La migliore schiumarola

Ultimo aggiornamento: 17.10.18

Schiumarole – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La schiumarola è uno degli utensili più usati in cucina da chi ama la pasta ripiena o croccanti fritture. Ce ne sono di varia forma e materiale: quali sono quelle più adatte a un uso costante? Se si ama preparare in casa le patatine, per esempio, è bene optare per una ragno che è indicata prettamente a questa funzione. L’acciaio è l’elemento costitutivo di maggiore durata ma anche la plastica può essere una buona soluzione, se resistente alle alte temperature. Abbiamo creato una guida contenente tutte le caratteristiche imprescindibili nella scelta della schiumarola più valida sul mercato. Le nostre preferenze vanno alla WMF Profi Plus, realizzata in acciaio Cromargan, l’unico che può essere lavato in lavastoviglie senza rovinarsi. La sua linea lucida la rende un oggetto molto bello anche da esporre in cucina. Subito dopo viene la Fackelmann Cooking 40674 dalla tipica struttura a ragno. Interamente in acciaio inox, ha un pratico occhiello sul manico che permette di appenderla per averla sempre a portata di mano.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere la migliore schiumarola

 

Uno strumento indispensabile in cucina è la schiumarola che aiuta a togliere dall’acqua o dall’olio bollente gli alimenti già cotti. Scegliere la migliore in commercio è un’operazione che può risultare più semplice consultando la nostra guida. Per trovare quella giusta è utile anche confrontare i prezzi e individuare il prodotto che meglio unisce la qualità al basso costo.

Guida all’acquisto

 

Come è fatta e a che cosa serve

La schiumarola è detta anche mestolo forato proprio perché è costituita da una superficie a buchi pari a quella di un colino. Questo cucchiaio ha un manico molto lungo che consente di immergerlo anche in liquidi bollenti senza scottarsi le mani.

Il suo scopo principale è quello di rimuovere i residui proteici da salse, zuppe e brodi e di togliere dall’acqua bollente o dall’olio di frittura gli alimenti già cotti. Se si vogliono preparare dei buoni piatti di ravioli o di gnocchi, la schiumarola è il metodo migliore per far loro mantenere l’aspetto e la compattezza che andrebbero a perdere se si versassero dalla pentola nello scolapasta.

 

I materiali

Anche se sul mercato sono presenti diversi modelli realizzati con materiali diversi, si deve prestare attenzione a quello che si sceglie se si vuole acquistare un oggetto di lunga durata. I più gettonati sono l’acciaio e la plastica che balzano ai primi posti nella classifica delle preferenze da parte degli utenti più attenti.

Il tradizionale acciaio viene generalmente prediletto perché più affidabile e sicuro a contatto con gli alimenti. La sua lucentezza può durare a lungo se la schiumarola viene trattata con i prodotti giusti. Consente anche di aggiungere un tocco in più all’arredo della cucina se si decide di esporre gli utensili usati per la preparazione dei piatti.

La plastica si è invece diffusa negli ultimi anni perché molto pratica e funzionale. Le schiumarole in questo materiale sono particolarmente flessibili e garantiscono un tocco allegro alla cucina perché disponibili in vari colori.

In filo di ferro stagnato o acciaio inox è invece realizzata quella destinata alla frittura, detta anche ragno, che non è altro che una pala di raccolta traforata per lasciare sgocciolare l’olio. Le sue dimensioni possono anche arrivare a 30 centimetri di diametro se utilizzata per grandi eventi come le sagre.

La manutenzione

Molti consigli su come mantenere in buone condizioni la propria schiumarola possono essere trovati nella recensione che gli acquirenti ne fanno dopo averli sperimentati. Di certo non è possibile trascurare l’igiene visto che si tratta di utensili che vengono a contatto con il cibo e che possono facilmente trasmettere batteri e germi se non lavati bene.

Per questo motivo è consigliato l’uso della lavastoviglie che, agendo con alte temperature, può eliminare qualsiasi ombra di pericolo. È bene verificare che il materiale della schiumarola resista a tale calore, per non rovinare l’utensile e renderlo inutilizzabile.

La migliore marca in circolazione offre non solo un prodotto a un buon prezzo ma garantisce anche una resistenza all’uso e dota i suoi manufatti di un materiale a prova di lavaggio. Solo così l’acquisto fatto sarà duraturo e non costringerà presto a spendere altro denaro per sostituirlo.

