n n
n
n
▷ Le migliori telecamere spia. Classifica e Recensioni

Le 5 Migliori Telecamere Spia del 2019

Ultimo aggiornamento: 21.11.19

 

Telecamera Spia – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

Spy cam, telecamere spie, ma bisogna intendersi. Il nome è un po’ inquietante, perché questi prodotti dovrebbero servire a garantire la sicurezza della casa o dell’ambiente di lavoro. Parliamo di piccole telecamere, possibilmente connesse con Wi-Fi a un servizio di trasmissione in streaming, per controllare stanze e altri luoghi. Attenti agli abusi, però. Anche su questo aspetto ci soffermeremo nella nostra guida. C’è poi un aspetto “ludico”, in questi oggetti, che non abbiamo voluto sottovalutare: penne, orologi… troverete selezionati un tris di questi gadget capaci di darci l’illusione di essere agenti segreti. I prodotti in cima alla classifica sono due piccole telecamere che possono collegarsi al Wi-Fi ed essere controllate tramite app. Si tratta della telecamera spia Fredi e della concorrente Kean, due piccoli cubi installabili su staffa e dotati anche di scheda di memoria. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore Spy cam?

 

Come sempre, tutto dipende dall’uso c’è si intende fare del nostro prodotto. La migliore Telecamera spia è quella che assolve nel modo più adeguato i compiti che gli assegniamo.

Nelle righe che seguono cerchiamo di elencare le caratteristiche essenziali per valutare come scegliere una buona telecamera spia. 

In altra parte di questa guida ci concentreremo sull’uso di questi dispositivi, che coinvolgono aspetti legali, per nulla marginali.

 

 

In fondo, sono videocamere

Partiamo dal presupposto che si tratta di videocamere/fotocamere. Il primo elemento di valutazione sarà dunque la risoluzione a cui sono in grado di effettuare le riprese. 

Abbiamo preso in considerazione solo prodotti che registrano in HD (1280×720 pixel) o Full HD (1920×1080 pixel), ma non si deve ritenere che questo elemento sia sufficiente a ottenere immagini di qualità perfetta. 

Si tratta però di telecamere a cui deleghiamo un incarico preciso, che va svolto con discrezione. Quindi devono essere di piccole dimensioni e possibilmente facilmente occultabili.

Questo è l’aspetto che rende più complicata la scelta. È vero che la miniaturizzazione elettronica è ormai diffusa, ma in questo mercato troverete tante offerte che promettono molto e mantengono poco.

I meccanismi di attivazione devono essere semplici e discreti e le spie di segnalazione non devono dare nell’occhio.

Le riprese a infrarossi, in particolare, producono spesso scarsi risultati, ed è quasi inutile sperare di ottenere video leggibili in condizioni di buio totale, a meno di non investire in prodotti di qualità molto alta (e costosa).

 

In diretta o in differita

Un altro elemento da considerare è il metodo di archiviazione delle immagini. Si può optare per prodotti che scaricano foto e video su schede di memoria interna, con definiti limiti di capienza, o per alternative un po’ più costose e raffinate che mettono a disposizione una scheda Wi-Fi per trasmettere in streaming le riprese video e visionarle tramite app da cellulare.

In questo caso, però, bisogna essere coscienti che si passerà attraverso server esterni, su cui non avremo mai totale garanzia di privacy.

Se si sceglie una telecamera con archiviazione locale (su scheda SD, generalmente non inclusa, o su una memoria interna integrata), potrebbe essere utile disporre di un sistema di attivazione tramite un sensore di movimento.

In questo modo, invece di riempire inutilmente la memoria con immagini di una stanza vuota, le riprese si attiveranno solamente quando accadrà realmente qualcosa.

Molti prodotti vantano questa funzione, ma in molti casi è difettosa: non si avvia quando dovrebbe, o al contrario si accende al solo muoversi di una foglia.

Ricordatevi sempre l’obiettivo a cui volete arrivare. Per tenere sotto controllo chi si aggira per casa, magari per verificare se il sistema di allarme è scattato per una vera intrusione o si è trattato di un falso positivo, forse è meglio affidarsi a kit di sorveglianza più complessi e affidabili, anche se si possono ottenere buone soluzioni anche con una spy cam.

 

 

L’arte del travestimento

In questa guida abbiamo voluto dare spazio alla fantasia, selezionando alcune telecamere spia nascoste sotto alcuni tipici travestimenti: penne, orologi, prese elettriche… 

Per esigenze professionali potreste avere necessità di riprendere o semplicemente registrare conversazioni e incontri senza che gli interlocutori se ne accorgano, provando il brivido di usare gadget resi famosi dalle Spy story alla 007.

In effetti, alcune delle meraviglie che ci riempivano gli occhi al cinema sono disponibili a tutti, a prezzi bassi, purché non ci si faccia troppe illusioni sul loro perfetto funzionamento e, soprattutto, sulla possibilità che durino molto a lungo. 

Nel peggiore dei casi avreste speso una cifra eccessiva per una penna che scatta foto, o un orologio molto pesante, che non fa riprese al buio ma dà l’ora esatta!

 

Le 5 Migliori Telecamere Spia – Classifica 2019

 

 

1. Fredi HD1080P WIFI Telecamera Spia

 

Principale vantaggio:

Piccole dimensioni, ma molte funzioni: non tutte attive in modo eccellente, ma controllabili a distanza su rete Wi-Fi grazie a un’app dedicata, di discreta qualità. Il risultato finale è un buon prodotto a prezzo estremamente conveniente.

 

Principale svantaggio:

La visione notturna non garantisce riprese in condizioni di buio totale. La visione “live” tramite app del cellulare comporta il passaggio su server esterni, su cui manca una garanzia totale di privacy. 

 

Verdetto: 9.7/10

Non può sostituire un reale sistema di sorveglianza, ma può integrare gli allarmi casalinghi e ha comunque dimostrato prestazioni più che sufficienti in rapporto al prezzo e alla fascia di mercato. 

Acquista su Amazon.it (€49,99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Abbiamo scelto il modello di telecamera della Fredi perché propone tutte le caratteristiche più richieste a questo genere di prodotto ed è attualmente più economico del concorrente piazzatosi al secondo posto.

Si presenta come un cubo di dimensioni estremamente ridotte, con non più di 3 centimetri per ogni lato che compone le facce. 

