I 5 Migliori Climatizzatori Senza Unità Esterna del 2022

Ultimo aggiornamento: 12.08.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Climatizzatore senza unità esterna – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Sempre più persone ricorrono a un climatizzatore per combattere la calura estiva e anche per riscaldare un ambiente in inverno perché spesso questi elettrodomestici hanno la pompa di calore. I modelli senza unità esterna sono ideali per gli edifici storici e di pregio la cui facciata rimane praticamente intatta. Date un’occhiata alla nostra guida per avere qualche ulteriore delucidazione e scoprire i modelli che consigliamo, su tutti il Fintek Oslo 4.0 che si distingue per le sue prestazioni elevate unite a consumi ridotti. A un prezzo leggermente più basso troviamo il Fanair Fantini Cosmi a tecnologia inverter che permette di risparmiare sui consumi. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come Scegliere il Miglior Climatizzatore senza Unità Esterna?

 

Vivete in un condominio e state cercando un modo per sopravvivere all’estate ormai sempre più calda o ad un inverno particolarmente freddo? Potreste considerare l’acquisto di un nuovo climatizzatore senza unità esterna, visto che è una buona soluzione, dato che ingombra il minimo spazio e si può montare con facilità anche in un appartamento senza balcone. Non è facile però sapere come scegliere un buon climatizzatore senza unità esterna, specialmente considerando la miriade di modelli venduti online.

Con questa guida ci proponiamo di darvi qualche dritta sulle caratteristiche principali da cercare in un modello, così potrete acquistare quello più adatto alle vostre esigenze.

 

Condizionatori inverter: significato

Una delle prime distinzioni da fare prima di acquistare un climatizzatore senza unità esterna è nella tipologia. Questi dispositivi si dividono in due categorie principali: quelli comuni con pompa di calore e quelli con tecnologia inverter. I primi sono molto versatili e rapidi, riescono a riscaldare o raffreddare una stanza in pochissimo tempo. Il suo funzionamento si basa principalmente sulla pompa in grado di raccogliere il calore e poi lo espande nell’ambiente. I modelli ad inverter invece riescono a regolare il consumo energetico e l’erogazione della potenza in base alla temperatura nella stanza. A proposito, se avete bisogno di controllarla, vi serve un buon termometro per ambienti interni: date un’occhiata alle nostre recensioni!

I modelli a inverter sono consigliabili nel caso vogliate risparmiare sui consumi, ma sono meno efficaci di quelli a pompa di calore che, d’altra parte, hanno un impatto maggiore sui costi. Entrambi possono essere prodotti dalla migliore marca, quindi dovete solo capire quale può fare più al caso vostro.

 

Dimensioni

Se non avete idea di quale climatizzatore comprare perché preoccupati dallo spazio in casa, non preoccupatevi perché i modelli più venduti si presentano con dimensioni diverse. Dovete però fare molta attenzione a prendere bene le misure, specialmente se il vostro appartamento non è particolarmente spazioso.

Regolatevi in base a dove posizionare la macchina in modo da poter liberare spazio da mobili, mensole o cornici che potrebbero ostruire il corretto montaggio del prodotto. Solitamente va posizionata in alto per far distribuire l’aria fredda o l’aria calda del condizionatore in maniera ottimale. Per quanto riguarda l’installazione, solitamente questi modelli senza unità esterna sono abbastanza facili da collocare anche senza l’aiuto di un tecnico. Nel caso troviate qualche difficoltà però non esitate a chiamarlo, meglio spendere qualcosa in più che rischiare un malfunzionamento del prodotto.

Climatizzatore senza unità esterna: prezzi e funzioni

Il miglior climatizzatore senza unità esterna dispone di una serie di funzioni molto utili che si possono sfruttare per far fronte a diverse esigenze. Solitamente quelli più versatili sono i modelli con pompa di calore che, oltre a riscaldare e raffreddare l’ambiente, possono anche funzionare come deumidificatori o ventilatori, così sarà possibile eliminare le impurità ed i cattivi odori dall’aria rendendo l’ambiente più salubre.

Questa tipologia di prodotti però è anche quella con un prezzo più alto, quindi vi suggeriamo di effettuare una comparazione tra le offerte e di considerare attentamente se avete davvero bisogno di tutte queste opzioni.

