Le 5 Migliori Pentole del 2022

Ultimo aggiornamento: 16.05.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Pentole – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Disporre dei giusti strumenti quando si è ai fornelli è già un eccellente punto di partenza per ottenere un buon piatto. E le pentole sono fondamentali per garantire la cottura desiderata di qualunque alimento. Sarebbe bene, dunque, scegliere con oculatezza quelle da portare a casa, tenendo anche conto del tipo di fornello di cui disponete, se tradizionale o a induzione. Nella guida che segue abbiamo evidenziato le caratteristiche di cui tenere conto prima della scelta ma abbiamo aggiunto anche una serie di recensioni dei prodotti di maggiore qualità, tenendo conto del loro costo. Ne è emersa una classifica che, secondo noi, al primo posto vede la Tognana Energica, una batteria di quattro pentole con coperchi e una bistecchiera realizzati con materiali che garantiscono durata ma soprattutto un’eccellente antiaderenza. Molto elegante e dalle prestazioni elevate la proposta di Barazzoni Tummy Batteria 10 pezzi, Acciaio inox 18/10: si tratta di un set completo di cinque elementi dotati di altrettanti coperchi a un prezzo molto interessante.

2

Commenti
degli utenti

8

Prodotti
analizzati

8

Ore
investite

 

Tabella comparativa

 

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore pentole

 

Si fa presto a dire pentola, eppure non è solo una questione di prezzo, le variabili da considerare prima di scegliere la batteria o il singolo elemento più adatto alla nostra cucina passano anche dall’attenzione per la propria salute, oltre che per il palato e i gusti a tavola. Se poi una pentola sia versatile e adatta a funzionare su qualsiasi piano cottura è un vantaggio da non sottovalutare e tenere in considerazione prima ancora del confronto dei prezzi.

1

Materiali e tipo di cottura

La classifica dei materiali di fabbricazione delle pentole più diffuse nelle cucine italiane sicuramente è vinta dall’acciaio 18/10, sigla che indica la percentuale con cui sono presenti rispettivamente cromo e nichel. Questo perché il materiale è robusto e ideale per venire a contatto con gli alimenti senza subire alterazioni di sorta, come per esempio avviene con certi succhi particolarmente acidi tipo il limone.

Eppure nella tradizione regionale o anche etnica le proposte sono innumerevoli e tutte offrono caratteristiche speciali di trasformazione e cottura dei cibi che producono aromi e sapori specifici. La terracotta come il rame o il ferro sopportano in maniera diversa le temperature che si sprigionano all’interno e questo significa che anche la cottura cambia in modo sostanziale con un materiale o un altro.

Ogni recensione mette in evidenza a quale scopo meglio si presti un materiale piuttosto che un altro, così come ogni ricetta vuole, secondo la tradizione, un supporto specifico.

È bene fare attenzione che alcuni materiali soffrono lo sbalzo termico e sono così più facilmente predisposti a rotture, è il caso della terracotta o del vetro resistente alle alte temperature, il pyrex.

Altri materiali invece, possono corrodersi e rilasciare sostanze nocive durante la cottura: i rivestimenti antiaderenti come il teflon, oppure le pentole in alluminio che a contatto con cibi particolarmente acidi, il pomodoro ne è un esempio, possono rilasciare particelle di metallo in cottura.

[video_embbedids id=”90″]

Compatibile con il piano cottura

Sul mercato esistono tante opzioni tra cui scegliere, una caratteristica da non trascurare è la conducibilità del calore che ha ogni materiale con cui è fatta la pentola. Questo significa che non tutte le pentole sono compatibili con tutti i piani cottura. Quelli a induzione, per esempio, richiedono fondi particolarmente spessi e contenenti materiale ferroso per creare l’effetto magnetico tipico del funzionamento di questi specifici piani cottura.

La migliore marca di stoviglie sarà quella in grado di offrire soluzioni diverse e di qualità adatte a cotture specifiche. Accortezze come l’uso di uno spargi fiamma allungano la vita delle pentole più facilmente soggette a rotture, come quelle in materiale ceramico, oppure nelle belle, e costose, pentole di pietra ollare.

