La migliore caffettiera moka 3 tazze

Ultimo aggiornamento: 04.08.21

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Caffettiere moka 3 tazze – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2021

 

La caffettiera moka è un accessorio che non può assolutamente mancare in cucina, a prescindere dalla dimensione e dalla quantità di tazze che può preparare; anche nel caso di coloro che non ne fanno un uso intensivo perché passano poco tempo in casa. La nostra guida vi aiuterà a capire come scegliere una buona caffettiera moka tra quelle attualmente disponibili sul mercato, soprattutto nella fascia a basso costo. Troverete anche la recensione di tre modelli in particolare, che gli acquirenti ritengono essere le migliori caffettiere moka del 2021, tra quelle disponibili anche online. La prima è la Bialetti Moka Express, che rimane la caffettiera preferita dagli italiani ed eventualmente disponibile anche con dimensioni superiori o inferiori alle tre tazze. Al secondo posto segue la ILSA Caffettiera Napoletana, interamente in acciaio inossidabile e pensate per i più esigenti estimatori del caffè.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore caffettiera moka 3 tazze del 2021?

 

Scegliere una buona caffettiera moka non è difficile, a patto che si abbia un minimo di conoscenza di questo accessorio da cucina e del modo in cui va trattato e tenuto.

L’attenzione posta nella selezione di un modello fabbricato con materiali di qualità, infatti, andrebbe assolutamente vanificata nel momento in cui, dopo pochi utilizzi, si dovesse scoprire che questi ultimi si sono irrimediabilmente rovinati. Ma per ora facciamo un piccolo passo indietro. I materiali generalmente usati per la fabbricazione delle caffettiere sono due: l’acciaio inox oppure la lega di alluminio per uso alimentare.

Questi materiali, per offrire il meglio delle prestazioni, non sono sottoposti ad alcun trattamento particolare, quindi vanno utilizzati con una certa delicatezza; infatti, non tutti sanno che le caffettiere non vanno assolutamente messe in lavastoviglie, né lavate con l’ausilio di detergenti, ma devono solo essere sciacquate e pulite con le mani, sotto l’acqua corrente.

Diversamente l’acciaio, o l’alluminio, finiranno con lo scurirsi e alterare il sapore del caffè, rendendo di fatto la caffettiera inutilizzabile.

Un altro aspetto da valutare a seconda dei gusti personali, è la tipologia di caffettiera; se è vero che le caffettiere moka sono le più diffuse perché rapide nella preparazione, quelle napoletane invece, date lo loro caratteristiche, sono grado di preparare una bevanda migliore, ma al prezzo di un tempo di preparazione maggiore.

Un requisito altrettanto importante è la dimensione della caffettiera: sul mercato sono disponibili modelli da 2 tazze, 3, 4, 6, 9 o anche 11 e più tazze.

La quantità di caffè che si intende per “tazzina”, anche se ha uno standard specifico secondo le idee dei produttori di caffettiere, non ce l’ha per nulla secondo gli standard degli acquirenti ragion per cui, per alcune persone, una caffettiera da 3 tazze potrebbe, in realtà, rivelarsi da 2 o da 4, a seconda delle quantità a cui ognuno è personalmente abituato.

 

 

Quali sono le migliori caffettiere moka 3 tazze?

 

Prodotti raccomandati

 

Bialetti Moka Express

 

Nella nostra guida per le migliori caffettiere moka 3 tazze, non poteva mancare quella brevettata da Alfonso Bialetti, fondatore del marchio omonimo e che ha contribuito a dare lustro e notorietà mondiale all’industria italiana in questo settore di produzione.

La Moka Express Bialetti è realizzata interamente in alluminio tornito di alta qualità per uso alimentare, con finitura argentata; il manico e il pomello, invece, sono in plastica nera.

Dispone, ovviamente, di valvola di sicurezza brevettata ed è adatta a tutti i piani cottura, fatta eccezione per quelli a induzione; questo particolare modello è realizzato per una resa di tre tazzine di caffè, ma è disponibile anche nelle varianti per 1, 2, 4, 9 e 11 tazzine.

