Il miglior lavapavimenti a vapore

Ultimo aggiornamento: 18.11.18

 

FA – Lavapavimenti a vapore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 2018

 

Quelli che vi proponiamo nella seguente guida all’acquisto sono lavapavimenti a vapore per uso domestico, ma adatti anche a piccoli uffici ed esercizi commerciali come bar e negozi. Elettrodomestici che promettono un valido aiuto nelle pulizie di ogni giorno, riducendo talvolta in modo drastico i tempi necessari a concluderle. Partendo da cinque modelli di lavapavimenti a vapore, abbiamo selezionato quelli che per noi sono i migliori creando la nostra consueta classifica. Sul gradino più alto si trova il lavapavimenti combinato Rowenta Clean & Steam RY7535, per la buona efficienza e la facilità d’uso. Il posto intermedio è occupato dalla scopa a vapore multifunzione Black+Decker Steam-Mop FSMH1321JMD 17-in-1 con la quale potrete lavare ogni punto, superficie o accessorio che avete in casa. Segue al terzo posto un altro lavapavimenti integrato, il Bissell Vac&Steam 1977N, apprezzato per i buoni risultati da chi l’ha già comprato, ma secondo noi meno efficace del lavapavimenti Rowenta.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior lavapavimenti a vapore

 

Nella guida all’acquisto che segue, volta a spiegarvi come scegliere un buon lavapavimenti a vapore, descriviamo cinque modelli appartenenti a tre distinte categorie di prodotto. Cercheremo di consigliarvi l’acquisto del lavapavimenti più in linea con le vostre esigenze, con il tipo di abitazione che intendete igienizzare, con la sua estensione e, soprattutto, con il tempo che potrete o vorrete dedicare alla sua pulizia.

Premettiamo inoltre che i lavapavimenti a vapore per uso domestico sono tutti elettrici, nel senso che vanno alimentati alla presa di corrente. I modelli senza filo, quindi a batteria, appartengono al mondo professionale, non trattato in questo articolo. Continuate quindi a leggere, prima di confrontare i prezzi, e fugherete dalla vostra mente ogni dubbio sull’argomento.   

 

 

Guida all’acquisto

 

Una casa pulita e igienizzata senza usare detersivi

Ancor prima di chiedervi dove acquistare un buon lavapavimenti a vapore, quale sia la migliore marca e quale il modello più economico (anche se non sempre i prezzi bassi vanno d’accordo con la qualità), dovreste sapere perché i lavapavimenti a vapore ottengono sempre più successo.

Il motivo è presto detto: i lavapavimenti a vapore, oltre a rimuovere in profondità lo sporco, igienizzano le superfici trattate. Vi sarà infatti capitato di leggere che il vapore, se usato in modo opportuno, può rimuovere fino al 99% dei batteri e dei germi che si accumulano sul pavimento o negli altri punti della casa. Il tutto, senza usare detersivi o altre sostanze chimiche.

Se non volete comunque rinunciare al piacevole profumo di pulito che dovrebbe seguire ogni intervento di pulizia domestica, la soluzione arriva da alcuni produttori che dotano i propri pulitori a vapore di erogatori di aroma. Se leggete le recensioni dei modelli che abbiamo scelto per questa guida, in qualità di migliori lavapavimenti a vapore del 2018, scoprirete quali ne sono provvisti e quali no.      

 

 

Tre tipi di lavapavimenti a vapore

Se avete deciso di abbandonare secchio e straccio e di iniziare a lavare i pavimenti di casa, ufficio o negozio sfruttando il potere igienizzante del vapore, il primo passo da compiere consiste nel focalizzare l’attenzione sui vari tipi di lavapavimenti a vapore disponibili sul mercato. In funzione delle vostre esigenze e degli ambienti che dovrete lavare, sceglierete il tipo e il modello a voi più adatto.

Al momento esistono tre differenti tipologie di lavapavimenti a vapore: la prima è rappresentata dalle scope a vapore “pure”, da passare dopo aver rimosso dal pavimento lo sporco grossolano con un aspirapolvere tradizionale; la seconda risponde ai lavapavimenti a vapore cosiddetti “combinati”, perché in un unico prodotto racchiudono una normale scopa elettrica e una scopa a vapore; la terza è data invece dai lavapavimenti a vapore a traino, in cui un manicotto flessibile mette in comunicazione il corpo motore dotato di ruote – che resta a terra e contiene anche il serbatoio dell’acqua – con il tubo rigido e la spazzola dalla quale fuoriesce il vapore. È opportuno, anche con quest’ultima tipologia di elettrodomestico, passare l’aspirapolvere prima di iniziare a lavare.

A una prima lettura, la scelta sembra scontata e indirizzata verso i modelli integrati i quali, diciamolo pure, sono da sempre in cima ai desideri di chiunque debba ogni giorno fare i conti con lo sporco che si accumula sul pavimento. L’idea infatti di riempire d’acqua il serbatoio e iniziare a lavare in tutta facilità, senza preoccuparsi di altro, porta, in un primo momento, all’esclusione degli altri due tipi. Malgrado tutto, questi resistono e continuano a essere i più apprezzati, anche per una questione di prezzo. Vediamo più nel dettaglio i tre tipi appena descritti.

 

Scope a vapore “pure” (solo vapore)

Sono i lavapavimenti più venduti online, forse perché facili da usare e spesso proposti a prezzi bassi (le offerte online non mancano mai). Le scope a vapore “pure”, come dice la stessa espressione, non sono progettate per aspirare la sporcizia dal pavimento, ma emettono, attraverso uno o più ugelli (e un panno in microfibra), caldi getti di vapore. Sono anche leggere e comode da manovrare, ma per quanto riguarda il tempo necessario alla pulizia completa dell’appartamento, non sono le prime della classe.

Primo perché i serbatoi per l’acqua hanno scarsa capacità e quindi vanno rabboccati almeno un paio di volte; secondo perché, prima di utilizzarle, è d’obbligo passare l’aspirapolvere. Dovreste infatti evitare che il panno inumidito di vapore finisca su peli d’animali, capelli e sporco in generale. Ne verrebbe fuori un fastidioso mix di sporcizia.  

Nella gran parte dei modelli di scope a vapore inoltre, conviene attendere il raffreddamento dell’apparecchio prima del rabbocco, quindi il tempo necessario per il successivo riscaldamento e fuoriuscita del vapore. Trattasi di pochi minuti, sia chiaro, ma se lo scopo del vostro acquisto è la velocizzazione delle pulizie domestiche giornaliere, questa perdita di tempo potrebbe darvi anche fastidio. Per offrirvi le migliori opportunità di acquisto, abbiamo previsto nella nostra comparazione la scopa a vapore Black+Decker FSMH1321JMD che, in virtù di una struttura modulabile, quindi di un parco accessori da prima, può considerarsi davvero un “tutto-in-uno”. Per questo motivo le abbiamo anche assegnato un posto sul podio.     

 

 

Scope a vapore combinate (aspirazione + lavaggio a vapore)

Sono elettrodomestici più complessi di quelli appena descritti. Al loro interno mettono insieme una scopa elettrica in grado di aspirare lo sporco e un vaporizzatore che lava e igienizza. Potremmo quindi definirli dei “2-in-1”. Con meccanismi di funzionamento che (in modo più o meno significativo) differiscono da modello a modello, i lavapavimenti combinati sono quelli che, se usati in modo opportuno, fanno risparmiare realmente tempo. C’è chi, dopo averli acquistati, ne elogia le doti pratiche e pulenti, e chi invece li descrive come una vera e propria delusione. Di fatto, non sono al momento i più venduti.  

Sono due i motivi che conducono a questo atteggiamento disincantato:

        1. le scope a vapore combinate sono ingombranti, più pesanti delle scope a vapore pure e meno indicate per lavare sotto i letti e i divani;

        2. se non sono usate nel modo corretto, peggiorano la situazione anziché pulire.

Per quanto riguarda il punto 1., le case produttrici possono fare ben poco: se si vuole far coesistere in un unico prodotto il serbatoio dell’acqua con quello di raccolta della polvere, il motore dell’aspirapolvere con quello del vaporizzatore, le dimensioni complessive non possono essere compatte, né il peso ridotto. È una questione di fisica. Idem per la spazzola, mai troppi slim, che deve contenere sia la fessura attraverso cui far passare la sporcizia aspirata, sia il panno in microfibra che rimuove lo sporco dal pavimento e sotto il quale si trovano gli ugelli dai quali fuoriesce l’acqua vaporizzata.

Se osservate le immagini delle scope combinate oggetto della nostra comparazione o leggete i pareri espressi dai vari utenti, capirete cosa intendiamo dire.    

