Il miglior olio motore per moto

Ultimo aggiornamento: 18.08.18

Oli motore per moto. Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2018

 

La manutenzione del proprio mezzo a due ruote è importante, ecco perché vorremmo parlarti dei due oli motore più performanti per noi: Bardahl XTC60 10W50 è un lubrificante sintetico che assicura prestazioni superiori grazie alla sua formula Polar Plus. Se invece vuoi spendere un po’ di meno, potrai optare per il Castrol 2240-7176 Power 1 Racing 2T realizzato con la tecnologia brevettata Trizone, ideale per motori da corsa dato che permette di sfruttare al massimo la potenza del veicolo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

 

Guida per scegliere il miglior olio motore per moto

 

Quale olio acquistare per la propria moto? Per individuare quello giusto cerchiamo di capire a cosa serve e come è composto: è quello di cui ci occupiamo nella nostra guida. Nella classifica in basso, invece, abbiamo elencato quelli che sono per noi i migliori oli sul mercato. Confronta prezzi e prestazioni leggendo la recensione di ognuno.

Guida all’acquisto

 

Viscosità

Tutti gli oli motore riportano una particolare sigla, per esempio 10W40, 20W60. Ma cosa significa? Indica il grado di viscosità del lubrificante. W significa winter, inverno, e il numero alla sinistra segnala il grado di viscosità dell’olio a temperature molto basse, al di sotto dello zero. La cifra a destra, invece, esprime la viscosità ad alte temperature.

Facciamo due esempi: un olio 5W30 è poco viscoso, sia alle basse che alle alte temperature. Al contrario, la sigla 20W60 indica un lubrificante molto viscoso in ogni situazione.

Per scegliere quello giusto bisogna fare sempre riferimento alle indicazioni della casa produttrice che consiglia un particolare tipo di olio in base alla moto e al clima del Paese dove viene venduta.

Detto questo, bisogna sapere che un olio troppo viscoso, quando è freddo, scorre con maggiore difficoltà all’interno del motore. La conseguenza pratica, per esempio, è che se la mattina accendi la moto che hai lasciato all’aperto in una notte gelida ci metterà un po’ a raggiungere tutte le parti meccaniche.

Se, invece, acquisti un olio poco viscoso potrebbe non creare la necessaria pellicola protettiva perché troppo fluido quando è caldo.

Quale comprare allora? Attenendosi alle indicazioni fornite dal produttore non si sbaglia. Certo, bisogna considerare anche l’utilizzo che si fa della propria moto: d’estate, per esempio, il motore tende a scaldarsi molto in città o quando si è bloccati nel traffico. In Italia, spesso la scelta si riduce a due tipi di olio: 10W40 e 10W50.

 

Specifiche

Un altro aspetto che ti consigliamo di valutare con attenzione prima di acquistare un olio sono le specifiche. Di cosa si tratta? Una è relativa proprio al grado di viscosità, e ne abbiamo già parlato: è la cosiddetta SAE (Society of Automotive Engineers). Poi ce ne sono altre due molto importanti: API e JASO.

Api sta per American Petroleum Institute, l’ente statunitense che si occupa di definire diversi standard industriali e, tra questi, quelli degli oli motore che vengono certificati e omologati.

Chi è in cerca della migliore marca di lubrificanti per la propria moto dovrebbe considerare anche la specifica JASO (Japanese Automotive Standards Organization), l’ente giapponese analogo alla SEA. Nel caso dei motori a due tempi, quest’organismo ha rilasciato quattro certificazioni. JASO FA, FB, FC, FD. Se vuoi il meglio, scegli un olio con certificazione JASO FD perché è quella più stringente che garantisce risultati migliori: maggiore capacità di lubrificazione, meno sporco e detriti, meno fumo, prestazioni superiori.

Prestazioni

A proposito di prestazioni che un olio riesce a garantire, scegli sempre un lubrificante totalmente sintetico. Certo, ha un prezzo superiore agli altri, ma non senza ragione. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, nel caso dei motori sono da preferire i lubrificanti di sintesi al 100%, e non quelli naturali, perché sono sviluppati in laboratorio e testati anche in condizioni estreme. Sono anche molto meno volatili di quelli semi-sintetici o minerali che si usavano in passato.

In molti casi negli oli vengono aggiunti degli additivi, alcuni ormai usati da anni, altri innovativi e brevettati di recente, che migliorano ulteriormente le prestazioni perché rendono l’olio ancora più resistente e rapido nel raggiungere le varie parti meccaniche.

