Il miglior ciclocomputer

Ultimo aggiornamento: 24.04.19

Ciclocomputer – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Un buon ciclocomputer si giudica in base alla ricchezza delle funzioni disponibili. Sono due quelli che ci hanno colpito più di tutti gli altri analizzati: il primo è Sigma Sport Rox 6.0: completo e facile da usare, indica anche l’altitudine per poter misurare il dislivello percorso. In alternativa, potresti considerare il Garmin Edge 25 che colpisce per le dimensioni ridotte e la ricchezza di funzioni che lo rendono adatto anche ai ciclisti esperti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior ciclocomputer

 

Se sei appassionato di ciclismo e ami trascorrere il tempo libero sul sellino di una bici, puoi scegliere se “limitarti” a pedalare o se avere numerose informazioni sulle tue performance.

Questo è possibile grazie ai ciclocomputer, dispositivi nati per calcolare una serie di parametri e, nel corso degli anni, evoluti a rango di veri e propri computer per il fitness. Proprio questa versatilità li rende un interessante oggetto per gli appassionati delle due ruote e nella nostra guida all’acquisto ti sveliamo quali sono gli aspetti di cui tenere conto prima di sostenere la spesa necessaria a comprarne uno. Troverai anche la nostra classifica con le recensioni dei cinque modelli più interessanti presenti sul mercato, con un occhio al prezzo.

 

Guida all’acquisto

 

Mappe e velocità

Mediamente un ciclocomputer dispone di decine di funzionalità, più o meno utili e utilizzate. A nostro parere alcune sono assolutamente imprescindibili, a cominciare dal calcolo della distanza percorsa e della velocità media, ormai uno standard su qualunque tipo di dispositivo, da quelli più economici ai top di gamma delle migliori marche. Anche il rilevatore di frequenza di pedalata non può mancare, così avrai un valido supporto per mantenere la cadenza più corretta.

I dispositivi più recenti non possono prescindere dall’antenna GPS che permette all’apparecchio di interagire con le mappe precaricate, fornendo una navigazione cartografica, utile sia per visualizzare se stai seguendo la corretta direzione sia, a fine allenamento, per controllare il percorso fatto. Molti ciclocomputer consentono l’utilizzo di mappe realizzate dal produttore oppure si integrano alla perfezione con Google Maps o Earth.

I modelli più evoluti consentono, infine, di condividere i propri percorsi all’interno di una community online, legata a un determinato brand oppure diffusa nei circoli o nei gruppi di cicloamatori. Questo permette di scoprire nuovi percorsi, condivisi da altri appassionati che magari abitano nella tua stessa zona ma anche di confrontare i tempi e le velocità di percorrenza per valutare il livello delle proprie prestazioni.

 

Anche l’occhio…

Esteticamente i ciclocomputer sono di dimensioni compatte ma dalle forme più disparate: da quelli ovaleggianti ai modelli più squadrati. Scegline uno che, ovviamente, soddisfi il tuo gusto estetico ma che “si intoni” anche al tipo e allo stile della tua bicicletta.

Un aspetto al quale occorre prestare la massima attenzione è il display e da questo punto di vista l’estetica e la gradevolezza dovrebbero passare in secondo piano rispetto alla visibilità. I modelli più recenti (e costosi) vantano infatti schermi LCD a colori che strizzano l’occhio a quelli degli smartphone ma che, una volta montati sul manubrio, rischiano di pagare dazio in condizioni di luce solare diretta, una situazione tutt’altro che infrequente quando si pedala all’aria aperta.

Meglio, a nostro giudizio, optare per uno schermo monocromatico o in scala di grigio che risulti sempre ben visibile e che permetta di ottenere le informazioni desiderate con un veloce colpo d’occhio. Confrontando i prezzi sul mercato scoprirai anche di poter risparmiare un bel po’.

2

 

Rilevazione della frequenza cardiaca

Un altro valore che è importante avere sempre sotto controllo quando si svolge un’attività fisica, in particolare una come il ciclismo che richiede sforzi elevati, è quello relativo al battito cardiaco.

I ciclocomputer più evoluti sono in grado di dialogare in modalità wireless, sfruttando lo standard Ant+, con una fascia cardiaca che deve essere posizionata sul petto, con il sensore a contatto con il cuore. A seconda del tipo di allenamento che vuoi seguire, puoi impostare dei limiti oltre i quali il dispositivo ti avviserà, tramite l’attivazione di un allarme o di un segnale visivo.

