La migliore stampante 3D

Ultimo aggiornamento: 16.08.18

Stampanti 3D – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Secondo la nostra opinione, le migliori stampanti 3D, nonché i modelli più apprezzati quest’anno, sono due: la Flashforge Creator Pro, che unisce l’accuratezza alla velocità di esecuzione, grazie all’impiego di ottimi materiali di costruzione che garantiscono notevole stabilità; e la BQ Prusa i3 HEPHESTOS Kit, un’alternativa più economica, che viene fornita in kit da assemblare, decisamente più spartana ma ideale per chi è in cerca del massimo risparmio.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere le migliori stampanti 3D

 

Una stampante tridimensionale può avere anche applicazioni utili alla vita di tutti i giorni, permettendo di realizzare in casa oggetti e decorazioni, che siano fedeli riproduzioni di un disegno accurato. Adesso che questi modelli stanno lentamente prendendo piede, inizia a essere disponibile sul mercato del largo consumo una certa gamma di prodotti tra cui scegliere, con funzioni e materiali di realizzazione diversi. In questa guida, corredata di recensioni, ci proponiamo di offrirti una panoramica sulle caratteristiche più importanti di cui tenere conto prima dell’acquisto.

1.Flashforge Creator Pro

 

Guida all’acquisto

 

Le cartucce di nuova generazione

Da oggetti o interi organi realizzabili a partire da un campione di tessuto del donatore fino a pezzi meccanici, le applicazioni delle stampanti 3D sembrano non avere limite.

Oggi i modelli accessibili per il grande pubblico sono pensati in modo da funzionare contenendo i costi in maniera ragionevole anche grazie alle bobine di materiale plastico che le alimentano.

Osservando in dettaglio il funzionamento su tre dimensioni, scopriamo che gli ugelli dovranno rilasciare una sostanza allo stato liquido e appoggiare una sopra l’altra le diverse gocce, fino a realizzare, a solidificazione avvenuta, l’oggetto solido che è stato impostato. Se pensi a tutti i materiali con cui potrebbe avvenire la stampa, ti sarà facile capire quanto sia complesso identificare la cartuccia 2.0 più adatta alle tue esigenze. Le migliori marche hanno realizzato modelli versatili, in grado di funzionare con diversi tipi di materiali.

 

 

 

Calibrare gli estrusori

Una stampante non è altro che uno strumento che riceve ordini dal computer e li trasferisce alle sue braccia, ugelli o estrusori, perché li concretizzino in un’immagine o un oggetto nel caso dei modelli tridimensionali. Per ottenere il risultato desiderato, è di fondamentale importanza effettuare la calibrazione.

Al pari dell’accordatura di uno strumento, questo processo, che a seconda del modello può richiedere pochi minuti oppure ore, ha lo scopo di accertarsi che le istruzioni progettate dall’utente siano riprodotte fedelmente, come le note prodotte da un pianoforte.

Nel regno tridimensionale, una buona calibrazione, pur al prezzo di lunghi tempi di attesa, può fare la differenza tra un oggetto armonioso e stabile e uno le cui componenti crollano per mancanza di connessioni. Prova a immaginare cosa succederebbe se questo accadesse con un organo da trapiantare o la componente meccanica di un veicolo.

2.BQ Prusa i3 HEPHESTOS Kit

 

Controllare la risoluzione

Se solo dieci anni fa qualcuno avesse parlato di stampanti tridimensionali, lo avrebbero probabilmente preso per matto e l’idea sarebbe stata forse utilizzata per arricchire la trama di qualche film di fantascienza. Oggi, invece, questi oggetti non solo esistono, ma a pochi anni dalla loro comparsa stanno già riempiendo i giornali con i resoconti di cosa sono in grado di fare e, soprattutto, cosa potranno, in un futuro molto vicino, arrivare a realizzare.

Nel caso della stampa tridimensionale un dettaglio da non trascurare è la capacità di risoluzione nella riproduzione degli oggetti da computer a reale. I modelli più evoluti offrono una precisione addirittura nanometrica!

 

Le migliori stampanti 3D del 2018

 

Le stampanti stanno conoscendo un’evoluzione davvero straordinaria e sul mercato stanno affacciandosi i primi modelli 3D, ovvero capaci non di imprimere su un foglio del testo o un’immagine ma di creare veri e propri oggetti.