Passiamo ora alla sezione della guida che include la recensione dei migliori climatizzatori senza unità esterna del 2022 inseriti nella nostra classifica in base al loro rapporto qualità-prezzo e ai pareri positivi degli utenti.

Se avete bisogno di riscaldare l’ambiente, date un’occhiata al caminetto elettrico Kenley hff-03b-001, davvero molto particolare. Se invece volete efficientare i consumi, avete bisogno di un termostato smart, come il Netatmo NTH01-EN-EU.

 

I 5 Migliori Climatizzatori Senza Unità Esterna – Classifica 2022

 

1. Condizionatore Oslo 4.0 Monoblocco senza Unità Esterna

 

Principale vantaggio

Questo condizionatore è stato progettato con un occhio di riguardo per gli appartamenti situati nei palazzi di un centro storico, in quanto il design innovativo permette un’installazione semplice che non prevede costosi lavori di ristrutturazione. Non avendo un unità esterna, per poterlo montare basteranno un paio di fori al muro. 

 

Principale svantaggio

Non abbiamo trovato particolari difetti al momento di questa recensione, l’unico lato negativo del prodotto sta nel suo prezzo davvero elevato, specialmente se confrontato con altre proposte sul mercato. Il costo è comunque giustificato da una classe energetica A sia per il riscaldamento sia per la funzione refrigerante. 

 

Verdetto: 9.8/10

Oltre al suo design innovativo, questo condizionatore convince per le prestazioni elevate e per la sua classe energetica A che permette di utilizzarlo senza preoccuparsi troppo dei consumi. Il nostro verdetto quindi è molto positivo, sebbene non possiamo dargli un punteggio pieno a causa del prezzo molto alto, non proprio ideale se state cercando di risparmiare. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE DELLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Design

Ciò che più colpisce del modello Oslo 4.0 è il suo design particolare che lo distingue dal resto dei condizionatori senza unità esterna sul mercato. La forma piacevole lo rende particolarmente adatto ad un appartamento arredato con un certo gusto, al quale potrà dare un tocco di modernità in più. Oltre ad essere piacevole da vedere, questo condizionatore si potrà installare con estrema facilità in quanto sprovvisto di unità esterna. 

Le dimensioni compatte lo rendono ideale per una casa nel centro città, inoltre per poterlo montare non dovrete spendere soldi per effettuare lavori di ristrutturazione, basterà fare due fori nel muro. Non manca il pannello di controllo dove poter gestire le funzioni e la temperatura. 

Performance

Quando si sceglie un condizionatore è importante valutare le sue prestazioni, in quanto determinano il tempo entro il quale potrà rinfrescare l’ambiente. Su questo punto di vista l’Oslo non delude, con ben 4.2kW di potenza refrigerante che si traducono in un funzionamento davvero rapido.

 L’efficienza elevata del condizionatore permette di avviarlo velocemente anche a freddo, senza inficiare le prestazioni. Oltre a rinfrescare, il modello potrà anche riscaldare un ambiente sfruttando il massimo dei BTU, una soluzione ideale anche per affrontare l’inverno e potenziare il sistema di riscaldamento della casa. 

La presa di ricambio aria interna garantisce una riduzione del livello di anidride carbonica in casa e rendere l’ambiente più salubre. 

 

Consumi

Ci troviamo di fronte ad un condizionatore dal prezzo abbastanza alto, giustificato però da una classe energetica elevata sia per la funzione refrigerante sia per quella riscaldante che vi garantisce un risparmio sul lungo termine. 

La classe energetica A vi permette di usare il condizionatore senza preoccuparvi troppo dei consumi, infatti è una soluzione ideale se state spesso in casa in estate o in inverno. Questa ammortizzazione è ottima per un piccolo ufficio o studio dove si passa gran parte della giornata a lavorare anche durante il periodo estivo quando il caldo non perdona.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Fanair-Fantini Cosmi Climatizzatore Condizionatore Monoblocco

 

Il prodotto Made in Italy dalla ditta Fanair-Fantini Cosmi si presenta con un design inverter che permette di risparmiare molto sui consumi. Come funziona? Molto semplice, la tecnologia inverter emette la potenza necessaria per riscaldare l’ambiente in base alla temperatura, in modo da non eccedere e rimanere sempre entro i limiti, ammortizzando sui costi. Una buona soluzione per risparmiare sulla bolletta salata, sebbene dovete essere disposti ad accogliere in casa o in ufficio un prodotto con un design davvero spartano.