Le fasce cardio sono vendute separatamente ma la presenza dello standard Ant+ permette di abbinarle con facilità ai ciclocomputer. Se le vuoi utilizzare devi solamente assicurarti che l’apparecchio supporti questo protocollo wireless.

 

I migliori ciclocomputer del 2019

 

La bici è la vostra passione e non sapete rinunciare al bisogno di migliorare le prestazioni? Per monitorare costantemente i propri progressi basta attrezzarsi dei giusti mezzi per tenere sotto controllo sforzo e risultati. Vediamo insieme come scegliere un buon contachilometri per bici e quale ciclocomputer comprare per pianificare la propria preparazione come dei veri atleti professionisti.

Ecco i nostri consigli d’acquisto per aiutarvi nella comparazione tra le offerte più rilevanti del momento.

 

Prodotti raccomandati

 

Sigma Sport Rox 6.0

Principale vantaggio:

Il display del ciclocomputer Sigma è sufficientemente ampio da permettere la visualizzazione rapida e precisa delle informazioni oltre a garantire settaggi semplici dei valori propri e della bicicletta.

 

Principale svantaggio:

Le istruzioni non sono sempre chiarissime e, secondo alcuni utenti, fin troppo concise. È necessario quindi armarsi di pazienza e cercare di capire il suo funzionamento al meglio se non avete già avuto a che fare con altri ciclocomputer.

 

Verdetto 9.7/10

Il rapporto qualità/prezzo è ottimo, gli utenti che hanno avuto modo di provare il Rox 6.0 sostengono che si tratta di un prodotto perfetto sia per neofiti sia per professionisti e riesce ad accontentare i ciclisti grazie alle sue innumerevoli funzioni e la possibilità di sostituire le batterie anche ai sensori, in modo da garantirne sempre il funzionamento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Per tutti i ciclisti

Il ciclocomputer è un piccolo dispositivo che, dopo essere stato installato sulla vostra bicicletta, vi permette di avere informazioni come per esempio la distanza percorsa, tra le funzioni più semplici, oppure il cardiofrequenzimetro, solitamente accompagnato da una fascia per avere sempre sotto controllo il battito cardiaco.

Il prodotto di Sigma, Sport Rox 6.0, rappresenta una scelta più che ottima sia per ciclisti alle prime armi sia per professionisti che non vogliono però spendere cifre esageratamente elevate.

Tra le funzioni troviamo il classico cronometro ma anche quelle più avanzate come il già citato cardiofrequenzimetro con fascia toracica.

Un magnete nei pressi del pedale vi dà la possibilità di misurare la cadenza della pedalata che influenza le performance del ciclista. Avendo sempre a disposizione tale valore potrete quindi migliorare la resa e l’efficienza dei vostri allenamenti.

Sebbene non sia dotato di GPS, potrete tenere d’occhio l’altitudine impostando il valore di partenza, limitando così il consumo di batteria che un GPS comporterebbe.

Accessibilità

Tra gli elementi più importanti di un ciclocomputer spicca la semplicità di utilizzo mentre si sta pedalando. Per vedere rapidamente le impostazioni e i valori segnalati sul display senza interrompere l’allenamento è necessario avere a disposizione un prodotto che garantisca il massimo comfort di utilizzo.

Rox 6.0 risulta particolarmente efficiente da questo punto di vista, i tasti possono essere premuti senza troppa difficoltà anche si indossano dei guanti.

Se da un lato l’installazione non richiede particolari accorgimenti, l’utilizzo potrebbe confondere qualche utente che non ha mai avuto a che fare con tali dispositivi a causa del manuale di istruzioni poco chiaro e approssimativo.

Vi invitiamo quindi a dedicare un po’ di tempo alla comprensione delle funzioni prima di utilizzare il ciclocomputer durante l’attività sportiva.

 

Migliorare le prestazioni

Grazie alla possibilità di memorizzare i dati all’interno del dispositivo, potrete tenere traccia dei vostri miglioramenti o peggioramenti, permettendovi così di capire dove e come intervenire sull’allenamento.

