Il miglior robot tagliaerba

Robot tagliaerba – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2017

 

Se stai cercando il miglior robot tagliaerba per le tue esigenze sei, evidentemente, in cerca della massima comodità. Per evitare di spendere male i tuoi soldi, devi considerare attentamente diversi parametri. Per esempio, lo sapevi che alcuni modelli tornano automaticamente alla propria base di ricarica quando la batteria si sta scaricando? Altri, invece, si fermano nel bel mezzo del prato e vanno sollevati e riportati manualmente. Attenzione anche alle dimensioni e alla conformazione del giardino. Alcuni robot sono pensati per prati piccoli e livellati, altri hanno un contenitore per l’erba più capiente, sono più potenti e si adattano a superfici maggiori e irregolari. Se, come spesso succede, il tempo a disposizione per scegliere il modello adeguato per il tuo prato è poco, ti consigliamo di concentrarti su due prodotti che svettano nella nostra classifica. Il primo è Bosch Indego, un robot che davanti a un ostacolo è in grado di riprogrammare il suo percorso e non fermarsi, ritorna autonomamente alla base di ricarica quando si sta scaricando e va bene per giardini con pendenza fino al 35%. Un’altra valida alternativa è Robomow RC312, elegante, tecnologicamente avanzato, in grado di affrontare prati con una pendenza del 36% e può essere anche controllato a distanza da smartphone e tablet via Bluetooth.

 

 

Tabella comparativa

 

 

 

Come scegliere il miglior robot tagliaerba

 

L’evoluzione tecnologica ha lo scopo di semplificare la vita e questa affermazione appare ancora più veritiera se applicata al giardinaggio e in particolare all’operazione di taglio dell’erba. I robot tagliaerba sono dispositivi hi-tech studiati per eseguire questa noiosa operazione al posto vostro, consentendovi di riposare e di avere un prato rasato perfettamente.

Si tratta di dispositivi ricchi di funzioni e venduti a un costo piuttosto elevato, perciò prima di scegliere vi consigliamo di leggere questa nostra guida, in modo che possiate valutare con attenzione quali parametri considerare prima dell’acquisto e mettere a confronto, grazie alle nostre recensioni, i prodotti delle migliori marche.

1

 

Guida all’acquisto

 

A ogni prato il suo robot

Prima di scegliere il robot che fa al caso vostro dovete valutare in che contesto si troverà a operare, ovvero il vostro prato. Per prima cosa le dimensioni del giardino vanno tenute nella massima considerazione perché per appezzamenti fino a 500 metri quadri è possibile optare per un modello piccolo, per quelli fino a duemila metri quadri è sufficiente uno medio e per quelli superiori è meglio indirizzarsi verso un robot grande.

Oltre alla grandezza del terreno è fondamentale tenere in considerazione la pendenza e la conformazione. I robot tagliaerba standard, per esempio, danno il meglio di sé su prati pianeggianti o con una pendenza fino a 30 gradi. Nel caso l’inclinazione sia superiore è meglio valutare l’acquisto di un modello dotato di quattro ruote motrici, capaci di adattarsi ai pendii, nonché dotato di meccanismo di sicurezza che blocca automaticamente le lame in caso di ribaltamento.

Stessa valutazione va fatta per la conformazione. Se il vostro giardino è pianeggiante e regolare il novero di dispositivi presenti sul mercato è sicuramente più ampio, mentre se è irregolare o sconnesso è meglio optare per un robot dotato di sensori per il riconoscimento delle asperità e in grado di adattarsi.

 

L’erba tagliata

Le dimensioni della lama sono ovviamente un’altra discriminante di cui tenere conto e la loro grandezza dovrebbe essere direttamente proporzionale a quella della superficie da tagliare.

E parlando dell’erba, che fine fa quella che viene tagliata? Il nostro consiglio d’acquisto è di optare per un modello che sia in grado di fare mulching, ovvero di tritare e ridistribuire sul prato i fili d’erba in modo che facciano da concime per il terreno stesso. Il procedimento avviene grazie all’azione delle lame sull’erba che finisce nel sacco di raccolta e che viene letteralmente sminuzzata.

