I 5 Migliori Cibi Per Cani del 2020

Ultimo aggiornamento: 06.04.20

 

Cibo per cani – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

La scelta del cibo per i nostri cani non può basarsi esclusivamente su considerazioni economiche, ma bisogna riuscire a coniugare qualità nutritive, soddisfazione dell’animale, praticità e un po’ di risparmio per il padrone. La buona notizia è che, secondo quanto certificano molti veterinari specializzati, i mangimi sul mercato sono mediamente di buona qualità, grazie alle regole di produzione e conservazione europee e nazionali. Ci siamo concentrati sulle offerte per cani di taglia media, ma tutte le marche proposte garantiscono una grande varietà di prodotti, per ogni esigenza alimentare. Al primo posto abbiamo premiato soprattutto la qualità, tralasciando un po’ il risparmio. Siamo venuti incontro alle statistiche che dimostrano quanto, per animali domestici e bambini, i clienti siano disposti a spendere un po’ di più, in cambio di garanzie sul prodotto. Ecco perché abbiamo selezionato Oasy, nella versione al salmone adatta anche a cani con problemi di allergie alimentari. In seconda piazza proponiamo la confezione da 15 kg (più 3 in offerta nel momento in cui scriviamo) di Royal Canin, che abbina un’ottima scelta di preparazione e di materie prime a una confezione gigante per economia “di scala”.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il migliore cibo per cani?

 

Quando ci si domanda come scegliere un buon cibo per cani bisogna considerare tre elementi fondamentali: salute, prezzo e… gusti dell’animale. Il nostro migliore amico, infatti, non è detto che sia sempre di bocca buona e accetti di mangiare qualunque cosa gli mettiate nella ciotola.

Per decidere quali siano i migliori cibi per cani del 2020 dovremmo quindi chiedere anche un parere canino e, sia pure indirettamente, lo abbiamo fatto: vagliando centinaia di recensioni online, scritte dai proprietari, sui singoli prodotti in commercio. 

Cibo secco o umido?

Il primo tipico dilemma del padrone di un cane: meglio il cibo secco (i classici croccantini) o meglio l’umido? Non esiste una risposta giusta in assoluto, poiché ogni tipologia offre vantaggi e svantaggi. In questa guida abbiamo privilegiato i mangimi secchi, ma non bisogna equivocare: la pappa umida nelle scatolette contiene, solitamente, più grassi (quelli “buoni”) e più acqua, per non parlare del fatto che molti amici pelosi la gradiscono di più.

Al contrario, il cibo secco rende più “felici” i padroni, perché è molto più comodo da dosare e conservare, quindi se ne può fare una grande scorta (con conseguente risparmio) senza problemi. Dal punto di vista alimentare, i croccantini svolgono un compito in più che è quello di “pulizia” dei denti, operazione un tempo svolta dalle ossa e dai tessuti connettivi delle prede vive. 

Probabilmente, non esiste il migliore cibo per cani in assoluto, perché ogni animale ha esigenze diverse, in base all’età, alla taglia, al peso, ma anche alle abitudini di vita, che possono riguardare l’attività fisica svolta ogni giorno con voi.

Esistono poi precise allergie alimentari, sebbene i veterinari ci avvertano che sono statisticamente ancora piuttosto rare. Sono invece ormai diffusissimi gli alimenti monoproteici, integrati con fibre correttamente trattate e tutte le vitamine indispensabili, che possono rispondere a questa esigenza.

 

Alimento completo

Nella nostra guida per scegliere il miglior cibo per cani abbiamo escluso qualunque tipo di integratore e recensito esclusivamente alimenti completi. Questa dicitura deve essere ben chiara sulla scatoletta o sulla confezione che vi apprestate ad acquistare.

L’offerta alimentare per gli animali è talmente vasta e diversificata da indurre in errore. Le etichette sono solitamente abbastanza chiare e costituiscono un buon punto di partenza per decidere il pasto di Fido. Solo un alimento completo garantisce una dieta equilibrata adatta a essere proposta tutti i giorni, anche in modo esclusivo. 

Cosa significa completo? Il cibo secco difetta quasi sempre, per sua natura, di grassi sani, e bisogna dunque fare attenzione alle percentuali indicate dal produttore. I cani necessitano soprattutto di proteine, ma anche di un giusto apporto di vitamine, fibre, calorie e sali minerali. Le calorie dovrebbero provenire, almeno per il 35%, da proteine animali.

Su questo fronte, le regole europee e italiane sono abbastanza rigide. Gli animali usati per il cosiddetto petfood, che finiscono cioè nelle ciotole di cani e gatti, devono ricevere la certificazione del servizio nazionale veterinario, proprio come avviene per le carni destinate ai nostri piatti. 

Il problema dei cereali

Alcuni proprietari, invece, sono particolarmente infastiditi dalla farina di cereali che si trova quasi inevitabilmente nelle crocchette. È infatti il prodotto più usato per ottimizzarne la lavorazione e l’impasto del cibo secco. Si usano riso, frumento, ma soprattutto mais, che si mescola agli altri ingredienti perché siano amalgamati ad alte temperature. 

La discussione attorno a queste “tracce” alimentari è spesso molto vivace. I pareri degli esperti di alimentazione animale, tuttavia, sembrano convergere attorno all’idea che i carboidrati siano ben tollerati dal cane e, secondo molti, perfino utili alla alimentazione, purché correttamente trattati e introdotti in giusta percentuale.

 

I 5 migliori cibi per cani – Classifica 2020

 

 

1. Oasy secco al salmone Cibo per cani confezione 12 kg

Principale vantaggio

In questo caso abbiamo premiato la qualità delle materie prime, l’apporto delle sostanze nutritive, la trasparenza dell’etichetta, la totale assenza di antiossidanti come BHA e BHT, attestata da laboratori indipendenti. Un prodotto sano e ghiotto, apprezzatissimo dai cani e dai padroni.

 

Principale svantaggio

Il prezzo di questo prodotto è un po’ superiore alla media. Con la confezione da 12 kg, a seconda delle offerte, si possono spendere poco più di tre euro al chilogrammo.

 

Verdetto 9.6/10

Non è facile trovare una qualità migliore tra i mangimi per cani, proposta a un prezzo comunque abbordabile. Non è la marca più nota, né vi sarà facile trovarla in cima alle classifiche dei prodotti più venduti, ma gli utenti assegnano cinque stelle e in questo caso ci sono tutte le ragioni per farlo.

Acquista su Amazon.it (€59)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Prima scelta

Oasy, lo diciamo subito, non è in cima alle classifiche dei prodotti più venduti, ma merita l’attenzione dei padroni più esigenti, sempre più numerosi. Il prodotto fa incetta di recensioni a 5 stelle, corredate da giudizi entusiastici, a cui si aggiungono le sentenze degli esperti e dei siti specializzati.

Le materie prime sono scelte con cura, per garantire la giusta percentuale di apporto calorico da proteine animali, perché le percentuali non dicono tutto. Il vostro cane, infatti, ha bisogno di un significativo approvvigionamento proteico, ma bisogna anche considerarne la fonte, vale a dire le materie prime. Non va dimenticato che l’uso eccessivo di proteine vegetali, di ossa o, perfino, di tagli di carne con troppo collagene (quali sono, per esempio, spalla o ginocchio) può ridurre la qualità dell’apporto proteico, con conseguenze sulla salute del cane. 

Equilibrio

Oasy garantisce carne e tagli di prima scelta, ma senza dimenticare gli altri elementi nutritivi essenziali. Questi elementi, uniti alla cura nella lavorazione e alla scelta degli additivi, rendono le crocchette particolarmente adatte agli stomaci più sensibili.

L’etichetta dimostra di rispettare perfettamente gli obblighi di legge e corrisponde al prodotto offerto. Il prezzo al chilo si aggira attorno ai cinque euro se si opta per le confezioni più piccole, ma crolla a circa tre euro con la confezione maxi da 12 kg: una cifra che molti proprietari di cani sborserebbero senza rimpianti, sapendo di garantire un pasto sano e naturale al loro amico a quattro zampe. Anche i diretti interessati, stando ai pareri espressi dai proprietari, dimostrano di trovare gustose le crocchette di Oasy.

 

Carboidrati, ma trattati

Infine, i carboidrati sono considerati il “tallone” d’Achille delle crocchette, perché quasi inevitabili nel ciclo della loro produzione. Di solito provengono da farine di riso, mais o altri cereali. Secondo molti veterinari alimentaristi, il cane li tollera bene, quando assunti in giusta misura e trattati in modo da renderli più digeribili, vale a dire cotti ad alte temperature per un tempo adeguato. 

Sotto questo profilo, non sembra di poter muovere alcuna critica ai prodotti Oasy. Inoltre, l’azienda sgombera qualsiasi dubbio sugli antiossidanti BHA e BHT, decidendo di non usarli, benché perfettamente legali. 