Se sei interessato a quale stampante 3D comprare, qui di seguito troverai le recensioni dei cinque migliori modelli sul mercato, con un’analisi delle funzionalità offerte, anche in relazione al prezzo di vendita (che è ancora mediamente alto).

 

Prodotti raccomandati

 

Flashforge Creator Pro

Principale vantaggio

Una delle stampanti 3D più veloci sul mercato che ha anche il pregio di essere disponibile in uno chassis chiuso che la rende più sicura quando la si utilizza

 

Principale svantaggio

Il suo prezzo è un po’ alto e poco indicato a chi vuole iniziare a impratichirsi con le stampe di oggetti in 3D. Ma il costo è in linea con quanto offre.

 

Verdetto: 9.8/10

Versatile e veloce consente di creare oggetti in 3D dalle dimensioni ragguardevoli. Facile da usare permette di utilizzare diversi tipi di materiali. Il suo prezzo però non è per tutte le tasche.

Acquista su Amazon.it (€899)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Non per principianti   

Chi è alla ricerca di una stampante 3D veloce, affidabile e versatile e ha già un po’ di dimestichezza con questo tipo di dispositivi, può senz’altro tenere in considerazione il modello proposto da Flashforge.

Si basa sulla presenza di un doppio estrusore, cosa che gli consente di essere particolarmente veloce nella realizzazione del modello 3D che si desidera stampare. Uno degli aspetti che più piace a chi l’ha acquistata è dato dalla possibilità di utilizzare diversi tipi di materiale, dall’ABS, passando per il PLA per finire con il nylon e anche materiali compositi come metallo e legno. Da questa caratteristica è facile intuire come sia possibile dare libero sfogo alla propria creatività, potendo realizzare un’innumerevole varietà di oggetti.

L’altra faccia della medaglia è un prezzo un po’ alto, cosa che la rende ideale solo per chi ha già esperienza nell’utilizzo di stampanti 3D, nonostante sia reputata da molti utenti molto semplice da usare.

Solida e chiusa

Questa stampante 3D ha la particolarità di avere una comunità di sviluppatori che lavora costantemente per migliorarla, traendo spunto dalle richieste degli utenti. Il modello proposto, dopo varie migliorie, è più veloce del 60% della versione precedente, ed ha subito una riprogettazione globale che l’ha resa ancora più stabile, soprattutto quando gli estrusori da 0,4 mm si devono muovere in verticale.

La struttura è realizzata in acciaio, mentre la piattaforma in metallo può ora sopportare anche le alte temperature che si scaturiscono nel piatto di stampa. Questo consente di avere materiali meno soggetti alla deformazione dovuta al calore.

Altra miglioria riguarda il sistema di livellamento, ora più potente e anche più rapido. Infine, la stampante è completamente chiusa, quindi nessuna parte interna si può toccare inavvertitamente mentre sta lavorando.

 

Facile da usare

Se avete un buon budget e cercate una stampante 3D facile da usare, questo modello può fare al caso vostro. Infatti, la maggior parte degli utenti esalta il fatto che la stampante sia utilizzabile da subito anche da chi è alle prime armi in questo campo, potendo contare su un manuale esaustivo e funzioni semplici e intuitive.

Altro pregio è l’area di stampa molto ampia che consente di creare oggetti non propriamente piccoli. Con un’altezza di 15 centimetri e una capienza di 5 litri si rende ideale anche per chi vuole stampare oggetti abbastanza grandi e per questa esigenza non si deve rivolgere a stampanti 3D professionali dal costo ancora più alto della Creator Pro.

 

Acquista su Amazon.it (€899)

 

 

 

BQ Prusa i3 HEPHESTOS Kit

 

2.BQ Prusa i3 HEPHESTOS KitL’alternativa a una normale (se così si può definire un apparecchio che ha da pochissimo fatto la sua comparsa sul mercato) stampante 3D è un kit per assemblarla. Questa scelta viene tipicamente fatta per risparmiare, visto che mettendo in comparazione i due prodotti la differenza di prezzo è piuttosto importante.

Tra i kit stampanti 3D più interessanti, il nostro consiglio d’acquisto è quello del modello di Prusa che include tutti i pezzi necessari all’assemblaggio del dispositivo nonché una serie di innovazioni tecniche che rendono l’utilizzo più confortevole e sicuro. In particolare si fa apprezzare la presenza di catenelle porta cavi sia nella parte superiore sia in quella posteriore che garantiscono movimenti della stampante senza alcun ostacolo.

