La migliore lampada da scrivania

Ultimo aggiornamento: 15.11.18

 

Lampade da scrivania – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La nostra preferenza va alla lampada TaoTronics IT TT-DL13, nella quale è possibile regolare sia il tipo di luce che l’intensità. La testa ruotabile a 360 gradi permette di indirizzare la fonte luminosa dove si desidera. Subito dopo viene Fabrisuber Since 1977 Churchill, ideale per chi vuole acquistare un oggetto elegante e di gran classe. La catenella, che serve ad accendere e spegnere la lampada, è un altro elemento che ne connota la particolarità.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere la migliore lampada da scrivania

 

Indispensabile per chi lavora alla scrivania, la lampada è un accessorio che deve essere scelto con cura in base alle proprie esigenze. Fondamentale verificare che sia in linea con l’arredamento della stanza nella quale viene posta, per evitare sgradevoli contrasti.

La nostra guida ti può aiutare a scegliere il modello migliore per te sul mercato. Dai un’occhiata alle recensioni e alle caratteristiche degli articoli consigliati nella classifica, sono quelli più apprezzati online.

Guida all’acquisto

 

Le caratteristiche principali

La lampada da scrivania è pensata per migliorare la visibilità di una specifica area, quindi per la lettura o l’esecuzione di particolari lavori. Un elemento che non può assolutamente mancare è la lampadina, alla quale spetta il compito principale.

Secondo gli esperti, l’illuminazione dovrebbe aggirarsi attorno ai 40/60 watt per non dar fastidio all’occhio e consentire, allo stesso tempo, di vedere bene. Molto importante è anche il paralume, non solo per l’impatto estetico ma anche perché filtra la luce e le conferisce un particolare colore.

Ce ne sono di vari materiali, come la plastica, la ceramica (dal prezzo più elevato), la carta o la stoffa, per accontentare le esigenze di ogni consumatore. C’è poi l’asta, che può essere regolabile o meno e può aiutare a centrare meglio l’oggetto che esaminiamo o la pagina che leggiamo.

La base può avere un’ampiezza diversa a seconda delle necessità personali oppure essere assente nei modelli con l’attacco a morsetto.

 

I materiali

Se sei abituato a confrontare i prezzi, farai una selezione dei materiali al contempo più resistenti ma anche meno costosi. Tra quelli più usati troviamo il plexiglass, l’alluminio, il policarbonato, l’ottone e il vetro. Il primo è trasparente e viene solitamente utilizzato in alternativa al vetro.

Ha il grande vantaggio di essere infrangibile, per cui acquistare una lampada di questo materiale significherà assicurarsi un oggetto di lunga durata. L’alluminio ha la stessa resistenza, oltre a essere anche molto leggero e a difendersi bene dalla corrosione.

Il policarbonato, trasparente, è uno degli elementi più indicati per la costruzione di una lampada, perché consente di creare un oggetto allo stesso tempo conveniente e di buona qualità. L’ottone, di colore oro, è indicato se si cerca un modello classico da porre in uno studio sulla stessa linea.

Il vetro, a meno che non si tratti di un prodotto di design, è solitamente usato per creare i diffusori di luce, utili per rendere più luminosa l’intera stanza.

Tipi di luce

Occorre anche tenere conto della modalità di emissione del fascio di luce. Ci sono modelli a luce diffusa e a luce diretta: la prima serve per illuminare una porzione del piano di lavoro, la seconda crea invece una certa atmosfera.

È importante valutare quale lampadina utilizzare, indipendentemente dalla migliore marca in commercio. Quelle fluorescenti, molto efficienti e a lunga durata, richiedono qualche secondo prima di accendersi. Quelle a incandescenza sprigionano subito la luce ma hanno un consumo un po’ più elevato. Le alogene, infine, durano molto più delle precedenti e producono una luminosità molto brillante.

 

Le migliori lampade da scrivania del 2018

 

Ecco i cinque modelli più validi tra quelli venduti online. Fate una comparazione delle loro caratteristiche per individuare quale lampada da scrivania comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

TaoTronics IT TT-DL13

 

Chi sa apprezzare tutti i progressi della tecnologia va alla ricerca di un prodotto che possa soddisfare tutte le esigenze nella maniera più semplice. Per questo, optare per una lampada da scrivania LED è utile a non affaticare la vista e proteggere i propri occhi da sforzi inutili.

