Il miglior GPS portatile

Ultimo aggiornamento: 17.11.18

GPS portatili – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2018

 

Garmin GPSMAP 64S utilizza il sistema GLONASS per una migliore geolocalizzazione; è dotato di bussola elettronica, altimetro barometrico e permette la connessione in wireless col proprio smartphone. Per chi vuole spendere meno, un’ottima alternativa potrebbe essere il Garmin eTrex 20x che, grazie al sistema GLONASS e al potente ricevitore EGNOS HotFix, assicura una localizzazione veloce e precisa anche in posti difficili come boschi fitti e valli profonde. La cartografia dell’Europa è precaricata e la batteria ha un’autonomia fino a 25 ore.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior GPS portatile

 

Escursionisti, arrampicatori, amanti della vita all’aria aperta e della nautica: sono tanti gli appassionati che non possono rinunciare a un buon GPS portatile. Ma quale scegliere tra tutti i modelli presenti sul mercato? La nostra guida ti può dare una mano a concentrare l’attenzione sulle caratteristiche più importanti di questi dispositivi. Nella classifica in basso puoi invece leggere la recensione dei modelli più apprezzati dagli utenti. Confronta prezzi e prestazioni cliccando sui link suggeriti per accedere alle offerte più convenienti adesso.

Guida all’acquisto

 

Cosa si può fare con un GPS portatile?

Il GPS è entrato prepotentemente nella normale vita quotidiana perché viene utilizzato in un numero crescente di dispositivi elettronici, per esempio nei navigatori satellitari che indicano il percorso da seguire agli automobilisti, o negli smartphone.

Tuttavia questi dispositivi non sono adatti per gli appassionati di trekking, di arrampicate, di nautica perché si limitano a fornire indicazioni delle mappe stradali, non certo di sentieri impervi di boschi e montagne.

Il GPS portatile supera queste limitazioni ed è quindi adatto agli appassionati della vita all’aria aperta, ai cercatori di funghi, agli escursionisti, ecc. Grazie all’indicazione della posizione esatta su un monte o in un bosco, si evita la possibilità di perdersi.

Un buon GPS portatile deve consentire all’utente di salvare i punti di interesse che possono essere, per esempio, una zona pericolosa o, al contrario, un buon posto dove cercare funghi o il luogo dove si è parcheggiato.

Distanza percorsa, tempo rimanente per giungere alla meta e altitudine sono altre utili informazioni che questo dispositivo consente di conoscere in ogni momento.

Per chi possiede un’imbarcazione o è appassionato di pesca, la migliore marca di GPS portatili sarà quella che fornisce le carte nautiche integrate, per sapere sempre la posizione anche in acqua e individuare con facilità i luoghi più pescosi.

 

GLONASS

GPS è l’acronimo di Global Positioning System, il sistema di localizzazione che sfrutta una rete di alcune decine di satelliti e che è gestito dagli Stati Uniti. Ma non è l’unico esistente al mondo: ce n’è un altro, altrettanto efficace, che si chiama GLONASS.

Quest’ultimo, per determinare l’esatta posizione, sfrutta un’altra rete di satelliti gestita questa volta dalla Russia.

Al di là degli interessi geopolitici delle due nazioni, si tratta di sistemi non contrapposti ma complementari. I GPS portatili e tutti gli altri dispositivi che li integrano entrambi sono più efficaci perché, basandosi su circa 50 satelliti e non solo su 20 o 30, la rilevazione sarà più rapida e sicura anche in quelle zone con la maggior parte del cielo coperta come gole, canyon, boschi, città con grattacieli.

Garmin

Un accenno particolare merita Garmin, la società statunitense leader nel mondo nella produzione di apparecchi per la rilevazione satellitare per sport, nautica, automobili. Da anni presenta prodotti all’avanguardia e costantemente migliorati, riscuotendo successi planetari.

Le tecnologie impiegate sono molto avanzate: oltre all’immancabile GLONASS, si utilizza il sistema Egnos e HotFix che, grazie all’elevata sensibilità, ha il vantaggio di rendere la localizzazione estremamente precisa in qualunque situazione.

Scopri i dispositivi consigliati nella classifica in basso: cambia il prezzo ma, come conferma la maggior parte degli utenti, le prestazioni rimangono in tutti i casi molto elevate.

