Le 5 Migliori Tastiere Musicali del 2022

Ultimo aggiornamento: 22.05.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Tastiera Musicale – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Se non avete tempo di studiare le caratteristiche di tutte le tastiere musicali sul mercato date un’occhiata alle due che consigliamo tra tutte: Roland Go-61P Digital Piano, un ottimo strumento per principianti al quale collegare anche lo smartphone per imparare canzoni e seguire lezioni in streaming. Una soluzione ideale per suonare studiare e suonare ovunque andate. M-Audio Keystation Mini 32 II, è una tastiera MIDI da collegare al computer, molto economica e, quindi, adatta se disponete di un budget ristretto.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore tastiera musicale?

 

Ti intendi di musica, o vorresti farlo? Suonare uno strumento è tra le attività che innalzano l’uomo un gradino più in alto e ne affinano la sensibilità.

Difficile decretare quale sia la migliore marca di tastiere musicali, di certo il mercato è dominato da case che sono presenti da tanto tempo e che lo sono grazie all’affidabilità e precisione che le contraddistingue.

Prova a scegliere lo strumento più adatto solo dopo avere dato un’occhiata alla nostra guida e ai nostri consigli d’acquisto.

3

 

Non chiamatela semplicemente tastiera

Esistono tante tipologie di strumenti a tasti che servono in diversi contesti per ottenere risultati diversi a seconda dell’uso che se ne intenda fare. Il prezzo in questo caso non è l’unica discriminante per scegliere il giusto elemento, ma vanno tenute a mente alcune caratteristiche che consentono di riprodurre o registrare il suono in modo diverso, vediamo brevemente di cosa si tratta.

Tanta strada si è fatta da quando negli anni Sessanta Robert Moog ha creato il primo sintetizzatore in grado di riprodurre elettronicamente i suoni registrati. Oggi un sintetizzatore si sostituisce a numerosi strumenti, cosa che gli consente di trasformarsi in un’orchestra portatile.

La tastiera MIDI è in grado di comunicare con altri strumenti elettronici, in particolare con il computer a cui trasferisce i suoni che vengono poi rielaborati in postproduzione.

Agli antipodi della semplice tastiera portatile, pensata per essere trasportabile e che capita di trovare in fascia economica per accontentare anche gli appassionati alle prime armi, si trova il pianoforte digitale, uno strumento in grado di riprodurre la stessa suggestione acustica del pianoforte classico, ma decisamente meno ingombrante da portare ai concerti e più versatile.

 

Le ottave

Dal confronto dei prezzi appare evidente come tanta varietà di scelta corrisponde a livelli di spesa differenti.

La nostra classifica si compone di tastiere dalle diverse caratteristiche per cercare di offrire elementi utili alla comparazione. Ma in generale è bene sapere che le ottave, cioè i dodici tasti della scala cromatica, sette bianchi e cinque neri, possono essere almeno due o quattro, soprattutto nelle tastiere usate come controller e non per suonare, fino a un massimo di sette ottave, 88 tasti, delle tastiere professionali.

La possibilità di scegliere una tastiera o un’altra dipende non solo dalla recensione più o meno convincente che è possibile trovare, ma anche dalla possibilità di scegliere quei modelli che imitano le caratteristiche del pianoforte, con tasti grandi e che quindi richiedono una particolare destrezza manuale. I modelli più sofisticati, pensati soprattutto per i concertisti hanno tasti pesati, cioè la cui sensibilità genera un suono diverso se premuti con minore o maggiore forza e che non tornano subito alla loro posizione, questo permette di non dovere sforzare le dita per premere più volte lo stesso tasto.

4

 

Gli accessori

Non mancano quindi le diverse possibilità tra cui scegliere per decidere di avviare il proprio percorso artistico. In base al proprio budget e alle reali capacità, è possibile trovare un buon numero di strumenti che possono accompagnare i primi passi o dimostrarsi alleati perseguendo la propria passione senza comportare una spesa eccessiva.

Infine, è opportuno considerare la presenza di alcuni accessori che arricchiscono il valore dello strumento. Non sono secondari gli amplificatori, il supporto e la custodia: averli a disposizione permette di essere subito pronti per la sala prove.

