×
  • Il miglior aspirapolvere
  • Gli aspirapolvere e le scope elettriche con il sacco hanno i giorni contati?
  • Aspirapolvere senza filo e con filo: quali le differenze e quale conviene acquistare
  • Aspiracenere
  • Aspiraliquidi
  • Bidone aspiratutto
  • Mini aspirapolvere
  • Robot
  • Panno per aspirapolvere a vapore
  • Sacchetto per aspirapolvere
  • Robot aspirapolvere: dalle migliori marche ai robot “no brand” venduti a basso costo
  • Quanti tipi di robot aspirapolvere esistono? Quali, oltre ad aspirare, lavano anche il pavimento?
  • I 6 Migliori Aspirapolvere Senza Sacco del 2020

    Ultimo aggiornamento: 27.09.20

    Il miglior aspirapolvere senza sacco del 2020 risulta essere, per noi, il modello Ergo Force Cyclonic della Rowenta. È un modello ciclonico da 700 W di potenza equivalenti a 2100 W rispetto alla precedente gamma di

    Aspirapolvere senza sacco – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 2020

     

    I consigli che stiamo per darvi riguardano elettrodomestici indispensabili a mantenere la casa pulita e ordinata: gli aspirapolvere senza sacco. Considerati una novità fino a qualche anno fa, rappresentano oggi quasi la totalità degli aspirapolvere sul mercato: molti consumatori preferiscono infatti svuotare il contenitore della polvere direttamente nella pattumiera, anziché acquistare continuamente nuovi sacchi di ricambio. Per dar vita alla nostra consueta classifica e consentirvi di rispondere alla domanda “quale aspirapolvere senza sacco comprare?”, abbiamo preso in esame i sei modelli, appartenenti ciascuno a una determinata categoria di prodotto, che per noi sono i migliori aspirapolvere senza sacco del 2020. Troviamo al primo posto della nostra classifica quello che per noi è il miglior aspirapolvere senza sacco ovvero il Samsung Cyclone Force VC5100, per l’ottimo rapporto tra prezzo e prestazioni e per il buon parco accessori. Immediatamente dopo, abbiamo dato spazio alla scopa elettrica senza sacco e con filo De’Longhi Colombina Class XL185.61 perché integra nella testina di pulizia principale un rullo rotante dotato di setole che si rivela infallibile nel rimuovere peli e capelli dai tappeti. Inoltre è proposta a un buon prezzo. Segue, al terzo posto, l’unica scopa ricaricabile della nostra comparazione, la Philips SpeedPro Max  FC6823/01, una top di gamma che vanta un’autonomia superiore a 60 minuti e una progettazione funzionale alle pulizie sotto i mobili, i divani e i letti più bassi.

     

     

    Tabella comparativa

     

    Pregio
    Difetto
    Conclusione
    Offerte

    Il meglio del meglio!

    Pregio

    È maneggevole e scorre sul pavimento con facilità, grazie alle ruote generose e alle sue piccole dimensioni. Ha una tanica raccogli-polvere capiente (ben 2 litri) e una potenza di aspirazione adeguata a eseguire con cura ogni tipo di pulizia domestica. Dispone inoltre di una mini turbo-spazzola antigroviglio, quindi facile da pulire, perfetta per rimuovere peli di animali e capelli dai tappeti. Molto utili gli altri accessori.

    Difetto

    Non è indicato per chi vive in abitazioni disposte su più livelli: il manico dal quale l’aspirapolvere si afferra, quando lo si solleva da terra, è infatti solidale con il contenitore raccogli-polvere e con il gancio in plastica che permette di ancorare quest’ultimo al corpo motore. Nel trasportarlo da un punto all’altro della casa, o lungo le scale, occorre quindi fare attenzione. Se il gancio si rompe, l’aspirapolvere casca.

    Conclusione

    Abbiamo assegnato il primo posto all’aspirapolvere senza sacco Samsung Cyclone Force VC5100 per la buona potenza di aspirazione e l’ottima dotazione di accessori. Anche se va sollevato da terra con un minimo di accortezza, dato che la maniglia per il trasporto è fissata al corpo motore con un gancio in plastica, la presenza di una mini turbo-spazzola motorizzata con cordoli in gomma, anziché in setola, ne ha determinato il successo. Il prezzo secondo noi è giusto.

    La seconda opzione

    Pregio

    Se cercate una scopa elettrica senza sacco che stia in piedi da sola, che vanti cioè la cosiddetta “posizione di parcheggio”, siete di fronte al modello giusto. È questo un plus importante, soprattutto se la scopa sarà stivata in un piccolo ripostiglio. Rispetto ai modelli De’Longhi che, nella stessa categoria di prodotto, l’hanno preceduta, è parecchio più silenziosa. La spazzola motorizzata (il rullo rotante può essere rimosso) garantisce ottimi risultati sui tappeti di chi vive in compagnia di animali che perdono continuamente pelo.

    Difetto

    Il manico, che di fatto coincide con la parte terminale della scopa, ad alcuni non è piaciuto molto. Anche se se ne critica l’ergonomia, per noi è più una questione di abitudine. Forse il vero limite di questa scopa elettrica senza sacco e con filo sta proprio nella lunghezza limitata del cavo elettrico che, se dovete pulire grandi ambienti, vi costringe a cambiare spesso presa di corrente.

    Conclusione

    Nel complesso, è una buona scopa elettrica senza sacco. Se il vostro arredamento stacca da terra il necessario a consentirle di infilarsi sotto letti e divani, difficilmente rimarrete delusi. Aspira bene, non ha problemi di autonomia e ben si comporta con i tappeti, grazie al rullo in setole rotante (spazzola motorizzata “Pet & Carpet Care”) che cattura peli di animali domestici e capelli umani. È anche abbastanza silenziosa.

    Da considerare

    Pregio

    Hanno lavorato bene gli ingegneri Philips nel disegnare la loro scopa elettrica senza fili e senza sacco top di gamma. La SpeedPro Max è infatti una delle poche a posizionare la tanica raccogli-polvere e il manico in posizione sopraelevata rispetto al motore. Ciò permette alla scopa di assumere una posizione perfettamente orizzontale quando è adagiata sul pavimento, quindi di infilarsi facilmente anche sotto i mobili e i letti più bassi. Buona anche la potenza di aspirazione.

    Difetto

    La rumorosità di 84 dB non è la più bassa sul mercato. Né ci aspettavamo tanto meglio: le scope elettriche ricaricabili utilizzano infatti motori molto piccoli i quali, per generare una depressione adeguata, devono toccare velocità di rotazione molto elevate. Il prezzo, anche se non confrontabile con quello delle ultime Dyson in commercio, resta comunque importante.

    Conclusione

    Non è particolarmente economica ma si sa, le scope elettriche ricaricabili di fascia alta, quelle cioè dotate di buona autonomia, sono ancora abbastanza costose. Da questo punto di vista, sono davvero pochi i modelli a superare i 60 minuti di funzionamento continuo (come la Philips qui trattata). Si presenta bene dal punto di vista estetico e permette, a chi voglia fare il proprio ingresso nel mondo delle scope “hand stick”, di disporre subito di un prodotto dalle alte performance.

     

     

    Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior aspirapolvere senza sacco?

     

    Vi spieghiamo, come di consueto, come scegliere un buon aspirapolvere senza sacco, offrendovi una serie di suggerimenti e descrivendovi le caratteristiche tecniche di questo utile elettrodomestico a cui non dovreste rinunciare. In questo modo potrete confrontare i prezzi dei vari modelli proposti ed essere sicuri di aver fatto un buon acquisto. Una buona preparazione teorica vi permette inoltre di rivolgere la vostra attenzione anche a modelli offerti a prezzi bassi. 

    Perché scegliere un aspirapolvere senza sacco

    I principali vantaggi che un aspirapolvere senza sacco offre, rispetto a un modello tradizionale che raccoglie polvere, peli di animali e capelli aspirati dentro un sacco in carta o in stoffa, sono due:

    1. il risparmio economico sul medio-lungo temine

    2. la maggiore potenza di aspirazione a parità di motore. 

    Il risparmio economico deriva dalla possibilità di svuotare il contenitore della polvere, di pulirlo o lavarlo quando serve, e di disporre, se si presta altrettanta attenzione ai filtri, sempre di un aspirapolvere al top della sua efficienza. Tutto questo senza sostenere alcuna spesa e chiedervi continuamente dove acquistare, se presso i negozi fisici o negli store online, i sacchi di ricambio.  

    Quanto alla potenza di aspirazione, a parità di motore, un aspirapolvere senza sacco aspira di più di uno tradizionale con sacco. L’effetto barriera che il sacco produce riduce infatti in qualche misura la forza aspirante. È questo il motivo per cui si dice che gli aspirapolvere ciclonici (ciclonico è ormai sinonimo di senza sacco) sono, a parità di potenza dei motori impiegati, più efficienti.  

    Se trovate che questi due punti (risparmio economico e potenza di aspirazione) siano fondamentali nel determinare il vostro processo di acquisto, allora non avete altra via se non scegliere un aspirapolvere senza sacco. Quanti tipi di aspirapolvere senza sacco esistono? Ve lo spieghiamo nel paragrafo che segue.  

     

    Quanti tipi di aspirapolvere senza sacco esistono?

    Parlare di aspirapolvere senza sacco, senza specificare quanti tipi sono oggi reperibili sul mercato, non vi aiuterebbe molto nella ricerca. Facciamo chiarezza col dire che esistono: 

    1. scope elettriche senza sacco 

    2. aspirapolvere a traino senza sacco 

    3. aspirapolvere portatili senza sacco 

    Abbiamo tralasciato gli aspiracenere, che solitamente possono funzionano con e senza sacco, perché trattati in quest’altra guida agli acquisti. Né vi proponiamo un modello di aspirapolvere portatile perché le Oneday SCV1016 e Dyson Philips SpeedPro Max FC6823/01 possono trasformarsi in comodi portatili in pochi attimi. 

     

    Scope elettriche senza sacco (con e senza filo)

    Le scope elettriche senza sacco sono indicate per chi, durante le pulizie, non ama trainare l’aspirapolvere su ruote, per chi deve quindi pulire appartamenti medio-piccoli e, allo stesso tempo, ha spazi limitati a disposizione in cui riporre l’elettrodomestico quando non viene utilizzato. 

