fbpx

La migliore pinza per teglie

Ultimo aggiornamento: 16.06.19

 

Pinze per teglie – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Per teglie che scottano non sempre sono sufficienti un paio di presine: ecco perché è bene scegliere una pinza che aiuti a prenderle senza correre rischi. Sul mercato sono presenti diversi modelli: ciò che fa davvero la differenza è la scelta dei materiali, che devono garantire resistenza e sicurezza. Meglio un modello con una presa antiscivolo e che non conduca il calore. Optional come un gancio per appenderla o una chiusura per compattarla saranno utili a chi ha poco spazio in cucina. Potete dare un’occhiata alla nostra guida per capire come scegliere il modello più adatto alle vostre teglie. Se non ne avete il tempo, ecco un piccolo anticipo delle nostre scelte. Paderno 18323-00 ha un prezzo concorrenziale, per cui è la scelta di tutti coloro che vogliono risparmiare. Il manico in polipropilene non conduce il calore, preservando le vostre mani. Subito dopo viene Trixes ZU54, ritenuta da molti economica nonostante sia molto facile da maneggiare.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore pinza per teglie

 

Se le presine sono un metodo che non ritenete per nulla sicuro, quando si tratta di estrarre le teglie dal forno, potete optare per una comoda pinza. Questo utensile infatti si aggancia al bordo e aiuta a sollevare un recipiente che scotta. Nella nostra guida abbiamo inserito alcuni suggerimenti che potranno farvi comodo per capire quale sia la migliore marca in commercio. Date uno sguardo alla classifica in basso, dove abbiamo raccolto alcune impressioni sui prodotti più validi.

 

 

Guida all’acquisto

 

Perché sceglierla

Chissà quante volte vi siete scottate le mani nel tentativo di tirare fuori dal forno una bella teglia calda: in casi del genere, infatti, non sono sempre sufficienti le presine. Recipienti che non hanno il manico o che vengono portati ad alte temperature possono comunque trasmettere il calore alle vostre estremità, causando anche ustioni.

Per questa ragione è opportuno acquistare una o più pinze per teglie, che, grazie al loro meccanismo, aiutano a uscire incolumi dalla cucina. Questo prodotto consiste in uno o due manici legati da una molla, che devono essere premuti per attivare la tenaglia. Una volta agganciato il bordo, sarete in grado di sollevare il recipiente senza bruciarvi.

La lunghezza del braccio vi permette di stare a debita distanza dal fuoco, in modo da avere la garanzia che neppure uno schizzo potrà raggiungere la vostra pelle. Il nostro consiglio è quello dunque di optare per un modello che sia facile per voi da impugnare: meglio uno con due manici se non avete abbastanza forza per reggere quello con uno solo.

Un ulteriore aiuto arriva dalle recensioni degli altri acquirenti, che hanno potuto sperimentare la facilità d’uso del prodotto che avete adocchiato.

 

I materiali

Confrontare i prezzi è sempre utile a individuare la migliore offerta tra quelle presenti sul mercato. Non fatevi però irretire da prezzi troppo bassi a discapito della resistenza, in quanto i materiali da scegliere devono sempre garantire qualità e durata.

Per quanto riguarda il manico, potrete optare per quello rivestito con sostanze antiscivolo, come il polipropilene, in modo da avere una presa salda e non rischiare che vi scivoli dalle mani. Meglio che il materiale sia isolante e che quindi non trasmetta alle mani il calore della teglia.

La parte finale della pinza deve invece essere costituita da un materiale che non si arrugginisca, visto che certamente vorrete lavare l’utensile dopo l’uso. Via libera dunque all’acciaio inossidabile, che potrà essere anche inserito in lavastoviglie.

Alcuni modelli hanno anche la parte interna ai morsetti rivestita con sostanze antiscivolo, che garantisce una presa ancora più solida del bordo della teglia.

 

 

Gli optional

La presenza di optional può incidere o meno sul prezzo, ma in generale alcune facilitazioni, come il gancio posto all’estremità, non comportano grossi sbalzi in tal senso. Grazie a un anello finale sarà possibile appendere la pinza anziché richiuderla in un cassetto, dove andrebbe a occupare uno spazio abbondante.

In alternativa potrete scegliere una pinza dotata di un sistema di chiusura che ne renda più compatti i manici, così da non avere problemi a riporla insieme agli altri utensili.

 

Le migliori pinze per teglie del 2019

 

Ecco qui i cinque prodotti che ci hanno convinto di più tra quelli venduti online. Date uno sguardo alle loro caratteristiche per capire quale pinza per teglie comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

Paderno 18323-00

 

Abbiamo messo in cima ai nostri consigli d’acquisto quella che, per molti, è la migliore pinza per teglie in commercio e quindi anche una delle più vendute. Il prezzo è infatti molto concorrenziale proprio per la qualità del prodotto, che vanta materiali solidi e resistenti.