 

Le migliori schiumarole del 2018

 

Di seguito i cinque modelli più venduti e che ci hanno maggiormente colpito. È possibile fare una comparazione delle loro caratteristiche per stabilire quale schiumarola comprare tra le tante in commercio mettendo da parte anche qualche soldino.

 

Prodotti raccomandati

 

WMF Profi Plus

 

Anche se la scelta di materiali è molto vasta è bene optare sempre per uno resistente che garantisca lunga vita all’utensile. Ecco perché la schiumarola in acciaio inox è uno dei prodotti da preferire se si desidera spendere bene il proprio denaro.

Quella proposta da WMF può essere impiegata per molteplici usi e soddisfare il consumatore più attento. La sua struttura a vortice la rende adatta per togliere dall’acqua bollente o dall’olio gli alimenti già cotti.

Elemento di particolare pregio è l’acciaio inox Cromargan 18/10 che la caratterizza, che è stato brevettato dell’azienda e che può vantare una grande resistenza a tutti gli agenti esterni.

La satinatura lucida della schiumarola è destinata a durare anche dopo frequenti usi e lavaggi in lavastoviglie. Gli acquirenti si dicono soddisfatti proprio per la linea dell’utensile che rimane intatta nonostante il costante impiego in cucina.

Le sue dimensioni sono abbastanza contenute ma l’unica rimostranza fatta dagli utenti riguarda il manico, forse un po’ troppo corto.

Una qualità che si evince già da una prima occhiata, confermata poi dalla resa sul campo del prodotto. Scopriamo insieme quali i punti di forza e le debolezze dell’oggetto, con un link a fine articolo su dove poter acquistare.

Pro
Materiali:

L’acciaio avvolge in tutta la sua lunghezza la schiumarola, con una resa e una resistenza che non lasciano dubbi sul supporto che il prodotto è in grado di dare, con fritti e altre pietanze.

Saldature stabili:

Numerosi utenti confermano che le parti unite tra loro mantengono una buona presa e non rischiano di rovinarsi nel tempo, resistendo lavaggio dopo lavaggio e anche se sottoposte a un utilizzo intenso.

Leggerezza:

In mano la schiumarola mantiene una sua pratica leggerezza. Sostiene al meglio la mano e consente di raggiungere materie prime senza sforzi e in semplicità.

Contro
Lunghezza manico:

A fronte di una soddisfazione su molteplici aspetti, emerge una nota stonata circa l’esigua lunghezza del manico.

 

Acquista su Amazon.it (€18)

 

 

 

Fackelmann Cooking 40674

 

Chi cerca una schiumarola adatta ai fritti che non abbia un costo esagerato può scegliere questa prodotta da Fackelmann, una delle più valide offerte tra i prodotti venduti online. La struttura a ragno la rende ideale per togliere gli alimenti dall’olio bollente quando hanno raggiunto la doratura desiderata.

Chi desidera un oggetto versatile può anche usarla per scolare alcuni tipi di pasta ripiena, per evitare che si apra se versata direttamente. Le sue dimensioni sono abbastanza compatte (il diametro è di circa 12 cm) per cui va bene per piccole quantità di cibo.

Il design è all’insegna della praticità, soprattutto per la presenza dell’occhiello alla base del manico, che consente di appenderla in bella vista in cucina. In questo modo è possibile averla sempre a portata di mano quando necessario.

Bisogna prestare particolare attenzione al lavaggio in quanto questa schiumarola è in acciaio zincato non molto resistente alle alte temperature. Alcuni utenti infatti testimoniano che tenda ad arrugginirsi, per cui è bene non metterla in lavastoviglie se non la si vuole rovinare.

In una guida per scegliere la migliore schiumarola è opportuno inserire il nuovo modello di Fackelmann. Probabile risulti come il più economico presente sul mercato. Andiamo a riassumere pro e contro dell’oggetto.

Pro
Ampiezza:

la struttura circolare a tela di ragno copre 12 cm. Si tratta di una misura adeguata per raccogliere fritti differenti e anche di una certa portata. L’olio scola che è un piacere, grazie al disegno forato.

Pratico:

Il modello presenta sul manico alcuni rilievi che semplificano il grip evitando rischio di cadute improvvise con schizzi ovunque. Un occhiello si occupa poi della sistemazione della schiumarola a parete, ideale e comoda all’occorrenza.

Acciaio:

L’anima in acciaio assicura resistenza alle alte temperature e una facilità di lavaggio che non va a ridurre la qualità del materiale con cui è costruita.