Su una delle facce si trova l’obiettivo della telecamera, circondato da quattro led che dovrebbero servire per la visione al buio.

Questa scatoletta può essere installata anche su una piccola staffa, inclusa nella confezione, che ha il vantaggio di poter essere ruotata per decidere la posizione migliore da cui puntare il vostro obiettivo.

I produttori assicurano un angolo di visione di 140 gradi, per riuscire ad abbracciare un’intera stanza all’interno dell’inquadratura. 

Gli utenti sembrano confermare l’ottima qualità dell’obiettivo grandangolare, che cattura immagini nitide accompagnate da un audio sufficientemente chiaro, grazie al minuscolo ma efficiente microfono integrato. 

Riprese a oltranza

L’autonomia della batteria è garantita per circa tre ore, ma è teoricamente possibile attaccare la telecamera a una presa di corrente, per dare continuità alle riprese.

L’operazione è però sconsigliabile: oggetti così piccoli tendono a surriscaldare e non sono ovviamente dotati di sistemi di ventilazione.

Il consiglio dei produttori di scegliere una zona fresca in cui posizionare la Spy Cam potrebbe non essere sufficiente.

La funzione a infrarossi dovrebbe essere garantita da 4 led, che non sono però visibili quando attivi (altrimenti che fine farebbe la segretezza?), ma diversi pareri, su questo punto, confermano che non sono sufficienti in condizioni di buio totale e, in ogni caso, riescono a rendere visibili solo oggetti relativamente vicini all’occhio della Spy Cam.

Occorre quindi scegliere bene dove posizionare la camera, se si intende riprendere in aree oscure.

È un’ottima notizia che il prodotto supporti la registrazione in loop. In pratica, permette di cancellare i vecchi video e sovrascriverli con nuove riprese, senza soste. È una funzione particolarmente utile se si vuole usare la Telecamera spia come videocamera di controllo. 

Lo spazio di archiviazione interno, infatti, costituito da una scheda SD, non può superare i 128 GB, che consentono comunque diverse ore di registrazione. 

 

Controllo a distanza

Per risparmiare spazio e batteria è possibile attivare la funzione di rilevamento movimento, che attiva le riprese solamente se qualcosa si muove nella stanza.

Questo strumento è fra quelli che si possono avviare a distanza.

È interessante, infatti, che molte delle funzioni disponibili, tra cui la visione a infrarossi, siano attivabili in remoto, grazie alla connessione Wi-Fi e un’app per cellulare dedicata, scaricabile sia su sistemi iOS sia su cellulari Android. 

Grazie alla stessa app, abbinata al sensore di movimento, si può ricevere un avviso sul proprio telefonino quando in casa si registrano movimenti sospetti.

Ricordiamo anche i limiti, però, di questo genere di prodotti, se si ha intenzione di usarli in sostituzione di veri e propri sistemi di allarme.

Se un malintenzionato toglie la corrente, la Spy Cam può continuare a riprendere, ma è compromessa la trasmissione online, poiché il router Wi-Fi sarebbe fuori uso. 

Si tratta comunque di un’utile integrazione e, in caso di abusi o di furti, le immagini registrate possono comunque costituire una documentazione utile. 

Nel suo segmento di mercato, dopo attenta comparazione con la concorrenza diretta, secondo noi merita di stare tra le migliori telecamere spia del 2019.

 

Acquista su Amazon.it (€49,99)

 

 

 

2. Kean Mini Telecamera Spia Wi-Fi Interno

 

Questo prodotto Kean è in diretta concorrenza con il primo in classifica, a cui assomiglia per design e funzioni.

È una mini telecamera di sicurezza che ha in teoria il vantaggio dell’audio bidirezionale: potete ascoltare, ma anche parlare con chi è inquadrato dalla spy Cam. 

I produttori ne sottolineano la duttilità. Peso e dimensioni le consentono di essere montata in auto, su un drone o pinzata su un cappello durante una passeggiata in montagna. 

E in effetti, l’autonomia dichiarata di 5 ore ne consentirebbe l’uso in molte circostanze, ed è una caratteristica piuttosto rara, ma nei consigli d’acquisto pubblicati su questo prodotto più di un cliente contesta questo valore. 

Se si attacca a una fonte di corrente, la spy cam può vigilare senza interruzione per giorni interi, senza surriscaldarsi troppo, promette l’azienda produttrice. 

I pareri di clienti ed esperti inducono a considerare con molta prudenza questa promessa.

Anche in questo caso troviamo un obiettivo grandangolare e un’alta risoluzione (1920×1080 pixel).

È compatibile con micro SD da 128 GB (non inclusa), un valore non scontato in questo genere di prodotto. 

Scheda Wi-Fi e app dedicata consentono di controllare a distanza alcune funzioni e si possono regolare in modo più raffinato parametri quali la sensibilità al movimento e la visione notturna. Tempi e orari delle riprese sono programmabili sull’applicazione del cellulare.

Si può controllare online le riprese e ruotare la staffa su cui è collocata la Spy Cam, su un asse di 360 gradi. 

Pro
Prezzo contenuto:

considerate le prestazioni complessive di questa Spy Cam, il prezzo a cui è venduta resta piuttosto conveniente.

Controllo da app:

pur con qualche difficoltà di gestione, l’app consente di controllare a distanza tempi e modi delle riprese, e di verificarne “live” i contenuti.

Contro
Documentazione:

le istruzioni allegate al prodotto sono spesso traduzioni maldestre, che talvolta si fatica a decifrare.

Privacy:

la trasmissione in streaming delle immagini comporta la transizione su server esterni, su cui non ci sono molte garanzie di privacy.

Acquista su Amazon.it (€45,99)

 

 

 

3. Eternal Eye 1080P Penna Camera

 

Una penna videocamera, perfetta per registrare meeting, lezioni, incontri di lavoro, e per documentare eventuali attività censurabili.

Le riprese si attivano in modo naturale, premendo come da istruzioni il tasto sulla parte superiore del dispositivo, che funziona anche come una normale penna ed è venduta con 4 ricariche di inchiostro. 

I video realizzati sono in alta risoluzione (1920×1080) e le foto corrispondono a 4 megapixel.

Il metodo di passaggio dalla modalità “video” a quella “foto” non è esattamente intuitiva, e la maldestra traduzione italiana delle istruzioni non aiuta troppo a capire dove si trovi la “linguetta” da spostare a destra e sinistra.