Gli utenti che hanno già acquistato questo kit hanno apprezzato la grande attenzione alla sicurezza, legata sia alla presenza di una protezione sull’estrusore sia all’eliminazione della base riscaldata, scelta che ha permesso anche di ridurre notevolmente il consumo energetico.

Questa Prusa è un modello da assemblare che ti prenderà qualche ora ma senza necessariamente doverti sforzare troppo. Il prezzo è naturalmente più contenuto rispetto a una già assemblata e questo è un modello con innovazioni tecniche interessanti. Ti diremo anche dove acquistarla.

Pro
Catenelle:

Le catenelle porta cavi situate sia nella parte inferiore che superiore, aiutano i movimenti della stampante, rendendoli più fluidi.

Sicurezza:

Apprezzabile la sicurezza con protezione sull’estrusore e l’eliminazione della base riscaldata, riducendo considerevolmente il consumo energetico.

Assemblaggio:

Non sarà un problema, le istruzioni ti aiuteranno passo per passo, rendendo anzi l’assemblaggio divertente e quasi una sfida.

Contro
Ventola:

La ventola sembra essere molto fragile e tenderà a intaccare i contatti. Purtroppo non sembra che qui i materiali siano stati scelti con cura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Geeetech® Prusa I3 Pro B

 

Questo kit per assemblare una stampante 3D si fa apprezzare per la relativa semplicità con cui si montano le varie componenti. Nella confezione sono presenti anche alcuni utensili che vi torneranno utili durante l’operazione e, seguendo le istruzioni – che vengono inviate dal produttore via mail – non avrete grandi problemi, soprattutto seguendo la versione in inglese, decisamente più curata della controparte in italiano.

Il dispositivo consente di stampare oggetti con dimensioni fino a 20x20x18 centimetri, il che garantisce una grande versatilità. Supporta filamenti in PLA e ABS e, per chi fosse alle prime armi, non è difficile trovare su Internet modelli già elaborati da altri di oggetti di ogni tipo, che possono essere caricati facilmente e stampati. Allo stesso modo, visto che si tratta di un modello diffuso e open-source, troverete spesso aggiornamenti che potete stampare voi stessi così da upgradare la stampante.

L’apparecchio di Geeetech si scalda in pochi minuti, così non dovrete pazientare molto per poterla mettere al lavoro. La Prusa I3 Pro B è venduta a un prezzo economico e funziona molto bene, certo qualche pecca qua e là è da tenere in conto, in particolare per quanto riguarda le barre filettate, che tendono a non essere perfettamente dritte e allineate una volta montate, con conseguenti lievi imprecisioni nei pezzi stampati.

Pro
Prezzo:

Si tratta di un modello davvero economico, che consente di entrare nel mondo della stampa 3D senza svenarsi.

Open source:

La diffusione del modello e la presenza di un’attiva community di utenti permette di avere facilmente upgrade e modelli da stampare, così la stampante sarà sempre aggiornata.

Materiali:

L’apparecchio si riscalda molto velocemente e consente di stampare utilizzando sia il PLA sia l’ABS.

Contro
Allineamenti:

Il montaggio delle barre filettate non è sempre preciso e le barre stesse tendono a curvarsi leggermente. La conseguenza sono lievi imperfezioni nella stampa.

Acquista su Amazon.it (€169)

 

 

 

Anycubic Stampante 3D i3 Mega

 

Se non volete diventare matti nella fase di montaggio di una stampante 3D, questo modello Anycubic fa della semplicità dell’assemblaggio e della varie calibrazioni precedenti all’utilizzo uno dei suoi punti di forza. Inoltre la sua struttura è in metallo il che si traduce in superiori rigidità e stabilità, con conseguente precisione al momento della stampa.

Questa avviene utilizzando sia PLA sia ABS, con risultati che molti utenti non hanno difficoltà a paragonare con quelli che si ottengono con modelli semi-professionali o comunque di fascia più alta. Questo perché il dispositivo in questione è venduto a un prezzo medio e dunque stupisce in positivo la qualità dei risultati che si ottengono.