 

I migliori GPS portatili del 2018

 

Dopo averne spiegato caratteristiche e funzioni, concentriamoci adesso su come scegliere un buon GPS portatile. Dai un’occhiata ai nostri consigli d’acquisto – sono i modelli più apprezzati dai consumatori – e scopri le offerte collegate.

 

Prodotti raccomandati

 

Garmin GPSMAP 64S

Principale vantaggio:

La ricezione in qualsiasi luogo ci si trovi è garantita da una potente antenna Quad Helix che si connette ai satelliti del sistema GLONASS molto più facili da raggiungere anche dove il segnale GPS è assente.

 

Principale svantaggio:

Il prezzo da pagare per questo GPS portatile non è sicuramente basso e quindi il suo utilizzo è indicato a chi affronta spesso terreni poco battuti o si inoltra in boschi dove la vegetazione è molto folta.

 

Verdetto: 9.8/10

La potenza di ricezione di questo GPS portatile targato Garmin ha pochi eguali. È anche semplice da utilizzare e i vari tasti presenti si possono pigiare con semplicità anche se si indossa un paio di guanti. Una chicca è il display da 2,6 a colori che offre un’ottima visibilità.

Acquista su Amazon.it (€232)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Ricezione potente

Chi pratica attività outdoor in zone poche battute sa dell’importanza di avere con sé un buon GPS portatile che sia sempre in grado di ricevere il segnale GPS per non perdere la strada di casa. Una delle caratteristiche vincenti del Garmin GPSMAP 64S è la compatibilità con il sistema di satelliti GLONASS gestiti dalla Federazione Russa.

Il dispositivo aggancia molto velocemente il segnale satellitare e non lo perde anche se ci si addentra in zone dove la vegetazione è molto folta e di norma ostacola il buon ricevimento del segnale GPS. La potenza di ricezione è da condividere con l’antenna integrata di tipi Quad Helix e se questa non dovesse bastare è possibile collegarla una ulteriore per aumentare ancora di più la ricezione del segnale.

Il GPS portatile Garmin ha comunque un costo un po’ elevato ma non troppo alto se si considera che questo dispositivo è molto importante per la propria sicurezza, e questo come si sa, non ha prezzo.

Sensori e condivisione

Oltre all’antenna potente, Garmin GPSMAP 645 integra anche una serie di sensori che sono molto utili all’aria aperta. Uno di questi è un altimetro barometrico che consente di sapere a che altezza ci si trova durante il cammino ma anche di prevedere il meteo in arrivo nella zona in cui ci si trova.

La funzione Live Track permette di condividere in tempo reale la propria posizione con amici e parenti, interfacciando il GPS portatile con il proprio smartphone. Questa funzione, oltre a lasciare tranquilli i propri famigliari che in qualsiasi momento possono sapere dove ci si trova è anche molto utile in caso di emergenza per far sapere ai soccorritori la propria posizione.

 

Facile da usare

Il Garmin GPSMAP 645 si rivela anche molto semplici da usare. Questo grazie anche all’ampio display a colori da 2,6 pollici che consente di visualizzare al meglio le informazioni essenziali offerte dal dispositivo, e ovviamente la mappa con le indicazioni da seguire per raggiungere la meta prescelta.

Una serie di tasti posti sul dispositivo consentono di navigare tra i vari menu e di scegliere le varie impostazioni. Questi tasti, dalle generose dimensioni si possono pigiare anche se si indossano dei guanti. L’autonomia della batteria ricaricabile arriva a 16 ore di utilizzo.

 

Acquista su Amazon.it (€232)

 

 

 

Garmin eTrex 20x

 

Il ricevitore EGNOS estremamente sensibile, la tecnologia HotFix che assicura una localizzazione rapidissima e l’eccezionale sistema di rilevazione basato sull’utilizzo contemporaneo della rete satellitare GLONASS rendono questo GPS portatile da trekking ideale per tante attività: ciclismo, pesca, arrampicata, caccia al tesoro. Ma, con le apposite staffe, è ideale anche su bici e quad perché si può sfruttare la pronuncia dei nomi delle strade.

È uno dei migliori, se non il miglior GPS portatile per rapporto qualità/prezzo: basta cliccare sul link in basso per verificarlo.