Per il resto, la Spy Cam fa quello che deve. Su una scheda micro SD (inclusa nella confezione insieme a un adattatore per schede Sd e un lettore di schede USB) da 16 GB si possono realizzare video e scatti fotografici, a seconda del numero di pressioni che si fanno sull’apposito pulsante.

La penna è abbastanza ingombrante e se non si fa attenzione alle fasi in cui le spie, sul retro, si accendono e spengono per segnalare l’attività in corso, si rischia di essere scoperti. 

Tutto però funziona, la Telecamera spia è anche una pendrive, leggibile sia da pc Windows che da sistemi Apple senza problemi, come periferica di archiviazione.

Il design è elegante e credibile. Non stupisce che, nel suo genere, sia tra i prodotti più venduti online. 

Riassumiamo i punti a favore e sfavore di questo gadget da spia, da usare con la giusta consapevolezza.

Pro
Design elegante:

la penna è un gadget elegante, sembra proprio una penna professionale.

Dotazione completa:

dal momento in cui si riceve il prodotto, si è immediatamente in grado di farlo funzionare. Bisogna solo caricare la Telecamera spia con il cavo USB in dotazione.

Contro
Problemi durante la ripresa:

alcuni utenti lamentano che i video si interrompono automaticamente dopo alcuni minuti, spezzettando le riprese in molti file. 

Limite di capienza:

la Spy Cam supporta al massimo una scheda SD da 32 GB. Una volta esaurita la memoria, le riprese si interrompono e non si può sovrascrivere.

Acquista su Amazon.it (€31,99)

 

 

 

4. Supoggy Mini Telecamera Spia Nascosta Wireless HD

 

Ecco un altro “travestimento” per la vostra Spy Cam. Questo modello nasconde la sua piccola telecamera in un normale carica batteria con porta USB, e per rendere il camuffo ancora più credibile, il caricatore funziona realmente. In questo modo, si effettuano due acquisti in uno!

La spy cam ha una batteria a lunga durata (in rapporto a prodotti simili), ma teoricamente può eseguire le riprese anche mentre è attaccata a una fonte di alimentazione.

È una pratica che tuttavia sconsigliamo, per evitare un pericoloso surriscaldamento dei componenti interni.

I video realizzati sono salvati su una scheda micro SD da 32 GB (al massimo), con risoluzione Full HD.

Una volta inserita nella presa di corrente, come un normale caricatore, la mimetizzazione è perfetta, anche se comporta qualche inconveniente.

L’angolo di visuale, infatti, è limitato e poiché le prese sono quasi tutte posizionate nella parte inferiore delle pareti, rischiate di riprendere solo immagini rasoterra.

Nulla vieta, naturalmente, di appoggiare su un comodino o una libreria il finto caricatore, con il rischio però che venga individuato e scoperto.

Per risparmiare spazio, si può attivare il rilevatore di movimento, che attiva le registrazioni video solo se qualcosa o qualcuno entra in azione nella stanza monitorata.

Questa funzione, tuttavia, riceve molte critiche nelle recensioni online. 

Sintetizziamo nella tabella qui sotto i meriti e i demeriti di questo ingegnoso gadget per spie dilettanti.

Pro
Mimetismo totale:

l’aspetto e le funzionalità di un caricabatterie usb rendono molto complicato “smascherare” questa videocamera spia.

Doppia funzione:

quando non lo usate come Spy Cam, questo dispositivo funziona perfettamente anche per caricare batterie tramite cavo usb.

Contro
Visione limitata:

attaccato a una presa a muro, è possibile che la videocamera spia non garantisca una visione completa di ciò che accade in una stanza. 

Non ti muovere:

il sensore di movimento è uno degli strumenti che riceve più critiche da parte di clienti insoddisfatti. 

Acquista su Amazon.it (€29,99)

 

 

 

5. Flynktech Orologio Spia 1080P 16GB Visione Notturna

 

Al primo sguardo, il vostro nuovo acquisto sembra proprio un orologio, con un design francamente elegante e piuttosto originale.

Certo, peso e ingombro destano qualche sospetto, e ne consigliano l’uso a chi non ha i polsi magri di una ballerina. 

Stiamo parlando di una Spy Cam nascosta nella cassa di un orologio a lancette, perfettamente funzionante e caricabile tramite cavo usb incluso nella confezione.

Sotto una delle rotelle che circondano la corona si trova l’ingresso per il caricatore, mentre gli altri pulsanti permettono di accendere, spegnere, attivare le diverse funzioni con una innocente, apparentemente innocente, pressione del dito.

Tra i diversi prodotti di questo genere, ci è sembrato di qualità leggermente superiore, a un prezzo accettabile, sebbene i difetti non manchino.

Come altri “cugini” molto simili, ha qualche problema a connettersi ed essere rilevato dai computer. 

L’autonomia della batteria, secondo il parere di alcuni utenti, è piuttosto scarsa: faticherebbe a superare un’ora e scenderebbe nettamente quando si attivano i led per la visione al buio.

Quest’ultimo strumento potrebbe essere utile, ma raramente dà i risultati sperati.

In compenso, malgrado qualche rifinitura estetica non all’altezza (viti a vista), l’orologio ha una sua credibilità, realizza video in formato avi (come quasi tutte le Telecamere spia in questa fascia di prezzo) Full HD e scatta foto con risoluzione 4032×3024 pixel.

La memoria è limitata a 16 GB, ma in fondo non stiamo parlando di un prodotto professionale. Purtroppo, le istruzioni sono solo in inglese e… cinese.

Ecco riuniti pro e contro di questo orologio da spia, capace di trasformarci, con un bel po’ di fantasia, in piccoli agenti segreti.

Pro
Design:

è un po’ pesante e ingombrante, ma tra tutti i modelli in circolazione questo orologio spia ci sembra quello con design più interessante.

Immagini ad alta risoluzione:

la mini camera integrata nell’orologio permette di realizzare video con definizione Full HD.

Contro
Autonomia limitata:

alcuni utenti hanno sottolineato scarsa autonomia delle batterie, una volta completamente caricata.

Visione al buio:

la funzione può essere utile, ma riesce a riprendere solo oggetti sufficientemente vicini. 

Acquista su Amazon.it (€45,99)

 

 

 

Come utilizzare una telecamera spia

 

Lo abbiamo già detto: c’è qualcosa di torbido nella traduzione del termine Spy Cam. Parliamo, inutile nasconderlo, di telecamere pensate per spiare senza essere scoperti. 