La i3 Mega permette di ottenere stampe con dimensioni di 21x21x20,5 centimetri e tutte le operazioni si gestiscono in modo confortevole dallo schermo touchscreen da 3,5 pollici, sebbene illuminazione e dimensioni dei caratteri potrebbero essere migliori. La spedizione è rapida ma, qualora abbiate bisogno di ordinare un pezzo di ricambio, tenete conto che spesso viene spedito dalla Cina e dunque può capitare di doverlo attendere anche diverse settimane.

Pro
Stabilità:

La struttura in metallo conferisce alla stampante un’apprezzabile solidità, che si traduce in un’elevata stabilità al momento della stampa.

Buone dimensioni:

Consente di realizzare oggetti piuttosto grandi, con dimensioni massime di 21x21x20,5 centimetri.

Qualità di stampa:

Compatibile con PLA e ABS, assicura una resa più che apprezzabile, al punto che in molti la ritengono paragonabile a un modello di categoria superiore.

Contro
Ricambi:

Nell’ipotesi che dobbiate acquistare uno o più pezzi di ricambio, tenete conto che la spedizione arriva dalla Cina e che, dunque, dovrete attendere diverse settimane.

Acquista su Amazon.it (€299)

 

 

 

Printrbot Simple Metal

 

5.Printrbot Simple MetalLa struttura di questo modello è interamente realizzata utilizzando materiali resistenti e di ottima qualità, al punto che possiamo tranquillamente definirla una delle migliori stampanti 3D in metallo presenti sul mercato.

Una delle caratteristiche più interessanti e che consentono di risparmiare tempo e ottenere risultati di stampa soddisfacenti è la sonda autolivellante, che fa davvero un buon lavoro nell’impostare la corretta altezza dell’ugello ogni volta che la si utilizza. Degno di menzione anche l’estrusore in alluminio, che si fa apprezzare per la sua precisione.
Il contro della presenza di tanto metallo nella struttura è che la Printrbot risulta decisamente più pesante rispetto alla maggioranza dei modelli realizzati dalla concorrenza. Il prezzo, infine, si colloca nella fascia media del mercato e la rende uno dei prodotti con il migliore rapporto tra costo e qualità generale.

Non stiamo parlando del prodotto più economico fra quelli qui recensiti, ma il rapporto costo qualità è decisamente soddisfacente. Più pesante rispetto ad altre, anche perché costruita con materiale più robusto e quasi tutto in metallo. Leggi pregi e difetti di questo nuovo prodotto recensito e fatti un’idea.

Pro
Precisione:

La sonda autolivellante, l’ugello e l’estrusore in alluminio la rendono un macchinario preciso e affidabile, non un semplice giocattolo per passare il tempo.

Robustezza:

Il materiale la rende pesante ma anche con una struttura forte e stabile, ciò la rende un prodotto duraturo e adatto a durare nel tempo.

Contro
Pesantezza:

Il materiale usato e le varie bordature la rendono un prodotto più pesante di altri, meno maneggevole e trasportabile.

Costo:

Rispetto ad altre stampanti dello stesso tipo, si attesta per un costo sicuramente maggiore e non per tutte le tasche.

Acquista su Amazon.it (€597)

 

 

 

Flashforge Creator Pro 

 

1.Flashforge Creator ProMettendo in comparazione tutte le stampanti 3D in vendita, quella che maggiormente ci ha convinto è la Creator Pro, in virtù di un’eccellente capacità di realizzare fedelmente gli oggetti desiderati abbinata a un’elevata velocità di esecuzione. Il merito va principalmente ascritto all’utilizzo di materiali di qualità per il suo assemblaggio che le garantiscono una stabilità strutturale che è sinonimo di precisione.

Rispetto ai modelli precedenti, la Creator Pro, infatti, vanta uno chassis in metallo, piastra in acciaio e un telaio chiuso che assicurano resistenza anche alle alte temperature, nonché una guida per agevolare la stabilizzazione durante le operazioni di stampa più lunghe. L’apparecchio dispone di due estrusori ed è perfettamente compatibile con materiali come ABS, PLA e PVA, ovvero vari tipi di polimeri termoplastici.

La presenza di un display Lcd consente di monitorare costantemente l’operazione, assegnare i vari compiti al doppio estrusore e valutare lo stato di avanzamento di ogni funzione. Difficilmente troverai di meglio tra le stampanti 3D in vendita.

