Il miglior mini proiettore

Ultimo aggiornamento: 11.12.18

Mini proiettori – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Se non hai tempo di analizzare i tanti mini proiettori presenti sul mercato concentrati sui primi due della nostra classifica, i più apprezzati dagli utenti. Uno è Philips PPX PicoPix 3414, leggerissimo, con risoluzione HD e, grazie alla batteria ricaricabile al litio, in grado di funzionare per due ore senza essere alimentato dalla corrente. L’altro è Cheerlux C6 Mini, molto più economico e con digitale terrestre integrato per poter proiettare direttamente su schermo i canali televisivi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior mini proiettore

 

L’evoluzione del mercato dei dispositivi tecnologici ha investito profondamente anche il settore dei proiettori, che si sono “ristretti”, sia nel prezzo sia nelle dimensioni. È così diventato più facile utilizzare prodotti di questo tipo, soprattutto nelle loro versioni più compatte e facilmente trasportabili.

Nella nostra guida ci soffermiamo proprio su questi modelli, dei quali ti forniamo sia le recensioni così da evidenziarne pro e contro, sia le peculiarità di cui tenere conto prima di scegliere il dispositivo giusto.

1

Guida all’acquisto

 

La miglior visione

Sono molteplici gli aspetti da valutare con attenzione nella scelta di un prodotto di questo tipo ma ce ne sono un paio che spiccano sugli altri e che si collocano ai primi posti della classifica delle funzionalità più importanti. Ci riferiamo ai valori di luminosità e di risoluzione che il mini proiettore è in grado di assicurare.

La luminosità, tipicamente espressa in Lumen, è la discriminante più importante per quanto riguarda la qualità ed è direttamente proporzionale alla resa visiva: maggiore sarà questo valore, migliore sarà la bontà della visione. Questo aspetto è ancora più rilevante se sai già che ti troverai spesso a utilizzare il videoproiettore in un ambiente non perfettamente buio. In questo caso un modello da molti Lumen sarà una scelta praticamente obbligata.

Trattandosi di proiettori dalle dimensioni estremamente ridotte non è ovviamente immaginabile che siano in grado di restituire una resa di visione qualitativamente paragonabile a quella dei modelli standard. Diventa perciò ancora più importante cercare di creare le giuste condizioni di oscurità.

La seconda discriminante è la risoluzione che il mini proiettore è capace di gestire, ovvero la definizione massima supportata. Se dunque vuoi proiettare film, indirizzati verso un apparecchio che gestisca almeno l’HD (difficile trovare mini proiettori Full HD), altrimenti puoi accontentarti di risoluzioni più basse.

 

 

 

Più piccolo possibile

Parlando di mini proiettori si può notare come tutte le migliori marche propongano modelli estremamente compatti e come la loro trasportabilità possa spesso rappresentare il vero valore aggiunto, più importante anche di risoluzione e luminosità. Se poter portare il videoproiettore sempre con te è fondamentale, dunque, tieni conto di dimensioni e peso, in modo da poterlo infilare comodamente nella borsa se non addirittura nella tasca della giacca.

È piuttosto scontato che il processo di miniaturizzazione si debba pagare e sono due gli aspetti con i quali venire a patti: la qualità di visione, come abbiamo già accennato, e il prezzo di vendita. Per poter ridurre le dimensioni, infatti, i produttori devono utilizzare componenti più piccole e dunque in grado di garantire una bontà dell’immagine inferiore.

Mettendo a confronto i prezzi, poi, noterai piuttosto facilmente come i proiettori più piccoli costino di più rispetto a quelli di dimensioni standard. È lo scotto per la comodità e la versatilità d’uso che garantiscono.

2

 

Mettere in comunicazione

Il modo in cui il proiettore dialoga con la sorgente delle immagini è parte della sua versatilità, perché più elevate saranno le porte integrate e le eventuali connessioni wireless, maggiori saranno le occasioni in cui poter utilizzare il dispositivo.

