Le 5 Migliori Pentole a Pressione del 2022

Ultimo aggiornamento: 16.05.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Pentola a Pressione – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Nella scelta di una pentola a pressione sono numerosi gli aspetti di cui tenere conto e, di solito, è giusto trovare il corretto bilanciamento tra qualità dei materiali, capienza, sicurezza e prezzo. In questa guida abbiamo seguito proprio queste linee per identificare i migliori modelli presenti sul mercato, con particolare attenzione a quelli con un convincente rapporto tra qualità e prezzo. Tra i prodotti che abbiamo recensito ci sentiamo di segnalarvi la Aigostar Panda 30 Hgz, una pentola ricca di funzioni che, proprio per questo, è in grado di cuocere qualsiasi cosa. In alternativa c’è la Lagostina Clipsò Minut Perfect 6 litri che vanta un coperchio innovativo pensato per garantire una chiusura confortevole anche utilizzando una sola mano.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore pentola a pressione?

 

Per velocizzare i tempi di preparazione dei cibi e ottenere risultati di qualità senza particolare sforzo né competenze culinarie puoi valutare l’acquisto di una pentola a pressione, che può essere utilizzata per cuocere davvero moltissimi alimenti.

Qui di seguito ti proponiamo la nostra guida nella quale mettiamo in evidenza le principali caratteristiche di cui tenere conto per scegliere il modello che fa al caso tuo.

 

Alluminio e sicurezza

In una ideale classifica degli aspetti di cui tenere conto prima di comprare una pentola a pressione, al primo posto, a nostro giudizio, c’è la qualità dei materiali con cui è realizzata. Da molti anni a questa parte è l’acciaio inox a essersi imposto come standard, perché assicura robustezza, capacità di sopportare alte temperature e nessun problema di tossicità a contatto con liquidi e cibi.

Mettendo a confronto i prezzi dei modelli sul mercato, noterai anche ampie disparità, spesso legate alle dimensioni e alla presenza di funzioni aggiuntive ma talvolta anche alla qualità dell’acciaio (o in alternativa dell’alluminio) utilizzato, soprattutto per lo spessore della base.

Per consentire l’esatta cottura degli alimenti, la pentola a pressione deve essere in grado di creare al suo interno una temperatura di 120 gradi, sufficienti alla generazione del vapore che contribuisce a cuocere il cibo. Per riuscirci è importante che il coperchio si chiuda in maniera ermetica e perfetta, in modo da non lasciar fuoriuscire l’aria.

Fondamentale, anche a livello di sicurezza, è la presenza di una valvola che si occupa di gestire la temperatura interna, intervenendo qualora si alzi troppo facendo sfiatare il calore in eccesso. L’espediente assicura che questi prodotti siano totalmente sicuri e che possano essere utilizzati in assoluta tranquillità.

 

Quali cibi cucinare

Sul mercato potrai trovare modelli di tutti i tipi ma, al di là delle differenze di dimensioni e prezzi, ogni pentola a pressione, compresi i modelli più economici, si presta per la preparazione di un certo tipo di cibi.

È perfetta per realizzare minestre, bolliti, risotti, spezzatini, legumi e arrosti con l’indubbio vantaggio di abbattere i tempi di cottura. Il novero di alimenti però è sufficientemente elevato da giustificare la spesa e spesso nella confezione di vendita delle pentole a pressione delle migliori marche potrai trovare idee e ricette per aiutarti nella preparazione.

Oltre alla velocità nella realizzazione delle pietanze, un prodotto di questo tipo garantisce anche un certo risparmio in bolletta perché la cottura avviene, per la maggior parte del tempo, mantenendo il fuoco al minimo.

 

Funzionalità aggiuntive

L’evoluzione tecnologica, lo puoi notare leggendo le nostre recensioni delle migliori pentole a pressioni in vendita, ha innovato anche questo tipo di prodotti, presenti sul mercato da decine di anni.

In particolare alcuni modelli fanno sfoggio di un display che consente di personalizzare il tipo di preparazione, adattandolo ancora più facilmente ai differenti tipi di alimenti, così da ottenere una cottura impeccabile, nei tempi perfetti.

Ultimo aspetto di cui devi tenere conto sono, ovviamente, le dimensioni, che dipendono dall’ampiezza del tuo nucleo familiare. Diciamo che, in linea di massima, le coppie possono optare per un modello da 3/5 litri mentre le famiglie più ampie possono indirizzarsi verso quelli da 8/12 litri.