Oggi la nostra guida si occupa di stampanti tridimensionali, valutandone diversi modelli e aiutandoti a scegliere la migliore, proprio perché questi prodotti stanno estendendo il proprio mercato e diventano utili per realizzare oggetti e decorazioni. Come questa interessante Flashforge.

Pro
Velocità:

La velocità di stampa finirà per stupirti. Senza doverla necessariamente usare al massimo delle sue potenzialità, farà il lavoro richiesto in un tempo minimo.

Materiale:

L’assemblaggio è stato fatto con materiali di qualità, ciò la rende precisa e stabile. Chassis in metallo, piastra in acciaio e un telaio chiuso.

Display:

Grazie al display potrai sempre monitorare il lavoro, i tempi e le reazioni della stampante. Una funzione in più che siamo sicuri apprezzerai.

Contro
Costo:

Il costo della stampante è considerevole, nonostante le prestazioni e la qualità del prodotto ci si chiede se forse non sarebbe il caso di rinunciare a qualcosa e optare su altro.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€899)

 

 

 

Come utilizzare una stampante 3D

 

Le stampanti 3D rappresentano una significativa evoluzione rispetto alla vecchia concezione di stampa, realizzata su un semplice foglio di carta. I modelli in vendita sul mercato diventano sempre di più e con prezzi più accessibili. Riuscire a comprendere il funzionamento prima di acquistare il prodotto più adatto alle proprie esigenze diventa quindi fondamentale per evitare di danneggiare la stampante.

Cos’è la stampa 3D

Innanzitutto bisogna capire che il processo di stampa in 3D è additivo, ovvero aggiunge piuttosto che sottrarre, riducendo così lo spreco di materia prima. Sono generalmente più veloci di qualsiasi altra tecnologia che funziona per produzione sottrattiva e danno la possibilità di stampare diverse parti, che possono poi essere assemblate in seguito, rendendo il processo industriale alla portata di tutti.

La stampante tridimensionale riceve l’input da un file 3D, realizzato con appositi programmi su computer e lo utilizza per farne porzioni in sezione trasversale. Queste porzioni vengono poi stampate l’una sull’altra per creare l’oggetto in tre dimensioni.

Questo metodo, che è anche il più comune, viene definito FDM, Fused Deposition Modeling, il filamento di plastica fuso viene depositato, secondo le indicazioni prelevate dal file, su un apposito piano d’estrusione dove si solidifica ed è pronto a ricevere il successivo strato.


Altre tipologie di stampa 3D

Il metodo FDM non è però l’unico, esistono anche delle alternative, come lo SLA, StereoLithography Apparatus. Questo nuovo e alternativo processo di stampa è più recente e utilizza una resina fotosensibile che viene irradiata da un fascio di luce ultravioletta per essere solidificata. Il vantaggio è rappresentato da una maggiore solidità dell’oggetto dal momento che la luce permette di solidificare al meglio gli strati l’uno sull’altro.

Infine troviamo il SLS, Selective Laser Sintering, un approccio completamente diverso che utilizza un laser. Questo fonde una polvere o un polimero che si solidifica sugli strati precedenti.

Qualsiasi sia il metodo prescelto dalla stampante non va sottovalutata la fonte da cui viene stampato l’oggetto, ovvero il file con il modello tridimensionale. Solitamente questi vengono creati con software di modellazione 3D e richiedono studi e tecnica.

Esistono tuttavia anche soluzioni con scanner 3D per poter replicare l’oggetto che si ha intenzione di stampare. Il formato del file è solitamente indicato da estensione STL.



Strati e definizione dell’oggetto

È importante ricordare, qualora abbiate intenzione di intraprendere attività di modellazione, che un oggetto con una quantità elevata di strati risulterà più liscio e definito rispetto a quelli con una quantità inferiore.

Le applicazioni sono numerose e potrete sperimentare in campi completamente nuovi. Le possibilità spaziano da quelle classiche industriali passando per l’edilizia, l’arte e l’alimentazione.

Prima di procedere all’acquisto del prodotto che fa al caso vostro considerate anche la necessità di avere dei software all’altezza. Il budget quindi dovrebbe essere ripartito in modo ponderato affinché non sia troppo sbilanciato in favore dell’hardware che fornisce sì gli strumenti ma non la tecnica.  

