La migliore lezione di chitarra

Ultimo aggiornamento: 18.11.18

 

Lezioni di chitarra – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La chitarra, probabilmente, è uno degli strumenti musicali più diffusi, c’è chi preferisce la classica, comoda anche da portare in giro e, perdonateci lo stereotipo, da suonare in spiaggia davanti a un falò, in compagnia degli amici e c’è chi adora la chitarra elettrica, con la quale si può suonare musica più spinta ma anche jazz, blues, pop, insomma tutto quello che pare e piace, dopotutto una delle cose belle della musica è la libertà. Libertà di esprimersi, libertà di creare; questi sono concetti ben chiari a chi ha impugnato e impugna questo meraviglioso strumento. Chi non ricorda gli inizi, con le dita che sembravano attaccate e le corde che emettevano suoni orribili, “stoppati” proprio dall’errato posizionamento delle dita sulla tastiera? E vogliamo parlare del barrè? Quanto vi ha fatto imprecare, agli inizi, il FA maggiore? Certo, poi avete imparato ad eseguirlo e da quel momento in poi il barrè ha mostrato tutta la sua comodità. Alla fine quattro accordi messi in croce riescono a tutti, avete imparato il giro di DO e siete contenti così, vi basta e avanza per stupire la ragazza che avete conosciuto in spiaggia con le Hit di Vasco Rossi. Ma se volete di più dal vostro strumento, seguite i nostri consigli d’acquisto sulle migliori lezioni di chitarra del 2018, tra cui vi anticipiamo di dare un’occhiata a Jon Chappell – Chitarra elettrica per negati, che vi insegna i rudimenti dello strumento senza fare mancare un po’ di ironia Oppure a Donato Begotti – Chitarrista da zero!, che sfrutta proprio la presenza del disco per fornire approfondimenti e informazioni aggiuntive.

 

 

Tabella comparativa

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore lezione di chitarra

 

Di metodi didattici per imparare a suonare la chitarra venduti online ce ne sono a bizzeffe; li troviamo anche divisi per generi e/o categorie: chitarra jazz, blues, moderna, metodo per chitarra heavy metal e così via. Ma perché fare una  comparazione del genere, se suonare un DO maggiore in un brano rock è lo stesso che suonarlo in un brano blues?

È una questione di stile, o meglio, di tecniche adatte a un determinato stile. Per dire una banalità, chi suona solo ed esclusivamente la chitarra classica non interesserà, probabilmente, imparare l’uso della leva vibrato, anche perché la chitarra classica n’è sprovvista.

 

 

Guida all’acquisto

 

Per i principianti

I chitarristi, o aspiranti tali, solitamente hanno un difetto: la fretta, che non è mai una buona consigliera, visto che chi va piano va sano e lontano. Quante volte abbiamo sentito questi detti? Invece gli aspiranti musicisti imbracciano una chitarra e già vogliono suonare come Eddie van Halen. Non funziona così e cercare di bruciare le tappe porta alla frustrazione perché state certi che non ci riuscirete.

Se siete agli inizi, non pretendete di saper padroneggiare la tecnica del tapping come fa il vostro chitarrista preferito, sappiate che lui, per mantenere i suoi standard alti, quotidianamente o quasi fa quegli esercizi necessari e che probabilmente, in questo momento, state odiando. Siete dei principianti, prendetene coscienza e accettatelo. Tutto questo per dire cosa?

Che dovete concentrarvi su quale migliore lezione di chi chitarra per principianti comprare, non un metodo avanzato, per quello ci sarà tempo.

 

Lo stile musicale

Dopo aver imparato l’ABC dello strumento, e questo significa saper fare ben più del succitato giro di DO, potete scegliere la vostra “specializzazione”, ossia un metodo di chitarra per il blues, il rock o qualsiasi altro genere vogliate suonare.

Noi, con la nostra guida, cercheremo di spiegarvi come scegliere una buona lezione di chitarra tenendo conto delle vostre inclinazioni musicali ma anche dei prodotti della migliore marca e mettendo a confronto i prezzi. Anche quando avrete ben chiaro il genere e avete fatto un po’ di gavetta con gli esercizi per principianti, ricordate che i metodi dedicati a generi specifici possono presentare diversi gradi di difficoltà.

Altri, invece, sono più completi e hanno una complessità crescente. Se avete fatto bene i compiti a casa vi suggeriamo di scegliere il metodo per chitarra a difficoltà crescente, facendo una scrematura tra le offerte sul mercato.