A questo proposito, sarà meglio fare un piccolo ripasso su ciò che è lecito e non lecito riprendere con una videocamera, anche nell’ambiente privato per eccellenza, costituito dalle pareti di casa nostra.

Una guida per scegliere la migliore telecamera spia, infatti, non può trascurare gli aspetti legali che questo acquisto comporta. Perché prima di chiedersi quale telecamera spia comprare è legittimo domandarsi se l’uso che vogliamo farne è corretto.

 

 

Vietato spiare?

Anche nella propria casa, non si è autorizzati a effettuare tutte le riprese video che si desiderano.

Per reclamizzare i propri prodotti, molte aziende fanno esplicito riferimento al controllo di badanti, infermieri, insegnanti, baby sitter, che magari si occupano di figli o di genitori anziani e malati.

Ebbene, deve essere chiaro che è vietato riprendere queste persone al lavoro senza che loro lo sappiano. 

Chi lavora per noi deve sapere con esattezza come e quanto è sottoposto a sorveglianza, e la comunicazione deve avvenire in forma scritta. 

In realtà, anche chi desidera installare una telecamera sul pianerottolo per controllare l’accesso alla propria abitazione deve assicurarsi che le riprese siano limitate agli spazi di propria esclusiva pertinenza. 

Non è ammessa la registrazione di immagini su aree comuni, quali cortili, pianerottoli, scale, zone di parcheggio.

I luoghi di lavoro sono soggetti a rigida regolamentazione, rispetto all’uso di telecamere di sorveglianza, e devono essere sempre concordati con chi ha incarichi di vigilanza sindacale.

 

Sicuri della sicurezza?

Ci sono cose che le Spy Cam fanno in modo egregio, altre per le quali non sono la scelta migliore.

Per funzionare correttamente, le videocamere con connessione Wi-Fi che abbiamo recensito devono appoggiarsi a una connessione internet a banda larga e quindi necessitano di elettricità.

Se la corrente viene staccata e la linea telefonica interrotta, smettono di trasmettere. 

I sistemi di sorveglianza professionali, al contrario, sono dotati di batterie di riserva e possono comunicare intrusioni tramite la rete di telefonia mobile. 

Ribadiamo, inoltre, che le videocamere spia che consentono di vedere in diretta le riprese si appoggiano a sistemi di archiviazione o trasmissione in cloud.

I vostri video transiteranno, dunque, e sosteranno su server gestiti da società esterne sulle quali raramente avrete molte informazioni.

In questo caso, è per la vostra privacy che dovete preoccuparvi.

 

 

Memoria e Wi-Fi

Se si sceglie una Telecamera spia che si può collegare al Wi-Fi, bisogna sempre verificare fino a quale distanza può arrivare il segnale. 

Le telecamere più economiche, e quelle pensate per essere trasportate in giro (a forma di penna, orologio, portachiavi…) usano più spesso una memoria interna o una scheda SD.

Fate attenzione a non superare il limite di capienza consigliato dai produttori, o la vostra Spy Cam potrebbe non funzionare correttamente. 

Gli slot in cui inserire le schede sono spesso piccoli, e occorre fare attenzione a non spingere troppo in fondo l’unità di memoria né a lasciarla sporgere troppo: il rischio è che abbiate problemi a estrarla o che la Telecamera spia non riesca a leggere la scheda male inserita.

Preparatevi a fare i conti con istruzioni scritte in un italiano mal tradotto. Molti prodotti provengono dalla Cina e le guide in italiano sembrano il frutto di una traduzione fatta su Google. 

Per fortuna, i comandi per l’uso di queste Telecamera spia non sono solitamente troppo complessi: si tratta perlopiù di premere uno o due pulsanti e di verificare l’accensione e lo spegnimento di una o più spie luminose.

Internet, in ogni caso, è il migliore luogo dove acquistare questo tipo di dispositivi: l’offerta è ampia ed economica e, se si sceglie il giusto sito di e-commerce, non avrete problemi a essere rimborsati e a restituire il prodotto in caso di difetti. 

 

 

 

Domande frequenti 

 

Cosa determina la qualità di una immagine digitale in una telecamera spia? 

La domanda è complessa e richiederebbe una risposta articolata. In rapporto alle Spy Cam, avrete notato che tutte o quasi tutte producono video in alta definizione, con risoluzioni HD o Full HD. 

Tale caratteristica, però, non dà garanzie totali sulla qualità finale delle immagini.

Questa dipende da due strumenti fondamentali: il sensore (CCD) e la lente dell’obiettivo. 

All’interno delle Spy Cam, per ovvie ragioni, troveremo sensori di piccolissime dimensioni, che molto spesso non sono di altissima qualità.

Lo stesso vale per le lenti. Bisogna però ricordare che in questa guida non abbiamo trattato prodotti altamente professionali.

Un altro elemento fondamentale è costituito dalle condizioni di luce dell’ambiente che si vuole riprendere. 

Al di là delle funzioni di visione notturna, quando si fotografa un ambiente poco illuminato, tende ad aumentare il “rumore”, vale a dire quello sgradevole effetto per cui un’immagine risulta sgranata e si riempie di macchioline di colori diversi, che rendono meno nitida e pulita una fotografia o un video. 

Le Spy Cam, tuttavia, non sono usate solitamente per realizzare immagini particolarmente belle, ma per testimoniare episodi e per individuarne con sufficiente chiarezza i protagonisti. 

 

È reato riprendere di nascosto con una telecamera spia?

Per domande di questo genere, è sempre meglio chiedere il parere diretto di un avvocato, e tuttavia esiste una recente sentenza della Corte di Cassazione piuttosto chiara (e sorprendente) al riguardo. 

Secondo tale sentenza, usare una penna con telecamera interna nascosta (ma vale anche per un orologio, un portachiavi o altro) integra il reato di «interferenze nella vita privata» tutte le volte (e solo nel caso) in cui la persona responsabile della registrazione non sia materialmente presente alla scena che sta immortalando. 

Per quanto strano possa sembrarvi, questa regola vale anche nel caso sia ripresa una scena molto, molto intima.

Questo non significa, naturalmente, che non sia moralmente riprovevole. 

Ma se l’autore delle riprese è fisicamente presente sulla scena, non sta commettendo, in sé, un reato. 

 

È reato diffondere immagini riprese con una Spy Cam?