Contro
Manico:

Alcuni utenti si sono stupiti dell’eccessiva sensazione di leggerezza trasmessa dal manico.

 

Acquista su Amazon.it (€9,8)

 

 

 

Tescoma President T638680

 

Un utensile valido appare anche questo di Tescoma che rientra tra i nostri consigli d’acquisto per chi cerca una schiumarola ragno. Chi ama molto friggere, infatti, non può fare a meno di un oggetto del genere, che permette di togliere dall’olio gli alimenti quando hanno raggiunto la croccantezza desiderata.

Il diametro è di 12 centimetri per cui sufficiente a preparazioni piccole e medie ed è possibile usarla anche per scolare la pasta, data la sua trama fitta. Con un solo acquisto si può perciò avere un utensile versatile, da utilizzare in ogni occasione.

Chi cerca innanzitutto questa caratteristica può dunque reputarla la migliore schiumarola in circolazione.

Il corpo è in acciaio inox che garantisce resistenza all’uso e ai lavaggi ed è dotato di un foro alla fine del manico che permette di appenderla e averla a portata di mano. Da segnalare una certa leggerezza della struttura, le cui giunture appaiono non saldate al meglio.

Scolature perfette e prezzi bassi per lo strumento qui presentato. Andiamo ad analizzare più nel dettaglio le specifiche che lo caratterizzano.

Pro
Struttura:

La forma degli spazi ricorda una ragnatela. Ideale aiuto sia per chi sta preparando della pasta corta sia per scolare fritti lasciando da parte l’olio di cottura.

Comodità:

L’anello sul manico consente di riporla prima e dopo l’utilizzo a un porta posate a muro. Una nota pratica per quanti si trovano a friggere con una certa continuità.

Linee accattivanti:

La forma semplice e l’aspetto cromato sono stati accolti positivamente dagli utenti. Dai pareri emersi anche il look ha riscosso apprezzamenti oltre alla mera utilità.

Contro
Leggerezza spirali:

È emersa una certa leggerezza della zona interna, con saldatura a volte imprecise che a lungo andare hanno portato alla rottura di un elemento di sostegno.

Acquista su Amazon.it (€12,33)

 

 

 

Fackelmann Soft Collection Schiumarola Jumbo

 

Tra le migliori schiumarole del 2018 mettiamo anche questa di Fackelmann che ha una particolare capienza per cui si presta a svariati usi. Il diametro di 18 centimetri e la profondità di 6 centimetri la rendono ideale per chi ha intenzione di cucinare porzioni abbondanti e velocizzare la preparazione dei piatti.

Ha un corpo in nylon che resiste alle alte temperature fino ai 200 gradi C: la si può immergere nell’acqua bollente senza che si deformi. Particolarmente utile anche il manico, che ha un rivestimento termoplastico e protegge le mani, oltre a essere molto facile da impugnare.

La superficie bucherellata è indicata anche se la si vuole usare come scolapasta ma non per i fritti in quanto non ha la tipica struttura a ragno. Il foro alla base invece permette di appenderla e averla così a portata di mano, a patto naturalmente di avere in cucina il gancetto ad hoc.

Il modello qui considerato punta tutto su grandezza e profondità. Vediamo insieme gli altri aspetti imprescindibili tipici di un prodotto di qualità.

Pro
Realizzazione:

Il materiale che compone la schiumarola è il nylon, in una versione studiata per sostenere temperature importanti senza fare letteralmente una piega. La tenuta si mantiene inalterata, consentendo un utilizzo prolungato.

Ampiezza:

18 cm di diametro costituiscono un accogliente cestello per scolare pasta e numerosi altri alimenti. La possibilità che qualcosa si perda o cada fuori dalle maglie è praticamente nulla.

Qualità manico:

Rivestimento termoplastico che equivale a buon grip, lavorazione comoda specialmente quando si scolano porzioni abbondanti. Nella zona è poi inserito un foro per sistemare a muro la schiumarola.

Contro
Giunzioni:

Secondo alcuni utenti l’oggetto ha delle saldature approssimative e poco durevoli nella zona del manico. La sensazione di fragilità trasmessa ha deluso chi ha pur apprezzato la capienza dell’oggetto.

Acquista su Amazon.it (€14,63)

 

 

 

Sourcingmap s14100900am0862

 

Tra i vari aspetti da considerare per capire come scegliere una buona schiumarola c’è di certo il rapporto qualità/prezzo, che deve soddisfare le esigenze dell’acquirente.

