I 6 Migliori Climatizzatori Portatili del 2020

Ultimo aggiornamento: 30.10.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Climatizzatore Portatile – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Il climatizzatore portatile è un valido alleato nelle calde giornate estive, a patto di scegliere il prodotto giusto. Date un’occhiata a quelli che sono per noi i modelli più interessanti tra quelli analizzati: uno è il Pinguino De’Longhi PAC N77 ECO, caratterizzato da un design innovativo e ultraleggero che lo rende molto facile da spostare in qualsiasi ambiente della casa in cui si necessiti di refrigerio; l’altro è l’Olimpia Splendid 1921 01921 Dolceclima Compact 10 P, solido e dai consumi contenuti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior climatizzatore portatile?

 

Per combattere la calura e l’afa estiva il climatizzatore portatile rappresenta un’ottima alternativa ai sistemi fissi e si fa preferire per la maggiore praticità e facilità d’installazione, e per il prezzo minore.

Tuttavia, pur essendo un elettrodomestico meno complesso rispetto a quelli fissi, presenta comunque diverse variabili che vanno attentamente analizzate prima di procedere all’acquisto e grazie a una guida come questa è possibile farsi un’idea più chiara su quale climatizzatore portatile scegliere.

 

climatizzatoreportatile-scegliere

 

BTU/Consumo

Per fare un confronto tra i vari climatizzatori portatili presenti sul mercato e individuare quello effettivamente più adatto alle proprie necessità bisogna, prima di tutto, valutare i suoi BTU (British Thermal Unit) e, cioè, l’unità di misura che ne indica la potenza.

Bisognerà scegliere il giusto elettrodomestico in base alle dimensioni del locale che si vuole climatizzare e ad altri parametri (esposizione al sole, numero di finestre presenti, ecc.) tenendo presente che una macchina troppo piccola non riuscirà a raffreddare in maniera efficace; al contrario, un’unità troppo grande non sarà in grado di rimuovere la giusta quantità di umidità dall’aria. In presenza di una pompa di calore per riscaldare, questa sarà accompagnata da una classificazione BTU a parte.

Nel caso del climatizzatore portatile non si tratta di una valutazione semplice perché, a differenza di quello fisso, gli ambienti da raffreddare possono essere diversi.

Strettamente correlata alla potenza del climatizzatore portatile è il suo consumo. Oggi è obbligatorio indicare in etichetta energetica la classe nella quale ogni macchina rientra (si va dalla A+++ alla D) e questo diventa uno dei parametri più rilevanti da considerare. I climatizzatori portatili con classe energetica più efficiente hanno un costo iniziale maggiore che viene via via ammortizzato nel tempo grazie al risparmio di energia che riescono a garantire.

Può essere utile, allora, una guida per scegliere il miglior climatizzatore portatile economico. Cliccando sul link trovi 3 consigli per risparmiare sul riscaldamento.

 

Scarico condensa

Per scegliere l’elettrodomestico che meglio si addice alle proprie esigenze c’è chi confronta prezzi, BTU e consumi e chi, invece, è maggiormente interessato alla sua praticità e manutenzione.

Il climatizzatore portatile, infatti, raccoglie umidità dall’aria che, a differenza di quelli fissi, va poi gestita. Nelle unità con contenitore l’acqua viene raccolta e va poi svuotata periodicamente. Quando questo si riempie fino al suo limite massimo un galleggiante spegne il climatizzatore per evitare allagamenti.

Ma esistono in commercio sistemi comodissimi in cui la condensa non viene prodotta per niente poiché viene fatta evaporare internamente non lasciando, quindi, acqua da rimuovere.

In altri casi la condensa viene eliminata completamente o parzialmente per evaporazione verso l’esterno attraverso il tubo di scarico per cui raramente ci sarà bisogno di svuotare il contenitore.

Non sono molte le unità che possono vantare queste funzioni e la migliore marca di climatizzatori portatili, per qualcuno, può essere proprio quella che offre gli ultimi sviluppi della tecnologia.

climatizzatoreportatile-guida

 

Silenziosità

Per altri, invece, il miglior climatizzatore portatile presente sul mercato può essere quello più silenzioso. Infatti, per quanto la tecnologia anche in questo caso sia andata molto avanti, non si può pretendere che la macchina sia silenziosissima perché il motore che raffredda/riscalda, a differenza dei climatizzatori fissi, si trova dentro casa.

Bisogna, allora, prestare attenzione a due parametri molto importanti che sono la rumorosità minima e la rumorosità massima dichiarata.

Un climatizzatore fisso silenzioso arriva anche intorno ai 20 dB di rumorosità, nel caso di quelli portatili siamo sui 45 (minima velocità della ventilazione) fino a 70 dB.

 

Conclusioni

È importante soffermare l’attenzione sulle caratteristiche più rilevanti per fare l’acquisto giusto che, ripetiamo, sono la potenza espressa in BTU, il consumo (per ulteriori dettagli su climatizzatore, costi e consumi puoi cliccare sul link) e la modalità di scarico della condensa; in questo modo si può stilare una personale classifica di quelli che sono i migliori prodotti presenti sul mercato.

Noi abbiamo prodotto la nostra di classifica che trovi elencata in basso e che si compone dei cinque climatizzatori portatili a nostro giudizio più validi del 2020, ognuno corredato da recensione.

 

I 6 Migliori Climatizzatori Portatili – Classifica 2020

 

I climatizzatori portatili vengono preferiti a quelli fissi perché sono più pratici e, generalmente, più economici. Proprio per queste ragioni negli ultimi anni sono nati moltissimi nuovi modelli che possono disorientare chi non sa bene come scegliere un buon climatizzatore portatile. Le recensioni dei consumatori, allora, possono costituire una buona base di partenza per fare un’attenta comparazione; sulla base di queste ultime noi abbiamo individuato i cinque migliori climatizzatori portatili senza unità esterna nel 2020 che vi proponiamo di seguito.

 

 

1. De’Longhi Pinguino PAC N77 ECO

Principale vantaggio:

Oltre a vantare un design esteticamente gradevole che non dà troppo nell’occhio, il Pinguino PAC N77 ECO di De’Longhi dispone di una struttura molto compatta e leggera che permette di spostarlo comodamente da un luogo all’altro della casa senza compiere sforzi eccessivi.

 

Principale svantaggio:

Nonostante la presenza della funzione Sleep, che abbassa le emissioni acustiche per l’uso notturno, non lo riteniamo adatto per quegli ambienti dove il silenzio è d’oro, dal momento che risulta piuttosto rumoroso quando impostato alla massima potenza.

 

Verdetto 9.6/10

Un climatizzatore portatile perfettamente in linea con le più recenti direttive europee in materia di consumi e impatto ambientale: in modalità refrigerante l’assorbimento energetico è di soli 0,9 kWh, mentre l’impiego del gas propano R290 lo rende il più ecologico della sua categoria.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Leggero e facile da trasportare

Oltre a un aspetto molto gradevole, capace di integrarsi con discrezione in qualsiasi ambiente, il Pinguino De’Longhi N77 ECO può essere spostato da una stanza all’altra con relativa facilità.

Con un peso di soli 30 chilogrammi e dimensioni pari a 44,9 x 39,5 x 75 cm, rientra tra i modelli più leggeri e compatti attualmente disponibili sul mercato, per cui sarà possibile posizionarlo in qualsiasi punto della casa senza sforzo, grazie anche alla presenza di quattro ruote scorrevoli poste alla base e due pratiche maniglie laterali.

A differenza dei tradizionali condizionatori fissi, il tubo per lo scarico dell’acqua si può facilmente trasferire da finestra a finestra, il che lo rende ideale per gli ambienti domestici e i piccoli uffici, sebbene il fatto che risulti tendenzialmente più rumoroso rispetto ai suoi principali competitor potrebbe non essere visto di buon occhio da chi ha il sonno particolarmente leggero e vorrebbe utilizzarlo anche durante le ore notturne.

Il più ecologico della categoria

Chi si appresta a scegliere un nuovo condizionatore portatile, oltre alle dovute considerazioni legate alla classe energetica, dovrebbe prestare attenzione anche all’impatto ambientale derivante dall’utilizzo del dispositivo.