Le persone che l’hanno acquistata concordano sulla buona qualità di questa moka; la preparazione del caffè è semplice così come il lavaggio, che va fatto rigorosamente senza l’uso di alcun detergente, ma solo con acqua.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

ILSA Caffettiera Napoletana

 

Se invece della moka preferite il classico caffè alla napoletana, allora questa caffettiera ILSA potrebbe essere il modello giusto per voi.

È interamente realizzata in acciaio inossidabile in lega 18/10 ed è disponibile nei formati da 1-2, 3, 6 e 9 tazzine.

Il vantaggio della napoletana, rispetto alla moka, è che l’acqua raggiunge temperature inferiori; questo permette di non “cuocere” la polvere di caffè e quindi dà modo di apprezzare tutte le varie sfumature di gusto rese disponibili dalle diverse miscele in commercio.

Un ulteriore pregio della napoletana è la possibilità di “regolare” l’intensità del caffè in base al tempo di attesa dopo averla girata, in modo da farlo uscire più o meno forte a seconda dei gusti o dell’esigenza del momento.

Gli acquirenti la consigliano ai veri amanti del caffè e a coloro che non hanno fretta, dal momento che la preparazione, con la napoletana, richiede più tempo rispetto alla moka.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lagostina Samba Nera

 

La prima cosa che colpisce l’attenzione, della caffettiera moka Lagostina Samba, è il suo design.

Le linee sono quella della classica moka a cui ci ha abituati la Bialetti, ma il manico e il pomello sono più arrotondati e slanciati, e la parte inferiore della caffettiera, di colore nero, crea un elegante contrasto con la parte superiore rifinita in color argento.

Come la Bialetti, anche la Lagostina Samba è realizzata in lega di alluminio per uso alimentare ma è disponibile soltanto in tre misure: da 1, 3 e 6 tazzine; la valvola di sicurezza è in ottone nichelato, per prevenire qualsiasi tipo di ossidazione, e la guarnizione è in silicone, facile da pulire e dalla lunga durata.

Le persone che l’hanno acquistata la ritengono un prodotto di qualità medio-bassa, valido soprattutto per il prezzo decisamente economico; data la scarsità delle rifiniture è consigliabile soprattutto a chi non la usa molto spesso.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Bialetti Elettrika110V 

 

Se ti piace viaggiare e non vuoi rinunciare al piacere del caffè neanche quando sei dall’altra parte del mondo, questa moka elettrica è comoda da portare in valigia e può essere usata in qualunque ambiente dotato di una presa, senza necessità di una cucina a gas.

La vocazione da vagabonda è confermata dalla tensione alternata 110/230 volt, che ti libera dalla preoccupazione della compatibilità con reti elettriche diverse da quella italiana.

Le forme sono quelle della classica Bialetti, con manico ergonomico antiscottatura e una valvola di sicurezza di nuova progettazione, più facile da tenere al riparo dalle incrostazioni di calcare.

La base elettrica ha una spia che avvisa quando è accesa e si mantiene fredda durante il funzionamento; in questo modo potrai poggiare la caffettiera su qualunque superficie senza temere che si possa rovinare, un dettaglio importante soprattutto se desideri usarla in una camera d’albergo e non vuoi rischiare di danneggiare il mobilio. 

La Bialetti in questione è la versione elettrica del classico modello che spopola nelle case di italiani e non. In una guida per scegliere la migliore caffettiera moka merita quindi il suo posto esclusivo. Scopriamo pro e contro di questo oggetto diventato molto più di una semplice caffettiera.

Pro
Tensione di corrente:

La moka funziona collegando il tutto a una presa di corrente da 110/230 volt. In questo modo si ottiene un ampio margine di adattabilità per quanti amano prepare un caffè anche in viaggio.

Ergonomica:

Grazie a una base stabile e al supporto del manico antibruciatura, l’utente può preparare la bevanda nelle migliori condizioni possibili, senza rischio di bruciature e una versatilità che unisce rapidità e sicurezza.

Luce di servizio:

La base in cui è presente l’alimentazione elettrica rimane fredda nella zona esterna, indicando con una spia rossa l’avvenuta accensione del prodotto.

