Se vuoi la migliore esperienza di navigazione, apri la pagina nell'app.

La migliore stufa

Ultimo aggiornamento: 20.09.18

 

Stufe – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Si fa presto a dire stufa, la verità è che in commercio ce ne sono così tante e tutte alimentate in modo così diverso che è facile avere le idee confuse. Se non sapete quale sia la soluzione più adatta alle vostre necessità di riscaldamento domestico, è buona norma documentarsi con attenzione e verificare quali proposte possano darvi maggiore soddisfazione. Non è facile, però, provare tutto e la spesa per acquistare certi modelli può essere molto impegnativa in alcuni casi. Per essere certi di investire bene il proprio tempo è opportuno puntare dritti alla soluzione che si è rivelata la migliore per la sua categoria di prodotto. In questo articolo abbiamo selezionato degli esempi molto interessanti tra i quali di certo si cela la risposta ai vostri interrogativi in vista dell’arrivo del freddo invernale. Tra i cinque che abbiamo selezionato, due sono di certo i più indicati per rispondere alla maggior parte delle richieste dei consumatori. La Imetec – Eco Ceramic CFH1-100 fa bene il proprio dovere, in più riesce a contenere i consumi pur essendo una stufa elettrica. La Zibro Lc 32 a Combustibile Elettronica è una buona soluzione per chi è alla ricerca di un dispositivo sicuro e versatile.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore stufa

 

Prima di scegliere la stufa adatta alla propria casa è bene tenere in considerazione alcuni parametri. In particolare è importante valutare con precisione la temperatura che si vuole ottenere in casa tenendo conto della sua cubatura e della zona in cui si trova.

 

 

Guida all’acquisto

 

Tanti modelli di stufa per prestazioni tutte diverse

Ogni stufa è diversa dall’altra. Ne esistono di ogni tipo, interamente alimentata dalla corrente elettrica o in grado di funzionare bruciando un combustibile. La capacità di emettere calore non dipende solo dal prezzo di listino del modello ma anche dalle sue caratteristiche intrinseche.

Possono essere in grado di alimentare piccoli ambienti oppure un appartamento intero. Quel che conta è trovare il modo più semplice per azionarle e garantire la giusta temperatura all’interno della casa. Per questo chi confronta prezzi deve tenere conto sia del costo della stufa, ma anche del combustibile, che si tratti di legna, pellet, corrente elettrica o combustibili speciali.

 

Quale fonte usare per riscaldare l’ambiente

In classifica proponiamo un modello di punta per ognuno dei metodi più efficaci di riscaldamento domestico. Di norma le stufe che consumano di più sono quelle alimentate a energia elettrica. E se avete la fortuna di contare su un impianto di generazione di corrente dal sole, allora dovrete tenere in considerazione la possibilità di non poterlo sfruttare in inverno quando il sole è coperto. E anche i costi di usura e manutenzione dell’impianto che sono superiori a quelli degli impianti tradizionali.

Anche il ricorso alle fonti definite green, cioè dove non si fa ricorso a combustibili fossili, è il caso del pellet, del bioetanolo o della legna, può comportare un costo molto alto e il loro approvvigionamento potrebbe costituire qualche problema. Nella recensione di ogni prodotto abbiamo specificato quale combustibile è utilizzato per ogni specifica stufa.

 

 

Il budget disponibile limita le scelte

Non è una sorpresa scoprire che sul mercato i modelli non mancano e sono spesso molto efficaci e proposti a prezzi ragionevoli. Ma prima di lanciarvi alla ricerca della migliore marca per il settore scelto per il riscaldamento della casa, contate anche i costi secondari. Si tratta di tutti i costi che un impianto di riscaldamento comporta per il suo funzionamento.

Dalla manutenzione periodica e il tagliando necessario per le caldaie di casa, fino al costo dei combustibili e allo sforzo necessario per il loro stoccaggio: sono tutti elementi da non trascurare per assicurarsi l’acquisto più adatto alle proprie esigenze.

 

Le migliori stufe del 2018

 

Vediamo adesso la nostra selezione di prodotti. Sono stati scelti tra le migliori stufe del 2018. Ogni modello ha caratteristiche interessanti che gli meritano di essere preso in considerazione in vista di una comparazione per scegliere la risposta più calzante alle proprie necessità.

 

Prodotti raccomandati

 

Imetec – Eco Ceramic CFH1-100

 

La Imetec è probabilmente la migliore stufa elettrica attualmente in circolazione. Funziona sfruttando la presenza di piastre ceramiche che consentono una migliore e più capillare diffusione del calore nella stanza. Inoltre, è in grado di contenere i consumi e di rendere più conveniente l’uso dell’elettricità rispetto alle tradizionali stufette collegate alla corrente.

