Profumo da uomo: come fare emergere la propria personalità in base alla tipologia o a dove lo si spruzza.

Ultimo aggiornamento: 08.07.20

A volte per un uomo scegliere la giusta fragranza non basta, se non è consapevole di alcuni trucchi per vaporizzarlo e stenderlo al meglio sul proprio corpo. 

 

Sono veramente tanti i profumi da uomo venduti online che vengono scelti e comprati perché appartenenti a un determinato marchio famoso o alla categoria più gettonata del momento.

Questo è un errore che non dovete fare mai: la fragranza che deciderete di acquistare non deve essere presa in considerazione in base a quanto sia costosa rispetto a un’altra o a quanto sia utilizzata dagli altri, perché è un’espressione della vostra stessa identità.

E allora qual è il modo giusto per trovarlo? Avrete sicuramente sentito parlare di note all’interno del profumo, che sono di bergamotto, sandalo e così via; queste ultime rappresentano le componenti essenziali dell’aroma, gli ingredienti che lo compongono.

Si usa perciò distinguere tre tipologie differenti: le note di testa, le note di cuore e quelle di fondo. Le prime si riconoscono perché sono leggere e poco persistenti; si avvertono i primi dieci minuti dopo l’applicazione e sono composte da elementi freschi e volatili, come l’arancio, il limone o il bergamotto, che attirano l’attenzione e lasciano intuire l’evoluzione successiva del profumo.

Le note di cuore sono quelle dominanti, forti e che mantengono una durata variabile dalle quattro alle sei ore. Esprimono con prepotenza tutta l’essenza del profumo, e sono per questo costituite di solito da aromi fioriti o speziati, come nel caso della cannella, della noce moscata o del gelsomino.

Le note di fondo, infine, che apparentemente sembrano marginali, si riconoscono in realtà perché rimangono più a lungo delle altre, anche a distanza di giorni, in particolare sui vestiti. Quando le altre note saranno scomparse dalla pelle con la doccia e l’uso del bagnoschiuma, a essere percepite saranno proprio queste ultime.

 

Evitare assolutamente il bagno di profumo

Molti uomini pensano che, per garantire un effetto e una durata più lunga possibile della fragranza sul corpo, sia semplicemente necessario spruzzare il profumo in grandi quantità e senza limiti, anche più volte al giorno.

E’ invece controproducente: oltre alle spese non indifferenti a cui si va incontro, perché il profumo si esaurisce più in fretta del previsto, la grande quantità di odore, invece di sedurre e attrarre l’attenzione di chi vi circonda, può avere l’effetto contrario, nauseante per amici e familiari perché troppo persistente.

Si dice che la giusta fragranza sia quella che non viene percepita da chi la indossa, quindi è giusto che voi non la sentiate, ma questo non vuol dire che non faccia la sua bella figura, specialmente se avete trovato la tipologia di note perfette per voi.

Vi sarà capitato almeno una volta di percepire lo stesso effetto stucchevole e a tratti da mal di testa provenire da un collega o da una persona che aveva spruzzato troppo del suo profumo; non fate lo stesso errore.

 

Avere un occhio di riguardo anche per il contenuto e l’intensità

Oltre ovviamente al budget e al prezzo che devono rispettare degli standard di vostro gradimento, ci sono altre due importanti caratteristiche di cui tenere conto, ossia la percentuale di olio e l’intensità del profumo.

Il contenuto di olio è fondamentale perché determina la maggiore o minore persistenza della fragranza; intrappola infatti l’aroma con la sua soluzione semiliquida e favorisce una lunga durata se è presente in grandi percentuali.

In questi casi è opportuno rendersi conto delle quantità, perché anche una goccia in più potrebbe poi avere un effetto fastidioso per chi vi circonda. In base a tale caratteristica si distinguono l’acqua di colonia, l’eau de toilette, l’eau de parfum e il parfum.

L’acqua di colonia contiene una percentuale bassa di oli, dall’1% al 3% al massimo, e per questo è più leggera e con una durata più bassa. La seconda è una soluzione profumata contenente sia acqua sia alcol, ed è un buon compromesso tra un profumo a lunga durata e dall’odore forte e uno invece più volatile, perché contiene una percentuale che va dal 4% al 7%.

Quest’ultima è stata pensata anche per smorzare i toni del ben più permanente eau de parfum, con oli essenziali che vanno dall’8% al 12%, e quello più particolare di tutti che è il parfum assoluto, con una concentrazione del 14%.

 

Trucchi per essere sempre al meglio

Per avere alte prestazioni dal proprio profumo, esistono alcuni posti strategici in cui l’applicazione permette di espandere l’aroma e lasciare un gradevole odore sulla pelle e sul corpo senza risultare invadente o fastidioso.

74025273 – handsome guy is choosing perfumes and smiling while doing shopping in the mall

Si dice che le zone più indicate siano quelle dove la temperatura è più alta, in modo che lo spruzzo evapori velocemente lasciando solo la fragranza persistente, e con una lunga durata.

Per questo ai primi posti c’è il collo, sulla linea della giugulare, dove pochi spruzzi sono più che sufficienti, e i polsi, parte classica del corpo che anche le donne sono solite detergere con poche gocce di oli essenziali.

Molti sono soliti impregnare anche il torace, la zona dietro le orecchie, che è particolarmente calda ed è anche un punto di forte attenzione negli uomini, e l’incavo tra coscia e polpaccio, poco comune ma d’effetto.

Per chi vuole azzardare ci sono perfino le caviglie, perché il profumo tende a vaporizzare verso l’alto, diffondendo così l’aroma in modo delicato a tutto il resto del corpo. La fragranza poi va picchiettata e non strofinata: in questo modo si diffonderà meglio anche alle altre parti del corpo e si manterrà viva sui polsi e le altre zone sopra elencate.

Evitate di spruzzare il profumo su maglioni delicati; oltre a cambiare il suo odore, potrebbe lasciare macchie spiacevoli, specialmente se ha un’alta percentuale di olio. Sarebbe meglio applicarlo poco dopo la doccia, quando si è al massimo della forma e il corpo si è asciugato dal sudore e altre componenti che potrebbero fare contrasto con l’aroma, rendendo il mix tutt’altro che accattivante.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status