Si tratta anche in questo caso di una domanda complessa, ma cerchiamo di dare risposte sufficientemente esaurienti.

Per quanto riguarda la diffusione via Internet di immagini riprese con telecamere nascoste, il garante della privacy ha precisato che “le persone interessate possono certamente invocare le norme della legge n. 675 sulla privacy dal momento che si tratta di informazioni sulle persone raccolte in maniera illegittima chiedendo, di conseguenza, la cessazione della loro diffusione”.

Per quanto riguarda, poi, la diffusione di immagini esplicitamente sessuali , praticando quella che è ormai nota come “pornovendetta” o “revenge porn”, bisogna sapere che si commette un reato duramente sanzionato da una legge del 2019.

“Salvo che il fatto costituisca più grave reato – si legge nel testo -, chiunque, dopo averli realizzati o sottratti, invia, consegna, cede, pubblica o diffonde immagini o video a contenuto sessualmente esplicito, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate, è punito con la reclusione da uno a sei anni e la multa da euro 5.000 a euro 15.000”.

Ma non basta: “La stessa pena si applica a chi, avendo ricevuto o comunque acquisito le immagini o i video di cui al primo comma, li invia, consegna, cede, pubblica o diffonde senza il consenso delle persone rappresentate al fine di recare loro nocumento” e “La pena è aumentata se i fatti sono commessi dal coniuge, anche separato o divorziato, o da persona che è o è stata legata da relazione affettiva alla persona offesa”. 

 

Immagini o conversazioni registrate con una Telecamera spia si possono usare in tribunale?

Questo sito, lo ribadiamo, si occupa di guidare nel migliore dei modi all’acquisto, ma in questo caso è legittimo sottoporre dei dubbi che riguardino la sfera legale. 

In ogni caso, secondo la Corte di Cassazione le registrazioni costituiscono un ottimo strumento di difesa (o di accusa). 

Possono dunque costituire una forma di garanzia per tutelarsi da prepotenze, minacce, insulti e ricatti. 

Sono insomma un’arma, passateci la metafora, da mettere in un cassetto per usarla in tribunale all’occorrenza.

È quindi legittimo l’uso, nel corso di un processo, di una conversazione privata registrata da parte di uno degli interlocutori.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Telecamere spia – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2019

 

Ce ne sono di tanti tipi ma sono due in particolare le telecamere spia che ti consigliamo: JMC Spy Cam PIR è dotata di sensore di movimento che, quando scatta, attiva una registrazione per 20 secondi per poi tornare in standby, così da risparmiare sul consumo di batteria e arrivare fino a 160 ore di autonomia; il modello JMC WF28 ha la tecnologia a infrarossi per registrare anche di notte, inoltre si può collegare al tuo smartphone tramite Wi-Fi.

 

Come scegliere la migliore telecamera spia

 

Prodotto attualmente molto alla moda, ti consente sia di spiare i figli, il partner o l’amante che di gestire un impianto di sicurezza domestica, rilevando tutto quello che succede nell’appartamento quando sei assente.

Sul mercato ne esistono di varia potenza e dimensione, per questo motivo abbiamo ritenuto che dedicare una guida a questo tipo di prodotto avrebbe potuto essere utile per i lettori. Se invece vuoi procedere a un rapido acquisto, ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra classifica di quelli che sono per noi i migliori modelli del 2019.

Per scegliere quello che fa per te, ricorda che la prima cosa da chiedersi è se intendi utilizzarla anche di notte. In questo caso avrai infatti necessariamente bisogno di una telecamera a infrarossi.

Guida all’acquisto

 

Le tipologie

Una seconda distinzione è tra quelle a presa fissa e a sensore di movimento. Le prime registrano tutto quello che vedono senza interruzione di continuità; le seconde invece hanno anche una funzione per cui si attivano solo quando avvertono qualsiasi cosa che si muove entro il loro raggio di azione. In questo modo, ottimizzano sia la memoria che la carica di energia e riescono a durare più a lungo senza bisogno di un intervento manuale dell’operatore. Per impianti di videosorveglianza, in genere si consiglia di scegliere queste ultime.

È quindi molto importante verificare la capacità delle batterie e della memoria, in quanto incidono direttamente sull’autonomia effettiva del prodotto, che non è in genere lunghissima.

Infine, è bene controllare la presenza del microfono audio, che non è scontata e che però può rivelarsi un dettaglio essenziale, soprattutto se desideri controllare qualcuno.

 

Connessa e in alta definizione

I modelli delle migliori marche sono addirittura in alta definizione, cosa che ti consigliamo se vuoi avere delle immagini sufficientemente nitide da usare, ad esempio, in un’eventuale indagine. Confronta i prezzi, e vedrai che non vai a spendere poi molto di più.

Perché la telecamera spia serva veramente alla funzione a cui è destinata, deve poi essere collegabile via Wi-Fi a Internet, in modo da poter recuperare agevolmente quanto captato. Negli impianti di sicurezza, il segnale andrà a un dispositivo tipo tablet o smartphone che consentirà di tenere costantemente monitorato l’appartamento anche quando sei via o in viaggio, oltreché verificare costantemente lo stato di funzionamento dell’apparecchio.

Le dimensioni

Le telecamere spia sono tali se sufficientemente minuscole da essere nascoste. Le dimensioni sono quindi cruciali per la buona riuscita di ogni operazione di controllo.

In base ai modelli, ve ne sono di così minuscole che si possono installare sotto il sellino della bicicletta oppure in un soprammobile o, molto più comunemente, in una penna USB. Quest’ultima opzione sarà la preferita da chi vuole controllare i dipendenti e i colleghi. Per avere un’idea più precisa dei singoli modelli e del prezzo, ti rinviamo alle recensioni della nostra classifica.

Concludiamo questa guida ricordando che spiare qualcuno pone, ovviamente, problemi di privacy oltreché di possibile violazione di norme di legge. È quindi sempre bene informarsi preventivamente, onde non avere spiacevoli sorprese con la prefettura.

 

 

Le migliori telecamere spia del 2019

 

Fondamentale in ogni dispositivo di sicurezza, serve anche a controllare figli e partner in modo da essere sicuri che tutto vada come deve andare. Ma come scegliere una buona telecamera spia? Per aiutarti a fare un buon affare, abbiamo predisposto la classifica di quelli che per noi risultano i migliori tra i modelli venduti on line. Leggendo le singole recensioni e i relativi consigli di acquisto, non ti sarà difficile scegliere il prodotto giusto per te.