Acquistando una docking station potrete scaricare inoltre suddetti allenamenti sul PC e pianificare in anticipo le vostre uscite senza scaricare la batteria del dispositivo anzitempo. Una comodità per molti ciclisti che vogliono prolungare la durata del dispositivo quanto più possibile.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Garmin Edge 25 

 

1.Garmin Edge 25Garmin è tra le aziende più conosciute a livello mondiale per quanto riguarda la produzione di apparecchi per rilevazioni satellitari.

Tra i vantaggi offerti dal suo Edge 25 ci sono, innanzitutto, le dimensioni molto compatte. Si tratta, infatti, di uno dei modelli più piccoli realizzati dall’azienda svizzera. Il peso che si aggira intorno ai 25 grammi è anch’esso tra i più bassi della categoria. Edge 25 è, quindi, un dispositivo ideale per chi ama la praticità.

Nonostante le dimensioni ridotte, il ciclocomputer Garmin è chiaro, ben leggibile e ricco di funzioni; pertanto può essere utilizzato con profitto anche da ciclisti professionisti. Insieme alla fascia toracica – da acquistare a parte – è possibile ottenere anche la rilevazione della propria frequenza cardiaca mentre, associato ai sensori ANT, permette di rilevare cadenza di pedalata, velocità e distanza anche indoor, l’ideale per chi vuole monitorare con la massima efficacia le proprie prestazioni.

Un altro vantaggio è la possibilità di scaricare l’app Garmin Connect e tenere aggiornato, così, il proprio profilo sullo smartphone e condividere dati e prestazioni sui social network preferiti.

Live Track è un’altra interessante funzione perché permette di far sapere in tempo reale agli amici con cui ci si allena la posizione in cui ci si trova esattamente.

Non sono pochi, dunque, i vantaggi offerti dal nuovo Garmin Edge 25. Rivediamo allora brevemente quali sono.

Pro
Pratico:

Si tratta di un dispositivo estremamente pratico da maneggiare e posizionare sulla bici perché ha dimensioni e peso molto ridotti.

Completo:

Nonostante il design più compatto della gamma Garmin, il ciclocomputer ha un display chiaro e ben leggibile. Inoltre è ricco di funzioni e può essere usato sia da ciclisti amatori che professionisti.

Fascia cardio e sensori ANT:

Il Garmin può essere collegato alla fascia cardio e ai sensori ANT diventando ancora più versatile; nel primo caso, infatti, è possibile ottenere le proprie pulsazioni cardiache e, nel secondo, una serie di interessanti rilevamenti come la cadenza di pedalata.

Integrazione con smartphone:

Grazie all’app Garmin Connect, l’utente può facilmente associare il ciclocomputer al proprio smartphone e ampliare la gamma delle funzionalità o condividere dati e prestazioni su social network e con amici o parenti.

Contro
Miglia e non km:

Garmin Connect prevede misurazioni in miglia e non in km.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€124,93)

 

 

 

VDO M5 

 

5.VDO M5Concludiamo il nostro tour tra i dispositivi più meritevoli di attenzione con la recensione di questo ciclocomputer VDO.

Il modello M5 presenta una serie di funzioni base molto facili da leggere e immediate nell’uso, che si combinano bene con il prezzo accessibile e con esigenze d’uso non troppo intensive, ma accurate nella qualità del dato reso. Lo schermo riporta i dati relativi alla velocità e al tempo di percorrenza, uno speciale sensore blocca il conteggio del tempo quando percepisce che la bici è ferma, mentre un semplice movimento del manubrio è sufficiente a fare ripartire il conteggio.

In dotazione con il display da montare sul manubrio c’è il rilevatore di velocità, che trasmette i dati al computer di bordo. A parte, non inclusi con il modello base, è possibile acquistare e collegare allo stesso dispositivo il misuratore della cadenza della pedalata oppure la fascia per la rilevazione della frequenza cardiaca.

L’ultimo prodotto della nostra guida per scegliere il miglior ciclocomputer adatto alle proprie esigenze è dunque il modello realizzato dalla VDO. Eccone evidenziati pregi e difetti.

Pro
Qualità/prezzo:

Il ciclocomputer VDO ha un prezzo accessibile e nello stesso tempo offre tutte quelle prestazioni di cui uno sportivo medio può avere bisogno.

Wireless:

La modalità di trasmissione dei dati wireless libera il ciclista dal problema di dover sistemare ogni volto il fastidioso filo.