Ora, considerato che il Regolamento Europeo 517/2014 ha imposto una serie di limitazioni sulle tipologie di gas refrigeranti da utilizzare negli impianti di climatizzazione, bandendo quelli a elevate emissioni di CO2, è bene “portarsi avanti” e optare per un modello ecosostenibile come il Pinguino De’Longhi N77 ECO.

Il nome, in effetti, non ha una semplice finalità di marketing, poiché è realmente uno dei condizionatori portatili più ecologici sul mercato, grazie soprattutto all’impiego del gas refrigerante naturale R290, con un GWP (potenziale di riscaldamento globale) pari a 3.

Questo significa che anche utilizzando il dispositivo con una certa frequenza l’impatto inquinante sarà quasi nullo, cosa ulteriormente agevolata da un assorbimento energetico di soli 0,9 kWh a tutto vantaggio tanto all’ambiente quanto del portafoglio.

 

Funzioni e prestazioni

Parlando poi delle prestazioni, la capacità di 8.200 BTU unitamente a una lunga autonomia, lo rende adatto a stanze con metrature fino a un massimo di 25 m². In questi ambienti, quindi, i risultati in termini di raffreddamento saranno più che soddisfacenti, mentre se verrà posizionato in locali più grandi consumerà di più e porterà ben pochi vantaggi.

Per quanto riguarda le funzionalità, oltre all’immancabile funzione refrigerante, il modello offre la modalità di ventilazione, che muove l’aria senza però raffreddarla, e la deumidificazione.

Quest’ultima non necessita del tubo di scarico come i tradizionali impianti con unità esterna, perché è presente un serbatoio interno molto capiente, che andrà svuotato quando l’apposita spia segnalerà il raggiungimento del limite massimo.

L’apparecchio può essere controllato tramite il pannello superiore con display e comandi soft touch oppure mediante il telecomando in dotazione, con l’ulteriore vantaggio di poter attivare il timer fino a un massimo di 12 ore, trascorse le quali la macchina si spegnerà automaticamente.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Olimpia Splendid 1921 01921 Dolceclima Compact 10 P

 

Dolceclima è un condizionatore che vi tiene sia al caldo sia al freddo in quanto è dotato anche di pompa di calore. I BTU sono 10.000 quindi valutate se sono sufficienti o meno agli ambienti della vostra casa. C’è da dire che per non limitare l’efficacia e l’efficienza del climatizzatore bisogna fare in modo che la finestra sia ben chiusa; sarebbe il caso di forarla per consentire il passaggio del tubo di scarico dell’aria oppure ricorrere ad una apposita guarnizione per finestra. 

Alle giuste condizioni, quindi con finestra chiusa, l’aria è ben distribuita e l’ambiente adeguatamente rinfrescato o riscaldato. Sul fronte consumi il climatizzatore ha una classe energetica A++. Per quanto riguarda la gestione delle funzioni, il timer, l’impostazione della temperatura ecc. c’è un comodo display touch e il telecomando. 

Gli aspetti negativi da segnalare fondamentalmente sono due. Il primo riguarda la vaschetta della condensa che in media va svuotata ogni due ore. L’altro punto negativo riguarda il livello di rumorosità che, soprattutto di notte, potrebbe complicare il riposo a chi ha il sonno leggero.

Pro
Buono tutto l’anno:

È un condizionatore che può essere usato gran parte dell’anno unendo la buona capacità refrigerante a quella riscaldante grazie alla presenza della pompa di calore.

Consumi:

Il climatizzatore ha una buona classe energetica (A++) pertanto non incide molto sulla bolletta della corrente elettrica.

Contro
Condensa:

Comprendiamo le esigenze di realizzare un climatizzatore compatto ma la vaschetta per la raccolta della condensa richiede di essere svuotata troppo spesso a causa delle ridotte dimensioni.

Rumore:

Avendo il compressore integrato, la sua presenza si avverte a causa del rumore. Se siete tipi da sonno leggero potreste finire con l’odiare il climatizzatore.

Acquista su Amazon.it (€187,43)

 

 

 

 

3. Argo Relax Style Climatizzatore Portatile

 

Tra i climatizzatori portatili disponibili sul mercato, questo modello spicca per l’ottimo rapporto qualità/prezzo, ideale per chi non vuole spendere troppo ma senza rinunciare a buone prestazioni.

Argoclima Relax è un prodotto completo perché presenta tutte e tre le principali funzioni che sono: condizionamento, deumidificazione e ventilazione e tutte possono essere selezionate singolarmente.

Non manca il timer, fondamentale per chi vuole tornare a casa e trovare l’ambiente piacevolmente fresco. È presente anche la funzione Sleep, specifica per la notte.

Si tratta di un elettrodomestico compatto, maneggevole e facile da spostare grazie alle rotelle.

Per quanto riguarda la rumorosità, è nella norma: per molti è più che accettabile, anche di notte; altri la ritengono invece fastidiosa.

Ecco un breve quadro riepilogativo di Relax, l’apprezzato climatizzatore portatile Argoclima. Se non sai dove acquistare questo modello, il link in basso ti reindirizzerà alla migliore offerta sul mercato.

Pro
Qualità/prezzo:

Si tratta di una macchina dalle buone prestazioni complessive che può essere acquistata a un prezzo non proibitivo.

Completo:

Il climatizzatore ha tre funzioni e, cioè, condizionamento, deumidificazione e ventilazione, tutte attivabili separatamente.

Funzioni:

Non manca la funzione Sleep specifica per la notte e il timer, imprescindibile per poter trovare un ambiente già fresco al proprio ritorno a casa.

Contro
Rumore:

Molti consumatori lo ritengono silenzioso, altri invece piuttosto rumoroso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. De’Longhi Pac EX120 Silent Climatizzatore Portatile Pinguino

 

Con il design del climatizzatore Pac EX120 De’Longhi sì è superata. Abbiamo voluto iniziare la nostra analisi partendo dall’aspetto proprio perché ci ha colpiti e conquistati immediatamente: è davvero bello da vedere. La potenza è di 12.000 BTU mentre l’efficienza energetica è classe A. 

Questo modello si è messo in luce per le ottime capacità refrigerante e deumidificante nonché della loro gestione grazie alla funzione  Real Feel che assicura il miglior livello di comfort possibile mediante la riduzione della temperatura e il controllo dell’umidità. A proposito di umidità, parecchio criticata è stata la vaschetta per la raccolta della condensa che essendo molto piccola va svuotata spesso. 

Il display a LED è a dir poco innovativo e consente una valutazione immediata del livello di comfort grazie agli indicatori luminosi. Dobbiamo avvertire i lettori che il climatizzatore è rumoroso e le cose non migliorano abbastanza impostando la funzione silent. Altra cosa di cui è bene essere al corrente, questo modello è parecchio costoso.

Pro
Efficace:

Il climatizzatore lavora molto bene nel rinfrescare e deumidificare l’ambiente dove agisce, inoltre la sua azione è veloce.

Design:

Ma quanto è bello il Pac EX120? Davvero tanto. Non facciamo mistero di essere rimasti letteralmente affascinati dal design moderno ed elegante.

Contro
Prezzo:

Questo climatizzatore è tanto costoso quanto bello. L’impegno economico da sostenere va valutato con attenzione.

Vaschetta per la condensa:

Purtroppo vi ritroverete spesso e volentieri a dover svuotare il raccoglitore della condensa poiché ha una capacità parecchio ridotta.

Acquista su Amazon.it (€904,8)

 

 

 

5. Electrolux EXP26U538CW ChillFlex Pro 11 A+

 

Sono 11.000 BTU per il climatizzatore Electrolux che ha una doppia ventola così da sfruttare la condensa per raffreddare l’evaporatore e migliorare l’efficienza energetica. L’interfaccia è intuitiva, il pannello di controllo ha i tasti a sfori che rispondono subito, il display LCD dà indicazioni sulla temperatura  e avvisa nel caso in cui il filtro è intasato. 

A proposito di questo ultimo, è antibatterico, l’aria è filtrata da agenti patogeni e allergeni vari. Non manca il timer per programmare accensione e spegnimento. Il tutto può comodamente essere gestito con il telecomando. 