 

Acquista su Amazon.it (€59)

 

 

 

2. Royal Canin Medium Adult  Cibo per cani confezione 15 kg 

 

I sacchi venduti online da 18 kg (15+3) della Royal Canin costituiscono un’offerta particolarmente interessante. Il risparmio è garantito, ma certo non a dispetto della qualità. Saziare il vostro cani, fatte le dovute proporzioni, può costarvi meno di un euro al giorno.Il mangime secco supera brillantemente i test degli specialisti e il giudizio dei clienti. I cani vuotano le ciotole con soddisfazione e i padroni possono stare tranquilli: tutti gli elementi nutritivi indispensabili sono presenti nelle giuste proporzioni: sali minerali, vitamine, corretto apporto proteico.

Ma la quantità non è tutto, occorre la qualità delle materie prime, vale a dire, per esempio, i tagli di carne usati per le proteine e un processo di lavorazione che non lasci residui sgraditi o, peggio, dannosi per la salute. L’azienda francese garantisce un buon livello. Volendo cercare il pelo nell’uovo, secondo alcuni laboratori si potrebbe fare di più per quanto riguarda l’apporto di grassi. 

Le dimensioni dei croccantini sono studiate per cani di taglia media, cioè tra i 10 e i 24 kg, ma sembrano graditi anche dai colleghi di taglia più grossa. Ripercorriamo nella tabella qui sotto tutte le qualità e i possibili difetti del prodotto della Royal Canin.

Pro
Prezzo qualità:

sono rare le confezioni da 15 kg e ancor più quelle da 18. Si può fare scorta e risparmiare.

Materie prime:

un pasto appetibile e completo per cani adulti di taglia media (tra i 10 e i 24 kg), che fornisce i giusti nutrienti a partire da materie prime ben scelte.

Digeribilità:

alta digeribilità del prodotto, testimoniata da esperti e clienti. I cani mangiano con soddisfazione senza controindicazioni.

Contro
Grassi carenti:

è un problema di tutti i croccantini o quasi, meno ricchi di grassi sani rispetto al cibo umido. Ma si tratta di virgole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Acana Grass Fed Lamb cibo per cani sacco da 11 kg

 

Secondo i pareri di molti proprietari si tratta dei migliori croccantini per cani sul mercato. Purtroppo non sono certo i più economici, ma sulla qualità sembra proprio che non si possano fare obiezioni. Non è in cima alle classifiche dei prodotti più venduti, ma chi lo ha provato non ha potuto che certificarne l’eccellenza.

Acana sceglie con cura le materie prime con cui fornire un perfetto apporto di proteine, grassi, vitamine, calorie e sali minerali. Si tratta di un pasto assolutamente equilibrato, privo dei discussi additivi BHA e BHT. Il prodotto che qui vi proponiamo è a base di agnello, particolarmente indicato per cani con qualche problema di “intolleranze” alimentari. 

Il costo, come detto, non è tra i più bassi. Se si considera il fabbisogno giornaliero di un cane di 10 kg, la sua alimentazione con croccantini Acana vi costerà poco meno di due euro. E tuttavia, se state cercando un prodotto che vi faccia sentire sicuri e risolva ogni problema di tollerabilità da parte del vostro amico a quattro zampe, questa è la marca giusta. Nella tabella rappresentata qui sotto potete vedere in un solo colpo d’occhio i pro e i contro di questo mangime. 

Pro
Materie prime:

i croccantini Acana non offrono solo il giusto quantitativo di proteine e calorie, garantiscono materie prime di ottima qualità.

Cibo sano:

non c’è presenza di additivi che mettano a rischio la salute del cane. Acana rinuncia anche ai BHA e BHT.

Contro
Prezzo:

il costo di questo prodotto non è tra i più bassi, sebbene del tutto coerente con la qualità offerta.

Sacco da 11 kg:

Una confezione da 15 kg permetterebbe forse un maggiore risparmio e una scorta più duratura.

Acquista su Amazon.it (€84)

 

 

 

4. Monge Gemon Adult Medio Tonno e Riso  – sacco da 15 kg

 

Il marchio Monge ha fatto da tempo breccia nei cuori dei proprietari di cani. Noi sottoscriviamo il giudizio positivo, in particolare per il prodotto che qui recensiamo. Il sacco da 15 kg permette una scorta duratura a un costo piuttosto conveniente, soprattutto se si fa attenzione alle offerte in Rete. Il prezzo al chilogrammo è di circa tre euro, il che significa che un cane di media taglia può essere nutrito con una spesa inferiore a un euro al giorno, grazie anche alla ricca concentrazione proteica del mangime.

Abbiamo selezionato un menu esclusivamente a base di pesce. Sulla confezione spicca la scritta tonno, ma se si legge con attenzione l’etichetta si scopre che è mescolato ad altre specie ittiche. In ogni caso, non c’è ombra di pollo, manzo, o altra proteina animale che non provenga dall’acqua. 

Si tratta dunque di un prodotto particolarmente consigliabile a cani con presunte o reali allergie alimentari o con qualche disturbo di fegato. Nella tabella abbiamo riunito tutti i punti forti e gli elementi di maggiore debolezza di questi croccantini.

Pro
Alta digeribilità:

la formula a base di solo pesce è particolarmente adatta ai cani con disturbi di fegato e altri problemi di digestione.

Scorta duratura:

Il sacco da 15 kg permette di risparmiare e di dimenticare per un po’ il problema dell\'approvvigionamento.

Contro
Non per tutti i gusti:

i croccantini al pesce non piacciono a tutti i cani. Ma i gusti non si discutono, anche nel mondo animale, e comunque bisogna “parlarne” con gli interessati.

Acquista su Amazon.it (€30,4)

 

 

 

5. Nova Foods Natural Trainer Medium Adult Pollo e Riso cibo per cani

 

La Nova Foods, con il suo Natural Trainer punta tutto sulla proposta di ingredienti naturali e sull’uso moderato di conservanti e coloranti. Abbiamo scelto i croccantini per cani di taglia media, ma la stessa formula dietetica è disponibile per mini e maxi. Il mangime garantisce una interessante varietà di fibre vegetali e l’uso, oggi molto di moda anche tra gli umani, dell’aloe vera, qui trattata per essere bene assimilata dai nostri amici a quattro zampe. 

Il rapporto prezzo e qualità è piuttosto interessante: potete spendere circa la metà rispetto, per esempio, ai croccantini di Acana, e garantire comunque al cane una corretta alimentazione e un giusto rapporto tra grassi, vitamine, sali minerali e proteine. 

In questo caso abbiamo selezionato la confezione con pollo e riso, ma sono disponibili molti altri abbinamenti, per tutti i gusti e per tutte le esigenze dietetiche. Ripercorriamo per punti gli elementi a favore e a sfavore di questa nota marca di cibo per cani.

Pro
Dieta varia:

la Nova Foods propone materie prime di discreta qualità, integrate da fibre vegetali e in grado di garantire tutti i valori nutritivi fondamentali.

Per i patiti dell’aloe:

la formula prevede l’uso dell’aloe vera, una scelta ammiccante che farà felice alcuni proprietari di cani “salutisti”.

Contro
Prezzi buoni, non imbattibili:

i prodotti Natural Trainer sono in vendita a prezzi molto interessanti, ma nella nostra cinquina c’è anche chi li supera.

Attenti ai grassi:

parliamo di dettagli minimi, ma alcuni test segnalano che i croccantini potrebbero migliorare dal punto di vista dell’apporto di grassi. Nulla, tuttavia, che pregiudichi una dieta completa.

Acquista su Amazon.it (€32,79)

 

 

 

Come somministrare il cibo per cani

 

Una volta deciso quale cibo per cani comprare, si tratta di proporlo al nostro amico peloso nei modi e nei tempi giusti. Abbiamo quindi raccolto alcuni consigli, mutuati dai maggiori esperti in materia, per garantire ai cani una corretta alimentazione a seconda dell’età e delle abitudini di vita.

Come detto, in questa guida ci siamo concentrati sui mangimi per taglia media, che è quella che raccoglie il maggior numero di esemplari, di razza e meticci, ma si tratta di una categoria sotto il cui ombrello si trova un bouledogue francese così come un border collie. 

Dosi e pasti quotidiani

Non è ozioso chiedersi quanti pasti somministrare ogni giorno al proprio cane, né stabilire degli orari. Tra gli esperti e i proprietari si è affermata l’abitudine di distribuire il cibo almeno due volte (se non tre) nel corso del giorno. Sembra infatti che un singolo pasto produca troppa attesa da parte dell’animale, che si avventerà sulla ciotola con eccessiva voracità, esponendosi così a rischi per la digestione.

Se si tratta di cani che svolgono un’intensa attività fisica, o di taglia pesante, il numero di pasti deve accompagnare le ore di fatica e il consumo di calorie, distribuendosi lungo la giornata. Salvo esigenze specifiche, gli orari possono, tendenzialmente, coincidere con quelli del nostro pranzo e della nostra cena.