Contro
Prestazioni:

Si tratta di un dispositivo base, non adatto a un atleta professionista o a uno sportivo con esigenze superiori.

Accessori:

Alcuni importanti accessori, come il misuratore di cadenza e la fascia per rilevare la frequenza cardiaca, vanno acquistati a parte.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€40,95)

 

 

 

Sigma BC 12.12 STS 

 

3.Sigma BC 12.12 STSContinuiamo la nostra rassegna passando a quello che riteniamo il miglior ciclocomputer wireless attualmente disponibile, facilmente accessibile, sia in termini di utilizzo che di prezzo.

Ideale se l’intento è liberarsi dei cavi, funziona infatti in modalità wireless a fronte di un consumo maggiore delle batterie, ma tant’è, il monitor segnala costantemente il livello di carica del dispositivo. Molte le informazioni disponibili immediatamente sul display, velocità, o il Trip Section Counter, una funzione che consente di calcolare i dati rispetto a una sezione di percorso o allenamento senza inficiare la bontà dei dati raccolti su tutto il percorso. Il magnete si fissa con facilità ai raggi della ruota. Utile anche il segnalatore della temperatura esterna per potere agire di conseguenza.

I dati rilevati, come la velocità di corsa e la velocità media, il tempo di percorrenza e le distanze percorse sono immagazzinati e si possono scaricare per potere controllare i propri miglioramenti e le prestazioni. Simpatica la funzione di conteggio eco-friendly: ogni chilometro percorso viene rielaborato in termini di benzina risparmiata, alla fine della pedalata, oltre a una forma splendida possiamo anche vantare un importante impatto positivo sul benessere del pianeta, non è mica cosa da poco!

Un altro dispositivo della Sigma, questa volta decisamente più economico del precedente, entra dunque a far parte della nostra classifica. Ecco quali sono i principali pro e contro di questo modello.

Pro
Prezzo:

Cliccando sul link in basso dove acquistare il prodotto ci si rende immediatamente conto che uno dei suoi vantaggi principali sono i prezzi bassi a cui il dispositivo può essere acquistato online.

Dati presenti sul display:

Basta dare una veloce occhiata al display per avere subito un quadro d’insieme di tutte le informazioni utili al ciclista come velocità, frequenza cardiaca, cadenza e temperatura esterna.

Utilizzo delle informazioni:

Tutti i dati raccolti durante una sessione di allenamento (velocità, tempo di percorrenza, distanza) vengono archiviati per poter essere poi scaricati e studiati.

Wireless:

La modalità di connessione senza fili libera lo sportivo dall’ingombro del cavo e ne rende l’uso più comodo.

Contro
Batterie:

Dovendo supportare la modalità wireless, le batterie tendono a scaricarsi piuttosto velocemente.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€67,98)

 

 

Sigma Sport Rox 6.0 

 

2.Sigma SportTra i ciclocomputer Sigma più venduti abbiamo deciso di recensire questo che ci è sembrato il più affidabile in termini di precisione nella rilevazione dei dati, facilità di lettura e di impostazione. I tasti sono facili da programmare e da premere, cosa da tenere in considerazione soprattutto quando si usano guanti e si vuole monitorare dati diversi durante la pedalata. Una volta montato sul manubrio della bici e indossati i sensori, tutti i dati rilevanti saranno memorizzati e accessibili per successive statistiche e quantificazione del proprio miglioramento, al ciclista il compito di sudare con una bella pedalata.

Il cardiofrequenzimetro a fascia toracica rileva il battito cardiaco e istantaneamente lo riporta sul display. Il misuratore di cadenza della pedalata funziona altrettanto chiaramente, grazie al magnete posizionato in prossimità del pedale per la rilevazione esatta di questo dato.

Il congegno non è dotato di rilevatore GPS, ma è in grado di dare informazioni precise sull’altitudine impostando il valore di partenza, restituendo il valore per difetto all’arrivo a destinazione.

Un ciclocomputer che ha riscosso notevole successo presso numerosi utenti è il nuovo modello della Sigma Sport di cui riepiloghiamo brevemente vantaggi e svantaggi.

Pro
Facilità d’uso:

Colpisce la facilità con cui premere e programmare i tasti che si rivela utile quando si vogliono cambiare le impostazioni durante la pedalata, anche indossando i guanti.

