Come usare la fresa per unghie

Ultimo aggiornamento: 07.07.20

Avete lo smalto sbeccato, l’estetista è chiusa e non sapete come fare? Niente paura, in questo articolo proveremo a spiegarvi come utilizzare la fresa per unghie.

 

Può capitare che per mancanza di tempo, o perché la vostra estetista di fiducia ha l’agenda completa per tutto il mese, non riusciate a prendere appuntamento per effettuare la solita manicure prima di un evento.
Certo, andarci con le unghie non limate e piene di pellicine non è il massimo, soprattutto se si tratta di un incontro galante e ci teniate ad apparire ordinate e femminili. Dunque, per porre rimedio a questa spiacevole situazione, potreste considerare di procedere con una manicure e, perché no anche una pedicure, da sole a casa.
L’importante sarà avere gli strumenti giusti a portata di mano, così da ottenere un risultato che più si avvicina a quello di un’estetista professionista.

 

Cosa serve

A chiunque può capitare di spezzarsi accidentalmente una lamina, ovvero il bordo più esterno del letto ungueale, oppure di dover eliminare una pellicina incarnita che provoca fastidio e, a volte, dolore.
Quando si vuole avere l’aspetto delle mani e dei piedi sempre a posto, è necessario munirsi di alcuni utensili che tutte le donne, e gli uomini, dovrebbero sempre avere in casa. Uno di questi è di sicuro il tagliaunghie: uno strumento avente una fessura con due lame, che recidono le parti desiderate tramite la forza di una leva posta sul manico.
Anche la lima gioca un ruolo fondamentale, non solo per accorciare ma anche per lucidare o eliminare lo smalto in gel. Sono realizzate in materiali differenti, per esempio quelli in metallo sono più adatti alle unghie più resistenti e doppie, quelle in legno alle più sottili, quelle in plastica, invece, vanno meglio sulle ricostruzioni, e dunque per un uso più professionale.
Tuttavia, esistono anche in vetro, oppure in cartone, e sono utilizzate per quasi tutte le tipologie di mani. La scelta della loro grana è importante: questa è misurabile in grit, l’unità di misura che corrisponde a 1 millesimo di millimetro, e può essere da 120/120, fine e delicata, oppure da 80/80, più doppia e abrasiva.
Infine, è possibile decidere anche la forma, che sarà a mezzaluna, dritta oppure a boomerang. Abbiamo poi la pinza per le cuticole, ovvero la parte di pelle in eccesso che si forma alla base del letto ungueale, conosciuta anche come tronchesina.
Si tratta di un arnese piuttosto pratico, ma che deve essere utilizzato con cautela per evitare di farsi male e tagliare più del dovuto. Infine, l’oggetto più importante che renderà il lavoro molto più veloce e semplice: la fresa.
È uno strumento elettrico, che può essere ricaricabile oppure da collegare alla presa della corrente. Di norma è venduta in un piccolo cofanetto di tessuto richiudibile, in cui sono presenti un buon numero di punte, ognuna con uno scopo ben preciso e diverso dalle altre.

Dove acquistarla?

Per fortuna non c’è bisogno di correre nel negozio specializzato in utensili professionali, ma è possibile reperire le migliori frese per unghie direttamente sui siti online e scegliere quella che più si adatta alle vostre esigenze, in particolare quelle economiche.
Proprio a questo proposito, vi suggeriamo di optare per un modello che non sia eccessivamente costoso, a meno che non cerchiate la stessa identica efficienza di quello utilizzato dall’estetista esperta, rischiando però di non saperlo adoperare correttamente.
Uno dei prodotti più venduti e aventi un prezzo piuttosto abbordabile è di marca Beurer, un’azienda tedesca che si occupa della fabbricazione di dispositivi elettrici. MP41 e MP62 sono i modelli più gettonati e apprezzati dagli utenti che li hanno acquistati.
Il secondo, in particolare, possiede un LED frontale che migliora la visibilità della zona da trattare, oltre ad avere ben dieci accessori tra i quali poter scegliere.

 

Le punte

Le parti intercambiabili di una fresa non sono altro che delle lime che funzionano tramite movimenti circolari, di solito tra i 5000 e i 45000  giri al minuto, e possono essere di tre tipologie differenti: in metallo, avente un rivestimento diamantato che le rende abrasive, in zaffiro, oppure in carta vetrata.
Queste ultime sono più efficaci, tuttavia si consumano molto più facilmente e devono essere sostituite spesso. In genere però, le frese per unghie di fascia media hanno le punte metalliche, da disinfettare ogni volta prima di riutilizzarle.
Per effettuare una normale manicure, senza la rimozione dello smalto semipermanente o in gel, avrete bisogno almeno della punta per accorciare che, come abbiamo visto, può essere a grana fine, o più doppia per unghie più resistenti, di quella per le cuticole e quella lucidante.

 

Come fare?

Utilizzare una fresa per unghie è piuttosto semplice, ma è bene seguire determinati passaggi per evitare di fare danni. Innanzitutto è necessario disinfettare tutte le punte che volete adoperare con un po’ di alcol e dell’ovatta e sistemarsi su una superficie piana dove poggiare la mano da trattare.
Se possibile, è bene ricoprirla con della carta assorbente, poiché i residui di pelle finirebbero ovunque durante il procedimento. Iniziate ad accorciare le estremità troppo lunghe con un tagliaunghie, dopo di che inserite la lima adeguata e accendete il dispositivo scegliendo la rotazione destrorsa o quella sinistrorsa, in base alla mano con cui state impugnando l’oggetto.
Passate delicatamente il cilindro sulla punta delle dita, cercando di non effettuare troppa pressione e date alle vostre unghie la forma che più desiderate. Una volta terminate entrambe le mani, cambiate accessorio e utilizzate quella per le cuticole, chiamata anche a fiamma.

Potete anche usare quella con una pallina posta all’estremità, prendendo come riferimento la quantità di pellicine da dover rimuovere. Anche in questo caso, la fresa deve essere passata molto delicatamente, per evitare di procurarvi delle lesioni.
Inoltre, è preferibile non restare mai fermi in un solo punto, poiché il calore generato dalla velocità di rotazione fa scaldare l’oggetto e potrebbe provocare bruciore. Infine, passate la punta in feltro e lucidate la superficie delle unghie, dandogli un aspetto più sano e curato.
Per fare questo, usate un po’ di ovatta imbevuta di olio di oliva o mandorle dolci ed eliminate l’eccesso di polvere dalle dita. Questo procedimento serve anche a nutrire e a limitare la formazione delle cuticole.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status