Gli educatori raccomandano, in alcuni casi, di far mangiare il cane dopo di voi, per stabilire le giuste gerarchie anche in questo rituale. A questo proposito, è bene ricordare che la dominanza del padrone non è a danno del cane, abituato a una scala gerarchica nei branchi, ma serve anzi a garantire un corretto rapporto animale-proprietario e permette di passeggiare, ricevere ospiti, fare attività insieme senza che subentrino comportamenti rischiosi per l’uomo, il cane e la comunità intorno.

Il pasto serale, tuttavia, sarebbe meglio se non si svolgesse troppo tardi, e possibilmente non oltre le sette di sera. Subito dopo il cibo, meglio non sottoporre il cane ad attività fisica troppo intensa. I cuccioli necessitano di cure particolari: devono mangiare anche 3/4 volte al giorno e con un apporto proteico superiore. Per i più piccoli, che possono però già girare all’aperto perché coperti dalle vaccinazioni, il consiglio è portarli a spasso subito dopo la pappa, perché imparino più velocemente ad associare la passeggiata con la necessaria espulsione delle feci.

 

I maghi dei fornelli

Forse per ragioni ataviche, sono tante le proprietarie (ma anche proprietari) di cani che amano dedicarsi personalmente alla preparazione del pasto. È un gesto d’amore che può dare anche ottime soddisfazioni, purché si consideri bene la posta in gioco. 

Il grande amore per il nostro cane non ci rende, ipso facto, i migliori esperti sulla sua alimentazione e sulle sue necessità dietetiche, legate alla razza, all’età, alla taglia e all’attitudine al movimento e al consumo di calorie. Bisogna valutare quanto tempo e denaro siamo disposti a investire.

Il mangime in scatola è mediamente di buona qualità, anche quello che si trova più facilmente nei supermercati, e di sicuro si tratta sempre della scelta più pratica e conveniente da un punto di vista economico. Parliamo, naturalmente, di animali con normali necessità alimentari: cani diabetici, con problemi renali o specifiche patologie gastrointestinali devono essere monitorati dal veterinario, a cui compete la scelta dei mangimi più adatti.

La comparazione tra le confezioni in commercio ci ha permesso di individuare molte offerte, che assicurano scorte capienti e sostanzioso risparmio. Internet potrebbe essere il miglior luogo dove acquistare, “approfittando” di un corriere che si faccia carico del peso e vi recapiti due o tre sacchi da 15 o addirittura 18 kg di croccantini, facilmente conservabili grazie ai sistemi di chiusura “ermetica”. 

 

La dieta varia

Nulla vieta di alternare il secco alle scatole di cibo umido, o addirittura di abbinarle nella ciotola. Il menu a disposizione dei cani, per quasi tutte le marche, sembra in grado di soddisfare qualunque gusto ed esigenza, ma attenzione. I cani non sentono la necessità di variare i piatti di portata come i viziati esseri umani occidentali. Non avvertono il peso di una dieta monotona come accade invece a noi, per esempio, in ospedale. 

Non facciamo dunque l’errore di proiettare sull’animale abitudini tipicamente umane, con il rischio, spesso, di arrecare un danno anziché un vantaggio. Frequenti e improvvise variazioni della qualità del cibo possono perfino indurre qualche problema gastrointestinale.

Non bisogna drammatizzare, ma in generale non è una buona abitudine destabilizzare la ciotola di Fido per inseguire sempre il prodotto nuovo o quello provvisoriamente più economico. Una sana routine è bene accetta dal nostro amico peloso: condite con qualche vostra carezza e complimento il suo pasto, e sarà più che soddisfatto. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Ci si può fidare dei cibi per cani industriali?

In linea di massima, il parere degli esperti sembra convergere su una sostanziale fiducia nei confronti dei mangimi preconfezionati, con ovvie distinzioni tra una marca e l’altra. Anche i prodotti che si trovano a prezzi bassi nei supermercati potrebbero sorprendere per qualità. Cesar, Pedigree, confezioni a marchio Coop o Carrefour, non sono affatto da disprezzare.

Circolano poi numerose leggende rispetto agli additivi che si troverebbero nei croccantini e nelle scatolette. L’aggiunta di droghe è assolutamente esclusa, così come quella di sostanze particolarmente pericolose inserite per insaporire il prodotto. Nei cibi secchi si trovano alcuni integratori, antiossidanti e vitamine in particolare. 

Tra gli antiossidanti, suscitano particolare dibattito il BHA e il BHT. Sono sostanze legali e difese dalle aziende del settore, che ricordano il loro impiego anche in prodotti destinati all’uomo, tra cui alcune diffuse gomme da masticare. Nelle etichette dovrebbe essere tutto riportato, e nel dubbio il miglior consulente è il vostro veterinario di fiducia.

 

Quali sono i cibi che i cani non devono assolutamente ingerire?

Gli esperti tendono sempre a precisare che il peggior nemico è sempre costituito dalla quantità con cui un alimento è ingerito. Ciò detto, esistono sostanze che, in generale, non fanno bene. Gli zuccheri, per esempio, sarebbero proprio da evitare. La cioccolata, soprattutto fondente, può produrre crisi di vomito e diarrea che possono rivelarsi letali.

Anche aglio e cipolle, in determinate condizioni, potrebbero essere esiziali per i cani, ma nei mangimi in commercio non ce n’è traccia (mentre spesso abbondano nei nostri avanzi). Al contrario, sembra che il miglioramento dei mangimi e dell’alimentazione canina abbia contribuito a fare alzare la longevità, grazie alla crescita delle risposte immunitarie.

La vita media di un cane oggi è calcolata in 12 anni, ed è esperienza frequente imbattersi in esemplari che raggiungono addirittura i 20 anni in discrete condizioni di salute. Il dato di fatto è che, negli ultimi 50 anni, l’aspettativa di vita è raddoppiata. A questo risultato hanno ovviamente contribuito anche altri fattori, dal perfezionamento delle tecniche veterinarie alla diffusione dei veterinari stessi.

 

I prodotto “grain free” sono migliori?

Chi consiglia questi prodotti ritiene che i carboidrati dei cereali non siano adatti al sistema digerente dei cani e producano disturbi e forme allergiche. Molto dipende, in realtà, dal tipo di cereale, dalla quantità e dal modo in cui è trattato. I prodotti “grain free” sostituiscono i cereali con piselli, lenticchie, ceci e patate. Quelli “Low grain” hanno minime quantità di cereali: avena, farro, orzo, grano saraceno e kamut, scelti per il basso indice glicemico.

 

È possibile dare a un cane una dieta vegana?

Da qualche tempo hanno preso piede alcune discusse abitudini alimentari da parte di proprietari di cani: quella cosiddetta “crudista” (nota anche come BARF, Biologically Appropriate Raw Food) e quella “vegana”.Nel primo caso, si propongono animali crudi e interi, come per esempio piccole quaglie, nel tentativo di riprodurre la dieta naturale del cane, che un tempo era un lupo e dunque un temibile predatore. 

Il tema è spinoso: ci sono alcune precauzioni igieniche e sanitarie a cui i veterinari suggeriscono di fare molta attenzione quando si somministra carne cruda, e va considerato il rischio di piccole ossa e cartilagini che possono danneggiare o perforare l’apparato digerente. 

Il cane, a differenza del gatto che, in miniatura, ha conservato identico il proprio apparato predatorio, è stato sottoposto a trasformazioni anche drastiche della struttura fisica e dentale. Bisogna poi ricordare che viviamo a stretto contatto con i nostri animali, e la loro salute è spesso anche la nostra.

La dieta vegana, impraticabile sui gatti senza integrazione di alcuni elementi come la taurina, è considerata comunque, dagli esperti, una piccola violenza anche alla natura sostanzialmente carnivora del cane, e, in generale, fortemente sconsigliata. Questo perché risulterebbe meno digeribile e si correrebbe più facilmente il rischio di far mancare alcune sostanze nutritive fondamentali al nostro amico. 

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Cibi per cani – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Abbiamo confrontato mangimi secchi completi per cani di taglia media, in confezioni da 12 o 15 kg. Tenete conto, in ogni caso, che tutte le marche che troverete qui vendono confezioni più piccole e declinate per cani di ogni taglia ed età, nonché per specifiche esigenze dietetiche. Ed ecco i risultati delle nostre indagini. In cima alla nostra classifica si trova il Royal Canin Medium Adult, disponibile nella comoda confezione da 15 kg, che abbina buona qualità alimentare e prezzi relativamente contenuti. Al secondo posto c’è Oasy secco per adulti, che secondo alcune recensioni indipendenti offre la migliore qualità di materie prime e di valori nutritivi, ma – forse per questo – ha un prezzo leggermente superiore. In base alle vostre priorità, insomma, potreste decidere tranquillamente di scambiare i due posti sul podio. Anche le differenze con i prodotti che stanno un po’ più in basso sono davvero minime. Ricordate che tra i cani di taglia media ci sono i bulldog inglesi e i border collie: animali con abitudini completamente diverse, che necessitano diete altrettanto differenti. Per questo, abbiamo aggiunto alcuni criteri generali di orientamento per scegliere un buon cibo per il vostro amico a quattro zampe.

