La migliore pinza per teglie

Ultimo aggiornamento: 17.10.18

 

Pinze per teglie – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Per teglie che scottano non sempre sono sufficienti un paio di presine: ecco perché è bene scegliere una pinza che aiuti a prenderle senza correre rischi. Sul mercato sono presenti diversi modelli: ciò che fa davvero la differenza è la scelta dei materiali, che devono garantire resistenza e sicurezza. Meglio un modello con una presa antiscivolo e che non conduca il calore. Optional come un gancio per appenderla o una chiusura per compattarla saranno utili a chi ha poco spazio in cucina. Potete dare un’occhiata alla nostra guida per capire come scegliere il modello più adatto alle vostre teglie. Se non ne avete il tempo, ecco un piccolo anticipo delle nostre scelte. Paderno 18323-00 ha un prezzo concorrenziale, per cui è la scelta di tutti coloro che vogliono risparmiare. Il manico in polipropilene non conduce il calore, preservando le vostre mani. Subito dopo viene Trixes ZU54, ritenuta da molti economica nonostante sia molto facile da maneggiare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore pinza per teglie

 

Se le presine sono un metodo che non ritenete per nulla sicuro, quando si tratta di estrarre le teglie dal forno, potete optare per una comoda pinza. Questo utensile infatti si aggancia al bordo e aiuta a sollevare un recipiente che scotta. Nella nostra guida abbiamo inserito alcuni suggerimenti che potranno farvi comodo per capire quale sia la migliore marca in commercio. Date uno sguardo alla classifica in basso, dove abbiamo raccolto alcune impressioni sui prodotti più validi.

 

 

Guida all’acquisto

 

Perché sceglierla

Chissà quante volte vi siete scottate le mani nel tentativo di tirare fuori dal forno una bella teglia calda: in casi del genere, infatti, non sono sempre sufficienti le presine. Recipienti che non hanno il manico o che vengono portati ad alte temperature possono comunque trasmettere il calore alle vostre estremità, causando anche ustioni.

Per questa ragione è opportuno acquistare una o più pinze per teglie, che, grazie al loro meccanismo, aiutano a uscire incolumi dalla cucina. Questo prodotto consiste in uno o due manici legati da una molla, che devono essere premuti per attivare la tenaglia. Una volta agganciato il bordo, sarete in grado di sollevare il recipiente senza bruciarvi.

La lunghezza del braccio vi permette di stare a debita distanza dal fuoco, in modo da avere la garanzia che neppure uno schizzo potrà raggiungere la vostra pelle. Il nostro consiglio è quello dunque di optare per un modello che sia facile per voi da impugnare: meglio uno con due manici se non avete abbastanza forza per reggere quello con uno solo.

Un ulteriore aiuto arriva dalle recensioni degli altri acquirenti, che hanno potuto sperimentare la facilità d’uso del prodotto che avete adocchiato.

 

I materiali

Confrontare i prezzi è sempre utile a individuare la migliore offerta tra quelle presenti sul mercato. Non fatevi però irretire da prezzi troppo bassi a discapito della resistenza, in quanto i materiali da scegliere devono sempre garantire qualità e durata.

Per quanto riguarda il manico, potrete optare per quello rivestito con sostanze antiscivolo, come il polipropilene, in modo da avere una presa salda e non rischiare che vi scivoli dalle mani. Meglio che il materiale sia isolante e che quindi non trasmetta alle mani il calore della teglia.

La parte finale della pinza deve invece essere costituita da un materiale che non si arrugginisca, visto che certamente vorrete lavare l’utensile dopo l’uso. Via libera dunque all’acciaio inossidabile, che potrà essere anche inserito in lavastoviglie.

Alcuni modelli hanno anche la parte interna ai morsetti rivestita con sostanze antiscivolo, che garantisce una presa ancora più solida del bordo della teglia.

 

 

Gli optional

La presenza di optional può incidere o meno sul prezzo, ma in generale alcune facilitazioni, come il gancio posto all’estremità, non comportano grossi sbalzi in tal senso. Grazie a un anello finale sarà possibile appendere la pinza anziché richiuderla in un cassetto, dove andrebbe a occupare uno spazio abbondante.

In alternativa potrete scegliere una pinza dotata di un sistema di chiusura che ne renda più compatti i manici, così da non avere problemi a riporla insieme agli altri utensili.

 

Le migliori pinze per teglie del 2018

 

Ecco qui i cinque prodotti che ci hanno convinto di più tra quelli venduti online. Date uno sguardo alle loro caratteristiche per capire quale pinza per teglie comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

Paderno 18323-00

 

Abbiamo messo in cima ai nostri consigli d’acquisto quella che, per molti, è la migliore pinza per teglie in commercio e quindi anche una delle più vendute. Il prezzo è infatti molto concorrenziale proprio per la qualità del prodotto, che vanta materiali solidi e resistenti.

