n n
n
n
▷ I migliori termoventilatori. Classifica e Recensioni

I 5 Migliori Termoventilatori del 2019

Ultimo aggiornamento: 05.12.19

 

Termoventilatore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Il termoventilatore è una delle soluzioni più pratiche se hai necessità di scaldare un solo ambiente. Sul mercato ci sono modelli efficaci, economici e dai consumi ridotti, come questi: Kenley hff-03b-001 è particolarmente piacevole a vedersi perché sembra un vero camino a legna, inoltre raggiunge la temperatura perfetta grazie al termostato integrato. Rowenta SO9060F2, con resistenze in ceramica per una maggiore efficacia riscaldante e una funzione speciale per il risparmio energetico, può essere trasportato con facilità grazie alla maniglia incorporata.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior termoventilatore?

 

Se hai necessità di riscaldare un ambiente non particolarmente ampio e per un periodo limitato di tempo, con ogni probabilità puoi risolvere il problema con l’acquisto di un termoventilatore.

Qui di seguito ti proponiamo una guida e una classifica grazie alla quale proviamo a fare un po’ di chiarezza su questi modelli, diversi dai termoconvettori, così da aiutarti a scegliere il più adatto a te sul mercato.

 

A.1 Termoventilatore

 

Il tipo di resistenza

La discriminante che si colloca al primo posto nella scelta di un termoventilatore è legata alle dimensioni della stanza che vuoi riscaldare. Un prodotto di questo tipo, infatti, basa il suo funzionamento sulla presenza di una ventola che si incarica di diffondere l’aria precedentemente riscaldata grazie all’intervento di una resistenza. Questa può essere elettrica oppure in ceramica, con differenze significative sulla capacità riscaldante e sul consumo.

La resistenza in ceramica, infatti, riesce a trasmettere il calore in modo più rapido e uniforme e inoltre, rispetto a quella elettrica, a parità di innalzamento della temperatura assicura un risparmio in bolletta. Questo perché la ceramica tende a raffreddarsi più lentamente e dunque mantiene il giusto livello di riscaldamento per un periodo di tempo più lungo.

Il termoventilatore non deve essere confuso con il termoconvettore, tipicamente installato a parete e di dimensioni più elevate, che utilizza la conduzione termica per aspirare l’aria fresca e rilasciarla calda e che funziona con l’elettricità ma anche a gas o ad acqua. Questo apparecchio si presta per un uso in locali più ampi, ha dalla sua una grande silenziosità ma, di contro, un prezzo più elevato e nessuna trasportabilità.

 

Dimensioni e praticità

La grande comodità di un termoventilatore, infatti, è proprio la sua trasportabilità, visto che tutti i modelli delle migliori marche vantano dimensioni estremamente compatte e un peso di un paio di chilogrammi circa. Questo permette di spostare l’apparecchio dove più ne hai bisogno: per esempio in salotto mentre guardi la televisione e poi in camera da letto prima di addormentarti.

Le sue limitazioni sono strettamente connesse ai suoi punti di forza perché comunque le dimensioni ridotte incidono sul suo potere riscaldante e lo rendono una soluzione vincente esclusivamente nelle stanze non troppo ampie.

Inoltre la presenza di una ventola che diffonde il calore generato potrebbe rendere il dispositivo troppo rumoroso per chi ha bisogno del massimo silenzio. 

A.2 Termoventilatore

 

Modelli particolari

Non tutti i termoventilatori sono uguali e mettendo a confronto i prezzi ti accorgerai velocemente delle principali differenze, soprattutto in termini di potenza e di funzionalità aggiuntive.

Ci sono, per esempio, alcuni modelli studiati espressamente per essere utilizzati in bagno, per riscaldarlo prima di fare il bagno o la doccia. Per valutarne efficacia e prestazioni è sempre utile dare un’occhiata alle recensioni dei clienti.

Sempre a seconda delle tue necessità dovrai prendere altre decisioni, come optare per un modello che possa essere appeso alla parete e non solo collocato a terra, oppure uno con funzione eco pensata per ottimizzare i consumi di energia elettrica, oppure ancora con termostato integrato, capace quindi di raggiungere e poi mantenere costante la temperatura impostata.