La proposta di TaoTronics utilizza infatti questo tipo di luce che garantisce una buona illuminazione della porzione di scrivania da impiegare. Leggere o lavorare diventa più semplice, grazie anche alla possibilità di scegliere la temperatura di colore più indicata al momento.

Si può passare dalla gialla alla bianca, per accontentare le esigenze di ogni utente. L’intensità è invece regolabile su sette diversi livelli, per avere la giusta luce a seconda del lavoro da svolgere. La testa è ruotabile, per illuminare un punto specifico senza doverla spostare, e il materiale utilizzato, l’alluminio, la rende più resistente e durevole nel tempo.

L’unico difetto riscontrato da alcuni acquirenti è la presenza della lucina rossa sempre accesa, anche quando la lampada non è in uso. Basta però togliere la spina dalla presa per eliminare questo inconveniente.

È il momento di riassumere le caratteristiche che meglio descrivono il potenziale di questa bella lampada da tavolo in apparenza molto semplice e discreta. Questo elenco per punti vi permetterà di avere chiari gli aspetti che la rendono unica per decidere se merita un posto sulla vostra scrivania.

Pro
Alta gamma di regolazioni possibili:

Si può scegliere tra le diverse temperature della luce, quindi passare dal giallo più accogliente al bianco, freddo ma perfetto per illuminare ogni dettaglio. Inoltre è possibile regolare l’intensità della luce dimmerabile scegliendo tra sette livelli.

Facile da orientare come serve:

Il braccio della lampada può assumere quasi ogni posizione per poter fare luce proprio dove serve senza lasciare in ombra le zone più difficili da raggiungere o dove manca un piano dove poggiare la lampada.

Con porta USB per ricaricare i dispositivi:

La porta è ben nascosta e sfrutta l’alimentazione alla corrente di casa che tiene accesa la luce della lampada per ricaricare anche smartphone, tablet o qualsiasi device compatibile.

Contro
Difficile chiedere di più:

Il prezzo di vendita è anche più economico di quanto si pensi, davvero difficile trovare un difetto a questa bella lampada.

Acquista su Amazon.it (€31,99)

 

 

 

Fabrisuber Since 1977 Churchill

 

Usare gli accessori come complementi d’arredo implica doverli scegliere in combinazione con gli altri elementi già presenti all’interno della stanza. Se il vostro studio è connotato da una certa classe ed eleganza non potrete fare a meno di una lampada da scrivania ministeriale, come quella prodotta da Fabrisuber Since 1977.

Questo modello prende il nome del famoso statista Churchill e si differenzia da altre tipologie per la scelta dell’ottone come materiale per la struttura. La testa è invece in vetro a forma di cupola allungata, che può avere diversi colori ma è solitamente verde. Possono esserci delle imperfezioni sulla sua superficie, tutte dovute alla fattura non industriale del prodotto.

Oltre al sicuro impatto estetico, la sua caratteristica principale è l’accensione e lo spegnimento tramite una catenella, per cui non richiede la solita pulsantiera. Anche se, per alcuni utenti, ha dimensioni troppo grandi, viene comunque considerata una delle migliori lampade da scrivania del 2018.

Grande attenzione per i dettagli e buon gusto caratterizzano questa bella riproduzione del classico design d’epoca. Vediamo anche quali aspetti descrivono bene questa lampada in questo rapido elenco di facile consultazione.

Pro
Materiali scelti con cura:

Ottone e vetro soffiato sono i principali elementi a vista, ma anche la tecnologia impiegata per il suo funzionamento non lascia a desiderare, quindi si presenta come un oggetto elegante e funzionale.

Prezzo interessante:

Ha anche la cordicella che serve per accendere la luce, si tratta di una riproduzione molto fedele e ben fatta del classico modello d’antiquariato.

Attacco lampada E27:

Si può montare qualsiasi lampadina visto che l’attacco è quello standard che consente di scegliere quella del tipo preferito, in base a temperatura della luce o modalità di funzionamento.

Contro
Un po’ grande:

È bene tenere a mente che si tratta di un oggetto nuovo e non di una vera lampada d’epoca e non sono pochi i pareri degli utenti che confermano si tratti di una versione parecchio ingombrante e quindi da abbinare alla scrivania giusta.

Acquista su Amazon.it (€64,99)

 

 

 

iEGrow HDL-SP01

 

Una delle offerte più convenienti tra quelle presenti online è quella di iEGrow, che propone una lampada verde da scrivania molto diversa dal consueto. Le sue sembianze sono infatti molto simili a una piantina, con un vaso come base. Questa caratteristica, unita al suo prezzo molto conveniente, la rende uno dei prodotti più venduti sul web.