 

 

Come scegliere il miglior cibo per cani

 

In Italia si stima ci siano sette milioni di cani: non stupisce che l’offerta di scatolette e croccantini si sia moltiplicata e specializzata, portando sugli scaffali reali e virtuali dei negozi e delle catene specializzate un numero di prodotti da fare girare la testa. Inoltre, la crescente attenzione alla salute dei nostri amici pelosi ha sollevato dibattiti e discussioni, anche molto accesi, sulle loro reali necessità dietetiche. Ecco una bussola per orientarsi tra i consigli d’acquisto più diffusi e le nuove tendenze, e per individuare il prodotto che meglio si adatta alle vostre esigenze, anche economiche.

 

 

Guida all’acquisto

 

Conoscere il proprio cane

Come scegliere un buon cibo per cane? Innanzi tutto, non bisogna pensare che si possa astrattamente cercare la marca migliore sul mercato. Il prodotto migliore è il più adatto al vostro animale, di cui occorre capire le specifiche necessità. Esistono infatti alimenti dedicati alle caratteristiche più diverse.

Peso, taglia, età, razza e abitudini di comportamento (è un cane sedentario? vi accompagna in lunghe passeggiate?) sono discriminanti essenziali per scegliere le crocchette giuste.

Occorre, inoltre, porre attenzione a possibili allergie alimentari, sebbene statisticamente più rare di quanto si creda. Nel caso, è meglio rivolgersi ad alimenti monoproteici, integrati, possibilmente, con fibre correttamente trattate. Si tratta di mangimi che usano carni provenienti da un solo tipo di animale. Ce ne sono di varie marche, sia secchi che umidi. Tutte quelle qui descritte ne propongono di ottimi, ai quali aggiungere l’eccellente linea di Exclusion e le offerte di Acana (in particolare a base di pesce), Prolife, Hill’s, Club, Special Dog Excellence.

Esistono poi prodotti pensati per malattie legate all’alimentazione, come il cibo per cani diabetici (se ne trova una ampia gamma, umido e secco, della Royal Canin, della Purina e della Prolife), per animali con problemi di obesità o affetti da disturbi gastrointestinali.

È importante, a questo proposito, appoggiarsi a un serio consiglio veterinario, poiché alcuni di questi mangimi sono assimilabili a veri e propri farmaci e vanno proposti ai nostri amici con le giuste cautele.

Si incontrano spesso, infine, riferimenti agli acidi grassi Omega 3 sulle etichette di prodotti per diete specifiche. In effetti, questi elementi sono particolarmente indicati per animali con problemi articolari, pelle squamosa e altri disturbi dermatologici come pelo secco e spento o unghie fragili, ma in realtà sono indispensabili a tutti, così come gli omega 6 e 9.

 

Qualità del prodotto

Per quanto banale, è essenziale leggere con attenzione l’etichetta di ogni prodotto. La prima cosa a cui porre attenzione è la dicitura “alimento completo”. Esistono infatti molte offerte di alimenti e di integratori, che non forniscono però una dieta equilibrata e completa, usabile cioè tutti i giorni e in modo esclusivo.

Il cibo secco, preso in oggetto in questa guida, è quasi sempre leggermente deficitario nell’apporto di grassi, rispetto al cibo umido. È dunque importante verificare le percentuali di grassi contenute nell’alimento che stiamo per scegliere. I cani necessitano di un giusto apporto di proteine, fibre, vitamine, sali minerali e calorie (che per il cane dovrebbero provenire, almeno per il 35%, da proteine).

Un ingrediente quasi inevitabile nelle crocchette è la farina di cereali, la più adottata per ottimizzarne il processo di lavorazione. Si usa principalmente il mais, ma anche riso e frumento. Questo elemento si mescola agli altri ingredienti, che sono impastati insieme e amalgamati ad alte temperature. La presenza dei carboidrati suscita spesso reazioni d’allarme. Molti esperti di alimentazione canina, tuttavia, li ritengono perfettamente tollerati dal cane e utili alla sua alimentazione se adeguatamente trattati e assunti nella giusta percentuale.

A dispetto di quanto si crede, la qualità media dei prodotti in commercio è giudicata buona. Le regole europee sui mangimi dei nostri amici a quattro zampe non sono molto diverse da quelle che normano i prodotti alimentari per gli uomini.

Gli animali usati per il cosiddetto petfood ricevono in Italia la certificazione del servizio nazionale veterinario, esattamente come accade per le carni che raggiungono la nostra tavola. Ci si può dunque affidare con una certa serenità alle etichette sul mercato, ma una ulteriore garanzia può essere rappresentata dalla certificazione di enti internazionali specializzati nell’alimentazione animale. La Fediaf, organizzazione europea, pubblica periodicamente le sue linee guida, stilate da un comitato scientifico.

 

 

La scelta del cane

Lo sa bene chi ha figli come chi ha cani: la voracità con cui un alimento è consumato non ne dimostra le qualità nutritive. Esistono molti modi con cui le aziende possono insaporire i loro prodotti, senza per questo migliorarne le capacità dietetiche. Anzi: gli aromi e gli “appetitizzanti” usati (e spesso brevettati) non hanno nessun valore nutritivo. E tuttavia, anche il palato del nostro amico peloso vuole la sua parte.

Se un prodotto teoricamente ottimo non incontra proprio il gradimento del cane, forse è meglio optare per una seconda scelta. Come detto, l’offerta è varia, e molti test specialistici dimostrano che la distanza tra un’etichetta e l’altra, spesso, richiederebbe l’uso del “fotofinish”.

Gli studi sulla pet-economy testimoniano che i proprietari di animali, mediamente, tendono a fare economia, se necessario, su altro e non sui prodotti destinati agli amici a quattro zampe. In effetti, sconsigliamo di scegliere l’alimento per il vostro cane puntando esclusivamente ai prezzi bassi.

Più che giusto confrontare i prezzi, ma è possibile conciliare qualità, costi e soddisfazione del migliore amico dell’uomo: basta metterci un po’ di attenzione. In questo senso, si pensi che l’alimentazione giornaliera di un cane di circa 10 kg può costare meno di un euro al giorno e difficilmente supererà i due euro.

 

I migliori cibi per cani del 2020

 

Prodotti raccomandati

 

Royal Canin Medium Adult – sacco da 15 kg

 

Principale vantaggio:

Buona qualità su tutti gli elementi di valutazione: capacità nutritiva, scelta delle materie prime, rapporto qualità prezzo, appetibilità. Senza escludere la facile reperibilità. Il sacco da 15 kg è particolarmente economico.

 

Principale svantaggio:

Il rapporto qualità-prezzo è buono, ma in termini assoluti esistono rispettabili concorrenti che costano meno. Dal punto di vista alimentare, l’apporto di grassi risulta da alcuni test lievemente inferiore rispetto a prodotti simili ma con prezzi più alti.

 

Verdetto: 9.8/10

Equilibrato e popolare, adatto alla categoria dei cani di taglia media, la più amata e diffusa nelle nostre case. La sua formula alimentare è ottima anche per cani di grandi dimensioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Una lunga storia

La Royal Canin è un’azienda francese che opera sul mercato da oltre mezzo secolo. I suoi prodotti compaiono quasi sempre in una classifica dedicata al cibo per animali, sia pure in posizioni diverse. Nella nostra comparazione si aggiudica il titolo di miglior cibo per cani grazie a un prodotto preciso: la confezione da 15 kg di crocchette per esemplari di taglia media, vale a dire con un peso che varia dai 10 ai 24 kg.

Si tratta di un alimento completo, in grado cioè di coprire tutte le necessità alimentari di un cane in un solo pasto. Oltre alle proteine animali nella corretta percentuale, garantisce sufficienti fibre, sali minerali, grassi e vitamine, senza dimenticare i molto citati acidi grassi Omega 3.

 

 

Proteine sì, ma quali?

Il vostro cane ha certamente bisogno di un importante approvvigionamento proteico, ma oltre alla quantità bisogna fare attenzione alla qualità. E a determinarne la qualità sono le materie prime. Infatti, l’uso eccessivo di ossa, di proteine vegetali o di tagli di carne con troppo collagene (per esempio spalla o ginocchio) può abbassare la qualità dell’apporto proteico.

Il Royal Canin Medium Adult dimostra di garantire un ottimo prodotto da questo punto di vista, particolarmente apprezzabile da chi ha cani che pesano tra i 20 e i 24 kg e, magari, svolgono intensa attività fisica con conseguente consumo di calorie. Bisogna infatti pensare che nella categoria di cani di taglia media si trovano numerose razze da lavoro: dai cani da caccia e da pastore ai campioni dell’agility.

Con questo prodotto, grazie alla concentrazione calorica, si può contenere il costo di alimentazione giornaliero di un cane di 20 kg sotto i due euro, e sotto l’euro quello per un un cane di 10 kg.

