Se vuoi la migliore esperienza di navigazione, apri la pagina nell'app.

Il miglior vaporizzatore

Ultimo aggiornamento: 18.09.18

 

Vaporizzatori – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Il vaporizzatore può essere sia un’ottima alternativa alla sigaretta elettronica, sia un modo piacevole per fare dell’aromaterapia ovunque si vada. Visto che sul mercato ci sono davvero tanti modelli disponibili, abbiamo pensato di creare questa pagina per tutti i nostri lettori che desiderano acquistare un buon vaporizzatore senza spendere troppo. Leggendo i consigli d’acquisto e le recensioni dei modelli in classifica sarà possibile fare l’investimento giusto. Nel caso però non si abbia tempo a disposizione, si potrà subito dare un’occhiata al Crater 420, un vaporizzatore altamente performante. In alternativa si potrà optare per il modello di MIGHTY 0100MY, dotato di tecnologia avanzata, ma venduto a un prezzo alto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior vaporizzatore

 

Smettere di fumare è una bella impresa, per questo spesso ci si aiuta in tutti i modi possibili con libri motivazionali, sigarette elettroniche e i vecchi cerotti alla nicotina. Un altro sistema per aiutare a perdere il vizio è acquistare un buon vaporizzatore, un oggetto ideale anche per chi ama l’aromaterapia. Confrontando i prezzi dei modelli in classifica e leggendo la loro recensione si potrà acquistare il vaporizzatore giusto per le proprie esigenze. Inoltre qui di seguito si troveranno preziosi consigli su quali caratteristiche cercare in un buon prodotto.

Guida all’acquisto

 

Tabacco o erbe?

Non tutti i vaporizzatori sono universali, questo vuol dire che ci saranno modelli utilizzabili con il tabacco, mentre altri con le erbe. A seconda delle proprie esigenze occorre cercare il modello giusto, stando bene attenti alla descrizione delle caratteristiche del prodotto nella scheda del negozio.

Solitamente i vaporizzatori per tabacco sono dei buoni sostituti della sigaretta elettronica, dato che permettono di sgretolare direttamente il materiale senza usare le ricariche liquide che a molti danno fastidio per il loro sapore troppo chimico. Chi vuole smettere di fumare potrà optare per un modello della migliore marca che non contenga tracce di nicotina.

Nel caso invece si voglia fare un po’ di aromaterapia è importante cercare un vaporizzatore che non faccia perdere al materiale il suo sapore originale, anche se il prodotto potrebbe avere un prezzo più alto.

 

Riscaldamento

Sul mercato ci sono molti vaporizzatori che permettono di regolare la temperatura per avere un riscaldamento ottimale del contenuto. I modelli più costosi hanno un particolare sistema di riscaldamento ad aria che permette di vaporizzare il materiale in modo ottimale e soprattutto velocemente. Parliamo di 35 secondi contro uno o più minuti di tempo che i vaporizzatori meno performanti richiedono per portare a termine l’operazione.

Visto che il riscaldamento interno può influire sulla temperatura esterna del vaporizzatore, può essere una buona idea cercarne uno con un sistema di ventilazione. È importante soprattutto nel caso si acquisti un modello particolarmente performante, in questo modo non si rischieranno fastidiose e dolorose scottature alla mano e si potrà svapare in tutta tranquillità.

Ricarica e pulizia

Il vaporizzatore non dura in eterno e va spesso ricaricato per assicurarsi un funzionamento ottimale, specialmente quando si è fuori casa. I modelli più comuni si possono tranquillamente ricaricare tramite un pratico cavo USB, così li si potrà far tornare operativi anche quando non si è in casa, magari attaccandoli al laptop o a una powerbank.

Gli articoli con un prezzo più alto avranno addirittura una doppia batteria, molto utile per chi è sempre in giro. Per quanto riguarda la manutenzione di un vaporizzatore occorre tenere conto di un fattore principale: la pulizia. Anche se si acquista il miglior modello sul mercato si dovrà tenere sempre pulito dopo ogni utilizzo, in modo da togliere i residui di materiale che potrebbero rovinarlo.

Gli attrezzi per la manutenzione del vaporizzatore vengono dati in omaggio con il prodotto.

 

I migliori vaporizzatori del 2018

 

Nei nostri consigli d’acquisto abbiamo dato qualche indicazione su come scegliere un buon vaporizzatore, elencando le caratteristiche principali da cercare in un prodotto. Adesso passiamo alle recensioni dei modelli più venduti grazie alle quali sarà possibile fare una comparazione tra le offerte e scegliere il miglior vaporizzatore per le proprie esigenze. Ricordiamo che dopo ogni recensione si troverà il link del negozio dove si potrà comprare il prodotto ad un prezzo conveniente.