 

I 5 Migliori Termoventilatori – Classifica 2019

 

Sono un valido aiuto per migliorare la temperatura del tuo appartamento, perché possono essere collocati dove ti serve e riscaldano velocemente gli ambienti. Parliamo dei termoventilatori, di cui qui di seguito ti proponiamo la classifica con quelli che, secondo il nostro parere, sono i modelli più interessanti, da tenere in considerazione nel caso tu stia pensando di acquistarne uno.

 

1. Kenley Caminetto Elettrico Effetto Camini Stufe a Legna Termoventilatore

 

1.Kenley hff-03b-001Anche l’occhio vuole la sua parte. E nella scelta di quello che secondo noi è il miglior termoventilatore del 2019 l’estetica ha avuto un peso rilevante. Il modello di Kenley, tra le qualità offerte, ha soprattutto quella di essere a tutti gli effetti un camino elettrico, in grado di conferire all’ambiente nel quale viene collocato quel tocco di classe in più, regalando un’atmosfera calda e accogliente.

Questo termoventilatore abbina i vantaggi di un modello elettrico, come la semplicità d’utilizzo e la pulizia garantita dal non dover ardere legna vera, a un design estremamente gradevole. Dotato di un termostato grazie al quale regolare a piacere il livello d’incremento della temperatura, è in grado di riscaldare in una quindicina di minuti una stanza di medie dimensioni.

Una sonda termica di sicurezza impedisce che l’apparecchio si surriscaldi mentre le varie modalità d’uso (calore a 1.000 o 2.000 Watt o solo fiamma) permettono di gestire al meglio il consumo energetico.

Per riscaldare piccoli ambienti per brevi periodi di tempo, ti basterà un termoventilatore. Qui oggi nella nostra guida cerchiamo di fare chiarezza su alcuni modelli e darti qualche suggerimento per confrontare il modello di Kenley con altri disponibili sul mercato.

Pro
Estetica:

Molto gradevole e originale, è a forma di camino con effetto ottico che ne simula la fiamma e rende l’ambiente più confortevole e accogliente.

Intensità:

Sembrerà davvero di avere un camino acceso, perché il calore sarà avvolgente e riscalderà il piccolo ambiente per cui è stato acceso il termoventilatore.

Sicurezza:

Una sonda termica eviterà il surriscaldamento del prodotto. Insomma avrai la stanza calda ma senza alcun rischio.

Contro
Rumoroso:

In effetti alcuni pareri hanno notato che il termoventilatore in questione è un po’ rumoroso, e forse mentre si cerca di schiacciare un pisolino non è proprio il massimo.

 

Acquista su Amazon.it (€306,49)

 

 

 

2. Rowenta SO9060F2 Mini Termoventilatore Excel, in Ceramica

 

2.Rowenta SO9060F2Se ti stai interrogando e non sai come scegliere un buon termoventilatore ceramico, ti possiamo consigliare di valutare questo modello di Rowenta, un brand affermato nel mercato degli elettrodomestici.

Gli elementi riscaldanti, che si occupano di generare l’aria calda, sono realizzati in ceramica, materiale che garantisce un’efficacia degna di nota perché riesce a trasmettere il calore in modo più uniforme e in un minore lasso di tempo. Si tratta, a nostro giudizio, di un valore aggiunto rispetto ad altri apparecchi che abbiamo messo in comparazione nella nostra classifica.

La presenza di un pannello di controllo digitale, di una maniglia che ne agevola il trasporto e di una funzione di risparmio energetico, sono tutti elementi che ci hanno convinto a inserirlo tra i nostri consigli d’acquisto.

Questo buon termoventilatore Rowenta, ha la qualità di essere in ceramica e quindi di propagare il calore con maggiore efficacia di altri. Piccolo e trasportabile ha una buona intensità e potrai facilmente spostarlo da un luogo all’altro della casa grazie alla sua maniglia. Ti diremo anche dove acquistarlo.

Pro
Efficacia:

Grazie agli elementi riscaldanti realizzati in ceramica il calore viene trasmesso prima e la tua stanza sarà riscaldata in maniera più uniforme.

