Il miglior pianoforte digitale da 88 tasti pesati

Ultimo aggiornamento: 01.10.20

Pianoforti digitali da 88 tasti pesati – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Se studiate pianoforte o siete solo degli appassionati e non avete abbastanza spazio in casa per permettervi un modello analogico, allora potreste optare per uno strumento digitale. Questi apparecchi, oltre a essere meno ingombranti e costosi, sono in grado di riprodurre fedelmente la qualità musicale di un pianoforte classico. Inoltre, dispongono di diverse funzioni interessanti, come la possibilità di collegare le cuffie, per non disturbare i vicini o altre persone presenti in casa. Affinché possiate spendere bene i vostri soldi e investirli in un buon acquisto, abbiamo stilato una classifica dei migliori pianoforti digitali da 88 tasti pesati più venduti online; ma se non avete tempo di leggere tutte le recensioni, date un’occhiata a questi due interessanti modelli. Yamaha YDP-142R è un pianoforte digitale ideale per principianti e per professionisti. Il suo sistema Graded Hammer Standard, simula l’effetto della diversa pressione del dito sul tasto, riproducendo l’esatta intensità di suono. Gear4Music DP-6 MP8820 è considerato uno dei migliori modelli di pianoforte digitale da 88 tasti pesati e pensato per principianti. Il dispositivo è ricco di funzioni e di opzioni utili a creare i vari arrangiamenti musicali.

 

Come scegliere i migliori pianoforti digitali da 88 tasti pesati?

 

Guida all’acquisto

Muoversi con destrezza tra i tasti bianchi e neri richiede una grande scorta di pazienza e dedizione, ma scegliere il pianoforte adeguato fa già una grossa parte del lavoro.

Chi, spesso per motivi di spazio, non ha la possibilità di acquistare un pianoforte analogico deve per forza orientarsi verso i modelli digitali. Ti diamo dei brevi spunti da tenere in considerazione prima di decidere quale sia il più adatto.

Pianoforte digitale - Il miglior pianoforte digitale 88 tasti pesati

Sei alla ricerca di un pianoforte che ti renda facile e gradevole quello che, senza girarci troppo intorno, è un’impresa davvero impegnativa: imparare a suonare. Ma quali sono le caratteristiche che proprio non devono mancare in un piano digitale, anche se destinato a un principiante? Orientarsi verso un modello piccolo potrebbe in apparenza sembrare una buona partenza: niente di più sbagliato visto che presto ci si accorgerebbe che risparmiare sul numero di tasti significa rinunciare alle ottave che permettono di dare maggiore spazio all’espressività del pianista, anche in erba. Un modello digitale a 88 tasti permette quindi di eseguire qualsiasi pezzo si scelga per imparare e consente di abituare l’orecchio del futuro pianista a tutta la gamma di armonie che solo un pianoforte sa dare.

Altra caratteristica da ricercare risiede nella qualità dei tasti. È plausibile immaginare che un apprendista possa poi trovarsi a tu per tu con un modello analogico, per questo è opportuno imparare su una tastiera che sappia ben simulare la sensazione e il suono riprodotto dai tasti di legno del pianoforte.

Seppure non identica, la sensazione che restituisce un tasto pesato è molto simile a quella che regala la pressione del tasto che preme il martelletto, che a sua volta sollecita la corda e la fa vibrare producendo il suono inconfondibile. Esistono diversi sistemi per pesare, e quindi rendere il tasto in grado di riprodurre un’intensità di suono diverso a seconda di quanto forte prema il dito. Un apprendista che ha desiderio di proseguire la carriera di concertista deve prestare grande attenzione alla qualità del suono riprodotto dallo strumento, ma anche alla veridicità che offre al momento dell’esecuzione di un brano.

Infine, la presenza del doppio jack cui collegare le proprie e le cuffie dell’insegnante è un ulteriore dettaglio da ricercare nel prossimo modello da acquistare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Prodotti raccomandati

 

Yamaha YDP-142R

 

1.Yamaha NYDP142RQuesto pianoforte appartiene alla serie Arius della Yamaha, ditta che da oltre cent’anni produce pianoforti dalla qualità ineccepibile. Questo modello in particolare ben si presta a essere usato tanto da principianti che professionisti che cercano un buono strumento attraverso cui migliorare la tecnica o creare nuove melodie.

