n n
n
n
▷ I migliori pianoforti digitali. Classifica e Recensioni

I 6 Migliori Pianoforti Digitali del 2019

Ultimo aggiornamento: 11.12.19

Pianoforte Digitale – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Ecco quali sono per noi i due migliori pianoforti digitali per qualità/prezzo: Yamaha NYDP142R, con una tastiera che imita molto bene quella di un pianoforte acustico e dal suono pulito, anche se un po’ ingombrante; e il M-Audio Keystation 88 II, un apparecchio di tipo professionale dotato di tutte le funzionalità di un sintetizzatore e molto comodo da trasportare tra feste, concerti e sale prove, ma forse un po’ complesso da installare e configurare per chi è alle prime armi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior pianoforte digitale?

 

Il pianoforte è uno degli strumenti più amati e una delle scelte più frequenti tra coloro che vogliono imparare a suonare. L’acquisto di un prodotto di questo tipo obbliga a una serie di valutazioni, soprattutto in relazione a prezzo e ingombro.

In questa pagina ti proponiamo una serie di linee guida per capire quale pianoforte scegliere, con particolare attenzione ai modelli digitali, che rappresentano un interessante compromesso nel caso tu non abbia la possibilità di comprare un modello tradizionale.

13

 

Dimensioni e tasti

Decidere di acquistare un pianoforte, anche nella versione digitale che è sicuramente meno ingombrante, obbliga comunque a fare i conti con lo spazio a disposizione. Difficile prescindere da questa valutazione che, a nostro giudizio, è da collocare ai primissimi posti di un’ipotetica classifica delle discriminanti d’acquisto.

Un altro aspetto che incide su quanto deve essere ampia la tastiera è la destinazione d’uso del pianoforte digitale: se vuoi utilizzarlo per imparare a suonare e poi passare a un modello classico, la scelta è ridotta ai modelli da 32 o da 44 tasti. Nel caso invece tu abbia già una certa dimestichezza o esigenze differenti, potrai optare anche per una tastiera da 61 o 88 tasti. Va da sé che più ottave avrai a disposizione, maggiori saranno le tue possibilità di espressione.

Oltre che per il numero, i tasti di un piano digitale si caratterizzano anche per la loro risposta alla pressione, così da riprodurre in modo più o meno accurato il feeling che si ha suonando sulla tastiera di un modello classico. Sostanzialmente i produttori delle migliori marche propongono due differenti soluzioni: tasti pesati, che ripropongono la risposta tipica del pianoforte tradizionale, e tasti semi-pesati, che rappresentano una via di mezzo tra classico e una qualunque tastiera elettrica.

 

Funzionalità aggiuntive

Uno degli aspetti che differenziano i pianoforti digitali da quelli classici è la presenza di funzionalità aggiuntive, come la possibilità di gestire una serie di suoni campionati, tipicamente inclusi nella memoria della tastiera.

Potrai così, per esempio, suonare facendoti accompagnare da altri strumenti, come percussioni, archi e così via ma anche modificare lo stile del suono, utilizzando quello di un organo o di un clavicembalo. Da questo punto di vista il limite è davvero solo quello della tua ispirazione.

Al di là di questi vezzi, che comunque incidono sul costo finale come puoi valutare tu stesso consultando le recensioni dei vari pianoforti e mettendo a confronto i prezzi, le caratteristiche davvero importanti sono la presenza di un metronomo integrato e dell’ingresso per le cuffie, in modo da poter suonare senza disturbare coloro che ti circondano.

14

 

Comfort e trasportabilità

Tra i modelli in vendita sul mercato ce ne sono alcuni che si caratterizzano più di altri per leggerezza e trasportabilità. Si tratta di due caratteristiche di cui tenere conto soprattutto se pensi di utilizzare il pianoforte anche fuori dalle mura domestiche, per esempio portandolo a casa del tuo insegnante oppure in sala prove.

Tra gli optional di cui probabilmente non potrai fare a meno, da segnalare sia il supporto che consente di posizionare la tastiera in modo stabile, sia lo sgabello. È infatti molto importante collocarsi davanti al pianoforte in modo corretto e la giusta postura ti aiuterà sia a suonare meglio sia a evitare fastidi alla schiena.