 

 

Corsi completi

Un tempo un corso per chitarra era un semplice libro con spartiti ed esercizi da eseguire, corredati da poche parole. È vero, in tanti hanno imparato così a suonare ma, sinceramente, ci sembra poco e il supporto di un maestro crediamo sia indispensabile in questo caso, per arrivare a certi livelli.

Poi qualcuno ha pensato bene di allegare anche delle musicassette (le ricordate?) che erano di grande aiuto, non solo perché c’era una voce che spiegava cosa fare ma perché si poteva anche ascoltare l’esecuzione dell’esercizio e suonare all’unisono, così da capire se lo si stava facendo davvero bene.

Ma l’aspetto più innovativo è stata l’introduzione dei DVD didattici. In questo modo l’allievo non solo ascolta come eseguire l’esercizio ma può vederlo con i suoi occhi. È quasi come avere un maestro a disposizione, anche se per ovvie ragioni non potrà intervenire per dirvi che state sbagliando o per correggere la posizione della mano. A riguardo ci pare opportuno aggiungere che, grazie alle nuove tecnologie, ci sono maestri che offrono video lezioni online, alcune gratuite altre a pagamento.

Qui c’è il vantaggio, a seconda dei casi, dell’interazione con la possibilità di porre domande e di chiedere consigli.

 

Le migliori lezioni di chitarra del 2018

 

Di seguito vi proponiamo quelle che riteniamo essere le offerte più interessanti circa i metodi per chitarra venduti online. Chiaramente il tutto è accompagnato da una recensione con un’analisi qualitativa delle lezioni con pregi e difetti messi ben in evidenza nella nostra classifica.

 

Prodotti raccomandati

 

Jon Chappell – Chitarra elettrica per negati

 

Si tratta di un corso tra il serio e il faceto nel senso che non manca una certa dose d’ironia da parte dell’autore. Il titolo non deve trarre in inganno perché non è esattamente adatto a chi deve partire da zero, come sottolineato anche in più di un’occasione tra i commenti che si trovano in rete. A riguardo, sempre dell’autore Jon Chappell, si potrebbe integrare questo libro con Guitar for Dummies, così da avere un corso più completo.

Ma tornando a Chitarra elettrica per negati, il lavoro si propone di insegnare sia la solista sia la ritmica (spesso sottovalutata dai chitarristi), come creare degli effetti sonori e come scegliere l’attrezzatura e prendersene cura. Aspetto molto importante, insieme al libro c’è anche un CD che aiuterà non poco durante lo studio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Donato Begotti – Chitarrista da zero! 

 

Se state valutando quale lezione di chitarra comprare, questo è uno dei corsi più venduti e, come suggerisce il titolo, è adatto a chi è un completo neofita dello strumento. In questo senso la presenza del DVD torna molto utile perché le immagini spiegano ciò che a voce, magari, risulta poco chiaro.

Il metodo è a difficoltà progressiva, dunque l’asticella si alza man mano che si prosegue e questo è certamente una cosa buona, almeno secondo noi. È abbastanza completo nel senso che si apprendono sia la parte ritmica sia gli assoli. Il metodo, inoltre, si prefigge di insegnare a leggere le tablature. Sono presenti, poi, una serie di basi musicali sulle quali suonare.

Acquista su Amazon.it (€15,22)

 

 

 

Massimo Varini – Manuale completo di chitarra

 

Si tratta di un manuale contenente quaranta lezioni, spiegate anche con il supporto di un DVD didattico ma su questo ci  torneremo tra un attimo.

Autore del libro è Massimo Varani, un maestro e chitarrista molto stimato. Il titolo lascia presupporre che si tratti di un manuale completo ma, come si può leggere in diversi commenti presenti online, la teoria non è approfondita. Manca qualcosa e quel qualcosa, andrebbe cercato in altri manuali dell’autore stesso e da lui suggeriti. In altre parole bisognerebbe spendere altri soldi, aspetto che non tutti hanno apprezzato.

Ma veniamo al DVD che troviamo insieme al cartaceo. È probabilmente l’aspetto più criticato perché la qualità dei video non è di buona qualità e questo ha indispettito non poco gli aspiranti chitarristi.

Acquista su Amazon.it (€22)

 

 

 

Roberto Fabbri – Chitarrista classico autodidatta

 

Questo metodo è dedicato a chi vuole cimentarsi nello studio della chitarra classica. L’autore è Roberto Fabbri, maestro e concertista che si prefigge di insegnare a suonare la chitarra attraverso le fotografie, oltre a una serie di studi e brani completi.

Le tabulature presenti sul libro possono essere ascoltate sul CD allegato. Il corso è a difficoltà crescente e si rivolge ai dilettanti.