L’intensità della luce è regolabile in base all’interruttore, su tre diversi livelli di luminosità. Il LED garantisce di non affaticare la vista e di poter leggere o lavorare senza problemi ed evitando lo sfarfallamento. La batteria al litio, ricaricabile, sembra essere l’unico punto sul quale gli acquirenti obiettano, perché permette al prodotto di funzionare per un massimo di due ore all’incirca.

Il fusto è facilmente ruotabile a 360 gradi, per indirizzare il fascio luminoso senza dover spostare l’oggetto. Le sue dimensioni, molto contenute, sono ritenute troppo esigue dagli acquirenti che si aspettavano un prodotto un po’ più grande.

Un design inconsueto caratterizza questa bella soluzione da tavolo che arreda con gusto e delicatezza ogni ambiente. Riprendiamo brevemente le caratteristiche di questa lampada per facilitarvi la comparazione tra i modelli proposti in questa classifica.

Pro
Luminosità regolabile:

Si può scegliere tra tre livelli di illuminazione in modo da trovare la giusta intensità in base alla zona che si vuole illuminare.

Flessibile come una vera piantina:

Il fusto si inclina fino a scomparire dentro il vasetto oppure per dirigere il fascio di luce proprio dove più serve creando un piacevole effetto scenico.

Prezzo concorrenziale:

Per essere un oggetto così inconsueto e di nicchia è proposto a un costo molto contenuto e che fa venire voglia di sceglierne più d’una per arredare un angolo più spoglio della casa.

Contro
Un po’ piccola:

Le dimensioni sono molto contenute e il fascio emanato dalla piccola lampadina non è in grado di rischiarare zone molto ampie di casa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ikea Jansjӧ Led

 

Se non avete molto spazio sul tavolo dove siete soliti lavorare o leggere, può risultarvi molto utile il modello di Ikea che propone la migliore lampada da scrivania per queste situazioni. Si tratta infatti di un oggetto dalla forma essenziale, che non può mancare nei nostri consigli d’acquisto.

La sua base è costituita da un morsetto da collocare su un lato del tavolo, mentre il corpo è un filo sottile che si può piegare come si preferisce. Non sarà difficile indirizzare la luce nella giusta direzione, grazie proprio alla sua flessibilità.

Molti utenti che hanno deciso di utilizzarla sul letto, si sono resi conto che lo spessore non deve superare i 3,5 cm, altrimenti non sarà possibile far aderire il morsetto. Risulta molto comodo l’interruttore posto nei pressi della pinza e il cavo di alimentazione lungo abbastanza da poter utilizzare una presa anche lontana.

Dopo aver visto in dettaglio tutte le caratteristiche di questa lampada proponiamo una breve descrizione per punti che vi permetteranno di fare una comparazione efficace tra i modelli identificati in questa classifica. Di seguito troverete anche il link che vi porterà al negozio online dove acquistare comodamente da casa la lampada della famosa casa svedese.

Pro
Flessibile e pratica:

Il design minimale è perfettamente compatibile con quello di una scrivania ma va bene anche in camera da letto combinandosi con un arredamento informale e semplice. Il tubo flessibile le consente di assumere qualsiasi posizione si desideri per regolare il fascio luminoso come e dove serve.

Cavo lungo e morsetto fermo:

Funziona collegandosi alla corrente elettrica e il cavo in dotazione è così lungo da non limitarne il posizionamento, anche se non c’è una presa nei paraggi.

Luce intensa:

Nonostante sia solo una lampadina di piccole dimensioni è in grado di rischiarare bene una stanza con una luce tenue e riposante che tende al bianco.

Contro
Non si può mettere ovunque:

Si fissa solo con il morsetto e se la sponda a cui si vuole fissare ha uno spessore importante può non essere compatibile con questa simpatica lampada.

Acquista su Amazon.it (€18)

 

 

 

LightsGoal LG

 

Se ancora non sapete come scegliere una buona lampada da scrivania, potete indirizzarvi su un modello dal design minimalista, come quello di LightsGoal. La sua forma molto semplice, a guisa di bulbo di lampadina, permette di metterla ovunque senza creare ingombro.

Anzi, dato che la luce prodotta non è molto forte, molti acquirenti preferiscono utilizzarla come lume da comodino per la notte. È dotata di una batteria ricaricabile, che però manca di led che avverta quando è pronta da usare.