 

I migliori oli motore per moto del 2018

 

Dopo aver spiegato le caratteristiche che dovrebbe possedere un buon olio da motore, passiamo adesso ai nostri consigli d’acquisto. Si tratta degli oli più apprezzati dai motociclisti, per cui scopri quali sono e fai una comparazione. In pochi minuti potresti individuare proprio quello che fa per te.

 

Prodotti raccomandati

 

Bardahl XTC60 10W50

 

In cima alla nostra classifica dei migliori oli per moto del 2018 svetta questo Bardahl che, non a caso, è anche uno dei più venduti sul mercato. Cerchiamo di capire le ragioni di questo successo.

Si tratta di un olio completamente sintetico che vanta prestazioni al di sopra della media per l’utilizzo di una speciale formulazione detta Polar Plus.

Il vantaggio fondamentale sta nell’utilizzo di polimeri particolari che proteggono le parti meccaniche, garantiscono maggiore resistenza all’usura e al calore e, di conseguenza, maggiore durata del motore e anche superiore efficienza.

All’interno di questo lubrificante vengono aggiunte molecole di fullerene, una sostanza chimica che ha la proprietà di creare uno strato protettivo molto resistente e stabile sulle parti del motore, riducendo ulteriormente l’attrito e assicurando performance ancora più efficienti.

Ecco perché consigliamo di valutare con attenzione questo prodotto. In più è adatto a moto molto diverse, con uno o più cilindri, sportive, da strada, fuoristrada e così via.

Il prezzo è molto competitivo, la confezione include quattro flaconi da 1 litro e, a differenza di altre offerte simili, il motociclista trova anche il pratico filtro HiFlo, basta specificare la moto per ricevere il modello adeguato.

Vediamo quali sono i pro e contro del prodotto per fare un riassunto delle sue caratteristiche positive e negative.

Pro
Prestazioni:

La formula Polar Plus garantisce delle prestazioni superiori rispetto ad altri oli motore per moto.

Protettivo:

I polimeri e le molecole di fullerene proteggono le parti del motore riducendo l’attrito e aumentandone la resistenza all’usura e al calore.

Conveniente:

A un prezzo tutto sommato basso si potranno avere ben quattro flaconi da 1 litro.

Contro
Filtro:

Il filtro HiFlo in dotazione non sembra essere di grande qualità.

 

Acquista su Amazon.it (€52,8)

 

 

 

Castrol 2240-7176 Power 1 Racing 2T

 

Se cerchi il miglior olio motore per moto e motorini a due tempi dai un’occhiata a questo Castrol. È un prodotto particolarmente apprezzato dagli amanti delle due ruote, e non senza ragione.

Si tratta di un lubrificante totalmente sintetico e, come ricordato in precedenza, sono questi i migliori perché in grado di assicurare performance superiori.

In particolare, quest’olio per veicoli a due tempi utilizza una speciale tecnologia brevettata, detta Trizone, che riesce a gestire al meglio le diverse necessità di motore, frizione e cambio che utilizzano lo stesso olio, a differenza delle automobili.

Il risultato finale è un lubrificante in grado di garantire un’ottima protezione per poter liberare tranquillamente tutta la potenza del motore. È, dunque, ideale per chi ha una guida estrema, desidera sfruttare tutte le potenzialità del proprio veicolo e avere massime prestazioni e zero problemi.

Del resto, basta confrontare le recensioni dei consumatori per avere una conferma delle performance ottenute e dell’assenza di inconvenienti.

La nostra guida per scegliere il miglior olio motore per moto include anche i pro e contro di questo prodotto di Castrol. Consultali per capire se può fare o meno al caso tuo.

Pro
Sintetico:

Come i migliori oli in commercio, anche questo Castrol è del tutto sintetico ed assicura ottime performance.

Trizone:

Questa particolare tecnologia fa fronte alle diverse necessità di motore, frizione e cambio del proprio mezzo a due ruote.

Moto da corsa:

L’olio permette di sfruttare al massimo il motore della propria motocicletta, quindi si adatta molto bene a quelle da corsa.

Contro
Prezzo:

Non è certo questo l’olio motore per moto più economico presente sul mercato.

 

Acquista su Amazon.it (€14,49)

 

 

 

Motul 710 2T MIX

 

Un altro suggerimento per chi non sa quale olio motore per moto comprare è il lubrificante prodotto dalla Motul. Si tratta di un prodotto per veicoli con motore a due tempi, quindi non solo moto ma anche motorini e quad.