Il tutto è scritto in modo abbastanza chiaro e immediato. L’unica vera lamentela riguarda la qualità della stampa e della carta che andrebbero migliorate sebbene non manchi anche chi non ritiene il testo sufficiente per apprendere i segreti dell’arte di suonare la chitarra.

Acquista su Amazon.it (€14,78)

 

 

 

Andrea Maddalone – La chitarra moderna

 

Questo metodo per chitarra è stato scritto da Andrea Maddaloni che da oltre 30 anni si cimenta tra l’insegnamento e il lavoro di arrangiatore. Ha collaborato in qualità di musicista con importanti esponenti della musica pop italiana. Tutta la sua esperienza è stata messa al servizio di questo libro per chitarra nel quale si analizzano scale ed accordi con l’intento di dare un certo ordine alla teoria.

Una serie di esempi e dimostrazioni concorrono nel rendere l’apprendimento meno difficoltoso.

Il testo non è molto corposo, appena 65 pagine, e mancano sia un supporto audio sia uno video che, secondo noi, avrebbero reso il tutto più immediato per lo studente.

Acquista su Amazon.it (€19,5)

 

 

 

Come utilizzare le lezioni di chitarra

 

Probabilmente avete comprato una chitarra e dopo qualche mese di “progressi 0” avete capito che non suona da sola. Bene, siete a un bivio: rinunciarci per sempre o iniziare a fare sul serio. Se imboccate la seconda strada, dovete prendere delle lezioni di chitarra. È qui che entriamo in gioco noi, non nel senso che vi insegneremo a suonare lo strumento; più che altro vi daremo dei consigli che secondo noi si dimostreranno utili.

 

 

Accordare la chitarra

Probabilmente la prima cosa che bisogna imparare, anzi, togliamo il “probabilmente”, è accordare la chitarra. Con uno strumento scordato non si va da nessuna parte. Per accordare la chitarra bisogna modificare la tensione delle corde. Come si fa? Semplicissimo, girando in un senso o nell’altro le chiavi, dipende se la corda deve essere più o meno tesa per abbassare o alzare la nota. La soluzione che assicura maggior precisione, oltre a essere la più semplice è quella di servirsi di un accordatore.

In questo caso si suona la corda a vuoto e si attende la risposta dell’accordatore che generalmente indica la nota percepita e una scala che aiuta a capire se bisogna abbassare o alzare la nota. Oggigiorno non è indispensabile comprare l’accordatore, ci sono diverse buone app per smartphone che fanno proprio questo. Poi c’è il metodo del quinto tasto. In questo caso si presuppone che la corda del MI basso sia accordata. Pigiando il primo tasto, suonerete un LA che è proprio la stessa nota della corda successiva suonata a vuoto.

Se avete un buon orecchio, sarete in grado di tendere la corda fino a ottenere il LA. La stessa operazione va ripetuta per tutte le corde ma con una eccezione per la corda del SOL. In questo caso va pigiato il quarto tasto per ottenere un SI.

 

Non avere fretta

Perfetto, adesso sì che possiamo iniziare. Per motivi vostri non volete o potete andare da un maestro. Sarebbe la soluzione migliore ma pazienza. In tanti hanno imparato lo strumento da autodidatti. Vi serve un buon corso. Ricordate che avete appena imparato ad accordare la chitarra, siete dei principianti dunque iniziate con un metodo coerente con le vostre capacità.

Per progredire con cose più complesse ci sarà tempo. Il segreto per imparare a suonare lo strumento è non avere fretta, fate le cose passo dopo passo e non siate superficiali. Altra cosa importante, non scoraggiatevi. All’inizio parecchie cose, parecchi esercizi non vi riusciranno, ma è solo questione di pratica e applicazione.

 

Che genere volete suonare

Dopo aver imparato l’ABC dello strumento potete cercare delle lezioni più specifiche. Partiamo dal genere che più vi interessa suonare. Ci sono lezioni per chitarra heavy metal, blues, jazz, classica e così via. Se volete essere chitarristi completi, cercati di impararli tutti, per un chitarrista non c’è niente di meglio che avere un ampio bagaglio in materia. In caso contrario concentratevi su un solo genere.

 

 

Con il DVD è meglio

Un corso per chitarra può comprendere il solo libro, un CD audio oppure un DVD. Noi crediamo che quest’ultimo sia la soluzione migliore perché è quanto più si avvicina all’aiuto di un maestro. Vedere come posizionare le mani sulla tastiera, muovere le dita dei fraseggi fatti vedere a velocità ridottissima sono tutte cose che aiutano tantissimo.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.