 

Prodotti raccomandati

 

Crater 420

 

Il vaporizzatore di Crater si presenta con un ottimo rapporto qualità-prezzo molto apprezzato dagli utenti e che lo ha reso uno dei modelli più venduti online. Il design elegante si presta bene anche per fare un bel regalo a una persona amante dell’aromaterapia. Oltre ad essere esteticamente molto piacevole da vedere, il vaporizzatore si rivela robusto e duraturo nel tempo.

Uno dei vantaggi principali è la sua semplicità d’uso che permette anche a chi è alle prime armi di adoperarlo senza complicazioni. Il sistema di riscaldamento ad aria al 100% consente una vaporizzazione efficace e rapida, infatti sarà pronto all’uso in soli 35 secondi. Si ricarica comodamente tramite un cavo USB, così lo si potrà avere sempre attivo anche quando non si è in casa.

Oltre al vaporizzatore, nella confezione si troveranno kit per erba secca, cera e olio. L’unico neo trovato dagli utenti sta nella pulizia del prodotto che spesso risulta macchinosa.

Il Crater 420 è il modello che spicca per il miglior rapporto qualità-prezzo; esteticamente carino e anche ben fatto, per questo si colloca al primo posto nella nostra guida per scegliere il miglior vaporizzatore.

Pro
Aromaterapia:

Si tratta del modello ideale per fare aromaterapia, e non solo; il vaporizzatore Crater 420, infatti, ha la camera strutturata per funzionare con le erbe secche, la cera e l\'olio, ed è facile da riempire.

Convezione:

Il sistema è interamente basato sulla convezione, cioè il riscaldamento ad aria in un percorso completamente isolato, in modo da non contaminare il vapore rilasciato dalle essenze o dalle erbe.

Facile da usare:

È alimentato da una batteria a ioni di litio da 2.200 mAh, ricaricabile tramite qualsiasi porta USB o presa di corrente, e dispone di quattro diversi settaggi per la temperatura, che viene raggiunta in soli 30 secondi.

Contro
Pulizia:

L\'unica pecca è una certa difficoltà nel rimuovere i residui che si depositano sul fondo della camera.

Acquista su Amazon.it (€129)

 

 

 

MIGHTY 0100MY

 

Sebbene il costo del modello Mighty sia abbastanza alto, lo abbiamo comunque inserito tra i migliori vaporizzatori del 2018 per la sua alta qualità che gli utenti più esigenti potranno davvero apprezzare. Il vaporizzatore di dimensioni ridotte può essere portato in tasca o nella borsa senza ingombrare troppo spazio, ideale per usarlo in qualsiasi situazione.

Il sistema brevettato di riscaldamento a convezione ad aria calda abbinato a conduzione aggiuntiva garantisce una vaporizzazione efficiente sin dal primo utilizzo, in modo da poter fare un’ottima aromaterapia grazie all’alta quantità di fumo e aromi rilasciati. Questo tipo di vaporizzazione elimina i sapori sgradevoli contenuti in alcuni materiali che potrebbero essere nocivi per la salute.

Il design con fori per l’aria aiuta a prevenire surriscaldamenti potenzialmente dannosi, inoltre sarà possibile regolare la temperatura grazie ai tasti e al display, tramite il quale si potrà anche controllare lo stato della doppia batteria integrata.

Secondo i pareri degli acquirenti, nonostante il prezzo elevato, il vaporizzatore Mighty si distingue per l’ottima qualità e le prestazioni, nonché per le sue dimensioni compatte che lo rendono facile da portare; è un modello per i più esigenti.

Pro
Prestazioni:

Può generare temperature che vanno dai 40° circa fino ai 210° Celsius e questo gli permette di lavorare al meglio con una grande varietà di sostanze, a partire dalle erbe secche fino agli oli essenziali, le cere e altro, utilizzando sempre la temperatura adeguata.

Convezione:

Anche il vaporizzatore Mighty sfrutta un sistema di riscaldamento a convezione, della potenza di 36 Watt, che assicura una vaporizzazione efficiente e totalmente priva di residui di combustione di alcun tipo.

Accessoriato:

La confezione include l\'alimentatore, tre filtri di ricambio da 15 mm, un tampone per vaporizzare liquidi da 15 mm, e vari altri oggetti per la manutenzione.

Contro
Attenzione ai falsi:

È un prodotto di qualità, ma bisogna fare molta attenzione ai falsi in circolazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

PAX 2

 

Chi cerca un vaporizzatore per erba secca a un prezzo ragionevole potrà optare per questo PAX 2 dal design sottile ed elegante. È stato progettato per fare aromaterapia a base di erbe, quindi non è consigliabile utilizzarlo con il tabacco. L’assenza di nicotina lo fa diventare un buon sostituto delle sigarette, nel caso lo si voglia acquistare per cercare di smettere di fumare.