 

Le 5 Migliori Pentole a Pressione – Classifica 2022

 

Nella vita di tutti i giorni gli impegni ci costringono ad andare sempre di corsa e spesso non troviamo il tempo da dedicare ad altre attività, come ad esempio cucinare. Ci sono però degli strumenti, come la pentola a pressione, che ci aiutano a risparmiare minuti preziosi nella preparazione dei pasti, senza compromettere la bontà dei cibi.

Ecco perché mettere in comparazione le migliori pentole a pressione disponibili online prima di effettuare un acquisto è importante per scegliere il modello che meglio si adatta alle vostre esigenze.

 

 

1. Aigostar Panda 30 Hgz Pentola a Pressione Multifunzione

 

Principale vantaggio:

La pentola ha molte funzioni e permette di cucinare praticamente qualsiasi cosa, dal dolce al salato e persino preparare lo yogurt.

 

Principale svantaggio:

Le istruzioni sono ridotte all’osso ma soprattutto poco chiare, complice una traduzione approssimativa in italiano.

 

Verdetto: 9.7/10

Avremmo voluto dare un volto più alto ma le difficoltà d’uso sono un dettaglio non da poco. Cucina bene e di tutto ma dovete riuscire a capire come fare e non è una cosa immediata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Tante funzioni

Potenzialmente la Aigostar manda in soffitta tutte le vostre pentole perché in cucina può bastare solo lei per preparare una infinità di piatti. Ha quattordici funzioni, praticamente c’è da perdersi e in effetti c’è sul serio chi non ha saputo come orientarsi, ma mettiamo da parte la questione per il momento perché è nostra intenzione tornarci sopra più avanti in quanto l’argomento merita il giusto risalto. 

La Aigostar in pratica è il risultato della combinazione di una comune pentola, una a pressione, per la zuppa, una per arrostire e molto altro. Ci potete cucinare la carne, il riso, il pesce, le verdure (anche a vapore), pane, fritti, dolci e persino fare lo yogurt.

Due livelli di pressione

L’utente ha modo di scegliere tra due livelli di pressione, alto e basso. Tale sistema, tenendo conto della quantità di cibo presente nella pentola, garantisce l’assorbimento di tutti i nutrienti la conservazione del sapore. Potete impostare l’inizio della cottura fino a 24 ore di anticipo. Ottima la diffusione del calore in quanto uniforme per una cottura perfetta del cibo; la temperatura massima raggiungibile è di 360°. 

A proposito, è molto capiente, anzi, è bene essere più precisi, ha una capacità di 5,5 litri che per esempio permettono di cucinare in una sola volta fino a 15 porzioni di riso oppure un pollo intero. Insomma, non abbiate timore di invitare un bel po’ amici e parenti a cena perché ce n’è per tutti.

 

Ma come si usa?

Veniamo a quello che è sicuramente l’aspetto più critico. La pentola ha certamente grandi potenzialità, il problema è saperle sfruttare. È complicata da usare? Diciamo che l’uso non è immediato ma crediamo che la colpa non sia neanche della pentola in sé. A rendere l’uso difficoltoso è l’assenza di istruzioni in italiano, o meglio, ci sono ma gli utenti riferiscono di una pessima traduzione che non fa altro che rendere tutto più confuso. Non sono pochi quelli che si sono arresi e hanno deciso di restituire l’articolo proprio per questa ragione. Ma passiamo oltre.

La pentola è dotata di efficaci sistemi di sicurezza per la prevenzione di spiacevoli incidenti. Per la decompressione, basta pigiare il pulsante che si trova sul coperchio e quindi aprirlo. Il design della pentola non è affatto male, potete pure lasciarla in bella mostra in cucina.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Lagostina Clipso Perfect Pentola a Pressione con Timer

 

La prima caratteristica che balza all’occhio di questa pentola a pressione di Lagostina è il suo design avveniristico che ruota attorno al coperchio, dotato di un’insolita chiusura che garantisce però estrema comodità di apertura utilizzando una sola mano. Inoltre al coperchio è possibile agganciare un timer così da gestire in modo ancora più confortevole i tempi di cottura: si attiva in automatico quando la pentola raggiunge la giusta pressione e vi segnala quando è tempo di spegnere il fuoco e servire il cibo.