I mini proiettori in vendita sul mercato sono infatti pensati per essere affiancati a computer, lettori DVD o Blu-ray e console di gioco. Devono dunque essere dotati di ingressi VGA e HDMI, quest’ultimo un vero e proprio standard quando si parla di alta definizione. Valuta anche la possibilità di scegliere un apparecchio dotato di porta USB nella quale inserire una pendrive per riprodurne direttamente i contenuti senza passare dal PC.

Non mancano i modelli con connettività Bluetooth, comodi da utilizzare in abbinata a uno smartphone o un tablet, così da proiettare i contenuti archiviati nella loro memoria senza la necessità di utilizzare i cavi.

 

I migliori mini proiettori del 2018

 

Siete appassionati di cinema e avere un proiettore in casa è sempre stato il vostro sogno, che in passato il costo spesso proibitivo dei vari modelli non permetteva di trasformare in realtà? L’evoluzione tecnologica ha reso l’acquisto di un dispositivo di questo tipo più accessibile, in particolare grazie ai modelli più piccoli che hanno dalla loro parte anche la possibilità di poter essere trasportati e utilizzati ovunque.

Qui di seguito vi proponiamo la nostra classifica dei migliori mini proiettori del 2018, pensata per aiutarvi a scegliere il modello giusto per voi, magari da utilizzare in ambito lavorativo, o per fare divertire i vostri bambini.

 

Prodotti raccomandati

 

Philips PPX 3414 PicoPix

Principale vantaggio

Si tratta di un proiettore molto versatile e comodo da portare con sé in qualsiasi situazione date le dimensioni estremamente ridotte, 10 x 10 x 31 centimetri.

 

Principale svantaggio

Considerato il costo ci si sarebbe aspettati almeno una risoluzione nativa Full HD (1.920×1.080 pixel), invece ci si ritrova con un dispositivo dalla risoluzione SD: 854×480 pixel.

 

Verdetto 9.6/10

L’aggettivo “mini” calza a pennello dal momento che si tratta di un proiettore davvero tascabile, non avrete alcun tipo di difficoltà nel trasporto, un elemento fondamentale per chi lo utilizza al di fuori delle mura casalinghe. Il prezzo non è dei più bassi ma la resa qualitativa è comunque migliore rispetto alla maggior parte dei mini proiettori in vendita sul mercato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Risoluzione e lumen

Quando si acquista un proiettore, che sia “mini” o meno, bisogna sempre considerare la risoluzione nativa. Non sempre è indicata dal produttore poiché si preferisce segnalare sempre la risoluzione supportata, che solitamente è elevata ma non ha nulla a che vedere con l’effettiva pulizia e qualità dell’immagine che il dispositivo è in grado di proiettare.

Nel caso di PicoPix, la risoluzione nativa è SD, 854×480 pixel, non una delle più entusiasmanti dunque dal momento che lo standard qualitativo attualmente è il Full HD (1.920 x 1.080 pixel). A onor del vero è anche molto difficile trovare una risoluzione di questo tipo sulla maggior parte dei proiettori in vendita sul mercato dunque si tratta di un problema relativo che interessa fondamentalmente solo gli utenti che non scendono a compromessi.

Il valore lumen, essenziale per la visibilità in stanze luminose, è di 140, accettabile se consideriamo le dimensioni del dispositivo. Questo valore, però, non vi consentirà di avere immagini nitide in stanze luminose e dovrete comunque creare una sorta di penombra per avere una visuale chiara.

Estensioni supportate

Va decisamente molto meglio dal punto di vista del supporto ai file e la versatilità d’utilizzo.

Per quanto riguarda le connessioni con altri dispositivi, potrete collegare il proiettore sia con un cavo HDMI direttamente al vostro computer, sia tramite USB o schede SD per leggere da supporti esterni file di qualsiasi tipo, video, audio o anche documenti di testo.

Gli utenti affermano che può essere utilizzato sia per lavoro, per esempio per proiettare slide o altri progetti durante meeting o colloqui, sia per l’intrattenimento, vedendo qualche film con la famiglia mentre si è comodamente seduti sul divano di casa.