 

Prodotti raccomandati

 

JMC Spy Cam PIR

Principale vantaggio:

La telecamera spia JMC DV89 PIR è stata apprezzata soprattutto per la sua dinamica di funzionamento: un sensore di movimento la attiva in automatico e registra video della durata di 20 secondi, per ogni movimento rilevato viene avviata una registrazione, o prolungata quella in corso.

 

Principale svantaggio:

Una sola pecca, purtroppo, e anche evidente: questa telecamera spia è priva della modalità di visione notturna, quindi è impossibile utilizzarla in ambienti esterni scarsamente illuminati, e in casa a luci spente o di notte.

 

Verdetto 9.7/10

Nonostante la mancanza della visione notturna, offre abbastanza funzionalità e può contare su un eccellente rapporto qualità-prezzo, che l’ha resa una tra le più vendute.

Acquista su Amazon.it (€109,9)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Piccola e facilmente occultabile

La telecamera spia PIR, prodotta dalla ditta JMC, in realtà è un particolare modello di microcamera le cui dimensioni la rendono poco più grande di una moneta da due euro; per questo motivo è indicata soprattutto per quelle situazioni in cui bisogna necessariamente disporre di una telecamera facile da occultare, sulla propria persona oppure all’interno di un peluche o di un soprammobile.

Si tratta di un modello, infatti, pensato soprattutto per l’uso investigativo, o per la videosorveglianza discreta di bambini e minori, senza dover ricorrere a particolari installazioni che potrebbero essere facilmente rilevate.

Per questa ragione, ovviamente, la DV89 è priva di un sistema di visione notturna, e quindi non può essere adoperata di notte o in condizioni di scarsa illuminazione.

Sensore di movimento integrato

Un’altra delle ragioni che hanno escluso la presenza della visione notturna, è data dalle modalità di utilizzo della DV89, che sono due. La prima è quella di registrazione continua che deve essere avviata direttamente dall’utente e, in questa modalità, il dispositivo registra ininterrottamente audio e video con un’autonomia massima di tre ore. La seconda, invece, sfrutta il sensore di movimento integrato microcamera.

La DV89, infatti, è una delle poche microcamere esistenti sul mercato a integrare il succitato sensore che attiva in maniera automatica la registrazione non appena rileva un movimento, la registrazione video e audio ha una durata di soli 20 secondi, ma viene attivata a ogni movimento, quindi se quest’ultimo è continuo anche la registrazione viene prolungata di conseguenza.

In questo modo la microcamera spia DV89 è in grado di ottimizzare l’autonomia della batteria che, in stand-by, può raggiungere anche le 160 ore.

 

Funzionale e accessoriata

L’obiettivo della microcamera offre un raggio utile di 8 metri e un angolo di ripresa di ben 72°, ampio quanto basta a riprendere l’interno di una camera di medie dimensioni, l’angolo del sensore di movimento PIR, invece, ha un’ampiezza di 90°.

Le registrazioni audio e video della JMC DV89 PIR sono complete di data e ora, e vengono salvate sulla memoria di una scheda microSD da 16 gigabyte, fornita nella dotazione di accessori insieme a un cavo USB, per la ricarica della batteria, e tre diverse clip per agganciare la microcamera agli abiti, o a un supporto statico.

Gli acquirenti ne hanno apprezzato soprattutto le doti di occultabilità e l’autonomia della batteria; l’unica pecca invece, secondo alcuni, è un leggero ritardo nell’attivare la registrazione, da parte del sensore di movimento.

 

Acquista su Amazon.it (€109,9)

 

 

 

JMC WF28

 

Rispetto al modello della stessa casa con sensore di movimento, la WF28 ha il vantaggio di essere dotata di tecnologia a infrarossi, che permette di effettuare riprese anche al buio. Questa caratteristica la rende un ottimo componente per impianti di videosorveglianza di negozi e appartamenti.

La connessione Wi-Fi ne garantisce inoltre il collegamento da remoto non solo dal tuo PC ma anche tramite mobile e tablet. Potrai in sostanza sapere cosa succede in casa a qualsiasi ora del giorno e della notte anche se sei in viaggio o all’estero.

Infine, la presenza di un microfono di ascolto audio completa il prodotto di una funzionalità che si rivelerà molto utile all’atto pratico, consentendo un controllo veramente a 360 gradi. Probabilmente la migliore telecamera spia del 2019, anche se in comparazione alle offerte di altri produttori è indubbiamente un po’ cara.

Vediamo adesso quali sono i pro e contro di questo modello incluso nella nostra guida per scegliere la migliore telecamera spia.

Pro
Infrarossi:

Un vantaggio di questa telecamera spia è rappresentato dalla visione notturna tramite infrarossi che ti permetterà di sorvegliare un ambiente non illuminato.

Wi-Fi:

Tramite la connessione Wi-Fi potrai collegarla al tuo PC, smartphone o tablet per controllare la situazione direttamente da remoto.

Microfono:

Una funzione potrà tornarti utile nel caso tu voglia sorvegliare un ambiente anche tramite il sonoro, per esempio la stanza del tuo bambino piccolo.

Contro
Impostazioni:

Alcuni consumatori avrebbero gradito delle impostazioni più intuitive e rapide per l’eliminazione dei file.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

FREDI V55IT

 

La microcamera FREDI ha dalla sua un design molto accattivante, con delle dimensioni ottimali per essere spostata e adattata a qualsiasi ambiente. Potete nasconderla in diverse zone della vostra abitazione o del vostro ufficio senza il rischio di essere scoperti, grazie anche al colore che ne accentua il camuffamento.

La sua larga visione consente di scattare foto e fare video di qualità, per cui si tratta di un prodotto che brilla per versatilità. Inoltre ha incorporato un sensore di movimento che, appena rileva il segnale, inizia a registrare, anche per 24 ore di seguito, se la tenete collegata ad una presa di corrente.

Possiede anche un registratore, che vi permetterà di ascoltare le voci presenti nella stanza: al suo interno può essere inserita una pratica Micro SD, per ampliare la memoria. Per attivare alcune delle impostazioni presenti è necessario un controllo manuale di pochi minuti. Controlliamo ora i suoi vantaggi e svantaggi.