Per quanto riguarda il punto 2., occorre fare una distinzione fra modelli che aspirano da ambo i lati del panno in microfibra (come il Rowenta Clean & Steam RY7535) e modelli che aspirano solo anteriormente (come il Bissell Vac&Steam 1977N). Con questi ultimi è importante che facciate scorrere la scopa combinata nel verso corretto, per far sì che ogni punto di pavimento venga prima liberato da polvere, peli e capelli, poi lavato e igienizzato con il vapore. Per far ciò, occorre un po’ di pratica. Non sono poche le recensioni online in cui si sottolineano la difficoltà di usare questi lavapavimenti in modo corretto e i risultati negativi che si ottengono se adoperati nel modo sbagliato. Se infatti passate il panno in microfibra, intriso di vapore bollente, su un cumulo di peli e sporcizia, prima di averlo aspirato, avrete creato una poltiglia di sudiciume che dovrete poi rimuovere a mano (come già detto sopra a proposito delle scope a vapore intese in senso stretto).

C’è poi una terza categoria di lavapavimenti combinati, a cui per esempio appartiene il Hoover SSNV1400, che non possono svolgere in contemporanea le fasi di aspirazione e lavaggio ma che le demandano a momenti successivi. Con lo stesso prodotto, tanto per farci intendere, dovrete prima aspirare le superficie che intendete igienizzare, poi passare il vapore per lavarle (con tempi di esecuzione pressoché doppi).  

Queste doverose premesse non devono però scoraggiarvi dall’acquisto. Se avete ampi spazi da lavare e pochi mobili, come accade per chi ha un arredamento minimalista, le scope combinate possono fare al vostro caso.

Ancora di più, se consapevoli del fatto che vanno utilizzate in modo corretto, siete pronti a leggere con attenzione il manuale di istruzioni e fare un adeguato numero di prove e tentativi prima di ottenere i risultati migliori. A fronte delle manifestazioni di scarso entusiasmo, va detto, si leggono numerose recensioni positive, in cui se ne elogia l’efficacia. C’è infatti che ha avuto in principio un approccio diffidente per poi ricredersi fino a non poterne più fare a meno.         

Lavapavimenti a vapore a traino

Rappresentano la terza categoria di lavapavimenti a vapore da scegliere per portare il pulito dentro le proprie mura domestiche. Abbiamo infatti incluso un modello nella nostra guida, il Polti Vaporetto Smart 100_T, per offrirvi consigli d’acquisto utili e dettagliati. I lavapavimenti a vapore a traino sono forse meno pratici delle scope a vapore “pure”, ma offrono anche dei vantaggi.

Il tubo rigido a la spazzola di pulizia sono di solito molto sottili, consentendovi di arrivare a pulire davvero ovunque, anche sotto i divani e i letti più bassi. Tenete questo aspetto in stretta considerazione se, durante le operazioni di lavaggio, volete coprire l’intera superficie di casa. Fermarsi in continuazione perché la propria scopa è troppo alta per raggiungere i punti più difficili può essere davvero frustrante.

Il maggiore ingombro dei lavapavimenti a traino ha anche un risvolto positivo, ossia un’autonomia superiore. Il contenitore per l’acqua di un lavapavimenti a traino è decisamente più capiente di quelli impiegati a bordo delle semplici scope a vapore e di quelle combinate.

Se la vostra abitazione non è un mono o un bilocale, occupando una superficie superiore ai 90/100 metri quadrati, questo tipo di lavapavimenti può essere quello più indicato. Ad appartamenti grandi, corrispondono di solito ripostigli più ampi. Se rientrate in questa statistica, non dovreste avere difficoltà a stivare l’elettrodomestico nei giorni di suo inutilizzo.  

 

Non trascurate gli accessori

Se vi state chiedendo quale lavapavimenti a vapore comprare e al tempo stesso, con il modello da voi scelto, intendete lavare anche altre superfici di casa, come i vetri delle finestre, i lavandini del bagno e i piani cottura, dovete analizzare anche la dotazione di accessori, quando prevista.

Le scope a vapore e i lavapavimenti a traino molto spesso offrono spazzole secondarie, lance per le fughe e mini spazzole con le quali si può realmente lavare di tutto. Se guardate infatti alla nostra classifica, troverete il Black+Decker FSMH1321JMD che mette a disposizione un’infinita serie di accessori (anche il Polti Vaporetto Smart 100_T, da questo punto di vista non sfigura affatto). Forse non li userete mai tutti, ma averne tanti a disposizione potrà farvi scoprire un nuovo modo di pulire la casa.    

 

 

Come leggere le schede tecniche

Ogni modello di lavapavimenti a vapore trattato nella nostra comparativa riporta una scheda tecnica che sintetizza le sue principali caratteristiche. Vi consigliamo di leggerle e capire come si interpretano i diversi valori. Anticipiamo che alcuni sono più importanti di altri nel determinare la praticità del lavapavimenti a vapore che descrivono. Le prime voci su cui vi consigliamo di concentrare la vostra attenzione sono l’autonomia del vapore (a cui è legata la capacità del serbatoio dell’acqua), il tempo di riscaldamento e il raggio di azione (quando indicato).

L’autonomia del vapore vi dice per quanto tempo potrete passare il lavapavimenti prima che il vapore di esaurisca. Maggiore l’autonomia, maggiore il tempo che potrete dedicare alla pulizia senza preoccuparvi di rabboccare il serbatoio dell’acqua. Il tempo di riscaldamento, che in parte è legato alla potenza in watt del motore, vi dice quanto dovete aspettare dal momento in cui premete il pulsante On, affinché l’acqua venga vaporizzata e il lavapavimenti sia pronto all’azione.

A seconda dei modelli, potrebbero essere necessari secondi oppure minuti. Il raggio di azione, strettamente connesso alla lunghezza del cavo elettrico, è a torto il dato più trascurato. Un lungo cavo vi consente di lavare e passare da una stanza all’altra senza dover cambiare necessariamente presa di corrente. Con un lavapavimenti a vapore, l’operazione, oltre che essere fastidiosa in sé, vi costringe il più delle volte ad attendere che il dispositivo raggiunga nuovamente la temperatura.

Guardate infine il peso, soprattutto se state optando per una scopa a vapore combinata, cioè in grado di funzionare sia come aspirapolvere sia come scopa a vapore. Sopra i 4 kg, se siete un po’ avanti negli anni o avete poca forza nelle braccia, l’uso del vostro nuovo elettrodomestico potrebbe risultare poco confortevole.

Chiudiamo questo paragrafo con un cenno alla tecnologia ciclonica che contraddistingue le due scope combinate del nostro servizio. Entrambe sono infatti senza sacco e si affidano alla tecnologia ciclonica per separare la polvere dall’aria sfruttando la forza centrifuga che si genera all’interno del loro cassetto raccogli-polvere.

 

I migliori lavapavimenti a vapore del 2018

 

Prodotti raccomandati

 

Rowenta Clean & Steam RY7535

 

È un lavapavimenti a vapore combinato. Racchiude cioè in un unico prodotto una scopa elettrica con tecnologia ciclonica e una scopa a vapore. Le due funzioni possono essere in contemporanea per ottimizzare i tempi oppure separatamente. Potete, per esempio, usare il Rowenta Clean & Steam come normale aspirapolvere oppure, dopo averlo utilizzata in modo combinato, ripassare una seconda volta solo con il vapore per ottenere un risultato migliore.

Il prodotto, a giudicare dalle prove pubblicate online, si comporta bene su tutti i tipi di pavimenti duro, compreso il parquet (o laminato) sigillato. Sui pavimenti lucidi può tuttavia lasciare aloni (un limite che lo accomuna ad altri modelli concorrenti). La spazzola è dotata di doppia fessura di aspirazione con in mezzo il panno a microfibra che, impregnato di vapore a 100 °C, si occupa di rimuovere lo sporco attaccato a piastrelle, marmo, granito e quant’altro.

È una soluzione sicuramente lodevole, perché vi permette di utilizzare la Clean & Steam RY7535 senza preoccuparvi troppo della direzione di movimento (nell’introduzione abbiamo affrontato questo aspetto dei lavapavimenti combinati). Il contenitore raccogli-polvere si stacca completamente dal corpo motore, facilitando non poco lo svuotamento. Questo utilizza un filtro per rilasciare nell’ambiente aria pulita e non compromettere la salute dei soggetti allergici. Un filtro anticalcare rimovibile purifica invece l’acqua prima che sia trasformata in vapore adatto alla pulizia.

Ciò permette di usare il lavapavimenti Rowenta anche con normale acqua del rubinetto. Il manico contiene entrambi gli interruttori: quello di erogazione del vapore, su più livelli, e quello di accensione dell’aspirapolvere. Una maniglia in plastica permette di spostare più agevolmente l’elettrodomestico che, con i suoi 5,4 kg di peso, non può essere considerato proprio un peso piuma.

Comoda la posizione di parcheggio e il tappetino di riposo sul quale la scopa va riposta una volta messa in ripostiglio. I panni in microfibra si possono lavare in lavatrice fino a 100 volte, a una temperatura massima di 40 °C.    