Viene venduto con un comodo tritaerbe, anche se a detta degli utenti questo non è proprio di altissima qualità Si potrà alimentare e caricare tramite un comodo cavo USB da attaccare alla base, in modo da tenere il vaporizzatore pronto all’uso anche quando non si è in casa.

È disponibile in colori diversi, così si potrà scegliere quello che più si adatta ai propri gusti.

La caratteristica distintiva del PAX 2 è che viene venduto con una dotazione di accessori abbastanza completa, che include anche un piccolo e pratico trita-erbe, e ciò è stato apprezzato da molti acquirenti.

Pro
Specifico:

Il vaporizzatore PAX 2 è un modello dedicato all\'uso esclusivo con le erbe secche e trinciate, come per esempio i tabacchi di vario tipo, la menta o altre erbe balsamiche.

Ben fatto:

È robusto e compatto, le dimensioni ridotte lo rendono molto discreto, oltre che pratico e comodo da portare in borsa, o in una tasca dei pantaloni.

Accessoriato:

La confezione include il vaporizzatore PAX 2, il cavo di ricarica, il kit completo con tutti gli strumenti per la manutenzione, due bocchini e un comodo e pratico trita-erbe, che gli acquirenti hanno apprezzato molto.

Contro
Macchinoso:

L\'utilizzo non è né facile né lineare; secondo alcuni acquirenti è un po\' troppo macchinoso da adoperare, dato che bisogna imparare a gestire bene il “camino”.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Xvape X-Max V2 Pro

 

Questo vaporizzatore Xvape si rivela la scelta giusta per tutti quelli che non ne hanno mai usato uno e vogliono provarlo senza dover spendere troppo. Il modello può essere utilizzato con olio o erba per fare una buona aromaterapia e magari cercare di combattere il vizio del fumo in modo alternativo.

Il design sottile permette di portarlo facilmente in tasca o di metterlo in borsa senza ingombrare, nonostante questo il vaporizzatore arriva a una potenza di 2.200 mAh che permettono di arrivare a temperature alte in poco tempo e si spegnerà automaticamente nel caso rimanga inutilizzato per 3 secondi.

Nella confezione si troverà tutto l’occorrente per iniziare subito a usarlo, oltre a una spazzola per la pulizia utile al fine di tenere il vaporizzatore in condizioni ottimali. Il corpo in acciaio e ceramica rende il prodotto molto resistente, ma allo stesso tempo pesante.

Se invece vi state chiedendo dove acquistare un nuovo vaporizzatore a prezzi bassi, allora fareste bene a date un’occhiata ravvicinata all’X-Max V2 Pro, prodotto da Xvape, un modello da usare come sigaretta elettronica.

Pro
Versatile:

L\'X-Max V2 Pro dispone di due scomparti, uno in cui è possibile mettere le erbe e usarlo come vaporizzatore, l\'altro scomparto, invece, è per l\'olio e gli permette di essere sfruttato anche sigaretta elettronica.

Regolabile:

Dispone di un controllo per la temperatura regolabile su cinque diverse posizioni, da 180° fino a 220°, e di un sistema di spegnimento automatico dopo tre minuti di inattività.

Accessoriato:

È venduto insieme al cavo di ricarica con connettore USB per la presa di corrente, il filtro a ugello per la camera dell\'olio, uno scovolino e altri strumenti per la manutenzione e la pulizia periodica.

Contro
Lingua:

Le istruzioni sono in inglese e la temperatura è visualizzata in gradi Fahrenheit, quindi è complicato da gestire.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Atman  50g

 

Nel caso non si sappia quale vaporizzatore comprare a basso costo, consigliamo di dare un’occhiata a questo modello di Atman che funge da sigaretta elettronica. I fumatori che vogliono combattere il vizio potranno apprezzare il vaso in ceramica che garantisce un sapore puro del materiale vaporizzato.

Oltretutto l’assenza di nicotina permette di fumare tabacco o erbe annullando l’effetto assuefacente, in modo da poter piano piano rinunciare alle sigarette.

La batteria dall’autonomia di sei ore può essere caricata comodamente tramite un cavo USB, inoltre l’utilizzo risulta semplice e rapido grazie al coperchio svitabile. È interessante il sistema di protezione tramite una spia luminosa che avvisa gli utenti nel caso di corto circuito o bassa tensione.

È decisamente il più economico dei vaporizzatori messi a confronto nella nostra guida, e anche il secondo dei modelli utilizzabili come sigaretta elettronica a secco, specialmente dai neofiti che non sono ancora pronti a spendere cifre maggiori.