Il look un po’ troppo essenziale del climatizzatore non lo rende particolarmente adatto a chi ha arredato un ufficio o una casa con gusto o con un tocco di modernità. L’installazione è molto semplice, basta fissarlo su una parete perimetrale, cosa che può essere fatta anche senza l’aiuto di un professionista.

Se non sapete dove acquistare il prodotto a prezzi bassi, cliccate sul link del negozio online che trovate subito dopo la tabella dei pro e contro.

Pro
Inverter:

La tecnologia del prodotto consente di ammortizzare i consumi grazie all’erogazione della potenza necessaria per il riscaldamento o il raffreddamento della stanza in base alla temperatura.

Montaggio:

Si può installare facilmente su una parete perimetrale, quindi sarà possibile risparmiare sui costi di un professionista.

Comfort:

Non manca il telecomando in dotazione grazie al quale si potranno gestire i settaggi del prodotto anche a distanza.

Contro
Design:

Non è proprio il climatizzatore più piacevole da vedere sul mercato, ma se non badate troppo all’estetica allora questo non sarà un problema.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Innova climatizzatore

 

Confrontare i prezzi è sempre una buona idea, specialmente quando si sta per fare un investimento importante come l’acquisto di un climatizzatore. Il prodotto di Innova si presenta con tecnologie innovative per il risparmio sui consumi e per la riduzione della rumorosità. I ventilatori a corrente e la scelta dei diversi livelli di potenza consentono di non eccedere con il riscaldamento o il raffreddamento, rimanendo sempre su livelli adatti alla temperatura dell’ambiente.

Climatizzatore senza unità esterno silenzioso, si potrà quindi utilizzare anche di notte senza alcun problema. Come altri modelli senza unità esterna anche questo dispone di installazione a muro molto semplice che può avvenire su una parete perimetrale, in alto o in basso a seconda delle esigenze.

Qui di seguito trovate la tabella dei pro e contro dove potrete confrontare i pregi e i difetti del prodotto. Nel caso però non siate convinti potete cercare qualche altro modello, sempre nei nostri consigli d’acquisto.

Pro
Silenzioso:

Innova è riuscita a creare un climatizzatore di alta qualità, riducendo al minimo le emissioni sonore. La rumorosità è minore rispetto ad altri modelli, quindi lo si potrà anche tenere acceso di notte senza che disturbi il sonno.

Consumi:

L’erogazione della potenza in base alla temperatura esterna permette di ammortizzare i consumi e di non trovarsi bollette salate sul conto a fine mese.

Installazione:

Il montaggio versatile consente di sistemarlo in alto o in basso su una parete perimetrale, senza l’aiuto di un tecnico.

Contro
Prezzo:

Il costo del prodotto non è proprio il più basso sulla piazza, dunque potrebbe superare il budget che avete previsto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Olimpia Splendid Climatizzatore Fisso Senza unità Esterna OS-0/1273-1996

 

Olimpia Splendid propone un climatizzatore senza unità esterna silenzioso e molto compatto, che permette di climatizzare due stanze contemporaneamente grazie ai due split interni collegati da un circuito frigorifero.

La tecnologia twin consente di utilizzare gli elementi congiuntamente o separatamente a seconda delle esigenze, sia in modalità raffreddamento sia per riscaldare l’ambiente in inverno. Inoltre, la struttura compatta e il peso che non supera i 30 kg li rende estremamente semplici da montare a casa o in ufficio, anche se non si ha molta dimestichezza con questo genere di operazioni.

La capacità nominale di raffreddamento è di 2,6 kW, un valore che permette di climatizzare in modo abbastanza rapido locali fino a 30-40 metri quadri.

Tutte le impostazioni sono gestibili tramite il doppio telecomando multifunzione, attraverso il quale sarà possibile attivare il timer, la funzione deumidificatore del condizionatore e la modalità Economy per efficientare l’uso dell’apparecchio a fronte di un maggior risparmio energetico.