Molto spesso questi accessori sono da acquistare a parte e dunque gravano economicamente sulla spesa da sostenere. Tienine conto quanto stabilisci il tuo budget per l’acquisto dello strumento.

 

I 6 Migliori Pianoforti Digitali – Classifica 2019

 

Chi sceglie di acquistare un pianoforte digitale lo fa perché vuole una qualità migliore di uno a tastiera ma senza l’ingombro, il costo e le problematiche connesse a un pianoforte tradizionale.

È, infatti, possibile suonarlo a qualsiasi ora del giorno e della notte, collegarlo al computer e trasportarlo più facilmente. Ecco, quindi, che ultimamente sono molto aumentati coloro i quali hanno scelto questa opzione e si sono anche moltiplicate le offerte disponibili.

Per avere qualche suggerimento in proposito, leggete sotto quali sono i migliori pianoforti digitali più venduti.

 

1. Yamaha YDP142R Pianoforte Digitale

Principale vantaggio

Il pianoforte Yamaha dispone di due jack per poter collegare due set di cuffie e permette di splittare la tastiera per consentire a due interpreti – per esempio studente e maestro – di suonare contemporaneamente.

 

Principale svantaggio

Si tratta di un modello che, pesando 38 kg, non è certo pensato per il trasporto.

 

Verdetto 9.8/10

Strumento molto apprezzato, il pianoforte è pensato per chi è alle prime armi. Dispone di tre pedali e di tante funzioni. La tecnologia Graded Hammer Standard (GHS) consente alla tastiera di riprodurre la stessa risposta al tocco.

Acquista su Amazon.it (€890)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Tastiera e pedali

Questo pianoforte si rivolge a chi è alle prime armi e sta quindi imparando l’uso dello strumento. Rispetto alla maggior parte dei modelli per principianti, il pianoforte Yamaha spicca per la maggiore cura dei dettagli, a livello estetico e di prestazioni: lo dimostrano le recensioni ampiamente positivi degli utenti.

Da evidenziare l’adozione del sistema Graded Hammer Standard (GHS) per la tastiera, il cui tocco varia gradualmente a seconda del registro: più pesante nei registri gravi e più leggero nei registri acuti.

Va però detto che non si tratta di un modello portatile: misurando 135 x 81 x 42 cm e pesando 38 kg, questo è un pianoforte che va posizionato in casa e non mosso, per cui bisogna analizzare bene se c’è lo spazio sufficiente per accoglierlo.

I pedali sono tre: il damper serve a far risuonare le note più a lungo, il sostenuto crea l’effetto sustain solo sulle note premute e la sordina serve per abbassare il volume e cambiare leggermente il timbro delle note.

È possibile aggiungere riverberi, cioè variazioni al suono, per modificarne espressione e profondità, per esempio creando l’effetto di una sala da concerto o di un palcoscenico.

Funzioni

Con questo pianoforte si possono riprodurre dieci strumenti diversi e, cioè, vari tipi di pianoforti a coda ed elettronici, clavicembalo, vibrafono, organo a canne, organo jazz e archi; per ognuno di questi è presente una demo.

La funzione IAS (Intelligent Acoustic Control) fa sì che la qualità del suono venga regolata automaticamente in base al volume generale, per cui anche quando il volume è basso si sentono chiaramente i suoni alti e quelli bassi.

Il pedale damper è dotato della funzione half-pedal: in pratica, è possibile modificare la durata del sostenuto in base alla pressione del pedale, per cui più forte si preme più forte sarà il sustain.

Come in tutti i migliori pianoforti digitali, non manca la funzione metronomo per esercitarsi con un tempo preciso, nello specifico da 5 a 280 battute al minuto.

Una delle funzioni più utili, però, è quella che consente di modificare il modo in cui il suono risponde al tocco delle dita: per esempio, è possibile decidere di lasciare inalterato il volume indipendentemente dalla pressione esercitata sui tasti, oppure stabilire che venga cambiato leggermente, un po’ di più o molto.