Resistente alle intemperie, impermeabile, può essere portato ovunque in Europa grazie alle mappe precaricate, allo slot per scheda micro SD per caricarne altre, e ai 4 GB di memoria interna.

L’utilizzo del software gratuito Garmin consente la pianificazione del percorso e la condivisione con amici.

Nella nostra guida per scegliere il migliore GPS portatile abbiamo inserito anche questo modello di Garmin, leggermente meno costoso rispetto ad altri prodotti della stessa ditta. Riassumiamo le sue caratteristiche principali qui di seguito, in modo da fornire ai lettori un quadro completo prima dell’acquisto.

Pro
GLONASS:

Questa rete di satellitare garantisce un segnale sempre stabile anche nelle zone dove la ricezione potrebbe dare qualche problema. Questo rende il GPS portatile in questione ideale per chi ama fare trekking o altre attività outdoor.

HotFix:

Questa tecnologia garantisce una localizzazione rapidissima, così non si dovrà attendere troppo per poter usare le funzioni di navigazione.

Materiali:

Il prodotto si rivela essere molto resistente e duraturo nel tempo, inoltre ha un buon livello di impermeabilità che permette di usarlo anche sotto la pioggia.

Mappe:

Dispone della mappa di tutta l’Europa che potrà essere aggiornata grazie allo slot SD e ai 4 GB di memoria interna.

Contro
Software:

Alcuni utenti avrebbero gradito un software più intuitivo, dato che quello integrato lascia a desiderare nella sincronizzazione con il PC.

 

Acquista su Amazon.it (€154)

 

 

 

Garmin Etrex 10

 

Se non vuoi spendere una grossa cifra ma non sai quale GPS portatile comprare, dai un’occhiata a questo modello. Facendo una comparazione con altri dispositivi Garmin salta subito all’occhio la maggiore convenienza di questo Etrex 10, ideale per chi cerca soprattutto il risparmio. L’ottimo rapporto qualità/prezzo lo rende anche uno dei più venduti online.

La tecnologia HotFix di Garmin e l’abbinamento al sistema di rilevazione GLONASS assicurano una localizzazione più rapida, stabile e precisa anche in luoghi in cui generalmente la copertura è estremamente problematica.

Come sottolineano numerosi consumatori, uno dei punti di forza di questo GPS è la notevole autonomia della batteria, dovuta al basso consumo del dispositivo. Robusto, impermeabile, consente di visualizzare il percorso ed è perfetto per il geocaching.

Chi non sa dove acquistare questo prodotto potrà cliccare sul link della pagina di negozio riportato qui di seguito, subito dopo il riepilogo delle caratteristiche positive e negative del GPS portatile Garmin.

Pro
Qualità-prezzo:

Questo modello presenta molte delle caratteristiche comuni ai prodotti più costosi di Garmin, ma può essere acquistato a prezzi bassi.

Tecnologia:

La combinazione tra tecnologia HotFix e la connessione alla rete satellitare GLONASS permettono al GPS di trovare subito la posizione dell’utente e la mantengono anche nei luoghi dove la copertura è scarsa.

Autonomia:

La batteria del prodotto dura a lungo, quindi lo si potrà utilizzare durante lunghe escursioni outdoor.

Materiali:

Il modello è dotato di materiali molto robusti che lo rendono resistente anche alle intemperie.

Contro
Schermo:

Il display in bianco e nero non riporta meno informazioni di quelli a colori e per alcuni utenti potrebbe essere un po’ troppo spartano.

Acquista su Amazon.it (€82)

 

 

 

Garmin eTrex 30x

 

Anche questo modello integra le principali funzioni e presenta i tanti vantaggi dei dispositivi Garmin, a cominciare dal doppio sistema di rilevamento GPS/GLONASS, ideale per trovare subito la posizione praticamente ovunque.

La serie eTrex è caratterizzata dall’avanzato sistema di localizzazione che sfrutta il sensibilissimo ricevitore EGNOS e il sistema HotFix Garmin che, come abbiamo visto nella guida, garantisce estrema rapidità e precisione nella geolocalizzazione.

La bussola elettronica integrata segna sempre la posizione, anche quando è inclinata o quando si sta fermi; la presenza dell’altimetro barometrico serve per ottenere la quota e un aiuto sul cambiamento delle condizioni atmosferiche.

Modello completo, utilizzabile in svariate occasioni, è robusto, impermeabile e può essere acquistato a un prezzo conveniente.