Il manico, innanzitutto, in polipropilene, assicura una presa salda e garantisce un buon isolamento termico, impedendo che le mani si scottino. Il resto dell’articolo è invece in acciaio inox, per cui potrete lavarlo senza rischiare di farlo arrugginire.

Gli utenti che lo hanno scelto lo ritengono un oggetto pratico da utilizzare, perché si aggancia saldamente alle teglie con un solo gesto e permette di sollevarle a una certa distanza, dato che l’attrezzo è lungo 23 cm.

C’è chi però invita a prestare attenzione agli utensili più leggeri o che hanno bordi molto alti, in quanto la pinza potrebbe deformarli, nel primo caso, oppure non essere in grado di agganciarsi alla perfezione, nel secondo.

Se volete fare maggiore chiarezza sulle principali caratteristiche del prodotto appena recensito, date un’occhiata qui di seguito alla lista dei suoi principali vantaggi e svantaggi, utile anche per effettuare un’attenta comparazione con gli altri modelli in classifica.

Pro
Materiali di qualità:

La pinza è realizzata in solido acciaio inossidabile, per cui sarà abbastanza semplice rimuovere eventuali residui di cibo e sporco tra gli interstizi.

Pratica:

Il manico antiscivolo in polipropilene concede un perfetto isolamento termico per favorire una presa più sicura e salda, offrendo anche un’elevata resistenza in caso di urti e cadute accidentali.

Maneggevole:

Grazie alle sue dimensioni compatte e a un peso ben calibrato, l’oggetto si dimostra estremamente maneggevole ed è stato molto apprezzato dagli utenti per l’elevata comodità di utilizzo.

Contro
Qualche difficoltà:

Non essendo dotata di manici a molla bisognerà prestare maggiore attenzione nell’agganciare la teglia in modo corretto per non farla scivolare.

Acquista su Amazon.it (€14,51)

 

 

 

Trixes ZU54

 

Quella di Trixes sembra essere una delle offerte più convincenti, visto il costo basso che permette di acquistare più pezzi senza dover avere chissà quale budget a disposizione. Se siete alla ricerca di un prodotto valido ma anche economico, ecco quello che fa per voi.

La sua forma è proprio quella di una pinza, in quanto consiste in due manici, rivestiti in silicone, collegati da una molla, che basterà schiacciare per agguantare la teglia. Le sue dimensioni sono tali da consentirvi di stare abbastanza lontani dal fuoco, in quanto la lunghezza raggiunge i 18 cm.

L’aspetto estetico è uno dei particolari che colpisce gli acquirenti, che ne apprezzano il bel colore celeste. Alla fine dei manici è presente un elemento in metallo, che li chiude, riducendo lo spazio occupato quando la si ripone.

Purtroppo la resistenza non è il suo punto di forza, in quanto c’è chi ritiene che i materiali siano fragili e che il silicone non garantisca una presa molto solida.

di Trixes, che è il più economico in classifica ma anche il più valido sotto il profilo qualitativo. Cerchiamo dunque di capire perché e dove acquistare l’articolo attraverso un breve schema riepilogativo delle sue caratteristiche principali.

Pro
Le pinze:

In silicone antiaderente, rendono l’oggetto molto flessibile e altamente resistente alle alte temperature, in modo da proteggere le mani dal calore emesso dal recipiente o dal forno.

Manici:

La dotazione di due pratiche maniglie a molla consente di afferrare la teglia con maggiore sicurezza e precisione, così da non correre il rischio che inavvertitamente scivoli o si ribalti.

Design:

L’estetica del prodotto ha colpito positivamente gli acquirenti, che ne hanno apprezzato tanto il design, in un’avvolgente tonalità azzurra, quanto la presenza di un gancio in metallo per chiudere i manici e ridurne l’ingombro.

Contro
Acciaio:

Non ha convinto molto l’acciaio con cui sono realizzate alcune componenti dell’utensile; sono in molti, infatti, ad aver riscontrato un’evidente ossidazione a seguito di ripetuti lavaggi.

Acquista su Amazon.it (€8,99)

 

 

 

Paderno 42822-00

 

Un altro prodotto che spicca nella comparazione tra quelli che abbiamo potuto esaminare e che riteniamo una delle migliori pinze per teglie del 2019 è quello di Paderno. Il punto di forza di questo articolo è il materiale che lo compone interamente, l’acciaio inox 18/10, che ne consente un lavaggio frequente oltre a garantire solidità e resistenza.