    Nell’ambito delle scope elettriche senza sacco, esistono ben quattro tipi:

    1. scope elettriche senza sacco e con filo a baricentro basso

    2. aspirapolvere senza sacco e senza filo a baricentro basso 

    3. aspirapolvere senza sacco e con filo a baricentro alto

    4. aspirapolvere senza sacco e senza filo a baricentro alto (tipo Dyson). 

    Insomma, potete scegliere davvero tra diversi modelli e tipologie. Per rendere il discorso semplice e comprensibile, spieghiamo cosa sono le scope elettriche a baricentro basso e quelle a baricentro alto.

    Le prima hanno il motore e il contenitore della polvere in basso, in prossimità cioè della spazzola che poggia sul pavimento. Le seconde vedono invece contenitore e motore in alto, in corrispondenza del manico. Quali differenze caratterizzano i due tipi di scopa elettrica senza sacco? Ve li spieghiamo subito.      

    Le scope elettriche con il motore e il contenitore della polvere posti in basso possono risultare più maneggevoli negli spostamenti, ma si infilano soltanto sotto i mobili da soggiorno più alti. Fatte alcune eccezioni, non si infilano, per esempio, sotto i divani.

    Le scope elettriche con il motore e il contenitore della polvere posti in alto in prossimità del manico, , tipo le Dyson per intenderci, si infilano praticamente ovunque, grazie al ridotto spessore del tubo in plastica o in alluminio che collega il corpo motore alla bocchetta di pulizia. In più, possono essere facilmente sollevate per pulire nei punti sopraelevati, anche negli angoli tra parete e soffitto per rimuovere le onnipresenti e fastidiose ragnatele. Rimuovendo il tubo di prolunga e utilizzando gli accessori di solito forniti in dotazione, si trasformano all’occorrenza anche in comodi aspirapolvere portatili, indicati per pulire la tavola a fine cena o pranzo, ma anche l’automobile, il camper, la roulotte e il furgone. Badate bene però che molto raramente le scope elettriche sono vendute insieme a un tubo corrugato (flessibile), accessorio praticamente indispensabile per la pulizia degli interni dell’autovettura. 

    Tutte e due le tipologie di scopa elettrica appena descritte sono disponibili con o senza filo, alimentate quindi a corrente o a batteria ricaricabile. Difficile dire se siano migliori le prime o le seconde: molto dipende dai vostri gusti e dalle vostre esigenze. Come ogni categoria merceologica, anche le due appena descritte hanno i loro pro e i loro contro. Proviamo a individuare quelli che maggiormente possono influire sulla vostra scelta. Le scope elettriche con filo vi permettono di pulire senza preoccuparvi della carica e dell’autonomia residua della batteria; sono più potenti di quelle ricaricabili e non vi abbandonano mai, anche se intendete pulire per diverse ore. Costano solitamente meno, soprattutto se puntate alle offerte e a marche il cui prezzo non è mai troppo alto. In più, sono molto meno soggette all’usura. La batteria infatti, nel tempo e a causa dei ripetuti cicli di carica e scarica, riduce la sua autonomia, sicché una scopa che inizialmente mantiene intatta la sua potenza aspirante per mezz’ora, dopo qualche mese può vedere ridursi i suoi tempi di funzionamento a 15, 20 minuti al massimo. 

    Dal canto loro, le scope elettriche senza sacco e senza filo offrono il massimo in termini di comodità perché non vi costringono ad avere continuamente il filo tra i piedi, né a cambiare presa di corrente quando passate da una stanza all’altra. Altrettanta praticità si rivela per chi vive in case disposte su più piani. Pulire le scale con una scopa ricaricabile è davvero comodo: potete infatti muovervi in tutta libertà e, soprattutto, non rischiare di inciampare nel filo. Non sottovalutate questo aspetto di sicurezza soprattutto se a occuparsi delle pulizie è una persona non più ventenne.

    Fatte queste doverose premesse, i modelli più venduti online attualmente sono quelli senza sacco e senza filo, tipo Dyson, cioè con il motore, il contenitore della polvere e il manico in alto. 

     

    Aspirapolvere a traino senza sacco (con e senza filo)

    Contrariamente alle scope elettriche, gli aspirapolvere a traino senza sacco appartengono quasi tutti a una categoria, quella degli aspirapolvere a traino con filo. I modelli senza filo, quindi a batteria ricaricabile, si contano sulle dita di una sola mano e, al momento, stando alle recensioni pubblicate online, risultano poco pratici ed efficienti.

    L’attenzione dei consumatori è rivolta quindi agli aspirapolvere con filo. Ce ne sono davvero per tutti i gusti e tutte le tasche e tutti, fatta eccezione per pochi modelli, sono in grado di assicurare un ottimo livello di pulizia. Le differenze fra un aspirapolvere a traino senza sacco e l’altro, risiedono nella comodità d’uso, nella loro silenziosità, nella maggiore o minore facilità con cui si svuota il contenitore della polvere e, fatto assai curioso, nel meccanismo di aggancio e sgancio con cui quest’ultimo è assicurato al corpo motore. Dedichiamo infatti a questo particolare aspetto degli aspirapolvere a traino senza sacco il paragrafo seguente.             

     

    Il meccanismo di aggancio del contenitore della polvere all’aspirapolvere a traino

    Quando si valuta la qualità complessiva degli aspirapolvere a traino basati su tecnologia ciclonica oggi sul mercato, le maggiori perplessità degli utenti riguardano assai di frequente il meccanismo di aggancio del contenitore della polvere all’aspirapolvere. Che si tratti dell’aspirapolvere più economico o dell’ultima versione proposta dalla migliore marca in circolazione, il contenitore della polvere è quasi sempre fissato all’unità principale (quella che contiene il motore di aspirazione, le ruote posteriori e il sistema avvolgicavo) mediante un semplice gancio in plastica. 

    Premendo un pulsante, sempre in plastica, i due elementi si separano dando modo di svuotare il contenitore e procedere con le normali operazioni di manutenzione (pulizia interna con o senz’acqua, pulizia o sostituzione del filtro e via dicendo). Nulla di preoccupante se non fosse che il manico con cui l’aspirapolvere, all’occorrenza, è sollevato dal pavimento, è solidale con il contenitore e non con il resto dell’elettrodomestico. Ciò vale a dire che, quando l’aspirapolvere a traino viene sollevato, il peso grava esclusivamente sul quel gancio in plastica. I dubbi sulla sua resistenza alla rottura si presentano soprattutto quando chi sta per acquistare vive in una casa disposta su più piani e dovrà portare l’aspirapolvere su e giù per le scale tenendolo proprio per il manico: il timore che il gancio da un momento all’altro ceda, facendo cascare l’aspirapolvere dritto in terra è più che giustificabile. Noi, per dovere di informazione, possiamo garantirvi che nella gran parte dei casi, il gancio, se non sottoposto a strattoni, regge il peso dell’elettrodomestico senza mostrare esitazioni. Vi suggeriamo tuttavia di verificare, prima di sollevare da terra l’aspirapolvere, che il gancio sia ben ancorato alla sua sede. L’unica volta in cui, durante i nostri test si è staccato, c’era stata da parte nostra un po’ di superficialità in fase di montaggio. Leggendo le recensioni delle principali piattaforme di e-commerce, ci siamo imbattuti molto spesso in questo tipo di dubbio, ed è questo il motivo per cui abbiamo voluto dedicare al sistema di ancoraggio del contenitore trasparente all’aspirapolvere un intero paragrafo. Facciamocene quindi una ragione: la stragrande maggioranze dei modelli in commercio, siano essi economici o costosi, adottano questo meccanismo.   

    Senza sacco fa rima con ciclonico

    Quando sul mercato sono comparsi, anni fa, i primi aspirapolvere per uso domestico senza sacco, la tecnologia ciclonica era ancora appannaggio dei modelli per uso industriale. Gli aspirapolvere senza sacco destinati alla casa, per lo più portatili, sfruttavano semplicemente un filtro interposto fra la spazzola e il motore. L’effetto barriera che ne derivava impediva alla polvere, ai peli e ai capelli di finire dentro la turbina del motore. Un meccanismo semplice ma poco efficiente, data la necessità di pulire, lavare o sostituire continuamente il filtro. Un grosso aiuto è arrivato dall’azienda inglese Dyson che, per la prima volta, ha applicato i principi della filtrazione ciclonica agli aspirapolvere domestici. Integrando nei suoi aspirapolvere uno speciale contenitore cilindrico, Dyson ha permesso all’aria in ingresso di seguire percorsi circolari (ciclonici per l’appunto) ad altissima velocità. La forza centrifuga che ne derivava era tale da spingere sul bordo del contenitore le particelle solide fino a farle depositare, per gravità, alla sua base. Un sistema di filtrazione basato su filtri in carta, in spugna o Hepa si occupava di eliminare le particelle solidi e sottili sfuggite alla forza centrifuga.

    Negli anni, la tecnologia ciclonica si è perfezionata sempre di più, soppiantando totalmente quella precedente. Se oggi il termine ciclonico viene infatti usato come sinonimo di “senza sacco”, non si commette alcun errore.

    Per completezza di informazione, aggiungiamo che alcuni aspirapolvere possono sfruttare un ciclone principale, cui viene affidato il compito di separare dall’aria la gran parte della polvere, e cicloni secondari più piccoli deputati a trattenere le particelle più sottili. Dyson, che della tecnologia multiciclonica ha fatto il suo punti di forza, afferma di poter a breve creare il primo aspirapolvere senza filtri, a dimostrazione di come un sistema multiciclonico possa eliminare dall’aria ogni particella solida.       

