Il miglior schermo per proiezioni

Ultimo aggiornamento: 22.04.18

Schermi per proiezioni – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Tanti schermi per proiezioni hanno caratteristiche basilari in comune ma solo pochi riescono a coniugare una buona risposta ai bisogni dell’utenza con un prezzo adeguato, come questi due: Duronic EPS133 /169, è motorizzato e permette il montaggio sia a parete che a soffitto. TecTake 402083 è il tipico modello economico che però non fa rimpiangere la somma spesa perché fa bene il suo dovere senza perdersi in dettagli. Entrambi sono disponibili in diverse misure.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior schermo per proiezioni

 

Non è solo una questione di prezzo, per scegliere un buono schermo per proiezioni è importante avere ben chiaro come verrà utilizzato il proiettore. Esistono diverse soluzioni pensate per rispondere ai bisogni di chi deve proiettare per svago o per lavoro; confronta prezzi e offerte proposte nella nostra classifica, ma tieni bene a mente le caratteristiche che non possono mancare in un buon supporto leggendo la nostra guida all’acquisto.

Guida all’acquisto

 

Le dimensioni sono importanti

La recensione di un proiettore punta sempre l’attenzione sulle sue caratteristiche tecniche, i lumen della lampada o la qualità della risoluzione, ma poco si dice sull’importanza del supporto su cui verranno proiettate le immagini.

In base al tipo di uso che si intende fare del proiettore sarà diverso il tipo di telo da scegliere per massimizzarne la resa. Quindi se intendi arricchire la tua dotazione per l’home cinema non cercherai lo stesso schermo che serve a chi proietta documenti o presentazioni per il lavoro.

Le dimensioni del proiettore consentono di riprodurre l’aspect ratio che ha il file da riprodurre. Lo schermo di un home cinema dovrà rispettare le proporzioni delle immagini da proiettare. Di norma un film ha un rapporto di 16:9, che altro non è che il rapporto tra altezza e larghezza dell’immagine; ne esistono anche da 4:3 o 14:9, meno diffusi, ma che sono compatibili con il primo perché l’aggiunta automatica delle bande nere laterali ne consente la visione anche negli schermi più grandi.

In ufficio o a scuola andrà bene uno schermo quadrato, con rapporto 1:1, perché di solito questo è il formato delle slide di PowerPoint o programmi simili destinati a questo scopo.

 

Semplice o motorizzato

Sul mercato esistono numerose proposte interessanti: non tutti i gadget offerti sono indispensabili per il buon funzionamento di uno schermo per videoproiezioni, ma di certo è importante sapere cosa si può ottenere da un buon prodotto.

Se hai la fortuna di poter dedicare un’intera parete allo schermo puoi limitarti a istallarlo alla giusta angolazione e con la corretta tensione che ti consenta di godere al massimo delle immagini proiettate. Ma se invece dovrai smontare il telo dopo averlo usato puoi optare per due soluzioni: scegliere uno schermo manuale oppure uno motorizzato.

Il neo dei modelli manuali è che non sempre raggiungono la giusta tensione e qualche grinza può inficiare la qualità della visione. Un modello a motore si riposiziona perfettamente in sesto senza troppi pensieri.

Gain o guadagno dello schermo

Prima ancora che puntare alla migliore marca, bada bene a rispettare tutti i criteri necessari per garantirti una buona visione in qualsiasi contesto. Quindi verifica che l’inclinazione del telo sia quella corretta, anche la distanza dal proiettore ha la sua importanza e seguire le indicazioni del produttore aiuta a ottenere la migliore risoluzione possibile.

Il gain, o la capacità di riflettere la luce, incide molto sulla qualità dell’immagine riflessa e direttamente sulla gradevolezza della visione. Schermi che riflettono molta luce riescono a far vedere in modo nitido le immagini anche quando in sala non c’è il buio pesto, sono adatti all’uso didattico o per le aziende. Schermi a basso guadagno invece riescono a diffondere in maniera più soffusa la luce, rilassando di più l’occhio, e possono essere usati per la proiezione dei film proprio dove è previsto di potere ottenere il buio completo.

 

I migliori schermi per proiezioni del 2018

 

Sei alla ricerca di uno schermo da proiezione motorizzato per allestire la sala conferenze, oppure hai deciso di attrezzare il tuo home theatre con uno schermo da proiezione da 16:9 per vedere in alta risoluzione i tuoi film preferiti. Quale che sia il tuo obiettivo eccoti una rosa di proposte da tenere a mente prima di deciderti all’acquisto.