 

Le 5 Migliori Tastiere Musicali – Classifica 2022

 

L’abito non fa il monaco, ma spesso lo strumento fa il musicista! Acquistare tastiere musicali per professionisti è una necessità per pochi, mentre sono in tanti a desiderare una tastiera musicale entry level per potersi avvicinare a questo fenomenale strumento. Ecco i nostri consigli d’acquisto su come scegliere una buona tastiera elettronica.

 

 

1. Roland Go-61P Digital Piano

 

Principale vantaggio:

La possibilità di collegare alla tastiera dispositivi portatili come smartphone e tablet permette di accedere ad una gamma infinita di possibilità di studio e di divertimento con la musica. D’altronde internet è una fonte inesauribile di brani, basi musicali e lezioni video.

 

Principale svantaggio:

Le funzioni del prodotto sono abbastanza ridotte rispetto a quelle di altre tastiere. Manca la possibilità di mandare a loop le proprie registrazioni, cosa che rende difficile studiare le armonizzazioni e di improvvisare su giri di accordi particolari.

 

Verdetto: 9.8/10

Premiamo con un voto alto questo prodotto di Roland per le sue dimensioni compatte che permettono di portarlo ovunque si vada. Una soluzione ideale per non dover mai rinunciare allo studio della musica, ma anche per suonare in locali di piccole dimensioni senza doversi sobbarcare il peso di tastiere più grandi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Pratica

Lo strumento di Roland è stato progettato per tutti i musicisti che desiderano praticare e suonare ovunque vadano. I principianti non avranno alcuna difficoltà a portarla dal maestro per imparare e potranno facilmente allenarsi ovunque si trovino. 

Musicisti intermedi ed esperti potranno trovare in questa tastiera una buona soluzione salvaspazio per live o per performance in ambienti poco spaziosi. Il peso ridotto consente di trasportarla senza fare troppi sforzi, ottimo per chi non è molto forte fisicamente. 

La tastiera funziona senza alcun cavo, grazie all’alimentazione a batterie, diffondendo il suono grazie ai diffusori interni. Non manca la possibilità di collegarla a delle cuffie per suonare e studiare a qualsiasi ora del giorno senza infastidire inquilini e vicini.

Performance

Per quanto riguarda le performance, questa Roland non delude grazie a 61 tasti di dimensioni standard simili a quelli di un vero e proprio pianoforte. Il tempo di risposta dà una buona sensazione al tocco, cosa che permette di esprimersi al meglio durante le proprie performance. 

Non c’è da aspettarsi la qualità dei tasti di un vero e proprio pianoforte, ma i musicisti intermedi e professionisti potranno comunque apprezzare lo sforzo di Roland nel creare una tastiera con un feeling quanto più fedele possibile. 

A livello di suono non ci si può lamentare, le note vengono riprodotte con tonalità definite ed un timbro convincente. Questo permette di usare la tastiera per allenarsi, registrare brani con programmi di musica su PC e anche per le performance dal vivo.

 

Funzioni

La caratteristica più interessante della tastiera è la possibilità di collegarla a un tablet o uno smartphone tramite connessione wireless in modo da poter attingere alle infinite possibilità che il web offre ai musicisti. 

I principianti potranno vedere lezioni video o imparare delle nuove canzoni, mentre musicisti intermedi ed esperti si potranno divertire improvvisando sulle ‘backing track’ di pezzi famosi o nello stile dei loro musicisti preferiti. Tra le altre funzioni troviamo il metronomo, il cambio di tonalità e il registratore interno, assente invece la funzione loop delle registrazioni.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. M-Audio Keystation Mini 32 MK2 Tastiera

 

4.M-Audio Keystation Mini 32 IIChi è alla ricerca, piuttosto che di una tastiera musicare, di un controller MIDI, dovrebbe chiedersi quale tastiera Roland comprare. È stato infatti questo brand a sdoganare la produzione musicale mobile, settore per il quale è ancora uno dei marchi di riferimento.

Questa tastiera (a nostro avviso la migliore tastiera MIDI dell’anno) può essere facilmente collegata a un computer o a un iPad per avere accesso a tutte le librerie audio del dispositivo. In questo modo, è possibile divertirsi a comporre melodie su melodie, il tutto con un oggetto che può essere tranquillamente tenuto sempre a portata di mano.