Il proiettore di Philips è dotato inoltre di un sistema di regolazione della luminosità e altri parametri di proiezione, rendendolo quindi ideale per proiettare su pareti di colore diverso dal bianco, incrementando notevolmente le possibilità di utilizzo in qualsiasi situazione.

 

Accessori

Philips è un brand di qualità e non lascia quindi nulla al caso. Il mini proiettore è fondamentalmente un dispositivo estremamente fragile, il poterlo portare sempre con sé aumenta notevolmente le situazioni di rischio come per esempio urti e cadute accidentali. Per prevenire spiacevoli inconvenienti, è fornita una custodia protettiva insieme al proiettore per proteggerlo durante i vostri spostamenti. Una piacevole aggiunta apprezzata dalla maggior parte degli acquirenti.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cheerlux C6 Mini 

 

1.Cheerlux C6 MiniIl modello C6 proposto da Cheerlux si presta bene per accompagnare le ore di svago godendosi un film o giocando partite su grande schermo.

Buona la risoluzione e la capacità di definizione grazie alla presenza di una lampada da 1.200 ANSI Lumen, non tantissimi, ma sufficienti per garantirle lunga vita e risoluzione a 720p o 1080p, l’alta risoluzione. Le interfacce disponibili sono quella HDMI per leggere contenuti in formato HD, la porta USB ad alta velocità e quella VGA d’accesso al PC. È inoltre presente la possibilità di collegare direttamente le cuffie al proiettore per ascoltare l’audio dei propri contenuti senza disturbare gli altri.

La lampada led ha una vita utile stimata in 50mila ore di funzionamento, anche i consumi sono ridotti al minimo visto che si tratta di una lampada da 45W. Le casse in dotazione sono piuttosto modeste, da 2W, ma possono essere integrate con altre fonti audio.

La brillantezza e nitidezza dei colori piace agli acquirenti che l’hanno scelto per proiettare su parete i film preferiti.

Tanti gli aspetti positivi di questo proiettore da prendere in considerazione se si vuole trasformare il salotto di casa in una sala cinematografica. Vediamo in dettaglio le caratteristiche più importanti.

button-IT

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Philips Picopix PPX3614 

 

1.Philips Picopix PPX3614Un apparecchio versatile e davvero tascabile. Il modello di Philips rispecchia alla perfezione tutti i dettami che, a nostro giudizio, lo rendono il miglior mini proiettore del 2018 e uno strumento in grado di regalarvi ottime soddisfazioni sia in ambito lavorativo sia multimediale.

La connettività è uno dei punti di forza del Picopix visto che dialoga in modalità wireless con tantissimi riproduttori sfruttando il Wi-Fi e il Dlna oppure con i classici collegamenti via cavo Hdmi, Vga o component. La presenza di un player integrato, poi, rende il proiettore totalmente indipendente: è infatti in grado di leggere file direttamente dalla memoria interna da 2 GB, da una chiavetta Usb o da una scheda di memoria in formato SD.

Capace di proiettare un’immagine fino a 120 pollici di diagonale, il dispositivo dell’azienda olandese si è fatto apprezzare da chi l’ha acquistato per la buona luminosità, le dimensioni estremamente compatte e la capacità di riprodurre file in Full HD. Tutta questa versatilità ha un prezzo, elevato certo ma assolutamente in linea con la sua dotazione tecnica e tale da renderlo un acquisto consigliato.

La nostra guida per scegliere il miglior miniproiettore, a questo punto, viene completata e integrata dall’elenco di quelli che, per gli utenti più attenti, sono i pregi e i difetti più evidenti.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€1116,08)

 

 

 

QKK – 2200 Lumen

 

Pur essendo piccolo fa una gran bella figura specie se lo si vuole usare come schermo per l’home cinema. Quindi al buio più completo i suoi 2.200 Lumen sono in grado di restituire buona nitidezza delle immagini e qualità della risoluzione. È infatti predisposto per supportare il formato FullHD, sebbene poi venga restituito a schermo con una risoluzione massima di 800×480 pixel.

