeno economico, dovrete necessariamente aggiungere una serie di componenti di elevata qualità (e dunque costosi), come cavi di collegamento e casse. Il risultato finale però vi ripagherà dell’esborso.

Pro
Qualità:

La resa sonora è di quelle che gratificano anche l’orecchio più esigente e confermano la bontà dei prodotti fabbricati da Marantz.

Versatile:

La presenza di due ingressi ottici e di uno coassiale permette di collegare diverse fonti sonore in contemporanea.

Assemblaggio:

L’attenzione messa dall’azienda produttrice è evidente sia per quanto riguarda la scelta dei materiali sia delle soluzioni, volte a garantire un suono nitido ed estremamente dettagliato.

Contro
Serie di costi:

Al di là del prezzo necessario all’acquisto - non caro ma nemmeno a buon mercato - è necessario sommare gli ulteriori esborsi per comprare cavi e diffusori di elevata qualità.

Acquista su Amazon.it (€439,43)

 

 

 

3. Harman Kardon AVR-151S Ricevitore

 

3.Harman Kardon AVR-151In base anche alle recensioni di molti utenti, l’amplificatore Harman Kardon rientra tra i migliori del 2019 e, quindi, chi sta pensando quale amplificatore 5.1 comprare può tenere in considerazione questo modello per diversi motivi.

Prima di tutto, si tratta di un prodotto versatile perché, come nel modello Yamaha visto precedentemente, anche in questo caso è possibile ascoltare la radio vista la presenza di un sintonizzatore.

Il grande vantaggio rispetto al modello Yamaha è che è molto più economico pur mantenendo una buona qualità complessiva. Lo svantaggio è che non può vantare la stessa potenza: qui abbiamo, infatti, 375 W in totale (cinque canali da 75 W l’uno).

Per chi ama la comodità, è possibile controllare il dispositivo tramite telecomando.

Al terzo posto della nostra classifica troviamo l’amplificatore Harman Kardon: ecco brevemente quali sono i suoi punti di forza e di debolezza con l’indicazione in fondo di dove acquistare il prodotto.

Pros
Versatilità:

Interessante la presenza del sintonizzatore per l’ascolto della radio che invece non si trova in tanti altri dispositivi simili.

Connessione:

Grazie alla porta USB frontale è possibile collegare il sintoamplificatore con dispositivi Apple, come iPAd oppure iPhone; è anche predisposto per la connessione diretta a Spotify, e tramite abbonamento Premium, dà la possibilità d\'ascolto direttamente su dispositivi mobili.

Installazione:

La facilità di installazione allo stereo è un vantaggio che molti utenti hanno sottolineato; anche se non si è degli esperti nel campo, non ci dovrebbero essere problemi a installarlo e configurarlo.

Qualità/prezzo:

Chi cerca un impianto di buona qualità ma senza voler spendere un capitale, farebbe bene a tenere in considerazione il prodotto realizzato dalla Harman Kardon perché potrebbe costituire una valida risposta.

Cons
Potenza:

La potenza non può essere considerata uno dei punti di forza dell’impianto.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€320)

 

 

 

4. Pioneer A-10-K Amplificatore Stereo da 50W

 

4.Pioneer A-10-KAnche se non rientra tra i migliori amplificatori Pioneer venduti online, numerose recensioni dei consumatori ci consentono di collocare il modello A-10-K tra quelli da prendere in considerazione. E a ragione.

Infatti, una volta chiarito che si tratta di un modello non rivolto ad un pubblico particolarmente esigente, i vantaggi appaiono chiari: il primo riguarda il prezzo che è decisamente inferiore rispetto ai modelli visti finora e, quindi, risulta molto allettante per coloro che non sono interessati alle funzioni più tecnologicamente avanzate ma che vogliono sostanzialmente spendere poco.

Ciò non significa che l’A-10-K sia un prodotto di bassa qualità; anzi, rispetto a tante altre offerte che si possono trovare sul mercato, questo modello garantisce affidabilità e buona qualità audio.

Certo, i suoi 50 W (per due canali) di potenza non possono essere paragonati ai 150 W (per sette canali) del modello Yamaha, ma con un paio di buone casse la qualità del suono è soddisfacente.

Infine, molti utenti apprezzano anche il design elegante e retro e la possibilità di poter scegliere tra due colori, il nero e l’argento.

Nella nostra guida per scegliere il miglior amplificatore del 2019 non poteva mancare un prodotto Pioneer, ed eccolo qui. Di seguito ne riassumiamo pro e contro.