Pro
Ceramica:

La camera di contenimento dei trinciati ha una capacità di 1,8 ml ed è realizzata in ceramica, in modo da preservare al meglio la purezza dell\'aroma e del gusto del fumo.

Formato sigaretta:

Il design compatto di tipo slim lo rende molto facile da utilizzare, come se fosse una normale sigaretta, e anche pratico e comodo da trasportare in maniera discreta.

Facile da usare:

Il vaporizzatore Atman impiega solo 30 secondi per riscaldare la camera, e cambia colore non appena raggiunge la temperatura, dando un riscontro immediato e rendendone l\'uso più facile e intuitivo.

Contro
Qualità:

È un vaporizzatore con il pregio di essere economico. elegante e compatto, ma di qualità medio-bassa, adatto ai principianti che non vogliono rischiare una cifra maggiore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un vaporizzatore

 

Si sente sempre più spesso parlare di vaporizzatori, ma non tutti sanno effettivamente cosa siano e a cosa servano. Precisiamo, innanzitutto, che non si tratta di sigarette elettroniche, bensì di un dispositivo che, per mezzo del calore prodotto, riscalda una sostanza, delle erbe essiccate o più comunemente del tabacco, affinché possa rilasciare le proprie componenti attive che verranno inalate sotto forma di vapore.

 

 

Un’alternativa alla sigaretta

Per capire se avete bisogno o meno di un vaporizzatore, è necessario prima di tutto comprenderne il funzionamento. L’apparecchio è dotato di una camera di combustione, dove viene inserita la sostanza che si intende vaporizzare; una volta impostata la temperatura, viene rilasciato il calore necessario affinché la materia vegetale si riscaldi e sprigioni i suoi principi attivi, creando un vapore molto chiaro e leggero che potrà essere inalato tramite l’apposito beccuccio.

Quindi la sostanza non viene bruciata, come accade per il tabacco all’interno di una sigaretta, ma gradualmente riscaldata, rilasciando un vapore libero dalle emissioni di sostanze nocive e cancerogene, che derivano di solito dalla combustione.

 

Altri vantaggi

Utilizzare un vaporizzatore per smettere di fumare è la scelta migliore per la propria salute, ma ci sono tanti altri vantaggi da considerare.

Innanzitutto, con la combustione gran parte dei principi attivi delle erbe vengono distrutti, mentre con la vaporizzazione la sostanza vegetale viene riscaldata lentamente, così da preservarne tutte le proprietà.

Il fumo, inoltre, si attacca ai vestiti, irrita gli occhi e tende ad ingiallire i denti e le unghie; il vapore, invece, è quasi inodore e non sarà di alcun fastidio per chi vi sta vicino; mentre l’assenza di catrame e additivi vari vi permetterà di assaporare tutto il gusto naturale delle erbe, senza alcun sapore sgradevole.

 

A conduzione o a convenzione?

Quando si vuole acquistare un vaporizzatore capita di imbattersi in termini particolari come “conduzione” e “convenzione”, che in pratica si riferiscono alla modalità di riscaldamento del dispositivo: nella conduzione la sostanza è a contatto diretto con la superficie riscaldata, mentre nella convenzione l’aria calda prodotta passa attraverso le erbe rilasciando il vapore.

In effetti, il risultato finale è sempre lo stesso, ma la convenzione è una tecnologia più complessa, quindi anche più costosa, che conferisce al vapore un gusto e una qualità leggermente migliori rispetto alla conduzione che, d’altro canto, risulta più pratica perché consente un maggior numero di inalazioni con una singola ricarica.

 

 

Accessori

Per godere appieno del vostro vaporizzatore, potreste avere bisogno di qualche altro accessorio, soprattutto se è la prima volta che ne acquistate uno.

Quelli più utili sono: un macinino per tritare finemente l’erba, specialmente se utilizzate un vaporizzatore a conduzione; un prodotto specifico per la pulizia del dispositivo, che non deve essere troppo aggressivo; un contenitore per le erbe, meglio se sigillato per mantenere il giusto livello di umidità ed evitare che si secchino troppo; e una custodia per portare sempre con voi il vostro kit.

Inoltre, se la vostra intenzione è quella di usare il dispositivo anche per l’aromaterapia, accertatevi che siano inclusi anche gli accessori supplementari per la nebulizzazione degli oli essenziali.

Infine, è consigliabile effettuare una periodica manutenzione dell’apparecchio, poiché all’interno della camera di combustione tendono ad accumularsi dei residui che potrebbero alterare il gusto del vapore e danneggiare il congegno.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (28 votes, average: 4.54 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.