Non lasciarti impressionare dal tutt’altro che basso costo, il pianoforte in questione ben si presta a rispondere ai bisogni specifici di chi ha deciso di intraprendere la strada del concertista. La ricca polifonia offerta si combina con scelte tecniche che perfezionano la purezza del suono e la sua nitidezza. Il suono che riproducono i tasti è quello registrato direttamente dal piano a coda da concerto della Yamaha, supporta un software in grado di migliorare la frequenza delle note riprodotte al netto delle distorsioni.

La qualità della tastiera è garantita dalla scelta di dotare i tasti del sistema Graded Hammer Standard, che simula l’effetto della diversa pressione del dito sull’intensità del suono riprodotto dal tasto. Altri accorgimenti che rendono questo piano ideale per chi muove i primi passi sono la presenza di doppio jack per il collegamento in cuffia di studente e insegnante, o la possibilità di registrarsi e riascoltarsi anche mentre si sta suonando in modo da esercitare alternativamente la mano destra e la sinistra prima di muoverle in contemporanea sulla tastiera.

Non c’è bisogno di ricordare che Yamaha è uno dei migliori produttori al mondo di pianoforti; basterà esaminare le caratteristiche del suo nuovo pianoforte digitale.

Pro
Qualità sonora:

L’azienda giapponese ha voluto che il pianoforte digitale YDP-142R riproducesse fedelmente lo stesso suono emesso dal Grand Piano Yamaha da concerto.

Tastiera:

Ha il sistema GHS, che permette di regolare la sensibilità dei tasti al tocco; duro, medio o morbido a seconda delle preferenze personali.

Audio regolabile:

Potete esercitarvi in tutta libertà, a qualsiasi ora e senza preoccuparvi dei vicini, grazie al volume regolabile e agli ingressi per le cuffie che permettono l'ascolto a due persone contemporaneamente.

Controllo mezzo pedale:

La pedaliera ha un sistema di controllo che le permette di offrire sfumature e dettagli quasi analoghi a quelle della pedaliera di un piano a coda.

Contro
Costo:

Stando ai pareri di alcuni acquirenti è costoso, ma la sua qualità superiore è innegabile.

Acquista su Amazon.it (€331)

 

 

 

Gear4Music DP-6 MP8820

 

2.DP-6 Pianoforte digitale Gear4musicTanti sostengono che questo sia il miglior pianoforte digitale da 88 tasti pesati, complice probabilmente il prezzo piuttosto abbordabile. Si tratta di uno strumento pensato in modo particolare per i principianti, che però non lesina su aspetti imprescindibili per rendere la fase di apprendimento gradevole e non frustrante.

La tastiera da 88 tasti pesati è gradevole da suonare e le dita si muovono con destrezza attraverso i tasti neri e bianchi. È presente la possibilità di collegare dispositivi diversi alla tastiera per espanderne il potenziale e rendere il modello compatibile con le esigenze di chi inizia. È presente il doppio ingresso per le due cuffie, di studente e insegnante, in questo modo è possibile esercitarsi indisturbati se non si è ancora molto sciolti con l’esecuzione del pezzo e non si vuole condividere i propri errori con altri che il maestro.

Buona la dotazione di voci e suoni, così da dare ampio spazio per trovare l’arrangiamento adeguato ai pezzi riprodotti.

Questo è un modello con un ottimo rapporto qualità-prezzo, molto apprezzato dai suoi acquirenti sia per il prezzo sia per le buone prestazioni.

Pro
Prestazioni:

Non siamo ai livelli di Yamaha, ma le prestazioni del DP-6 di Gear4Music sono comunque buone, sia per la resa del suono che è andata anche oltre le aspettative, sia per la resa tattile della tastiera.

Tasti pesati:

La tastiera è ponderata e può vantare un regolatore di sensibilità con ben quattro livelli differenti di pesantezza.