     

    Non trascurate la dotazione di accessori

    Quasi mai, in fase di acquisto, si fa attenzione agli accessori contenuti nella confezione dei vari aspirapolvere. Eppure, gli accessori possono fare la differenza, nel senso che possono rendere l’aspirapolvere più versatile. Anche se acquistato per pulire il pavimento, un aspirapolvere ben accessoriato permette di rimuovere polvere, peli di animali e capelli da tutte le superfici, orizzontali e verticali, dure, in legno, in resina e in stoffa come i tappeti, divani, i cuscini, i materassi e gli imbottiti in generale. Se siete particolarmente interessati a questi, una spazzola motorizzata, in grado cioè di ruotare e offrire un supporto meccanico all’aspirazione, non dovrebbe mancare. Fate attenzione perché, tranne che in rari casi, se la spazzola motorizzata manca sin dall’inizio, molto difficilmente potrà essere acquistata come optional in un secondo momento. Per ruotare, ha bisogno di corrente elettrica e di un contatto dedicato, previsto cioè in fase di progettazione dell’aspirapolvere. 

     

    I 6 Migliori Aspirapolvere Senza Sacco – Classifica 2020

     

     

    1. Samsung CycloneForce VC5100

     

    Samsung continua a proporre aspirapolvere di buona qualità, le cui soluzioni costruttive rendono, nel caso dei modelli ciclonici senza sacco e con filo, lo svuotamento del contenitore della polvere un’operazione tutto sommato semplice. La struttura interna al recipiente del Samsung Cyclone Force VC5100 consente infatti alla polvere e allo sporco di compattarsi a sufficienza, tanto da non creare insalubri dispersioni nell’ambiente quando gli stessi vengono riversati nella pattumiera. Il lungo cavo di alimentazione, che scompare dentro l’aspirapolvere grazie a un efficiente sistema di avvolgimento (azionabile premendo con il piede l’apposito pulsante), ottimizza i tempi di pulizia, permettendovi di muovervi liberamente su superfici ampie, o di passare da una stanza all’altra, senza dover continuamente staccare la spina elettrica dalla presa a muro per attaccarla altrove.   

    Il modello Samsung Cyclone Force VC5100 vanta inoltre, nella dotazione, una piccola spazzola motorizzata (mini turbo spazzola) con la quale potete rimuovere e aspirare polvere, capelli e peli di animali dagli imbottiti (poltrone, divani e cuscini) senza creare grovigli intorno alla spazzola rotante. L’uso infatti di un rullo con cordoli in gomma, anziché di una spazzola classica dotata di setole, permette il passaggio (più o meno) diretto dei peli dal divano al contenitore della polvere, evitando a voi il fastidioso compito di liberare le setole dallo sporco. 

    Piccolo al punto giusto e maneggevole, l’aspirapolvere è dotato di grandi ruote in gomma sul retro e di una ruota più piccola, invisibile e pivotante, nella parte anteriore che facilita lo scorrimento sul pavimento. L’aspirapolvere Samsung VC5100 è però uno dei tanti che vedono il contenitore di raccolta dello sporco fissato all’unità contenente il motore e il sistema avvolgicavo mediante un solo gancio in plastica. Richiede quindi la giusta attenzione quando lo si solleva da terra per spostarlo rapidamente da un punto all’altro della casa. Il nostro suggerimento, se abitate in una casa disposta su più piani e dovete continuamente trasportare l’aspirapolvere da un livello all’altro, è quello di rivolgere la vostra attenzione a un altro modello. Nulla da eccepire per quanto riguarda il sistema di filtraggio dell’aria che viene emessa nuovamente nell’ambiente, visto che può contare su tre barriere, di cui una rappresentata da un filtro Hepa.   

    » Scheda Tecnica

    Tipo: aspirapolvere ciclonico senza sacco, a traino e con filo

    Classe di efficienza energetica: A+

    Capacità del contenitore della polvere: 2 litri

    Lunghezza del cavo di alimentazione: 7 metri

    Raggio di azione: 10,5 metri

    Potenza del motore: 550 watt

    Rumore: 78 dB

    Accessori: spazzola principale con setole retrattili (per pavimenti duri e tappeti), spazzola per parquet e pavimenti delicati, spazzola anti-groviglio per imbottiti, accessorio 3-in-1 per fughe e angoli

    Dimensioni: 29,4 x 33,7 x 45 cm

    Peso: 5,3 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    La leva posteriore, che si osserva sotto il manico, permette la regolazione graduale della potenza. Chi ha comprato questo aspirapolvere senza sacco lo trova inoltre potente al punto giusto, non troppo rumoroso (si fa sentire soprattutto alla massima potenza) e agile negli spostamenti, grazie anche al raggio di azione che tocca i 10 metri. I due litri di capacità del contenitore della polvere rendono inoltre meno frequenti le operazioni di svuotamento. La spazzola motorizzata, con rullo in gomma anti-groviglio, è un plus da non sottovalutare.  

    Contro

    Il contenitore della polvere è fissato al corpo motore con un solo gancio in plastica. Conviene, quando lo si afferra per la maniglia, per spostarsi velocemente da un punto all’altro o per fare le scale, usare la giusta cautela. Quel gancio infatti deve sostenere quasi tutto il peso dell’elettrodomestico. 

    Acquista su Amazon.it (€169)

     

     

     

    2. De’Longhi Colombina Class XL185.61

     

    La scopa elettrica De’Longhi che abbiamo deciso di proporvi in questa guida mercato mette insieme l’autonomia teoricamente infinita – si alimenta infatti dalla presa elettrica a muro – e la spazzola motorizzata alloggiata nella testina di pulizia principale. Premendo con il piede l’apposito pulsante, il rullo interno alla spazzola, dotato di setole, inizia a girare velocemente, mostrando tutta la sua efficacia sui tappeti a pelo medio-lungo e ovunque la sola forza di aspirazione non sia sufficiente. Tenete bene in mente questo aspetto perché se avete animali domestici che perdono pelo e tappeti le cui trame tendono a intrappolare peli e capelli, la spazzola motorizzata potrebbe rappresentare l’unica soluzione possibile. La spazzola a bordo delle Colombina Class XL185.61 è però una spazzola classica con setole che corrono a formare una spirale: mettete in conto che ogni cinque, sei utilizzi, va ripulita e liberata dalla sporcizia. Non si tratta di un’operazione difficile, ma neanche immediata. Aiutatevi con delle forbici e farete molto prima. Va detto, tuttavia, che il rullo rotante può essere anche rimosso.    

    Per il resto, la scopa si comporta bene su tutti i tipi di pavimento, grazie a una buona potenza di aspirazione e al manico ergonomico che le consente di scorrere senza troppa fatica. Da questo punti di vista, il peso contenuto è di grosso aiuto. La De’Longhi della nostra comparazione è una scopa a baricentro basso, per cui dimenticatevi di passarla sotto i divani e i mobili più bassi o di far forza con il braccio per sollevarla e raggiungere superficie e punti sopraelevati. I tre livelli di potenza, selezionabili agendo su una leva, vi permettono di regolare la forza aspirante in funzione della situazione. La spazzola per i parquet, con setole delicate, accresce ulteriormente la sua versatilità d’uso. 

    » Scheda Tecnica

    Tipo: scopa elettrica con filo e senza sacco a baricentro basso (motore e contenitore posizionati in basso)

    Classe di efficienza energetica: A++

    Capacità del contenitore della polvere: 1,3 litri

    Lunghezza del cavo di alimentazione: n.d.

    Raggio di azione: 6 metri

    Potenza del motore: 500 watt

    Rumore: 80 dB

    Accessori: spazzola principale con rullo interno motorizzato, spazzola per parquet con setole delicate, bocchetta a T e lancia per le fughe 

    Dimensioni: 28 x 20 x 117 cm

    Peso: 4,3 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    È uno dei pochi modelli di scopa elettrica senza sacco in circolazione a stare in piedi da sola (posizione di parcheggio). Ciò significa che, se mentre pulite sopraggiunge una telefonata, potete spegnerla e lasciarla lì dove si trova, senza preoccuparvi di poggiarla sul pavimento. La rumorosità non è eccessiva e scorre facilmente su ogni tipo di pavimento. La spazzola motorizzata è molto efficiente sui tappeti, nei confronti di peli e capelli, ma se non vi serve potete tranquillamente rimuoverla. 

    Contro

    Sono ben pochi i contro che si possono riconoscere a questa scopa elettrica. Se siete consapevoli di dover districare la spazzola rotante da peli di animali e dai capelli, il suo utilizzo risulta soddisfacente. Ciò che alcuni utenti fanno notare è che il filo elettrico non è molto lungo, il che costringe a cambiare presa di corrente (il raggio di azione dichiarato è infatti di 6 metri, non da record). Ad altri non è piaciuto molto il manico, poco ergonomico e dalla presa non sempre sicura.  

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    3. Philips SpeedPro Max FC6823/01

     

    Più di un motivo ci ha indotto a includere la Philips SpeedPro Max FC6823/01 fra le migliori scope elettriche senza sacco del 2020. I pareri espressi online concordano sul fatto che sia un ottimo aspirapolvere ricaricabile. Possiamo a tal proposito citare: la durata della batteria (alla media potenza regge per circa mezz’ora, superando i 60 minuti se usata al minimo); la presenza di un display nella parte alta che informa sullo stato di carica e sull’efficienza del filtro; la progettazione del sistema “motore + contenitore della polvere + manico”.

    Contrariamente alle altre scope elettriche a baricentro alto, la Philips posiziona nella parte superiore, rispetto al motore, sia la tanica trasparente sia il manico. Ciò si traduce nella possibilità di posare la scopa sul pavimento orizzontalmente e quindi di infilarla negli spazi più angusti, per esempio sotto i letti, i divani, le poltrone e così via. Particolare è la spazzola principale dotata di rullo motorizzato in setole. Oltre a essere provvista di Led, che aiutano a individuare lo sporco anche quando si pulisce nella penombra o sotto il letto, ha una conformazione interna tale da aspirare in tutte le direzioni. Philips infatti la definisce “360”, con l’intento di comunicare al suo pubblico la facilità con cui lo sporco viene aspirato su tutti e quattro i lati e non soltanto frontalmente.

    Se avete animali che perdono pelo, troverete utile anche uno degli accessori a corredo, la cosiddetta mini-spazzola motorizzata. Sfrutta lo stesso principio della spazzola principale (essendo al pari dotata di un rullo rotante in setole), ma è di dimensioni più contenute, idonee all’uso dell’aspirapolvere come portatile. Gioverete della sua utilità, passando la spazzola sui divani, sulle poltrone e, perché no, sui materassi. Completa la dotazione di accessori la lancia per le fughe integrata nel tubo di aspirazione.    