Buono anche sotto il profilo della connettività. Sono tante le porte tramite le quali avere accesso alle fonti di dati: HDMI, VGA e due porte USB consentono di collegare praticamente ogni tipo di dispositivo in cui sono presenti i video da riprodurre.

Sono inclusi nella lista anche le console di gioco e i lettori di file multimediali così come il decoder per guardare le trasmissioni satellitari su uno schermo di grandi dimensioni. Questo perché la diagonale massima è notevole e, nominalmente, può arrivare fino a 5 metri, ma perdendo inevitabilmente qualcosa in termini di qualità di visione.

Pro
Tante porte d’accesso:

Sono presenti tutte le principali porte per collegare le periferiche senza problemi e non porre limiti al tipo di contenuti da riprodurre.

Buona luminosità:

Pur non essendo un proiettore adatto a essere usato in ambienti in penombra, la possibilità di usarlo completamente al buio lo rende efficace per quanto riguarda il suo scopo.

Aggiornamento software:

Il dispositivo si attualizza costantemente in modo da non restare indietro quando vengono introdotti nuovi formati o estensioni.

Contro
La stanza deve essere al buio completo:

Il prezzo e le dimensioni contenute non devono trarre in inganno. Si tratta di un oggetto di uso semplice e senza pretese, come quella di usare il proiettore in stanze in penombra.

Risoluzione:

Sebbene supporti contenuti in alta definizione, la risoluzione massima dello schermo è di 800x480 pixel, dunque bassina.

Acquista su Amazon.it (€89,99)

 

 

 

Philips PPX PicoPix 3414 

 

2.Philips PPX PicoPix 3414Piccolo e compatto il proiettore Philips si porta facilmente in giro per essere di supporto proprio dove serve ma senza creare intralci o eccessivo ingombro. Nonostante la bassa potenza della lampada, sono 140 Lumen, la risoluzione è piacevole e le immagini nitide e gradevoli.

La qualità delle immagini è HD, 845×480, fino a una diagonale di 305 cm, che corrisponde a 120 pollici, si tratta di prestazioni paragonabili a quelle dei dispositivi più potenti e non stupisce come il costo di questo gingillo non sia bassissimo. Le opinioni entusiaste sono la prova che nonostante la potenza della lampada sia contenuta, la definizione e il contrasto delle immagini proiettate sono sorprendenti.

Tante le feature che rendono questo dispositivo utile per chi ha bisogno di proiettare slide e presentazioni per lavoro: legge con facilità i principali formati di Microsoft Office, ha un lettore di scheda SD integrato, la porta USB e la possibilità di decodificare direttamente il formato Mp4.  Si tratta di dettagli da non trascurare proprio perché rendono non indispensabile il collegamento del proiettore ad altri dispositivi, come il notebook.

Non si giudica il monaco dall’abito né questo proiettore dalle dimensioni: compatto, leggero e dal design accattivante è un concentrato di tecnologia affidabile, scopri di più nella lista di pro e contro che trovi di seguito.

button-IT

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un mini proiettore

 

Un mini proiettore è un dispositivo che permette di guardare le trasmissioni preferite e i film in formato gigante, proprio simulando un cinema casalingo. Il suo aspetto ricorda le macchine per diapositive, anche se c’è da dire che la tecnologia ha fatto molta strada rispetto ai primi modelli che assicuravano una visione dei contenuti su grande schermo. Se non sapete come usare al meglio il vostro mini proiettore, in questo articolo riportiamo valide informazioni sulle sue caratteristiche principali.

Posizionamento alla giusta distanza

Un mini proiettore non occupa molto spazio, ma la sua collocazione deve essere sempre ben studiata al fine di garantire una visione nitida delle immagini. Deve essere posizionato in perpendicolare alla parete, meglio se installato al soffitto. Ogni proiettore dispone di un manuale di istruzioni che spiega l’installazione passo dopo passo, ma alcuni produttori caricano anche video online che spiegano dove posizionare il proiettore e come installarlo in modo da sfruttarlo al massimo delle sue potenzialità.