Si possono scegliere diversi livelli per il suo funzionamento, impostando la ventola perché emetta aria fredda, tiepida o molto calda. Il basso consumo elettrico si accompagna anche a una rumorosità contenuta. In questo modo non è impossibile tenere accesa la stufa per qualche ora dopo essere andati a dormire. Non verrete disturbati dal movimento della ventola.

La presenza del filtro antipolvere si rende necessaria perché riesce a purificare l’aria della stanza ed evita che gli ingranaggi siano compromessi attirando la sporcizia.

Acquista su Amazon.it (€53,99)

 

 

 

Zibro Lc 32 a Combustibile Elettronica

 

Se non sapete quale stufa comprare potreste puntare alla facilità d’uso che vi aiuti come discriminante per la scelta del modello più adatto. La Zibro si differenzia dalle altre stufe a combustione per il fatto di non necessitare d’installazione né di alcun tipo di canna fumaria.

È predisposta per essere avviata con il proprio combustibile specifico e riesce a ottenere buoni risultati, specie in termini di contenimento dei consumi e capacità di generare calore. Il neo, in questo caso, è la scarsa reperibilità di questo combustibile per cui è necessario effettuare scorte online o nei negozi specializzati.

È frutto della tecnologia sviluppata in Giappone e riesce a contenere i consumi in modo sorprendente. Il dispendio di corrente elettrica è risibile e una tanica di combustibile riesce a garantire un’autonomia di circa 15 giorni tenendo accesa la stufa nelle ore più fredde della giornata. Chi non sa come scegliere una buona stufa, ma soprattutto ha grosse limitazioni dal punto di vista del tipo di interventi da poter fare in casa, dovrebbe tenere sotto controllo questa proposta tra le più interessanti offerte di quest’anno.

Acquista su Amazon.it (€205)

 

 

 

Eva Stampaggi 98017-20 Pellet Susy Slim

 

La stufa a pellet sta conquistando un numero sempre maggiore di utenti entusiasti dal punto di vista dell’efficienza e della facilità di funzionamento. Il modello che includiamo tra i nostri consigli d’acquisto si fa apprezzare per il design elegante e la possibilità di essere facilmente collocata dove serve senza ingombrare troppo.

Il peso di 70 chili non è di certo tale da permettersi di spostare la stufa da un posto a un altro. Del resto, andrà collegata a una canna fumaria per consentire la fuoriuscita dei fumi di combustione. Ma non occupa molto spazio in una parete e trova facilmente posto in una zona centrale della casa per riscaldarla tutta. È importante scegliere con attenzione la collocazione della stufa per essere certi che il calore raggiunga tutte le stanze riscaldando l’intero appartamento. Questo specifico modello non è predisposto per far incanalare il calore prodotto nei tubi che raggiungano le diverse stanze diffondendo il calore in modo capillare.

Acquista su Amazon.it (€829)

 

 

 

San Marco zen

 

Tra i modelli venduti online questa stufa che funziona grazie all’alimentazione a bioetanolo piace soprattutto per il design minimale ed elegante. Le forme sono molto semplici e la struttura si presta bene a trovare posto dove serve. In più, le due fiammelle che escono dai fori laterali e protetti dal vetro temperato, sono anche un gran bel vedere.

La suggestione è quella del caminetto ma senza rinunciare a quel tocco di classe che assicurano i pezzi di design. La collocazione è semplice, non serve canna fumaria né un collegamento alla presa d’aria o all’alimentazione elettrica. Basterà inserire nell’apposito spazio il combustibile in bioetanolo e lasciare che arda indisturbato.

Le dimensioni sono molto contenute e quindi può essere benissimo usata come fosse un soprammobile, dal momento che non raggiunge nemmeno i 50 cm di larghezza. Un dato da tenere in considerazione, dal momento che la stufetta non è in grado di riscaldare ambienti di dimensioni superiori ai 10 metri quadrati.

Acquista su Amazon.it (€39,99)

 

 

 

Prity – con forno e piano cottura

 

Gli amanti dello stile montanaro classico non possono restare indifferenti di fronte al fascino di questa classica stufa a legno in ghisa. Pur non rappresentando di certo uno dei modelli più venduti, fa la sua bella figura grazie alla sua buona fattura e alla possibilità di essere usata in tanti modi.

Come ci si aspetta dalla classica stufa a legna, funziona anche da forno e da piano cottura, il modo migliore per ottimizzare il calore prodotto, sfruttandone una parte anche per cucinare.

Si dovrà collegare a una canna fumaria per incanalare i fumi di combustione verso l’esterno e sarà necessario predisporre uno spazio apposito per legnaia e legna da tenere in casa. Ma l’effetto baita di montagna è garantito.

La potenza è notevole e la capacità di generare calore non delude nemmeno in condizioni di freddo estremo. A differenza che nel classico camino aperto su uno o due lati, qui le fiamme sono schermate dal vetro temperato che evita la diffusione del fumo in casa se in vento è contrario.

Acquista su Amazon.it (€361,2)

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.