 

Due cuffie, quattro mani

Colpisce di questo modello la presenza di due jack che consentono di utilizzare due set di cuffie contemporaneamente, l’ideale per chi vuole suonare a quattro mani o per chi deve imparare con l’ausilio del maestro.

La funzione Duo rende possibile proprio questa opzione, visto che sarà possibile splittare la tastiera in due in modo che i due interpreti suonino uno a destra e l’altro a sinistra. Si possono registrare separatamente le canzoni eseguite e sul computer è possibile salvare i dati in formato SMF. In questo modo si potranno ascoltare le proprie performance e capire gli errori.

Il pianoforte digitale Yamaha dispone di una pratica funzione di spegnimento automatico che scatta quando non viene utilizzato per più di 30 minuti. Volendo, tale funzione può essere disattivata.

 

Acquista su Amazon.it (€890)

 

 

 

2. M-Audio Keystation 88 II Tastiera Controller MIDI USB

 

2.M-Audio Keystation 88

Tra i nostri consigli d’acquisto non può mancare il modello Keystation 88 II della M-Audio.

In questo caso parliamo, più specificamente, di una master keyboard che viene lodata da molti utenti perché può essere utilizzata benissimo per svago o per lavoro in quanto garantisce prestazioni eccellenti e poi, come per il modello Yamaha, è molto compatta, leggera e facile da poter portare in giro.

La presenza delle manopole pitch e modulation, dello slider volume e dei tasti rende questa tastiera un controller ideale per chi impazzisce a programmare synths, campionamenti e suoni percussivi.

Sono inclusi, inoltre, due ottimi software, l’Ableton Live Lite e il Sonivox Eighty-Eight Ensemble, che sono stati molto apprezzati perché scatenano le potenzialità di questa M-Audio consentendo di comporre, registrare, remixare, improvvisare le proprie idee musicali in un ambiente audio/MIDI perfetto. Il tutto a un prezzo molto competitivo.

Come hai visto, la nuova master keyboard M-Audio Keystation 88 II ha raccolto pareri ampiamente positivi. Ecco, in breve, i suoi aspetti positivi e negativi.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€173,9)

 

 

 

3. Yamaha P115B Tastiera

 

2.Yamaha P115BSono 88 tasti pesati per questo modello che la Yamaha propone tanto a principianti come a pianisti esperti, soprattutto grazie alle prestazioni che si avvicinano molto a quelle degli strumenti analogici.

Il software utilizzato per la riproduzione delle note è il Pure CF sound engine, che restituisce un suono pulito e registrato direttamente a partire da quello prodotto dallo strumento concertistico della stessa Yamaha, il piano a coda CFIIIS.

Per gli amanti della perfezione acustica e della riproduzione esatta del calore che trasmettono gli strumenti a corde percosse, il modello P115 è stato perfezionato ed è in grado riprodurre la risonanza che gli smorzatori creano nei veri pianoforti a coda.

Altre feature arricchiscono questo modello, completandone la dotazione e rendendolo adatto a eseguire brani di diversi generi musicali. Sono quattordici i pattern ritmici presenti di default per dare rotondità ai pezzi suonati o come aiuto per apprendere a tenere il giusto ritmo.

Non solo di piano a coda si vive, e questo strumento elettronico è in grado di riprodurre una ricca gamma di voci: dal piano all’organo passando per i bassi.

Tante le funzioni che arricchiscono questo modello pensato tanto per i novizi come per i musicisti professionisti che lo scelgono come strumento da portare ai concerti. Vediamo dettagliatamente le caratteristiche tecniche e cosa ha convinto meno gli acquirenti nelle loro recensioni.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€759)

 

 

 

4. Yamaha DGX650B Pianoforte Digitale

 

1.Yamaha NDGX650BNel momento in cui ti trovi a dover scegliere un pianoforte digitale è facile che la tua attenzione venga catturata da uno dei modelli realizzati da Yamaha, visto che la casa giapponese è un vero e proprio punto di riferimento del settore. A maggior ragione quando poi propone degli strumenti come questo, con una tastiera formata da 88 tasti pesati, perfetta per restituire il feeling di tocco di quella di un pianoforte acustico.

L’ispirazione agli strumenti classici è data anche dal fatto che il suono che si ottiene con questo modello è stato campionato da quello di uno dei più celebri pianoforti a coda dell’azienda nipponica.