Contro
Fuoriuscita acqua:

In molti clienti hanno notato la spiacevole abitudine della macchinetta a trasbordare un certo quantitativo di acqua, con la necessità di ovviare all’imprevisto durante la preparazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

DeLonghi EMKP42.B Alicia Plus

 

Tra i modelli più venduti troviamo la moka Alicia, la proposta di De’Longhi per essere svegliati ogni giorno dal profumo di un ottimo caffè.

Infatti questa caffettiera elettrica consente di programmare l’accensione nell’arco delle 24 ore, il che significa che potrai prepararla la sera per ritrovarti il caffè pronto la mattina successiva all’orario che preferisci.

Se non spacchi il minuto non dovrai correre in cucina, perché mantiene in caldo la bevanda per 30 minuti, dopodiché si spegne in automatico.

Questa versione consente di preparare quattro tazze, ma nella confezione è incluso un riduttore per farne solamente due.

Se per te la migliore caffettiera moka è quella più versatile, non rimarrai deluso: permette di preparare anche l’orzo e consente di selezionare tre diversi livelli di aroma, così da calibrarla a seconda del gusto tuo e del resto della famiglia. 

Dai pareri emersi in rete, il modello Delonghi ha dalla sua una capacità di adattarsi alle abitudini e al gusto di ogni singolo utente, due doti che le hanno guadagnato l’apprezzamento di un buon numero di utenti.

Pro
Programmabile:

Per quelli che non vogliono l’imcombenza di prepararsi un caffè ancora assonnati, la moka consente di pianificare con un ritardo di 24 ore l’accensione, mantenendo la bevanda calda per 30 minuti.

Intensità variabile:

Grazie a un sistema di settaggio, si possono modificare il gusto e il corpo del caffè che si vuole bere, così da soddisfare tutti i palati.

Caraffa trasparente:

La presenza di un materiale simile al vetro, permette a chi sta preparando il caffè di tenere sempre sotto osservazione quanto esce dalla moka.

Contro
Mancata riaccensione:

Alcuni utenti si sono lamentati della mancata accensione della caffettiera una volta che il caffè si è raffreddato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Bialetti Restyl Moka Express

 

Come scegliere una buona caffettiera moka, se non affidandosi al marchio che l’ha inventata? La moka Bialetti 6 tazze è un classico intramontabile, che garantisce un caffè di qualità a tutta la famiglia.

Anche se sei da solo o in coppia, avere un modello capiente è comodo quando ricevi ospiti o se ti piace fare tanto caffè al mattino e tenerlo pronto durante il giorno.

Anche se lo stesso produttore commercializza versioni più moderne e accattivanti, questa rimane quella preferita dagli utenti che vogliono avere la certezza di ottenere una bevanda ricca di aroma e dalla giusta consistenza.

Il design è rimasto invariato dagli anni ’60, con la struttura in solido alluminio e il logo del signor Bialetti in evidenza su un lato della caraffa.

Solo la valvola è stata riprogettata per evitare depositi che possano otturarla e la pressione aumenti, facendo esplodere la macchinetta.

Sei tazze per l’intramontabile di casa Bialetti; la forma è rimasta inalterata nel corso del tempo, fatta eccezione per la nuova valvola di sicurezza. Esaminiamo i punti chiave del prodotto.

Pro
Forma:

La classica linea ottagonale è un marchio di fabbrica di un oggetto che, anno dopo anno ha saputo entusiasmare e soddisfare gli amanti del caffè.

Materiali:

La realizzazione in alluminio tornito e il manico antiscottatura, funzionano al meglio come contenitore del caffè e per servire al meglio la bevanda senza scottarsi.

Buon rapporto qualità/prezzo:

Per quanti cercano nella tradizione anche un risparmio e prezzi bassi, il prodotto Bialetti si configura come sintesi di cura, continuità nel tempo e costi contenuti.

Contro
Uscita bevanda:

Alcuni utenti hanno riscontrato la necessità di bagnare a volte la parte bassa della caffettiera, così da far uscire tutto il caffè rimasto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ariete I358A

 

Per quanto riguarda i piccoli elettrodomestici, Ariete è un marchio che quasi sempre finisce per far parte dei nostri consigli per l’acquisto, grazie al prezzo ben commisurato alla qualità.

In particolare questa caffettiera elettrica è disponibile nei colori bianco e nero, così potrai abbinarla facilmente ai mobili della tua cucina.