C’è stato un grande lavoro anche dietro la concezione del design e il risultato ottenuto ha permesso al dispositivo di vincere il premio Good Design Award del 2013 assegnato dal Chicago Athenaeum.

Pro
2 in 1:

L'Olimpia Splendid OS-0/1273 dispone di due unità interne (Master e Wall S1), entrambe dotate di tecnologia Twin, da utilizzare congiuntamente o separatamente per climatizzare due locali separati.

Intuitivo:

La programmazione è molto pratica e intuitiva grazie al doppio telecomando multifunzione con cui si può decidere se usare i climatizzatori per raffrescare, riscaldare, deumidificare o solo ventilare l’ambiente.

Estetica:

Dal punto di vista estetico offre un design semplice ma ben curato nei dettagli che lo distingue dagli altri condizionatori senza unità esterna in commercio.

Contro
Fissi:

Entrambi gli apparecchi devono essere fissati alla parete e, pertanto, non si potranno spostare da una stanza all'altra, a meno che non si decida di smontare tutto l'ambaradan.

Costoso:

Non si tratta del modello più economico in circolazione, ma va comunque precisato che il prezzo alto è perfettamente in linea con la qualità costruttiva e l'affidabilità dell'azienda produttrice.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Argo Condizionatore Senza Unità Esterna 12.000 Btu Apollo 12 HP

 

Il condizionatore senza unità esterna Apollo 12 HP proposto da Argo è molto sottile e compatto, ma non per questo meno efficiente nel rinfrescare gli ambienti domestici. Con soli 20 cm di spessore, riesce a risolvere egregiamente anche il problema dell’ingombro, assicurando il massimo comfort termico di cui si ha bisogno in casa grazie alla capacità di raffreddamento che si spinge fino a 2,4 kW.

Il design è essenziale e moderno, presentando sulla parte frontale un piccolo display retroilluminato che indica la temperatura, senza ovviamente dimenticare la dotazione di un pratico telecomando per effettuare ogni impostazione stando comodamente seduti sul divano o direttamente dal letto. Inoltre, grazie alla connettività Wi-Fi sarà possibile gestire le varie funzioni anche da remoto, tramite smartphone o tablet, scaricando l’App dedicata.

Altra nota positiva è che, trattandosi di un modello ad alta efficienza energetica (in quanto dotato di tecnologia DC Inverter), rientra tra i sistemi di climatizzazione ammessi al bonus facciata proroga 2022, fermo restando che venga acquistato in sostituzione di un vecchio impianto meno performante a seguito di lavori di ristrutturazione o risanamento conservativo di un immobile.

Pro
Efficiente:

Argo Apollo 12 HP è un condizionatore con pompa di calore che utilizza il gas ecologico R32, un refrigerante a basso impatto ambientale e ad alta efficienza.

Funzionale:

Grazie alla tecnologia DC Inverter, garantisce un buon comfort termico in tutte le stagioni e consumi contenuti, con un occhio di riguardo anche alla silenziosità.

Connettività:

Oltre al display LCD retroilluminato e al telecomando di serie, dispone di connessione Wi-Fi che permette di controllare l'apparecchio direttamente dallo smartphone attraverso l’app dedicata.

Contro
Pulizia:

Occorre prestare maggiore attenzione durante gli interventi di manutenzione e pulizia per evitare di danneggiare alcune componenti interne molto fragili, come le alette e il serbatoio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un climatizzatore senza unità esterna

 

Con le estati roventi divenute ormai una costante del nostro clima, vivere senza l’aiuto di un condizionatore che allievi la vita nelle giornate afose è impensabile o quasi. Purtroppo ci sono casi in cui dei vincoli impediscono di installare un condizionatore con unità esterna.

Dunque che fare? L’alternativa c’è e si chiama climatizzatore senza unità esterna. Con un elettrodomestico del genere non si corre il rischio di restare invischiati in noie condominiali o venir comunque meno alla tutela architettonica, pensiamo a quelle abitazioni che si trovano nei centri storici, giusto per fare un esempio.

Le differenze tra condizionatori

Ma cosa differenzia un condizionatore con unità esterna da uno senza? Banalmente si potrebbe rispondere, l’unità esterna. Ma in questo modo è davvero tutto più chiaro? Secondo noi no. Allora diciamo che un condizionatore senza unità esterna, integra l’unità condensante unitamente a quella evaporante.