Pro
Wi-Fi:

Con il collegamento rapido inserito nella microcamera sarà facile connetterlo al telefono. Appena il sensore rileverà il movimento inizierà subito a fornirvi informazioni in tempo reale e a grande velocità.

Versatile:

La microcamera è di dimensioni così ridotte che può essere montata anche sul vostro cellulare o su ripiani e oggetti molto piccoli, passando del tutto inosservata, ma offrendo allo stesso tempo una visuale completa.

Audio:

Rispetto ad altre in categoria, che si limitano a dare una visione d’intorno senza la presenza dell’audio, questa microcamera registra i movimenti e anche le voci in modo nitido.

Contro
HD:

Le immagini dovrebbero essere in HD, invece risultano sgranate e non sempre in alta definizione. Inoltre la sera è ancora più difficile riuscire a distinguere in modo chiaro i soggetti.

Acquista su Amazon.it (€49,99)

 

 

 

P360 Disk Recorder

 

Si tratta di una mini telecamera spia da nascondere in una chiavetta USB con microfono ultrasensibile. La sua caratteristica più interessante è la durata della batteria, che arriva fino a 4 ore, e che la rende una delle più resistenti nel tempo tra quelle vendute online.

Gli usi possibili di questo prodotto sono molteplici. Si va dallo spionaggio classico – è veramente facile da occultare in giacca o borsa – alla possibilità di registrare conferenze o lezioni universitarie, oppure può essere utilizzata portandola addosso per la sicurezza personale.

Non è però in alta definizione, cosa che farà leggermente soffrire la qualità della registrazione. Buono invece il prezzo, che si aggira intorno ai 50 euro e la rende uno dei modelli più economici tra quelli più venduti.

Se cerchi un modello compatto e più economico rispetto agli altri allora potresti aver trovato quello che fa per te. Controlla quali sono suoi pro e contro continuando la lettura.

Pro
Occultabile:

La sua forma da chiavetta USB ti permette di nasconderla facilmente per fare dei video di nascosto.

Portatile:

Si tratta probabilmente della telecamera spia più piccola tra quelle vendute online.

Economica:

Rientra in una fascia di prezzo davvero abbordabile.

Contro
Definizione:

I video registrati non saranno di alta qualità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

TANGMI 32G M1

 

Se la vostra intenzione è quella di riprendere qualcuno senza che se ne accorga, magari per essere sicuri che nessuno venga a trovare vostra moglie mentre siete a lavoro o per controllare che i vostri figli passino il pomeriggio sui libri e non davanti alla Tv, allora avete bisogno di questa spy camera di Tangmi. Il suo design, che ricorda in tutto quello di un caricabatterie Usb, è perfetto per mimetizzarsi con l’ambiente e funziona perfettamente anche per restituire energia a smartphone e tablet (così non c’è il rischio che venga scoperta se qualcuno cercasse di utilizzarla).

Registra filmati con una risoluzione Full HD e dunque garantisce tutta la qualità di cui avete bisogno per una perfetta visione. I video sono salvati sulla memoria interna da 32 GB, misura che si traduce in poco meno di cinque ore di materiale ma è possibile anche fare in modo che si attivi solo se il suo sensore rileva un movimento. Genera una serie di file della durata massima di 3 minuti ciascuno ed è dotata anche di loop registration, ovvero salva i filmati più recenti sovrascrivendo i più vecchi.

Per una corretta inquadratura deve essere inserita in una presa orizzontale perché se inserita in una verticale, otterrete filmati ruotati di 90 gradi. Non è dotata di raggi infrarossi perciò è in grado di registrare solo in un ambiente correttamente illuminato.

Convinti dell’acquisto? Ricapitoliamo insieme pro e contro in modo che abbiate la certezza di spendere i vostri risparmi per il prodotto giusto.

Pro
Mimetizzazione perfetta:

Una spy cam assolutamente indistinguibile da un tradizionale caricabatterie Usb da parete, non solo nell’estetica ma anche nelle sue funzionalità visto che potrete utilizzarlo anche per ricaricare lo smartphone.

Memoria:

Ha uno spazio di archiviazione di ben 32 GB che equivalgono a poco meno di 5 ore di registrazione video. Permette anche di attivare la modalità che sovrascrive i filmati più vecchi con quelli nuovi.

Risoluzione:

Registra video in Full HD e dunque assicura una qualità più che adeguata, a patto che sia collocata in una stanza illuminata, visto che è priva di infrarossi.

Contro
In orizzontale:

Attenzione alla scelta della presa perché deve permettere di posizionare la spy cam in orizzontale, altrimenti i video verranno registrati inclinati di 90 gradi. Sembra una banalità ma non è così scontato disporre di una spina posizionata in orizzontale e non in verticale…

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

JMC Spy Cam PIR

 

La sua caratteristica è di essere l’unica micro telecamera spia dotata di sensore di movimento attualmente in commercio. In soldoni, quando l’apparecchio rileva un movimento si attiva e registra tutto per 20 secondi, per poi tornare in standby. In questo modo viene ottimizzata la durata della batteria che riesce ad arrivare a ben 160 ore, rendendola particolarmente idonea per la videosorveglianza di case, ville e appartamenti.

È ovviamente possibile utilizzarla anche nella funzione registrazione continua, ma l’autonomia scende in questo caso a sole 3 ore. Grazie alle sue dimensioni veramente minuscole è facilmente occultabile dentro oggetti o contenitori. Unico difetto l’assenza di infrarossi – per cui non riprende al buio – e l’impossibilità di collegarla a un impianto.

Per il resto, anche a giudicare dai commenti complessivamente positivi degli utenti, resta una delle migliori telecamere spie disponibili online.

Continuando la lettura troverai una rassegna dei pro e contro di questa telecamera spia che ti daranno un ulteriore aiuto per capire se può fare o meno al caso tuo.

Pro
Sensore:

Questa telecamera spia possiede un sensore che le permette di attivarsi automaticamente e registrare un video di 20 secondi ogni volta che viene rilevato un movimento.

Batteria:

La durata di 160 ore in standby è ideale per la sorveglianza della propria abitazione.

Compatta:

Potrai nascondere la telecamera in oggetti o contenitori e portarla con te in borsa o nello zaino senza che si prenda troppo spazio.

Contro
Infrarossi:

Non dispone di una modalità di visione notturna.