Dati:

Tutti i dati rilevanti vengono memorizzati e sono poi accessibili successivamente in modo da poter monitorare i progressi del proprio allenamento.

Altitudine:

Pur non disponendo del GPS integrato, il ciclocomputer Sigma Sport è comunque in grado di fornire dati sull’altitudine per dare allo sportivo informazioni utili sul dislivello percorso.

Funzioni:

Il Sigma Sport è ricco di funzioni (cronometro, tempo sul giro, conto alla rovescia, ecc.) che offrono il vantaggio all’utente di avere un dispositivo completo per monitorare efficacemente ogni seduta di allenamento.

Contro
Batterie:

Sembra che le batterie di questo minicomputer è dotato non sempre arrivino cariche al 100%.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come usare un ciclocomputer

 

Se siete soliti macinare chilometri in bicicletta e avete bisogno di conoscere tutta una serie di dati relativi alla vostra andatura, ci sembra inevitabile l’acquisto di un ciclocomputer. Questo dispositivo, infatti, fornisce i dati relativi alla velocità istantanea, quella massima e la velocità media. Questo per i modelli basici, poi ce ne sono altri che forniscono anche la distanza percorsa o che sono dotati di GPS.

Il ciclocomputer senza fili

Chi non senta la necessità di un GPS e magari di postare il percorso sui profili social, può tranquillamente affidarsi a un pratico ed economico ciclocomputer senza fili che non necessariamente fornisce pochi dati quali la velocità o i tempi di percorrenza. Infatti esistono dispositivi che seppur non altamente tecnologici possono fornire informazioni su temperatura e anche sulla frequenza cardiaca.

 

Ciclocomputer con GPS

Un ciclocomputer con GPS funge da navigatore ma dà anche la possibilità di controllare il percorso effettuato e condividerlo online, insieme a tutta una serie di informazioni circa le proprie performance. Inoltre i dati possono essere scaricati sul computer.

 

L’installazione

L’installazione di un ciclo computer non presenta grosse difficoltà e, se si è in grado di cambiare una ruota della bicicletta, non ci saranno problemi neanche con questo dispositivo, visto che è un compito infinitamente più semplice. Servono poche cose per il montaggio perché tutto il necessario è presente nella confezione. Il ciclista dovrà preoccuparsi solo di avere a disposizione qualche fascetta stringi tubo e una tronchese.

Il sensore, generalmente, va montato in basso sulla forcella anteriore. Su uno dei raggi della ruota, invece, andrà apposto un magnete mentre il supporto del computer va sul manubrio, in una posizione favorevole alla lettura del display.

Il principio di funzionamento

Ma come funziona esattamente un ciclocomputer? Come rileva la velocità e quant’altro? Poco fa abbiamo parlato dell’installazione del sensore e del magnete. Ebbene, il sensore è in grado di rilevare, per induzione elettromagnetica, l’impulso che si viene a creare al momento del passaggio del magnete. Ma non è finita perché per rilevare i dati, è necessario “comunicare” al ciclocomputer il diametro della ruota che in questo modo avrà tutti i dati necessari per calcolare la velocità e così via.

 

L’importanza del display

Quando siamo in sella della nostra bici dobbiamo aver modo di leggere con assoluta chiarezza quanto mostra il ciclocomputer attraverso il display. Ecco perché è importante che sia sufficientemente ampio, con i numeri grossi e che non risenta dei raggi del sole. Il suo utilizzo, inoltre, deve essere intuitivo e gestibile, possibilmente, attraverso due soli pulsanti.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Garmin Edge 200

 

4.Garmin Edge 200Ci dirigiamo verso la fine di questa guida all’acquisto presentando una chicca adatta a veri estimatori, quello che più ci ha più colpito tra i migliori ciclocomputer GPS Garmin venduti online.

Apparecchio preciso e dotato di funzioni in grado di riportare informazioni molto dettagliate, questo ciclocomputer tiene sotto controllo tutto quello che succede sulla bici e intorno a questa, in qualunque luogo si decida di usarla.

A differenza di altri dispositivi, è possibile scaricare ed elaborare gratuitamente i dati delle proprie performance condividendoli con la comunità connessa tramite dispositivi Garmin, si ha modo di allenarsi in tandem con partner virtuali in qualsiasi luogo si trovino, se connessi tramite lo stesso tipo di dispositivo.