Il cavo usb da usare per questa operazione è molto lungo, per cui non sarete costretti a spostare il prodotto per fargli raggiungere la presa più vicina. Dato che il bulbo è in vero vetro, alcuni acquirenti mettono in guardia, perché qualora dovesse cadere andrebbe in mille pezzi e diventerebbe inutilizzabile.

I due colori a disposizione permettono di accontentare sia gli acquirenti che desiderano un oggetto vintage, sia quelli che preferiscono uno stile più moderno.

Prezzi bassi non sempre sono sinonimo di scarsa qualità costruttiva, questo ne è un chiaro esempio che coniuga un design originale con una grande funzionalità che ne consente l’uso in diversi contesti e con successo. Rivediamone brevemente gli aspetti essenziali in questo specchietto riassuntivo.

Pro
Design speciale:

Richiama in maniera inequivocabile le forme delle lampade a incandescenza ormai in via d’estinzione ma usa una luce Led per illuminarsi.

Batteria ricaricabile:

Non è necessario collegarla alla presa di corrente per accenderla perché dotata di batteria dalla lunga autonomia.

Portatile:

Si mette dove serve semplicemente poggiandola sul ripiano e si accende e spegne con la graziosa levetta.

Contro
Solo a scopo decorativo:

Fa parte della nostra guida per scegliere la migliore lampada da scrivania per via del design particolare e il grande apprezzamento riscosso tra gli acquirenti, ma non è pensata per illuminare un tavolo di lavoro.

Acquista su Amazon.it (€9,99)

 

 

 

Come utilizzare una lampada da scrivania

 

La lampada da scrivania è un complemento d’arredo utile per chi lavora o chi legge e ha bisogno di un po’ luce verso un’area specifica. La scelta del modello non è delle più facili, e non si tratta di una questione solo di budget, ma anche di estetica e funzionalità.

La lampada da scrivania può essere collocata in cucina o in salotto, non solo nello studio o in camera da letto. Se vi state preparando ad acquistarne una, il nostro articolo vi aiuterà a scegliere la lampada da scrivania più adatta alle vostre esigenze.

 

 

Dove si mette una lampada scrivania?

Un accessorio solitamente di dimensioni ridotte e spesso caratterizzato da un design unico, che attira l’attenzione sull’oggetto. La lampada da scrivania serve per illuminare un’area specifica, e ovviamente non può mancare la lampadina, che svolge la maggioranza del lavoro.

L’illuminazione di una lampada di questa tipologia dovrebbe aggirarsi intorno ai 40 watt, con un massimo di 60 watt, per non rischiare di affaticare la vista con una luce troppo violenta. La base e l’ampiezza possono variare nelle dimensioni e nella forma; soprattutto l’ampiezza è quella che rende il fascio di luce più o meno ampio a seconda della sua grandezza.

Ci sono modelli dotati di asta regolabile che puntano sulla praticità di utilizzo e altri di dimensioni ridotte per fare luce su piccole scrivanie.

 

La scelta dei materiali

Un altro aspetto da tenere in considerazione è legato al tipo di materiali utilizzati per creare la lampada e non è sempre detto che abbiano un’influenza sul prezzo. Ci sono lampade da scrivania ideate da super designer e realizzate in plexiglass ma molto costose.

Ci sono poi modelli in vetro, ottone e ceramica, anch’essi molto pregiati, e altri in policarbonato caratterizzati da un costo economico e una lunga durata. Il vetro è spesso utilizzato per creare particolari effetti di luce e, come potete immaginare, è solitamente molto costoso.

Le lampade da scrivania in ottone o ceramica sono caratterizzate da un design vintage, mentre l’alluminio, il plexiglass e il policarbonato sono destinati a un’estetica moderna o al massimo a uno stile shabby chic, molto in voga ultimamente.

 

 

A luce diffusa oppure diretta?

Le lampade da scrivania possono differenziarsi anche per il fascio di luce che emanano. Ci sono modelli a luce diretta in grado di illuminare un’area specifica e altri a luce diffusa che servono per creare un’atmosfera rilassante. La scelta in questo caso è in base all’utilizzo che se ne intende fare, senza scordare che la lampadina svolge un compito essenziale.

A questo proposito, potrete scegliere tra modelli a incandescenza, fluorescenti, alogene e LED. Ognuna di queste ha vantaggi e svantaggi da valutare al momento dell’acquisto.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.