 

Carboidrati, ma trattati

Infine, i carboidrati sono considerati da molti il “tallone” d’Achille delle crocchette, anche perché quasi inevitabili nel ciclo industriale della loro produzione. Di solito provengono da farine di riso, mais o altri cereali. Secondo molti veterinari alimentaristi, il cane li tollera bene, in particolare quando sono assunti nella giusta proporzione rispetto agli altri elementi nutritivi e sono trattati in modo da renderli più digeribili, vale a dire cotti ad alte temperature per un tempo adeguato. Anche in questo caso, il prodotto della Royal Canin risulta dare ottime garanzie.

L’azienda, fondata nel 1967 dal veterinario Jean Cathary, mette a disposizione, oltre al prodotto scelto da noi, confezioni di taglio più piccolo, con una ricchissima varietà di gusti e composizioni dedicate alle singole razze, ai cuccioli, ai cani più anziani e anche agli amici a quattro zampe over size, con la linea Giant.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Oasy Adult Medium – sacco da 12 Kg

 

Non è in cima alle classifiche dei prodotti più venduti online, ma merita l’attenzione dei padroni più esigenti. Le recensioni degli utenti sono entusiaste e questo mangime è consigliato anche da esperti del settore. Le materie prime sono scelte con cura, per garantire il giusto apporto calorico da proteine animali, ma senza dimenticare gli altri elementi nutritivi essenziali.

Questi elementi, uniti alla cura nella lavorazione e alla scelta degli additivi, rendono le crocchette particolarmente adatte agli stomaci più sensibili.

L’etichetta dimostra di rispettare perfettamente gli obblighi di legge e corrisponde al prodotto offerto. Il prezzo al chilo si aggira attorno ai cinque euro se si opta per le confezioni più piccole, ma crolla a circa tre euro con la confezione maxi da 12 kg: una cifra che molti proprietari di cani sborserebbero senza rimpianti, sapendo di garantire un pasto sano e naturale al loro amico a quattro zampe.

La cautela posta nell’aggiunta di additivi antiossidanti è in grado di tranquillizzare i padroni più attenti a questi dettagli. Anche i diretti interessati, stando ai pareri espressi dai proprietari, dimostrano di trovare gustose le crocchette di Oasy.

Pro
Materie prime:

Materie prime di prima scelta, con un eccellente apporto di grassi sani. Si può considerare un pasto appetibile e completo per cani adulti di taglia media (tra i 10 e i 24 kg).

Digeribilità:

Esperti e acquirenti testimoniano un’ottima digeribilità del prodotto, anche per gli stomaci più delicati. Grande attenzione nel limitare l’uso di anti-ossidanti, compresi i discussi Bha e Bht, il cui impiego è legale (anche negli alimenti per l’uomo), ma “preoccupa” qualche proprietario di cane.

Contro
Prezzo:

Prezzo lievemente superiore, con riferimento a prodotti che possono concorrere per qualità delle materie prime. E non sono moltissimi. Aspettiamo una confezione da 15 kg che permetta scorte più durature.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Monge Gemon Adult Medio Tonno e Riso  – sacco da 15 kg

 

Questo, come altri prodotti della Monge (segnaliamo Special Dog Excellence), incontrano il favore di pubblico ed esperti. L’offerta qui recensita è disponibile in un conveniente sacco da 15 kg, ideale per l’acquisto in Rete e adatto ad archiviare per un po’ la preoccupazione per l’approvvigionamento.

La formula proposta è completamente a base di pesce. Non solo tonno, naturalmente (occorre leggere con attenzione le etichette), ma l’apporto proteico proviene comunque, esclusivamente, dal pesce. Una scelta che mette al riparo dalle più diffuse, reali o sospette, allergie alimentari, e garantisce ottima digeribilità anche a cani con disturbi di fegato. Il prezzo al chilo, mediamente, non supera i quattro euro, ma può scendere abbondantemente sotto i tre euro con la confezione da 15 kg.

L’ottima concentrazione calorica del mangime, poi, permette di contenere i costi di alimentazione giornaliera: meno di un caffè al giorno. Un sacrificio che molti padroni di cane sono disposti a fare senza lamentarsi.

Pro
100% pesce:

Il prodotto scelto è esclusivamente a base di pesce, ottimo per animali con disturbi di fegato e altri problemi di digestione. Non a caso, è consigliato anche dai veterinari.

15 kg:

È disponibile in un sacco da 15 kg, che consente una scorta più duratura e adatta al risparmio.

Contro
Pochi grassi:

Secondo alcuni test indipendenti, disponibili in Rete, l’apporto di grassi è un po’ inferiore a quello dei concorrenti. Si tratta, in ogni caso, di una questione di decimali. È un problema da porsi soprattutto per cani che svolgono intensa e prolungata attività fisica, poiché dai grassi dipende parte del fabbisogno calorico.

Gusti:

Non tutti i cani sembrano apprezzarne il gusto. Ma per questo è meglio rivolgersi ai diretti interessati.

Acquista su Amazon.it (€30,4)

 

 

 

Nova Foods – Natural Trainer Medium Adult Pollo e Riso – sacco da 12 Kg

 

Fin dal nome, per non parlare della confezione, questo prodotto dimostra di puntare su ingredienti naturali e lavorazioni poco elaborate. Promesse parzialmente mantenute, grazie all’uso di materie prime piuttosto buone, scarso ricorso a coloranti e conservanti e una interessante varietà nella proposta di fibre vegetali.

Ammiccante, ma comunque apprezzabile, l’uso dell’aloe vera (correttamente trattata) nella ricetta dei croccantini. La formula è adatta per cani di taglia media, piccola e grande. Si tratta anche in questo caso di un alimento completo, in grado di offrire un sufficiente apporto di grassi, vitamine, sali minerali e proteine.

La confezione da 12 kg consente un buon rapporto qualità-prezzo, con un costo per chilogrammo che può aggirarsi intorno ai tre euro. In questa recensione segnaliamo la ricetta con pollo e riso, particolarmente digeribile, ma esistono molte varianti della stessa linea per soddisfare i palati canini più esigenti. Una ragione in più per inserire questo prodotto tra i migliori cibi per cane del 2020.

Pro
Qualità:

Scelta di materie prime di buona qualità, condita con una certa fantasia nella integrazione delle proteine animali. Equilibrata offerta dei valori nutritivi fondamentali.

Aloe vera:

L’uso dell’aloe vera viene incontro ai desideri di alcuni proprietari di cani. Al netto delle mode alimentari che coinvolgono ormai sia i nostri piatti sia le ciotole del cane, un prodotto sano, accuratamente trattato.

Contro
Grassi:

Alcune recensioni segnalano qualche margine di miglioramento nella qualità e quantità dei grassi. Ma parliamo di dettagli.

Costo:

Nella battaglia dei prezzi, i prodotti Natural Trainer hanno qualche concorrente che li batte. Sia pure per pochi punti.

Acquista su Amazon.it (€32,79)

 

 

 

Eukanuba Active Adult – sacco da 12 kg

 

Il prodotto Eukanuba reclamizza a gran voce la presenza di acidi grassi Omega 6 e 3, utili a dare lucentezza al pelo, e l’uso della barbabietola da zucchero per favorire la digestione del cane. Quel che è certo è che queste crocchette riempiono in modo eccellente tutte le caselle dei nutrienti necessari al nostro animale.

È buono l’apporto di grassi e l’equilibrio calorico, come ottima è la qualità proteica, grazie alla scelta di materie prime degne di questo nome. Sembra che le crocchette lavorino bene anche per la pulizia dentale e la prevenzione del tartaro, ed è in effetti una delle ragioni per cui preferirle al cibo umido.

Saranno soddisfatti anche i più prudenti in fatto di additivi e antiossidanti. Le recensioni dei clienti testimoniano soddisfazione totale. Purtroppo il prezzo al chilo è uno tra i più alti, ed è una delle spiegazioni per questo posizionamento di classifica. Il nome di questo sito è “buono” ed “economico”: impossibile non confrontare i prezzi e tenere in giusta considerazione i problemi di bilancio, anche se si tratta di qualche euro.

Pro
Omega 6 e 3:

Le materie prime usate per le crocchette sono di buona qualità, adeguate a un giusto apporto di tutti gli elementi nutritivi necessari al cane, inclusi Omega 6 e 3. Lo certificano i clienti con le loro recensioni, ma anche pareri specializzati e indipendenti.

Digeribilità:

Alta digeribilità del prodotto, grazie ad alcune accortezze nella ricetta, come la barbabietola, e la scelta di sfruttare soprattutto le proteine animali del pollo.

Contro
Prezzo:

Il prezzo dei mangimi Eukanuba è visibilmente sopra la media. Anche se la qualità è indiscutibile, non è in esclusiva.

Acquista su Amazon.it (€40)

 

 

 

Come utilizzare il cibo per cani

 

Ci sono domande che, presto o tardi, attraversano l’esperienza di ogni proprietario di cane che abbia un po’ a cuore la salute e il benessere del suo amico a quattro zampe: da quando fa le prime corse nel prato fino ai passi più affaticati della sua vecchiaia.

 

 

Cibo per cane: fatto in casa o no?