2

Versione base o hi-tech

La guida per la scelta della migliore pentola da cucina si conclude con un occhio alle soluzioni più avveniristiche oggi presenti anche alla portata delle cucine domestiche e non solo per quelle dedicate alla produzione industriale o alla ristorazione.

Una piacevole evoluzione tecnologica è quella che hanno sperimentato le tradizionali pentole a pressione (qui trovate le recensioni di alcune delle migliori pentole a pressione 7 litri), acquisendo connotati di sicurezza e facilità d’uso che le rendono parecchio adatte a essere usate da tutti senza correre rischi per via dell’alta pressione accumulata all’interno durante la cottura.

Altro materiale innovativo che sta prendendo piede nonostante i costi siano ancora piuttosto alti è la ceramica. È l’alternativa al teflon e le caratteristiche come la scarsa porosità e la resistenza alle abrasioni ne fanno un materiale da prediligere.

Piccola notazione: se in ufficio non avete una mensa o una cucina dove mangiare, magari portate il pranzo da casa: ecco, in questo caso potreste essere interessati agli scaldavivande consigliati che trovate nella nostra pagina dedicata.

 

Le 5 Migliori Pentole – Classifica 2022

 

Scopri quali sono i cinque migliori consigli d’acquisto di buonoedeconomico.it del 2022 per avere un quadro più chiaro di quale pentola comprare. Troverai suggerimenti che ti possono aiutare a scegliere il prodotto più adatto e a fare il miglior investimento per te e per la tua famiglia.

 

1. Tognana Energica Batteria di Pentole

Principale vantaggio

Questa batteria si compone di nove pezzi: due pentole, due padelle, quattro coperchi trasparenti e una bistecchiera. Il prezzo a cui viene proposta è davvero allettante.

 

Principale svantaggio

Pentole e padelle non sono adatte ai piani di cottura a induzione.

 

Verdetto 9,8/10

La batteria Tognana è realizzata in alluminio con un fondo molto particolare perché fatto di canali che migliorano la conduzione del calore, rendendolo più uniforme e diminuendo i tempi di cottura con conseguente risparmio. Il rivestimento antiaderente è sicuro e di qualità, i manici sono in bakelite effetto legno, antiscivolo e antiscottatura; quello della bistecchiera è pieghevole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Qualità/prezzo

Questa batteria di pentole è tra le più gettonate sul mercato online e il motivo non è difficile da capire. Basta elencare i pezzi di cui è composta: due padelle di misure diverse, due casseruole di misure diverse (tutte con coperchi) e una bistecchiera/grill.

L’offerta diventa allettante quando si va a guardare il prezzo a cui (attualmente) questi pezzi vengono proposti e che invitiamo a considerare cliccando sul link in basso.

Padelle, pentole e grill hanno i manici in bakelite, una resina il cui aspetto è stato reso simile a quello del legno: è un materiale morbido e comodo da impugnare e antiscottatura. Da sottolineare che il manico della bistecchiera – il pezzo più ingombrante – è pieghevole così da occupare meno spazio quando non serve. Per quanto riguarda i quattro coperchi, sono trasparenti e quindi permettono di vedere come sta procedendo la cottura senza doverli per forza sollevare.

Materiali

Tognana è un’azienda italiana nota ai clienti di abitazioni e alberghi. La tecnologia impiegata per realizzare questi pezzi è di qualità e merita una notazione. Intanto, va detto che si tratta di pentole realizzate in alluminio, un materiale economico – da qui il prezzo conveniente di questa linea – ma è un ottimo conduttore di calore a patto che il fondo sia bello spesso, come in questo caso. L’alluminio non è però adatto a entrare a diretto contatto con gli alimenti, per questo viene ricoperto con un rivestimento antiaderente.

A proposito di fondo, qui non è presente un’unica superficie liscia ma ci sono diversi canali – chiamati fondo Thermo 3D – che diffondono più uniformemente e velocemente il calore, diminuendo il tempo di cottura e quindi consentendo di risparmiare energia.