Pros
Design:

Lo stile elegante e allo stesso tempo rétro lo rende molto gradevole dal punto di vista estetico, mentre la possibilità di scegliere tra due colori ne facilita l’abbinamento cromatico con i vari ambienti dove può essere collocato.

Suono:

La qualità del suono appare discreta, soprattutto se viene valorizzata da un paio di buone casse.

Prezzo:

Il prezzo entry level è decisamente un punto di forza perché lo rende accessibile a tutte le tasche.

Cons
Tecnologia:

Adatto specialmente a chi cerca un prodotto economico, non a chi pretende un dispositivo tecnologicamente all’avanguardia.

Potenza:

Rispetto ai modelli visti in precedenza, non si può dire che il Pioneer spicchi per la sua potenza.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€199,9)

 

 

 

5. Auna Av2-Cd508 Amplificatore Hi-Fi Finale di Potenza

 

5.Auna Av2-Cd508Pur non essendo considerato il miglior amplificatore Hi-Fi in circolazione, la maggior parte degli utenti che hanno provato il modello Auna ci induce a inserirlo tra i consigli d’acquisto e, nel complesso, meritevole di entrare nella top five del 2019.

Il pregio sostanziale che offre è l’ottimo rapporto qualità/prezzo: questo modello è il più economico di tutti quelli visti finora e potrà interessare molto, quindi, chi non intende spendere un patrimonio per un amplificatore.

Nello stesso tempo, l’Auna ha creato un prodotto che, nonostante il prezzo basso che può portare allo scetticismo, mantiene comunque una buona qualità, per esempio, in termini di potenza grazie ai suoi 600 W e di pulizia del suono.

Un altro aspetto che è stato ritenuto positivo riguarda il modello che si presenta molto compatto, elegante, particolarmente leggero ed è, quindi, facile da spostare in casa.

L’ultimo amplificatore col quale si chiude la nostra classifica è anche quello più economico. Ecco quali sono in sintesi le sue caratteristiche principali.

Pros
Prezzi bassi:

L’amplificatore Auna è pensato per chi vuole spendere il meno possibile per un prodotto del genere.

Dimensioni:

Colpisce la compattezza del modello e anche la sua grande leggerezza, due aspetti che lo rendono molto facile da trasportare sia in casa che in auto.

Cons
Scalda:

Attenzione! Tende a scaldarsi molto e anche piuttosto velocemente.

Canale destro:

Le performance offerte dal canale destro possono offuscarsi dopo un utilizzo più o meno prolungato.

button-IT

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Marantz PM6005/N1B Amplificatore Audio 2.0 Canali

 

2.Marantz PM6005-N1BDa molte recensioni degli utenti si evince che un altro ottimo modello da tenere in considerazione è l’amplificatore Marantx che, pur essendo meno potente del modello Yamaha, risulta molto gradito dagli utenti per il suo design particolarmente curato e per la possibilità di poter scegliere tra il colore nero e argento.

Ma soprattutto, chi conosce la Marantz ha notato e apprezzato i grossi cambiamenti apportati rispetto alla versione precedente: ora questo amplificatore si è evoluto, sono state aggiunte nuove e più moderne funzioni  e, soprattutto, può vantare una riproduzione audio di qualità maggiore grazie a diversi fattori: innanzitutto, il comodo DAC interno migliorato che arriva fino a ben 24 bit/192 kHz e poi la presenza del particolare trasformatore toroidale e dell’amplificazione originale Marantz, detta Current Feedback.

Più economico dell’amplificatore Yamaha, il dispositivo realizzato dalla Marantz è comunque di grande qualità come dimostrano le caratteristiche che lo contraddistinguono. Ecco quali sono in breve.

Pros
Design:

Uno dei vantaggi che molti utenti sottolineano è la bellezza e raffinatezza del design che è disponibile anche in due colori, potendosi quindi adattare meglio ai vari ambienti.

Qualità audio:

Il DAC interno che arriva fino a 24 bit/192 kHz, insieme al trasformatore toroidale e all’amplificazione originale Marantz, consentono di ottenere una qualità audio eccezionale.

Funzioni:

Chi ha avuto la possibilità di conoscere gli impianti prodotti in precedenza dalla Marantz non può non apprezzare la maggiore ricchezza di funzioni che questo modello presenta per la prima volta consentendo agli utenti un divertimento mai raggiunto prima.

Rapporto qualità/prezzo:

Uno degli aspetti che colpisce maggiormente è la grande qualità complessiva offerta a cui fa da riscontro un prezzo non esagerato.