Rapporto qualità-prezzo:

Buono il confronto prezzo qualità. Il prodotto fa il suo buon lavoro, riscaldando bene e rapidamente e il costo è contenuto.

Maniglia:

Avrai sempre tutto sotto controllo con il pannello di comando in alto e grazie alla maniglia potrai trasportarlo dove credi.

Contro
No timer:

Purtroppo non ha il timer per l’accensione, quindi non potrai regolarlo perché magari si accenda un’ora prima che ti alzi al mattino per andare a lavoro.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. De’Longhi Steel Elite HVS3031.C Termoventilatore

 

3.De'Longhi Steel EliteProseguendo nella nostra carrellata per aiutarti a scegliere quale termoventilatore comprare, ti segnaliamo uno dei modelli più venduti e realizzato da De’Longhi. Come si intuisce dal nome (“steel” in inglese significa “acciaio”) è un apparecchio che si caratterizza per la scocca in metallo che gli conferisce un’elevata sensazione di resistenza e capacità di durare nel tempo. Nonostante questo, come fanno notare coloro che l’hanno già acquistato, riesce a mantenersi leggero da trasportare e silenzioso durante l’uso.

Garantisce consumi energetici contenuti grazie alla possibilità di impostare il termostato su tre livelli di potenza: 2.200, 1.400 e 800 Watt, così da gestire il livello di riscaldamento che desideri. Le sue dimensioni compatte lo rendono particolarmente adatto a essere usato per riscaldare stanze non troppo grandi oppure in accoppiata all’impianto centralizzato, qualora non sia sufficientemente performante.

La De’Longhi sforna questo nuovo termoventilatore in acciaio, leggero e maneggevole ma allo stesso tempo molto solido e concreto, con ben tre livelli di potenza. Potrebbe essere la scelta migliore per te che vuoi trovare il bagno caldo. Seguici e ti daremo i consigli di cui hai bisogno.

Pro
Sicurezza:

Sollevandolo o spostandolo, il termoventilatore si spegnerà automaticamente e non dovrai preoccuparti di nulla.

Estetica:

Moderna e giovanile, sembra quasi una cassa audio di uno stereo. Non sembrerà nemmeno una stufetta a prima vista.

Ventilazione estiva:

Non tutti i termoventilatori hanno l’opzione refrigerante, questo sì e ciò lo rende un prodotto interessante sia in inverno che in estate.

Contro
Rumoroso:

Se alla velocità uno non avrai problemi, alla potenza due e tre le cose saranno un po’ diverse e inizierai a infastidirti per i rumori che coprono la tv.

 

Acquista su Amazon.it (€49,29)

 

 

 

4. Imetec Eco Ceramic Diffusion CFH2-100 Termoventilatore

 

4.Imetec Eco Ceramic Diffusion CFH2-100Tra i migliori termoventilatori venduti online spicca questo modello di Imetec che si caratterizza per una struttura a torretta e per un corpo oscillante, caratteristiche che assicurano una diffusione del calore più uniforme anche in ambienti molto grandi. Se dunque hai la necessità di scaldare una stanza di più di 60 metri quadri, si tratta di una scelta che ci sentiamo di consigliarti.

Dotato di un telecomando per la gestione di temperatura, accensione e spegnimento (anche grazie al timer), funziona in modo estremamente silenzioso, peculiarità che lo rende utilizzabile anche nelle ore notturne.

A chiudere il cerchio, da segnalare i sei livelli di gestione della temperatura con varie gradazioni di calore ma anche una modalità eco e una di emissione di aria fresca per il periodo estivo. Il prezzo di vendita è più elevato rispetto a quello degli altri modelli in comparazione, scelta giustificata da una serie di funzionalità aggiuntive.

Eccoci a un modello Imetec con forma a torretta che ha di sicuro un prezzo più alto rispetto agli altri prodotti recensiti, ma al tempo stesso sicuramente più funzionalità e opzioni. Valuta i pregi e i difetti di questo prodotto e lasciati consigliare sui suoi punti di forza.

Pro
Telecomando:

Il telecomando risulta essere una comodità non da poco per chi non vuole tirarsi fuori dal letto per spegnere o accendere il dispositivo. Tutto molto comodo e rapido.