La batteria non è adatta ai piani a induzione. I pezzi possono essere lavati in lavastoviglie.

 

Antiaderenza

Come detto, lo strato di alluminio viene ricoperto con un materiale antiaderente. Spesso si hanno titubanze quando si parla di questi rivestimenti perché poco sicuri per la salute. Qui è stato usato un polimero, il PTFE, lavorato con tecnologia detta Floatech che mantiene meglio il sapore dei cibi come dimostrato dall’Università di Bologna.

Il problema nasce dal fatto che il PTFE contiene PFOA, un acido effettivamente nocivo. Ma se, come in questo caso, la lavorazione esclude completamente questa componente, non ci sono problemi.

A questo punto, anche se il rivestimento antiaderente, come spesso accade, viene scalfito, i rischi sono nulli perché il PTFE è un materiale inerte.

Lo strato antiaderente è così efficace che spesso non vale neanche la pena mettere la pentola o la padella in lavastoviglie perché basta veramente pochissimo per togliere via grasso e sporco perché non si sono attaccati.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Barazzoni Tummy Batteria 10 pezzi, Acciaio inox 18/10

 

La ditta lavora in Italia da generazioni affermandosi come uno tra i produttori nazionali più affidabili di sempre. Barazzoni produce esclusivamente nel nostro Paese, presso lo stabilimento di Invorio, Novara, dagli inizi del secolo scorso.

Questo dettaglio è sufficiente a dare una misura della qualità delle pentole. Inoltre, l’attenzione rivolta alla ricerca e allo sviluppo di prodotti sempre al passo coi tempi è un altro elemento di pregio da considerare. Infatti, oggi le pentole vengono prodotte con il fondo adatto all’utilizzo su qualsiasi piano di cottura, compreso quello a induzione.

Il succitato fondo Triplen è costituito da tre strati distinti, un’anima di alluminio in mezzo a due di acciaio. Questo particolare consente la distribuzione ottimale del calore all’interno della pentola per una cottura a puntino. Infatti, anche se non è di certo rivestito con uno strato antiaderente, tende a non far attaccare gli alimenti. A patto di controllare con attenzione la cottura.

Pro
Set da dieci:

Sono tanti i pezzi di questa batteria, ogni pentola o casseruola è dotata di coperchio e il set si compone di elementi di diametro o altezza diversi per una maggiore versatilità in cucina.

Fondo Triplen:

Rappresenta il punto forte di questa batteria di pentole, infatti allo stesso tempo assicura la possibilità d’uso su piano a induzione e la migliore distribuzione del calore all’interno.

Estetica vincente:

L’aspetto inconsueto è un punto di forza che rende più bella tutta la cucina, i pezzi sono impilabili per una migliore gestione dello spazio domestico.

Contro
Manici in tondino:

Anche se questo materiale è pensato per dissipare il calore che si accumula durante la cottura, non è possibile afferrare i manici senza presine.

Mancano le padelle:

Il set non è del tutto completo, infatti si sente la mancanza di un tegame basso e adatto a spadellare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Royalty Line RL-ES1014M 

 

3.Royalty Line RL-ES1014M

Per quanto riguarda il miglior set di pentole che possiamo consigliarti, il nostro suggerimento va alla batteria proposta dalla Royalty Line. Si tratta di un set composto da ben quattordici pezzi – non solo padelle ma anche casseruole, coperchi e manici – che da soli sono sufficienti a riempirti la cucina, rivelandosi un set che colpisce proprio per la sua completezza; ideale per esempio se hai una cucina nuova o vuoi fare un regalo a una giovane coppia di sposi.

Il set colpisce anche per la qualità dei materiali di costruzione che ne consentono un uso professionale oltre che domestico: la pietra lavica utilizzata, infatti, unita al perfetto rivestimento antiaderente, ti permetteranno di avere una cottura a puntino dei cibi. Tutti i materiali sono, poi, resistenti e durevoli nel tempo, la pietra lavica è anti batterica, non assorbe odori e, se vuoi privilegiare una cucina più salutare, potrai cucinare anche senza olio perché il set Royalty Line te lo permette.