Tra le caratteristiche tecniche, trentadue tasti mini molto sensibili, quattro controlli assegnabili e la presenza dei software ignite by air e ableton live lite.

Costruita con materiali robusti e di buona qualità e compatibile con tantissimi software musicali, farà di voi dei veri esperti di musica e tecnologia.

Anche la tastiera musicale M-Audio Keystation è venduta a prezzi bassi e ha dalla sua pregi legati soprattutto alla sua natura altamente tecnologica.

Pro
MIDI:

Per gli amanti di musica e tecnologia e per chi adora comporre con l’aiuto del proprio computer, la tastiera controller MIDI M-Audio Keystation Mini è l’ideale. Basta collegarla tramite presa USB e potrai sfruttare tutte le librerie audio del computer.

Software:

Insieme alla tastiera musicale vengono consegnati anche due ottimi software per gli aspiranti musicisti e compositori. Si tratta di Ignite di AIR Music Technology e Ableton Live Lite.

Contro
Tasti:

La qualità dei tasti non è eccellente, con molti utenti che li giudicano troppo “morbidi” per i loro gusti. Ovviamente, a un prezzo del genere è difficile poter pretendere la perfezione assoluta.

Per smanettoni:

Il prodotto, già in sé, è pensato per chi ha una certa dimestichezza con l’uso del computer, ma dato l’ampio numero di impostazioni da dover effettuare per farlo rendere al meglio è davvero importante essere dei veri “smanettoni”!

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Yamaha PSR-S670 Tastiera

 

Tra le migliori tastiere dell’anno abbiamo scelto questo modello di Yamaha che potrà dare molte soddisfazioni a musicisti intermedi ed esperti in cerca di una tastiera con molte funzioni e che permetta di esprimersi al meglio in qualsiasi genere musicale. Il prezzo elevato e il layout complesso la rendono poco adatta per i principianti ai quali consigliamo di dare un’occhiata ad altri modelli più economici e soprattutto più adatti per cominciare lo studio della musica.

Tornando alla Yamaha, si presenta con 61 tasti sensibili al tocco e con una gamma di suoni davvero impressionante che vanno dai più famosi pianoforti acustici a quelli elettrici. Il divertimento e la creatività sono assicurati dai tantissimi effetti, ideali per la composizione di arrangiamenti e assoli. 

Non mancano i drum kit sui quali sarà possibile improvvisare, come anche la funzione di riproduzione automatica per l’accompagnamento e per gli arpeggi, ideali per le performance dal vivo. Allo stesso modo il live control consente di gestire le frequenze e il bilanciamento del volume dal vivo, aggiungendo effetti come il Pitch Bend e la modulazione.

Pro
Ampia scelta:

La tastiera Yamaha dispone di tantissimi suoni ed effetti grazie ai quali sarà possibile comporre e improvvisare senza porsi alcun limite.

Multipad:

Grazie alla presenza di questi tasti sarà possibile riprodurre brevi sequenze ritmiche e melodiche predefinite, in modo da aggiungere un tocco personale alle proprie performance e migliorare l’esecuzione di un brano.

Funzioni:

Il Live Control consente di aggiustare le frequenze e il volume della tastiera durante i live, in modo da adattarle alle canzoni suonate dalla band o dal solista. Sarà anche possibile riprodurre file audio WAV tramite chiavetta USB, oppure salvare le proprie performance per poterle condividere.

Contro
Non per principianti:

Il layout davvero complesso della tastiera la rende piuttosto ostica per un neofita che deve iniziare a prendere confidenza con lo strumento.

Prezzo:

Non è la più economica sul mercato, quindi la consigliamo solo a musicisti che hanno bisogno di uno strumento performante per le loro esibizioni live.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

4. Bontempi GT 740.2 Tastiera 40 Tasti con Display

 

2.Bontempi GT 740Al secondo posto della nostra top 5 troviamo quella che a nostro avviso è un’ottima tastiera da regalare a un bambino o una bambina. Con questo strumento, infatti, il bambino potrà approcciarsi alla musica in maniera divertente e imparare a suonare sarà un bel gioco.