    » Scheda Tecnica

    Tipo: scopa elettrica senza sacco e senza filo (a batteria ricaricabile)

    Autonomia: fino a 65 minuti (alla minima potenza)

    Batteria ricaricabile: 25,2 V

    Tempo di ricarica: 5 ore

    Capacità del contenitore della polvere: 0,65 litri

    Lunghezza del cavo di alimentazione: n.d.

    Raggio di azione: teoricamente infinito

    Potenza del motore: n.d.

    Rumore: 84 dB

    Accessori: spazzola principale 360 con rullo in setole motorizzato, mini turbo-spazzola motorizzata, lancia per le fughe integrata, docking a parete per lo stivaggio e la ricarica, caricabatteria 

    Dimensioni: n.d.

    Peso: 2,73 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    Anche se l’autonomia dichiarata di 65 minuti si riferisce all’uso della scopa alla minima potenza, la durata è più che accettabile anche alla massima: circa 20 minuti. La potenza di aspirazione è considerata buona e adeguata a tutte le situazioni (la scheda tecnica quantifica la capacità aspirante in 1000 litri di aria per ora). Lo snodo della spazzola principale, insieme con la particolare disposizione del contenitore della polvere, permettono di allineare quest’ultima al tubo di prolunga, fino alla posizione orizzontale, consentendo alla scopa di infilarsi anche sotto i mobili, i divani e i letti più bassi. È anche gradevole dal punto di vista estetico.

    Contro

    Con una capacità che supera di poco il mezzo litro (0,65 litri), il contenitore raccogli-polvere della scopa elettrica senza filo e senza sacco Philips tende a riempirsi rapidamente. Per il resto, se si accettano i limiti insiti in una scopa a batteria ricaricabile, quella in esame non presenta particolari contro. Considerate al massimo gli 84 dB di rumore generato durante il suo funzionamento e il prezzo non proprio popolare. 

    Acquista su Amazon.it (€305,77)

     

     

     

    4. Hoover XARION PRO XP81_XP15011

     

    Con un cavo di alimentazione lungo 9 metri, l’aspirapolvere a traino senza sacco Hoover Xarion Pro vanta un raggio di azione complessivo che supera gli 11 metri. Piace per il suo design, per la facilità con cui si svuota il contenitore della polvere e, lo sottolineiamo anche noi, per la sua speciale progettazione. La maniglia con cui si solleva da terra è infatti solidale con l’unità principale e non con il cilindro trasparente in cui finiscono la polvere e lo sporco aspirati. Ciò significa che potete sollevarlo a cuor leggero e quante volte volete, senza correre il rischio che qualcosa vada storto e che l’elettrodomestico caschi sul pavimento. Da questo punto di vista, l’aspirapolvere a traino senza sacco Hoover può quindi rappresentare la scelta giusta per chi vive in case disposte su più livelli, con conseguente necessità di spostarsi da un piano all’altro passando per le scale.

    Il meccanismo di separazione della polvere dall’aria che entra attraverso la spazzola e il tubo flessibile è quello multiciclonico, a garanzia, almeno in teoria, di un più efficiente filtraggio dell’aria che verrà emessa nell’ambiente circostante quasi del tutto priva di impurità. A ciò contribuisce anche il filtro Hepa laterale, nascosto nella ruota posteriore destra, che trattiene anche le particelle più sottili sfuggite alla forza centrifuga generata dai percorsi ciclonici. Buona infine la dotazione di accessori: anche se sprovvisto di spazzole motorizzate, l’aspirapolvere a traino senza sacco Hoover Xarion Pro porta in dote, insieme alla spazzola universale con setole retraibili, anche una spazzola per pulire i pavimenti in parquet e un’altra da utilizzare sulla moquette e sui tappeti. L’obiettivo di Hoover, da questo punto di vista, è consentire a chiunque di rimuovere non solo la polvere e lo sporco in genere, ma anche i capelli e i peli di animali dalle trame dei tessuti. 

    » Scheda Tecnica

    Tipo: aspirapolvere multi-ciclonico senza sacco, a traino e con filo

    Classe di efficienza energetica: A

    Capacità del contenitore della polvere: 1,5 litri

    Lunghezza del cavo di alimentazione: n.d.

    Raggio di azione: 9 metri

    Potenza del motore: 800 watt

    Rumore: 75 dB

    Accessori:  spazzola principale con setole retrattili (per pavimenti duri e tappeti), spazzola per tappeti e moquette (non motorizzata), spazzola per parquet e pavimenti delicati, lancia per le fughe e spazzola piccola rotonda con setole 

    Dimensioni: 30 x 40 x 30,5 cm

    Peso: 5,9 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    La lancia per le fughe e la bocchetta rotonda a pennello (con setole) possono essere fissate al tubo telescopico in modo da averle sempre a portata di mano. Il raggio di azione, da cui deriva la possibilità di pulire in stanze vicine senza cambiare presa a muro, è uno dei più ampi sul mercato. Gli utenti che lo hanno acquistato concordano sul fatto che l’aspirapolvere è abbastanza silenzioso e facile da pulire (soprattutto per quanto riguarda il contenitore della polvere). La forza aspirante è sempre all’altezza della situazione. 

    Contro

    Qualche critica riguarda la potenza di aspirazione che alcuni utilizzatori, visto che si tratta di un aspirapolvere con filo, quindi alimentato a corrente, considerano buona, ma non eccellente. C’è poi chi fa notare che le plastiche con cui è costruito non sono molto robuste. 

    Acquista su Amazon.it (€170,58)

     

     

     

    5. Oneday SCV1016 Verticale Ciclonico

     

    Abbiamo incluso nella guida mercato che state leggendo la scopa elettrica senza sacco e con filo Oneday SCV1016 per le tante recensioni positive pubblicate online da chi l’ha già messa alla prova, per il buon prezzo e per la disinvoltura che dimostra in quasi tutte le situazioni. La possibilità di staccare e dividere in due il tubo di prolunga, e riporre scopa e accessori in una speciale base di stivaggio, ne fa un elettrodomestico pratico, soprattutto quando lo si deve riporre tra una pulizia e l’altra. Buona anche la dotazione di accessori che prevede il tubo di prolunga scomponibile, una spazzola universale per pavimenti e tappeti, una spazzola piccola rettangolare con setole, una bocchetta con cui aspirare i materassi e una lancia per le fughe. La spazzola universale colpisce per una particolarità: le alette di setole che sporgono sui lati sinistro e destro, integrate per pulire i battiscopa o in posizione lievemente sopraelevata i bordi dei mobili quando li si segue con l’aspirapolvere. 

    L’idea della casa produttrice è infatti quella di fornire una scopa elettrica ciclonica in stile Dyson, ossia con il motore e il contenitore della polvere posizionati in alto, ma al tempo stesso di fornire tutto il necessario per pulire da cima a fondo la casa. Collegando infatti le spazzole direttamente al corpo motore si ottiene un comodo aspirapolvere portatile con il quale aspirare le briciole dalla tavola, dopo aver mangiato, i peli di animali dai divani e la sporcizia che si accumula nell’abitacolo dell’automobile o del furgone. Se invece collegate la lancia per le fughe al tubo di prolunga, potete puntare la scopa verso l’alto, senza fare fatica, e rimuovere le antiestetiche ragnatele che si accumulano tra soffitto e pareti. La Oneday SCV1016 è una scopa elettrica senza sacco ma con filo: potrete pulire per tutto il tempo che vorrete, senza preoccuparvi dell’autonomia e di dover ricaricare la batteria. La potenza del motore non viene fornita, ma in compenso viene quantificata la capacità aspirante in 15 kPa (kiloPascal). La scopa elettrica è dotata di filtro Hepa e pesa soltanto 1,5 kg: la sua particolare leggerezza la rende ideale per donne e uomini non più ventenni.    

    » Scheda Tecnica

    Tipo: scopa elettrica ciclonica senza sacco e con filo

    Classe di efficienza energetica: n.d.

    Capacità del contenitore della polvere: n.d.

    Lunghezza del cavo di alimentazione: 10 metri

    Raggio di azione: n.d.

    Potenza del motore: n.d.

    Rumore: 75 dB

    Accessori: spazzola universale per pavimenti duri e tappeti, bocchetta per materassi e imbottiti, spazzola piccola rettangolare con setole, base dedicata per riporre la scopa e i suoi accessori. 

    Dimensioni: n.d.

    Peso: 1,5 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    La buona potenza di aspirazione permette una pulizia profonda di tutte le superfici. Il sottile tubo di prolunga, insieme con la spazzola universale sottile, permette alla scopa di infilarsi anche sotto i mobili più bassi, garantendo la rimozione della polvere dai punti in cui di solito tende invece ad accumularsi. I 10 metri di filo elettrico, tutt’altro che scontato in apparecchi economici come quello proposto da Oneday, permettono di pulire un appartamento medio-piccolo senza mai cambiare presa di corrente (l’azienda dichiara la possibilità di pulire comodamente una superficie di 200 metri quadrati). 

    Contro

    Come tutte le scope elettriche, che devono necessariamente contenere le dimensioni del motore, anche quella proposta da Oneday è un po’ rumorosa. Nulla di insopportabile però. Mancano dei fermi intorno ai quali avvolgere il cavo. Vi conviene quindi attrezzarvi con un paio di mollette se non volete che il cavo della corrente, lungo ben 10 metri, crei inevitabilmente disordine quanto riponete la scopa elettrica. 

    Acquista su Amazon.it (€60,99)

     

     

     

    6. Rowenta Silence Force Multi Cyclonic Home & Car RO8388EA

     

    Già osservandolo, si capisce che il Rowenta Silence Force Multi Cyclonic Home & Car non è un aspirapolvere a traino senza sacco particolarmente economico. Sembra infatti ben costruito (i materiali e le plastiche utilizzate sono molto solide), propone il contenitore della polvere in basso, rendendone facile l’estrazione e lo svuotamento. La buona distribuzione dei pesi, unita all’uso di ruote in gomma di buona qualità, facilita gli spostamenti durante le pulizie ed è raro che, in seguito a qualche strattone, l’aspirapolvere si ribalti. Considerate però le dimensioni generose che non lo rendono particolarmente adatto agli appartamenti e, quando non viene utilizzato, ai ripostigli più piccoli. La regolazione della potenza sul manico, su più livelli, rende confortevole l’uso, specie se in casa disponete di differenti superfici: marmo, parquet, moquette e tappeti.