 

» Scheda Tecnica

Potenza: 1.700 watt

Tecnologia di aspirazione: ciclonica

Tempo di riscaldamento: 30 secondi

Serbatoio d’acqua: 0,7 litri

Autonomia del vapore: 40 minuti

Contenitore della polvere: 0,4 litri

Lunghezza cavo: 7,5 metri

Posizione di parcheggio: Sì

Rumorosità: 84 dB

Dimensioni: 121×25,9×27,2 cm

Peso: 5,4 kg

» Scheda Tecnica

Pro

La doppia fuga di aspirazione è proprio quello che serve a rendere versatile e confortevole l’uso di un lavapavimenti a vapore combinato. Potete quindi passarlo in un verso o nell’altro senza temere che il panno in microfibra finisca direttamente sullo sporco. I due contenitori, quello della polvere e quello dell’acqua, sono rimovibili quindi molto pratici da riempire (il primo) e svuotare (il secondo). La potenza aspirante è adeguata.

Contro

Pesa quasi 5,5 kg per cui se siete deboli e avete poca forza nelle braccia, questo lavapavimenti a vapore non è per noi. Le plastiche con cui è costruita non sono eccellenti ed è capitato a qualcuno che il manino contenente la console dei pulsanti a lungo andare si sia rotto.  

Acquista su Amazon.it (€244,82)

 

 

 

Black+Decker Steam-Mop FSMH1321JMD 17-in-1

 

Abbiamo incluso nella nostra guida all’acquisto la scopa a vapore Black+Decker FSMH1321JMD 17-in-1 per l’eccellente dotazione di accessori e per la versatilità che è in grado di dimostrare sul campo. Oltre a permettervi di lavare bene i pavimenti (vi ricordiamo che la scopa non aspira), la sua struttura modulare vi consente anche di pulire in profondità i vetri delle finestre e tutte le superfici verticali.

Lo speciale guanto SteaMitt che si collega all’unità principale, attraverso un lungo manicotto, si rivela un ottimo alleato per pulire, anche grazie alla forza impressa dalla mano, qualsiasi superficie dura, anche se di forma irregolare. Tutti gli altri accessori poi vi metteranno in condizioni di raggiungere ogni punto della casa: fughe del pavimento e delle pareti piastrellate della cucina o del bagno, rubinetteria, sanitari, persiane e tapparelle, divani e imbottiti sono soltanto alcuni degli oggetti che potrete igienizzare grazie alla forza del vapore.

La possibilità di estrarre il gruppo motore dal telaio permette di usare in modo disinvolto l’elettrodomestico Black+Decker e di portarlo con facilità ovunque ci sia una presa di corrente.

Ciò ha però impedito ai progettisti Black+Decker di alloggiare la console dei pulsanti direttamente nel manico, come invece avviene in molti lavapavimenti a vapore a corpo fisso. È un piccolo compromesso da accettare a fronte di tanti accessori e versatilità. In compenso, un pulsante posto sulla spazzola, da premere quindi con il piede, attiva la funzione extra-vapore che permette di ottenere un getto di vapore più intenso laddove lo sporco e più concentrato.   

 

» Scheda Tecnica

Tipo: Lavapavimenti a vapore

Potenza: 1.300 watt

Tecnologia di aspirazione: n.d.

Tempo di riscaldamento: 15 secondi

Serbatoio d’acqua: 0,5 litri

Autonomia del vapore: n.d.

Contenitore della polvere: n.d.

Lunghezza cavo: 7 metri

Posizione di parcheggio: No

Rumorosità: n.d.

Dimensioni: n.d.

Peso: n.d.

» Scheda Tecnica

Pro

Basta guardare le immagini del lavapavimenti Black+Decker per apprezzare la ricca dotazione. Questa, abbinata alle buone performance in fase di pulizia dei pavimenti, è senz’altro il primo pro che ci sentiamo di citare. Occorre inoltre far notare che, fra tutti i lavapavimenti al centro dei nostri consigli d’acquisto, è l’unico a emettere vapore in soli 15 secondi dall’attenzione. Eccelle quindi anche in velocità.

Contro

Pur considerando la dotazione quasi esagerata, il prezzo è forse un po’ alto. Leggendo inoltre le recensioni pubblicate online da chi l’ha già acquistato, evince come non sia possibile lasciarla in piedi durante le pause. Non ha infatti una posizione di parcheggio. L’unità principale deve essere tenuta sempre in piano per evitare che l’acqua fuoriesca dal serbatoio: il tappo infatti non è a chiusura ermetica.   

Acquista su Amazon.it (€142,99)

 

 

 

Bissell Vac&Steam 1977N 

 

L’idea alla base dei progettisti Bissel – azienda americana fondata e attiva dal lontano 1876 – è simile a quella che ha portato alla creazione del lavapavimenti Rowenta Clean & Steam RY7535 da noi trattato in questa guida all’acquisto. Il lavapavimenti Bissell Vac&Steam 1977N è infatti un combinato che integra sia la funzione di aspirazione, sia quella di lavaggio a vapore.

Le dimensioni e l’aspetto dell’elettrodomestico suggeriscono infatti la forte vicinanza al modello concorrente. Da questo tuttavia si discosta per almeno un paio di elementi: 1.) il contenitore dell’acqua non è rimovibile, ma va riempito sfruttando la caraffa in plastica in dotazione, 2.) la spazzola contiene una sola fessura di aspirazione, posta in posizione frontale, per cui occorre usare un po’ di accortezza durante le pulizie per evitare che il panno in microfibra finisca direttamente sullo sporco (polvere, peli di animali, capelli, briciole e via dicendo). È importante cioè che lo sporco venga aggredito frontalmente e non in fase di ritorno della spazzola.

Per quanto riguarda invece il sistema di aspirazione, anche in questo caso ne troviamo uno ciclonico, quindi senza sacco. La sporcizia si deposita sul fondo del cassetto raccogli polvere per via della forza centrifuga che la separa dall’aria e della forza di gravità che la spinge verso il basso.

E anche per quanto riguarda la disposizione dei pulsanti, i due prodotti si avvicinano molto. Il Bissel Vac&Steam 1977N concentra sia il pulsante di accensione del motore aspirante, sia quello di gestione del vapore nel manico, permettendo all’utente di comandare la scopa con facilità, senza chinarsi. Il controllo elettronico del vapore permette di dosarne l’erogazione.

Potrete quindi pulire in modo più energico sui pavimenti di pietra e piastrelle, con più delicatezza sui parquet sigillati. Aspirapolvere e vaporizzatore possono essere usati anche separatamente oltre che in simultanea. Anche il lavapavimenti Bissel sfrutta un filtro anticalcare che permette di usare normale acqua del rubinetto, anziché acqua demineralizzata.   

 

» Scheda Tecnica

Tipo: scopa elettrica e lavapavimenti a vapore

Potenza: 1.600 watt

Tecnologia di aspirazione: ciclonica

Tempo di riscaldamento: 30 secondi

Serbatoio d’acqua: 0,4 litri

Autonomia del vapore: 15 minuti

Contenitore della polvere: 0,95 litri

Lunghezza cavo: 7,6 metri

Posizione di parcheggio: n.d.

Rumorosità: 81 dB

Dimensioni: n.d.

Peso: 4,8 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Con oltre 7,5 metri di cavo, il lavapavimenti Bissell arriva praticamente dappertutto. Gli utenti che l’hanno già comprato, lo trovano efficace non solo sui vari tipi di pavimento, ma anche sui tappeti a pelo corto. Dopo averli trattati, riacquistano vigore e freschezza. Possibilità di usare la normale acqua del rubinetto, grazie al filtro anticalcare.

Contro

La fessura singola di aspirazione che si trova sulla spazzola costringe a seguire ad attaccare lo sporco frontalmente. In caso contrario, si finisce sopra direttamente con il panno in microfibra. Il getto di vapore non è particolarmente intenso per cui ha qualche difficoltà a eliminare lo sporco incrostato. Può non piacere il fatto che il serbatoio dell’acqua, non rimovibile, vada rabboccato con una caraffa.  

Acquista su Amazon.it (€199,99)

 

 

 

Polti Vaporetto Smart 100_T 

 

Quello dell’azienda italiana Polti è un lavapavimenti a vapore a traino (o a carrello). Come i più comuni aspirapolvere a traino, concentrano la parte elettrica nel “rimorchio” con tutti i pro e i contro che ne derivano. Fra i pro sono: la possibilità di usare spazzole più sottili e quindi capaci di raggiungere i punti più difficili e di infilarsi con maggiore facilità sotto il letto o i divani; la possibilità di raggiungere anche punti sopraelevati (come mensole e tendaggi); la maggiore autonomia del serbatoio dell’acqua che permette sessioni di pulizia anche molto lunghe. Nel caso del Polti Smart Vaporetto 100_T è addirittura possibile aggiungere acqua senza interrompere le pulizie. Per questo motivo, la casa produttrice definisce l’autonomia del suo lavapavimenti pressoché infinita.