È un olio versatile perché va bene per motori a iniezione diretta, premix, alimentati a benzina con o senza piombo ed è compatibile anche con le marmitte catalitiche.

È al 100% sintetico, quindi di grande qualità, ed è pensato per chi vuole ottenere le massime prestazioni dal proprio mezzo. Nello stesso tempo è omologato per diversi standard, compreso JASO FD, quello più recente che certifica una detergenza di gran lunga superiore.

Il vantaggio per l’utente è che l’olio lubrifica meglio tutte le parti meccaniche, sporca molto meno candela e cilindro e produce una quantità notevolmente inferiore di depositi e di fumo come, del resto, confermato da molti consumatori.

Passiamo ora in rassegna i pro e contro di questo prodotto di Motul. Se non sai dove acquistare l’olio motore per moto ti consigliamo di cliccare sul link del negozio qui di seguito.

Pro
Versatile:

Si tratta di un olio per veicoli con motore a due tempi, quindi può essere utilizzato anche su motorini, su quad e con veicoli con marmitta catalitica.

Sintetico:

Garantisce delle alte prestazioni grazie alla sua composizione sintetica.

JASO FD:

L’olio ha una certificazione recente che ne attesta una detergenza superiore e non lascia residui nel motore.

Contro
Prezzo:

Estremamente apprezzato dai motociclisti, l’olio non ha un prezzo di primissima fascia, anche se cliccando sul link in basso puoi trovare un’offerta interessantissima.

 

Acquista su Amazon.it (€22,24)

 

 

 

Repsol Moto Racing 4T 10W40

 

Una delle ragioni per cui ti consigliamo di prendere in considerazione l’olio Repsol, anche se non è tra i più venduti online, è l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

La tanica da 4 litri viene venduta a un costo davvero competitivo, l’ideale per chi vuole spendere il meno possibile per un lubrificante. Clicca sul link in basso per trovare il miglior prezzo su Internet.

Nonostante il costo accessibile a tutte le tasche, l’olio è di buona qualità perché completamente sintetico. È adatto alle moto a quattro tempi molto performanti, non solo a chi ama fare giri tranquilli in una domenica di sole.

La Repsol, tra i leader mondiali del settore, testa i suoi prodotti su motociclette che vengono “maltrattate” e usate in condizioni estreme. Ecco perché quest’olio è adatto per chi va su strada ma anche su pista.

Se stai cercando un nuovo olio motore per la tua moto e vuoi spendere qualcosa in più acquistandone una quantità elevata, potrai gradire questo Repsol che viene venduto in una tanica. Ti consigliamo comunque di vedere quali sono i pro e contro del prodotto prima di acquistarlo.

Pro
Capiente:

4 litri contenuti in una tanica dovrebbero essere più che sufficienti per lubrificare il motore della tua moto da corsa.

Sintetico:

L’olio si adatta molto bene a veicoli a quattro tempi, liberando la potenza del motore e facendoti sfruttare la tua moto da corsa al massimo delle sue potenzialità.

Contro
Motorino:

Quest’olio potrebbe essere un po’ eccessivo per un motorino.

Acquista su Amazon.it (€30,82)

 

 

 

Castrol 22587176 10W50 4t Power 1 Racing

 

Come scegliere un buon olio motore per moto a quattro tempi? Pur non essendo in cima alle preferenze dei consumatori, ecco un lubrificante Castrol che non è niente male in termini di rapporto qualità/prezzo. Il flacone da 1 litro ha un prezzo concorrenziale come puoi verificare tu stesso.

Per quanto riguarda le prestazioni, si tratta di un olio completamente sintetico che si distribuisce molto velocemente per assicurare subito il giusto film protettivo in tutte le parti meccaniche soggette ad attrito: basta sfiorare l’acceleratore per ottenere immediatamente grande potenza.

La sua formulazione è studiata appositamente per proteggere il motore dall’accumulo di depositi che ne compromettono prestazioni e potenza.

I test condotti dalla Castrol in condizioni di guida anche molto difficili confermano i risultati positivi ottenuti. Perciò, se hai una moto quattro tempi che vuoi guidare in modo spericolato, specialmente se è di marca europea, quest’olio può fare al caso tuo.

L’olio a motore di Castrol può essere acquistato a prezzi bassi. Prima di acquistarlo leggi il riassunto dei pro e contro per avere un’idea migliore sulle sue caratteristiche e scoprire se può andare bene per il tuo mezzo a due ruote.