 

Attenzione alla luce

Per poter usufruire al meglio delle capacità del mini proiettore, è necessario che la stanza sia abbastanza buia o che il dispositivo sia dotato di un alto valore di Lumen, in modo tale da poter godere di immagini luminose e nitide in ogni situazione. Scegliere una zona che possa essere oscurata con facilità, usando tende o altri metodi, è un altro sistema per rendere più versatile l’utilizzo del mini proiettore.

Ci sono anche le versioni da poter utilizzare durante il giorno, ma sono più costose, anche per i costi di manutenzione. La nitidezza delle immagini dovrà essere impostata secondo le esigenze. In gergo questa operazione è definita taratura dell’immagine, grazie alla quale si programmano la messa a fuoco e la luminosità.

 

La qualità delle immagini è fondamentale

Un mini proiettore è valido se la qualità delle immagini che trasmette è buona, in modo da assicurare una visione soddisfacente. Quindi, le immagini devono essere nitide e luminose, ma la loro qualità non dipende solo dalla collocazione del mini proiettore, ma anche dalla risoluzione di cui è dotato. Se pensate di usare il mini proiettore molto spesso per guardare fiction o film, consigliamo i modelli HD, un pò più costosi ma sicuramente validi per quanto riguarda le loro prestazioni, soprattutto se avete la possibilità di collegarli a un lettore Blu-ray o a una console di nuova generazione.

Come si connette?

I mini proiettori sono sempre dotati di ingressi VGA e HDMI, ma ci sono modelli che dispongono della porta USB per collegarli al PC o per riprodurre i contenuti presenti su un hard disk o una chiavetta. Per gli amanti della tecnologia ci sono versioni con Bluetooth integrato che permette il dialogo con altri dispositivi mobili come tablet e smartphone.

 

Durata della lampada

Uno componenti più importanti in un proiettore è la sua lampada che però è anche uno degli elementi che più si consumano. Valutare il suo ciclo vitale, dunque, è importante. In media la lampada di un videoproiettore ha una durata variabile, tipicamente tra le 2.000 e le 4.000 ore. Al termine di questo lasso di tempo, dovrete entrare nell’ordine di idee di sostituirla.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Crenova XPE BL-18

 

2.Crenova XPESe alle esigenze di trasportabilità di un mini proiettore Led volete abbinare un prezzo di vendita estremamente conveniente, il nostro consiglio d’acquisto è questo modello di Crenova, tra i più economici tra quelli venduti online. Come spesso avviene per i dispositivi low cost, è necessaria qualche rinuncia dal punto di vista delle caratteristiche tecniche: in questo caso dovrete fare a meno dell’alta definizione e “accontentarvi” della risoluzione nativa di 480×320 pixel.

L’XPE compensa questa carenza con un’elevata versatilità, perché è in grado di riprodurre filmati e presentazioni archiviate su pendrive Usb, schede SD o riproduttori multimediali collegali via Hdmi o Vga. Inoltre, come hanno rilevato alcuni tra gli utenti che l’hanno acquistato, le dimensioni compatte e la capacità di alimentarsi sia via corrente sia sfruttando un powerbank, lo rendono davvero portatile e utilizzabile ovunque.

La qualità dell’immagine è solo discreta ma d’altra parte siamo in presenza di un prodotto di fascia bassa, adatto a un utilizzo sporadico e in mobilità. Se queste sono le vostre necessità non rimarrete delusi.

Un quadro riassuntivo che faccia chiarezza in maniera analitica è presentato di seguito, con l’elenco delle caratteristiche salienti del nuovo prodotto appena descritto.

 

 

Tronfy TP-60

 

3.Tronfy TP-60Rispetto agli altri modelli che abbiamo messo in comparazione nella nostra classifica per aiutarvi a decidere quale mini proiettore HD comprare, il modello di Tronfy ha dimensioni più ampie, non abbastanza da comprometterne la trasportabilità ma sicuramente tali da non consentire di infilarlo nella tasca della giacca, visto che pesa anche poco più di un chilogrammo.