    Ciò che non convince molto è la sua rumorosità, ma spieghiamo meglio il punto. Alla minima potenza, l’aspirapolvere Rowenta vanta una rumorosità di appena 68 dB, la più bassa fra i modelli trattati in questa guida mercato. A lasciare un po’ perplessi è l’aumento del rumore passando alle potenze maggiori. In particolare, quando viene montata la mini-spazzola motorizzata, per pulire i tappeti o per gli interni dell’auto, l’aspirapolvere diventa veramente rumoroso. Guadagna punti invece non appena si rivolge l’attenzione agli accessori, tutti utili e costruiti con attenzione. Ce n’è uno davvero particolare che dà il nome al modello ed è il tubo flessibile e schiacciato per gli interni dell’automobile. È lungo 60 cm e permette davvero di arrivare anche dove le più sottili lance per le fughe non arrivano, senza mai graffiare le plastiche interne all’abitacolo. Ci sono molti modelli di aspirapolvere senza sacco sul mercato, sia a traino sia nel form factor delle scope elettriche, ma davvero pochi, inspiegabilmente, possono vantare questo utile accessorio.  

    » Scheda Tecnica

    Tipo: aspirapolvere multi-ciclonico senza sacco, a traino e con filo

    Classe di efficienza energetica: A

    Capacità del contenitore della polvere: 2 litri

    Lunghezza del cavo di alimentazione: 8,4 metri

    Raggio di azione: 11 metri

    Potenza del motore: 750 watt

    Rumore: 68 dB

    Accessori: spazzola principale con setole retrattili (per pavimenti duri e tappeti), spazzola per parquet e pavimenti delicati, mini turbo-spazzola motorizzata, bocchetta a T, lancia schiacciata e flessibile per le pulizie degli interni dell’auto

    Dimensioni: 57 x 38 x 35,8 cm

    Peso: 6,7 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    La dotazione è molto ricca. Il kit auto rende l’aspirapolvere completo e versatile: grazie alla lancia flessibile da 60 cm, è possibile rimuovere la polvere e la sporcizia anche dalle intercapedini più sottili (come fra il battitacco e i divani anteriori e posteriori). Scorre con molta facilità, grazie alla ruote grandi e alla piccola ruota centrale anteriore. Gli 11 metri di raggio di azione fanno il resto.  

    Contro

    È un prodotto che, anche nel nome, punta a farsi apprezzare per la sua silenziosità. Molti utenti però concordano sul fatto che, dato il prezzo di vendita, non è poi così silenzioso (soprattutto con la mini turbo-spazzola). Non è infatti l’aspirapolvere a traino senza sacco più economico sul mercato. Spesso la sua forza aspirante viene definita “discreta” a dimostrazione che esistono aspirapolvere a traino senza sacco più potenti e (forse) meno costosi.

    Acquista su Amazon.it (€293,49)

     

     

     

    Come usare un aspirapolvere senza sacco

     

    L’uso di un aspirapolvere senza sacco non differisce molto da quello di un modello dotato di sacco in carta o in stoffa. Le pulizia di casa si svolgono sempre alla stessa maniera. Le differenze emergono quando il contenitore della polvere è colmo e deve essere svuotato. Se con gli aspirapolvere tradizionali basta rimuovere il sacco pieno, gettarlo nella pattumiera e sostituirlo con uno nuovo, con gli aspirapolvere ciclonici occorre acquisire un po’ di pratica per svuotare  in modo corretto il contenitore della polvere. Un procedimento errato o frettoloso può causare infatti lo spargimento o la dispersione della polvere nell’aria, con conseguenze poco piacevoli per chi in casa ci vive, soprattutto per i soggetti allergici. Svuotato il contenitore, dovrete preoccuparvi della pulizia dei filtri in carta, in spugna o di tipo Hepa, che depurano l’aria in uscita dall’aspirapolvere, dalla parte alta del contenitore e dal motore. Vi ricordiamo infatti che un qualsiasi aspirapolvere espelle tanta aria quanta ne aspira. Vi offriamo qualche suggerimento di manutenzione nel paragrafo che segue.  

    Aspirapolvere senza sacco: come evitare le “nuvole di polvere”

    Se leggete le pagine web con le quali i vari produttori promuovono i loro modelli di aspirapolvere ciclonici senza sacco o vi capita di vedere una pubblicità in TV, lo svuotamento del contenitore della polvere vi sarà descritto come facile, pratico e immediato. Ma soprattutto igienico. Senza entrare in alcun modo in contatto con la polvere – dicono le aziende – vi basterà sollevare il coperchio del contenitore e lasciare cadere il suo contenuto dentro la pattumiera. La realtà, però, diciamocelo, è diversa. Detto che ci sono aspirapolvere più facili da svuotare e altri che invece sono meno pratici, quasi sempre dovrete fare molta attenzione se non volete sollevare “nuvole di polvere” durante lo svuotamento, soprattutto se il contenitore è fin troppo pieno e la sporcizia al suo interno si è costipata. Vi preannunciamo che uno svuotamente “a emissioni zero” è praticamente impossibile. Per svuotare il contenitore, vi servirà infatti dare qualche colpo, con conseguente dispersione della polvere più sottile. Non solo, noterete come i capelli e i peli di animali aspirati, attorcigliandosi intorno al cilindro in plastica che in molti modelli (ma non in tutti) fa da asse centrale del contenitore, tenderanno a rimanere lì, senza cadere nella spazzatura. Dovrete aiutarvi con le mani o con lo strumento di pulizia a pettine che talvolta è incluso nella dotazione dell’aspirapolvere appena comprato, per rimuovere il groviglio di peli e capelli. Come rimediare allora alla formazione di “nuvole di polvere”? Vi diamo un consiglio: inserite il contenitore da svuotare o il cilindro centrale, intorno al quale si sono attorcigliati i capelli, in un sacchetto di carta o di plastica. Chiedetelo e date piccoli colpi nella direzione opportuna: poco alla volta riuscirete nell’operazione di svuotamento senza inquinare l’aria circostante. Estraete delicatamente il contenitore e il cilindro appena puliti e chiudete definitivamente il sacco in carta o in plastica prima di gettarlo via. Se disponete di un secondo aspirapolvere, ancora meglio se portatile, aspirate ogni componente dell’aspirapolvere che state svuotando prima di ricomporre il tutto. La polvere non perdona. 

     

    I filtri e la loro manutenzione

    Spesso trascurati, i filtri sono determinanti nel rendere un aspirapolvere più o meno efficiente. Ogni modello utilizza filtri diversi. In linea di massima, esistono filtri in schiuma, solitamente di colore scuro e di forma rotonda o rettangolare, filtri in carta speciale e filtri Hepa (entrambi plissettati), da molti considerati i migliori. Più i filtri sono sporchi e intasati, più l’aspirapolvere fatica ad aspirare aria, lavorando male e perdendo in potenza. Teneteli sempre sott’occhio, aprendo i coperchi dei vani che li contengono e se sono scuri, estraeteli e con colpi leggeri liberateli dalla polvere. Aiutatevi semmai con una spazzolino. Se serve, potete aspirare lo sporco in essi intrappolato utilizzando un secondo aspirapolvere, sfruttando di questo la potenza minima. Alcuni filtri sono lavabili in acqua. Fatta eccezione per i modelli di aspirapolvere più economici e anonimi, le operazioni di manutenzione e pulizia sono descritte nel manuale di istruzioni.

     

     

    » Controlla gli articoli degli anni passati

    Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

     

     

    Aspirapolvere senza sacco – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

     

    Due ottimi aspirapolvere senza sacco che dovresti proprio considerare sono: Rowenta RO6743EA Ergo Force Cyclonic offre potenza e un ottimo filtraggio dell’aria, con un corpo compatto che però non inficia la capienza del vano da 2 litri. L’aspirapolvere Severin MY 7115 si distingue per la sua silenziosità e il filtro Hepa 14, all’avanguardia nel trattenere le particelle di polvere, inoltre è inclusa nella confezione un’ampia gamma di accessori per pulire diverse superfici.

     

     

    Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior aspirapolvere senza sacco?

     

    La scelta del giusto alleato per fare le pulizie domestiche passa per la corretta informazione sulle prestazioni che offre la tecnologia disponibile al momento, ecco perché abbiamo deciso di redigere questa guida per scegliere il miglior aspirapolvere senza sacco offrendoti i consigli e i suggerimenti utili al momento di fare una scelta.

    Dai un’occhiata ai punti salienti riassunti di seguito e alla classifica dei prodotti consigliati, troverai più semplice orientarti tra i vari modelli.

     

    1

     

    Ciclonico o con filtro

    Due sono i sistemi che permettono di aspirare la polvere senza disperderla nuovamente pur non restando intrappolata in un sacco. Non ci sono grosse differenze di prezzo tra i modelli con o senza sacco, quello che cambia è la praticità d’uso e la potenza d’aspirazione, vediamo in dettaglio come funzionano le due tecnologie e quale scegliere in base alle proprie reali esigenze.

    Gli aspirapolvere dotati di filtro funzionano come un comune aspirapolvere che, a differenza dei modelli con sacco, ferma la polvere attraverso la barriera e non dentro la busta removibile. Sono in grado di fermare micro particelle e polveri sottili e sono, quindi, particolarmente utili per i soggetti allergici che soffrono se nell’aria vengono immesse nuovamente le  micro particole. Lo svantaggio di questo tipo di modelli è che il filtro di ricambio, che va sostituito periodicamente per essere efficace, ha un costo che rende poco conveniente la sostituzione del singolo pezzo rispetto al prezzo dell’intero aspirapolvere.

    I modelli ciclonici creano un vortice d’aria abbastanza potente che permette alle particelle di polvere di essere separate completamente dall’aria con cui sono aspirate, cosa che consente di accumulare grandi quantità di sporcizia direttamente nel vano di raccolta.