Da questo punto di vista, se la vostra abitazione è abbastanza estesa da offrirvi grandi superfici da pulire, un lavapavimenti a vapore a traino è preferibile a uno verticale (il cui contenitore d’acqua, in termini di capacità, è pari a circa un quarto). A scanso di equivoci, vi informiamo che il Polti Smart Vaporetto 100_T non funziona anche come aspirapolvere. Prima di lavare la casa con il vapore, dovrete quindi passare l’aspirapolvere.

Questo è, se ambite al massimo risparmio di tempo, un limite. In compenso, il suo getto di vapore raggiunge la pressione di 4 bar, rimuovendo lo sporco più incallito. Gli altri modelli scelti per questa comparativa non danno informazioni in merito alla pressione del vapore, ma non si commette un errore se la si considera inferiore.

Il motore integrato nel gruppo di traino è infatti più performante di quelli utilizzati dagli altri lavapavimenti verticali.

Una menzione a parte merita il parco accessori di cui il lavapavimenti Polti è ricco. Ciò ne fa un pulitore a vapore universale, in grado di igienizzare ogni punto e oggetto della casa, dal pavimento fino alla volta, compresi i sanitari, i lavandini, le tapparelle e i piani cottura. Peccato che, come leggerete sotto nel paragrafo “Contro”, la loro qualità lasci molto a desiderare.    

 

» Scheda Tecnica

Tipo: lavapavimenti a vapore a traino

Potenza: 1.500 watt

Tecnologia di aspirazione: n.d.

Tempo di riscaldamento: 2 minuti

Serbatoio d’acqua: 2 litri

Autonomia del vapore: illimitata (mediante rabbocco)

Contenitore della polvere: n.d.

Lunghezza cavo: 7,5 m (indicato come raggio massimo di azione)

Posizione di parcheggio: Sì

Rumorosità: n.d.

Dimensioni: 40x27x29 cm

Peso: 5 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Il getto di vapore è intenso ed efficace su ogni tipo di superficie, comprese le fughe di cui sono ricche le superfici piastrellate. Queste, opportunamente lavate, tornano bianche. La possibilità di rabboccare continuamente il serbatoio permette di lavare con il vapore senza interruzioni.

Contro

Le plastiche utilizzate per costruirlo non restituiscono quella sensazione di robustezza che ci si aspetterebbe da un prodotto Polti. Le recensioni online sono infatti concordi nel definire un po’ fragili i vari punti di giunzione, così come gli accessori che uso dopo uso tendono a deteriorarsi. Il tubo flessibile scalda parecchio già dopo pochi minuti d’uso, per cui fate attenzione ai bimbi ed evitate che questi tocchino l’apparecchio durante le pulizie. Più di uno lamenta infine l’emanazione di cattivo odore da riscaldamento delle plastiche.

Acquista su Amazon.it (€187)

 

 

 

Hoover Steam and Vacuum SSNV1400 001

 

Lavapavimenti combinato, differisce nella concezione dagli altri due di pari categoria (il Rowenta e il Bissell) trattati in questa comparazione. Può considerarsi un buon prodotto se lo scopo dell’acquisto è quello di avere pavimenti più puliti, ma secondo il nostro parere non rappresenta al meglio la filosofia alla base dei lavapavimenti combinati. Per questo motivo, non lo trovate nella classifica dei primi tre.

Vi spieghiamo adesso cos’è cosa vi permette di fare. L’Steam and Vacuum SSNV1400 001 concentra in un solo prodotto una scopa elettrica ciclonica, quindi senza sacco, e una scopa a vapore. Solo che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non consente l’uso in contemporanea.

L’idea del produttore è forse quella di fornirvi un prodotto che, a seconda delle esigenze e delle situazioni, può essere usato come aspirapolvere oppure “vaporetto”. D’altronde, non si ha tutti i giorni la necessità di passare il pavimento con il vapore.

Questa scelta progettuale vi costringe a svolgere il lavoro in due distinti momenti, con conseguente allungamento dei tempi. Dovrete prima aspirare la superficie da lavare, poi, una volta che avrete terminato, attivare il getto di vapore (la regolazione si attua premendo il pulsante situato sulla spazzola) e lavare il pavimento. L’interruttore con cui si avvia la scopa o il vaporizzatore è infatti lo stesso: spostato verso l’alto attiva l’aspirapolvere, verso il basso il getto di vapore.

Tutti e due i contenitori, l’uno della polvere, l’altro dell’acqua, si staccano completamente dal corpo motore per cui, sia l’operazione di svuotamento, sia quella di rabbocco, risultano molto pratiche. A fronte di queste considerazioni, suggeriamo l’acquisto del lavapavimenti a vapore Hoover a chi, preferendo mantenere separate le fasi di pulizia, non considera il risparmio di tempo la sua priorità.   

 

» Scheda Tecnica

Tipo: Scopa elettrica e lavapavimenti a vapore

Potenza: 1.500 watt

Tecnologia di aspirazione: ciclonica

Tempo di riscaldamento: 50 secondi

Serbatoio d’acqua: 0,7 litri

Autonomia del vapore: 20 minuti

Contenitore della polvere: 0,7 litri

Lunghezza cavo: 7 metri

Posizione di parcheggio: Sì

Rumorosità: n.d.

Dimensioni: 114,7×26,4×30,9 cm

Peso: 4,9 kg

» Scheda Tecnica

Pro

Il vapore è pronto in meno di un minuto e l’intensità è adeguata (ma senza esagerare) ad affrontare ogni tipo di sporco. Le due intensità disponibili lo rendono idoneo a pulire anche il parquet.

Contro

Anche se un lavapavimenti a vapore combinato, le due operazioni (aspirazione e lavaggio) possono essere eseguite soltanto in successione, cioè una dopo l’altra. Alcuni utenti lo trovano poi poco pratico, per via della spazzola ingombrante, soprattutto in altezza, e del peso non molto contenuto (quasi 5 kg). Il motore aspirante è poco potente. Non è dotato di filtro anticalcare.

Acquista su Amazon.it (€142,99)

 

 

 

Come usare un lavapavimenti a vapore

 

Ciò che si deve fare prima di lavare il pavimento di casa o dell’ufficio con il vapore dipende dal tipo di lavapavimenti che vi apprestate a comprare. Se state optando per una scopa a vapore, come la Black+Decker FSMH1321JMD, dotata cioè di un panno in microfibra che impregnato di vapore asporta lo sporco dal pavimento, dovete mettere in conto che ogni lavaggio deve essere preceduto dall’uso dell’aspirapolvere.

Meglio impiegare qualche minuto in più per questa fase preliminare, che ritrovarsi a passare il panno caldo sui peli del cane o del gatto, sui propri capelli o, ancora di più, sulla sporcizia portata dalla strada. Lo sporco tende infatti ad attaccarsi al panno umido e toccherà a voi rimuoverlo con le mani. Il ragionamento è valido in ogni suo punto anche se state pensando di acquistare un lavapavimenti a vapore di tipo a traino (o a carrello), come il Polti Vaporetto Smart 100_T.

Le cose cambiano se, stanchi di perdere troppo tempo per la pulizia del pavimento, vi siete decisi ad acquistare un lavapavimenti a vapore combinato, un elettrodomestico cioè con il quale aspirare e lavare in un unico gesto. In tal caso, potreste prevedere al massimo una pulizia preliminare grossolana, se la vostra casa è proprio sporca. Nella gran parte dei casi, non ne avrete bisogno. Ricordiamo però che sia le spazzole, sia i corpi motore dei lavapavimenti combinati sono più alti e ingombranti, per cui farete fatica ad arrivare sotto i letti e i divani. Per rendere le operazioni di pulizia più confortevoli, tirate su dal pavimento tutto quello che potete rimuovere: sedie, portagiornali, cestini portarifiuti, portabiancheria e quanto potrebbe intralciare il cammino dell’elettrodomestico.

 

Badate anche alla sicurezza dei bambini

Per quanto i lavapavimenti a vapore siano sicuri, restano comunque dispositivi che tendono a riscaldarsi. Il vapore che emettono tocca infatti, e talvolta supera, i 100 °C. I lavapavimenti a vapore a traino, in particolare, scaldano più degli altri per via del manicotto che, trasportando il vapore dal motore alla spazzola, può raggiungere temperature davvero elevate.

La dimostrazione arriva dalle recensioni online del Polti Vaporetto Smart 100_T che tende, oltre a scaldarsi molto in quel punto, anche ad emettere odore di plastica. Con queste premesse, un minimo di cautela durante l’uso di questi particolari elettrodomestici è d’obbligo, in particolare se ci sono bambini che gironzolano in casa. Evitate quindi di lasciare incustoditi i lavapavimenti a vapore, soprattutto durante le pause, quando il cavo di corrente resta inevitabilmente attaccato alla presa a muro.    

Acqua del rubinetto o acqua demineralizzata?

È questa una delle domande più ricorrenti che chiunque acquisti un elettrodomestico a vapore, sia esso un lavapavimenti, un lavavetri o un ferro da stiro, si pone. La risposta è sempre la stessa: se volete che il vostro nuovo prodotto duri più a lungo, dovete usare acqua demineralizzata. L’acqua del rubinetto è ricca infatti di sali disciolti che durante l’evaporazione precipitano formando incrostazioni. È una questione chimica, un processo naturale contro il quale si può fare ben poco.