Se già suoni con una certa dimestichezza poi non potrai che apprezzare le centinaia di basi ed effetti integrati, che ti permetteranno di accompagnare le tue melodie, realizzando pezzi che potrai anche registrare su una chiavetta Usb. Lo strumento, infatti, ospita un ingresso Usb al quale collegare una pendrive su cui scaricare le tue creazioni ma anche dalla quale ascoltare brani Mp3 dagli altoparlanti incorporati.

Molti i punti positivi dunque di questo pianoforte digitale cui fanno da contraltare davvero pochissimi difetti. Vediamo di scoprirli insieme.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Gear4Music DP-6 Pianoforte Digitale

 

4.Gear4Music MP8820

Al quarto posso della nostra classifica, che ricordiamo, è basata sulle recensioni e sui commenti espressi dagli utenti, segnaliamo un suggerimento su quale pianoforte digitale 88 tasti pesati comprare: il modello DP-6 della Gear4Music.

Sono presenti diverse caratteristiche non molto dissimili dai modelli visti precedentemente ma, facendo una comparazione, l’aspetto che qui spicca maggiormente è che stiamo parlando di un prodotto fornito completo dei suoi accessori (sgabello e cuffie) che, quindi, non andranno comprati a parte.

Pianoforte compatto, con una polifonia a 64 voci, soddisfa le esigenze di chi ha a che fare con basi pop, classiche e jazz.

È uno strumento adattissimo anche a studenti e a chi si sta avvicinando per la prima volta al mondo dei tasti. Tutt’e tre questi prodotti si trovano, infine, a un prezzo molto interessante.

Non è il pianoforte più economico che puoi trovare in circolazione e, tuttavia, il prezzo vale la sua qualità per i motivi che hai visto sopra e che qui ti elenchiamo brevemente.

Acquista su Amazon.it (€399,99)

 

 

 

6. FunKey Pianoforte Digitale DP-61

 

5.FunKey DP-61

Tra i migliori pianoforti digitali venduti online merita una segnalazione anche questo modello della FunKey. Non sarà ai primissimi posti delle preferenze dei consumatori ma rimane, comunque, un buon piano che i principianti farebbero bene a prendere in considerazione per diversi motivi.

Intanto, viene fornito completo di sgabello, cuffie e pedale sustain che, per chi non li ha già in casa, fanno sempre comodo.

Poi è un pianoforte pratico da usare grazie alla presenza del comodo display e della rotellina che permette di modificare facilmente tutte le impostazioni.

Anche la qualità è buona (non eccezionale) e sono presenti diverse funzioni che permetteranno di divertirsi parecchio.

Infine, si tratta di un prodotto che può essere acquistato a un prezzo accessibile a tutti e che è, anzi, il più basso tra quelli che presentiamo in questa classifica.

Di seguito ti sintetizziamo le caratteristiche dell’ultimo modello che ti abbiamo appena presentato.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€205,99)

 

 

 

Yamaha YDP142R Pianoforte Digitale

 

1.Yamaha NYDP142RUn gran bel pianoforte che simula alla perfezione un verticale da usare per esercitarsi e allenare la destrezza delle dita.

Una volta montato fa la sua bella figura grazie alla struttura in palissandro e le rifiniture eleganti, ma è soprattutto quando si suona che riserva piacevoli sorprese. È dotato di tasti pesati che simulano con una buona approssimazione l’effetto della pressione delle dita sui tasti, variando la dinamica dell’acustica da pianissimo a fortissimo a seconda delle richieste del pezzo o della forza che lo studente riesce a imprimere sui tasti.

Anche la possibilità di simulare l’effetto dell’uso dei pedali come in un qualsiasi strumento acustico ne aumenta la verosimiglianza e la possibilità di usare l’Arius come palestra per poi passare al pianoforte acustico vero e proprio.

Il suono riprende quello del classico strumento a coda che Yamaha riserva per i concertisti, quindi è corposo e caldo e, seppure i puristi tendano a storcere il naso su certe soluzioni armoniche, i novizi troveranno in questo piano un buon alleato per iniziare.