Menzione speciale per la scelta dei materiali, con l’acciaio inossidabile 18/10 a caratterizzare la struttura e con un fondo a tre strati, con alternanza di acciaio, alluminio e di nuovo acciaio, che assicura una corretta diffusione del calore e la compatibilità con i fornelli a induzione. Questa scelta conferisce al prodotto una grande robustezza ma anche un peso non indifferente, perciò tenetene conto.

Il manuale d’istruzioni è in italiano ma è un po’ scarno e secondo alcuni utenti non aiuta a sfruttare completamente le varie funzionalità assicurate dalla pentola che, tra l’altro, è anche venduta corredata di un cestello per la cottura a vapore dei cibi.

Pro
Triplo strato:

Il fondo è spesso, perfettamente compatibile con i fornelli a induzione, ed è un’ulteriore conferma della bontà dei materiali scelti per realizzare la pentola.

Coperchio:

La particolare chiusura consente sia di gestire la pentola con una sola mano sia di garantire la sua impeccabile sicurezza quando è in funzione.

Timer:

Si aggancia al coperchio, è già corredato di batteria e consente di gestire in modo ancora più preciso i tempi, per cotture senza margine d’errore.

Contro
Manuale:

Appare un po’ troppo scarno e, sebbene sia in italiano, non spiega approfonditamente le varie funzionalità offerte dalla pentola a pressione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. WMF 0793126040 Pentola a Pressione Perfect Plus

 

3.WMF Perfect Plus 0793126040

Ai primi due posti della nostra classifica delle migliori pentole a pressione vendute online troviamo due modelli con capacità di 6 litri. Se però le vostre esigenze sono diverse e cercate un modello più piccolo, il nostro consiglio è quello di valutare la WMF Perfect Plus, con una capacità di 4,5 litri e 22 centimetri di diametro.

Realizzata interamente in acciaio Inox 18/10, questa pentola a pressione vanta un design snello e originale e integra quattro soluzioni per la sicurezza in modo da impedire un eccesso di pressurizzazione. Il suo funzionamento dunque è particolarmente sicuro e la cottura in assenza di ossigeno salvaguarda le vitamine e i minerali, nonché i sapori degli alimenti. Il fondo universale Transtherm la rende adatta all’utilizzo con qualunque piano di cottura, compresi i fornelli a induzione.

Molto silenziosa, la WMF Perfect Plus può essere lavata in lavastoviglie, avendo l’accortezza di smontare il manico e la guarnizione, operazione semplice che richiede davvero pochi secondi.

Al terzo posto della nostra classifica abbiamo dunque collocato, anche per effetto dei tanti pareri positivi dei consumatori, la Perfect Plus della WMF le cui caratteristiche riassumiamo brevemente di seguito.

Pro
Scelta della capacità:

La Perfect Plus è una pentola a pressione di qualità che ha il vantaggio di essere disponibile con due diverse capacità per andare incontro a esigenze diverse.

Design:

Il design della Perfect Plus non è solo esteticamente accattivante, ma è anche funzionale perché consente grande maneggevolezza e praticità d’uso.

Sicurezza:

Grazie alle quattro soluzioni per la sicurezza si eviterà il pericolo di un eccesso di pressurizzazione.

Fondo Transtherm:

Questo particolare tipo di fondo universale consente di poter utilizzare la pentola a pressione su qualsiasi piano di cottura, compresi i fornelli a induzione.

Contro
Peso:

La pentola è realizzata in solido e pesante acciaio che è indice di grande resistenza ma allo stesso tempo potrebbe risultare problematica da sollevare per qualcuno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Aeternum Easy Chef, Pentola a Pressione da 5 Litri

 

Aeternum la conosciamo tutti, Easy Chef è una pentola a pressione che ci ha impressionato per la sua versatilità. L’utilizzo della pentola è di grande semplicità, la cottura è sempre uniforme e perfetta, indipendentemente dal cibo messo sul fuoco. 

Uno degli aspetti più interessanti è che la pentola va bene per qualsiasi tipo di piano a cottura, dunque si va da quello classico a gas fino a quello a induzione, in ogni caso, qualunque sia la fonte di calore questo verrà distribuito uniformemente.  

Quanto ai materiali, la Easy Chef è in acciaio inox ma a detta degli utenti la pentola è fin troppo leggera e questo fa dubitare sulla qualità costruttiva. L’aspetto che ha destato maggiori perplessità è la guarnizione che è poco resistente, molte critiche negative si sono concentrate proprio su questo punto.