     

    Capacità della tanica

    Anche se non richiedono l’accortezza di tenere sotto controllo e cambiare periodicamente i consumabili, i modelli senza sacco devono comunque essere svuotati quando necessario ed essere ripuliti per consentirne un uso prolungato nel tempo.

    Chi confronta i prezzi avrà notato che una discriminante che rende più caro un modello è la presenza di una tanica per la raccolta della polvere ben capiente. Maggiore capienza si traduce in maggiore autonomia permettendo di pulire spazi grandi o di non dovere sempre svuotare la macchina della polvere raccolta subito appena finito di fare pulizie. 

    2

     

    Maneggiare con cura

    Per quanto i modelli senza sacco siano in definitiva più comodi e veloci da usare rispetto a quelli con i consumabili, una recensione che si rispetti evidenzia un elemento di cui spesso non si tiene conto. Quando la polvere va svuotata nella pattumiera, questa ritorna in circolo quindi se la maneggia un soggetto allergico dovrà preventivare il rischio di respirare la polvere che si immette nuovamente nell’aria.

    I modelli presenti sul mercato si differenziano per la capacità, ma anche per la praticità con cui è possibile rimuovere la tanica che contiene la polvere: il rischio che questa si versi di nuovo per terra non è così remoto, quindi bisogna tenere conto del fatto di dovere fare un po’ pratica d’uso con questo tipo di elettrodomestici.

    In questo caso non crediamo esista una migliore marca di aspirapolvere senza sacco, ma diverse soluzioni che si adattano in maniera specifica a esigenze d’uso del tutto personali.

     

    I 5 Migliori Aspirapolvere Senza Sacco – Classifica 2020

     

    Gli aspirapolvere senza sacco rappresentano un elettrodomestico comodo al quale non bisogna cambiare i sacchetti, a volte piuttosto costosi e che trattengono la polvere sempre con difficoltà.

    A questo proposito è importante spendere un minuto del proprio tempo per raccogliere informazioni preziose che aiutino a fare la scelta più adatta alle proprie esigenze. Ecco i nostri cinque migliori modelli del 2020 tra i quali è possibile fare una comparazione.

     

    1. Rowenta RO6743EA Ergo Force Cyclonic Parquet Aspirapolvere Senza Sacco

    Principale vantaggio

    Ottima la classe energetica che permette di ridurre i consumi anche se si ha necessità di effettuare pulizie profonde. Elemento che, associato alla potenza aspirante, permette di ottimizzare le operazioni.

     

    Principale svantaggio

    Trattandosi di un aspirapolvere con serbatoio non è propriamente agile o confortevole da utilizzare, se avete una casa piccola o con spazi particolarmente angusti potrebbe non essere il prodotto che fa per voi.

     

    Verdetto 9.7/10

    La maggior parte degli utenti concorda nel ritenere l’aspirapolvere senza sacco di Rowenta uno dei migliori sul mercato, grazie soprattutto al suo ottimo rapporto qualità/prezzo che lo rende disponibile anche a chi non vuole spendere cifre elevate.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

    Descrizione Caratteristiche Principali

     

    Prestazioni

    Uno dei fattori più importanti da prendere in considerazione quando si acquista un aspirapolvere è sicuramente la sua capacità aspirante, o, banalmente, le sue prestazioni. La potenza riportata dal produttore è di circa 700 watt che, in accoppiata con la tecnologia ciclonica, riesce a rimuovere anche lo sporco più tenace e la polvere più sedimentata.

    La tecnologia ciclonica viene utilizzata dai più moderni aspirapolvere privi di sacco per riuscire a separare le particelle di polvere dall’aria, turbinando all’interno della cosiddetta cassetta ciclonica. La forza centrifuga è coadiuvata dall’utilizzo di un filtro che raccoglie quindi le particelle di polvere spinte contro di esso. L’aspirapolvere in questione è dotato di filtro HEPA 14, in grado di trattenere il 99,99% delle particelle, perfetto quindi per chi soffre di allergie come per esempio quelle derivanti dagli acari della polvere.

    Bassi consumi

    A preoccupare, spesso, sono anche i consumi energetici. Fortunatamente, tutti gli elettrodomestici oggigiorno sono dotati di scheda tecnica che permette all’utente di verificare immediatamente l’assorbimento energetico del dispositivo. RO6743 è encomiabile da questo punto di vista poiché rientra nella classe energetica di tipo “A”, una delle più efficienti. Potrete quindi godere di un risparmio non indifferente in bolletta anche se sottoponete la vostra casa a pulizie profonde periodicamente.

    L’unico neo è rappresentato dalla rumorosità del dispositivo, calcolata intorno ai 79 decibel. Potrebbe quindi non fare al caso vostro se non amate particolarmente rumori potenti e prolungati. Un dettaglio da notare è che, comunque, difficilmente troverete un aspirapolvere più silenzioso a costo inferiore.

     

    Accessoriato

    Infine, cosa sarebbe un aspirapolvere senza i suoi molteplici accessori? Acquistare un prodotto che abbia dei pezzi intercambiabili, per far fronte a qualsiasi esigenza di pulizia, vi permette non solo di risparmiare denaro su eventuali acquisti separati, ma anche di avere un prodotto completo sotto tutti i punti di vista.

    Anche in questo, l’azienda Rowenta non delude, inserendo all’interno della confezione, oltre alla bocchetta integrata con tubo e la spazzola standard denominata “Delta Silence”, anche una spazzola per parquet e una bocchetta a lancia per aspirare polvere e briciole in luoghi stretti o particolarmente delicati.

     

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    2. Severin My 7115 Aspirapolvere Multiciclonico Senza Sacco

     

    5.Severin MY 7115

    Al secondo posto della classifica collochiamo quello che è per noi il miglior aspirapolvere senza sacco silenzioso: il Severin MY 7115.

    Tra le caratteristiche che più lo contraddistinguono c’è, quindi, la scarsa rumorosità (appena 77 dB) ma non solo. Grazie al filtro HEPA 14 di nuova generazione, l’aspirapolvere Severin trattiene il 99,995% della polvere. Infatti non basta solo aspirare la polvere ma occorre anche trattenerla all’interno, altrimenti l’elettrodomestico serve a poco. In più, il motore multiciclonico da 950 W riesce a garantire prestazioni pari a un modello di vecchia generazione da 2500 W.

    Dal design accattivante e compatto, ha in dotazione il filtro che si pulisce rapidamente e con facilità.

    Gli accessori in dotazione sono: spazzola per pavimento Premium Eco Commutabile dotata di rotelle, spazzola per parquet XL larga 28 cm, spazzola per imbottiti, spazzola per mobili, lancia per giunti e fessure.

    Lungi dall’essere il modello più economico sul mercato, l’aspirapolvere senza sacco Severin richiede un esborso notevole ma ha tanti pregi che ne consigliano l’acquisto.

    Pro
    Filtro:

    Il modello in questione ha un filtro particolarmente potente – classe Hepa 14 – in grado di trattenere il 99,995% della polvere aspirata. Un prodigio soprattutto per chi soffre di allergie e intolleranze agli acari e alla polvere.

    Silenzioso:

    Emette appena 78 db di rumore, permettendoti di effettuare le pulizie domestiche anche in orari solitamente considerati off limits. Meglio, comunque, evitare di farle in piena notte!

    Potente:

    È ancora più potente del modello recensito in precedenza, in quanto i 950 watt di potenza del suo motore offrono prestazioni paragonabili a quelle di un motore da 2500 watt. Prodigi della tecnologia moderna!

    Contro
    Manico:

    Non è presente un manico che consenta di sollevare l’intero aspirapolvere senza temere di romperlo. C’è quello del contenitore della polvere, ma non è abbastanza solido da usarlo per tutto l’elettrodomestico.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

     

    3. Samsung VCC47Q0V37 Aspirapolvere a Sistema Twin Chamber

     

    Proseguiamo i nostri consigli d’acquisto con l’aspirapolvere senza sacco di Samsung, dotato del valido sistema Twin Chamber. Grazie a ciò, è possibile sfruttare al massimo la forza aspirante del prodotto, inglobando tutto lo sporco nel serbatoio e tenendolo lontano dal filtro.

    Un aspetto valutato molto positivamente dagli utenti è infatti la potenza da 850 watt, che risulta efficace nel rimuovere la polvere e i detriti con una sola passata. Importante la presenza di un sistema filtrante HEPA, indicato per chi vuole rimuovere gran parte delle particelle di sporcizia presenti in casa, specialmente se è un soggetto sensibile o vive con una persona che soffre di allergie.

    Un altro vantaggio è la sua silenziosità, che permette di utilizzarlo senza essere disturbati da un rumore assordante. Alcuni acquirenti lamentano però una certa fragilità dei materiali, in particolare delle rotelline per il trasporto, che tendono a rompersi molto facilmente. Questo ci porta a consigliarvi una certa attenzione nell’uso e negli spostamenti.

    Un modello apprezzato da molti, che lo hanno preferito ad altri presenti in commercio. A conclusione della nostra recensione, ecco un riepilogo dei vantaggi e degli svantaggi che derivano dal suo acquisto.

    Pro
    Sistema Twin Chamber:

    Questa tecnologia è fondamentale per far andare tutto lo sporco nel serbatoio senza intasare il filtro. Per questo motivo, è da preferire se si vuole ridurre al minimo la sua manutenzione.

    Potente:

    È possibile rimuovere la polvere in poco tempo e in maniera efficace, grazie alla potenza da 850 watt. Così farete meno fatica, visto che sarà sufficiente una sola passata!

    Silenzioso:

    Il motore silenzioso è un punto che lo rende favorito da tutti quei consumatori stanchi di essere assordati durante le pulizie.

    Filtro HEPA:

    Un elemento indicato per i soggetti allergici, che hanno bisogno di una pulizia superiore e di vivere in un ambiente il più possibile privo di acari.

    Contro
    Materiali:

    La loro fragilità è lamentata da parecchi utenti, che hanno sperimentato in particolare la rottura delle rotelline per il trasporto.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

     

    4. Hoover FJ180B2 Freejet 2 in 1 Scopa Ricaricabile Senza Sacco

     

    3.Hoover FJ180B2 Freejet 2 in 1

    Se, invece, vi state chiedendo quale aspirapolvere Hoover senza sacco comprare, il modello che consigliamo è il Freejet 2 in 1.