Hai la possibilità di scegliere tra diversi colori disponibili per abbinare la batteria alla tua cucina nel migliore dei modi e, ultimo ma non meno importante, il prezzo a cui puoi portarei a casa tutto il materiale è davvero stupefacente.

Hai dunque potuto esaminare i tanti vantaggi che il set Royalty Line è in grado di offrire come, peraltro, confermano numerosi utenti soddisfatti, e che ci hanno spinto a collocarlo al secondo posto della nostra classifica.

Rivediamo in breve quali sono.

Pro
Completezza:

C’è di tutto nel set Royalty Line, padelle, casseruole, coperchi e perfino manici. In totale fanno 14 pezzi, quanto basta per riempire la cucina in un colpo solo.

Materiali:

Tutti i pezzi sono realizzati con materiali di qualità destinati a durare nel tempo. La pietra lavica, in particolare, è antibatterica, non assorbe odori e, grazie anche al rivestimento antiaderente, consente di cucinare senza olio.

Colori:

I colori disponibili sono diversi e il vantaggio per l’utente è quello di poter trovare il giusto abbinamento con l’arredo della cucina.

Prezzi bassi:

Un ulteriore beneficio per l’utente è rappresentato dal prezzo quanto mai invitante a cui la batteria si trova online. Scopri qual è cliccando sul link in basso dove acquistare le pentole.

Contro
Induzione:

Se utilizzate su piastra a induzione, le pentole potrebbero risultare per qualcuno troppo lente a riscaldarsi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Pentole Agnelli Alblack MOD ALSC2111SSPIC24

 

Non una padella qualsiasi questa proposta di Agnelli per la cottura diretta degli alimenti da cuocere a fiamma vivace. Il tegame si presta a essere usato in contesti diversi assicurando una buona resa, soprattutto grazie al notevole spessore che la rende in grado di distribuire bene il calore senza diventare subito incandescente. Sono ben 5 mm sui bordi che diventano un centimetro sul fondo. Una vera garanzia di solidità e robustezza.

È adatta all’uso sui piani cottura a induzione, quindi il fondo è realizzato in modo da massimizzare la resa di questo tipo di fornelli. Il consiglio del produttore è di usare questa padella sui piani elettromagnetici con un diametro di almeno 18 cm. Ma si può usare su qualsiasi piano cottura, dai tradizionali a gas fino a quelli elettrici.

La pentola è realizzata in alluminio con uno speciale rivestimento in B-Cristal, un materiale che garantisce la migliore antiaderenza a lungo.

Pro
Spessa e massiccia:

Non un tegame qualsiasi, ma un grande alleato in cucina grazie al fondo da 10 mm e le pareti di ben 5 mm, le dimensioni ideali per reggere bene le cotture prolungate.

Adatta ai piani a induzione:

Il materiale predominante è l’alluminio, ma il rivestimento sul fondo lo rende adatto all’uso sui piani dove serve creare il campo elettromagnetico per la cottura.

Si lava in lavastoviglie:

Il rivestimento antiaderente innovativo così come tutti i materiali usati per questa pentola sono adatti a sopportare il lavaggio ad alte temperature.

Contro
Pesante:

Al contrario di quanto facciano pensare i bordi alti e il design ampio, la pentola non si presta benissimo a cucinare al salto, quindi usando solo il manico per imprimere il movimento agli ingredienti per una cottura vivace.

Costosa:

Il prezzo della padella potrebbe risultare alto soprattutto se si ha bisogno di dotare la cucina di tutto l’occorrente per iniziare a usarla.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. AmazonBasics – Batteria da cucina, 15 pezzi

 

Un set che comprende tutto quello che serve per mettersi al lavoro in cucina senza perdere tempo. Infatti è presente una ricca batteria di pentole, tegami, due padelle e anche i mestoli e gli utensili per rimestare, scolare, ecc.