Detto questo, si deve però precisare che alcune case produttrici hanno preso le contromisure, dotando i loro lavapavimenti a vapore di speciali filtri anticalcare. Questi filtrano l’acqua del rubinetto e, per quanto posso, rallentano la formazione del calcare e di altri precipitati. Sono sicuramente efficienti, ma l’uso di acqua priva di sali disciolti all’origine resta comunque preferibile. L’acqua demineralizzata viene venduta a prezzi bassi (circa 2 € al litro), per cui l’unico compromesso che dovrete accettare è quello del trasporto dei fustini o delle taniche dal negozio verso casa. Molto meglio se la acquistate online, insieme al vostro nuovo lavapavimenti (ci sono molte offerte a riguardo). Ve la consegneranno direttamente a casa.

 

Pulite e, quando serve, sostituite i filtri

I lavapavimenti combinati, cioè quelli che al loro interno racchiudono una scopa elettrica per aspirare e un vaporizzatore per lavare, richiedono un po’ di manutenzione in più degli altri. In particolare per la parte aspirante che comprende sempre dei filtri in schiuma e/o in speciale carta o tessuto pieghettato.

Questi si occupano di purificare ulteriormente l’aria in uscita dal cassetto raccogli-polvere prima che la stessa sia rilasciata nell’ambiente. Affinché la loro efficacia resti alta nel tempo, è necessario che siano puliti. Dovrete quindi rimuoverli dalla loro sede e pulirli con una spazzola o con dell’aria compressa. Alcuni filtri possono essere anche lavati in acqua calda con detergente neutro.

Tutti, compresi gli Hepa, arrivano a fine vita. Quando ciò accade, vanno sostituiti. Per quanto riguarda il meccanismo di formazione del vapore, attenetevi a quanto riportato nel manuale di istruzioni. Leggetelo attentamente perché talvolta semplici accortezze possono rivelarsi fondamenti nel determinare il miglior funzionamento del vostro apparecchio.

Guardate periodicamente anche lo stato delle spazzole. Quelle dotate di fessura aspirante tendono infatti a introppolare peli e capelli, specie se sono dotate di setole. Rimuoveteli a mano, come fareste con un normale aspirapolvere, oppure aiutandovi con delle forbici.      

Cambiate il panno in microfibra durante le pulizie

Lo sporco che il panno in microfibra inumidito di vapore bollente rimuove dal pavimento resto intrappolato nelle sue trame. Vi basterà infatti pulire una sola stanza per ritrovarvi con un panno annerito. Dopo aver igienizzato altri metri quadrati di pavimento, quel nero diventerà sempre più intenso. Oltre una data soglia, il potere pulente del panno in microfibra si annulla.

E se persisterete nell’usare lo stesso panno, non farete altro che spostare lo sporco da un punto all’altro del pavimento. In altri termini, dovete mettere in conto di sostituirlo con uno pulito almeno una volta, a metà pulizia. Per questo motivo, nelle confezioni dei vari lavapavimenti a vapore, ne trovate almeno due. Il nostro consiglio è quello di acquistare un ulteriore panno in microfibra di riserva. Più sono puliti i panni, più saranno igienizzati i pavimenti.

Per fortuna, i lavapavimenti a vapore, come quelli trattati nella nostra comparazione, dispongono di sistemi di aggancio/sgancio molto efficienti e rapidi. Di solito, basta premere con il piede un pulsante situato sulla spazzola per rimuovere la base a cui è fissato il panno. Una volta afferrata, sarà un gioco da ragazzi sostituire quello ormai sporco con uno pulito. Tutti i panni in microfibra possono essere lavati in lavatrice.   

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Lavapavimenti a vapore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La nostra redazione ha curato un’attenta selezione dei prodotti che più di altri meritano attenzione in caso di un possibile acquisto. Ci auguriamo possiate trovare i consigli che vi aiutino a fare la scelta più adatta alle vostre esigenze. Queste lavapavimenti che abbiamo selezionato si caratterizzano per l’ottimo rapporto tra costo e benefici e in più sono tra le più apprezzate dagli utenti quest’anno. In particolare spiccano la BLACK+DECKER – FSM1630-QS, agile da utilizzare e in grado di raggiungere velocemente la temperatura ideale e la Rowenta – Clean & Steam, che combinazione l’azione di pulizia tramite vapore con quella di aspirazione.

 

Come scegliere il miglior lavapavimenti a vapore

 

Il lavapavimenti a vapore è un elettrodomestico che dovrebbe fare il suo ingresso in ogni casa, dato che permette di pulire e sterilizzare il pavimento senza uso di detergenti inquinanti. Ma come fare a scegliere il modello giusto? Una buona idea è seguire la nostra guida all’acquisto e la classifica dei migliori modelli secondo noi: scopri quali sono, confronta prezzi e prestazioni.

1

 

Guida all’acquisto

 

Capacità e potenza

Nello scegliere un lavapavimenti a vapore, la prima cosa su cui riflettere è lo scopo a cui sarà destinato. I prodotti destinati ad aziende e attività commerciali sono ovviamente molto diversi da quelli destinati a un uso domestico, e anche questi ultimi variano a seconda delle dimensioni della casa.

Per un appartamento, in genere basta una “scopa a vapore”, in pratica un lavapavimenti in cui il contenitore dell’acqua, che scaldandosi diventa vapore, è parte integrante dell’elettrodomestico. Le scope a vapore contengono acqua a sufficienza da pulire un appartamento di medie dimensioni, ma hanno il difetto di non poter procedere all’occorrenza a un rabbocco dell’acqua. Per poterlo fare bisogna prima aspettare che si raffreddi. Inoltre, la potenza in watt e la temperatura raggiunta dal vapore sono spesso inferiori rispetto ai modelli con serbatoio esterno.

Questi ultimi possiedono a volte due serbatoi, in uno dei quali potrà essere inserita in qualsiasi momento l’acqua fredda, per una ricarica “al volo”. La potenza e la temperatura del vapore di questi prodotti è sicuramente superiore, così come la qualità della pulizia. Attenzione, però, a non esagerare dato che alcune superfici della casa potrebbero mal sopportare la potenza di elettrodomestici pensati per un uso commerciale.

 

Accessori

I modelli più costosi ed evoluti di lavapavimenti a vapore sul mercato offrono una serie di accessori che permettono di ottimizzare la pulizia sulle diverse superfici, un po’ come avviene con molti modelli di aspirapolvere. Si tratta di un altro elemento più utile del prezzo nel determinare quale sia la migliore marca di lavapavimenti a vapore.

Tra le bocchette e le lance extra che potremo trovare, molto interessante è quella dedicata alla pulizia delle finestre. Di colpo, una delle incombenze domestiche più odiate e rinviate di sempre diventa facile e veloce, con grande giovamento per la luminosità della tua casa. Tra gli altri vantaggi c’è che consente di sostituire un ferro da stiro a vapore; la funzione dedicata ai pavimenti particolarmente duri e quella destinata alla pulizia delle guide o delle macchie più ostinate.

Con un arsenale di accessori a tua disposizione, non ci sarà sporco che non sarai in grado di debellare.

3

 

Funzioni extra

Non solo gli accessori, ma anche le funzioni extra possono aggiungere valore a un lavapavimenti a vapore. Molti modelli, per esempio, sono dotati di comandi per regolare la potenza del vapore, utili a ottenere da una parte una pulizia migliore che rispetti i materiali su cui si lavora e dall’altra dei risparmi importanti sui consumi.

Altri lavapavimenti hanno una spia luminosa che ci fa sapere quando l’acqua è abbastanza calda per essere usata o quando, invece, c’è bisogno di una ricarica. Altri ancora, per finire, sono ergonomici, per non affaticare polso, spalla e schiena anche dopo un utilizzo prolungato.

 

Conclusioni

Ci auguriamo che questa guida ti aiuti a scegliere il giusto lavapavimenti a vapore basandoti sui fattori più importanti, come la capacità, la potenza e la qualità degli accessori. Per ulteriori consigli, proseguendo nella lettura trovi la recensione di quelli che, secondo noi, sono i migliori lavapavimenti a vapore dell’anno.

 

I migliori lavapavimenti a vapore del 2018

 

Come scegliere un buon lavapavimenti a vapore professionale, oppure uno adatto a un uso domestico ma intensivo? Proveremo a fugare i tuoi dubbi proponendo cinque recensioni ai modelli che si sono distinti per essere i migliori attualmente in circolazione.

A te la scelta di quello più adatto ai tuoi bisogni.

 

Prodotti raccomandati

 

BLACK+DECKER – FSM1630-QS

Principale vantaggio:

L’elettrodomestico è molto snello e agile, raggiunge ogni angolo del pavimento. La dotazione comprende anche la mini testa pulente per una pulizia capillare in tutte le stanze.

