×
  • Crema antirughe
  • Crema al retinolo
  • Crema contro le smagliature
  • Crema depigmentante
  • Crema depilatoria viso
  • Crema per il viso
  • Crema Eucerin
  • Crema idratante
  • Crema Isdin
  • Crema L’Oréal
  • Crema Nivea
  • Maschera viso
  • Siero all’acido ialuronico
  • Il boom delle mist: addio tonico!

    Ultimo aggiornamento: 01.06.20

    Non è più il momento del tonico: sono arrivate le face mist, acque addizionate con sostanze naturali e oli essenziali.

     

    Se avete seguito una routine di pulizia del viso giornaliera, sapete bene che il tonico è un elemento indispensabile per assicurare la corretta chiusura dei pori. Da far seguire al latte detergente, dopo l’eliminazione del trucco o delle impurità del viso, è un prodotto che può essere arricchito con alcol oppure privo di questa sostanza, in caso di pelli delicate.

    In un tempo in cui le influencer determinano le scelte di molti utenti, anche la routine di pulizia del viso è determinata proprio dalle loro abitudini. Ecco allora che puntano le “mist”: di cosa si tratta? Scopritelo leggendo il nostro articolo!

     

    La scelta delle celebrità

    Attrici come Liv Tyler, modelle come Cara Delevingne e personalità come Victoria Beckham hanno lanciato il trend delle bombolette riempite di acqua e altri ingredienti, da spruzzare all’occorrenza per mantenere la pelle ben idratata.

    Ecco comparire quindi le mist: un insieme di acqua termale o di sorgente e camomilla, ibisco, aloe vera, senza far mancare neppure gli oli essenziali. Come si usano? Si indirizza la bomboletta sul viso o sul corpo e via, una bella spruzzata per fissare il trucco, nutrire il derma, persino sostituire il ben conosciuto tonico.

    Alcune tipologie hanno anche, in aggiunta, delle note di profumo: ecco allora che il face mist si trasforma in un aroma da mettere addosso, al posto del ben più forte e persistente profumo, magari in piscina o durante la stagione più calda.

     

    Servono davvero?

    Ma si tratta solo di una trovata pubblicitaria oppure questo è il nuovo trend che può farci dire addio davvero al buon caro vecchio tonico? Infatti, mentre questo è molto meno costoso, il face mist può raggiungere anche i 100 euro: vale la pena affrontare una spesa del genere? 

    Secondo i dermatologi, se si tratta solo di una bomboletta che contiene acqua e niente di più, da spruzzare ogni tanto sul viso, non ha tutto questo potere idratante, al contrario può aggiungere secchezza all’epidermide, con disastrose conseguenze, se si è esposti al sole.

    Invece, se in aggiunta ci sono oli essenziali e sostanze in grado di nutrire o idratare la pelle, l’uso può solo giovare al volto, che ritroverà così freschezza e potrà anche diventare più elastico.

    La versione fai da te

    Pensate di provare una mist anche voi, ma il costo vi sembra davvero molto alto? Se fate un giro su Instagram o su Youtube troverete diverse utenti che promuovono questo prodotto, per fissare il trucco e dare alla pelle un aspetto brillante.

    Se cercate meglio, però, potrete trovare anche tanti tutorial che vi permettono di realizzare da soli la vostra face mist. Come? Basta un po’ della classica acqua alle rose, da unire a del buon succo di limone: tutto dentro un flacone con spray e il gioco è fatto!

    Un buon sostituto può essere la menta, che aromatizza l’acqua, oppure ancora diluire alcune gocce di olio essenziale, come fate quando volete sfruttare i benefici dell’aromaterapia.

     

    Quale acquistare?

    Ma il face mist è davvero un’innovazione o no? Possiamo dire che il suo antesignano, negli anni ‘60, è stato il prodotto di Vichy, cioè la sua acqua termale in bomboletta. Molte di voi conosceranno anche l’acqua termale di Avene, nella pratica confezione che consente di portarla anche in borsa e spruzzarla all’occorrenza.

    Quale scegliere tra quelle oggi in commercio? Se puntate di sicuro sull’acqua termale, provate Queen Hungary Mist creato dal marchio Omorovicza, che ha all’interno un po’ di storia. Si ispira infatti al primo profumo della storia, ovvero quello creato per la regina Elisabetta d’Ungheria, nel lontano XIV secolo.

    Si compone di un tonico alla rosa, unito al neroli e alla salvia, per creare un’atmosfera mistica e delicata. Bottega Organica propone invece un connubio di idratazione e antietà grazie al suo Ageless Face Mist, un prodotto con salvia e galega, oltre al timo, alla lavanda e al rosmarino, sostanze antiossidanti che stimolano il ringiovanimento delle cellule.

    John Masters Organics sfrutta invece la forza degli ingredienti vegetali, che promuovono il corretto funzionamento della circolazione: Rose & Aloe Hydrating Toning Mist è il prodotto da provare. De Mamiel offre il Dewy Facial Mist, anche questo un prodotto utile a nutrire la pelle, oltre a garantire uno scudo contro l’inquinamento.

    Concludiamo con un articolo del brand Caudalie, ben conosciuto per la preferenza verso gli ingredienti naturali: il suo Beauty Elixir è un mix che include menta, arancio e rosmarino, per rinvigorire la pelle con una sola spruzzata.

    Qualcosa in più

    Siete conquistate da questo nuovo idratante ma volete qualcosa in più per la vostra pelle? Se siete alla ricerca anche di un siero all’acido ialuronico per viso, provate a dare un’occhiata a Radiance Boost Facial Mist di Amly Botanics: la sua composizione prevede proprio acido ialuronico vegetale, pensato per trattenere l’umidità diffusa sulla pelle.

    Inoltre contiene frutta, erbe e fiori in unione a oli di camomilla, di neroli, tiglio, gelsomino e incenso: una cascata di benessere per il vostro viso. I prodotti coreani, ultimamente, la fanno da padrone: anche Lagom Cellus Mist Toner è uno di questi e si avvale del complesso Derma Flux, atto a idratare a fondo la pelle.

    Preferite un prodotto più classico, che sia un tonico ma che abbia anche qualcosa in più? In commercio ci sono da tempo due soluzioni: La Roche Posay Effaclar, arricchita con acido glicolico e salicilico, e Clinique Clarifying Lotion, che in più permette di scegliere il grado di azione in base al tipo di pelle.

    Ce ne sono quattro differenti, da associare alla routine proposta dal brand e che prevede, in associazione, un detergente specifico per il proprio tipo di pelle e una crema idratante o nutriente, in base alle esigenze.

     

     

    Sottoscrivere
    Notifica di
    guest
    0 Comments
    Inline Feedbacks
    View all comments

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

    Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status