Concludiamo la nostra recensione con la nostra consueta rassegna dei pro e contro che riportiamo qui di seguito, così che i lettori possano rivedere quali sono le caratteristiche più interessanti del prodotto.

Pro
Rilevamento:

Il doppio sistema GPS/GLONASS assicura un rilevamento veloce ed efficace ovunque ci si trovi. Inoltre il ricevitore EGNOS e il sistema HotFix di Garmin aumentano ulteriormente le prestazioni del modello.

Funzioni:

Dispone di bussola e altimetro che potranno essere davvero apprezzati da tutti gli amanti del trekking e delle arrampicate.

Materiale:

Come molti prodotti di Garmin, anche questo risulta solido, durevole e resistente alle intemperie.

Contro
Prezzo:

Sebbene non arrivi ai costi di altri modelli della stessa marca, il prezzo potrebbe essere comunque alto per alcuni utenti.

Acquista su Amazon.it (€204,4)

 

 

 

Garmin GPSMAP 78

 

Se stai cercando un GPS nautico portatile dai un’occhiata a questo modello. Si tratta di un dispositivo impermeabile e galleggiante di cui vanno sottolineate due cose: in primo luogo, la presenza di uno schermo ampio a colori da 2,6” per una visualizzazione chiara delle immagini in qualunque condizione; in secondo luogo, la presenza dei tasti, forse vecchio stile, ma molto apprezzata da tanti utenti per la maggiore praticità in diverse situazione.

Va notato anche che questo GPS portatile marino Garmin è disponibile in diverse versioni; oltre a quella base, è possibile optare per il modello con bussola e altimetro e per quello con la cartografia marina, in base alle esigenze a al budget di ognuno.

La memoria non è esaltante, solo 1,7 GB, ma lo slot permette di inserire una micro SD e caricare tutte le mappe che si vuole. È possibile infine condividere in wireless i dati con altri dispositivi Garmin compatibili.

Nel caso non si sia ancora convinti dalle qualità di questo prodotto, consigliamo di dare un’occhiata ai pro e contro qui sotto.

Pro
Impermeabile:

Il prodotto è completamente impermeabile, inoltre essendo galleggiante lo si potrà utilizzare in barca o in delle escursioni che comprendono l’utilizzo del kayak.

Schermo:

L’ampio display a colori permette di visualizzare tutte le informazioni in modo chiaro e preciso. Inoltre i tasti possono rivelarsi molto comodi, specialmente per chi è “allergico” al touchscreen.

Contro
Memoria:

La memoria di soli 1,7 GB obbliga gli utenti a utilizzare una scheda MicroSD nel caso vogliano installare nuove mappe.

Acquista su Amazon.it (€204,06)

 

 

 

Garmin GPSMAP 64S

 

Garmin ha legato il suo nome allo sviluppo delle tecnologie di geolocalizzazione, divenendo ben presto leader mondiale del settore. I suoi modelli, tra i migliori GPS portatile del 2018, la fanno da padroni nella nostra classifica.

GPSMAP 64S utilizza anche il sistema GLONASS che, come ricordato in precedenza, rende la localizzazione più veloce, stabile e sicura anche in ambienti difficili come valli profonde e foreste.

Assomiglia a un cellulare di vecchia generazione e l’antenna migliora ulteriormente la ricezione del segnale. È quindi un GPS portatile per escursioni che integra una bussola elettronica per mostrare la direzione in ogni momento, anche quando si sta fermi, mentre l’altimetro barometrico indica la quota e può essere usato per osservare i cambiamenti nelle condizioni metereologiche.

Le funzioni presenti sono davvero tante ed è importante la possibilità di collegamento in wireless col proprio smartphone e di interazione con la piattaforma Garmin, i suoi software e altri dispositivi compatibili che rendono il GPS completo e versatile, oltre che uno dei più venduti sul mercato.

Garmin produce spesso dispositivi GPS di alta qualità e questo nuovo modello non è certo da meno. Sono infatti molti i pareri positivi degli utenti, sebbene non sia proprio il GPS portatile più economico in circolazione. Vediamo quali sono i suoi pro e contro qui di seguito.

Pro
GLONASS:

Questo particolare sistema rende la localizzazione più stabile e veloce ovunque ci si trovi, anche in ambienti dove la ricezione non è proprio ottimale come ad esempio valli o foreste.