La qualità dei materiali è molto buona, il climatizzatore appare resistente agli urti. Purtroppo presenta il difetto che caratterizza la maggior parte dei modelli portatili: è rumoroso, come testimoniano gli utenti rimasti scontenti da questo punto di vista.

Pro
Doppia ventola:

Il climatizzatore è dotato di un sistema che sfrutta la condensa al fine di raffreddare l’evaporatore e quindi migliorare l’efficienza energetica.

Interfaccia intuitiva:

Il pannello di controllo è semplice, i pulsanti sono a sfioro, rispondono immediatamente e si ha una comoda visione delle impostazioni selezionate.

Timer:

Ne accogliamo favorevolmente la presenza, visto che non si limita a decretare il solo spegnimento ma anche l’orario di accensione.

Contro
Rumoroso:

Tra i pochi punti sfavorevoli emersi nell’analisi di questo modello dobbiamo segnalare la rumorosità.

Acquista su Amazon.it (€549)

 

 

 

6. Whirlpool PACW9COL Climatizzatore Portatile, Classe Energetica A++

 

Il condizionatore Whirlpool ha 9.000 BTU di potenza pertanto dà il meglio di sé in ambienti medio/piccoli. Ottime notizie sul fronte dei consumi come si può intuire dalla classe energetica A++. Non aspettatevi funzioni particolari, è un modello piuttosto semplice: ci sono tre velocità di ventilazione oltre alla funzione sleep e a quella di deumidificazione. 

Il prezzo è certamente competitivo. La distribuzione dell’aria è soddisfacente ma chiaramente bisogna preoccuparsi di tenere sigillata la finestra, cosa che richiede la presenza di un foro per far passare il tubo di scarico dell’aria. Ben realizzato è il telecomando che oltretutto ha un comodo alloggio posto lateralmente così da non perderlo. 

La qualità dei materiali ha pienamente soddisfatto e in questo Whirlpool ha confermato di essere un ottimo marchio. Unico vero difetto è il rumore emesso dal climatizzatore quando è in funzione, soprattutto se opera al massimo.

Pro
Costo:

Il prezzo è senza ombra di dubbio uno dei punti di forza per questo modello, a certe cifre è difficile trovare di meglio.

Consumi:

La buona classe energetica comporta un ridotto consumo di corrente che consente di accendere il climatizzatore senza troppi pensieri.

Materiali:

Niente male quelli impiegati per il climatizzatore che appare molto robusto, un buon elettrodomestico anche da questo punto di vista.

Contro
Rumoroso:

Chi conosce i climatizzatori portatili sa che non si può pretendere molto in fatto di emissioni di decibel e anche in questo caso dobbiamo parlare di un climatizzatore rumoroso.

Acquista su Amazon.it (€678)

 

 

 

De’Longhi Pac AN112 Silent Climatizzatore Portatile Pinguino

 

1.De'Longhi PAC AN112 Silent

Il condizionatore assolve egregiamente le proprie funzioni e la maggior parte dei consumatori lo trova anche sufficientemente silenzioso; la gamma Silent, del resto, è studiata proprio per garantire la minima rumorosità possibile ma è chiaro che le prestazioni non si possono paragonare a un climatizzatore a parete e questo vale per tutti i portatili, in verità, per cui non bisogna avere aspettative troppo elevate.

La potenza di ben 12500 BTU è risultata chiaramente un vantaggio per chi ha necessità di rinfrescare un ambiente non piccolo. È poi un prodotto pratico grazie al sistema di condizionamento avanzato aria/acqua. Se finisce l’acqua nel serbatoio il De’Longhi non smette di agire ma attiva automaticamente il funzionamento ad aria.

La classe di efficienza energetica è A+ per cui non delude chi è attento ai consumi.

Passiamo ora ad analizzare più nel dettaglio i vantaggi e gli svantaggi del De’Longhi PAC AN112 Silent, raccogliendo non solo le nostre impressioni ma anche i pareri di tanti altri utenti che hanno avuto modo di provarlo nelle loro abitazioni.

Pro
Real Feel:

Questa tecnologia della De’Longhi fa sì che il condizionatore portatile non si limiti a regolare la temperatura della casa, ma anche il suo grado di umidità, aumentando così il comfort al suo interno.

Display a LED:

Basta un rapido sguardo al display per comprendere la situazione dell’ambiente domestico, con un indicatore che segnala tre diversi livelli di comfort.

Consumi:

La classe energetica A+ garantisce bassi consumi e l’impiego di gas propano R290 anche un impatto ambientale ridotto.

Contro
Prezzo:

Il costo di questo gioiellino non è da sottovalutare, soprattutto per chi decide di optare per un condizionatore portatile invece di uno fisso non per questioni di spazio ma di prezzo.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€800)

 

 

 

Come utilizzare un climatizzatore portatile

 

Per quanti vogliono ottenere il massimo dopo aver acquistato un climatizzatore portatile, abbiamo riunito in una guida alcune note fondamentali, così da sfruttare al meglio le qualità possedute dall’oggetto e non rischiare di rovinarlo facendo qualcosa di sbagliato o non contemplato nelle istruzioni.

Posizionate il prodotto accanto alla giusta presa d’aria

La maggior parte dei climatizzatori portatili funziona sfruttando un motore interno per distribuire e far circolare verso l’esterno aria più fredda. La zona posteriore è deputata invece all’uscita di aria calda. Il nostro consiglio è quello di trovare un tubo e un’apertura adatta come zona di sfiatatura per non vanificare l’effetto rinfrescante messo in atto dal climatizzatore.

 

Controllate lo stato dei filtri

Anche nei modelli portatili la presenza di filtri è pensata per trattenere e migliorare la qualità di aria emessa dal prodotto. Verificare lo stato di questi ultimi fa parte delle buone norme di igiene e manutenzione; mantengono il climatizzatore pulito e libero da eccessivi accumuli di polvere e materiale in sospensione.

 

Evitate l’utilizzo di prolunghe

I climatizzatori richiedono una forte produzione di corrente per il loro funzionamento. Per questo motivo, verificate sempre la presenza di una presa a muro adatta e i kilowatt a disposizione. Non è consigliabile collegare la presa a una prolunga, a fronte di un elevato rischio di sovraccarico con conseguenze anche gravi e rischiose per l’incolumità dell’utente.

 

Mantenete la bacinella di raccolta acqua al giusto livello

La condensa e il liquido che si generano vengono raccolti in una bacinella posteriore dalla capienza variabile. Vi consigliamo di monitorare e capire il consumo e la grandezza del serbatoio di raccolta; eviterete spiacevoli fuoriuscite di acqua che potrebbero risultare dannose all’ambiente circostante.

 

Ottimizzate i tempi di accensione e spegnimento

In caso di utilizzo notturno, vi suggeriamo di programmare accensione e spegnimento così da non consumare un quantitativo inutile di corrente. Conoscere le abitudini e le necessità della casa vi consentirà di regolare al meglio l’utilizzo del prodotto, senza sprechi.

 

Considerate la funzione di deumidificatore

Nei modelli attuali è di norma presente la funzione di deumidificatore. Questa modalità possiede il pregio di ridurre l’umidità all’interno della stanza e di consumare meno elettricità. Può essere una soluzione percorribile, che vi consente di cogliere i benefici di un ambiente che con meno umidità risulta anche più vivibile.

Posizionate il dispositivo all’ombra

Abbiate cura di chiudere le finestre e le porte di casa, in modo da evitare e ridurre la circolazione d’aria in altre stanze, che potrebbe disperdere e ridurre il fresco emesso dal climatizzatore. Collocato in una zona d’ombra, questo apparecchio consuma il 5% in meno di corrente elettrica, con risultati in linea con le aspettative.

 

Tenete libera la zona frontale

Una volta messo in funzione il climatizzatore è bene posizionarlo in un punto quanto mai libero da oggetti o mobili che potrebbero ostruire il corretto passaggio dell’aria. Meno interruzioni troverà sul suo cammino, migliore sarà la circolazione d’aria e i benefici per chi desidera un po’ di fresco.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

De’Longhi Pac AN112 Silent Climatizzatore Portatile Pinguino

 

Principale vantaggio:

Il principale vantaggio del climatizzatore portatile De Longhi AN112 Silent, è la sua funzione Real Feel che, oltre a regolare la temperatura, permette di diminuire anche il grado di umidità ambientale, funzionando quindi sia come climatizzatore sia come deumidificatore e offrendo un elevato grado di comfort.

