Rimedi per le unghie fragili

Ultimo aggiornamento: 01.12.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Conoscete le cause che possono rendere le unghie fragili o più soggette alle infezioni? In questo articolo scopriremo quali sono e come porre rimedio.

 

Avere le unghie delle mani e dei piedi sane è indice non solo di un aspetto più curato, ma anche di buona salute. Spesso, però, può accadere che queste possano apparire indebolite o facilmente soggette a rompersi, o talmente fragili da riuscire a piegarsi.
Ma come mai accade ciò? Tralasciando numerose patologie che si manifestano anche con questo tipo di sintomi, le cause possono avere un’origine traumatica o stressante. Dunque, sia per motivi più seri, sia per altri più gestibili, è sempre bene farsi controllare da un esperto e curare le proprie unghie come fareste per i capelli, la barba o per il resto del corpo.
Sottovalutare il problema potrebbe portare a una cronicizzazione, che renderebbe molto più difficile risolvere la situazione. 

 

L’alimentazione

Ciò che generalmente influenza in modo più evidente il nostro stato di salute è senza dubbio quello che mangiamo. Seguire una dieta varia ed equilibrata può portare a un rafforzamento non solo del sistema immunitario, che ci protegge dalla comparsa di malattie e dalle influenze stagionali, ma anche degli annessi cutanei come le unghie, le ciglia e i capelli.
Viceversa, un eccesso di cibi spazzatura, come quelli fritti o pieni di zuccheri raffinati, l’abuso di bevande alcoliche, fumo e droga, può provocare un abbassamento delle difese e di conseguenza renderci più esposti alle patologie, comprese quelle che riguardano le unghie.
Quando queste si sfaldano, si piegano oppure si spezzano facilmente, è possibile che ciò che manca nella vostra dieta sia il giusto apporto di sali minerali e vitamine, come quelle del gruppo B, C ed E.

La maggior parte della frutta e della verdura contiene tali elementi nutritivi, e sarebbe opportuno assumerne una percentuale quotidianamente, preferibilmente cruda o poco bollita, poiché il processo di cottura provoca una riduzione dei principi attivi, e dunque un minore assorbimento.
Anche i legumi e alcuni tipi di carne e pesce ne sono provvisti: per esempio lo sgombro, il salmone e le sarde sono ricchi di Omega 3 e acidi grassi che proteggono la pelle. Il fegato di bovino invece è un’indiscutibile fonte di vitamina E, oltre ad avere un valore nutrizionale piuttosto alto.
Se l’idea di mangiare frattaglie o animali in generale non vi piace, sul mercato sono presenti numerosi integratori alimentari, la cui assunzione continua può portare benefici al nostro organismo.
Questi contengono la giusta dose di sali minerali, come ferro, zinco e manganese, e di vitamine del gruppo B, C ed E, ed è possibile acquistarli online consultando le offerte, oppure nelle farmacie.
Un esempio potrebbe essere quello venduto dall’azienda Swisse, Capelli, Pelle e Unghie, a base di collagene e biotina, conosciuta anche come vitamina H, che riesce a contrastare l’eccessiva caduta dei capelli, soprattutto durante i cambiamenti stagionali.
In alternativa, potreste optare per un prodotto specifico per le unghie, molto apprezzato dagli acquirenti e venduto da Bioscalin, uno dei più famosi brand farmaceutici italiani. Attenzione: prima di scegliere quale integratore comprare, è bene consultare il proprio medico curante e constatare se effettivamente il vostro problema, relativo ai capelli o alle unghie, sia generato da una carenza nutrizionale, o da qualcosa di più importante. 

 

L’estetista

Effettuare una manicure e una pedicure mensilmente, e non soltanto durante l’estate, è ciò che ci vuole per tenerli sempre puliti e ordinati. La rimozione meccanica delle cuticole, dei calli e il taglio delle unghie con arnesi professionali è sempre preferibile all’uso dei denti: infatti, mordere le lamine oppure la parte di pelle che c’è intorno può essere dovuto allo stress.

Proprio riguardo quest’ultima problematica, chiamata dermatofagia, riconosciuta come disturbo compulsivo al pari dell’onicofagia e della tricotillomania, ovvero l’ossessione di toccarsi e, talvolta, strapparsi i capelli, può essere causa di un’alta insorgenza di infezioni dovute ai batteri contenuti nella saliva, modificando inoltre anche l’aspetto delle dita.
Dunque, oltre a effettuare un training autogeno per provare ad abbassare i livelli di stress, è bene recarsi da un estetista esperto che, con la migliore fresa per unghie, saprà donare ai vostri arti un aspetto più sano e curato.

 

Lo smalto, quale preferire? 

Anche se quello semipermanente o in gel fa apparire le unghie più belle, oltre a durare più a lungo senza sbeccarsi, l’uso prolungato di lacche chimiche può non solo indebolirne la struttura, ma le assottiglia rendendole più morbide del dovuto.
Il gel non è altro che una resina che indurisce se esposta a una luce ultravioletta: per rimuoverlo è necessario prima applicare un solvente potente per alcuni minuti, poi sfregare con una lima o una fresa per unghie.
Questi passaggi possono essere definiti dei veri e propri traumi meccanici che le vostre dita subiscono, e potrebbero rovinarle per molto tempo. Il nostro consiglio è quello di utilizzare tali prodotti per un periodo limitato, o comunque alternandoli a smalti più leggeri, come quelli tradizionali.
Chi è inesperto inoltre, dovrebbe preferibilmente recarsi in un salone specializzato ed evitare quanto più possibile il fai da te, poiché le lacche in gel vanno cotte all’interno delle lampade apposite, e la stesura di uno strato troppo sottile o non omogeneo potrebbe farvi scottare. 

Altri accorgimenti

Come abbiamo visto, prendersi cura delle mani e dei piedi può evitare l’insorgenza di alcune patologie a carico delle unghie, spesso causate da funghi e batteri; tuttavia, oltre a seguire una dieta ricca di vitamine e sali minerali, che migliorano l’aspetto dall’interno, sarebbe opportuno ricordarsi di alcuni accorgimenti da seguire.
Per esempio, asciugare per bene la pelle dopo la doccia o il bagno, e indossare dei guanti durante le pulizie domestiche, per evitare il contatto con i detergenti aggressivi. Chi ha il vizio di mangiarsi le unghie potrebbe provare a smettere utilizzando uno smalto caratterizzato da un sapore molto amaro, oltre a uno indurente o rinforzante a base di cheratina.
Infine, per contrastare quanto più possibile la formazione di cuticole e calli, è bene applicare una crema emolliente tutte le sere, prima di andare a dormire.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status