Pro
Cottura uniforme:

La qualità della cottura ci soddisfa del tutto ed è uniforme qualunque sia il cibo al suo interno.

Versatile:

Un altro punto di forza della pentola Easy Chef è che va bene per qualsiasi tipo di piano cottura dunque non solo quello a gas ma anche a induzione.

Prezzo:

Non si può negare che il costo della pentola sia parecchio interessante, la spesa richiesta è poca cosa, secondo noi.

Contro
Guarnizione:

La maggior parte delle critiche ha riguardato la guarnizione, è capitato che si rompesse oppure uscisse dalla sua sede.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Lagostina Irradial Control Irradial 5 lt, Acciaio Inossidabile

 

4.Lagostina Irradial 010031013005

Design, caratteristiche di cottura e prezzo. Sono questi gli elementi da valutare per decidere quale pentola a pressione comprare. Il modello Irradial di Lagostina appare come la “classica” pentola di questo tipo ma se l’aspetto lascia pensare a un prodotto datato, le soluzioni tecnologiche adottate la rendono estremamente sicura.

Dotata di una valvola di esercizio in silicone a doppio intervento, consente di controllare la fuoriuscita del vapore semplicemente ruotandola, in modo da minimizzare la dispersione dei liquidi e delle proprietà nutrizionali dei cibi. Realizzata in acciaio Inox 18/10, ha un triplo fondo Irradial Plus, che alterna acciaio e alluminio, così da garantire una cottura uniforme e assicurare piena compatibilità con tutti i tipi di ripiani di cottura, anche quelli a induzione. Purtroppo il fondo è spesso solo pochi millimetri, scelta che obbliga a prestare una certa attenzione affinché gli alimenti non si attacchino durante la loro preparazione.

La Irradial è un modello di fascia bassa, pensato dunque per chi vuole fare un utilizzo tradizionale della pentola a pressione, senza velleità di cotture alternative, e per chi ha nel risparmio di denaro il proprio interesse principale.

La Lagostina Irradial è un modello decisamente più economico di quelli visti finora come è possibile vedere al link in basso che indica dove acquistare l’articolo di cui riassumiamo pro e contro.

Pro
Valvola di esercizio:

Realizzata in silicone, basta ruotarla per controllare la fuoriuscita del vapore e ridurre al minimo la dispersione dei liquidi e delle proprietà nutritive dei cibi.

Cottura uniforme:

Il triplo fondo Irradial Plus, grazie all’alternanza di acciaio e alluminio, consente non solo una distribuzione uniforme del calore, ma anche la possibilità di utilizzare la pentola su tutti i piani cottura.

Prezzo:

Se si vuole spendere poco per una pentola a pressione, questo potrebbe essere l’articolo giusto per le proprie esigenze.

Contro
Spessore fondo:

Essendo spesso solo pochi millimetri, il fondo può portare gli alimenti ad attaccarsi più frequentemente rispetto ad altre pentole.

Funzioni:

Essendo stato pensato come un prodotto di fascia bassa, il modello proposto dalla Lagostina non può vantare funzioni particolari.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

Come usare una pentola a pressione

 

Per chi desidera una cottura relativamente veloce e che permetta di conservare tutti o quasi i principi nutritivi, oltre al sapore originario, l’ideale è la pentola a pressione. Tale prodotto è particolarmente ideale per tutti quei piatti che hanno necessità di restare per parecchio tempo sul fuoco, dunque, brasati, brodo di carne e vari cibi lessi.

Non si cucina a secco

È importante sapere che in una pentola a pressione non si cucina a secco. Questo significa che necessariamente andrà aggiunta dell’acqua o del brodo. In genere la quantità di liquido non deve essere inferiore ai 250 ml. Una tacca, di solito, indica il limite massimo da non superare con i liquidi. È importante anche non esagerare con la quantità di cibo da inserire nella pentola, onde evitare di ostruire la valvola di sfogo.

 

La chiusura

La pentola va chiusa ermeticamente posizionando il coperchio secondo gli agganci. Fatto ciò, va abbassata con decisione la leva di chiusura. Per una maggior precauzione, dopo aver abbassato la leva è bene assicurarsi che il coperchio sia effettivamente bloccato.

 

La messa sul fuoco

Nella speranza che vi siate ricordati di mettere tutti gli ingredienti necessari alla preparazione del vostro piatto, mettete la pentola sul fuoco: la fiamma deve essere medio/alta. Quando udirete il fischio emesso dalla valvola, sarà il segnale che si è formato il vapore e che quindi è giunto il momento di abbassare la fiamma e iniziare a calcolare il tempo di cottura.