Sono tanti i vantaggi che offre il pianoforte proposto da Yamaha come soluzione idonea ai principianti che si vogliono lanciare verso una carriera di concertisti, eccone una breve panoramica per facilitarne la comparazione con altri modelli.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€890)

 

 

 

Come utilizzare un pianoforte digitale

 

La praticità e una certa versatilità costituiscono le prime note fondamentali da ponderare per quanti vogliono acquistare un pianoforte di tipo digitale. Seguire alcune indicazioni d’uso può agevolare e migliorare il rapporto con questo strumento.

Scegliete la giusta collocazione

Una volta scelto il punto in cui posizionare il vostro pianoforte, vi suggeriamo di controllare che la base risulti stabile, così da poter sistemare la tastiera e il sedile per una pratica comoda e senza intralci. Capite bene anche la giusta distanza rispetto alla presa di corrente, evitando vie di passaggio che possono intralciare.

 

Seguite le istruzioni di montaggio

Tolto il pianoforte dalla sua confezione, è bene procedere a un’attenta lettura del manuale, capendo i passi necessari e la giusta progressione da compiere per assemblare l’oggetto, pezzo dopo pezzo. Non date per scontato questo passaggio, necessario anche per prendere confidenza con la componentistica dello strumento.

 

Evitate di appoggiarvi al pianoforte

Anche nei modelli che presentano una certa mole, è assolutamente sconsigliato aggiungere o spingere in qualunque modo lo strumento. Esiste il rischio reale di sbilanciare o spostare dalla sua sede il pianoforte, rischiando di farlo cadere e di mettere voi stessi in una posizione di equilibrio precario.

 

Fate un uso moderato delle cuffie

La presenza di un attacco per auricolari di qualità, se da un lato consente di suonare senza disturbare il vicinato, dall’altro deve essere una scelta che trova nella giusta regolazione dei volumi una pratica consapevole e attenta. Impostare al massimo l’uscita in cuffia (Beats by Dr Dre) può danneggiare l’udito anche in modo serio.

 

Controllate il cavo di collegamento

Un check al cavo di collegamento, consente all’utente di verificare la presenza di eventuali fili attorcigliati intorno il corpo principale o che si sono posizionati inavvertitamente sotto lo strumento. Non tirate per nessuno motivo il cavo, ma afferrate lo spinotto e rimuovete lentamente il tutto dalla presa a muro, avendo spento prima il pianoforte.

 

Sfruttate gli strumenti digitali a disposizione

Avere a disposizione un metronomo visibile su display o la possibilità di aggiungere basi per un accompagnamento, è tra le opzioni che fanno preferire un oggetto del genere alla sua controparte acustica. Vi consigliamo di sfruttare queste funzioni, per una pratica e uno svago che vanno di pari passo con il grado di confidenza preso con l’oggetto.

Scegliete una posizione comoda

Posizionatevi davanti lo strumento, avendo cura di trovare la giusta altezza, così da raggiungere i pedali comodamente con i piedi e avere spalle e braccia rilassate per una corretta esecuzione del brano che andrete ad eseguire. La postura e uno sgabello regolabile si accompagnano a comodità e praticità per l’utente.

 

Non introducete corpi estranei

Una volta concluso il montaggio, il pianoforte digitale si deve presentare compatto e in un corpo unico, privo di aperture che non siano appositamente studiate per una resa sonora o altro. Vi sconsigliamo di forzare o esercitare una pressione eccessiva sulla tastiera o sul movimento di rotazione delle manopole deputate all’accensione e alle regolazioni. Il rischio di danneggiare lo strumento è decisamente alto.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Yamaha P-105B

 

1.Yamaha P-105B

Analizzando i commenti degli utenti, possiamo tranquillamente collocare al primo posto della nostra classifica questo modello Yamaha. Quasi tutti i consumatori ne hanno parlato in maniera entusiastica per tanti motivi: la qualità, per esempio, che è di altissimo livello e in grado di soddisfare anche le aspettative degli utenti più esigenti.