 

Prodotti raccomandati

 

Duronic EPS133 /169

 

Nel top di gamma troviamo questo Duronic che tanti utenti entusiasti hanno definito il migliore schermo da proiezione disponibile sul mercato di largo consumo. È un modello motorizzato che permette il montaggio sia a parete che a soffitto, in questo modo è facile ridurne completamente l’ingombro quando non è in uso.

Lo schermo è bianco opaco, in questo modo la luce riflessa dalle immagini non disturba eccessivamente la vista e la visione è piacevole anche dopo molto tempo. Altro aspetto che migliora la qualità della visione è la presenza dei bordi neri nei quattro lati dello schermo, in modo da isolare bene l’immagine dal resto del fondo su cui vengono proiettate.

Sono disponibili diverse soluzioni e dimensioni diverse per rispondere in maniera specifica all’uso che ti proponi di farne, non stupisce che sia uno tra i modelli più venduti del momento.

In vendita a parte è possibile trovare anche il telecomando per il controllo remoto dello schermo direttamente dalla tua poltrona.

La nostra guida per scegliere il miglior schermo per proiezioni continua con una lista dei vantaggi e degli svantaggi di questo modello. Per acquistarlo online a prezzi bassi cliccate sul link che segue la descrizione.

 

Pro

Versatile: Questo schermo per proiezioni può essere montato al soffitto oppure alla parete, in modo tale da poter scegliere la migliore collocazione in base allo spazio a disposizione.

Qualità delle immagini: Essendo bianco opaco con i bordi neri, lo schermo permette una visione nitida delle immagini senza luci riflesse.

Dimensioni: Per rispondere alle esigenze dei clienti, lo schermo è disponibile in varie misure e fasce di prezzo.

 

Contro

Viti per il fissaggio: Nella confezione non sono incluse le viti per montare lo schermo al muro, che andranno quindi acquistate a parte, con una spesa maggiore e anche con una perdita di tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

TecTake 402083

 

Tra i migliori schermi da proiezione del 2018 fa bella figura anche questo modello proposto da TecTake. Venduto a prezzi vantaggiosi per ognuna delle proposte di diversa dimensione, vanta una buona qualità del telo e finiture accurate che aumentano la gradevolezza della visione.

Ha il fattore di guadagno massimo, quindi è molto luminoso e può essere usato anche dove non c’è modo di ottenere il buio completo. Il telo è piuttosto robusto, cosa che da una parte lo rende più pesante di altri modelli, poco più di 6 chili, ma al contempo ne fa un oggetto durevole e resistente anche agli spostamenti.

È possibile orientare l’angolo di visione fino a 125° per ottenere una buona immagine nitida per tutti i presenti in sala. Disponibile in diverse misure, si adatta bene a tutti i formati dei file da riprodurre anche grazie alla presenza della cornice nera sui quattro lati che aumenta il contrasto. Tutti sono ottimizzati per l’alta risoluzione perché sono compatibili con il formato HDTV, tra i modelli venduti online è di certo uno tra i più completi.

Di seguito riportiamo i pro e i contro di questo nuovo schermo per le proiezioni, realizzato da TecTake e proposto a un prezzo che non spaventa.

 

Pro

Economico: Questo schermo è tra i meno costosi sul mercato. Quindi se state cercando una soluzione di questo tipo e volete spendere poco, questo prodotto potrebbe fare al caso vostro.

Immagini: Si tratta di un prodotto che garantisce una visione nitida e luminosa anche se nella stanza non c’è buio completo.

Alta definizione: Disponibile in varie dimensioni e tutte predisposte per la visione HD.

 

Contro

Installazione a soffitto: Nella confezione sono presenti degli anelli metallici, che a detta di qualche utente non permettono un montaggio fisso al soffitto.

Acquista su Amazon.it (€49,99)

 

 

 

Duronic TPS86 /43

 

Non è facile decidere quale schermo da proiezione comprare, e anche i nostri consigli d’acquisto sono tutti diversi e rispondono a esigenze specifiche. Per questo partire dall’individuazione dei tuoi bisogni o desideri permette di restringere il numero di scelte possibili. Questo modello dotato di piedistallo, per esempio, consente di allestire una sala proiezioni ovunque si renda necessario senza per questo vincolare una stanza o intasare tutto lo spazio disponibile in casa.