Permette di preparare quattro tazze, oppure solo due grazie al riduttore incluso nella confezione. Quando il caffè è pronto, il termostato spegne automaticamente la macchinetta evitando che il caffè si bruci, ma al tempo stesso lo mantiene in caldo per 30 minuti, così che tu possa berlo a una temperatura piacevole anche se tardi un po’. Per questo motivo è l’ideale per quelle persone che si dimenticano la moka sul fuoco.

Avrebbe fatto piacere la presenza di un timer che consenta di programmarne l’accensione, una caratteristica presente in altre caffettiere elettriche della stessa fascia di prezzo.

Quattro tazze e una capienza variabile secondo bisogni; queste alcune qualità della moka elettrica di marca Ariete, pratica il giusto e dal buon rapporto costo e funzionalità.

Pro
Quantità personalizzabile:

La moka permette di preparare un caffè per quattro persone, per quanti hanno voglia di dividere in due il tutto, grazie a un pratico riduttore si può ovviare al problema.

Termostato:

Una volta raggiunta la temperatura la caffettiera conserva il caffè al caldo per un tempo massimo di 30 minuti. Se si ha voglia di berlo non troppo bollente, il termostato mantiene la bevanda tiepida il tempo necessario.

Trasportabile:

Il caffè grazie a questa moka diventa un piacere da portare ovunque, durante un viaggio di lavoro o in occasione di una gita, senza rinunciare a una dose di buona caffeina espressa.

Contro
Materiale parte superiore:

Alcuni utenti non hanno gradito la plastica con cui è realizzata la parte alta della moka.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida all’acquisto

 

Moka o intramontabile napoletana?

La moka, inventata da Bialetti, ha soppiantato la “cuccumella” napoletana nelle abitazioni degli italiani perché semplifica la preparazione e accorcia i tempi di attesa.

La caffettiera napoletana ha una struttura simmetrica dovuta al fatto che, una volta iniziata l’ebollizione, va capovolta per far passare l’acqua attraverso la polvere di caffè. C’è una schiera di strenui difensori di questo metodo tradizionale, che sostiene che il vero sapore del caffè sia quello preparato in questo modo. In effetti il passaggio dell’acqua avviene in maniera più delicata ed evita di aggiungere un retrogusto di bruciato alla bevanda finale.

Tuttavia con alcuni accorgimenti anche la moka è in grado di produrre un ottimo caffè. Non cercare di economizzare a tutti i costi, ma affidati piuttosto a un marchio di fiducia che abbia ricevuto buone recensioni; tieni il fuoco basso e sorveglia l’uscita del caffè, per evitare che rimanga a ribollire e perda il suo aroma.

 

Classica o elettrica

Anche qui i puristi avranno da ridire sull’opzione di scegliere una caffettiera elettrica, ma secondo noi dipende tutto dall’uso a cui la vuoi destinare.

Infatti i modelli alimentati a elettricità sono dotati di funzioni che semplificano molto la vita, soprattutto se la mattina vai di fretta e non hai proprio il tempo di stare dietro alla caffettiera.

Confronta i prezzi e cerca di capire a quali funzionalità sei interessato. Tra le più apprezzate troviamo il timer per azionare la caffettiera a una determinata ora, per provare il lusso di essere svegliati dall’aroma di caffè.

Oltretutto queste macchine di solito si spengono da sole una volta uscito il liquido, e alcune hanno la possibilità di tenerlo in caldo per qualche minuto così da berlo sempre alla giusta temperatura.

Se non sei un patito del caffè nero, sappi che esistono modelli in grado di preparare un cremoso cappuccino o un ottimo caffè d’orzo senza intasare il filtro.

I materiali e le loro caratteristiche

Tradizionalmente le caffettiere sono realizzate in lega di alluminio, apprezzata per la leggerezza e per la capacità di salire di temperatura velocemente.

Necessitano di una manutenzione costante, soprattutto per quanto riguarda la formazione di calcare, e devi stare attento a non farle ammaccare.

Un modello in acciaio potrebbe essere una scelta migliore, perché non altera il gusto del caffè ed è resistente in caso di urti o cadute. Gli svantaggi sono che impiega più tempo a scaldarsi e di solito il prezzo è più elevato.