In questo modo, oltre all’azione concimante, eviterete il fastidio di dover raccogliere l’erba falciata, a tutto vantaggio del comfort, perché potrete davvero disinteressarvi di quello che il robot sta facendo e rilassarvi.

2

 

Ricarica e programmazione

Ci sono due tipi di robot: automatico o semiautomatico. Il primo è in grado di “capire” autonomamente quando la batteria è scarica e dunque dirigersi verso la sua base di ricarica. Una volta accumulata nuovamente la carica, il dispositivo si rimette in moto da solo e completa l’operazione.

I modelli semiautomatici, invece, quando esauriscono la batteria si fermano e sta a voi riportarli alla base e quindi, una volta completamente carichi, riposizionarli perché proseguano con il taglio dell’erba. I robot semiautomatici sembrerebbero meno comodi ma si adattano meglio, per esempio, a giardini formati da più aree separate tra loro da vialetti o zone in cemento che rappresentano una barriera per quelli automatici.

La stragrande maggioranza di robot tagliaerba, infine, sono programmabili e consentono di impostare in modo semplice giorno e orario in cui si devono attivare e cominciare la loro attività di taglio.

 

I migliori robot tagliaerba del 2017

 

C’è bisogno di manutenzione continua per avere un prato perfetto fuori casa e un sistema comodissimo è rappresentato dai robot tagliaerba: le offerte presenti sul mercato sono numerose e noi, di seguito, elenchiamo quelli che sono, a nostro giudizio, i cinque migliori prodotti del 2017, in modo da poter fare una comparazione tra i vari modelli.

 

Prodotti raccomandati

 

Bosch Indego 

 

1.Bosch IndegoIl miglior robot tagliaerba del 2017 è, secondo noi, Indego della Bosch da 32 V e 3 Ah. Utilizza il sistema intelligente di taglio “logicut” che consente di calcolare il percorso per linee precise e parallele in modo efficiente facendo il minor numero di passaggi possibile. Di fronte a un ostacolo si ferma alcuni secondi per riprogrammarsi; ecco perché va usato il filo perimetrale per delimitarne il raggio d’azione.

Il robot è consigliato fino a 1000 metri quadrati di giardino, può funzionare anche con una pendenza del 35% e svolge il proprio compito in maniera egregia anche in caso di terreni irregolari.

È dotato, inoltre, di un sistema che automaticamente lo fa tornare alla stazione di ricarica quando, dopo circa 50 minuti (e 200 metri quadrati tagliati) la batteria sta per scaricarsi. È uno tra i robot tagliaerba Bosch più venduti.

La nostra guida per scegliere il miglior robot tagliaerba prevede un ultimo step che siamo certi vi tornerà utile: una comoda lista di pregi e difetti di ogni modello per evidenziare ancora meglio le caratteristiche. Vediamo quelli di Bosch Indego.

 

Pro

Area coperta: Consigliato per giardini di dimensioni fino a 1000 metri quadri, questo robot tagliaerba lavorerà a un’area da 200 mq prima di tornare alla sua base per ricaricarsi.

Sistema Logicut: Rispetto alla navigazione con schema casuale, questa modalità è almeno il 30% più veloce e consente anche di abbattere i consumi.

Pendenze: Non tutti i giardini sono pianeggianti, ma per fortuna pendenze fino al 35% non rappresentano un problema per le capacità motorie di Bosch Indego.

Si riprogramma: Gli ostacoli non ne interrompono il lavoro. Basta circondarli con il filo perimetrale e il robot si riprogrammerà, fermandosi solo per pochi istanti.

 

Contro

Rumorosità: Forse leggermente più rumoroso di altri prodotti della stessa fascia di prezzo.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Robomow RC312 

 

2.Hobbystore Robomow RC312Se volete un consiglio su quale robot tagliaerba Robomow comprare, il modello che ci colpisce maggiormente è l’RC312 da 26 V e 3 Ah.

È un prodotto esteticamente elegante e tecnologicamente avanzato, adatto per un prato di massimo 1.200 metri quadrati con pendenza fino al 36%. Ecco altri dati tecnici: altezza del taglio 15-60 mm, larghezza della falciatura 28 cm, tempo di ricarica 90-130 minuti, durata media lavoro 50-65 minuti. È dotato di stazione di ricarica.