In ogni caso, occorre ricordare che questo prodotto non è adatto ai bambini con meno di 36 mesi ed è consigliato dai 6 anni in su. Prima, potrebbe risultare troppo ostico e scoraggiare.

La tastiera è dotata di quaranta tasti midi e cento suoni di buona qualità, grazie anche agli altoparlanti di tutto rispetto. Sono presenti trentadue canzoni preregistrate, tra le quali i bambini troveranno sicuramente la loro preferita da provare a memorizzare e imparare a suonare.

Grazie alle modalità Easy Play e Arranger, inoltre, i bambini potranno giocare a creare i loro pezzi e la loro musica come novelli compositori.

La tastiera comprende anche un leggio e spartiti ben realizzati, che renderanno più agevole imparare le prime melodie.

Secondo molti pareri, la tastiera musicale Bontempi è la più adatta per i bambini dai 6 anni in su. Non si tratta, ovviamente, di uno strumento professionale, ma di un ottimo prodotto per farli divertire e scoprire se hanno una vera passione per la musica. Vediamone pregi e difetti.

Pro
Per bambini:

Sicuramente uno dei migliori prodotti per bambini sul mercato, dato che facilita il processo di apprendimento in mille modi, per esempio fornendo degli spartiti molto ben fatti e tanti accompagnamenti.

Suoni:

Con ben 100 suoni, tutti diversi e di buona qualità, ci si può sbizzarrire alla ricerca della propria melodia, approfittando anche dell’aiuto delle modalità dj style e easyplay.

Jack audio:

L’uscita per il jack delle cuffie ti permette di far esercitare e giocare il tuo bambino senza temere di essere disturbato mentre ti occupi delle faccende domestiche o lavori in casa.

Contro
Alimentatore:

L’unico difetto riscontrato può risultare fastidioso: manca un alimentatore con cui collegare il dispositivo alla rete elettrica, per cui si deve fare affidamento unicamente sulle batterie.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Casio SA-46 Mini Tastiera Elettronica

 

3.Casio SA-46Al terzo posto della nostra rassegna sulle migliori tastiere musicali digitali vendute online troviamo questo modello mini, una scelta frequente non solo per principianti assoluti, ma anche per musicisti più esperti che hanno bisogno di sostituire temporaneamente uno strumento più professionale o vogliono una tastiera poco ingombrante da poter portare con sé in viaggio o da usare comodamente in ogni angolo della casa. Alimentata a batterie AA, può essere utilizzata letteralmente ovunque grazie alle dimensioni davvero mini: 47 x 22,8 x 6,9 cm.

Nonostante il prezzo super conveniente, infatti, non si tratta affatto di un giocattolo, ma di uno strumento in grado di dare le sue soddisfazioni, fermo restando il limite dato dai trentadue tasti e le otto note di polifonia.

Lo strumento dispone anche dell’uscita per le cuffie, che ci permetterà di esercitarci senza recare alcun disturbo, di cento timbri e di dieci brani interni che consentono di impratichirsi facilmente.

Ottima anche per i bambini.

Curioso di conoscere i principali pregi e difetti dello strumento prodotto da Casio? Li trovi qui di seguito!

Pro
Rapporto qualità/prezzo:

Se gli strumenti visti finora erano tutte a buon mercato, questa è con tutta probabilità la più economica del lotto. Si acquista con una spesa minima e consente comunque un buon primo approccio a questo genere di strumento.

Caratteristiche variegate:

La tastiera musicale Casio ha dalla sua un buon numero di caratteristiche che ne consigliano l’acquisto, come la presenza del display, l’uscita per le cuffie, i 100 timbri e i 50 ritmi a disposizione.

Portatile:

Molto leggera e delle dimensioni ideali per portarla con sé.

Contro
Uso saltuario:

Considerato che viene venduta priva di alimentatore, e che acquistarlo a parte farebbe lievitare di molto la spesa, si presta più a un uso saltuario che non consumi rapidamente le batterie.

Poco accessoriata:

Oltre a non contenere l’alimentatore, la tastiera musicale Casio viene consegnata priva di una custodia che ne agevoli il trasporto e di uno spartito musicale degno di questo nome.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

Come utilizzare una tastiera musicale

 

La tastiera musicale è la naturale evoluzione tecnologica di strumenti come il clavicembalo e il pianoforte, e come questi ultimi sfrutta la stessa dinamica di produzione del suono tramite la pressione di una serie di tasti.