 

Principale svantaggio:

Pur essendo un climatizzatore portatile, il suo prezzo non è certo da considerarsi tra i più economici; d’altronde si tratta di un climatizzatore De Longhi, marchio noto per l’affidabilità e l’ottima qualità dei suoi prodotti.

 

Verdetto 9.9/10

Nonostante il prezzo lo collochi tra i prodotti di fascia media, il climatizzatore portatile De Longhi Silent è uno dei modelli più ricercati dagli acquirenti, per l’affidabilità e l’efficienza.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

La ditta De Longhi e i Pinguino

De Longhi è un marchio italiano molto amato dai consumatori, grazie all’affidabilità e all’ottima qualità dei suoi prodotti, due dei quali, in particolare, sono alla base del suo successo e della sua notorietà: il CaldoBagno, uno dei primi termoventilatori a entrare in commercio, e la serie dei climatizzatori Pinguino, a cui appartiene anche il modello Silent esaminato nella nostra guida.

Il vantaggio dei climatizzatori De Longhi che appartengono alla linea Pinguino, sta proprio nell’essere portatili e, di conseguenza, di non richiedere la creazione di un impianto, con buchi nelle pareti, canaline e quant’altro; l’AN112 Silent non fa eccezione a questa regola, visto che è un modello compatto che misura soltanto 45 x 39,5 x 75 centimetri, dotato di quattro ruote girevoli che gli permettono di essere spostato con estrema facilità in qualsiasi stanza della casa.

 

Ecologico e dai consumi ridotti

I vantaggi dell’AN112 Silent sono molteplici; innanzitutto, come si può evincere dal nome, la sua rumorosità è decisamente contenuta rispetto agli altri climatizzatori portatili di altre marche, grazie a un livello massimo di 50 decibel di emissione sonora.

Per quanto riguarda il consumo di elettricità, invece, l’AN112 Silent si attesta su una solida A+ nella classe di efficienza energetica, aiutando a mantenere bassi i costi di gestione; un ulteriore vantaggio, inoltre, è dato dal basso impatto ambientale di questo climatizzatore, che utilizza il propano R290, un gas naturale ad alta efficienza che, tra le altre virtù, ha quella di essere completamente privo di CFC, HCFC e HFC, tutte sostanze altamente inquinanti e dannose per l’atmosfera, con la conseguenza di eliminare del tutto l’impatto deleterio sulla fascia di ozono.

 

Efficiente e versatile

Il climatizzatore portatile De Longhi AN112 Silent assorbe una potenza di 950 Watt e offre una resa massima di 11.000 BTU/ora, quanto basta per coprire in maniera efficace un ambiente domestico di medie dimensioni, fino a 110 metri cubi; dispone di varie modalità di funzionamento, tra cui la semplice ventilazione e la deumidificazione, inoltre integra un esclusivo sistema di ricircolo della condensa, che ne migliora l’efficienza e ne riduce i consumi, un termostato, un timer elettronico programmabile fino a 24 ore e un display di nuovo tipo a LED CLI, che permette di avere un feedback immediato sullo stato di comfort.

La comodità d’uso, inoltre, è incrementata dalla presenza del pratico telecomando, che permette di controllarlo da remoto.

 

 

Klarstein MCH-2

 

La soluzione portatile offre numerosi vantaggi, non ultimo quello di adattarsi perfettamente a qualsiasi ambiente senza necessitare lavori d’istallazione o punti di scolo per disperdere l’acqua della condensa.

Questo modello lavora tanto come climatizzatore che come ventilatore, diffondendo aria pulita e fresca nell’ambiente migliorandone la vivibilità.

La funzione di deumidificatore è un elemento che aggiunge ulteriore pregio a un elettrodomestico che, senza richiedere l’investimento oneroso dei modelli a parete, permette comunque di superare l’estate torrida.

Lavora sfruttando il semplice principio del raffreddamento grazie all’evaporazione dell’acqua o direttamente del ghiaccio, dettaglio che gli permette di mantenere consumi molto ridotti, soprattutto rispetto ai modelli che funzionano attraverso l’azione dei gas refrigeranti. L’unica accortezza da dedicare al dispositivo è dotarla di acqua ghiacciata, ha due bacinelle adatte a essere messe in congelatore, per permetterne la migliore funzionalità.

Anche questo modello offre, a prezzi bassi, dei buoni vantaggi a chi decide di acquistarlo. Tuttavia sono presenti anche diversi svantaggi da tenere in considerazione. Vediamo insieme le due facce della medaglia.

 

Pro

Economico: Anche questo ventilatore a ghiaccio rappresenta una scelta economica, sia per il prezzo di partenza che per i consumi ridotti. Basta avere un po’ di ghiaccio e di elettricità in casa per farlo funzionare.

Efficace: Se si alimenta bene con il ghiaccio, questo dispositivo è sicuramente molto più efficace di un normale ventilatore, anche se ovviamente non raggiunge i livelli di un comune condizionatore portatile ad aria.

 

Contro

Rumore: È comunque più rumoroso di un ventilatore comune, per cui non può essere lasciato acceso in camera durante la notte.

Potenza: Ancora una volta, questo modello portatile a ghiaccio è pensato per dare una rinfrescata a piccoli ambienti e non si dovrebbe pretendere nulla di più.

 

 

 

Klarstein MCH-1

 

Ecco un altro modello a funzionare tramite il principio dell’evaporazione dell’acqua, anche in questo caso i consumi sono davvero contenuti e la capacità refrigerante è proporzionale alla portata d’aria fredda in grado di diffondere nell’ambiente quanto il ventilatore è in funzione.

Il ventilatore ha un’oscillazione di 90° in orizzontale, per puntare bene in ogni direzione, anche la testa del ventilatore si può inclinare fino a un massimo di 20° per meglio raggiungere l’area che deve servire.

Ai 65 W di consumi elettrici associa una capacità di emissione di 400 metri cubi d’aria fresca l’ora, che corrispondono a una ricarica di un litro d’acqua ghiacciata nell’apposito serbatoio.

Condividiamo le opinioni positive di chi l’ha provato apprezzando la funzione filtro, in grado di immettere aria pulita e fresca in casa, insieme alla possibilità di smontare facilmente il pannello posteriore per garantirne una costante pulizia.

Analizziamo adesso nel dettaglio i punti di forza e quelli di debolezza di questo condizionatore portatile a ghiaccio. Ti saranno utili per chiarirti definitivamente le idee sul modello che fa più al caso tuo.

 

Pro

Consumi: Ha consumi davvero ridotti. Con appena 65 watt di consumo energetico permette di rinfrescare anche stanze di dimensioni medio-grandi.

Serbatoio: Il serbatoio da 8 litri è di dimensioni superiori rispetto a molti altri prodotti del genere. Considerato che consuma circa un litro di acqua/ghiaccio l’ora, ha ben otto ore di autonomia.

 

Contro

Umidità: Porta inevitabilmente a un aumento dell’umidità della casa. Se questa è già un problema, allora non è lo strumento adatto a te.

Ingombro: In rapporto alla potenza che sprigiona, è decisamente ingombrante e sarà difficile trovargli una posizione nella quale non risulti in qualche modo d’impiccio.

 

 

Klarstein CTR-1 v2

 

Ecco un altro modello Klarstein, più potente rispetto a quelli appena visti non tanto in termini di consumi elettrici quanto per la maggiore capacità del serbatoio, sono 8 litri, che ne assicura maggiore autonomia prima di necessitare un nuovo rabbocco.

Anche qui la struttura della bocca da cui esce l’aria è a nido d’ape e garantisce di dirigere con facilità il flusso per raggiungere ogni angolo della stanza. La presenza di filtri d’aria che immettono particelle ionizzate migliora la qualità percepita dell’aria, che contribuisce a mitigare il senso di cappa irrespirabile che l’afa d’agosto porta inevitabilmente con sé.

Essendo un prodotto appena più sofisticato dei precedenti, ma per questo anche un po’ più costoso, si può regolare su tre livelli di potenza per venire meglio incontro alle esigenze di chi lo usa.