Silenzioso:

Sfruttato anche alla massima potenza, il termoventilatore si rivelerà estremamente silenzioso garantendoti non solo un ambiente caldo ma anche nessun fastidioso rumore in sottofondo.

Contro
Costo:

Tutte le funzionalità aggiuntive non sono gratuite e non potrai fare a meno di notare il costo più alto del prodotto rispetto agli altri recensiti. Diciamo che non è fra gli elettrodomestici più convenienti.

Surriscaldamento:

Alcuni pareri mettono in risalto che spesso il termoventilatore si surriscalda e va in blocco e per riaccenderlo bisogna aspettare diversi minuti.

Acquista su Amazon.it (€86)

 

 

 

5. Radialight TBSLI003 Termoventilatore Digitale Touch

 

5.Radialight TBSLIQuesto apparecchio realizzato da Radialight differisce da tutti gli altri presenti in classifica perché è pensato per essere montato su una parete. Si tratta dunque di un termoventilatore da bagno, dal design piacevole e molto moderno, sul quale spiccano i comandi touchscreen a sfioramento, per una gestione ancora più intuitiva delle varie funzionalità.

Un rinnovato meccanismo di gestione della circolazione dell’aria assicura un funzionamento estremamente silenzioso nonché la diffusione omogenea del calore all’interno della sala da bagno. Un ulteriore valore aggiunto è rappresentato da un sensore che si occupa di rilevare l’effettiva presenza di qualcuno e, quindi, di attivarsi solamente quando è davvero necessario.

La funzione di accensione programmata e un prezzo di vendita di fascia medio/alta ma proporzionato a quanto il termoventilatore è in grado di offrire chiudono il quadro di un dispositivo da tenere in grande considerazione.

Se cercavi il prodotto col prezzo più basso sei nel posto sbagliato, questo termoventilatore infatti ha il suo prezzo e del resto la sua forma così moderna e innovativa e le sue funzionalità lo rendono un modello diverso dagli altri.

Pro
Design:

Bello e interessante il design, non solo per la ricercatezza e lo stile moderno ma anche per lo spessore così sottile e non ingombrante, adatto per essere attaccato al muro.

Sensore:

Grazie al sensore il termoventilatore rivelerà la presenza di qualcuno nella stanza e si attiverà anche automaticamente. Ciò significa meno fatica e minor consumo.

Contro
Costo:

Come abbiamo già avuto modo di dire, il costo non è proprio fra i più bassi e quindi chi non aspira a innovazioni e a design originali potrebbe optare per un prodotto più semplice e meno oneroso.

Rumore:

Tutta quella tecnologia e innovazione non hanno ridotto i rumori del tipico e classico termoventilatore. Ci si chiede perché non ci sia stata l’accortezza di provvedere a un aspetto così importante.

Acquista su Amazon.it (€126)

 

 

 

Come si utilizza un termoventilatore

 

Il termoventilatore è un apparecchio capace di riscaldare ambienti non troppo grandi in poco tempo, ma nel caso di camere ampie può essere usato solo come supporto aggiuntivo. Vediamo insieme come funziona, come scegliere il modello più sicuro all’utilizzo in bagno e come usarlo correttamente.

Come funziona il termoventilatore

Il termoventilatore è un piccolo elettrodomestico che funziona a corrente elettrica e riscalda gli ambienti emanando aria calda generata da una resistenza, mentre la ventola provvede a diffonderla.

Presenta diversi vantaggi: non è molto costoso, è poco ingombrante e leggero, quindi facile da spostare da una camera all’altra (il suo peso arriva al massimo a 2,5 kg) e riscalda i piccoli ambienti in poco tempo, per questo molte persone lo associano all’utilizzo in bagno, ma di questo vi parleremo più avanti.

Qualche svantaggio, chiaramente, c’è: ad esempio molti modelli non possono essere utilizzati per un periodo prolungato, il riscaldamento non è omogeneo e persiste poco nella camera. Inoltre, questi articoli producono un minimo di rumore, nulla di insopportabile ma gli amanti del silenzio assoluto non possono trascurare questo particolare.