Compatibilità:

È dotato di ingresso USB, uscita per la cuffia stereo, una linea stereo in uscita, ingresso e uscita MIDI; in modo da poterlo collegare a un computer dotato di software musicale.

Sistema audio:

Ha un amplificatore e due diffusori integrati, con volume regolabile in modo da non generare disturbo ai vicini.

Contro
Per principianti:

Gli acquirenti, pur considerandolo un pianoforte digitale con un ottimo rapporto qualità-prezzo, lo considerano adatto soltanto agli studenti di musica e ai musicisti dilettanti.

Acquista su Amazon.it (€443,5)

 

 

 

vidaXL 70039

 

3.vidaXL PianoforteSe non il miglior pianoforte digitale da 88 tasti pesati del 2020, si tratta comunque di un modello da prendere in seria considerazione al momento della scelta dello strumento adatto. È un buon compromesso tra basso prezzo e qualità accettabili: ideale per chi inizia e non ha estreme pretese riguardo la qualità del suono.

Il materiale utilizzato è la melamina, piuttosto comune e non certo pregiato. Le misure sono 132,5 x 39 x 77,5 cm, in media con la maggior parte dei modelli simili.

L’uscita è da 12 V, 1000 mA, l’ingresso da 230 V, 50 Hz. Nella parte posteriore si trovano jack cuffie standard, presa per il pedale, MIDI in e out e line out. Manca invece la porta USB.

I tasti sono semipesati, quindi c’è un bilanciamento che permette di variare l’intensità della nota in base alla pressione del dito, ma è solo simile e non identica alla sensazione che restituisce un piano analogico.

Buona la dotazione, che comprende il supporto dove poggiare la tastiera perché assuma le sembianze di un vero pianoforte a muro, e anche il leggio a cui appoggiare gli spartiti.

Interessante la gamma di stili e suoni sintetizzati, da scegliere in base al tipo di brano o al genere da eseguire.

Vi stavate chiedendo dove acquistare il pianoforte digitale a 88 tasti più economico? Allora dovete assolutamente esaminare questo modello di VidaXL.

Pro
Prezzo:

Uno dei motivi principali per cui ha attirato l'attenzione di moltissimi consumatori, è decisamente il suo prezzo, dei più vantaggiosi.

Tastiera:

Semipesata, quindi in base alla pressione sul tasto si può ottenere una diversa intensità sonora, il che lo rende abbastanza simile a un pianoforte a corda, anche se non proprio uguale.

Ingressi:

Ha sia l'ingresso per i controlli a pedaliera, da acquistare separatamente, sia quello per le cuffie, in modo da potersi esercitare tranquillamente in qualsiasi momento, in modalità silenziosa.

Libreria:

È dotato di funzione di registrazione e di una discreta libreria con 128 tipi di suoni, 100 stili di accompagnamento e 50 canzoni demo.

Contro
Bassa qualità:

Secondo gli acquirenti ha un buon rapporto qualità-prezzo, ma comunque orientato su un livello medio-basso, sia per le prestazioni sia per i materiali di costruzione.

Acquista su Amazon.it (€313,17)

 

 

 

Come utilizzare un pianoforte digitale da 88 tasti pesati

 

Come abbiamo visto, il pianoforte digitale da 88 tasti pesati è progettato per emulare quanto più possibile il suono e la risposta al tocco dei pianoforti acustici tradizionali.
Per utilizzare questa versione digitale non occorre avere grandi competenze, né essere musicisti affermati, anche perché troverete dei suoni preimpostati. È però utile capire come procedere almeno durante il primo utilizzo, motivo per cui abbiamo pensato di raccogliere alcuni suggerimenti per voi.

 

 

Riprodurre tutti i brani che si vuole

I pianoforti digitali con 88 tasti sono adatti ai musicisti esperti ma anche ai principianti. Questa è l’unica tipologia a presentare 7,5 ottave, il che significa avere a disposizione la condizione ideale per eseguire le composizioni classiche e non. Oltre agli amplificatori interni, la maggior parte dei modelli hanno anche funzioni aggiuntive molto interessanti, come l’accompagnamento automatico, i pulsanti digitalizzati, il controllo del volume.