Chi non è disposto a spendere troppo senza rinunciare a un utensile valido può ripiegare su quello proposto da Sourcingmap, che ha un costo molto competitivo.

Ci troviamo davanti a una schiumarola a ragno di dimensioni adatte a un uso casalingo. È ideale quindi per piccole fritture o per scolare quantità ridotte di gnocchi o ravioli. Il manico soddisfa gli utenti che lo ritengono molto leggero da manovrare ed ergonomico da impugnare.

Il materiale usato è l’acciaio inox che è di provata resistenza all’uso e soprattutto può stare a contatto con gli alimenti senza rilasciare sostanze nocive. Bisogna però prestare attenzione al lavaggio che non deve essere troppo aggressivo pena il rovinare irrimediabilmente la schiumarola. Sì a quello a mano e no alla lavastoviglie, la cui azione può essere deleteria a lungo andare.

Ideale per un utilizzo casalingo, la schiumarola Sourcingmap grazie al basso costo e a una qualità adeguata potrebbe interessare quanti vogliono affrontare una spesa modica.

Pro
Acciaio:

Torna anche in questa occasione un materiale che si confronta bene con le alte temperature e mantiene in buona forma la schiumarola una volta immersa nell’acqua o nell’olio bollente.

Comodo:

La bontà del mestolo emerge anche dalla semplicità con cui si riesce a scolare di tutto. Ideale per la pasta non teme cali di prestazione anche sul fronte fritti misti.

Pulizia rapida:

La forma essenziale semplifica l’utilizzo del prodotto e il suo lavaggio. Si può inserire in lavatrice, avendo cura di non urtare la zona con le linee di scolatura e il gioco è fatto.

Contro
Rifiniture:

Secondo alcuni utenti si nota una certa approssimazione nella linea e struttura generali, lontane da certe tipologie più professionali.

Acquista su Amazon.it (€7,75)

 

 

 

Come utilizzare una schiumarola

 

Scolare fritti e pasta, lasciando da parte l’acqua di cottura e l’olio in eccesso. La schiumarola nasce per dare una mano in cucina, ottimizzando modi e tempi davanti ai fornelli. Nelle righe seguenti abbiamo inserito alcuni consigli per un utilizzo conforme alla destinazione d’uso.

 

 

Fate attenzione ai materiali

La scelta di materiali come l’acciaio e la plastica migliora per certi versi la durata e una certa flessibilità dell’oggetto. Il nostro consiglio è di verificare se a contatto prolungato con liquidi ad alte temperature il supporto perda o meno la sua forma originale.

 

Lavorate con cautela

Durante le operazioni davanti ai fornelli, vi invitiamo a prestare attenzione a che tutto si realizzi senza fretta. Al momento di tirare fuori dalla padella bollente del cibo, è bene avere a portata di mano un piatto con sopra della carte da fritti, così da non sporcare e ridurre al minimo il rischio di bruciature.

 

Non caricate la schiumarola

La forma e la struttura della schiumarola nascono con il preciso intento di migliorare la presa su particolari cibi e preparazioni. Il nostro consiglio è di muoversi con cautela, senza caricare eccessivamente il tutto. Il rischio che alcune parti si rompano è dietro l’angolo.

 

Pulite con attenzione a fine lavoro

Una pulizia e la rimozione di olio o grasso dalla superficie della schiumarola, allunga la vita del prodotto, riducendo il rischio di ossidazione e la persistenza di odori forti tipici di una frittura.

 

Riponete in un luogo asciutto

Al termine della cottura e dopo aver lavato e asciugato per bene la schiumarola è utile sistemarla insieme agli altri strumenti che si utilizzano in cucina. Fate solo attenzione che i raggi di cui è composta non vadano a incrociare o a bloccarsi contro altre parti.

 

Attenzione alle mani

Durante le operazioni davanti ai fornelli e in presenza di liquidi a temperature alte, è bene munirsi di guanti o utilizzare a distanza la schiumarola, sfruttando il manico e mantenendo una presa salda e comoda.

 

 

Non piegate la schiumarola

La forma originaria è una particolarità che funziona se si rispetta il disegno con cui è stato creato l’oggetto. Vi invitiamo a non modificare la direzione e la forma del supporto, rischiando così di peggiorare le cose e renderlo inutilizzabile.

 

Non utilizzate per altro l’oggetto

La destinazione d’uso del prodotto va rispettata. Utilizzarla per servire l’insalata o per altro non solo produce risultati insufficienti ma anche poco pratici per chi si trova a lavorare in cucina.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.