Sarà perché molti di noi ancora ricordano il tortellino fatto in casa dalle nonne, ma resiste la convinzione che un pranzo cucinato o preparato con le proprie mani batta qualsiasi cibo in scatola sul mercato. In realtà, i mangimi industriali si basano su studi e linee guide estremamente precisi e, come detto, devono sottostare a regole puntuali sulla qualità delle carni usate e sui processi di raffinazione.

Certo, non è totalmente esclusa la contaminazione di metalli e neppure che in qualche processo di produzione ci siano parti intere di animali che finiscono nel ciclo industriale, ma la qualità media, come detto, risulta buona anche alla luce di studi indipendenti. L’occhio vigile degli utenti fa il resto: la lettura di recensioni competenti può allontanare ogni dubbio.

Siamo gli amorevoli padroni del nostro cane, ma non è detto che sappiamo calcolare e provvedere da soli alle sue necessità dietetiche, legate alla razza, all’età, alla taglia e all’attitudine al movimento e al consumo di calorie. Bisogna valutare quanto tempo e denaro siamo disposti a investire.

 

Cibo secco o umido

Il secondo e tipico dilemma sul cibo è: secco o umido? Ci sono pro e contro per entrambe le tipologie. L’umido ha più grassi utili e più acqua. Spesso è più festeggiato dai nostri cani quando finisce nella ciotola e, indubbiamente, garantisce una varietà altrettanto ricca di prodotti. I proprietari di cani più piccoli optano spesso per le vaschette monodose, per esempio quelle della Cesar, riconoscibili per il classico West Higland ormai associato al marchio.

Il secco ha però il vantaggio di essere più igienico, facile da dosare, conservare e usare come premio per educare il cane. Inoltre, svolge un’azione di “pulizia” dei denti, un tempo delegata alle parti dure delle prede: ossa e tessuti connettivi.

 

Economia di scala

In questa guida abbiamo fatto una comparazione tra le confezioni da 12/15 kg, che permettono un interessante risparmio e ben si adattano all’acquisto online. È più difficile fare questo tipo di “economia di scala” con le scatolette dell’umido. Il secco risulta più pratico anche in viaggio.

La scelta giusta è ancora una volta salomonica: una equilibrata alternanza fra secco e umido permette di compensare i difetti di entrambi i prodotti. C’è anche chi mescola le due opzioni, soprattutto quando il cane fa troppa resistenza di fronte a una ciotola di croccantini.

Questo non significa che si debba variare spesso la dieta del cane. Cambiare con troppa frequenza la marca dei croccantini, magari per inseguire il prodotto nuovo o quello provvisoriamente più economico, può creare problemi intestinali e digestivi al nostro amico peloso. Senza drammatizzare: meglio una certa costanza.

 

Dosaggio e frequenza

Quanti pasti al giorno? Sembra acquisita la regola di dilazionare la pappa quotidiana in almeno due pasti (se non tre) nel corso della giornata. I pareri dei veterinari sembrano concordi: un solo pasto rischia di fare mangiare con troppa voracità il nostro amico, esponendolo a problemi gastrici.

Cani di grossa taglia o che svolgono un’intensa attività fisica, inoltre, devono mangiare almeno due volte al giorno per compensare il consumo di calorie.

 

 

L’ora giusta

Se il “pranzo” può coincidere più o meno con gli orari del nostro, magari dopo una bella passeggiata, per la “cena” sarebbe invece meglio non fare troppo tardi, e non superare le sette di sera. Dopo mangiato, meglio non sottoporre l’amico quadrupede a eccessivi sforzi nella fase digestiva. Il cibo secco risulta indubitabilmente più pratico per suddividere il pasto, anche perché non necessita d’essere conservato in frigo dopo averlo aperto.

 

La pappa dei cuccioli

Un discorso a parte merita l’alimentazione dei cuccioli, che devono mangiare anche 3/4 volte al giorno e con un apporto proteico superiore. Per i più piccoli, che possono però già passeggiare all’aperto perché coperti dalle vaccinazioni, il consiglio è portarli a spasso subito dopo la pappa. I cuccioli impareranno più velocemente a sporcare fuori casa e non dovrete attendere ore perché facciano… il loro dovere.

 

 

 

Domande frequenti

 

Il cibo industriale è pieno di additivi dannosi alla salute del cane?

Gli esperti invitano a non essere troppo diffidenti. Nelle crocchette sono sicuramente aggiunti degli integratori, ma si tratta soprattutto di antiossidanti e vitamine. È ancora discusso l’uso degli antiossidanti BHA e BHT, benché legali per la normativa vigente e difesi da molte aziende del settore. Si tenga conto che si trovano quasi sempre nelle gomme da masticare e in molti altri alimenti per umani.

L’aggiunta di droghe, al contrario, è assolutamente vietata e improbabile.

 

Ci si può fidare delle etichette?

In linea di massima, le etichette forniscono indicazioni utili e precise per scegliere quale cibo per cani comprare. Le regole europee sono piuttosto rigide, soprattutto per quanto riguarda le caratteristiche di un “alimento completo”. È ovvio che, per interpretare le percentuali e le qualità nutritive di un prodotto, sarà utile il consiglio dei veterinari.

 

Qual è la migliore marca di cibo per cane?

Non esiste una risposta definitiva alla domanda. In questa guida abbiamo suggerito come ogni proprietario possa trovare la risposta alle esigenze specifiche del suo cane.

 

Dove acquistare il cibo per cani?

Dipende dalle esigenze. Internet permette di confrontare i prezzi, leggere le recensioni degli utenti, scorrere consigli d’acquisto, accedere praticamente a tutte le marche sul mercato e, soprattutto, comprare anche confezioni da 12 o 15 kg senza fare la fatica di trasportarli. Detto questo, negozi e catene specializzate offrono ambienti gradevoli dove raccogliere pareri e scegliere tra una varietà di prodotti. Ma neppure i supermercati sono da disprezzare. I prodotti più venduti a prezzi bassi non sono necessariamente di bassa qualità.

 

Ci si può fidare del cibo per cane venduto online?

È lo stesso che si trova sugli scaffali dei negozi. Semplicemente, fate attenzione alla data di scadenza del prodotto, nel momento in cui vi viene consegnato.

 

Esistono alimenti letali per gli animali?

È sempre una questione di quantità. Gli zuccheri sono, in generale, da evitare. Non è una leggenda che aglio e cipolle possano anche, a determinate condizioni, rivelarsi letali per i cani, ma nei mangimi in commercio non ce n’è traccia.

 

È vero che grazie all’alimentazione l’aspettativa di vita dei cani è aumentata?

La vita media di un cane è oggi di 12 anni. È quindi raddoppiata nell’ultimo mezzo secolo. A questo risultato ha contribuito anche l’attenzione alimentare, che ha migliorato, per esempio, le risposte immunitarie dei nostri cani. Ci sono naturalmente molti altri fattori: dall’ovvio perfezionamento delle tecniche veterinarie alla diffusione dei veterinari stessi. Non ultimo, l’amore e la competenza con cui i proprietari (non ovunque e non sempre, purtroppo) allevano il migliore amico dell’uomo.

 

Perché molti consigliano cibo “grain free”?

Chi lo consiglia ritiene che i carboidrati dei cereali non siano adatti al sistema digerente dei cani e producano disturbi e forme allergiche. Molto dipende, in realtà, dal tipo di cereale, dalla quantità e dal modo in cui è trattato. I prodotti “grain free” sostituiscono i cereali con piselli, lenticchie, ceci e patate. Quelli “Low grain” hanno minime quantità di cereali: avena, farro, orzo, grano saraceno e kamut, scelti per il basso indice glicemico.

 

 

Cibi per cani – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Ecco i due mangimi che ti consigliamo tra tutti quelli analizzati per dare il giusto apporto nutrizionale al tuo cane senza spendere troppo. Royal Canin Maxi Adult è un cibo secco dedicato ai cani di grossa taglia, rafforza le ossa e favorisce la digestione tramite il giusto equilibrio di proteine e fibre; al contrario, Trainer Natural Adult Mini è adatto ai cani di piccola taglia e si distingue per la presenza di ingredienti di pregio come carne fresca ed estratti naturali.

 

Come scegliere il miglior cibo per cani

 

Cosa dare da mangiare al proprio cane? Leggi la nostra guida e potrai trovare qualche spunto interessante, inoltre dai un’occhiata alla classifica in basso, confronta prezzi, recensione e caratteristiche dei prodotti che ti suggeriamo: tra questi ci potrebbe essere proprio quello che stai cercando.

a-1-cibo-per-cani

Guida all’acquisto

 

Il meglio per il tuo cane

Siamo certi che, se sei su questa pagina, vorrai scegliere il prodotto migliore sul mercato per il tuo cane. Oggi i cibi per animali sono diventati molto complessi e ricchi di diverse sostanze nutrienti perché ognuna è in grado di apportare un beneficio all’animale che, nel complesso, potrà godere di una dieta sana ed equilibrata, proprio come una persona.