 

Principale svantaggio:

La dotazione di soli due panni per la pulizia del pavimento è molto scarna. È necessario cambiare spesso lo straccio per evitare aloni e striature sul pavimento.

 

Verdetto: 9.8/10

Oltre ai ben noti vantaggi comuni a tutte le scope a vapore, cioè disinfettare e sterilizzare il pavimento senza l’uso di detersivi chimici, è leggera e maneggevole. Una vera e propria alleata per completare le pulizie quotidiane con la massima efficacia e precisione. Grazie anche alla mini testa pulente, pensata per muoversi agilmente tra le gambe dei mobili o dietro le porte.

Acquista su Amazon.it (€100)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Agile e longilinea

La lavapavimenti a vapore proposta da BLACK+DECKER si fa apprezzare per la forma snella e leggera che la differenzia da gran parte dei modelli in commercio. Si comporta come una scopa elettrica, quindi riesce a raggiungere anche gli angoli più difficili della casa. Ha una testa snodata che le consente di districarsi bene anche tra gli spigoli e i piedi dei mobili. Ma a differenza dei consueti modelli di scopa a vapore, questa è molto leggera e maneggevole.

Perfetta per essere usata per completare la pulizia degli ambienti, è facile e veloce da imbracciare. Rappresenta la soluzione ideale per completare la pulizia di casa con un’igienizzazione profonda e capillare di ogni superficie. L’elemento più piccolo della testa pulente si può staccare dal corpo della scopa e si può usare ovunque.

Ricarica veloce e continua

Le vecchie lavapavimenti a vapore così come gli altri elettrodomestici che usavano questo sistema pulente, avevano lunghi tempi morti tra un rabbocco e l’altro. Era necessario attendere che la pressione all’interno della caldaia scendesse e la temperatura tornasse ad abbassarsi prima di poter caricare nuova acqua e avere nuovo vapore.

Questo, come altri dispositivi di nuova generazione, non necessita di lunghe attese tra una ricarica e l’altra e quindi si azzerano i tempi d’attesa per riprendere il lavoro. Il vantaggio complessivo è costituito anche da un peso molto contenuto di tutta la scopa. Non è necessaria una tanica eccessivamente capiente per garantire sufficiente autonomia e fare le pulizie.

 

Regolabile in base al tipo di superficie da pulire

Un altro degli aspetti che si fanno apprezzare in questa scopa è rappresentato dalla possibilità di regolare l’intensità del getto di vapore in base al tipo di pavimento da trattare. Una buona soluzione per chi ha pavimenti più delicati che temono un getto di vapore, e quindi d’acqua, troppo irruento.

Così è possibile stabilire a priori il tipo di trattamento se si devono pulire le classiche piastrelle di ceramica, il parquet di legno o il linoleum.

Meno indicato per il cotto, potrebbe danneggiarne la delicata struttura particolarmente porosa. Si tratta quindi di comprendere bene qual è il lavaggio più indicato al proprio pavimento.

 

Acquista su Amazon.it (€100)

 

 

 

Rowenta – Clean & Steam

 

In più rispetto a una semplice lavapavimenti a vapore, il modello Rowenta è in grado di aspirare e contemporaneamente ripulire il pavimento col vapore. Si tratta di una combinazione perfetta per rimuovere lo sporco in profondità e con una sola passata.

Il dispositivo conta su un aspirapolvere con tecnologia ciclonica che aspira lo sporco da terra e lo trattiene all’interno del contenitore, quindi non necessita di sacchi di ricambio. È sufficientemente potente da riuscire a portare via lo sporco che si trova in terra senza aver bisogno di pulire a fondo prima di completare l’igienizzazione. Il vero elemento di pregio è nel fatto che il getto di vapore che scioglie lo sporco è contemporaneo all’aspirazione della sporcizia da terra. In base al tipo di sporco è possibile impostare il vapore con un getto più o meno potente, scegliendo tra tre livelli. Raggiunge rapidamente la temperatura di funzionamento ed è dotata di sistema di blocco in posizione verticale, per prendersi una pausa durante il lavoro o posarla facilmente dietro una porta o nello sgabuzzino.

Rivediamo in breve quali sono le caratteristiche che differenziano questa scopa a vapore dalle altre proposte in questo articolo. Sono molti gli aspetti degni di interesse che devono essere presi in considerazione quando si tratta di scegliere la soluzione ottimale per sé.

Pro
Combina potenza ciclonica e vapore:

Oltre al getto di vapore che completa l’igienizzazione del pavimento è possibile contare sulla potente tecnologia ciclonica che aspira efficacemente lo sporco da terra.

Posizione verticale:

Si regge in piedi da sola, una vera comodità se si ha bisogno di prendersi una pausa e non si ha dove poggiare il manico.

Rapida nel raggiungere la temperatura di funzionamento:

In trenta secondi è pronta a lavorare e la tanica dell’acqua può essere ricaricata di continuo. Accetta l’acqua del rubinetto perché è dotata di filtro anticalcare.

Contro
Un po’ pesante:

Il corpo dell’aspirapolvere e la tanica dell’acqua sono tutti alla base del dispositivo, questo lo rende poco maneggevole e facile da trasportare lungo il pavimento. Non tutte le scope a vapore possono contare anche su una pratica funzione aspirante. Qui il vantaggio di non dover ricorrere a sacchi e altri elementi consumabili la rende molto interessante e da prendere in considerazione per la pulizia accurata e puntuale di tutti gli ambienti di casa.

Acquista su Amazon.it (€226,7)

 

 

 

Ariete – 4164

 

Vanta una ricca dotazione di accessori che la completano e la rendono utile a compiere diversi lavori in casa. Si presta bene a lavare il pavimento che è già stato aspirato, ma in più offre la possibilità di combinare la testa pulente con elementi specifici.

È possibile staccare il generatore di vapore per avere un elettrodomestico più piccolo in grado di raggiungere angoli più difficili, fughe e tutte le superfici di casa. Si tratta di una soluzione perfetta per adoperare il vapore come unico sistema di pulizia domestica senza ricorrere all’uso di detergenti chimici.

Raggiunge presto la temperatura di lavoro e si può rabboccare la tanica di continuo per non dover interrompere la pulizia quando finisce l’acqua. La forma snella e allungata permette di pulire il pavimento senza doversi chinare, fare sforzi e trascinare un elettrodomestico molto pesante attraverso le stanze di casa. Il prezzo estremamente contenuto lo rende l’acquisto ideale per sostituire una volta per tutte lo straccio per lavare a terra.

Rivediamo adesso in breve cosa distingue questa scopa a vapore dalle altre proposte in questa selezione di prodotti. Si tratta di una delle soluzioni a basso prezzo con cui Ariete punta a entrare nelle case di tanti utenti.

Pro
Molto economica:

Il prezzo estremamente contenuto la rende il sostituto perfetto del classico straccio per lavare a terra.

Facile da usare su tante superfici:

Si può staccare l’elemento che genera il vapore per avere un pulitore più piccolo da combinare con i diversi accessori per agire in maniera mirata su tessuti, tappeti, fughe e tutte le superfici da lavare.

Leggera e maneggevole:

Il design di questo elettrodomestico è progettato per ricordare il più possibile quello di una classica scopa, quindi risulta parecchio snella e agile da usare anche nei punti più difficili.

Contro
Non è la più potente in circolazione:

Il prezzo contenuto non trae di certo in inganno. La potenza complessiva sviluppata dalla scopa Ariete è minima anche se in teoria il getto di vapore è regolabile. Una buona scopa per lavorare tutti i giorni e mantenere gli ambienti sempre puliti. La possibilità di combinarla con altri accessori per ridurre il getto di vapore e renderlo più mirato consente di affrontare qualsiasi superficie con successo. Dal tessuti ai tappeti, fino alle fughe o alle superfici più unte, la scopa si presta a dare una mano in casa un po’ ovunque.

Acquista su Amazon.it (€48,99)

 

 

 

Ariete 00P416200AR0 Steamforce  

 

4.Ariete 00P416200AR0 SteamforceIl quarto posto dei nostri consigli d’acquisto spetta a questo modello dal costo davvero contenuto ma che non lascia a desiderare in quanto a prestazioni d’alta categoria.

L’unico difetto, se vogliamo considerarlo tale, è che la tanica è un pelo più piccola rispetto ai modelli appena visti, quindi necessita di più rabbocchi per pulire un intero appartamento oppure di un’attenta ottimizzazione del vapore disponibile per la pulizia di tutti i giorni. Il cavo lungo appena 5 metri non consentirà di andare a zonzo per casa indisturbati, ma la testa snodabile fino a 180° dalla forma triangolare si insinuerà bene tra gli angoli e sotto i mobili per raggiungere ogni punto anche quelli più difficili. I panni in microfibra in dotazione sono due, ma a parte è possibile acquistarne una scorta per essere sempre pronti a usare questa comoda scopa e tenere in ordine casa ogni giorno.