In definitiva un’ottima alternativa al classico ventilatore con quel qualcosa in più che non dispiace trovare in questo genere di dispositivi.

 

Pro

Potenza: lavora emettendo aria fredda grazie all’evaporazione del ghiaccio all’interno; ma la capacità di 8 litri del serbatoio gli consentono di avere una maggiore potenza e refrigerare una stanza di medie dimensioni.

Filtri per l’aria: la presenza di specifici filtri che immettono particelle ionizzate durante il funzionamento della macchina, consente di migliorare la qualità dell’aria nell’ambiente in cui lavora.

Tre livelli: Sono tre i livelli di potenza, e il relativo rumore, con cui lavora il climatizzatore, permettendo così di regolare il flusso d’aria fredda a seconda della temperatura esterna o dell’orario in cui è attivato.

 

Contro

Non fa miracoli: Bisogna tenere a mente che si tratta tutto sommato di un ventilatore in grado di mandare in circolo aria ghiacciata, non ci si può aspettare le stesse performance di un climatizzatore dotato di gas refrigeranti.

Rumorosità: Soprattutto se usato alla maggiore potenza, il climatizzatore risulta piuttosto rumoroso e non l’ideale durante la notte in particolare per chi ha il sonno leggero.

 

 

Midea MPS1-08CRN1

 

 

Un altro modello che ha suscitato buona impressione presso molti consumatori è quello proposto dall’azienda leader Midea che, anzi, si inserisce tra i climatizzatori portatili più venduti.

Tra i vantaggi che possono determinarne l’acquisto c’è anche qui la versatilità e, quindi, la possibilità di usarlo, oltre che come climatizzatore, anche come deumidificatore e ventilatore. Il prezzo al quale viene venduto non è alto per cui questo modello è adatto a chi non vuole spendere troppo e non deve raffreddare ambienti troppo grandi; infatti la potenza è di 8000 BTU.

La classe di efficienza energetica è un parametro al quale, ormai, tutti guardano per ottenere il minor consumo possibile e qui parliamo di un classe A, quindi di un prodotto dai bassi consumi.

Le prestazioni sono giudicate per lo più positivamente perché questo Midea raffredda molto velocemente. È sulla silenziosità che, invece, si registrano le maggiori critiche: nonostante i 65 dB dichiarati – un valore piuttosto diffuso, in realtà – più volte gli utenti hanno lamentato l’eccessiva rumorosità.

 

 

Olimpia Splendid DolceClimaEco

 

 

Il risparmio energetico sta diventando uno dei punti chiave per l’acquisto non solo dei climatizzatori portatili ma un po’ di tutti gli elettrodomestici. Da questo punto di vista il modello DolceClimaEco della Olimpia Splendid si è rivelato un prodotto parecchio valido.

Lo sostengono molti di coloro che, appunto, cercavano quale climatizzatore portatile comprare che non consumasse troppo e hanno alla fine optato per questo modello.

Tra i quattro tipi di DolceClima, infatti, quello Eco è stato progettato specificamente per dare un risparmio fino al 12% rispetto a un climatizzatore tradizionale.

Un altro vantaggio che molti utenti hanno individuato risiede nella diffusione dell’aria: questa avviene grazie a un particolare sistema tecnologicamente molto avanzato relativo alla progettazione delle componenti interne che consente di raddoppiare l’emissione dell’aria nell’ambiente per cui già alle minime velocità viene avvertito un raffreddamento uniforme.

 

 

Klarstein Baltic Blue

 

 

Tra i migliori consigli d’acquisto per voi abbiamo selezionato il Klarstein Baltic Blue perché molti consumatori hanno particolarmente gradito la sua versatilità poiché è possibile usarlo anche come ventilatore. Si distingue, però, da questi ultimi perché dispone anche delle comode funzioni di umidificazione e di pulizia dell’aria.

In questo caso il Baltic Blue non è adatto come il De’Longhi a chi ha un ambiente di grandi dimensioni da rinfrescare perché può arrivare a coprire un volume di circa 50 m3, quindi una sala medio-piccola.

Molto pratica è risultata la possibilità di regolare la potenza in base alle effettive necessità: qui, infatti, sono presenti tre livelli: basso, medio e alto. Inoltre una funzione che non tutti gli altri modelli presentano è la comoda possibilità di tenere le alette della bocca di ventilazione fisse oppure farle oscillare per raggiungere ogni angolo dell’ambiente.

Molti utenti hanno evidenziato il vantaggio dei bassi consumi poiché per il Baltic Blue siamo su soli 65 W e anche il fatto che il fabbisogno d’acqua è di un l/h: questo significa che basta riempire il serbatoio una sola volta al giorno.

 

 

De’Longhi PAC N87 

 

 

In questo caso abbiamo a che fare con un altro climatizzatore Pinguino De’Longhi ma dal prezzo inferiore rispetto al precedente. Rimane immutato, invece, il grado di soddisfazione degli utenti che, per la maggior parte, hanno apprezzato le prestazioni.

Questo modello è da 9.800 BTU/h: riesce a coprire un ambiente di 85 m³, pari a circa 30 m², considerando un’altezza di 2,7 m. La classe energetica è la A, non male ma neanche eccezionale oggi, considerando che la scala va da A+++ a D. Non ci sono tutte le funzioni come nei modelli più costosi e la rumorosità, pari a 63 dB, è buona ma inferiore a quella di altri modelli Silent.

È un modello completo perché funge anche da semplice ventilatore (tre velocità) e da deumidificatore e, grazie al filtro integrato, riesce anche a purificare l’aria, oltre che a raffreddarla. Il sistema di ricircolo della condensa elimina l’acqua in eccesso.

Il timer permette di impostare accensione e spegnimento dell’elettrodomestico all’orario che si desidera. Queste e altre funzioni possono essere settate dal pannello sul climatizzatore o dal telecomando incluso.

Ecco un altro Pinguino De’Longhi molto gradito agli utenti che l’hanno provato. Rivediamone brevemente le caratteristiche principali.

Pro
Prestazioni:

Si tratta di un modello che ha complessivamente soddisfatto le aspettative dei consumatori. Grazie ai suoi 9.800 BTU/h, riesce a coprire un ambiente di 85 m³, cioè circa 30 m².

Multifunzione:

Come tutti i climatizzatori portatili moderni, è multifunzione perché funge anche da ventilatore (con tre velocità), deumidificatore e purificatore dell’aria grazie al filtro integrato.

Timer:

Non manca il timer che si può impostare per avviarlo e trovare l’ambiente già fresco al proprio ritorno e per spegnerlo senza paura di dimenticarlo acceso.

Telecomando:

Naturalmente è presente anche il telecomando per attivare le varie funzioni senza doversi alzare dal divano. È possibile comunque farlo anche dal pannello integrato.

Contro
63 dB:

63 dB non sono male come rumorosità ma la gamma Silent include modelli più silenziosi che scendono tranquillamente sotto i 60 dB.

 

 

De’Longhi Pac CN94 Climatizzatore Portatile Pinguino

 

 

Quanti in estate puntano a un sistema mobile con cui far fronte alla calura estiva, possono guardare con attenzione alla proposta De’ Longhi, capace di unire chi cerca un prodotto mobile e chi non vuole procedere a un investimento troppo dispendioso. 

Tre le velocità a disposizione, gestibili in maniera comoda e senza manovre complicate sfruttando il pannello soft touch a sfioramento. È sufficiente un tocco leggero con il dito per passare da una funzione all’altra in modo rapido e immediato. Si può anche attivare la funzione di sola deumidificazione, così da ridurre al meglio gli effetti oppure scegliere di concentrare il flusso sulla ventilazione, potendo così beneficiare di un passaggio d’aria con cui superare indenne una notte “tropicale”.

Il prodotto di De’Longhi si fa apprezzare per l’attenzione ai consumi e all’ambiente, grazie all’utilizzo dell’R410A, un gas che impatta in modo ridotto sull’ozono. Giudizi meno positivi invece per quel che riguarda la silenziosità quando è un funzione. 

Pro
Struttura:

Nella parte superiore è presente tutto il necessario con cui poter gestire il funzionamento del supporto, variando tra modalità e scegliendo quella più adatta alla situazione presente.