Una volta istallato sul treppiede è facile regolare l’altezza dello schermo per definire la più adatta a offrire una visione gradevole a tutti i presenti, con o senza pop corn. Il rapporto di visione è 4:3, tienine conto se intendi usare lo schermo per riprodurre i film di ultima generazione che prediligono il formato 16:9.

La qualità del telo è soddisfacente: è un modello da regolare manualmente e gli utenti confermano di non avere avuto noie al momento di stendere il telo che non si stropiccia o crea fastidiose pieghe. Si monta con facilità perché arriva già fissato al cavalletto anche se è possibile staccarlo da lì se si preferisce conservarli separatamente.

Il nostro articolo è giunto all’elenco che riguarda le caratteristiche più importanti di questo schermo. Per sapere dove acquistare a prezzi bassi, cliccate sul link che segue la descrizione.

 

Pro

Struttura: Questo schermo è dotato di un piedistallo che lo sorregge, quindi non c’è bisogno di fissarlo al soffitto o alla parete. Ottimo anche per coloro che hanno intenzione di creare uno spazio “cinema” a casa, ma può essere anche usato in ufficio.

Resistenza: Il telo è molto spesso e può essere regolato manualmente. Gli utenti segnalano che non si stropiccia e rimane sempre bello teso.

Montaggio: Viene venduto con il cavalletto già fissato, quindi pronto per l’uso. Se avete intenzione di metterlo via, basterà staccare il cavalletto e il gioco è fatto.

 

Contro

Visione 4:3: Lo schermo è abilitato per una visione 4:3 e non 16:9, quindi valutate questo dettaglio soprattutto se avete intenzione di vedere film in questo formato.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lavolta sst-080-chd-100

 

Adesso avrai le idee più chiare su come scegliere un buono schermo da proiezione e avrai capito dalla comparazione tra modelli che rinunciando ad alcuni aspetti secondari è possibile risparmiare soldi senza perdere in qualità di visione.

Il modello Lavolta è un bel portatile da montare al treppiede, non richiede grandi manovre per essere montato o smontato e soprattutto si può regolare la ratio semplicemente stendendo più o meno telo disponibile.

Il telo è bianco opaco e non è possibile inclinarlo, quindi si adatta bene alla visione frontale delle immagini senza stancare troppo la vista ma di certo non si presta ad accompagnare gli appassionati di serie TV in cerca di maratone estreme.

È pensato per l’uso in interni, meno adatto a organizzare una serata di cinema all’aperto nel patio di casa. Questo perché la struttura non è delle più robuste, mentre piuttosto affidabile e resistente è il PVC del telo che non si stropiccia né è soggetto a lacerazioni.

La nostra recensione prosegue con un piccolo sommario relativo alle principali caratteristiche di questo schermo. Per acquistarlo online, potete cliccare sul link che trovate dopo la descrizione.

 

Pro

Facile da montare: Uno schermo con cavalletto facile da montare e smontare all’occorrenza, adatto agli interni e caratterizzato da un buon compromesso tra qualità e prezzo.

Materiali: Il telo è in PVC, quindi abbastanza resistente e non rischia di stropicciarsi restando sempre bello teso, a garanzia di una convincente qualità di visione.

Visione: La ratio può essere programmata in base a quanto si decide di stendere lo schermo, quindi ottima personalizzazione.

 

Contro

Prezzo: Non si tratta del modello più economico in circolazione, tuttavia la qualità della visione è sicuramente superiore alla media.

Acquista su Amazon.it (€88,9)

 

 

 

Luxburg® PS-MN-22×12-GB-2015

 

Lo schermo per proiettore deve adattarsi alla qualità del file proiettato e del proiettore in uso. In questo caso lo schermo si presta bene a essere impiegato per la visione di contenuti ad Alta Definizione che richiedono una certa attenzione per i dettagli da parte del produttore.

Il telo per proiettore Luxburg soddisfa i clienti che “per questo prezzo” si dichiarano soddisfatti: un supporto da battaglia da cui non aspettarsi grandi cose ma che, tutto sommato è una tra le offerte che non delude in quanto a qualità di visione e risoluzione dell’immagine su di esso proiettata.

È disegnato per essere appeso a muro e scomparire nel suo supporto quando non è in uso, un sistema interessante per avere in casa o al pub un posto per vedere le partite sul grande schermo.

Il valore del gain è 1, questo significa che l’immagine è molto luminosa e brillante anche grazie al tipo di materiale usato, la fibra di vetro, e ne consente l’uso all’esterno per organizzare piacevoli sessioni di cinema all’aperto nel portico di casa.