Esistono in commercio caffettiere con la caraffa in ceramica, che ha il pregio di far scendere leggermente la temperatura del caffè mentre esce e di conseguenza evita che sappia di bruciato.

Le caffettiere con recipiente in vetro sono molto piacevoli dal punto di vista estetico e ti consentono di controllare la fuoriuscita del caffè.

 

 

 

Come utilizzare una caffettiera moka

 

Il piacere e il gusto di un buon caffè passano inevitabilmente da un corretto utilizzo della caffettiera e dalla qualità del materia prima. In queste righe abbiamo riunito quelle note che possono migliorare la resa finale, dando soddisfazione a chi si appresta a bere.

 

 

Capite bene come è composta la moka

Una adeguata comprensione della tipologia della macchina da caffè è il primo passo da compiere per chi desidera una bevanda dal gusto equilibrato e in grado di restituire il vero aroma della miscela inserita.

 

Chiudete bene il caffe

Una volta caricata la macchina, è buona norma assicurarsi di aver serrato al meglio la parte superiore, detta anche bricco con il supporto per l’acqua. Non stringete con troppa forza ma trovate nel tempo l’equilibrio che consenta di non far uscire il caffè nel finale.

 

Testate la macchina

A seguito del primo acquisto, vi suggeriamo una prima preparazione con sola acqua. In questo modo si testerà il filtro rimuovendo resti e piccole parti che durante la lavorazione possono essere presenti. Due o tre preparazioni con caffè vi consentiranno poi di battezzare la macchina e darle un primo sentore della bevanda.

 

Non lasciate la caffettiera sul fuoco

Una volta messa in preparazione, è buona pratica seguire la realizzazione del caffè, rimuovendo la caffettiera dai fornelli non appena sentite il rumore tipico del liquido che sta uscendo.

 

Lavate solo con acqua

Meglio non utilizzare detergenti o saponi per il lavaggio delle parti della caffettiera. Il rischio di impregnare il tutto con uno spiacevole di prodotto chimico è dietro l’angolo. In questo caso si pregiudica l’aroma finale della bevanda.

 

Verificate la tenuta della guarnizione

Una manutenzione periodica del filtro e della parte in gomma che blocca caldaia e bricco consente di avere un caffè che esce in modo omogeneo e a regola d’arte. Una volta sostituito, potete anche procedere a una preparazione con sola acqua.

 

Attendete che la caffettiera si raffreddi

A caffè ultimato, vi suggeriamo di non passare subito la moka sotto l’acqua fredda. Meglio aspettare che torni a una temperatura normale e poi procedere al lavaggio.

 

 

Utilizzate presine per versare il caffè

Se non disponete di spazio eccessivo in casa, vi consigliamo di afferrare la moka per la parte in gomma isolata. Mai prendere con le mani il bricco ma aiutarsi con tessuti e materiali isolanti che proteggono le mani e riducono il rischio di cadute spiacevoli del caffè sul pavimento o sulle pareti della cucina.

 

Non riempite con troppa acqua la caldaia

Nella parte interiore della moka è segnato il giusto livello a cui versare l’acqua. Rispettate queste indicazioni così da scongiurare fuoriuscite una volta messa sul fuoco.

 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

2 COMMENTI

Poirier Simona

January 4, 2020 at 9:39 pm

l’alluminio scaldato è TOSSICO !!!!!! Dove si trova una caffettiera in INOX che non sia fatta in cina o in India, perchè arrugginiscono. I clienti se ne lamentono su amazon.it, amazon.fr, amazon.de e altri siti; alcuni clienti Amazon sono stati rimborsati. Mi potete per favore dare l’indirizzo di un sito che guarantisca che le sue caffettiere sono fatte in Italia. Grazie

Risposta
BuonoedEconomico

January 6, 2020 at 8:21 am

Salve Simona,

la Bialetti ha tre siti produttivi: Turchia, Romania e Italia (dove però dovrebbero produrre solo le capsule in alluminio). Lagostina, per quanto ne sappiamo, produce in Piemonte ma non ha caffettiere in acciaio, solo in lega di alluminio. Ilsa è l’azienda meno strutturata delle tre (40 dipendenti): ci risulta che produca in Italia e ha anche qualche modello in acciaio inox.

Saluti

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2021. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status