Può essere infatti messa anche nella lavastoviglie, vista la sua resistenza alle alte temperature. La lunghezza di 19 cm permette di stare a una certa distanza dal fuoco, in modo da non correre rischi e non scottarsi.

I due manici sono protetti da gommini in silicone, che proteggono le mani: basterà impugnarli e premerli per prendere la teglia. Il costo del prodotto è leggermente superiore a quello di altri modelli simili, per cui non sarà possibile a tutti acquistarne due pezzi.

C’è inoltre chi lamenta l’assenza di una parte esterna che consenta di appenderla, costringendo a riporla nel cassetto e a occupare più spazio del previsto.

Anche se non è il prodotto più economico in circolazione, la pinza per teglie di Paderno, secondo i pareri degli utenti, rientra tra le migliori della categoria. Per scoprire cosa ha colpito maggiormente del modello leggete attentamente la lista dei pregi e difetti che abbiamo preparato.

Pro
Qualità:

Il prodotto si fa apprezzare soprattutto per la buona qualità dell’acciaio inox utilizzato per la sua realizzazione, giudicato da molti estremamente robusto e molto resistente al calore e al deterioramento.

Misure:

I manici presentano una lunghezza di 19 centimetri, così da consentire anche a chi ha le mani molto grandi di afferrare le teglie roventi senza correre il rischio di scottarsi.

Lo stile:

La particolare finitura lucida e il design semplice ma gradevole fanno in modo che l’oggetto si adatti a ogni tipo di ambiente, prestandosi anche come originale idea regalo.

Contro
Prezzo:

Come già sottolineato, il costo dell’articolo è abbastanza elevato e, sebbene la qualità complessiva sia stata valutata molto positivamente, potrebbe non rientrare nelle possibilità di spesa di tutti.

Acquista su Amazon.it (€18,06)

 

 

 

IPAC Bazar I Geniett_GEN98

 

Incontra il parere favorevole di molti utenti anche il modello di Ipac Bazar, costituito da un corpo in acciaio inossidabile, che garantisce grande resistenza quando si deve prendere una teglia abbastanza pesante.

Le due maniglie devono essere premute, proprio come si farebbe per una pinza, per agguantare il bordo e sollevarlo, quando lo si vuole togliere dal forno o dal microonde senza scottarsi. I morsetti sono rivestiti con materiale antiscivolo che rende la presa ancora più sicura.

Grazie alla sua composizione sarà possibile lavarlo non solo a mano ma anche in lavastoviglie, senza correre il rischio che si arrugginisca. Alcuni utenti affermano che questo modello sia adatto più a teglie basse e non a quelle con i bordi alti, che sono più difficoltose da impugnare.

Il costo risulta più alto di altri modelli simili, per cui potreste volervi orientare su altro, se avete prettamente intenzione di risparmiare.

Passiamo ora a una veloce panoramica dei principali aspetti positivi e negativi del modello di Ipac, sperando che possa aiutarvi ad avere un resoconto più completo.

Pro
Solida:

Il corpo in acciaio inox è talmente robusto e resistente da riuscire a reggere anche le teglie particolarmente pesanti o ingombranti, garantendo al contempo un miglior bilanciamento durante gli spostamenti.

Antiscivolo:

I manici, dotati di una comoda chiusura a molla, sono rivestiti con gomma antiscivolo per offrire una presa più salda e sicura.

Manutenzione:

Grazie alla sua struttura in materiale inossidabile, sarà possibile lavare la pinza anche direttamente in lavastoviglie in modo da rendere le operazioni di pulizia più pratiche e veloci.

Contro
Gancio:

L’assenza di un gancio per appenderlo costringe a riporre l’utensile in un cassetto o su un ripiano anche se, viste le sue dimensioni compatte, non dovrebbe occupare moltissimo spazio.

Acquista su Amazon.it (€16)

 

 

 

Lacor 62989

 

Concludiamo i nostri suggerimenti su come scegliere una buona pinza per teglie con quella di Lacor, dal buon rapporto qualità/prezzo. Il costo è infatti contenuto in rapporto al materiale che la costituisce, l’acciaio, e che ne garantisce una lunga durata.

Usarla è molto facile, grazie ai due manici che rendono più solida la presa e consentono di estrarre dal forno la teglia senza scottarsi. La lunghezza è infatti di 20 cm, superiore ad altri modelli simili, per cui rende ancora più sicuro avvicinarsi al fuoco, che resterà comunque a debita distanza.