Bisogna, però, fare attenzione alla composizione dei vari cibi e individuare il più indicato per le esigenze del proprio cane. Per esempio, se il tuo animale ha problemi di digestione, la migliore marca di mangimi per cani potrebbe essere quella che realizza crocchette facilmente digeribili e che, magari, sono in grado di riequilibrare la flora batterica compromessa perché ricche di fibre, verdure, camomilla, prebiotici e altri ingredienti che creano un mix capace di risolvere il problema.

Allo stesso modo, se noti che il tuo cane ha delle infiammazioni articolari potresti pensare di cominciare un ciclo di compresse di Omega 3, i grassi non sintetizzabili dall’organismo che hanno tante benefiche proprietà. Aiutarlo con crocchette di pesce che contengono naturalmente queste sostanze potrebbe essere di grande aiuto. Gli Omega 3 si sono dimostrati validi, tra l’altro, anche per migliorare la salute della pelle e la lucentezza del pelo. Se adotti questi e altri accorgimenti non potrai che migliorare il benessere generale del cane.

 

Ben differenziato

Il tuo cane è di taglia piccola o grossa? Qual è la sua età? Da molti anni, ormai, sono stati introdotti cibi per animali differenziati in base alla taglia, all’età e anche alla razza. Molte aziende, consapevoli dell’attenzione sempre maggiore dedicata agli animali domestici, da anni ormai producono un cibo specifico per ogni categoria. Pur avendo un prezzo leggermente superiore, i vantaggi per il cane sono notevoli. Per esempio, alcune crocchette riescono più di altre ad aiutare le ossa e le articolazioni perché negli esemplari di grossa taglia sono più sensibili. Per i cuccioli, invece, sono disponibili cibi che favoriscono lo sviluppo del sistema immunitario e non creano problemi all’intestino che, in questa fase, è molto delicato e, anzi, non si è ancora formato del tutto.

I cibi umidi, quelli in scatola, sono ideali per chi, come loro, ha una masticazione difficoltosa. Hanno, inoltre, una profumazione più gradevole per il cane e, essendo meno lavorati, mantengono intatti molti nutrienti. D’altra parte, il cibo più morbido in scatoletta non svolge nessun tipo di massaggio gengivale o di pulizia dentale.

a-2-cibo-per-cani

Appetibilità

Quello che è veramente importante, qualunque sia il tipo di alimento scelto, è che si tratti di un prodotto di qualità. Un cibo – umido o secco che sia – se è prodotto con ingredienti freschi e di qualità non solo fa bene al cane ma avrà anche una maggiore appetibilità e verrà gradito subito e senza problemi dall’animale.

In altri casi, infatti, le aziende devono ricorrere ad appetizzanti aggiunti, oltre che a conservanti e coloranti. Se vuoi bene al tuo cane, forse preferirai orientarti su prodotti più sani e meno elaborati.

 

I migliori cibi per cani del 2020

 

Dopo aver analizzato le caratteristiche dei migliori cibi per cani passiamo adesso alla comparazione tra quelli che sono per noi i migliori mangimi del 2020. Scopri quali sono, potresti individuare in pochi minuti quello più adatto alle tue esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

Royal Canin Maxi Adult

Principale vantaggio:

Il mix di fibre presenti in questi croccantini è un toccasana per la salute del cane, soprattutto per quanto riguarda le articolazioni di quelli di grossa taglia.

 

Principale svantaggio:

Come spesso accade la qualità si paga e anche questo cibo per cani non sfugge a questa logica. Il prezzo infatti è un poco sopra la media di altri prodotti di marche concorrenti.

 

Verdetto: 9.9/10

Il prezzo superiore alla media di questo cibo per cani non spaventerà il padrone che vuole il meglio a livello di alimentazione per il proprio animale, soprattutto se questo è di grossa taglia.

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Mix di fibre

Per tutti i possessori di cani dai 25 Kg in su Royal Canin ha pensato a questo cibo a base di croccantini composti da un mix di fibre altamente digeribili. Una delle più importanti presenti nei croccantini e senza dubbio la Omega 3 che consente al cane di avere sempre una pelle sana e un pelo molto lucente. Non da meno è la taurina, fibra che aumenta le contrazioni muscolari e quindi a stimolare il normale funzionamento del cuore.

Altre fibre presenti sono pensate per tenere in forma le articolazioni, che nei cani di grossa taglie sono più soggette nel corso degli anni all’invecchiamento con conseguente limitazione della mobilità dell’animale. I croccantini apportano anche la giusta dose di calorie nei cani più giovani che sono anche quelli più inclini a giocare e correre durante le passeggiate quotidiane.

Confezione capiente

Royal Canin Maxi Adult viene proposto in un sacco da 15 kg così da non dover recarsi troppo spesso dal proprio rivenditore di fiducia per acquistare il cibo dell’amico a quattro zampe. I cani saranno attratti dagli aromi selezionati che compongono i croccantini, che donano a quest’ultimi un sapore che piace al cane, come ogni padrone potrà verificare di persona.

I croccantini Royal Canin sono pensati per dare equilibrio all’alimentazione di cani che vanno dai 15 mesi ai 5 anni di età, che in pratica sono quelli più propensi ad assimilare le proteine e le fibre proposte all’interno di ogni croccantino. Questo tipo di cibo consente al cane nella fase del suo sviluppo più importante di rimanere sempre in perfetta forma, sazio al punto giusto e con un pelo lucido e scintillante. Oltre questa fascia di età esistono cibi più indicati con altri tipi di proteine e fibre.

 

Alta digeribilità

Una della caratteristiche più apprezzate di questo cibo per cani è l’alta digeribilità. Questo grazie alla presenza della barbabietola da zucchero disidratata, che aiuta il cibo masticato a transitare dallo stomaco all’intestino in maniera veloce e senza intoppi.

Allo stesso tempo questa sostanza aiuta il cane ad avere feci più consistenti, che altrimenti potrebbero essere molto acquose in determinate razze soggette a questo tipo di problema. Questo consente al cane di non incorrere in disidratazione, situazione molto pericolosa per la sua salute soprattutto durante la stagione più calda. Inoltre, un cane soggetto a feci molli è soggetto a non assimilare nella maniera appropriate tutte le vitamine e minerali presenti nei croccantini.

 

 

 

Trainer Natural Adult Mini 

 

2-trainer-naturalTrainer, come tutte le migliori aziende produttrici, ha a disposizione sia cibo umido per cani che secco. Qui ti consigliamo di prendere in particolare considerazione crocchette per animali di taglia piccola da 10 mesi a 8 anni. I vantaggi derivano dai tanti ingredienti che hanno un’azione benefica sulla salute del cane da diversi punti di vista.

La particolarità di questi croccantini sta nella presenza dell’estratto secco di aloe vera che, tra le proprietà offerte, ha un’azione rigenerante e rivitalizzante. L’arancia amara, invece, favorisce il mantenimento del peso, le fibre della mela agiscono positivamente sull’igiene orale, mentre i prebiotici e la camomilla migliorano la digestione.

Come si vede, si tratta di un alimento completo e molto ricco di sostanze nutritive e salutari per il cane. In generale la linea Natural di Trainer si caratterizza per la presenza di carne fresca di pollo e tacchino a cui non vengono aggiunti conservanti, coloranti o altre sostanze per renderla più appetibile: se non è il miglior cibo per cani del 2020 questo, poco ci manca.

La recensione prosegue con un elenco delle principali caratteristiche di questo nuovo prodotto e col consueto link per acquistarlo al prezzo migliore sul mercato.

 

 

 

 

Dagel Silvium

 

3-dagel-silvium-mantenimento-20-kgSe non sai come scegliere un buon cibo per cani italiano, dai un’occhiata alla linea Silvium della Dagel. In particolare, il sacco da 20 kg che ti consigliamo ha diversi vantaggi, a cominciare dal prezzo accessibile, ideale se vuoi spendere il meno possibile.

Nonostante la convenienza economica, si tratta di crocchette di qualità perché sono complete e offrono il giusto nutrimento al cane. Sono composte da carne di manzo, agnello e cereali, un mix di sostanze nutrienti che hanno una serie di effetti benèfici sull’animale: favoriscono digestione, pelle sana, rafforzano muscoli, calcio e sistema immunitario.

Insomma, ce n’è abbastanza per supportare efficacemente la salute del cane. Inoltre, grazie alla presenza di proteine di alta qualità e del giusto contenuto di fibre, le crocchette sono altamente digeribili.

Ecco adesso una breve descrizione degli aspetti positivi e negativi di queste crocchette. Se vuoi acquistarle a prezzi bassi clicca sul link che troverai di seguito.

 

 

 

Trainer Natural Puppy & Junior

 

4-cibo-umido-con-carne-per-caniSe hai un cucciolo e non sai quale cibo per cani comprare, potresti trovare molto interessante la linea Natural di Trainer specifica per animali da uno a dieci mesi di età. Sono 24 scatolette da 150 g l’una realizzate per cagnolini che hanno l’apparato digerente molto delicato perché non ancora perfettamente formato, e anche una masticazione difficoltosa.