Alle informazioni in comune con altri ciclocomputer, velocità, cadenza, tempo di percorso, questo dispositivo permette di aggiungere il monitoraggio di tragitto e condizioni del percorso grazie al rilevatore GPS. Tante le funzioni sfiziose da scoprire in questo apparecchio utile tanto per gli amatori, come per gli atleti non professionisti. Il dispositivo memorizza le prestazioni permettendo di sfidare se stessi al miglioramento delle proprie prodezze su uno stesso percorso.

Il ciclocomputer Garmin è quindi un prodotto molto completo in grado di soddisfare le necessità anche del ciclista più esigente. Di seguito riportiamo i principali punti di forza e di debolezza del dispositivo.

 

Pro

GPS: A differenza di tanti altri prodotti simili, il Garmin è dotato di un buon GPS che permette di registrare diversi dati di allenamento che si rivelano utili per chi vuole monitorare costantemente le proprie performance.

Condivisione: È possibile scaricare ed elaborare gratuitamente tutti questi dati e condividerli con la comunità di coloro che utilizzano i dispositivi Garmin. Il vantaggio è quello di poter sfidare rivali virtuali in qualsiasi parte del mondo si trovino.

Facile da usare: Non occorre nessuna configurazione particolare per cominciare a usarlo. Tutto quello che bisogna fare è fissarlo alla staffa per manubrio inclusa.

 

Contro

Personalizzazione: Il dispositivo, come molti altri del resto, non offre grosse possibilità di personalizzazione.

Ora: Sul display non viene visualizzata l’ora, perciò è necessario ricorrere all’orologio o al telefonino per avere quest’informazione.

 

 

Polar CS500+ 

 

1.Polar CS500+Cominciamo la nostra rassegna alla ricerca del miglior ciclocomputer partendo dal top di gamma. Ecco dunque il modello Polar, ciclocomputer dalle prestazioni interessanti che andiamo a snocciolare, sono davvero tante!

Il Polar CS500+ permette di misurare la tensione cardiaca, la cadenza della pedalata e la velocità di corsa riportando i dati in modo chiaro e ben leggibile sul display che si monta direttamente sul manubrio della bici, così da tenere facilmente sotto controllo le informazioni live.

La fascia cardio è dotata di sensori che misurano direttamente la frequenza cardiaca segnalando il valore dei battiti per minuto, ma è anche possibile settare il livello di allerta per una raggiunta soglia di sforzo. Le funzioni OwnCal e OwnZone permettono di personalizzare l’allenamento in base al consumo di calorie e all’intensità di sforzo individuali.

Il sensore incorporato per la rilevazione della velocità restituisce informazioni dettagliate rispetto all’andamento della pedalata, la distanza percorsa, la pendenza della strada e può essere impostato in maniera distinta su tre bici: un vantaggio se si usano più bici per le proprie uscite, per esempio quella da corsa e la Mountain Bike.

Il ciclocomputer che, anche sulla base di tanti pareri entusiastici dei consumatori, è risultato il migliore nella nostra classifica è stato dunque quello realizzato dalla Polar. Ecco un breve quadro riepilogativo del dispositivo.

 

Pro

Prestazioni: Potendo misurare la tensione cardiaca, la cadenza della pedalata e la velocità di corsa, il dispositivo si presta a una molteplicità di utilizzi.

Display: Il display è grande, si monta agevolmente sul manubrio della bici, è facile da leggere per cui è possibile controllare al volo le informazioni utili.

Funzioni: A rafforzarne le potenzialità concorrono le funzioni OwnCal e OwnZone che offrono il vantaggio di poter personalizzare il proprio allenamento in base al consumo di calorie e all’intensità dello sforzo.

Sensore: Il sensore incorporato che rileva velocità, pedalata e distanza ha il vantaggio di poter essere impostato in maniera diversa sui vari tipi di bicicletta, l’ideale se si possiedono, per esempio, una Mountain Bike e una bici da corsa.

 

Contro

GPS: Il Polar è un dispositivo di qualità che è possibile acquistare a un prezzo non di prima fascia e, tuttavia, non dispone di un GPS integrato né è supportato quello esterno Polar.

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Il miglior orologio GPS

GPS portatile

Cardiofrequenzimetro senza fascia

Migliori scarpe da bici

Antifurto per bicicletta

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (14 voti, media: 4.64 su 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status