 

Riscaldare il bagno

Bello fare la doccia al caldo, non è vero? Ma sappiamo anche che la sicurezza viene prima di tutto e che quando si parla di dispositivi elettrici bisogna prestare molta attenzione. Se state pensando di acquistare il termoventilatore unicamente per il bagno vi consigliamo di orientare la vostra scelta su un modello realizzato specificamente per questo utilizzo. Nel nostro Paese esiste una normativa che impone dei criteri per i termoventilatori da bagno, per via del fatto che eventuali infiltrazioni e gocce di acqua possono causare danni non da poco.

Per stare sicuri, cercate un articolo che riporti la sigla IP21, dove “IP” sta per Internal Protection, il 2 ci dice che l’apparecchio è tutelato contro corpi solidi più grandi di 12 mm, mentre il numero 1 indica che l’apparecchio ha una protezione per le gocce d’acqua che cadono verticalmente.

L’ideale sarebbe avere un elettrodomestico con doppio isolamento da posizionare su una parete.
Bisogna anche tener presente le dimensioni del bagno, che vengono suddivise in tre zone (da 0 a 3) da considerare per la scelta del giusto termoventilatore.

Le zone 0 e 1 fanno riferimento a camere molto piccole, e rispettando le norme di sicurezza l’unico riscaldamento ammesso è il termosifone.

Nella zona 2, ovvero lì dove l’apparecchio verrebbe posizionato a una sessantina di centimetri dalla doccia o dalla vasca, è ammesso un termoventilatore con classe di isolamento II. Quando la distanza tra la doccia o la vasca e il dispositivo è superiore ai 2,40 metri si parla di zona 3 e in questo caso siete liberi di scegliere il modello che preferite.

Qualche consiglio

I diversi termoventilatori presenti sul mercato possono presentare varie alternative di utilizzo, alcuni generano anche l’aria fredda, mentre altri hanno l’opzione antigelo.

Poiché questi apparecchi hanno una potenza notevole, sarebbe preferibile evitare di utilizzarli con prese multiple e prolunghe.

In linea di massima, quasi sicuramente dovreste trovare un termostato che consente di mantenere la temperatura costante nell’ambiente: quando tale valore sarà raggiunto l’apparecchio si spegnerà automaticamente, per poi riattivarsi quando i gradi iniziano a scendere.

Al momento dell’acquisto verificate che ci sia anche il dispositivo contro il surriscaldamento, così che l’apparecchio possa spegnersi quando la resistenza raggiunge temperature troppo elevate.

Il termoventilatore andrebbe posizionato lì dove possiamo garantirgli una buona areazione, sia sul lato posteriore sia su quello anteriore, quindi fate attenzione che tende, cavi di tensione e asciugamani siano posti a debita distanza.

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoEnzo I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Enzo
Ospite
Enzo

Salve, sto arredando un B&B e sono indeciso su come orientarmi per il raffrescamento/riscaldamento, l’unica cosa che ho già deciso è di comprare dei prodotti portatili in quanto con un impianto non rientrerei nel budget (e inoltre mi creano problemi le componenti esterne). L’appartamento ha 3 stanze da 20mq e un locale da 25mq. Quasi sicuramente resterà chiuso durante l’inverno (mi trovo in una località balneare), tuttavia non voglio comunque rimanere privo di apparecchi per il riscaldamento. Sono quindi indeciso se acquistare dei climatizzatori caldo/freddo con pompa di calore oppure climatizzatori solo freddo e termoventilatori. Oltre al fatto che prevedo… Read more »

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Salve Enzo, da quello che ci è sembrato di capire, pare che ti serva un sistema di climatizzazione caldo/freddo (per forza, essendo un b&b, a prescindere dalla stagione i clienti potrebbero avere l’esigenza di scaldarsi per diverse ragioni, e quindi non puoi farti trovare impreparato). Le premesse sono che sei impossibilitato a montare un sistema di climatizzazione normale, con unità esterna, quindi stai cercando dei climatizzatori portatili caldo/freddo (i quali tra l’altro, per le specifiche che richiedi, costano più dell’impianto di climatizzazione con unità esterna e split). Capiamo l’esigenza di rimanere entro un certo budget, ma come si suol dire… Read more »

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status