Cons
Potenza:

Se paragoniamo il Marantz, per esempio, allo Yamaha visto prima, la differenza di potenza tra i due si nota.

button-IT

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come usare un amplificatore

 

Un amplificatore serve a modulare la forza del segnale elettrico ed è indispensabile all’interno di un impianto Hi-Fi. Dalla scelta dell’amplificatore dipende buona parte della resa audio. Perché diciamo solo buona parte? Perché un ruolo fondamentale spetta anche ai diffusori. In sostanza, serve ben poco comprare un amplificatore da 1.000 euro e abbinarlo a delle casse da 50 euro.

Stereo o multicanale?

Quando si sceglie l’amplificatore si hanno davanti due soluzioni, quella classica, ovvero stereo oppure quella multicanali ideale soprattutto per chi usa l’amplificatore collegato al televisore per godersi un bel film e non perdersi nessuna sfumatura audio. A un amplificatore stereo vanno collegate due casse così da creare un canale destro e uno sinistro. Nel caso dell’amplificatore multicanale, si possono collegare dai cinque (più uno) ai sette (più uno) diffusori.

 

Scegliere la potenza giusta

La scelta della potenza non è una passeggiata e va fatta con cura. Soprattutto se si possiedono già le casse, vi si resta vincolati. Per tale ragione, chi costruisce il suo impianto Hi-Fi da zero, farebbe bene a concentrarsi prima sull’amplificatore e poi scegliere il resto degli elementi. In generale non bisogna farsi ingannare dai soli Watt. La potenza deve essere scelta con raziocinio: è necessario tenere in grande considerazione le dimensioni della stanza dove andrà l’amplificatore e la sua acustica.

Un dispositivo troppo potente in una stanza troppo piccola fornirà una qualità audio di pessima qualità. Quanto afferma un produttore sul suo prodotto va sempre preso con le molle perché i dati forniti e le qualità decantate sono riferite a una serie di condizioni ideali difficilmente riproducibili in un ambiente domestico.

 

La connettività

Quando si compra un amplificatore bisogna avere chiaro cosa ci andrà collegato. Tutti i modelli presentano ingressi per il lettore CD, il giradischi e il sintonizzatore radio, oltre a un ingresso AUX che consente di collegare altri dispositivi. Ma oggi la musica si ascolta anche in formato MP3 e in streaming. Insomma, suggeriamo di prendere in seria considerazione quei modelli che offrono tecnologie come il Wi-Fi o il Bluetooth senza sottovalutare la presenza di una porta USB.

Gestione via app

Sono sempre più gli amplificatori sul mercato che offrono la possibilità di essere gestiti mediante una applicazione che, a sua volta, è gestita dallo smartphone o dal tablet. È una soluzione molto comoda secondo noi, però verificate che l’app sia ben fatta perché in questo senso la delusione può nascondersi dietro l’angolo. Capita spesso di imbattersi in app progettate male, poco intuitive, per non parlare di quelle che crashano di continuo.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Yamaha RX-V679

Principale vantaggio

Tra le molte funzioni che offre, senza dubbio una delle più apprezzate è la presenza di una connessione Wi-Fi e supporta quindi una varia serie di servizi di streaming musicale.

 

Principale svantaggio

L’alta qualità di questo amplificatore si paga, e non poco, come spesso accade con prodotti di fascia alta particolarmente completi.

 

Verdetto: 9.8/10

Il prezzo un po’ alto è comunque bilanciato rispetto a quello che offre questo amplificatore, dotata di una serie di caratteristiche tecniche che si trovano più spesso su prodotti di fascia ancora più alta.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Non solo amplificatore

Chi sceglierà questo amplificatore lo farà molto probabilmente per la miriade di funzioni che offre e non solo per amplificare l’audio in arrivo da diverse sorgenti. Una caratteristica non comune a questo tipo di prodotto è la presenza di un sintonizzatore, ossia tramite questo prodotto è possibile anche ascoltare le stazioni radio preferite.

Grazie alla tecnologia MusicCast si possono collegare tutti i dispositivi audio normalmente utilizzati in casa. Un esempio molto pratico è dato dalla possibilità di ascoltare un brano in diverse stanze dell’abitazione, oppure scegliere quali canzoni riprodurre in un determinato ambiente. Questa versatilità lo rende un prodotto adatto a tutta la famiglia visto che ogni componente potrà scegliere cosa ascoltare in totale autonomia.

L’amplificatore è anche dotata di una tecnologia che gestisce i vari canali audio e invia l’audio ai vari dispositivi presenti in casa. Il tutto avviene in modo automatico e quindi anche gli utenti meno esperti potranno avere l’audio migliore senza dover impazzire con impostazioni e setup.

