fbpx

La migliore chitarra classica amplificata

Ultimo aggiornamento: 19.09.19

 

Come scegliere la migliore chitarra classica amplificata del 2019?

 

Le classiche amplificate sono tra le chitarre più versatili e permettono di suonare senza doversi porre il problema di portare un microfono e un sistema di amplificazione esterno, per questo motivo sono molto diffuse sul mercato e la nostra guida può aiutarti a fare una scelta oculata che ti accompagnerà per anni.

Come abbiamo accennato, possedere una chitarra acustica con amplificazione integrata è una bella comodità, e ti svincola dal dover acquistare ulteriori attrezzature. In verità i puristi del suono non amano molto questo tipo di strumento, e preferiscono scegliere una chitarra normale solo in base alla qualità del suono, per poi eventualmente modificarla con un’amplificazione cucita addosso alle caratteristiche dello strumento, oppure prediligendo i microfoni esterni per la possibilità di orientarli finemente.

Ad ogni modo se sei un chitarrista da principiante a medio, questo tipo di strumento è molto comodo e di solito è accoppiato con un’altra caratteristica, quella della spalla mancante, che lo rende ancora più versatile perché ti permette di accedere alle corde in fondo al manico con estrema facilità e senza doverti contorcere.

Come per gli strumenti musicali in generale, vale sempre la regola che l’orecchio è soggettivo, quindi è sconsigliato lanciarsi nell’acquisto di un modello, anche se si trattasse della migliore chitarra classica amplificata, senza averlo provato di persona e preferibilmente confrontato con il “sound” di altri esemplari.

In questo tipo di strumenti il punto debole può essere proprio l’amplificazione, che soprattutto nei prodotti a basso costo può inficiare pesantemente la qualità del suono in uscita oppure non possedere un volume adeguato, soprattutto se pensi di suonarla in presenza di pubblico.

Il legno della cassa può essere più o meno pregiato, e questo influirà non sono sulla pasta sonora ma anche sulla robustezza dello strumento. Se devi esercitarti e sei alle prime armi, non ha molto senso spendere soldi per un modello di lusso, perché in futuro potresti pentirti di una scelta fatta quando non avevi abbastanza esperienza o quando il tuo stile è ancora immaturo.

 

 

Takamine GC1CE

Principale vantaggio

A un prezzo accessibile puoi avere una chitarra dal suono ben bilanciato, dotata di preamplificatore con controlli integrati che ti permettono di personalizzare il suono.

 

Principale svantaggio

Come tutti i modelli a spalla mancante, si paga la comodità con un suono meno corposo e leggermente carente sui bassi.

 

Verdetto: 9.5/10

Questa chitarra vanta una costituzione con legni validi, pensati per farvi ottenere suoni puliti e armonici. Il prezzo di vendita è contenuto e valorizzato anche dalla presenza del preamplificatore con controlli.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

A spalla mancante

Sui forum specializzati in strumenti musicali non mancano le discussioni sulla bontà o meno delle chitarre a spalla mancante, come questa proposta da Takamine. Di fatto si tratta di una scelta che non è giusta o sbagliata a priori, ma piuttosto possiamo dire che dipende dallo stile del chitarrista.

Pensa alle canzoni che suoni più spesso: se ti capita spesso di andare oltre il dodicesimo tasto allora l’acquisto di un modello a spalla mancante ti faciliterà molto la vita, permettendoti di accedere alle ultime corde più comodamente.

Anche coloro che suonano in piedi, magari in una band, di solito preferiscono questo tipo di strumento perché consente una maggiore libertà di movimento.

Qualità dei legni

Dal punto di vista estetico questa chitarra è piuttosto piacevole, senza note particolari a parte la suddetta mancanza di una delle spalle, che modifica non solo il suono ma anche l’apparenza.

La parte superiore è in abete scelto, mentre le fasce e la parte inferiore sono in mogano, così come il manico. La tastiera è in palissandro, ed è una delle caratteristiche più apprezzate di questa chitarra per quanto riguarda la suonabilità, infatti questo modello è ottimo per gli arpeggi e in particolare dà il meglio di sé nello strumming.

Il suono prodotto da questo insieme di legni diversi è sicuramente equilibrato, ma a qualcuno può sembrarlo perfino troppo e la critica che viene mossa spesso è proprio di una certa mancanza di pienezza, soprattutto nei bassi, mentre è più performante sulle note alte.

 

Controlli integrati

Quello che colpisce di questo modello è la qualità dell’amplificazione, soprattutto in relazione alla spesa non eccessiva, e anche per questo motivo secondo noi è la migliore chitarra classica amplificata del 2019, almeno per quanto riguarda questa fascia di prezzo.

Monta il preamplificatore Takamine TP-E, che include l’accordatore e consente una regolazione completa del suono in uscita. Non solo sono presenti i controlli per volume e tono, ma è possibile agire sulle frequenze medie e ottenere l’equalizzazione migliore a seconda delle circostanze.

Infatti il cosiddetto mid-cut è importante soprattutto se devi suonare insieme a una band, perché permette di valorizzare il suono della tua chitarra senza che si impasti con quello degli altri strumenti o che finisca per prevalere troppo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Chitarre classiche confronta prezzi e offerte

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (39 voti, media: 4.77 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status