Il vapore è di per sé garanzia di pulizia profonda e igiene garantito, ma quale strumento si presta meglio per compiere il lavoro? Se le caratteristiche della Ariete Steamforce ti sembrano rispondere bene alle tue esigenze, scopri nel dettaglio cosa la distingue dagli altri modelli grazie a questa lista che ne riassume i vantaggi e gli svantaggi principali.

Pro
Prezzo contenuto:

È uno dei modelli dal costo più interessante in rapporto alle specifiche del prodotto. Pur non richiedendo un grosso investimento iniziale promette di dare una grossa mano nelle faccende domestiche quotidiane.

Motore potente:

I 1500 W di potenza di questa lavapavimenti non sono comuni in questa fascia di prezzo e offrono prestazioni affidabili e una discreta autonomia di emissione di vapore per ben 20 minuti consecutivi rapportati ai 500 ml del serbatoio.

Cavo lungo:

I 5 metri del cavo di alimentazione sono sufficienti per coprire più di una stanza anche negli appartamenti più grandi.

Contro
Pochi gadget in dotazione:

Due panni in microfibra e l’accessorio per pulire i tappeti, che non sono sempre presenti in tutte le case. Ma è possibile acquistare separatamente e a prezzi contenuti altri panni per arricchire la scorta.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Polti Turbo Mop PTEU0244

5.Polti Turbo Mop PTEU0244Per finire concludiamo con la recensione di quello che forse non è il miglior lavapavimenti a vapore Polti, ma che comunque fa la sua bella figura tra i modelli presi in esame precedentemente.

Ha una potenza ridotta rispetto alle scope già esaminate, sono 800 watt in grado di emettere vapore fino a 100° che riesce comunque a svolgere bene la sua funzione pulente e sterilizzante, seppur con un consumo elettrico leggermente inferiore, un vantaggio tutto sommato.

Ha un’autonomia illimitata, nel senso che è possibile riempire la tanica dalla capacità di 0,6 litri ogni volta che si vuole senza bisogno di aspettare che la temperatura scenda prima del rabbocco. Il cavo, lungo 7 metri, consente di allontanarsi dalla presa della corrente abbastanza da non essere costretti a cambiare allaccio troppo di frequente, evitando così di interrompere la pulizia di casa.

Vari gli accessori disponibili per pulire diverse superfici nella maniera più adatta. Unico neo la pesantezza, quasi 3 chili senz’acqua, non distribuiti equamente così da rendere la scopa non troppo semplice da portare in giro, ma basta fare l’abitudine e allenare i bicipiti.

Ora che hai un’idea di massima dei vantaggi che offre la lavapavimenti Polti, scopri quali sono i principali pro e contro ricavati anche dalla comparazione dei diversi pareri espressi da chi ha acquistato il modello, se deciderai di portarla a casa, scopri dove acquistarla con facilità seguendo il link che trovi in basso.

Pro
Sistema di sicurezza:

Funziona solo se in posizione e se attivata manualmente con l’apposito tasto sul manico.

Non bagna troppo le superfici:

Uno degli svantaggi del getto di vapore continuo e non regolabile è il rischio che troppo vapore rovini superfici delicate, in questo caso l’umidità che rimane dopo il passaggio del Vaporetto Mop è minima e si asciuga in fretta.

Silenzioso:

Il livello di rumorosità è tollerabile e non dà eccessivamente fastidio.

Contro
Potenza:

Con i suoi 800 watt, è il lavapavimenti a vapore meno potente tra quelli presenti in classifica.

Acquista su Amazon.it (€44,9)

 

 

 

Come utilizzare una lavapavimenti a vapore

 

La lavapavimenti a vapore, nota anche come scopa a vapore, è la naturale evoluzione dei primi elettrodomestici a vapore, creati per la pulizia della casa.

I primi modelli erano ingombranti, costosi e avevano una grossa caldaia da trascinarsi dietro, i nuovi modelli invece sono più evoluti dal punto di vista del design, usano una tecnologia moderna, che ha permesso di ridurre le dimensioni del motore mantenendone però la potenza, e questo ha consentito di incorporare caldaia e serbatoio all’elettrodomestico, rendendolo un corpo unico e facilitandone di molto l’utilizzo.

Dato che le capacità e la resa di una lavapavimenti a vapore sono proporzionate al tipo di uso a cui è destinata, ne consegue che prima di acquistare il modello che faccia al caso vostro, dovrete tenere conto delle vostre esigenze.

Potenza e prestazioni

Sono disponibili sul mercato, infatti, un’ampia varietà di modelli, che si distinguono per costo, potenza, numero di accessori e prestazioni di lavoro.

Se, per esempio, per pulire un monolocale o un bilocale potete affidarvi senza problemi a un modello di fascia economica, per i proprietari di case che superano i 120 metri quadrati di superficie le cose cambiano, ed è preferibile puntare su un modello di maggior potenza, anche se più costoso.

Le lavapavimenti a vapore per uso domestico sono generalmente alimentate da motori elettrici capaci di generare una potenza che va dai 1000 ai 2000 watt, a seconda del modello scelto. Ricordate che 1200 watt bastano a produrre una temperatura che raggiunge anche i 120 gradi in pochissimo tempo, e mantenerli per tutta la durata della pulizia.

Altro componente fondamentale delle lavapavimenti a vapore, è il serbatoio dell’acqua. La sua capacità di contenimento incide, ovviamente, sull’autonomia dell’elettrodomestico; tenete da conto che sul mercato esistono modelli con serbatoi dalla capacità di 0,35 litri, fino a quelli da 1 litro e oltre; è importante fare attenzione a questo requisito dato che non è assolutamente possibile, in genere, effettuare il rabbocco dell’acqua mentre la lavapavimenti è in funzione, ma bisogna prima spegnerla e aspettare che si raffreddi del tutto prima di aprire il serbatoio dell’acqua e aggiungerne altra.

Accessori disponibili

La dotazione di accessori vi permetterà di ampliare le modalità di utilizzo, e di far passare l’elettrodomestico in punti che, normalmente, sarebbero poco agibili o impossibili da raggiungere usando la lavapavimenti in configurazione base.

Tra i vari accessori che potreste trovare, alcune ditte produttrici hanno pensato bene di introdurre anche delle bocchette disegnate apposta per la pulizia dei vetri e delle finestre, mentre alcuni modelli offrono perfino una speciale bocchetta che permette di usare il vapore prodotto per stirare “al volo” camicie o magliette, nel caso fosse necessario.

Prima di concludere è bene ricordare che, se avete deciso di utilizzare una lavapavimenti a vapore, dovete tener presente che ci sono alcune tipologie di superfici che non sono adatte a essere trattate col vapore, ovviamente parliamo dei pavimenti con parquet, specialmente quelli in legno, e quelli rivestiti di moquettes o tappeti, i quali richiedono un diverso trattamento per poter essere puliti come si deve, senza danneggiarli.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Black & Decker FSMH1621R

Principale vantaggio

Lo snodo della testa permette di raggiungere anche zone generalmente difficili da pulire. In accoppiata con i numerosi accessori inclusi nella confezione riuscirete a igienizzare e pulire qualsiasi angolo del vostro appartamento.

 

Principale svantaggio

In base al pavimento su cui viene utilizzata la pulizia tramite vapore potrebbe lasciare o meno degli aloni. Gli utenti con parquet non dovrebbero avere grossi problemi mentre chi ha mattonelle di colore tendente al grigio potrebbe riscontrare zone con qualche alone.

 

Verdetto 9.7/10

Il punteggio finale potrebbe essere più alto ma ci sono ancora dei piccoli difetti da sistemare come per esempio gli aloni che l’elettrodomestico lascia su determinate tipologie di pavimenti. In parte, l’inconveniente sembra dovuto anche ai panni inclusi nella confezione. Utilizzandone di alternativi potreste risolvere il problema e godere di un ottimo lavapavimenti a vapore.

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Semplicità di utilizzo

Uno degli elementi più importanti del lavapavimenti in questione è la capacità di utilizzarlo per pulire e igienizzare qualsiasi superficie senza troppa fatica. Il prodotto pesa appena 2,6 chilogrammi, non è dunque stancante utilizzarlo per periodi di tempo prolungati, inoltre, grazie alla testa snodabile potrete aggirare gli ostacoli e pulire punti che altri elettrodomestici difficilmente avrebbero potuto raggiungere.

Un piccolo difetto è rappresentato però dal cavo di alimentazione, non eccessivamente lungo. Per ovviare al problema potreste usare una prolunga che vi permetterà di girare per casa senza dover continuamente scollegare il dispositivo per cercare la presa di corrente più vicina.

Serbatoio capiente

Per utilizzare il lavapavimenti è necessario riempire il serbatoio con acqua che verrà poi trasformata in vapore dal motore interno del dispositivo. La capienza del serbatoio è uno degli elementi che fa la differenza, sceglierne uno troppo piccolo vi costringerà a interrompere l’attività di pulizia più e più volte per riempirlo, mentre uno troppo grande vi consentirà sì di terminare la pulizia con una sola ricarica ma sarete anche costretti a trasportare un elettrodomestico molto più pesante.