Il prezzo decisamente basso non fa illudere di certo sulla immortalità del set. Ma è una buona soluzione dalla quale partire in fretta per avere tutto l’occorrente in una nuova cucina. Magari è quello che serve per completare la dotazione di una casa vacanze, dove i pezzi non saranno caratterizzati da un uso troppo intenso.

I tegami e le padelle sono dotati di rivestimento antiaderente che permette di cucinare qualsiasi preparazione senza rischiare che si attacchi tutto sul fondo. Piacevole anche la presenza del manico con rivestimento soft touch che permette di afferrare saldamente le padelle e i pentolini.

Il materiale usato per realizzarli è l’alluminio, non troppo spesso ma sufficiente a garantire una buona efficacia in cottura.

Pro
Molto economico:

Il set di pentole e accessori si caratterizza soprattutto per il suo prezzo estremamente contenuto, un vantaggio che si può sfruttare per dotare una cucina nuova di tutto l’occorrente.

Tanti pezzi:

Ogni preparazione base può essere realizzata con questo set dotato di padelle, casseruole, pentole, che comprendono i coperchi e gli accessori utili come i mestoli e le spatole.

In alluminio con rivestimento:

I pezzi sono antiaderenti e dotati di coperchio in vetro con sfiato, quindi con un materiale normalmente destinato alla realizzazione dei tegami, anche se lo spessore non è dei migliori.

Contro
Poco resistenti:

Non c’è da sperare che questi utensili possano essere usati intensamente e a lungo senza una veloce usura.

Alluminio sottile:

Lo strato di alluminio che compone il fondo e i bordi della padella appare insufficiente a sopportare le cotture prolungate senza surriscaldarsi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Tognana Energica

 

In un colpo solo e con un esborso tutto sommato contenuto, avete l’occasione di portarvi a casa una batteria di pentole proposta da un brand che raramente delude. L’offerta di Tognana, infatti, è composta da quattro pentole di vari diametri, tutte dotate di coperchi in vetro, e da una bistecchiera. Tutti gli elementi sono realizzati con una fusione di alluminio ad alto spessore con rivestimento antiaderente a cinque strati con un gradevole effetto granito. I manici, sia delle padelle sia dei coperchi, sono invece in bakelite con effetto legno chiaro.

I pareri di chi ha già avuto occasione di provarle sono concordi nel lodare l’antiaderenza che assicura una cottura più rapida ma soprattutto senza che gli alimenti si attacchino al fondo. La qualità dei materiali utilizzati, inoltre, assicura grande resistenza delle superfici a graffi e abrasioni, dunque anche dopo molto tempo le padelle sembreranno sempre come nuove.

Il fondo in alluminio garantisce un’ottima e uniforme diffusione del calore anche se la superficie non è perfettamente liscia e questo potrebbe rendere le padelle meno stabili sui fornelli tradizionali. Qualcuno fa rilevare anche come il peso dei manici sia importante e tenda a sbilanciare eccessivamente le pentole.

Pro
Materiali:

Un plauso a Tognana per la scelta dei materiali che garantiscono solidità, resistenza ai graffi e un’impeccabile antiaderenza che rende cucinare un piacere e che semplifica le operazioni di lavaggio.

Set:

Una batteria che include padelle con vari diametri, coperchi in vetro e una bistecchiera. Vi porterete a casa tutto quello che vi serve in cucina.

Alluminio:

Il fondo è realizzato con questo materiale e garantisce un’ottima diffusione del calore, per cotture più uniformi e rapide.

Contro
Bilanciamento:

I manici delle padelle sono piuttosto pesanti e questo ne può pregiudicare la stabilità una volta posizionate sul fornello.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come usare una pentola

 

Ogni giorno bisogna cucinare per sé e per i propri cari. E l’utilizzo di una buona pentola può fare la differenza sulla qualità del cibo cucinato e messo in tavola. Ma di pentole ne esistono davvero di diversi tipi, con caratteristiche e dimensioni che vanno a soddisfare un po’ tutte le esigenze, e scegliere quella che fa al caso proprio potrebbe non essere un’operazione molto semplice. Ecco cosa tenere conto quando dovete scegliere la pentola per il vostra cucina.