Gli utenti che l’hanno scelta se ne sono detti soddisfatti, anche se non tutti ritengono che si tratti di un prodotto che può bastare da solo. Molti infatti sostengono che ci sia bisogno di acquistarne almeno due per essere sicuri di non lasciar scappare la teglia.

La nostra guida per scegliere la migliore pinza per teglie si conclude con i pro e i contro legati all’acquisto di questo nuovo modello a marchio Lacor che ha conquistato i pareri positivi di un buon numero di utenti per le sue molteplici qualità.

Pro
Struttura:

L’oggetto presenta una struttura molto solida e ben bilanciata per consentire anche a chi non ha una buona dimestichezza di agganciare ed estrarre le teglie dal forno senza pericolo di scottarsi.

Resistente:

Il punto forte del prodotto è sicuramente la buona robustezza dimostrata, dovuta all’elevata qualità dei materiali di costruzione e alla particolare cura nelle rifiniture.

Lunghezza:

A differenza di altri modelli disponibili in commercio, questa pinza presenta una lunghezza complessiva di ben 20 centimetri per lavorare in sicurezza e con la massima precisione.

Contro
Dimensioni:

Secondo quanto riportato dagli utenti, le pinze risultano essere troppo piccole per estrarre dal forno recipienti molto grandi o pesanti, quindi potrebbe essere necessario ricorrere all’aiuto di una presina o di una seconda pinza.

Acquista su Amazon.it (€13,56)

 

 

 

Come utilizzare la pinza per teglia

 

Sfornare un dolce fatto in casa o una pizza calda fumante è bello e soddisfacente, ma può essere rischioso perché si ha a che fare con temperature sempre molto alte. In questi casi le presine non bastano e per questo vengono in vostro aiuto le pinze per teglia. Vediamo insieme come sfruttare al meglio questo oggetto così utile, per cucinare in tutta sicurezza.

 

 

Prepararsi

Un consiglio generale è certamente quello di avere vicino abbastanza spazio per poter posizionare la teglia una volta estratta dal forno. È importante avere un piano ampio a sufficienza ed è altrettanto importante porre un panno sul tavolo o un oggetto appositamente pensato per non bruciare la superficie sottostante.

Vi consigliamo comunque di aiutarvi con un guanto o una presina da cucina per sostenere il peso del tegame con l’altra mano.

 

Come è fatta

Prima di procedere con il funzionamento della pinza, ricordiamo brevemente da quali parti è composta. Questo utensile è dotato innanzitutto di un manico che è ciò che vi consente di impugnarlo saldamente e mantenere una distanza dalla teglia calda sufficiente a non bruciarvi.

Ciò che invece permette di afferrarla per poterla trascinare a sé ed eventualmente sollevarla è un meccanismo a leva in metallo, collegato al manico che impugnerete; costituisce quindi l’estremità dell’intero oggetto. Questa parte metallica è costituita da due “lati”, uno più lungo e piatto, l’altro più corto e ripiegato su se stesso. È quest’ultimo che consente la reale presa dell’oggetto caldo, mentre la parte inferiore farà leva sul bordo del tegame per garantire una maggiore stabilità.

La struttura è generalmente questa, ma può subire delle piccole variazioni nella forma. Il funzionamento rimane comunque lo stesso ma potete osservare la parte che abbiamo definito superiore, sagomata in maniera diversa, o la lunghezza di quella inferiore variabile, a seconda anche del tegame che siete soliti usare.

 

Come si usa

Una volta aperto il forno quindi, impugnate la pinza con l’estremità posta in modo che il lato lungo sia rivolto verso il basso e il lato corto e ripiegato su se stesso sia rivolto verso l’alto. Incastrate quest’ultimo al bordo del tegame (la piegatura deve “abbracciare” l’estremità) e fate appoggiare il lato lungo sulla superficie laterale.

Una volta che sentite la presa salda a sufficienza, potete trascinare verso di voi la teglia e decidere se sollevarla con l’aiuto dell’altra mano e del guanto, o se volete trasportare l’intero oggetto usando soltanto la pinza.

Buone norme di sicurezza

Si tratta di un oggetto sicuramente utile, ma che necessita di alcuni accorgimenti per poterlo usare in tutta sicurezza. Consigliamo di avere sempre a portata di mano una presina o un guanto apposito, di aspettare alcuni secondi una volta aperto il forno in modo da far fuoriuscire l’aria calda e di assicurarvi di avere una presa ben salda, soprattutto perché il contenuto della teglia può variare e con esso il suo peso.

Per questa ragione è indicata per teglie in metallo e alluminio, generalmente leggere, e meno indicata per leccarde in ceramica, sicuramente più pesanti e scivolose.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status