La presenza di verdura e fibra prebiotica va proprio in questa direzione perché assicura un corretto funzionamento del sistema digestivo, sebbene ancora molto debole. Anche la camomilla dà un aiuto importante perché ha un ruolo significativo nella ricostruzione della flora batterica.

Tra i vantaggi di questa linea ricordiamo l’assenza di conservanti e coloranti artificiali. Sono, invece, presenti i nucleotidi estratti dal lievito che stimolano, in particolare, la reazione del sistema immunitario. Da ricordare, infine, la presenza dell’estratto di mela che previene la formazione della placca e della carie.

La descrizione di questo cibo per cani prosegue con una lista delle sue caratteristiche principali, rivediamo quali sono.

 

 

 

Althea Fish Mini

 

5-althea-fish-mini-1-kgNon sarà tra i più venduti online, ma Fish Mini di Althea, marchio dell’italiana Dagel Mangimi, merita attenzione perché si tratta di cibo naturale per cani a base di pesce.

Le aringhe disidratate contenute in queste crocchette forniscono nutrienti molto importanti per il cane, soprattutto proteine altamente digeribili e Omega 3, gli acidi grassi “buoni” che hanno caratteristiche benefiche – diminuzione di pressione alta, colesterolo cattivo, trigliceridi – e per questo consigliati anche per gli uomini. Notevoli sono anche le proprietà antinfiammatorie a livello cutaneo e gastrointestinale.

La miscela di proteine contenute non fornisce solo il giusto bilanciamento nutritivo ma si dimostra particolarmente adatta ai cani che soffrono di allergie e intolleranze alimentari.

Non mancano gli ingredienti che hanno la funzione di ripristinare la corretta flora batterica che, a sua volta, è fondamentale per assicurare una buona digestione e, in definitiva, più benessere al cane.

Il nostro articolo prosegue con un elenco degli aspetti principali che caratterizzano il prodotto. 

 

 

 

Royal Canin Maxi Adult 

 

1-1-royal-canin-maxi-adult-15-kgSe stai cercando il miglior cibo secco per cani dovresti dare un’occhiata al Royal Canin che non poteva mancare tra i nostri consigli d’acquisto.

Royal Canin, del resto, è un marchio ben conosciuto da chi ha un cane o un gatto perché è stata tra le prime aziende a introdurre alimenti differenziati in base all’età, alla razza e alla taglia. È tra i prodotti più venduti sul mercato internazionale e il grande apprezzamento che gli animali dimostrano e che i padroni sottolineano la dice lunga sulla sua qualità.

Si tratta di croccantini realizzati con un mix esclusivo di proteine e fibre che risultano particolarmente digeribili dall’animale. Nello stesso tempo forniscono un aiuto prezioso a ossa e articolazioni che nei cani di grossa taglia sono molto sensibili, specie in seguito a un’intensa attività fisica.

La presenza di Omega 3 contribuisce a mantenere una pelle sana, mentre la barbabietola da zucchero disidratata facilita il transito intestinale e migliora la consistenza delle feci, spesso acquose a causa della maggiore permeabilità delle pareti intestinali. La taurina aggiunta, infine, è un importante tonico per il cuore perché ne stimola le contrazioni.

La guida per scegliere il miglior cibo per cani prosegue con una descrizione dei principali aspetti positivi e negativi di questo prodotto. Per avere consigli su dove acquistare online a prezzi competitivi, clicca sul link che troverai di seguito.

 

 

 

Come scegliere il cibo per cani

 

Quanti hanno deciso di accogliere in casa un amico a quattro zampe sanno dell’importanza di una corretta ed equilibrata alimentazione, da unire a movimento e attività in casa e all’aperto. In questa guida abbiamo raccolto alcune note fondamentali che possono funzionare da consigli di massima per chi ha le idee poco chiare.

Puntate su cibi poco elaborati

Conoscere il proprio cane e capire la giusta alimentazione da dargli può fare la differenza e migliorare la salute generale del vostro compagno peloso. Nella ricerca del prodotto adatto per il vostro amico a quattro zampe, vi sconsigliamo prodotti eccessivamente elaborati e con aggiunta di conservanti che possono nuocere nel lungo periodo alla salute del vostro animale.

 

Imparate a leggere le sigle presenti sulle etichette

La presenza di un’etichetta leggibile e ben articolata può fare la differenza quando si parla dei contenuti che il vostro compagno dovrà ingerire. Su quelle che non possono mancare su ogni confezione sono riportate le percentuali contenute nel pacchetto; anche se a volte sono scritte in un formato micron, armatevi di pazienza e spulciate gli ingredienti uno ad uno.

 

Variate il cibo in base alla tipologia e all’età

La scelta di un prodotto per un cane adulto e uno invece giovincello possono variare e anche di molto il tipo di qualità contenute nel cibo. Se da una parte un cibo umido fornisce nutrienti e una migliore digeribilità, dall’altra i croccantini svolgono un ruolo fondamentale nella pulizia e nell’igiene dentale dell’animale. Variare è il segreto, alternando quanto possibile cibo secco con alimenti più freschi.

 

Non esagerate con le dosi

Una questione appurata è che la fame dei nostri amici a quattro zampe sembra non placarsi mai. Capite bene, insieme al vostro veterinario, il tipo di cibo più adatto nel corso del tempo e la quantità giornaliera di cui necessita. Meglio evitare di lasciare che il proprio cucciolo si abbuffi, abituandolo invece a un’alimentazione corretta e salutare.

Quantità non sempre fa rima con qualità

In molti sono incuriositi dalle offerte su grosse confezioni di cibo che consentono di risparmiare facendo scorta, così da evitare di tornare in negozio. Il nostro suggerimento è di documentarsi bene prima dell’acquisto. Se ci sarà risparmio, avverrà così in maniera proporzionale, giustificato da un prodotto con tutte le caratteristiche e un’attenzione a ciò che mangia il cane e non solo al quanto.

 

Collocate il cibo in zone strategiche

Nella scelta del luogo migliore dove posizionare le confezioni, vi consigliamo di puntare a zone poco raggiungibili dal vostro cane, come un armadietto chiuso ermeticamente. In quel caso sarà più difficile accedere alla fonte di cibo in vostra assenza o quando non visti. Di contro invece è meglio stabilire una zona fissa dedicata ai pasti, educando il cane a mangiare solo in quel determinato punto.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

La migliore trappola per topi

Gabbie per conigli

I migliori ombrelloni da giardino

 

 

Bibliografia

1) Drfoxmag.com – Best dog food with high fiber

2) PetfoodIndustry.com

3) AnimalPedia

4) How Do I Choose A Healthy Dog Food?

5) Crocchette per cani – Zooplus

 

 

10
Leave a Reply

avatar
5 Commentare le discussioni
5 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
8 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoAvanzo IvanaBuonoedEconomicogiaNanny I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
pietro
Ospite
pietro

Bisognerebbe dare i giusti consigli alle persone e non proporre cibi solo per vendere.. sai la differenza tra crocchette fatte con carne fresca e crocchette fatte con scarti animali? conosci la catena metabolica del cane e cosa fanno i cereali al suo organismo????

marcy
Ospite
marcy

Siamo abbastanza informati per capire che in questa classifica sono assente (guarda caso)le crocchette veramente migliori e abbastanza attenti quando andremmo ad’acquistarle.

Nanny
Ospite
Nanny

Le Acana sono le migliori, il mio cane piccola taglia è cresciuto sano e robusto SOLO con le Glasslands, sono proteiche quanto basta anche per un cane casalingo e sono complete anche di erbe mediche, condroprotettori e frutta e verdura che servono per proteggere l’intestino. Le mangia senza fiatare, ora però che è adulto metà porzione per cena sempre da sole, ed mezzo pasto casalingo a mezzodì con tacchino appena sbollentato, carboidrati e mela o cocco.

gia
Ospite
gia

Senza parole!!! avete elencato le marche più mediocri… Orijen, acana, Monge, Eukanuba, forza10 tanto per citarne qualcuna… è scorretto dare questo genere di informazioni!

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Buongiorno Gia,

riceviamo e volentieri pubblichiamo la tua segnalazione.

Saluti

Avanzo Ivana
Ospite
Avanzo Ivana

Al mio cane do le crocchette hi beef adult vorrei sapere cosa ne pensate, inoltre camminiamo molto tutti i giorni secondo voi è meglio se gli do delle crocchette più proteiche?

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Salve Ivana, non sono delle pessime crocchette ma hanno un bassa percentuale di carne (considera che i cani sono carnivori e una buona crocchette dovrebbe avere almeno il 60% di carne o derivato animale). Il livello proteico dipende sia dall’età del cane, sia da quanto movimento fa e sia dal suo peso. Ma sei hai un cane giovane, quindi la sua età è compresa tra 1 anno e 6 anni, e fa almeno 3 o 4 ore di camminata al giorno allora consigliamo di dare una crocchetta con un livello proteico superiore al 29%. Se hai un cane superiore ai… Read more »

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status