Consumi:

Affidandosi a un sistema a gas particolare, denominato R410A, si sfruttano i benefici del climatizzatore con un occhio di riguardo per l’ambiente. Infatti in questo caso il consumo e l’impatto ambientale sono molto ridotti.

Mobilità:

Grazie a un sistema di ruote si può collocare il tutto dove meglio si crede, approfittando in questo caso del peso contenuto del prodotto e di un sistema che non ostacola certa mobilità, ma che consente di trovare il giusto elemento con cui poter sentirsi freschi durante la stagione calda.

Contro
Rumorosità:

Alcuni utenti non hanno gradito il suono emesso durante l’accensione del climatizzatore, considerandolo eccessivo e fastidioso a lungo andare.

 

 

Trotec PAC 2010 S Climatizzatore Portatile a 7000 Btu

 

Ecco un piccolo climatizzatore che ha nel prezzo accessibile uno dei suoi punti di forza: se vuoi spendere poco, dagli un’occhiata.

Si tratta di un modello da 7.000 BTU, questo significa che sarà in grado di rinfrescare un ambiente non troppo esteso e, cioè, fino a 65 m³ che corrispondono a circa 20-25 m²: più che sufficienti per una stanza, pochi per un salone.

È un modello poco ingombrante e facile da spostare grazie alle rotelle. Non manca il pratico telecomando per regolare le varie funzioni da lontano senza doversi alzare.

Non manca neanche il timer per poter accenderlo e spegnerlo solo negli orari stabiliti.

Come tutti i migliori climatizzatori, oltre al condizionamento integra anche la funzione di deumidificazione – già da sola efficace per ridurre il senso di oppressione del calore – e la ventilazione.

Ricapitoliamo adesso in breve i vantaggi e gli svantaggi più significativi del nuovo climatizzatore Trotec.

Pro
Prezzi bassi:

Si tratta di un elettrodomestico venduto a un prezzo competitivo. Se non sai dove acquistare clicca sul link suggerito per accedere a un’ottima offerta.

Multifunzione:

Oltre alla funzione vera e propria di condizionamento, è possibile usare il climatizzatore anche solo per deumidificare o ventilare.

Timer:

Non manca il timer per impostare l’orario preferito di accensione/spegnimento.

Contro
Rumore:

Diversi utenti lamentano una rumorosità eccessiva. È comunque prevista la modalità silenziosa che fa scendere i decibel da 65 a 54.

BTU:

7.000 BTU sono sufficienti per rinfrescare una stanza di 20-25 m² (65 m³) e potrebbero essere insufficienti per molti.

 

 

 

Ravanson KR-1011 Fan e Umidificatore

 

Il terzo gradino del podio è occupato da questo modello che oltre a funzionare come ventilatore e immettere aria fresca nell’ambiente, associa la funzione filtrante degli ioni.

Ha un serbatoio d’acqua dalla capacità di 4 litri, come nella media dei dispositivi di questo genere, che garantisce una buona autonomia di funzionamento.

È chiaro che avendo necessità di rabbocco d’acqua ghiacciata, questo tipo di dispositivo non può funzionare emettendo aria fredda per tutta la notte. Ma durante il giorno, i consumi ragionevoli ne permettono un uso continuo e duraturo.

I 10 chili del dispositivo non sono molti, ma comunque nemmeno un ostacolo vista la presenza delle comode rotelle piroettanti che ne facilitano lo spostamento dove serve.

Questo condizionatore portatile è quindi uno dei più economici sul mercato, ma non per questo privo di pregi apprezzabili. Vediamoli insieme, mettendo in evidenza anche i difetti che potrebbero frenarti dall’acquistarlo.

Pro
Versatile:

Non è solo uno strumento per raffreddare l’aria e quindi la nostra casa; può essere utilizzato anche semplicemente per umidificare l’aria o per purificarla.

Economico:

Il prezzo è decisamente inferiore a quello di molti altri condizionatori portatili, quasi all’altezza di un comune ventilatore! In questo modo molte più persone hanno accesso ai vantaggi di un condizionatore portatile.

Rapporto qualità/prezzo:

Nonostante la spesa contenuta, si riesce comunque a tenere al fresco un piccolo ambiente.

Contro
Ghiaccioli:

Per raffreddare l’acqua occorre avere accesso a del ghiaccio. Non si tratta infatti di un condizionatore nel puro senso del termine, quanto di un “ventilatore a ghiaccio”.

Potenza:

Inevitabilmente, questo dispositivo riesce a rinfrescare solo ambienti molto piccoli, ma perlomeno consuma molto poco.

 

 

De’Longhi Pinguino PAC WE128 Eco Silent Climatizzatore Portatile

 

Se ti chiedi come scegliere un buon climatizzatore portatile, allora sappi che il De’Longhi Eco Silent ti può fornire la migliore risposta. Non per nulla questo è un noto brand che fa della qualità la sua forza.

Che sia un prodotto ben realizzato lo si può anche facilmente comprendere osservando la combinazione perfetta con la quale è stato caratterizzato. Tecnologia Acqua – Aria e i bassi consumi, determinano la sua efficienza energetica in Classe A+.

Altro punto non certo di scarso valore è dato dal fatto che questo elegante climatizzatore portatile utilizza il propano R290, che è un gas refrigerante a basso impatto ambientale. Quindi, si aiuta a evitare il propagarsi dell’effetto serra. Punto di forza è anche il suo luminoso e ampio display LCD con Electronic Climate Control, cosa che fornisce al condizionatore un tocco di vera eleganza oltre che rendere facile e immediato l’utilizzo di questo modello di climatizzatore portatile.

Completata una panoramica completa sull’articolo, proseguiamo la nostra guida per scegliere il miglior climatizzatore portatile con un elenco dei pregi e dei difetti di questo modello. Se dovesse convincerti, ti basterà fare click sul link seguente per trovare lo shop giusto dove acquistare questo climatizzatore portatile.

Pro
Classe energetica A+:

L’ottima classe energetica di questo climatizzatore portatile ti consente di utilizzarlo senza troppi scrupoli. La tua casa sarà così sempre fresca e accogliente anche nei mesi più torridi.

Propano R290:

Il ricorso a questo refrigerante naturale e non tossico comporta non solo un minore impatto nocivo sull’ambiente, ma anche ulteriori risparmi.

Aria/Acqua:

La doppia modalità di raffreddamento è comoda e funzionale e permette di usare questo apparecchio con temperatura anche non elevate senza consumare molto.

Contro
Rumoroso:

È il principale difetto degli apparecchi portatili e anche questo climatizzatore, pur riducendolo un po’, continua a emettere troppo rumore per essere usato da tutti anche in camera da letto.

 

 

Principale vantaggio

L’impatto contenuto in bolletta è di certo uno dei suoi principali pregi: ne consente un uso continuato senza paura di pagare caro il prezzo per combattere l’afa estiva.

 

Principale svantaggio

È rumoroso, ma lo è come ogni altro modello portatile che deve combinare in un unico elettrodomestico l’elemento refrigerante con il motore, la parte che genera più rumore.

 

Verdetto: 9.6/10

Il Pinguino De’Longhi modello Eco Silent piace per tanti motivi: è facile da spostare da un ambiente all’altro e combina una buona capacità refrigerante con un consumo ragionevole e che non teme l’uso intensivo durante le giornate più calde. Il design accattivante e le linee eleganti contribuiscono a renderlo un elemento d’arredo funzionale e facile da adattare in diversi contesti.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Tecnologia al servizio di efficienza e bassi consumi

Il gas adoperato per far funzionare il Pinguino De’Longhi è il propano R290, un tipo di gas parecchio efficiente tanto dal punto di vista della potenza refrigerante, come per la capacità di contenere i consumi. Mantiene prestazioni interessanti anche sul profilo delle basse emissioni che limitano l’impatto ambientale.

La presenza del display frontale consente di semplificare parecchio le possibilità d’uso per impostare i comandi e le funzioni preferite, ne ha una buona gamma. È dotato di timer regolabile fino a 24 ore, dettaglio che lo rende praticamente autonomo e in grado di funzionare senza necessità di supervisione. Comoda anche la presenza del telecomando che ne consente un controllo da remoto come un vero modello fisso a parete.