Solido e assemblato utilizzando plastiche di buona qualità, il TP-60 ha una luminosità di 1.000 lumen che gli consentono di offrire una buona definizione, sufficiente per guardare film e video senza la fastidiosa comparsa di pixel e con una discreta resa anche in una stanza non completamente buia.

Chi l’ha acquistato ha trovato davvero convincente il rapporto tra quanto il mini proiettore ha da offrire e il prezzo necessario ad acquistarlo ma ha anche rilevato come l’altoparlante integrato vanti una potenza davvero ridotta. Si tratta di un “contro” comunque facilmente aggirabile con l’acquisto di una coppia di casse esterne.

Stabilire se acquistare o meno il prodotto illustrato è una scelta molto delicata. Quindi, oltre alla guida, noi ti aiutiamo con una utile comparazione delle caratteristiche principali del prodotto, di seguito trovi il link dove comprare il Tronfy se ritieni sia fatto apposta per te.

button-IT

 

 

 

DB Power E03

 

4.DB Power E03Per rispondere alla domanda su come scegliere un buon pico proiettore è necessario partire dal tipo di utilizzo che pensate di farne. Se, per esempio, le vostre esigenze sono di tipo professionale, questo modello non fa al caso vostro ma se invece state pensando a un apparecchio capace di intrattenere i più piccoli in modo alternativo e senza spendere molto, allora fateci un pensiero.

Il DB Power dialoga con i dispositivi come computer e lettori Dvd tramite Hdmi e Vga ma ha anche ingressi per schede di memoria e pendrive Usb. La risoluzione nativa è di 240p, dunque non particolarmente elevata, ma la buona luminosità assicura prestazioni valide nella proiezione in ambito casalingo.

Realizzato in plastica, ha dimensioni e peso tali da renderlo davvero trasportabile, così da poterlo utilizzare sia a casa sia portandolo in vacanza. Il prezzo è di fascia medio/bassa e la sua combinazione tra versatilità e portabilità lo rendono un prodotto consigliato per l’acquisto.

Si sa, la descrizione è un conto ma l’analisi dei pro e contro è di più rapida lettura. Eppure entrambi sono particolarmente importanti per scegliere correttamente il miglior prodotto. Ecco dunque l’elenco analitico dei pro e dei contro del dispositivo in esame.

 

 

Excelvan RD-802

 

5.Excelvan RD-802Pensato per un utilizzo domestico in condizioni di totale oscurità, il modello che occupa l’ultimo posto della nostra classifica dei migliori mini proiettori portatili ha nel prezzo economico e nella sua leggerezza le sue frecce più acuminate.

Il suo punto meno convincente è la risoluzione nativa piuttosto bassa che rende la qualità di visione solo discreta e paragonabile, come fanno notare anche le persone che l’hanno già acquistato, a quella di una videocassetta. Se la resa è accettabile per i filmati, diventa piuttosto difficile visualizzare correttamente tasti e scritte. Per fortuna è in grado di accettare contenuti da numerosi dispositivi, connessi ai vari ingressi video, alla Usb o inseriti nello slot per schede SD.

La lampada led assicura una durata di oltre 50mila ore abbinandola a un ridotto consumo energetico che, tenendo conto del costo a cui l’Excelvan viene venduto, rendono questo proiettore portatile una scelta oculata per chi è in cerca di un modo originale per intrattenere i figli.

Ogni guida ha la sua importanza ma, per quanto accurata, non è da sola sufficiente a poter guidare l’utente verso la scelta ottimale. Allora, considerato ciò, vi proponiamo un utile confronto tra i pro e i contro del dispositivo esaminato.

button-IT

 

 

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Il miglior proiettore portatile

Proiettore di luci di Natale

Puntatore laser

Schermo per proiezioni

Proiettore

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (14 votes, average: 4.86 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.