Un prodotto molto valido e caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Ecco, quindi, i suoi vantaggi e svantaggi.

 

Pro

Qualità delle immagini: Questo schermo regala immagini ad alta risoluzione, nitide e luminose grazie al valore del gain che è 1. Può essere usato all’interno o all’esterno.

Versatile: Il prodotto è progettato per essere montato a muro a scomparsa, grazie a un meccanismo a molla che tira su e giù il telo all’occorrenza.

Prezzo: Un rapporto qualità/prezzo molto interessante considerando la definizione delle immagini e la possibilità di poterlo collocare ovunque.

 

Contro

Fissaggio a soffitto: Qualche utente ha riportato che la molla per tirare su il telo non funzioni benissimo e che sia necessario accompagnarlo all’inizio.

Acquista su Amazon.it (€99,9)

 

 

 

Come utilizzare uno schermo per proiezioni

 

Avete appena comprato il vostro nuovo proiettore ma vi siete accorti che vi manca ancora qualcosa. Fate brevemente mente locale e ci arrivate: non avete lo schermo per proiezioni. Poco male visto che è un oggetto facilmente reperibile, anzi, se vi recate dove avete acquistato il proiettore è probabile che troverete lì ciò che vi serve.

 

 

Perché usare uno schermo

Ma dopotutto perché mai si dovrebbero spendere dei soldi quando è possibile proiettare le immagini sulla parete? Rispondiamo subito! Per quanto il vostro nuovo proiettore fiammante sia di alto livello, una parete non consentirà mai di sfruttare le sue potenzialità. La qualità delle immagini ne risentirà inevitabilmente. Mentre una parete assorbe le informazioni video, uno schermo, di buona qualità (cosa sempre importante) le informazioni visive le restituisce.

 

Il colore dello sfondo

In passato gli schermi per i proiettori venivano realizzati sempre con sfondo bianco e ancora oggi sono disponibili in commercio. La scelta del bianco era dovuta alla necessità di riflettere quanta più luce possibile proveniente dal proiettore così da aumentare la luminosità dell’immagine. Ma con lo sfondo grigio si possono migliorare gli effetti relativi alle scale di grigio (ci perdonerete la ripetizione) e ai contrasti con il colore nero. Naturalmente i bianchi sono più luminosi. Cosa non di poco conto, gli schermi con sfondo grigio danno il meglio in ambienti con poca luce. Se aggiungiamo che non c’è tutta questa differenza economica tra schermi bianchi e grigi, suggeriamo di prendere in considerazione questi ultimi.

 

Le dimensioni dello schermo

Per una visione ottimale è necessario avere uno schermo di proiezione dalle giuste proporzioni rispetto all’ambiente dove va installato. Per fare ciò è necessario tener conto dei seguenti fattori: innanzitutto la distanza massima tra il proiettore e lo schermo. Poi bisogna prendere nota del valore del rapporto di proiezione. Per conoscerlo basta controllare le specifiche del dispositivo cercando la voce Throw Ratio. Tenete presente che in genere questo valore è indicato con un minimo e un massimo. Non resta altro da fare che calcolare il rapporto tra la distanza di proiezione e il Throw Ratio per conoscere la dimensione minima e massima dello schermo.

 

 

Schermo fisso o mobile

Un’altra scelta da fare è quella tra un modello di schermo fisso oppure mobile. Chiaramente tutto dipende se avete la necessità di usare il videoproiettore in ambienti diversi o se invece necessitate di una installazione fissa, magari in salotto o soggiorno.

 

 

 

Leave a Reply

3 Comments on "Il miglior schermo per proiezioni"

avatar
  Subscribe  
newest oldest most voted
Notify of
Vincenzo
Guest
Salve, ringrazio anticipatamente sua della guida che dei consigli sto leggendo questa guida e spulciando su amazon oltre alla marca consigliata DURONIC, anche HIVILUX gain 1 che ha decisamente più onerosi. Ora io vorrei creare, nella mia taverna, una sala multimediale e pian pianino acquisterò tutto. Mi consigliate un buon schermo da utilizzare per vedere film in bluray 4k e 3d? Su amazon ho visto anche un prime (se posso metto i link di quelli visti) e questi HiVilux con Gain 1 (spiegatemi anche un valore ottimale da prendere come esempio) che hanno prezzi decisamente più alti degli altri. Ho… Read more »
Vincenzo
Guest

Il proiettore è xgimi H1, che ripeto per ora va bene poi in futuro vedremo di acquistarne uno top!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 4.67 out of 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.