In secondo luogo, difficilmente si trova un pianoforte altrettanto compatto e portatile. Questo modello Yamaha, invece, è ideale per essere trasportato facilmente ovunque si voglia, in un’altra camera della casa, in un’altra abitazione, a una festa, ecc. Il design è, poi, moderno, accattivante e si adatta bene a ogni ambiente perché è possibile scegliere tra il colore nero o bianco.

Pregevole anche dal punto di vista della solidità e resistenza della costruzione, ha incantato molti utenti grazie anche al fatto di essere un prodotto tecnologicamente avanzato viste le diverse funzionalità innovative di cui dispone (per esempio, la presenza di dieci ritmi e dieci stili pianistici per migliorare ogni melodia, e di campionamenti di alto livello dei migliori pianoforti a coda). In una parola, il miglior pianoforte digitale Yamaha.

Se non sai dove acquistare il pianoforte più adatto a te, come hai potuto leggere in alto, questo modello Yamaha per noi è il migliore del 2019. Sotto, invece, trovi ricapitolati i pro e i contro, e il link all’offerta.

 

Pro

Compatto e portatile: Se devi trasportare spesso il pianoforte da una parte all’altra, vedrai che questo modello ti faciliterà parecchio la vita perché è estremamente compatto e portatile.

Design: Anche l’occhio vuole la sua parte e con questo Yamaha sarai in grado di appagarlo alla grande. Inoltre potendo scegliere tra il colore bianco e il nero, il pianoforte si può adattare ancora meglio al tuo ambiente.

Resistenza: Anche sotto il profilo della resistenza della costruzione, questo modello sarà in grado di soddisfare le tue aspettative perché si presenta particolarmente solido e robusto.

Tecnologicamente avanzato: Dotato di numerose e innovative funzioni, il pianoforte Yamaha ti farà divertire nei campionamenti, nella modifica delle melodie, ecc.

 

Contro

Tasti: Se proprio vogliamo cercare il pelo nell’uovo, a volte potresti avvertire una certa rigidità nei tasti.

 

 

Casio CDP-130BKC7

 

3.Casio CDP-130BKC7

Dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo, manca poco a questo modello Casio per essere considerato il miglior pianoforte digitale del 2019. È, in ogni caso, una risposta più che soddisfacente per coloro che hanno sempre avuto fiducia nell’azienda giapponese ma non sanno come scegliere un buon pianoforte digitale Casio. Ecco, questo è il modello che può fare al caso loro.

Grazie al metronomo integrato, ai dieci toni e agli effetti digitali eccellenti, questo è il modello che può interessare chi si avvicina per la prima volta al mondo dei tasti.

La potenza di suono è ottima e, a differenza di altri strumenti simili, ha anche il tasto auditorium per ricreare l’effetto di una sala da concerto vera e propria e, quindi, sarà in grado di entusiasmare chi cerca un’esperienza e un’esibizione il più reale possibile.

Tra i vantaggi di questo prodotto, come già detto, bisogna annoverare anche il prezzo contenuto.

 

Pro:

Per principianti: Questo modello si presta particolarmente bene per essere utilizzato da chi sta muovendo i primi passi nel mondo del pianoforte, vista la presenza del metronomo, dei dieci toni e degli straordinari effetti digitali.

Auditorium: Non sono molti i pianoforti a poter vantare la presenza del tasto Auditorium ma questo Casio sì; premendo quel tasto ti sembrerà di essere realmente in una sala concerto.

Suono: Se stai cercando un pianoforte che ti garantisca un suono potente, beh con il Casio pensiamo che potresti essere ampiamente soddisfatto.

Rapporto qualità/prezzo: È questo un altro vantaggio che ti offre il modello prodotto dalla Casio che abbiamo inserito nella nostra guida per scegliere il migliore pianoforte digitale: la qualità di questo modello vale il prezzo che puoi scoprire cliccando sul link in basso.

 

Contro

Cuffie e supporto: Attenzione, potresti trovare offerte con inclusi cuffie e supporto, oltre al pianoforte, ma guarda attentamente perché la Casio vende solamente pianoforte e pedale

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Il miglior ventilatore da soffitto

Termoconvettori

Il miglior scaldabiberon

Sedie ergonomiche

Come scegliere il miglior aspirapolvere senza sacco

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (167 voti, media: 4.90 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status