    Si tratta di una scopa ricaricabile senza sacco e senza filo con aspirabriciole integrato con una potenza massima di 18 V, un’autonomia di 30 minuti e ben quindici batterie NiMh che si ricaricano molto semplicemente (basta attaccare il cavo alla presa senza smontare alcunché).

    La comodità di questo modello è data dalla sua grande maneggevolezza, dal fatto che è sempre pronto all’uso non essendo presenti cavi (ottimo, per esempio, per scale condominiali), dalle ruote gommate e dalla spazzola che ruota di 180 gradi. Inoltre, sta in piedi da solo e non occorre appoggiarlo alla parete.

    È uno tra gli aspirapolvere senza sacco più venduti, sufficientemente potente, dotato di tecnologia ciclonica, può vantare un ottimo rapporto qualità/prezzo; è, inoltre, presente un filtro HEPA lavabile.

    Si può scegliere, infine, tra la funzione pavimento/parquet oppure azionare la turbo spazzola motorizzata che aumenta la potenza e lo rende adatto alla pulizia dei tappeti.

    Diamo di nuovo seguito alla recensione analizzando più nel dettaglio i vantaggi e gli svantaggi che deriverebbero dall’acquisto di Hoover Freejet 2 in 1. Il nostro elenco ti convince?

    Pro
    Pratico:

    È uno strumento per le pulizie molto pratico, soprattutto per la mancanza di filo che ci consente di utilizzarlo anche in ambiente esterni (per esempio le scale del condominio o il terrazzo) senza problemi. Resta in piedi da solo ed è quindi semplice da riporre.

    Due in uno:

    Con un solo acquisto avremo una potente scopa elettrica che riesce a pulire a fondo anche i tappeti e un comodo aspirabriciole per le piccole pulizie.

    Contro
    Calo delle prestazioni:

    Come spesso succede per i modelli senza cavo, con il passare degli anni è possibile che si verifichi un calo delle prestazioni, dovuto al deterioramento delle batterie.

    Potenza:

    Se stai cercando un aspirapolvere che sia soprattutto potente, meglio puntare su uno dei tre modelli che guidano la nostra classifica.

    Acquista su Amazon.it (€79,99)

     

     

     

    5. Ariete Jetforce Eco 2791P Aspirapolvere

     

    Tra le varie offerte presenti sul mercato, al quinto posto nella nostra classifica dei migliori prodotti del 2020 collochiamo uno tra i migliori aspirapolvere venduti online, l’Ariete Jetforce Eco.

    L’azienda italiana offre un modello economico, con tecnologia ciclonica e 210 W di potenza. Anche qui è presente il filtro HEPA, gli accessori per pulire tappeti, parquet e angoli più difficili mentre la classe di efficienza energetica è la A.

    Si tratta di un aspirapolvere leggero, efficiente, dotato della potenza necessaria ad aspirare con buona efficacia. È, inoltre, leggero, maneggevole e si ripone con facilità.

    Insieme all’ottimo rapporto qualità/prezzo, altre caratteristiche degne di nota sono: il comodo cavo lungo 5,5 m che si riavvolge automaticamente, la capacità del serbatoio che è di 2,5 l e la potenza non regolabile.

    Disponibile a prezzi bassi rispetto a buona parte della concorrenza, Ariete Jetforce Eco è una buona scelta soprattutto per chi deve prendersi cura di un appartamento di dimensioni non eccessive. Ecco i suoi pro e contro più degni di nota.

    Pro
    Rapporto qualità/prezzo:

    Ottimo il rapporto tra qualità e prezzo, considerato che con un esborso contenuto si acquista un prodotto completo dotato anche di una spazzola per il parquet.

    Capienza:

    Ha una delle capienze maggiori tra i prodotti che ti consigliamo, dato che il contenitore può ospitare fino a 2,5 litri. Non dovrai interrompere le pulizie prima di aver terminato.

    Contro
    Sistema di aggancio:

    Il sistema di aggancio degli accessori lascia un po’ a desiderare e può capitare che questi si stacchino dal tubo in seguito a un movimento più brusco del solito.

    Potenza:

    La potenza non raggiunge picchi eccezionali ma non è neanche insufficiente. Il problema, semmai, è che non è possibile regolarla in alcun modo.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Rowenta RO6743EA Ergo Force Cyclonic Parquet Aspirapolvere Senza Sacco

     

    1.Rowenta RO6743EA Ergo Force Cyclonic

    Il miglior aspirapolvere senza sacco del 2020 risulta essere, per noi, il modello Ergo Force Cyclonic della Rowenta. È un modello ciclonico da 700 W di potenza equivalenti a 2100 W rispetto alla precedente gamma di aspirapolvere Rowenta.

    Tra i vantaggi di questo aspirapolvere c’è la classe energetica di appartenenza A, e il motore garantisce, oltre a prestazioni eccellenti, anche un risparmio del 50% dei consumi, ha il serbatoio con capacità di 2 litri, mentre il sistema per svuotarlo evita qualsiasi contatto con la polvere; grazie al tubo Ergo Comfort Silence la fatica durante le pulizie si riduce, dato che è studiato per favorire una corretta postura durante l’uso.

    Dispone, inoltre, di filtro HEPA 13 e anche gli accessori in dotazione sono notevoli: spazzola parquet, bocchetta lancia, bocchetta integrata per la pulizia di oggetti imbottiti, come le sedie o le poltrone del salotto.

    È un aspirapolvere, infine, molto compatto, particolarmente apprezzabile dal punto di vista estetico e anche molto silenzioso grazie ai suoi 79 dB prodotti.

    La guida per scegliere il miglior aspirapolvere senza sacco comprende un elenco di pregi e difetti di ogni prodotto che ti consigliamo. Di seguito, trovi anche un link che ti suggerisce dove acquistare a un ottimo prezzo.

    Pro
    Tecnologia ciclonica:

    La tecnologia ciclonica impiegata garantisce da un lato grande potenza di aspirazione e dall’altro una completa separazione tra le particelle di polvere e quelle d’aria.

    Accessoriato:

    Tanti e ottimi gli accessori a disposizione, che permettono di intervenire al meglio su tutte le superfici domestiche. Spazzola combinata, spazzola per il parquet, bocchetta a lancia, bocchetta integrata e altro ancora.

    Buona capienza:

    Il contenitore senza sacco ha una capienza di 2 litri, sufficiente per più utilizzi prima di doverlo svuotare.

    Eco efficiente:

    Il motore di 700 watt offre prestazioni paragonabili a uno da 2100 watt.

    Contro
    Avvolgi cavo automatico:

    Questa componente del prodotto sembra essere stata realizzata con meno attenzione delle altre e potrebbe risultare fragile. Fai attenzione nel suo utilizzo.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

    Come utilizzare un aspirapolvere senza sacco

     

    L’aspirapolvere è senza dubbio tra gli elettrodomestici più utili da possedere. Chi ha una casa molto grande e non ha tempo e pazienza per pulirla da cima a fondo con la classica scopa, può affidarsi a questo comodo strumento in grado di rimuovere polvere e sporcizia in modo semplice e veloce.

    È possibile, naturalmente, trovarne una vasta gamma in vendita sul mercato. Scegliere quello più adatto alle proprie esigenze potrebbe quindi sembrare complicato, tuttavia, vi consigliamo innanzitutto di prendere in considerazione l’utilizzo che ne farete.

     

     

    Vecchi aspirapolvere

    Tra i più comodi spiccano naturalmente gli aspirapolvere senza sacco, si tratta di una tipologia di elettrodomestici di nuova generazione. I più datati, infatti, prevedevano l’aggancio di un apposito sacco che potesse contenere la polvere aspirata e che doveva essere sostituito ogni qualvolta ce ne fosse la necessità, acquistandolo separatamente.

    Oltre al costo del dispositivo, quindi, bisognava tener presente la spesa necessaria per l’acquisto dei sacchi, facendo così lievitare i costi di manutenzione dell’aspirapolvere.

     

    Sistemi avanzati

    I nuovi modelli, invece, utilizzano sistemi avanzati per catturare la polvere senza disperderla nuovamente nell’ambiente dopo l’aspirazione, dividendosi fondamentalmente in modelli ciclonici o con filtro.

    Quelli dotati di filtro permettono di bloccare i batteri e gli allergeni al loro interno, depositando la polvere nel contenitore di plastica, che, una volta riempito, può essere svuotato nel secchio della spazzatura.

     

    Filtro HEPA

    È molto importante, prima di procedere all’acquisto, verificare che il filtro in dotazione sia un HEPA, dall’inglese High efficiency particulate air filter, composto da foglietti in microfibra separati da parti in alluminio. Si tratta infatti dei filtri più efficienti sul mercato, appositamente creati per limitare crisi allergiche derivanti dagli acari della polvere.

     

    Potenza del ciclone

    Qualora non abbiate problemi di questo tipo, potreste optare per i modelli ciclonici. L’aria viene fatta fluire in una sorta di spirale grazie alla forza centrifuga, che spinge la polvere contro la parete del ciclone, facendo così cadere verso il basso le particelle, che vengono raccolte nel contenitore.

    Anche qui sono presenti dei filtri, sebbene non efficienti come gli HEPA, che limitano la circolazione di batteri.

     

     

    Utilizzo semplice

    L’utilizzo di tali modelli non è molto complesso, vi basterà infatti collegare il cavo di alimentazione alla presa di corrente per poter attivare il vostro aspirapolvere o, qualora fosse un modello a batteria, attendere che questa sia carica per poterlo azionare.

     

    Manutenzione

    Tuttavia, non va sottovalutata la manutenzione. A seconda del brand scelto avrete diverse modalità di accesso al filtro dell’aspirapolvere, consultate quindi sempre attentamente il manuale di istruzioni per capire come smontare i pezzi senza danneggiare il prodotto.

    Non dovrete solo svuotare il contenitore del vostro aspirapolvere, pulendo le aree di accumulo della polvere ma, per garantire sempre ottime prestazioni, è necessario provvedere alla pulizia del filtro a cadenza mensile.

    Estraetelo quindi attentamente e lavatelo con acqua fredda, senza usare alcun tipo di detergente. Lasciate quindi che si asciughi prima di inserirlo nuovamente nell’aspirapolvere.