È un tagliaerba compatto, si ripone agevolmente, dispone di sensore di pioggia, blocco bambini ed è possibile impostarlo in modo da rasare separatamente le diverse zone del giardino; quando lo si solleva le lame si bloccano immediatamente.

Tra le numerose caratteristiche ancora presenti ricordiamo la possibilità di inserire un pin per bloccarlo in modo da far scattare l’allarme sonoro se qualcuno lo sposta e, infine, la possibilità di comandarlo a distanza col cellulare o col tablet via Bluetooth.

Certamente non il più economico tra i modelli presentati, Robomow RC312 ha dalla sua tanti pregi e pochi difetti. Li trovate qui di seguito.

 

Pro

Area Coperta: Se il modello precedente poteva coprire fino a 1000 metri quadrati di prato, questo dispositivo fa ancora meglio, permettendo di tosare una superficie di 1200 mq in più fasi!

Bluetooth: È possibile impostare e governare a distanza il robot tagliaerba con il proprio smartphone o tablet tramite connessione Bluetooth.

Taglio regolabile: Permette di regolare l’altezza del taglio dell’erba a seconda di gusti, esigenze e preferenze tra i 15 e i 60 mm.

Antifurto: È dotato di antifurto attivabile con un semplice pin. Se qualcuno prova a spostarlo, scatterà un forte allarme sonoro che lo metterà in fuga.

 

Contro

Complesso: Imparare a padroneggiare questo strumento per sfruttarne tutte le caratteristiche non è semplicissimo. Occorre studiare per bene il manuale e imparare la corretta disposizione del filo perimetrale.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€1697.5)

 

 

 

Robomow RC304 

 

3.Robomow RC304Proseguendo nei nostri consigli d’acquisto, parliamo qui di un altro modello Robomow, l’RC304 da 24 V. Dotato di stazione di ricarica, è adatto a giardini non superiori a 400 metri quadrati e pendenza fino al 36%.

Riportiamo alcuni dati tecnici: altezza del taglio regolabile 15-60 mm, larghezza della falciatura 28 cm, tempo di ricarica 60-90 minuti, durata media lavoro 60-73 minuti. Come si vede, alcune caratteristiche dell’RC304 non differiscono dall’RC312. Anche in questo caso, per esempio, sono presenti vantaggi tecnologici come: sensore di pioggia, zone multiple, antifurto con allarme sonoro e possibilità di operare a distanza con cellulare o tablet via Bluetooth.

Quando lo si solleva le lame si fermano istantaneamente e per evitare che lo usino i bambini anche qui è previsto l’apposito blocco.

Le funzioni presenti sono, come si vede, numerose e ne fanno uno tra i migliori robot tagliaerba automatici venduti online.

Se sul dove acquistare il vostro robot tagliaerbe siamo sicuri che non abbiate alcun dubbio, probabilmente dopo aver letto la recensione del Robomow RC304 sarete sempre più indecisi su quale sia il modello migliore. Chiaritevi le idee con questa lista di pregi e difetti.

 

Pro

Sicurezza: Robomow RC304 è sicurissimo anche in presenza di bambini. Non solo, infatti, prevede che le lame interrompano immediatamente la loro funzione nel caso venga sollevato, ma ospita anche un sistema di blocco per bambini.

Pendenze: I giardini con grossi dislivelli non sono un problema per questo robot tagliaerba, che prosegue nel suo lavoro anche in caso di pendenze che si avvicinano al 36%.

Bluetooth: Questo modello condivide molte caratteristiche con il precedente, tra cui la possibilità di governarlo a distanza con tablet e smartphone, tramite connessione Bluetooth.

Pioggia: Avete paura che l’acqua lo rovini? Non temete, questo modello è dotato di sensore per la pioggia, pensato proprio per proteggerlo dalle intemperie!