Il lavapavimenti di Black & Decker è riuscito a conciliare le due cose con un serbatoio da 350 ml, non grava quindi sul peso del dispositivo ma è più che sufficiente per pulire gran parte della casa.

Solo in caso dobbiate eseguire pulizie profonde potrebbe essere necessario provvedere a ricaricarlo una seconda volta.

 

Dotazione

Avere l’accessorio giusto per la superficie da pulire è essenziale. Il lavapavimenti in questione ha una dotazione invidiabile e potrete scegliere quali accessori aggiuntivi acquistare insieme al dispositivo e quali invece procurarvi in un secondo momento.

Nella confezione troverete due panni in microfibra, un accessorio per la pulizia dei tappeti, spazzola per setole dure e per fughe e, infine, il panno per ravvivare i tessuti.

Un piccolo accorgimento che alcuni acquirenti consigliano di prendere è di testare i panni in microfibra presenti nella confezione sui propri pavimenti. Qualora persistano degli aloni anche dopo più di una pulizia potrebbe essere necessario sostituirli con dei panni alternativi, più adatti al vostro tipo di pavimentazione.

 

 

Imetec 8137 Master Vapor SM01

 

3. Imetec 8137 Master Vapor SM01Se non sai quale lavapavimenti a vapore comprare ecco un’altra ottima proposta che spicca tra le offerte più interessanti dell’anno. Con questa scopa è possibile ottenere vapore che raggiunge la temperatura di 120°: un getto forte e deciso che rimuove anche le macchie più ostinate e l’unto dal pavimento.

La spazzola per lavare a terra è abbastanza larga, un vantaggio visto che maggiore è la superficie trattata, minore sarà il tempo da dovere dedicare alla pulizia di casa. Così come proposto dalla casa produttrice, molti utenti hanno potuto verificare la possibilità di usare direttamente l’acqua del rubinetto, senza temere le incrostazioni di calcare che inficerebbero la qualità del lavoro svolto dall’apparecchio.

Raggiunge rapidamente la temperatura adatta e con una sola ricarica è possibile pulire fino a tre stanze di medie dimensioni. Il bello del vapore è che pulendo in modo radicale elimina i batteri che sono la causa dei cattivi odori, quindi la casa pulita avrà l’odore delle nostre abitudini, i nostri piatti preferiti o i profumi che mettiamo prima di uscire, e non l’odore artificioso dei detergenti chimici normalmente impiegati durante le pulizie quotidiane.

Imetec propone una soluzione semplice da usare ma molto versatile e funzionale, se credi che questo modello possa fare al caso tuo, dai un’occhiata alla lista che segue e che sintetizza brevemente quali sono gli aspetti che meglio caratterizzano la lavapavimenti rispetto alle altre.

Pro
Vapore ad alta emissione:

Il vapore emesso raggiunge i 120°, un valore che assicura la massima igiene ma anche l’efficacia sulle macchie.

Filtro anticalcare:

Parecchio utile la presenza del filtro anticalcare, in questo modo è possibile caricare la tanica estraibile direttamente con l’acqua del rubinetto senza rischiare che i depositi minerali tappino gli ugelli compromettendo il funzionamento della scopa a vapore.

Spazzola larga:

A differenza degli altri modelli, questo è dotato di una spazzola rettangolare e non triangolare, più larga e quindi in grado di coprire superfici maggiori in meno tempo e a parità di energie spese.

Contro
Capacità limitata:

Il serbatoio della serie SM01 ha una capacità di soli 350 ml, una quantità molto limitata che si presta bene soprattutto per le pulizie rapide e quotidiane. Un po’ meno in caso di pulizie generali e approfondite di grandi appartamenti.

button-IT-2

 

 

 

Hoover SSNB 1700

 

2.Hoover SSNB 1700Abbiamo destinato al terzo posto della nostra classifica a questo modello: uno tra i lavapavimenti a vapore Hoover più venduti di sempre. Appena più lento a raggiungere la giusta temperatura rispetto al modello appena visto, riesce comunque a lavorare destreggiandosi tra le diverse superfici con agilità. La testa che emette il vapore si snoda bene tra i mobili, raggiungendo anche i punti più difficili senza richiedere troppi sforzi.

La tanica che contiene l’acqua ha una buona capacità, sono 700 ml, che garantisce 25 minuti di autonomia: sufficienti a pulire per intero un appartamento piccolo in cui si danno frequenti passate, oppure per lavorare su una stanza alla volta quando si devono fare pulizie più approfondite, ricaricando la tanica al bisogno.

Come gli altri elettrodomestici di questo tipo, raccoglie la sporcizia del pavimento direttamente nel panno in microfibra posto alla base della testa che emette il vapore. È proprio questo aspetto a rendere le scope a vapore irresistibili, chi le prova apprezza soprattutto il fatto che basta una passata per avere casa pulita e igienizzata, poi lo straccio sporco finisce in lavatrice senza altri grattacapi.

Hoover è presente sul mercato da tanto tempo e per questo i prodotti proposti a prezzi bassi sono comunque garanzia di buona qualità e affidabilità, ecco perché abbiamo selezionato questo elettrodomestico per far parte della nostra guida per scegliere la migliore lavapavimenti a vapore.

Pro
Autonomia durevole:

La è resa ancora bellezza di potere igienizzare ogni angolo di casa senza l’uso di sostanze inquinanti più allettante dall’autonomia di ben 25 minuti di emissione di vapore ininterrotto, un buon risultato per questo genere di elettrodomestici.

Veloce a raggiungere la temperatura:

In 30 secondi l’acqua è pronta per essere trasformata in vapore dall’alto valore pulente. Un tempo davvero interessante perché richiede pause minime tra un rabbocco e un altro.

Capacità notevole:

Sono ben 700 ml di capacità per la tanica del Hoover in esame, che ben si combinano con l’autonomia prolungata. Ideale per le pulizie quotidiane di tutta la casa.

Contro
Dotazione limitata:

Non sono tantissimi gli accessori in dotazione con la lavapavimenti, ma si tratta comunque del minimo indispensabile per cominciare a lavorare su tutte le superfici.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Black & Decker FSMH1621R

 

1.Black & Decker FSMH1621R-QSLongilineo e maneggevole questo elettrodomestico Black&Decker per noi vale il titolo di miglior lavapavimenti a vapore del 2018. Vediamo in dettaglio i motivi della nostra preferenza. Offre la possibilità di agire in modo specifico sulle diverse superfici da lavare, quindi selezionando sulla ghiera frontale il tipo di pavimento o tessuto, si ottiene un’emissione di vapore diversa e adatta ai vari bisogni. Mentre un bottone apposito permette di ottenere un getto potenziato del 50% in più durante dieci secondi, l’ideale per rimuovere con facilità anche le macchie più secche.

Riconosce la posizione verticale interrompendo il flusso di vapore, per contenere gli sprechi e funzionare solo quando necessario, ma reggendosi bene in piedi consente di prendere una pausa mentre si devono spostare oggetti dal pavimento o per riporre l’elettrodomestico dopo l’uso. Una luce indica il raggiungimento della temperatura adeguata, cosa che avviene in pochi secondi. La consistente dotazione di accessori completa l’offerta di questo strumento che in breve si rivela indispensabile: abbattendo i costi per l’acquisto di detersivi chimici, con un solo dispositivo è possibile pulire pavimenti, tappezzerie, tende e persino gli abiti. A nostro avviso questo modello non teme la comparazione con i migliori lavapavimenti a vapore Black & Decker venduti online.

Se non cerchi solo il modello più economico allora non sarai indifferente di fronte ai vantaggi che offre la nuova lavapavimenti a vapore proposto da Black & Decker. Di seguito la lista di pro e contro, la descrive in maniera esaustiva e di chiara lettura.

Pro
Regolazione automatica del tipo di getto:

Il sensore riconosce automaticamente il tipo di pavimento da trattare e regola di conseguenza la tipologia del getto di vapore, più o meno intenso, per agire in modo mirato su superfici più delicate o più resistenti.

Boost vapore:

Per 10 secondi è possibile azionare il 50% di vapore in più per trattare quelle macchie più secche e ostinate che non vengono

Tanti accessori in dotazione:

Oltre ai comodi pad in microfibra che resistono fino a cento lavaggi in lavatrice, sono presenti tanti boccagli speciali per dirigere il vapore in modo mirato su qualsiasi superficie, dal vetro ai tessuti.

Contro
Tanica limitata:

Nemmeno mezzo litro d’acqua è contenuto nella tanica, che arriva a una capacità di 0,35 litri. Poco per lavorare su superfici estese e richiede rabbocco continuo, compensato dai tempi rapidi di ricarica.

button-IT-2

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

Mocio per pavimenti

Lucidatrice per pavimenti

La migliore scopa elettrica

Scopa a vapore

Scopa elettrica senza fili

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (12 votes, average: 4.67 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.