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Sharebot KIWI3DN

 

3.Sharebot KIWI3DNNel momento in cui valuti come scegliere una buona stampante 3D, tra le considerazioni che ti troverai a fare ci sono anche gli aspetti legati a dimensioni e ingombri. La Sharebot KIWI è un dispositivo compatto e con interessanti funzionalità: la stampante misura solo 310x330x350 mm e inoltre la sua configurazione è semplice, grazie all’integrazione del software Slic3r open-source, che consente di gestire anche impostazioni avanzate, pensate per gli utenti più esperti.

Tra le varie funzionalità, alcuni tra coloro che l’hanno acquistata hanno fatto notare come poter stampare direttamente dalla scheda di memoria SD sia una grande comodità e come in pochi minuti sia facile padroneggiare tutte le principali funzionalità.

Mettendola in comparazione con gli altri modelli presenti in questa classifica, la Sharebot KIWI si propone non certo come una delle migliori stampanti 3D ma senza dubbio come una delle più economiche. Valutane l’acquisto, dunque, solo se non hai esigenze d’uso professionali.

Un’altra stampante interessante è la Sharebot, dalle dimensioni contenute e dalla facile configurazione, potrebbe essere il prodotto che cercavi. Qui di seguito valuteremo pro e contro, considerando anche i pareri degli utenti e cercando di aiutarti come meglio possiamo.

 

Pro

Funzionalità: Una stampante 3D con molte funzionalità gestite però in maniera semplice e immediata, garantendo buone prestazioni.

Dimensioni: Rispetto ad altre stampanti dello stesso tipo, ha dimensioni più ridotte e quindi minore ingombro. Ciò non vuol dire sia da meno.

Software: Il software Slic3r open source consente di gestire anche impostazioni avanzate, adatte a utenti esperti, ma allo stesso tempo è flessibile e può tranquillamente essere utilizzata anche da un principiante.

 

Contro

Garanzia: Un anno di garanzia è davvero troppo poco per oggetti così fragili e costosi. Sarebbe il caso di allungarne i tempi e dare maggiore sicurezza al compratore.

button-IT-2

 

 

 

XYZ Printing DaVinci 1.0

 

4.XYZ Printing Davinci 1.0Parlare di entry level per un oggetto che costa comunque svariate centinaia di euro può apparire ironico ma, in realtà, questo modello è uno dei più economici tra quelli in vendita online. Il costo contenuto non vuol certo dire che la DaVinci 1.0 non sia in grado di fornire performance di buon livello, a patto di non pretendere un utilizzo professionale o per periodi di tempo particolarmente prolungati.

Per i modelli più economici, la calibrazione è un processo importante che garantisce la certezza che tutta la superficie della piattaforma sia a una distanza uniforme e perfetta dall’ugello della testina di stampa. In caso di mancata calibrazione, che avviene agendo sulle tre viti poste nella parte inferiore, la stampante potrebbe non essere in grado di produrre un oggetto che rifletta accuratamente il modello 3D.

La buona qualità generale del prodotto si scontra, come hanno rilevato molti tra coloro che l’hanno comprata, con un’assistenza tecnica deficitaria in caso di problemi. Ragione che ci ha convinto a escludere la Davinci dal podio delle migliori stampanti 3D del 2018.

Se sei a caccia di prezzi bassi, questa stampante potrebbe essere di tuo gradimento. Non stiamo parlando di un prezzo eccessivamente basso, ma conveniente per il tipo di stampante trattata. Seguici e valutane le proprietà e scoprine anche tu il costo.

 

Pro

Costo: Interessante il prezzo della stampante che per quello che fa probabilmente sarebbe potuto essere più alto e meno accessibile.

Facile: Il software di supporto è facile e intuitivo, lo stesso dicasi per le istruzioni che pur essendo in inglese sono comunque molto chiare e supportate da immagini.

 

Contro

Assistenza tecnica: Se ci sono problemi con la stampante, inutile aspettarsi supporto dall’assistenza tecnica. Ne avrai poco e male.

Precisione: Poco affidabile secondo i pareri degli utenti, i materiali e tutto il resto la rendono una stampante più adatta per un uso amatoriale che professionale.

 

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

La migliore torcia LED

Trapani a colonna

Come scegliere il miglior regolabarba

Videocitofono

I migliori ripetitori Wi-Fi del 2018

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 votes, average: 4.64 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.