Pratico:

A vederlo sembrerebbe un vecchio cellulare, ma questo è un vantaggio dato che la forma particolare lo rende compatto, facile da usare e molto maneggevole. Nel caso il segnale sia debole, si potrà utilizzare l’antenna per una migliore ricezione.

Funzioni:

La bussola e l’altimetro sono ideali per chi ama le avventure outdoor e vuole avere tutti gli strumenti a disposizione.

Software:

Il prodotto si potrà collegare a smartphone e tablet per farli interagire con la piattaforma Garmin e rendere il GPS portatile ancora più efficiente.

Contro
Prezzo:

Tutte le qualità del prodotto si fanno pagare care, per questo lo consigliamo solo a chi dispone di un buon budget.

 

Acquista su Amazon.it (€232)

 

 

 

Come utilizzare un GPS portatile

 

Il GPS, acronimo inglese di Global Positioning System (ovvero sistema di posizionamento globale), è una tecnologia che sfrutta la potenza dei satelliti in orbita attorno al pianeta per ricavare coordinate geografiche da mostrare all’utente.

 

 

Sistemi mobili

Oggigiorno tale sistema è presente sulla maggior parte dei dispositivi mobili, per fornire coordinate esatte in qualsiasi momento. L’utilità è naturalmente quella di reperire informazioni utili relativi alla propria posizione. Pensate per esempio a chi si trova in una città straniera e ha bisogno di orientarsi per strade che non conosce, oppure ha intenzione di cercare un ristorante nei paraggi per poter pranzare o cenare. Ci si trova in tali situazioni quotidianamente, tuttavia, esistono anche prodotti dotati di GPS per usi specifici, come per esempio usi sportivi.

 

Sportivi

Chi pratica running o jogging può usufruire del GPS all’interno di appositi strumenti come orologi e smartphone per tenere traccia dei propri progressi e controllare il percorso del proprio allenamento. Chi vuole invece una qualità e affidabilità superiore può affidarsi ai GPS portatili.

Si tratta di strumenti pensati appositamente per gli amanti della vita all’aria aperta dal momento che i classici prodotti dotati di GPS si limitano a fornire informazioni su strade e punti di interesse di vario tipo, mentre invece questi dispositivi, simili ai primi cellulari, garantiscono la possibilità di visualizzare non solo sentieri all’interno di boschi, montagne e luoghi particolarmente isolati ma dispongono anche di funzioni apposite per salvare i punti di interesse che voi stessi scoprirete durante l’attività di trekking, scalata o una semplice escursione.

 

Funzionamento

Se avete intenzione di dotarvi di questo utile strumento ma non ne avete mai utilizzato uno e temete dunque di non riuscire a sfruttarlo al meglio, vediamone insieme le funzioni principali. Innanzitutto, munitevi del manuale di istruzioni che troverete all’interno della confezione, anche se vi sembra eccessivamente complicato potrebbe aiutarvi a chiarire alcuni punti oscuri in cui potreste incappare durante i primi utilizzi.

Non potrete fare a meno di batterie, solitamente due tipo AA dovrebbero essere sufficienti per utilizzi prolungati. Prima di recarvi in qualsiasi luogo remoto, però, ricordate di mettere nello zaino almeno un paio di pile di ricambio. Inserite dunque le pile nell’alloggiamento posteriore e accendete il GPS con il pulsante apposito che troverete spesso sulla parte laterale del dispositivo.

 

 

Pulsanti per zoomare

I pulsanti IN e OUT, presenti subito sotto lo schermo, servono per zoomare sulla mappa, in modo da capire al meglio i percorsi da intraprendere.

Una volta acceso il GPS attendete che la precisione sia a livelli accettabili, solitamente al di sotto dei 5 metri, in tal modo avrete la certezza che il sistema sia agganciato a diversi satelliti e triangolare al meglio la posizione.

 

Registrare percorso

Ora non dovrete far altro che dirigervi al punto prescelto indicato sulla mappa del GPS portatile. Qualora vogliate registrare il percorso, premete il pulsante Menu e all’interno delle impostazioni selezionate l’opzione “Registra traccia”. Così avrete la possibilità di ritornare al punto di partenza utilizzando il percorso inverso.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (7 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.