 

Acquista su Amazon.it (€109,9)

 

 

 

Come utilizzare una telecamera spia

 

L’utilizzo di una telecamera spia non dovrebbe mai essere preso alla leggera. La violazione della privacy, anche della propria famiglia, se non consenziente, potrebbe essere un abuso di potere che potrebbe costarvi caro. Decidere di installare questi dispositivi non è uno scherzo, vi consigliamo, pertanto, di considerare bene pro e contro di tale azione, parlandone anche con le persone che vivono con voi. Lo scopo principale, tuttavia, non è quello di spiare la vostra famiglia ma di avere uno o più occhi in casa quando non ci siete, sia per controllare che non avvengano effrazioni sia per tenere d’occhio magari il vostro animale domestico.

Caratteristiche essenziali

In base all’esigenza potrete trovare telecamere spia con diverse funzionalità come i sensori di movimento, appositamente pensate per attivarsi nel momento in cui passa qualcuno nelle immediate vicinanze. Restando inattive quando non avvertono movimenti danno la possibilità di risparmiare sulle batterie e dureranno di più senza un continuo intervento di ricarica.

La definizione è molto importante per riconoscere volti e figure nelle registrazioni. Oggigiorno è molto semplice trovare prodotti che offrano un’ottima qualità a basso costo. Se però avete intenzione di puntare alla massima risoluzione, il Full HD, il costo sarà necessariamente più elevato. Trovare un compromesso rappresenta quindi la scelta migliore per chi ha intenzione di risparmiare.

La miniaturizzazione è un fattore importante per una telecamera spia, permette infatti di essere nascosta nei punti più impensabili.Anche in questo caso, però, è necessario scendere a compromessi per quanto riguarda la qualità di registrazione, soprattutto se non volete spendere un capitale.

 

Schede di memoria

Le modalità di utilizzo di una telecamera spia sono diverse, tuttavia, la maggior parte presenta alloggiamenti per schede SD o microSD su cui salvare le registrazioni audio e video. Assicuratevi quindi di acquistare preventivamente l’apposita scheda di archiviazione per il modello che avete scelto. Il nostro consiglio è quello di optare per almeno 64 GB di archiviazione, in modo da garantire utilizzi per lunghi periodi di tempo prima di provvedere alla cancellazione manuale dei file inutili.

Vi basterà inserire la scheda nell’alloggiamento per iniziare a registrare tramite la pressione di un pulsante sulla telecamera stessa o, in alternativa, tramite un telecomando wireless. Alcuni prodotti, in aggiunta, permettono di essere utilizzati in remoto dal proprio smartphone, collegandosi tramite Wi-Fi.

Indossabili

I modelli che possono essere portati con sé, sotto i vestiti, vi faranno sentire proprio come degli agenti sotto copertura. Se si tratta di registrazioni a scopo goliardico potrebbe non essere un problema, vi consigliamo però di non violare la privacy di nessuno per evitare ripercussioni legali.Tali dispositivi non hanno solitamente una visione a infrarossi, l’utilizzo in notturna non è quindi garantito per quanto riguarda il video.

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

BYD Z88 Wifi

 

Quale telecamera spia comprare? Se cerchi una micro camera veramente portatile, questo modello potrebbe fare al caso tuo. Registra anche di notte grazie alla tecnologia a infrarossi e si connette a PC e tablet essendo dotata di connessione Wi-Fi.

Ha anche il rilevamento del movimento e riesce ad arrivare fino a ben 8 ore di autonomia. Altre caratteristiche da segnalare sono la buona qualità del video, anche se non è a piena risoluzione, e la portata del Wi-Fi che è sufficiente per utilizzarla anche in esterni.

In sostanza, è veramente una piccola centralina di controllo che farà di te una perfetta spia, o più prosaicamente renderà veramente sicuro il tuo negozio o appartamento.

La recensione del prodotto prosegue con i pro e contro che ti serviranno a capire se potrà diventare il nuovo dispositivo per la sicurezza del tuo appartamento.

 

Pro

Dimensioni: Il modello è davvero compatto e può essere sistemato dietro gli oggetti o in dei contenitori per non dare nell’occhio.

Sensore: Il sensore di movimento arriva a 8 ore di autonomia per una sorveglianza continua della casa nelle ore in cui sei fuori per lavoro.

Wi-Fi: Ha una buona portata del Wi-Fi che ti permetterà di utilizzarla facilmente da remoto con dispositivi portatili e PC.

 

Contro

Istruzioni: Non sono presenti istruzioni in italiano.

 

 

Wiseup WP-WIFI09

 

È la classica telecamera spia Wi-Fi che effettua la registrazione in tempo reale di tutto quello che succede e viene detto in una stanza per trasmettere a un dispositivo remoto dove collocare il sistema di controllo centrale, sia esso un computer o uno smartphone.

Il vantaggio rispetto ad altri modelli simili è nelle dimensioni, così minuscole da essere facilmente occultata anche nei vestiti, e all’ampiezza dell’angolo di ripresa. In sintesi, si presta molto bene non solo a un uso di tipo domestico, ma anche in esterni o collocata addosso a un bersaglio da spiare.

Il difetto che abbiamo riscontrato è che manca la visuale a infrarossi: non è quindi utilizzabile nelle ore notturne. Un altro problema potrebbe essere il peso, che supera i due etti e che potrebbe quindi far notare l’apparecchio.

In compenso, soccorre il prezzo, veramente economico; non a caso, risulta infatti uno dei modelli più venduti. Buona anche la dotazione degli accessori, che includono la scheda di memoria SD e il supporto di registrazione.

Proseguiamo con i pro e contro del modello riportati secondo i pareri degli utenti. Se non sai dove acquistare la telecamera spia a prezzi bassi, potrai cliccare sul link del negozio riportato qui sotto.

Pro
Dimensioni:

Si tratta di un modello davvero compatto che potrà essere nascosto anche nei vestiti.

Prezzo:

Potrai acquistare questa telecamera a un prezzo conveniente.

Accessori:

In dotazione troverai dei comodi accessori, tra i quali una scheda SD e il supporto di registrazione.

Contro
Pesante:

I due etti di peso potrebbero farla risultare un po’ scomoda da portare in giro.

Infrarossi:

Non dispone della funzione per la visione notturna.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoSara I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Sara
Ospite
Sara

Salve, vorrei sapere per video sorveglianza interna anche con remoto con sensore movimento e più autonomia possibile a livello qualità prezzo quale consiglia. Grazie

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (14 voti, media: 4.79 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status