Pro
Prezzo:

Quest’olio è più economico rispetto ad altri prodotti venduti online.

Sintetico:

Nonostante il costo ridotto si tratta di un prodotto sintetico che protegge il motore e ne aumenta le performance.

Contro
Moto da corsa:

Il prodotto è stato progettato specificamente per le moto da corsa, specialmente per quelle europee. È quindi meno indicato per tutti gli altri veicoli.

Acquista su Amazon.it (€18,9)

 

 

 

Come usare l’olio motore per moto

 

La scelta dell’olio per il motore non va fatta a cuor leggero. Bisogna saper bene quale usare. Soprattutto se la motocicletta è molto potente, è fondamentale usare un olio di indiscussa qualità perché gli stress meccanici cui l’olio dovrà fronteggiare sono di particolare rilievo. Basti pensare che i motori delle moto sportive si caratterizzano per regimi di rotazione molto elevati e dunque la lubrificazione è chiamata a superare prove impegnative.

La gradazione

Sulla confezione dell’olio è riportata la gradazione SAE, quella corretta si trova indicata nel libretto della moto. Ora, non tutte le gradazioni vanno bene, dipende appunto dal motore, ma la più comune e utilizzata è quella 10W40. Cosa significa? La prima parte, ovvero 10W, indica la viscosità dell’olio quando è a freddo, dunque non con il motore acceso e a pieno regime.

La viscosità, in altre parole, è la resistenza allo scorrimento. Una bassa viscosità va bene per le temperature rigide: più basso è il valore che precede la W, meno l’olio è viscoso. La seconda parte indica la viscosità a caldo (per caldo si intende il raggiungimento dei 100°), dunque quando il motore è in funzione. In questo caso, più è alto il numero e maggiore è la viscosità.

Se l’olio a freddo è troppo viscoso, all’avvio potrà avere delle difficoltà a raggiungere le parti meccaniche da lubrificare. Se poco viscoso a caldo, l’olio diventa troppo fluido e non è in grado di creare il necessario velo protettivo alle parti meccaniche.

 

La giusta scelta della gradazione

Se si vuole andare sul sicuro e non sbagliare olio, è bene attenersi alle direttive presenti sul libretto della motocicletta. Tuttavia va tenuto in conto anche l’utilizzo che si fa della due ruote. Per esempio una moto usata soprattutto per girare la città, magari in estate, si scalda molto.

Di conseguenza la viscosità a caldo non deve essere troppo bassa. Va prestata particolare attenzione alla viscosità a freddo quando la moto si usa di inverno: premesso che dubitiamo qualcuno possa mettersi in sella al suo bolide con temperature intorno allo zero, è bene scegliere una viscosità media.

Il cambio dell’olio

Quando e come cambiare l’olio? Sul quando, le indicazioni necessarie sono riportate sul famoso libretto. Cosa serve per il cambio? Certamente un recipiente dove raccogliere l’olio vecchio e anche un paio di guanti per evitare di sporcarsi. Una cosa importante da sapere è che l’olio non va gettato dove vi pare: bisogna portarlo presso dei luoghi di raccolta per gli oli esausti.

Innanzitutto è necessario tenere il motore acceso per un quarto d’ora, questo perché per il cambio la moto deve essere leggermente calda. Spenta la moto e aperto il tappo del lubrificante (per evitare che si formi un vuoto) il recipiente va posizionato in corrispondenza del bullone dell’olio, il quale va svitato il più dolcemente possibile in quanto, se il motore è troppo caldo, il bullone potrebbe sfilettarsi.

Ricordate sempre di proteggere la mano con guanti specifici perché l’olio che inizierà a colare sarà molto caldo. L’olio sembrerebbe essere uscito del tutto ma in vero una piccola quantità si trova ancora nei cilindri. Si procede in questo modo: si chiudono i tappi di rabbocco e scolo, si accende la moto per pochi secondi, il tempo di accelerare e poi si spegne la moto.

È importante che questa operazione si svolga in modo rapido perché il motore non può girare senza olio. A questo punto si può svuotare l’olio rimanente. Completata l’operazione, si riavvita il bullone e si versa il nuovo lubrificante.

 

 

Altri articoli popolari scritti da noi:

 

Olio 5W30

Casco da moto

Olio 10W40

Migliori occhiali da moto

Baule per moto

 

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (7 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.