 

Funzionamento aria/acqua

Intelligente la possibilità di contare sul doppio sistema refrigerante, quello che emette solo aria fredda o che combina anche la nebulizzazione dell’acqua abbassando ulteriormente la temperatura ambiente. La capacità della tanica che contiene l’acqua è di 10 litri che corrispondono a un’autonomia di 6 ore per il funzionamento col nebulizzatore.

Combinando le due funzioni, il climatizzatore portatile è in grado di raggiungere una potenza nominale pari a 12.500 BTU l’ora, paragonabile a un climatizzatore fisso di media portata. Nonostante la potenza massima raggiungibile sia di 3,5 kW l’ora, il funzionamento aria/acqua consente di abbattere notevolmente i consumi senza diminuire la capacità refrigerante, valendogli l’appartenenza alla classe energetica A+.

All’occorrenza il dispositivo funziona anche come deumidificatore, utile specie nelle giornate in cui è l’umidità dell’aria a far crescere la sensazione di calore percepita a pelle.

 

Design elegante e sofisticato

I climatizzatori portatili non sempre possono vantare un’estetica di primo livello. Diverso è il discorso per questo modello Eco Silent, aggraziato nelle forme leggermente bombate e curve e dal colore molto particolare. A differenza del solito bianco adoperato in questi contesti, il grigio metallico dà un bell’effetto che si combina con il display Led frontale da cui si possono controllare manualmente le diverse funzioni.

La presenza di rotelle incorporate fa sì che sia facile spostare l’elemento da una stanza all’altra senza richiedere fatica. Del resto il peso dell’articolo non è irrilevante: sono 39 chili cui aggiungere i circa 10 dell’acqua se si vuole usare la funzione umidificante.

È dotato di filtro anticalcare, un’accortezza che permette di proteggere dalle incrostazioni di calcare la batteria, ottenendo così un funzionamento stimato in 750 ore senza soffrire l’usura del contatto continuo con l’acqua.

 

 

Principale vantaggio

Abbina a un prezzo di vendita aggressivo e vantaggioso, anche in relazione alle caratteristiche tecniche, una discreta capacità di raffreddamento, unita alle utili funzioni di umidificatore e depuratore d’aria.

 

Principale svantaggio

Si tratta di un modello che utilizza l’acqua fredda per generare l’aria fresca, dunque la sua capacità rinfrescante è strettamente connessa alla presenza di questo elemento. Si presta per un utilizzo esclusivamente in ambienti non troppo ampi.

 

Verdetto: 9.6/10

Una soluzione economica e funzionale per riuscire a rinfrescare una stanza di dimensioni normali senza incidere eccessivamente sui consumi energetici. Offre tre diverse velocità di ventilazione e un serbatoio che contiene fino a 4 litri d’acqua.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Condizionatore a evaporazione

È questo il termine tecnico con il quale vengono definiti questo genere di apparecchi che, per metodo di funzionamento e creazione dell’aria fresca, differiscono nettamente dai condizionatori tradizionali. In pratica il raffreddamento dell’ambiente non avviene tramite un motore che assorbe l’aria calda e la “restituisce” fredda bensì con un sistema di ventilazione che sfrutta un serbatoio contenente acqua.

Il liquido deve essere mantenuto freddo inserendo del ghiaccio così da consentire all’apparecchio di soffiarvi l’aria attraverso ed emetterlo in modo da dare sollievo in una giornata calda.

L’operazione è affidata a un motore con una potenza di 65W, dunque molto meno performante di quelli presenti nei condizionatori tradizionali ma più che sufficiente alla generazione del processo di evaporazione. In questo modo il Ravanson si propone come una soluzione perfetta per chi vuole rinfrescare una stanza senza spendere cifre elevate.

 

Funzioni aggiuntive

Oltre a consentire di raffreddare un locale, con le limitazioni di dimensioni visto che l’apparecchio non è in grado di essere efficace in stanze troppo grandi, questo climatizzatore portatile assolve anche alle funzioni di purificatore dell’aria e di umidificatore. Con una spesa tutto sommato contenuta, dunque, potrai mettere in casa tre dispositivi al prezzo di uno.

Come accennato il serbatoio è in grado di ospitare fino a 4 litri di acqua, che deve essere raffreddata il più possibile utilizzando del ghiaccio o, in alternativa, delle cartucce ad hoc che contribuiscono ad abbassare notevolmente la temperatura. Questa quantità di liquido è più che sufficiente a rinfrescare l’ambiente per circa tre ore, sebbene dopo una sessantina di minuti sia necessario provvedere all’introduzione di altri elementi refrigeranti per garantire la continuità dell’effetto.

 

Facile da spostare

La caratteristica più interessante dei climatizzatori portatili è insita proprio nella loro natura ed è legata alla comodità di poterne sfruttare le funzionalità in qualunque stanza si desideri. Potrai così posizionare il Ravanson in cucina o in salotto durante le calde ore diurne e quindi spostarlo in camera da letto per rinfrescare l’aria prima di addormentarti.

La presenza di una base dotata di quattro comode rotelle e il peso di circa 10 chilogrammi lo rendono dunque facile da trasportare e, nei mesi invernali, le dimensioni contenute ne facilitano la collocazione in uno sgabuzzino o in cantina ma anche l’eventuale spostamento in una casa di villeggiatura.

È bene sottolineare, infine, come questo genere di prodotti sia una sorta di evoluzione di un ventilatore, perciò qualora decidessi di acquistarlo non aspettarti le stesse prestazioni di un condizionatore tradizionale.

 

 

Principale vantaggio

Per chi non ha esigenze particolari, il climatizzatore oneConcept potrebbe rappresentare una valida soluzione perché rinfresca, consuma poco e può essere acquistato a un prezzo imbattibile rispetto agli altri modelli concorrenti.

 

Principale svantaggio

Essendo un ventilatore/climatizzatore, il condizionamento dell’aria è meno efficace dei climatizzatori veri e propri.

 

Verdetto: 9.5/10

oneConcept è versatile perché, oltre al condizionamento e alla ventilazione, svolge anche le funzioni di umidificazione e purificazione dell’aria, ideali per migliorare il benessere generale della persona. Facile da trasportare e da utilizzare, ha tra i vantaggi principali il basso consumo energetico.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Qualità/prezzo

Il climatizzatore portatile oneConcept è ideale, soprattutto, per chi ha un budget estremamente limitato o, comunque, vuole spendere il meno possibile per un elettrodomestico del genere. È difficile trovare sul mercato una macchina più economica di questa.

In realtà, si tratta di un modello molto particolare, diverso dai normali climatizzatori portatili per via dell’originale sistema di raffreddamento dell’aria basato sull’evaporazione dell’acqua e del ghiaccio che bisogna inserire all’interno.

È, quindi, più simile a un ventilatore capace di raffreddare l’aria e, per questo motivo, le prestazioni non possono essere paragonate ai climatizzatori tradizionali; tuttavia, per chi non ha esigenze particolari, il risultato finale può considerarsi soddisfacente.

Tutto quello che bisogna fare è riempire il serbatoio con acqua, cubetti di ghiaccio e accumulatori di freddo inclusi nella confezione e che vanno tenuti in freezer; l’aria che fuoriesce sarà, quindi, più fredda di quella esterna e capace di rinfrescare un ambiente di piccole o medie dimensioni. Visto il prezzo imbattibile, è un modello da tenere in considerazione.

 

 

Versatilità

Un altro vantaggio del climatizzatore portatile oneConcept è la sua versatilità. Si tratta, infatti, di un modello 3 in 1. C’è la funzione di condizionamento dell’aria che, come abbiamo visto, si basa sull’evaporazione dell’acqua e del ghiaccio contenuti nel serbatoio da 7 litri e serve per rinfrescare l’ambiente esterno.

Una seconda funzione è quella della ventilazione che può essere selezionata in maniera autonoma dalla precedente, basta non riempire il serbatoio con acqua o ghiaccio. La ventilazione può tornare utile quando non c’è l’esigenza di raffreddare eccessivamente l’ambiente ma solo di creare una piacevole brezza.