Sul mercato esiste una vasta scelta di modelli, a seconda anche delle esigenze e applicazioni d’uso, e quindi con una variazione di prezzo relativa al tipo di funzionalità e di prestazioni richieste.

I modelli più costosi, generalmente diretti ai musicisti di professione, hanno una resa sonora analoga agli strumenti classici, il che significa che sono capaci di riprodurre le stesse tonalità emesse da un pianoforte a coda da concerto, tra le altre funzionalità possibili ovviamente.

Le tastiere che appartengono alla fascia economica, invece, offrono una resa sonora di poco inferiore e una gran varietà di funzioni, e per questa ragione sono più adatte agli studenti di musica e ai musicisti dilettanti.

Tipologie e funzioni

Il numero di ottave a disposizione, tanto per cominciare, influisce ovviamente sul prezzo della tastiera, un modello completo da 88 tasti avrà quindi, in ogni caso, un costo sensibilmente superiore rispetto a un modello con un numero inferiore di ottave.

Un’ulteriore differenziazione, per quel che riguarda questo peculiare strumento, è data dalle tipologie rese disponibili dall’attuale tecnologia; esistono infatti diversi tipi di tastiere: i sintetizzatori, i campionatori, gli organi elettronici, i pianoforti elettronici, le workstation, gli arranger e le tastiere mute.

Fatta eccezione per le tastiere professionali, dal costo elevato, che hanno applicazioni più specifiche e articolate, una buona modello di fascia media vi garantisce in ogni caso la possibilità di sintetizzare i suoni e riprodurre non soltanto le sonorità del pianoforte, ma anche quelle di chitarre, archi, fiati, ottoni, percussioni e altri particolari strumenti etnici.

Potrete anche applicare degli effetti al suono, come il riverbero, il chorus e altri, per dare spazialità e migliorare la resa della tastiera; altre funzioni possibili possono essere l’Aftertouch dove, con la semplice intensità e durata della pressione su un tasto, si genera un segnale che il sintetizzatore elettronico della tastiera interpreta liberamente, producendo un vibrato, o un crescendo, in modo da dare maggiore espressività artistica all’esecuzione.

Alcune tastiere utilizzano anche la tecnica del Vocoding che, grazie a un microfono collegato, gli permette di registrare e modulare la voce umana, parlata o cantata, integrandola nel suono elettronico prodotto dai tasti.

Interfacce

La tastiera musicale è uno strumento elettronico, in quanto tale è di vitale importanza la sua capacità di interfacciarsi con altri dispositivi elettronici: microfoni, amplificatori esterni, cuffie o ulteriori diffusori.

La presenza del protocollo di connessione MIDI inoltre, diventato standard su tutte le tastiere, vi permetterà di collegare la tastiera a un computer, in modo da poterla usare per comunicare con altri strumenti musicali, o con i software di editing, mixing e post-produzione musicale.

Assicuratevi, inoltre, che la tastiera abbia almeno l’ingresso per le cuffie, l’ingresso Sustain per il pedale, un ingresso AUX e uno USB; questi quattro ingressi dovrebbero essere un requisito standard di qualsiasi modello di tastiera, incluse quelle appartenenti alla fascia di prezzo più economica.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

2 COMMENTI

karepi

January 20, 2020 at 8:57 pm

Ciao. Se dovessi scegliere tra Thomann Sp-320 o gear4music SDP-2 Stage, cosa mi consigliereste?

Risposta
BuonoedEconomico

January 24, 2020 at 8:10 pm

Salve,

si tratta di due ottime tastiere per principianti con caratteristiche molto simili tra di loro. Non hanno i tasti pesati, quindi perdono un po’ sul ‘feeling’, ma per iniziare a studiare tecnica e teoria vanno più che bene. Il modello di Gear4Music però ha la possibilità di impostare la risposta dei tasti, per renderli più leggeri o pesanti da premere a seconda delle proprie esigenze. Oltretutto a livello di materiali questa tastiera risulta più solida e durevole nel tempo.

Saluti

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status