Il manico, innanzitutto, in polipropilene, assicura una presa salda e garantisce un buon isolamento termico, impedendo che le mani si scottino. Il resto dell’articolo è invece in acciaio inox, per cui potrete lavarlo senza rischiare di farlo arrugginire.

Gli utenti che lo hanno scelto lo ritengono un oggetto pratico da utilizzare, perché si aggancia saldamente alle teglie con un solo gesto e permette di sollevarle a una certa distanza, dato che l’attrezzo è lungo 23 cm.

C’è chi però invita a prestare attenzione agli utensili più leggeri o che hanno bordi molto alti, in quanto la pinza potrebbe deformarli, nel primo caso, oppure non essere in grado di agganciarsi alla perfezione, nel secondo.

Acquista su Amazon.it (€14,51)

 

 

 

Trixes ZU54

 

Quella di Trixes sembra essere una delle offerte più convincenti, visto il costo basso che permette di acquistare più pezzi senza dover avere chissà quale budget a disposizione. Se siete alla ricerca di un prodotto valido ma anche economico, ecco quello che fa per voi.

La sua forma è proprio quella di una pinza, in quanto consiste in due manici, rivestiti in silicone, collegati da una molla, che basterà schiacciare per agguantare la teglia. Le sue dimensioni sono tali da consentirvi di stare abbastanza lontani dal fuoco, in quanto la lunghezza raggiunge i 18 cm.

L’aspetto estetico è uno dei particolari che colpisce gli acquirenti, che ne apprezzano il bel colore celeste. Alla fine dei manici è presente un elemento in metallo, che li chiude, riducendo lo spazio occupato quando la si ripone.

Purtroppo la resistenza non è il suo punto di forza, in quanto c’è chi ritiene che i materiali siano fragili e che il silicone non garantisca una presa molto solida.

Acquista su Amazon.it (€8,99)

 

 

 

Paderno 42822-00

 

Un altro prodotto che spicca nella comparazione tra quelli che abbiamo potuto esaminare e che riteniamo una delle migliori pinze per teglie del 2018 è quello di Paderno. Il punto di forza di questo articolo è il materiale che lo compone interamente, l’acciaio inox 18/10, che ne consente un lavaggio frequente oltre a garantire solidità e resistenza.

Può essere infatti messa anche nella lavastoviglie, vista la sua resistenza alle alte temperature. La lunghezza di 19 cm permette di stare a una certa distanza dal fuoco, in modo da non correre rischi e non scottarsi.

I due manici sono protetti da gommini in silicone, che proteggono le mani: basterà impugnarli e premerli per prendere la teglia. Il costo del prodotto è leggermente superiore a quello di altri modelli simili, per cui non sarà possibile a tutti acquistarne due pezzi.

C’è inoltre chi lamenta l’assenza di una parte esterna che consenta di appenderla, costringendo a riporla nel cassetto e a occupare più spazio del previsto.

Acquista su Amazon.it (€18,26)

 

 

 

IPAC Bazar I Geniett_GEN98

 

Incontra il parere favorevole di molti utenti anche il modello di Ipac Bazar, costituito da un corpo in acciaio inossidabile, che garantisce grande resistenza quando si deve prendere una teglia abbastanza pesante.

Le due maniglie devono essere premute, proprio come si farebbe per una pinza, per agguantare il bordo e sollevarlo, quando lo si vuole togliere dal forno o dal microonde senza scottarsi. I morsetti sono rivestiti con materiale antiscivolo che rende la presa ancora più sicura.

Grazie alla sua composizione sarà possibile lavarlo non solo a mano ma anche in lavastoviglie, senza correre il rischio che si arrugginisca. Alcuni utenti affermano che questo modello sia adatto più a teglie basse e non a quelle con i bordi alti, che sono più difficoltose da impugnare.

Il costo risulta più alto di altri modelli simili, per cui potreste volervi orientare su altro, se avete prettamente intenzione di risparmiare.

Acquista su Amazon.it (€17,79)

 

 

 

Lacor 62989

 

Concludiamo i nostri suggerimenti su come scegliere una buona pinza per teglie con quella di Lacor, dal buon rapporto qualità/prezzo. Il costo è infatti contenuto in rapporto al materiale che la costituisce, l’acciaio, e che ne garantisce una lunga durata.

Usarla è molto facile, grazie ai due manici che rendono più solida la presa e consentono di estrarre dal forno la teglia senza scottarsi. La lunghezza è infatti di 20 cm, superiore ad altri modelli simili, per cui rende ancora più sicuro avvicinarsi al fuoco, che resterà comunque a debita distanza.

Gli utenti che l’hanno scelta se ne sono detti soddisfatti, anche se non tutti ritengono che si tratti di un prodotto che può bastare da solo. Molti infatti sostengono che ci sia bisogno di acquistarne almeno due per essere sicuri di non lasciar scappare la teglia.

Acquista su Amazon.it (€11,45)

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.