Materiali, ad ognuno il suo

Le pentole presenti sul mercato, come detto, sono di diversi tipi e dimensioni. Una delle caratteristiche che le contraddistingue riguarda il materiale con cui sono costruite. Questo determina, ad esempio, il tipo e il tempo di cottura di un alimento, ma anche la durata della stessa nel tempo e la sua praticità. Ad esempio, la terracotta, il ferro o il rame, tollerano diversamente le temperature che si raggiungono all’interno della pentola, e questo determina in poche parole i tempi di cottura di una alimento. La scelta del materiale per la propria pentola diventa così molto soggettivo e spesso viene determinato dal tipo di cucina che si vuole proporre, o anche dalle specifiche di cottura di una determinata ricetta.

 

Anti-corrosione

Le pentole sono direttamente esposte a fonti di calore molto alte, siano un normale fornello a gas o un sistema, presente nelle cucine più moderne, ad induzione di calore. Per questo motivo una buona pentola deve, almeno per quanto riguarda la base, essere molto resistente al calore, e non corrodersi, anche a distanza di tempo. Le pentole che offrono in misura maggiore questa caratteristica sono quelle costruite in teflon, che poi sono anche quelle più diffuse in commercio e le meno costose.

Ad ogni piano cottura la sua pentola

Nelle cucine più moderne stanno sempre di più prendendo piede i piani cottura a induzione. Per questo particolare prodotto sono necessarie pentole contenenti materiale ferroso, con fondi molto spessi. Quindi una pentola in ceramica o ollare non si addice assolutamente per questi piani cottura. Al contrario, con un normale fornello a gas è in pratica possibile utilizzare qualsiasi tipo di pentola, costruita con i materiali più disparati.

 

La pentola a pressione

Una delle evoluzioni più consistenti nel campo della produzione di pentole riguarda l’introduzione dei modelli a pressione. Queste particolari pentole, trattengono la fuoriuscita di aria e vapore e consentono di aumentare il punto di ebollizione dell’acqua, che si sposta intorno ai 120 gradi, contro i 100 gradi delle normali pentole. Questo fa sì che i cibi vengano cotti in tempi considerevolmente ridotti. Le pentole a pressione, per evitare temperature troppo alta, sono dotate di due valvole, una chiamata “di controllo” e una di “sicurezza”. Nel caso la pressione all’interno della pentola diventi troppo alta, la valvola di controllo si alzerà e consentirà la fuoriuscita di vapore, determinando così un abbassamento immediato della pressione interna.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove smaltire le pentole?

Dopo un certo numero di usi probabilmente le pentole non saranno più in forma come all’inizio: per questo motivo potreste volerle gettare e sostituirle con delle nuove. Dove è possibile smaltirle, rispettando le regole ed evitando così di inquinare il pianeta?

Diciamo che, in generale, essendo in metallo dovranno andare proprio nel cassonetto di plastica e metalli (o solo in quello dei metalli, a seconda della decisione in merito presa dal Comune nel quale vivete). Anche quelle in acciaio o in alluminio faranno la stessa fine, ma una certa attenzione meritano i modelli antiaderenti.

Soprattutto quelli con rivestimento in teflon devono essere portati presso le isole ecologiche, in quanto questa sostanza non permette il corretto smaltimento dell’alluminio.

 

Dove si possono comprare le pentole in rame?

Grazie alla diffusione e allo sviluppo tecnologico, oggi è possibile reperire tutto ciò che si vuole ovunque in rete. Se state cercando delle pentole in rame, il posto dove cercare sarà proprio il web: tanti negozi online offrono infatti anche questa soluzione per la cucina.