 

Fisso o portatile

Un condizionatore senza unità esterna può essere fisso oppure portatile. Se non avete la possibilità di installare un condizionatore per tutte le stanze della casa o comunque in quelle dove passate la maggior parte del tempo, forse potrebbe essere più conveniente per voi un modello mobile.

Tenete presente che anche in questo caso ci sarà bisogno di uno sbocco. Ora, se il climatizzatore è fisso, dovrete praticare un foro circolare nel muro mentre un climatizzatore mobile ha un grosso tubo flessibile che gli consente di espellere fuori l’aria calda.

Chi lo preferisce, può ugualmente praticare un foro sul vetro della finestra. Attenzione, non si tratta semplicemente di fare un foro, va inserito il cosiddetto kit oblò che solitamente trovate nella confezione del condizionatore portatile. Ricordate che non tutti i vetri possono essere forati, solo quelli spessi lo sono.

Quando non si può forare la finestra

Sono diverse le ragioni che impediscono di eseguire un foro nel vetro della finestra, magari siete in affitto o il tipo di vetro non lo consente o più semplicemente, non vi va. Tuttavia, affinché il condizionatore sia efficace è importante che dall’esterno non entri l’aria calda.

Anche se la finestra resta aperta pochi centimetri, si compromette significativamente la capacità rinfrescante del condizionatore. Allora che si fa? Si può ricorrere a una guarnizione per finestre che oltretutto ha un costo più che sostenibile.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona il climatizzatore senza unità esterna?

Il climatizzatore senza unità esterna è essenzialmente di due tipi: fisso o portatile. Il primo necessita solitamente di fori nel muro per poter funzionare, per cui dovrete essere disposti a questo sacrificio pur di averlo. L’installazione non è diversa da quelli con unità esterna, in quanto il climatizzatore può essere collocato a diverse altezze, seguendo le indicazioni riguardanti le distanze minime dal soffitto e dai muri perimetrali. Importante anche che si trovi lontano da altri elettrodomestici.

Il secondo invece può essere facilmente trasportato da una stanza all’altra perché non richiede alcun lavoro.

 

Il climatizzatore senza unità esterna ha anche la pompa di calore?

Esistono diversi modelli di climatizzatore senza unità esterna, con o senza pompa di calore. La differenza sta naturalmente nel fatto che i primi sono utili anche per riscaldare mentre i secondi possono apportare solo aria fredda.

 

Il climatizzatore senza unità esterna è più o meno rumoroso degli altri?

Tra gli svantaggi che comporta la scelta di un climatizzatore senza unità esterna c’è purtroppo il rumore che, per quanto assente all’esterno vista la conformazione dell’oggetto, diventa abbastanza importante in casa, dove ci si deve abituare e sviluppare una buona sopportazione, soprattutto se lo si usa durante le ore notturne.

Ci sono però modelli più moderni che includono una riduzione del fastidio, per cui, se si è disposti a spendere di più si può godere di questo beneficio. A questo difetto si accompagna una minore efficienza energetica, dato che l’assenza del motore esterno comporta una potenza minore.

 

Si può mettere a soffitto?

Esistono in commercio condizionatori a soffitto senza unità esterna, ideali per chi non ha un balcone o non vuole deturpare la facciata del proprio palazzo. Sono prodotti sia nella versione spin off, sia in quella inverter e sono dotati delle funzioni evaporante e condensante.

Ciò implica una maggiore rumorosità rispetto ai modelli tradizionali. Questo prodotto ha solitamente dimensioni standard che si aggirano attorno ai 90 cm di lunghezza, 51 cm di altezza e 23 cm di profondità.

Installarli è abbastanza semplice ma è sempre necessario creare dei fori nella parete esterna che serviranno per le griglie di sfogo.

 

Cos’è un climatizzatore senza unità esterna ad acqua?

I cosiddetti ventilconvettori, o climatizzatori ad acqua, usano appunto la circolazione dell’acqua per diffondere aria calda o fredda. L’aria passa in una zona nella quale c’è acqua e cede il suo calore tramite una ventola che la incanala e la immette nella parte in cui è contenuta l’acqua.