Tecnologia all’avanguardia

L’amplificatore Yamaha mette sul piatto una serie di tecnologie di ultima generazione che permettono di fruire in diverse modalità la musica preferita. Ad esempio, grazie alla connessione Wi-Fi integrata, è possibile connettersi a Internet e collegarsi di conseguenza alle varie applicazioni che trasmettono musica in streaming, come Spotify o Apple Music. Inoltre, è possibile ascoltare la moltitudine di stazioni radio che trasmettono via internet.

I possessori di dispositivi iOS come IPad, iPod o iPhone apprezzeranno il supporto alla tecnologia AirPlay con cui è possibile diffondere per casa musica presente su uno di questi dispositivi targati Apple. Grazie alla app gratuita AV Controller, l’amplificatore Yamaha si può controllare a distanza con un qualsiasi tablet o smartphone (Android o iOS).

 

Varietà di connessioni

Come detto una delle connessioni più apprezzate è senza dubbio il Wi-Fi per collegarsi a una rete internet. Se invece non è presente un router si può sfruttare la connessione bluetooth per collegare un qualsiasi dispositivo dotato di tale interfaccia, come i moderni tablet o smartphone.

Il collegamento con TV o lettori Blu-Ray avviene tramite connessione HDMI e grazie alla tecnologia Audio Return Channel l’audio viaggia sia in entrata, sia in uscita dall’amplificatore. Molto utile la porta USB posta nella parte frontale del dispositivo che permette di collegare chiavette USB o hard disk esterni e riprodurre, ad esempio, le tracce audio presenti su tali dispositivi.

Non manca una modalità “ECO” che mette in stand-by l’amplificatore facendo risparmiare energia quando non lo si usa ma lo si lascia comunque acceso.

 

 

Yamaha RX-V679 

 

1.Yamaha RX-V677Considerato il miglior amplificatore del 2019 nelle recensioni della maggior parte dei consumatori, il modello della Yamaha vanta diversi pregi che non tutti gli altri posseggono.

Innanzitutto, essendo dotato di sintonizzatore, è più esattamente un sintoamplificatore. In secondo luogo, è un prodotto molto potente perché è in grado di produrre un suono surround a 7.2 canali da 150 W ed ha una qualità audio ottimale e bilanciata grazie agli ottimizzatori YPAO Volume presenti.

La sua valutazione positiva dipende anche dall’essere tecnologicamente all’avanguardia: per esempio, è in grado di supportare AirPlay e di ricevere musica wireless da dispositivi mobili e pc ed è, inoltre, possibile visualizzare informazioni come canzone, nome dell’artista, ecc.

Si tratta di uno tra gli amplificatori Yamaha più venduti anche perché è dotato di numerose comode funzioni apprezzate dagli utenti: ha il Wi-Fi integrato, supporta servizi di streaming musicale consentendo di ascoltare Napster, Spotify, Juke! e scaricando un’app gratuita è possibile controllare alcune funzioni anche da smartphone e tablet.

Secondo tanti pareri degli utenti, dunque, l’amplificatore Yamaha è al top della classifica dei migliori prodotti del 2019. Ricapitoliamone in breve vantaggi e svantaggi.

Pros
Sintonizzatore:

A differenza di tanti altri apparecchi, il nuovo Yamaha è dotato anche di sintonizzatore perciò è più completo e versatile poiché offre la possibilità anche di ascoltare la radio.

Qualità audio:

Grazie al suono surround a 7.2 canali da 150 watt è molto potente mentre gli ottimizzatori YPAO Volume presenti garantiscono un audio ottimale e bilanciato.

Tecnologia:

Ecco un dispositivo tecnologicamente all’avanguardia grazie al supporto AirPlay, alle informazioni sulle tracce che vengono visualizzate e alla modalità di ascolto wireless che consente una comoda associazione con PC, smartphone e tablet.

Funzioni:

La ricchezza di funzioni di cui il dispositivo è dotato costituisce un altro suo punto di forza, si pensi al Wi-Fi integrato e alla possibilità di ascoltare in streaming Napster, Spotify e Juke!.

Cons
Prezzo:

Alla grande qualità corrisponde un prezzo che non si può definire di fascia bassa.

button-IT

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

Il miglior sintoamplificatore

Amplificatore per chitarra

Home theatre

Sistema audio

Subwoofer

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoAntonio I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Antonio
Ospite
Antonio

Mi si è bruciato l’amplificatore del mio vecchio impianto stereo marca Yamaha A-960. Gli altri componenti sono: giradischi Yamaha P-751, casse Canton, compact disc player Technics Sl-P333, sinto. Cosa mi consigliate di acquistare in sostituzione?

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (15 voti, media: 4.67 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status