Molto dipende però anche dal motivo per il quale volete acquistarle: se avete l’esigenza di vederle dal vivo, un qualsiasi negozio fisico che tratti di cucina potrà garantire di trovare ciò che cercate. In quelli specializzati in vintage sarà possibile reperire anche modelli antichi, ideali per la decorazione dell’angolo che avete adibito alla preparazione del cibo.

 

Quando cambiare una pentola a pressione?

La vostra pentola a pressione potrebbe non funzionare più bene, per questo potreste desiderare di cambiarla. Prima di sostituirla, però, potete pensare di farla ritornare come nuova, utilizzando semplicemente dei pezzi di ricambio.

Quelli che troverete nei negozi specializzati e in rete sono: la valvola di esercizio, ovvero quella che garantisce l’abbassamento della pressione a fine cottura, le guarnizioni di sicurezza e quella del coperchio, fondamentali per evitare il vapore fuoriesca, e infine la valvola segna pressione, indispensabile per bloccare il coperchio.

 

Come pulire una pentola bruciata?

Almeno una volta nella vita avrete anche voi dimenticato una pentola sul fuoco: risultato, bruciarne il fondo. Che fare, allora, è necessario gettarla via? Assolutamente no, visto che è possibile pulirla e farla tornare come nuova, senza l’ausilio di sostanze chimiche.

Saranno sufficiente una tazza di aceto, una di acqua e due cucchiai di bicarbonato di sodio. Ponete l’aceto e l’acqua nella pentola bruciata, portare il tutto a ebollizione, togliere la pentola dal fuoco e versarvi il bicarbonato. A questo punto potrete passare una spugnetta e strofinare per rimuovere la parte bruciata.

Un altro metodo interessante è quello che prevede l’utilizzo della Coca Cola: si mette la pentola sul fuoco, con all’interno due bicchieri di Coca, si lascia riscaldare, poi si toglie dalla fiamma e si spazzola energicamente con una spugna abrasiva.

 

Cos’è il forno olandese?

Anche se ha il nome di “forno”, si tratta di una pentola che ha un uso molto differente da quello di altre che siete soliti usare. La caratteristica di tutti i modelli del genere, in ghisa o in acciaio, è la resistenza, tanto che possono addirittura essere posti in forno per la cottura di pane o di stufati.

Robusto anche il coperchio, fatto per essere ricoperto di brace, come il fondo che è pensato per essere posto direttamente a contatto con il fuoco. Ideale per lunghe cotture, è dotato di due grossi manici, che permettono di sollevarlo meglio, visto che è anche abbastanza pesante.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

4 COMMENTI

Virginia

March 23, 2021 at 10:33 am

secondo voi come posso fare un roast beef in pentola senza sporcare tutto?

Risposta
BuonoedEconomico

March 24, 2021 at 4:52 pm

Salve Virginia,

il roast beef è una di quelle preparazioni inglesi davvero squisite, che ti fanno fare sempre bella figura quando si tratta di accogliere a tavola i commensali.
Puoi prepararlo seguendo la tradizione, oppure adoperando pentole di qualità che ti permettono di evitare di sbagliare cottura.
In ogni caso, per poter evitare anche schizzi e quindi di sporcare la cucina (anche se inevitabile), puoi usare saggiamente il coperchio oppure un sacchetto e un dispositivo di cottura sottovuoto.

Saluti

Team BeE

Risposta
Marisa

March 21, 2021 at 12:20 pm

buongiorno x il compleanno di mio papà volevo preparare un arrosto di vitello in pentola solo che ho visto che dovrei cambiarla….. quale mi consigliate?

Risposta
BuonoedEconomico

March 22, 2021 at 9:36 pm

Salve Marisa,

hai già avuto modo di sperimentare la buona qualità delle pentole Tognana? Si tratta di soluzioni alla portata di tutti, e con specifiche molto interessanti.
Essendo realizzate in alluminio ma con un fondo particolare, riescono a garantire una dispersione del calore uniforme, perciò la cottura del tuo arrosto sarà omogenea.
Inoltre, i sapori si concentreranno, offrendo un risultato di alta qualità, come se fosse preparato in una cucina professionale.

Saluti

Team BeE

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status