 

Contro

Area coperta limitata: Rispetto ai modelli precedenti, questo robot è pensato per giardini più piccoli, di massimo 400 metri quadrati.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hobbystore Zucchetti Ambrogio L60 

 

4.Hobbystore Zucchetti Ambrogio L60Il miglior robot tagliaerba senza filo perimetrale, secondo noi, è il modello Ambrogio L60 della Zucchetti. In questo caso, siamo di fronte a un prodotto unico quanto a comodità: lo si può cominciare a utilizzare subito perché non occorre installare niente inizialmente. Infatti, il robot è dotato di sensori brevettati che gli consentono di riconoscere l’erba sottostante e, quindi, i limiti del prato.

È adatto a giardini non superiori a 400 metri quadrati con pendenza consigliata del 40% anche se può gestirne fino al 50%. Le batterie consentono un’operatività di tre ore e mezza, poi la ricarica va fatta manualmente.

Il modello è compatto e speculare (così il taglio risulterà ottimale in entrambi i sensi di marcia); sono presenti un sensore che rileva se il prato è già tagliato e un sensore “baratro” che riconosce scalini e assenza di erba prima degli altri sensori specifici.

Se viene sollevato, il disco di taglio si arresta immediatamente.

Anche questo robot tagliaerba presenta, ovviamente, pregi e difetti che lo rendono più o meno adatto alle nostre esigenze. Vediamo di seguito i principali pro e contro che potrebbero influenzare la vostra decisione.

 

Pro

Autonomia: Hobbystore Zucchetti Ambrogio L60 ha una batteria agli ioni di litio che gli consente di lavorare per circa tre ore e mezza prima di dover essere ricaricato.

Trasportabilità: Dotato di comode maniglie, può essere facilmente trasportato da un appezzamento di terreno a un altro.

Potenza: Con le sue quattro ruote motrici, non teme terreni accidentati e può gestire pendenze più che considerevoli.

 

Contro

Ricarica manuale: Al contrario dei modelli precedenti, questo deve essere ricaricato manualmente e non dispone di una stazione di ricarica automatica.

Filo perimetrale: Tutti i pareri degli utenti concordano, l’assenza di filo perimetrale da un lato consente un più rapido utilizzo del robot tagliaerba ma dall’altro ne aumenta i consumi.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€1080.1)

 

 

 

Wiko Ciiky XE 

 

5.Wiko Ciiky XEL’ultimo consiglio su come scegliere un buon robot tagliaerba lo riserviamo a un altro prodotto made in Italy: si tratta del Wiko Ciiky XE. In grado di trattare giardini fino a 500 metri quadrati, è dotato, tra l’altro, di trasmettitore integrato nel caricabatteria e di lama antitaglio brevettata.

Dispone di ruote molto grandi che gli consentono di affrontare anche pendenze del 35%; grazie alla stazione di ricarica, poi, si avvia da solo una volta programmato e il modello XE vi ritorna quando la batteria sta per esaurirsi.

La lama ha un diametro di 25 cm; l’altezza di taglio è regolabile e va da 20 a 60 mm ed è presente la funzione modulazione lama.

In caso di sollevamento, questa si blocca automaticamente. Infine, altre caratteristiche tecniche da ricordare sono la presenza della doppia bobina frontale, della scheda madre con giroscopio e display nella sovrascocca. Non è presente, invece, alcun antifurto.

Anche questo modello, acquistabile a prezzi bassi anche in assenza di offerte, può vantare pregi e difetti di cui tener conto al momento della scelta. Trovate i principali qui di seguito.

 

Pro

Stazione di ricarica: Non sono molti i robot tagliaerba di questa fascia di prezzo capaci di ricaricarsi autonomamente mediante stazione di carica, un notevole pregio per ogni prodotto di questo tipo.

Lama: La lama di questo robot tagliaerba presenta una tecnologia antitaglio brevettata con dodici punte, per evitare incidenti che possono rivelarsi anche molto dolorosi. Inoltre c’è il classico sensore di sollevamento.

 

Contro

Antifurto: Non è presente alcun antifurto su questo robot, per cui il consiglio è quello di riporlo sempre in un magazzino dotato di un buon lucchetto. Questi prodotti, essendo piuttosto cari, fanno gola a molti.

Essenziale: Manca di tutti quegli accorgimenti presenti nei primi modelli di questa classifica, come la possibilità di essere azionato tramite Bluetooth o il sensore antipioggia.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€1018)

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (50 votes, average: 4.52 out of 5)
Loading...