L’apertura della valvola

Trascorso il tempo necessario alla cottura, non va tolto subito il coperchio bensì, è necessario far scendere la pressione, innanzitutto spegnendo il fuoco, poi aprendo la valvola di sfogo. È importante che il coperchio non venga aperto fino alla completa fuoriuscita del vapore.

 

Utile per sterilizzare

La pentola a pressione non serve solo a cucinare ma può essere usata anche per la sterilizzazione di utensili per la cucina oppure di vasetti che poi serviranno per le conserve. È molto importante, infatti, per la corretta conservazione degli alimenti, effettuare questa operazione.

 

 

 

Domande frequenti 

 

Come funziona la pentola a pressione?

La pentola a pressione è un elemento molto vantaggioso per cucinare pietanze con lunghi tempi di attesa, perché permette di dimezzarli grazie alla temperatura di 120 gradi che raggiunge. Per il suo funzionamento, occorre prima considerare la capienza e quanta acqua inserire all’interno a seconda del cibo da cuocere: si va da 250 ml fino al riempimento a ⅔ della pentola stessa. A questo punto, chiudete con gli specifici ganci lo strumento con il coperchio da cottura, che deve essere ben saldo al di sopra di esso; per toglierlo dovrete semplicemente operare l’azione inversa. Una volta scaduto il tempo, basta far uscire il vapore dall’occhiello e i cibi saranno pronti.

 

Quanta acqua occorre per preparare il risotto nella pentola a pressione?

Il riso è un alimento che richiede una cottura piuttosto lenta, di circa 20 minuti, perciò usare la pentola a pressione ridurrà di molto i tempi, permettendovi di gustarlo subito. La sua preparazione è molto semplice: l’acqua da versare è sempre il doppio della dose di riso, quindi se decidete di metterci un bicchiere abbondante, ce ne saranno almeno due di acqua. A quel punto vi basterà inserire il condimento a piacere, per esempio olio, cipolle e verdure, lasciarle soffriggere e poi aggiungere il riso, per ottenere in sette minuti un piatto gustoso e perfetto.

 

Quanta acqua occorre per preparare i fagioli nella pentola a pressione?

I fagioli sono alimenti ricchi di nutrienti, e se non possiamo transigere sul tempo di ammollo, di circa otto ore, possiamo sicuramente limitarne i tempi di cottura all’interno della pentola a pressione.

Per avere un piatto pronto in soli 10 minuti, vi occorrerà prima di tutto versare l’acqua fino a metà pentola, per ottenere dei fagioli pieni e succosi, aggiungendo poi pomodori e altre verdure per arricchire il sapore.

Una volta completato il procedimento, chiudete il coperchio e lasciate cuocere il tutto. A procedura ultimata aspettate la fuoriuscita del vapore e controllate lo stato dei fagioli: se non sono pronti, lasciateli fare ancora qualche minuto.

 

Quanta acqua occorre per preparare le patate nella pentola a pressione?

I tempi per cuocere le patate variano a seconda delle dimensioni: sono sicuramente minori se sono già tagliate a cubetti, rispetto a quelle intere e più grandi. Per garantirvi una cottura perfetta è importante tenere conto anche del quantitativo di acqua da aggiungere, visto che le patate tendono ad assorbirla; per questo consigliamo che superi appena il volume dell’alimento, quindi che il livello non sia troppo alto.

Come sempre, dopo questa procedura iniziale, basterà azionare il pulsante per la cottura e lasciar fare fino al fischio della pentola; una volta terminato, avrete delle patate sicuramente più succulente e tenere.

 

Chi ha inventato la pentola a pressione?

Vi stupirà sapere che il primo brevetto della pentola a pressione risale addirittura al 1679, anno in cui Denis Papin, studioso francese, stava conducendo numerosi studi sul vapore. Da qui nacque l’idea di un apparecchio che egli stesso definì digestore, con l’intento di aiutare la popolazione povera a digerire meglio i cibi più duri, come ad esempio la carne.

Infatti Papin notò che la forza del vapore era in grado di ammorbidire numerose pietanze, per cui ideò un modello con un coperchio a scatto, che faceva fuoriuscire il vapore in eccesso lasciando i cibi cotti e teneri.

 

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

Batteria di pentole

La migliore pentola

Pentola wok

Padella in pietra

Pentola tajine

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status