Infine, a differenza di altri modelli simili, oneConcept permette anche di umidificare e purificare l’aria (grazie ai filtri facilmente rimovibili e lavabili). Per una migliore vivibilità, infatti, non basta che l’aria sia più fresca, occorre anche che sia più salubre. In tal modo, ne trae giovamento il benessere generale della persona.

 

Altre caratteristiche

Tra le altre caratteristiche che vanno ricordate c’è la possibilità di regolare tre livelli di potenza della ventilazione, in base alle proprie esigenze. Inoltre il climatizzatore può essere tenuto in posizione fissa per rinfrescare una zona in particolare oppure oscillante per coprire più efficacemente un’area maggiore.

Molto utile si dimostra il timer regolabile fino a due ore, non molte ma sufficienti, per esempio, per uscire di casa tranquilli a fare commissioni ed essere sicuri che, in caso di imprevisti, la macchina si spenga da sola.

Facile da trasportare grazie alle rotelle e alle due maniglie laterali, il ventilatore è anche facile da usare: i tasti sono pochi e intuitivi, non sono presenti funzioni innovative come nei modelli più sofisticati ma questo potrebbe essere un vantaggio per chi non è pratico di nuove tecnologie, come le persone molto anziane.

Del oneConcept colpiscono, soprattutto, i consumi ridotti – solo 65 watt di potenza impiegata – decisamente inferiori a quelli dei modelli concorrenti.

 

 

G3 Ferrari G50023 Frio

 

 

Principale vantaggio

Dimensioni e peso lo rendono molto facile da spostare in qualsiasi delle stanze in cui si necessita di refrigerio immediato. Quindi si può utilizzare dove serve, di giorno in soggiorno, di notte nella camera da letto.

 

Principale svantaggio

Non è provvisto di telecomando, quindi anche solo per diminuire o abbassare la velocità della ventola bisogna per forza di cose agire sui pulsanti presenti sul dispositivo.

 

Verdetto: 9.7/10

Buon raffrescatore venduto a un prezzo molto competitivo. Ideale per rinfrescare una stanza per qualche ora, poi serve un rabbocco dell’acqua. Il sistema si rivela abbastanza silenzioso e quindi utilizzabile anche in camera da letto.

 

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Fresco a vapore

La caratteristica principale di questo dispositivo, definito raffrescatore, è il modo in cui produce il fresco, o meglio come raffresca l’aria e come la immette nell’ambiente. Infatti, utilizza la modalità “evaporativa”, ovvero l’acqua presente nel serbatoio si raffredda tramite una ventola coadiuvata con delle parti ghiacciate (removibili) e viene espulsa sotto forma di vapore, ossia piccolissime particelle d’acqua.

Questo consente di avere velocemente aria fresca e quindi di cambiare in pochissimo tempo la temperatura di un locale che non sia ovviamente troppo grande. Ad aiutare il raffreddamento dell’aria ci pensano, come detto, anche due “ice-box”, ovvero due panetti di ghiaccio simili a quelli utilizzati per le borse frigo che appunto in poco tempo raffreddano l’acqua.

È offerto in dotazione anche un comodo filtro per purificare l’aria, mentre non è da sottovalutare l’avvolgimento del motore che è al 100% in rame.

 

Velocità selezionabile

Come anche i normali ventilatori, anche il raffrescatore G3 Ferrari è dotato di tre velocità di funzionamento, in modo da scegliere quella più appropriata a seconda delle esigenze del momento e del calore presente nella stanza dove viene posizionato il Frio. Ad esempio, di notte, se la temperatura non è altissima, si può optare per la prima velocità, che equivale anche a un rumore minimo durante il funzionamento.

Il motore che regola la velocità della ventola è ritenuto abbastanza silenzioso, tanto che molti utenti utilizzano il Frio anche mentre dormono. Come ogni raffrescatore l’acqua inserita prima o poi va ad esaurirsi. Per questo motivo, dopo circa 8-10 ore di uso continuativo è necessario un rabbocco.

 

Direzione dell’aria

Un’altra caratteristica apprezzata dagli utenti che hanno acquistato questo raffrescatore è la possibilità di indirizzare il vapore acqueo dove serve. In pratica, agendo su delle alette si può decidere in che direzione tale vapore deve essere concentrato. Questo può essere utile se non si ama avere il freddo diretto verso di sé.

Una piccola vasca posta alla base del raffrescatore raccoglie l’acqua in eccesso che viene prodotta nella fase evaporativa. Anche questa deve essere tenuta sotto controllo perché ovviamente potrebbe riempirsi e tracimare al di fuori del dispositivo, bagnando di conseguenza il pavimento. La vaschetta è di plastica trasparente in modo da tenere sempre sotto controllo il livello dell’acqua presente.

 

 

 

oneConcept Baltic Blue

 

Principale vantaggio

Oltre a raffreddare l’aria e a umidificarla, questo climatizzatore effettua anche un’operazione di pulizia dalle polveri e dalle microparticelle presenti in tutti gli ambienti, grazie a opportuni filtri integrati.

 

Principale svantaggio

Si presta bene a essere utilizzato in ambienti di piccole o, al massimo, di medie dimensioni. Se devi raffreddare ampi locali, questo prodotto non ti sarà di molto aiuto.

 

Verdetto: 9.5/10

I bassi consumi di questo climatizzatore portatile convincono i più accaniti risparmiatori a sceglierlo al posto di altri modelli in commercio. I filtri integrati riescono a eliminare particelle dannose alla salute.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Buona potenza e bassi consumi

Nella fascia dei condizionatori portatili senza tubo, la potenza nominale di 65 Watt rappresenta un buon compromesso tra la capacità di ventilazione e di refrigerazione e la necessità di non far lievitare le cifre della bolletta elettrica nei mesi estivi. Un risultato che spiega come faccia questo modello a essere uno tra migliori climatizzatori portatili senza tubo.

Tale compromesso, sotto l’aspetto pratico, si traduce nel fatto che le prestazioni migliori di questo condizionatore le ottieni in ambienti di piccole o medie dimensioni.

La portata dell’aria, regolabile, raggiunge valori dell’ordine dei 400 metri cubi l’ora che corrispondono a quasi sette metri cubi d’aria al minuto.

Bassi consumi si hanno anche nell’uso contenuto dell’acqua presente nella vaschetta. Il funzionamento di questo dispositivo è molto simile a quello di un comune ventilatore, con l’accorgimento progettuale di avere predisposto una vaschetta che può contenere acqua e ghiaccio proprio vicino le pale. Il risultato sarà quello di immettere nella stanza la stessa aria interna ma rinfrescata dall’acqua, che a livello superficiale è sempre molto più fredda, e dal ghiaccio o dai siberini che ne mantengono bassa la temperatura.

 

Gestibile da telecomando o pulsantiera

Per poter accendere o spegnere il condizionatore, per poterne settare la velocità o, ancora, per poterne impostare il timer, puoi intervenire tanto sulla pulsantiera presente nella plancia del condizionatore quanto col telecomando incluso nella confezione, in modo da rimanere comodamente sdraiato in divano.

Un’opzione molto apprezzata da parte degli utenti è la possibilità di poter dare direzionalità al getto d’aria attraverso l’attivazione di un movimento oscillatorio delle lamelle che si trovano nella bocca d’uscita. In tal modo l’uniformità del getto d’aria, che potrebbe anche infastidirti, lascia il posto a una più gradevole ventilazione distribuita nell’ambiente.

 

Design e sicurezza

Nella parte inferiore, dal lato posteriore, è presente una vaschetta in plastica di 6 litri dove dovrai inserire l’acqua e l’eventuale ghiaccio utilizzato per tenere attivo il processo fisico del raffreddamento.

Poiché il condizionatore si muove su quattro rotelle omnidirezionali (non le troverai già montate ma devi provvedere da te), per evitare che una manovra errata faccia scivolare la vaschetta fuori dal suo vano con conseguente versamento dell’acqua sul pavimento, il fabbricante ha previsto una sicura con la quale la vaschetta viene saldamente fissata al suo compartimento interno.

Un filtro antipolvere ti assicura una qualità dell’aria decisamente elevata, mentre delle comode maniglie laterali ti consentono di poter spostare con semplicità il condizionatore portatile da un ambiente all’altro in pochi secondi.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status