 

Collegamento alla corrente elettrica

I pianoforti analogici si alimentano con l’elettricità, se in commercio doveste trovare alternative che possono funzionare anche con batterie ricaricabili, ricordate che il collegamento alla presa è sempre preferibile, perché significa avere un livello di carica sempre al top, che vi consentirà di dare libero sfogo alla vostra creatività, senza il timore di vedere lo strumento spegnersi tra le vostre mani.

 

La qualità del suono preimpostato

Il pianoforte digitale può essere usato da professioni e da persone che stanno appena iniziando a studiare questo strumento. Poiché, in un certo senso, è la riproduzione dei modelli analogici sarebbe interessante conoscere il suono dei tasti originali. Come abbiamo visto durante la guida all’acquisto, alcuni modelli digitali offrono una riproduzione del suono ottimale, come nel caso del modello Yamaha, con tasti registrati direttamente da un piano a coda da concerto dello stesso brand; mentre altri hanno tasti semipesati, che permettono sì di variare l’intensità della nota, ma non riesco a restituire la stessa sensazione del pianoforte analogico.

 

Cuffie

Il pianoforte digitale offre diversi vantaggi rispetto quello tradizionale, uno di questi è la possibilità di poter suonare a qualsiasi ora del giorno e della notte (e finalmente quell’ispirazione notturna può essere assecondata!), grazie all’ingresso per le cuffie. Inoltre, durante lo studio questa sorta di isolamento acustico serve anche ad affinare l’orecchio e a imparare a differenziare i suoni delle singole note. Molti di questi modelli hanno una doppia entrata per le cuffie, decisamente utile per chi prende lezioni di piano, perché dà la possibilità di condividere gli esercizi solo con il maestro. Una vera festa per il vicinato.

 

 

Amplificatori

Come abbiamo visto, per riprodurre la musica generata si possono collegare delle cuffie oppure affidarsi ai piccoli amplificatori esterni, che vi consentiranno di condividere il suono con altre persone. Tuttavia, quest’ultima soluzione non è ottimale quando si parla di concerti o di esibizioni, in questo caso bisognerà usare una cassa esterna, da collegare con un semplice cavo jack.

 

Leggio

Proprio come i modelli tradizionali, i pianoforti digitali da 88 tasti pesati sono muniti di leggio, su cui sistemare gli spartiti da riprodurre o da riempire con nuove composizioni. Tra l’altro, troverete anche il metronomo, indispensabile per avere la certezza di andare a tempo, almeno per chi è alle prime armi.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
4 Comments
Il più vecchio
Il più nuovo Il più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Max
Max
October 26, 2018 9:21 am

ci sono decine di piano digitali , anche in queste fasce di prezzo, molto meglio di quelli proposti.
Voi recensite solo quello che si vende su Amazon? è un articolo corretto secondo voi?

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
October 26, 2018 7:02 pm
Reply to  Max

Buonasera Max,

noi siamo un sito di affiliazione e, in quanto tale, recensiamo modelli presenti su siti che effettuano vendite online, tra cui Amazon, eBay, Trovaprezzi, ePrice, PrezzoForte e tanti altri ancora.

Saluti

STEFANO ATZENI
STEFANO ATZENI
November 5, 2018 12:49 pm
Reply to  Max

Mi consiglieresti qualcosa?
Mio figlio sta incominciando a scuola lo studio dello strumento e non vorrei spendere tanto, non essendo sicuro che questo lo appassioni.
Grazie.

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
November 6, 2018 9:27 pm
Reply to  STEFANO ATZENI

Buonasera Max,

dai un’occhiata a questo: https://www.amazon.it/Roland-Go-61P-Digital-Piano-touches/dp/B01MS4980F/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1541500221&sr=8-1&keywords=roland+go+piano

Si tratta di un buon entry level, permette di interagire con lo smartphone e mette a disposizione diverse lezioni online.

Saluti

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status