Cinque idee per riciclare i vestiti vecchi

Ultimo aggiornamento: 01.12.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Il vostro armadio è ormai saturo di abiti fuori moda, ma il solo pensiero di buttarli via vi riempie il cuore di tristezza? Allora, lasciatevi ispirare da queste cinque trovate di riciclo creativo per dare loro una nuova vita.

 

Si avvicina il cambio di stagione e come ogni anno il decluttering del guardaroba porta alla luce innumerevoli indumenti che per troppo tempo sono rimasti inutilizzati nell’armadio o in fondo a un cassetto perché troppo vecchi e logori per essere indossati.

Se il vostro scopo è di liberarvi del maggior numero di vestiti possibile per portare ordine e organizzazione in camera da letto, questo non significa che dovete per forza buttare via i vostri capi preferiti, poiché sarà possibile dare loro una seconda chance rimodernandoli o trasformandoli in qualcosa di diverso.

Che si tratti di attempate t-shirt o della giacca invernale da uomo più venduta, basta un po’ di creatività e una buona propensione per il fai da te per dare vita a piccoli lavori unici dopo aver fatto pulizia nell’armadio. Ecco cinque idee originali e facili da realizzare per riciclare indumenti ormai dismessi o che non piacciono più.

 

Il vecchio ritorna di moda

Se durante il riordino del guardaroba salta fuori un vecchio abito invernale a maniche lunghe realizzato in tessuto leggero (come il cotone o la viscosa), anziché buttarlo via potreste pensare di trasformarlo in un vestitino corto smanicato da indossare durante la stagione estiva. Tutto quello che dovete fare è togliere le maniche con l’aiuto delle forbici e accorciarlo sul davanti per renderlo più fresco e sbarazzino. 

Se avete dei dubbi in merito alle misure, vi basterà prendere come modello un abito estivo che vi calza a pennello per tagliare la stoffa in eccesso e cucire gli orli alla perfezione, utilizzando magari il tessuto avanzato per creare una fascia in vita o un incrocio sulle spalle.

Se, poi, nel vostro armadio di vestitini estivi ce ne sono già a bizzeffe, un’idea molto originale potrebbe essere quella di ricavare dall’abito in questione uno spezzato composto da un top corto e una graziosa gonna.

Dopo aver tagliato la stoffa, vi basterà inserire una fascia elastica all’altezza del bustino e una sul bordo inferiore del top per fare in modo che rimangano al loro posto una volta indossati ed esaltare, al contempo, la vostra silhouette con un outfit casual ma ricercato.

Color change

Tutti gli indumenti, compresi quelli di buona qualità, sono destinati a cadere vittima dell’usura e del deterioramento, soprattutto se sottoposti a numerosi lavaggi in lavatrice o indossati con una certa frequenza. Pertanto, se il vostro abito preferito ha ormai perso il suo colore originale (o magari quello non è più di moda), potete tingerlo della vostra tonalità preferita utilizzando dei coloranti specifici per tessuti, così da dargli un aspetto del tutto nuovo.

Questi prodotti sono abbastanza semplici da usare, poiché basta inserire il capo nel cestello della lavatrice insieme al colorante e del sale grosso da cucina, per poi avviare un ciclo completo da 40 a 60°C, in base alle indicazioni riportate sulla confezione.

Se, invece, a risultare fuori moda sono un paio di vecchi jeans, si può risolvere il problema scolorendo la stoffa, in modo da renderlo più fashion e originale. Tutto quello che vi occorre è: una pietra pomice, della candeggina e un paio di guanti monouso. Una volta reperito il necessario, immergete il capo in una bacinella riempita con dieci litri d’acqua e 500 ml di candeggina, e lasciatelo in ammollo per almeno 24 ore.

Se volete realizzare una scoloritura più uniforme, sarebbe preferibile immergere l’indumento nella vasca da bagno in modo da lasciarlo ben disteso, mentre per ottenere un effetto più particolare vi basterà fare dei nodi con degli elastici e utilizzare la pietra pomice per creare un effetto trasandato e vissuto. Terminato il lavoro, lavate i jeans a mano o in lavatrice per rimuovere l’odore della candeggina ed eliminare eventuali chiazze disomogenee di colore.

 

Un nuovo paio di pantofole

Restando sempre in ambito di riciclo creativo, è possibile trasformare un vecchio paio di pantaloni che non vi entrano più o che sono molto vecchi in delle originalissime pantofole. Il procedimento è abbastanza semplice e non richiede particolari competenze tecniche né l’utilizzo di materiali difficili da reperire. Infatti, le uniche cose che occorrono sono: una lastra di gommapiuma (potete utilizzare anche quella di un vecchio materasso), un paio di forbici, ago, filo e naturalmente i vostri pantaloni usurati.

Come guida potete usare un paio di ciabatte che avete in casa o utilizzare un metro, quindi realizzate la suola tagliando dai pantaloni due rettangoli di stoffa che rifinirete arrotondando gli angoli.

A questo punto, mettete i due scampoli l’uno sull’altro e cuciteli insieme lasciando aperto un bordo al cui interno inserirete la gommapiuma tagliata a misura. Ora non vi resta che realizzare la fascia superiore con la stoffa avanzata e cucirla sui lati della suola.

 

Un grembiule da cucina molto trendy

Con un vecchio abito dimesso si può addirittura creare un bel grembiule da cucina. Anche in questo caso, si tratta di una creazione abbastanza semplice da realizzare, ma occorre però avere un po’ di dimestichezza con ago e filo.

Per prima cosa, tagliate le maniche e rifinite i bordi con la macchina da cucire, poi utilizzate la stoffa avanzata per creare i laccetti che terranno fermo il camice in vita. Per evitare che il tessuto si sfilacci, vi consigliamo di applicare sulle asole un nastrino di cotone con ago e filo.

Voilà, il vostro nuovo grembiule è pronto per assistervi nelle vostre imprese culinarie!

Costumi e maschere per Carnevale

Infine, un modo molto originale per riciclare dei vecchi indumenti è quello di realizzare degli eccentrici vestiti di Carnevale fatti in casa. Per esempio, potete creare un bel costume da Arlecchino tagliando degli scampoli di stoffa colorata a forma di rombo, che andrete a cucire su un tutone nero o una vecchia calzamaglia di lana, per poi terminare il lavoro realizzando il colletto con della carta crespa arricciata o del tulle bianco.

 

Infine, con un grazioso cappello nero e una mascherina sul viso il vostro travestimento sarà perfetto, e – ovviamente – non scordatevi il mestolo in mano!  

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status