     

     

     

    Samsung VC20F70HUCC

     

    2.Samsung VC20F70HUCC

    Proseguendo con i nostri consigli d’acquisto, diamo un suggerimento qui su come scegliere un buon aspirapolvere Samsung senza sacco. Ha il sistema ciclonico e una forza aspirante da 2000 W.

    Si tratta di un particolare modello estremamente pratico perché la tecnologia brevettata Motion Sync Design consente di seguire ogni movimento del corpo grazie alla parte centrale che è staccata dalle ruote. Quando si cambia improvvisamente direzione, per esempio, la sua manovrabilità non ne risente. È, poi, molto stabile grazie alle ruote bombate e si trasporta per casa con uno sforzo minimo.

    L’aspirapolvere firmato Samsung è molto più potente dei modelli precedenti, garantisce una pulizia migliore grazie alle ben 14 camere cicloniche presenti che separano perfettamente aria e sporco trattenendo quest’ultimo.

    Infine, i tre accessori: spazzola per superfici imbottite, lancia per fessure e bocchetta per spolverare sono integrati nell’impugnatura in un’unica soluzione. Si passa rapidamente all’accessorio più adatto, senza doverlo recuperare nella scatola.

    I pareri di tantissimi utenti concordano sulla bontà dell’aspirapolvere senza sacco Samsung, testimoniata dal buon numero di pregi da noi riscontrati.

     

    Pro

    Manovrabilità: Il sistema Motion Sync Design – con il corpo girevole separato dalle ruote – rende agevole la manovrabilità e favorisce i cambi di direzione improvvisi. Lo sforzo richiesto per passare l’aspirapolvere in tutta la casa sarà davvero minimo.

    Cyclone Force Multi: Le quattordici camere cicloniche creano una forza d’aspirazione potente e costante e si assicurano che la polvere, separata dall’aria, non torni in circolo nell’ambiente domestico.

    Accessori: I tre accessori disponibili – spazzola per imbottiti, lancia per fessure e bocchetta per spolverare – si montano facilmente sulla stessa impugnatura. Potrai passare rapidamente dall’uno all’altro.

     

    Contro

    Funzioni mancanti: Peccato per la mancanza di alcune funzioni che in un prodotto di questa fascia sarebbero state gradite, come l’auto regolazione della potenza d’aspirazione.

    Impugnatura: Il manico risulta un po’ troppo grosso e non comodo per tutti da impugnare.

     

     

     

    Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

     

    Robot aspirapolvere

    Aspirapolvere portatile

    Lavapavimenti a vapore

    La migliore scopa elettrica

    Aspirapolvere ad acqua

     

    1.2 Severin MY 7115

    Principale vantaggio

    È un aspirapolvere potente, con i suoi 950 W è come avere in casa un vecchio aspirapolvere da 2500W, ma con un consumo inferiore. Con queste prestazioni riuscirai a pulire casa in poco tempo.

     

    Principale svantaggio

    Poiché è sprovvisto di un manico risulta fastidioso da sollevare e da trasportare. In realtà un manico c’è ed è presente sul serbatoio dove viene raccolta la polvere, ma sembra essere poco affidabile.

     

    Verdetto: 9.4/10

    Non è il più economico degli aspirapolveri senza sacco che potrai trovare in commercio, ma di sicuro è un prodotto che vale quel che costa. Affidabile, non rumoroso e potente, vi permettere di fare le pulizie domestiche senza stress.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

    Descrizione Caratteristiche Principali

     

    Tecnologia

    Dotato di tecnologia Multiciclonica, che crea dei piccoli vortici all’interno del contenitore, riuscendo a separare la polvere dall’aria. Il sistema di filtraggio avviene in cinque passaggi ma la cosa più interessante è il filtro Hepa 14, capace di intrappolare micropolveri e batteri, un buon sistema per chi soffre di allergie. Il serbatoio è abbastanza capiente, 1,9 litri, non dovrai quindi preoccuparti di svuotarlo dopo pochi utilizzi. È un aspirapolvere a risparmio energetico: classe C per i consumi energetici, classe A per la reintroduzione delle polveri nell’aria, classe A per la pulizia dei pavimenti e classe D per quella dei tappeti. Insomma, ogni funzione ha un consumo diverso, in maniera onesta. La sua potenza è 950 watt, sostituendo i 2500 watt dei vecchi aspirapolveri, con un consumo energetico minore.

    1.1 Severin MY 7115

     

    Materiali

    Il suo design è molto particolare, innovativo e accattivante. Questo modello sella Severin è stato studiato nei minimi particolari: ad esempio, le ruote sono rivestite con della gomma, in questo modo non rischierete di rovinare pavimentazioni più delicate, come il parquet. La spazzola, dotata di rotelle, si muove con movimenti fluidi, non dovrai quindi lottare contro l’attrito. I materiale sembrano solidi, resistenti e le parti sembrano unite tra di loro molto bene. Il tubo flessibile è ben assicurato al corpo, caratteristica che ti risparmierà di ritrovarti con questa parte tra le mani e il motore a qualche metro di distanza. Il contenitore in cui si va a depositare la polvere è di plastica resistente e anche il manico con cui dovrai agganciarlo e sganciarlo sembra non fare brutti scherzi.

    L’impugnatura del tubo ha un design molto comodo ed è gommato, permettendoti una buona presa. Il tubo telescopico, invece, è di un buon metallo.

    Volendo essere pignoli, i due pulsanti presenti, uno per l’accensione e lo spegnimento e l’altro per il riavvolgimento del cavo di alimentazione, non sono molto vicini. Tutto sommato, crediamo che non sia una caratteristica penalizzante, considerati i pregi di questo aspirapolvere.

     

    Accessori

    Questo aspirapolvere senza sacco della Severin è dotato di diversi accessori, come la spazzola combinata per pulire i pavimenti e i tappeti, la spazzola per il parquet, una bocchetta per pulire i tessuti, una lancia per eliminare lo sporco che si accumula negli angoli e un’altra bocchetta più delicata, poiché provvista di setole, che potrai usare sui mobili. È presente anche un sacchetto, in cui potrai riporre il motore, tenendolo lontano dall’umidità, e un filtro di ricambio.

     

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Principale vantaggio

    L’efficienza dell’aspirapolvere Samsung è molto elevata, sia per quello che riguarda le prestazioni di aspirazione e pulizia sia per quanto concerne i consumi energetici, dato che appartiene alla classe B.

     

    Principale svantaggio

    La qualità dei materiali di fabbricazione, purtroppo, non è molto elevata e bisogna trattare l’aspirapolvere Samsung con una certa attenzione e delicatezza.

     

    Verdetto 9.4/10

    Nel complesso, l’aspirapolvere senza sacco Samsung mantiene un buon rapporto qualità-prezzo, grazie soprattutto alle sue ottime prestazioni e all’elevata potenza di aspirazione.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

    Descrizione Caratteristiche Principali

     

    Ergonomiche e resistenti

    L’aspirapolvere senza sacco VCC47Q0V37, prodotto da Samsung, è basato sul sistema Twin Chambers, ovvero una doppia camera di aspirazione allungata capace di generare un flusso ciclonico dalla potenza di aspirazione costante e senza cali improvvisi.

    La potenza di aspirazione può anche essere regolata manualmente, grazie all’apposita manopola posta sul corpo dell’aspirapolvere; la regolazione offre cinque livelli intermedi di potenza, posti tra minimo e massimo, in modo da poter effettuare anche variazioni leggere in base alle necessità d’uso o al tipo di superficie da pulire.

    Essendo un aspirapolvere senza sacco, quindi basato su tecnologia ciclonica, l’emissione sonora è inferiore a quella dei modelli tradizionali; il particolare design della spazzola di cui è dotato l’elettrodomestico della casa coreana, lo rende anche più silenzioso rispetto agli altri aspirapolveri senza sacco disponibili sul mercato.

    Ovviamente non poteva mancare il sistema di filtraggio HEPA, per trattenere tutte le particelle inquinanti, responsabili di allergie e problemi respiratori.

    Classe energetica B

    Il suo assorbimento di potenza massimo è di 850 watt, con un consumo energetico di soli 34 kWh all’anno, questo gli permette di attestarsi nella classe di efficienza energetica B, e in una classe di performance di pulizia che va dalla A, per quel che riguarda le superfici dure, fino ad arrivare alla E sulla pulizia dei tappeti.

    Il corpo dell’aspirapolvere è compatto e offre un ingombro minimo, infatti misura soltanto 27 x 39,8 x 23,2 centimetri e ha un peso di circa 4,6 chilogrammi; essendo un modello a traino non richiede particolare sforzo per essere usato, la lunghezza del cavo di alimentazione, inoltre, che è di ben sei metri, gli permette di avere un raggio d’azione molto ampio, dando l’opportunità di lavorare tranquillamente in tutta la casa, senza essere costretti a interrompersi ogni volta per cambiare presa di corrente.

     

    Elevata potenza di aspirazione

    La potenza di aspirazione è uno degli aspetti maggiormente apprezzati dalle persone che hanno acquistato l’aspirapolvere senza sacco di Samsung; una volta regolata al massimo infatti, gli acquirenti dicono che l’aspirazione è così forte da far si che la spazzola si attacchi al pavimento e bisogna usare entrambe le mani per passarla a dovere.

    Sull’efficacia nella pulizia, quindi, non si discute; altrettanto vale per l’economicità dato che, oltre alla buona classificazione energetica, non ci sarà bisogno di acquistare i costosi sacchetti di ricambio, come avviene per gli aspirapolvere tradizionali.

    L’unica pecca dell’aspirapolvere Samsung, secondo gli acquirenti, è la qualità dei materiali usati per la fabbricazione, che non è propriamente eccelsa; d’altronde, però, bisogna riconoscere che il dispositivo della casa sudcoreana ha un prezzo molto economico e questo mantiene elevato il rapporto qualità-prezzo, specialmente considerando che le sue prestazioni si mantengono a un livello molto alto.

     

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

    » Controlla gli articoli degli anni passati

     

     

    Sottoscrivere
    Notifica di
    guest
    0 Comments
    Inline Feedbacks
    View all comments

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status