7 prodotti da avere in casa per curare le unghie

Ultimo aggiornamento: 30.11.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Chi non vuole recarsi da un estetista, ma preferisce risparmiare e optare per il fai da te, deve conoscere quali strumenti sono indispensabili per la cura delle unghie.

 

Per una donna, ma anche per un uomo, avere le mani e i piedi sempre curati dovrebbe essere la routine e non limitarsi a un’occasione durante l’estate, per sfoggiare lo smalto colorato in vacanza.
Tuttavia, molto spesso le persone ritengono che sia solo una questione d’aspetto, trascurandone la salute, evitando così di recarsi in un centro estetico specializzato dove poter effettuare una manicure e una pedicure, pur di risparmiare denaro.
In realtà, questo si rivela essere un atteggiamento piuttosto sbagliato, che non prende in considerazione quale sia la vera utilità dietro a tali trattamenti. Per esempio, la formazione di calli potrebbe portare dolore e ad assumere un’errata postura, l’eccessiva comparsa di cuticole può provocare una diminuzione dell’ossigenazione con conseguente proliferazione di funghi e batteri.
Inoltre, mordere le unghie per accorciarle, piuttosto che utilizzare un tagliaunghie, le fa sfaldare e indebolire. Dunque, se proprio non avete intenzione di affidarvi alle mani di un esperto, perché temete possa essere troppo costoso per le vostre tasche, qui di seguito troverete alcuni dei prodotti da avere assolutamente in casa per effettuare un trattamento fai da te.
In questo articolo, inoltre, proveremo a spiegarvi in che modo usarli senza correre il rischio di fare dei danni.

 

Tagliaunghie/forbicine

Per accorciare la punta delle unghie alla lunghezza che più desiderate, potrete scegliere tra questi due strumenti ugualmente validi. In realtà, l’utente meno esperto potrebbe trovare più semplice l’utilizzo di un tagliaunghie piuttosto che delle forbicine, soprattutto quando si tratta di impugnarle con la mano opposta a quella con cui si scrive. 

 

Le lime

Sono degli oggetti abrasivi, e come si può intuire dal nome, servono a limare la punta delle unghie. Possono essere composte in vari materiali e grit, l’unità di misura che indica lo spessore, ma in genere quelle maggiormente apprezzate sono in cartone, molto morbide e versatili, oppure in vetro, più resistenti e durature.
Sulle unghie delle mani è consigliabile usarne una più sottile e meno abrasiva, su quelle dei piedi invece una più doppia. Alcuni utenti preferiscono utilizzarle dopo aver immerso gli arti in acqua tiepida per una decina di minuti per ammorbidirle.
Tuttavia, secondo una nuova moda proveniente dalla Russia, sarebbe meglio farlo a secco, poiché la consistenza diventa troppo molle e c’è il rischio che si spezzino più facilmente. Le lime possono essere adoperate anche per rimuovere lo smalto in gel, ma sconsigliamo di effettuare questo processo da soli, in quanto è preferibile acquistare uno strumento elettrico, più efficiente.
La fresa per unghie più venduta e apprezzata dai consumatori è di marca Beurer, non ha un costo eccessivo ed è dotata di alcune punte intercambiabili, che torneranno utili per accorciare, per lucidare oppure per eliminare piccoli calli e cuticole. 

Accessori per le cuticole

Le cuticole sono delle piccole pellicine che si formano intorno alla lamina, e sono importanti tanto quanto le unghie poiché, se non eliminate, a lungo andare possono creare un ispessimento della cute e diventare facili prede dei funghi e dei batteri.
I più comuni strumenti per la loro rimozione sono dei bastoncini di legno, avente una punta piatta e un’altra obliqua con le quali spingere le cuticole verso l’interno. Se però queste sono molte, è preferibile utilizzare una pinza, oppure un piccolo accessorio avente una lama a V, con il quale reciderle orizzontalmente.
Questi ultimi due prodotti, però, devono essere adoperati dopo aver ammorbidito la pelle e agendo sempre con estrema cautela, poiché è facile tagliarsi e creare delle ferite. Esistono inoltre degli oli e dei balsami da applicare sulla punta delle dita.
Non solo servono a rinforzare le unghie, grazie ai principi attivi contenuti, ma l’utilizzo costante può limitare quanto più possibile la formazione delle cuticole. 

 

La crema

Sia le mani, sia i piedi devono essere idratati giornalmente. Farlo non solo li lascia più morbidi al tatto, sensazione innegabilmente sempre piacevole, ma serve a prevenire la formazione di calli, duroni e a rinforzare le unghie fragili e che si spezzano facilmente.
Inoltre, ammorbidire la zona intorno alla lamina evita la comparsa delle fastidiose cuticole, rendendo più facile la manicure a casa. Nelle profumerie più famose è possibile acquistare delle comode maschere a forma di guanti o calzini, da indossare per un quarto d’ora una volta a settimana. 

 

Smalti curativi

Chi ha le unghie molto deboli, oppure che si sfaldano facilmente, a causa delle frequenti manicure in gel, potrebbe acquistare uno smalto curativo o rinforzante a base di vitamina E o cheratina. Chi ha il vizio di mordicchiarle, invece, potrebbe optare per uno dal sapore amaro, che distoglie quanto più possibile dall’intento. 

 

Solvente

Non può mai mancare in casa di una donna un solvente: che sia quello per lo smalto tradizionale, oppure per quello in gel, è sempre bene averne un flacone da poter utilizzare all’occorrenza.
In commercio ne esistono diversi formati, per esempio dei dischetti di cotone imbevuti di soluzione, contenuti all’interno di una piccola confezione cilindrica da portare sempre con voi. Oppure, molto comodi per rimuovere lo smalto dalle mani, ci sono dei contenitori aventi una spugna bagnata con un foro al centro, in cui inserire le dita una alla volta. 

Accessori per i duroni

I piedi sono importanti tanto quanto le mani, e come abbiamo accennato all’inizio del nostro articolo, la formazione dei calli e dei duroni può portare non solo a sentire dolore durante le camminate, ma a far assumere una postura errata proprio per evitare di soffrire.
Dunque, è sempre bene avere in casa gli strumenti per rimuoverli: per esempio una spazzola avente un lato abrasivo in pietra pomice, e l’altro in metallo simile alla grattugia per il formaggio.
Proprio quest’ultimo deve essere usato con cautela, e solo dopo aver ammorbidito per bene la zona con un pediluvio. Inoltre, almeno una volta al mese, è preferibile effettuare uno scrub, che elimina la pelle morta e rende i piedi più lisci.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status