A sua volta, l’acqua è raffreddata tramite un refrigeratore e viene usata per rendere l’aria fresca, una volta immessa in casa tramite i convettori. Questi prodotti non hanno per forza l’unità esterna, proprio perché usano l’acqua e non l’aria per raffreddare il condensatore, tantomeno necessitano di fori sul muro.

Inoltre possono essere collocati su qualsiasi parete, anche quelle che non fanno parte del perimetro. Possono essere usati anche d’inverno, utilizzando l’acqua calda prodotta dalla caldaia. Infine, i consumi sono molto minori e l’impatto ambientale è sostanzialmente ridotto.

 

 

Bibliografia
1- Climatizzatori Senza Unità Esterna – olimpiasplendid.it
2- Condizionatori: come ridurre il consumo – laleggepertutti.it
3- Cause consumo eccessivo condizionatore – plcforum.it
4- Condizionatore senza unità esterna: come funziona?
5- Condizionatori senza unità esterna, cosa sono –  lettera43.it

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Argo DD

 

Principale vantaggio:

La pompa di calore permette di raffreddare o riscaldare l’ambiente con grande rapidità; non manca la funzione deumidificatore del condizionatore e il filtro fotocatalitico attivato da LED UV.

 

Principale svantaggio:

Al momento non ci sono particolari difetti da segnalare. Possiamo solo dirvi che se volete risparmiare potete trovare un modello più economico, ma non aspettatevi le stesse performance.

 

Verdetto 9.8/10

Questo climatizzatore è davvero eccellente, a partire dal design elegante per finire alle performance garantite nel riscaldamento e nel raffreddamento dell’ambiente. Ve lo consigliamo se disponete di un buon budget e se state cercando un prodotto di qualità.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Qualità

Il climatizzatore senza unità esterna di Argo si presenta con una pompa di calore 5 in 1 altamente performante che riesce a riscaldare e raffreddare l’ambiente in pochissimi minuti. È ideale per affrontare gli inverni molto freddi e le estati asfissianti che ultimamente sono sempre più dure da gestire. Oltre a queste due funzioni, sarà possibile utilizzarlo come deumidificatore per purificare l’ambiente.

Una delle caratteristiche più apprezzabili del prodotto è il filtro fotocatalitico che attiva un processo di ossidazione del biossido di titanio tramite delle speciali LED UV. In questo modo la carica batterica viene abbattuta riducendo drasticamente la circolazione dei virus, inoltre può anche agire sulla polvere e sui cattivi odori. Scegliere Argo DD equivale a puntare su performance elevate e ottenere risultati ottimali, sebbene dovete prepararvi a spendere un po’ di più rispetto ad altri modelli in circolazione.

 

Materiale e dimensioni

A differenza di altri climatizzatori dal ‘look’ un po’ troppo spartano, Argo DD si fa riconoscere per il suo design estremamente elegante che non da nell’occhio e non sfigurerà se montato in un ambiente arredato con gusto o in un ufficio moderno. Il pannello dei comandi è retroilluminato da led bianchi che consentono di sistemare le impostazioni anche al buio, mentre la ripresa dell’aria è posizionata sotto la struttura.

I materiali utilizzati per la sua produzione sono di alta qualità, tra questi citiamo il PMMA (PoliMetilMetAcrilato – Plexiglass) che gli conferisce un’elevata resistenza e durevolezza nel tempo. Oltre al design e ai materiali, anche le dimensioni si dimostrano molto vantaggiose. Infatti stiamo parlando di uno spessore di soli 21 cm, quindi lo si potrà montare al muro senza ingombrare troppo. In dotazione si troverà anche un comodo telecomando a infrarossi per gestire il climatizzatore a distanza.

 

Montaggio

L’installazione del prodotto è abbastanza intuitiva, del resto senza l’unità esterna ci si risparmia metà del lavoro. La particolarità del prodotto Argo sta nella possibilità di installarlo a parete sia in basso sia in alto, così sarà possibile far fronte a diverse esigenze. Le griglie speciali consentono un montaggio molto semplice anche attraverso muri e strutture che arrivano fino a due metri di spessore.

Questo tipo di montaggio non compromette in nessun modo le performance e si può eseguire anche sulle vetrate delle verande. Per l’installazione sono richiesti due fori di 16 cm su una parete perimetrale.

 

 

Olimpia Splendid UNICO SMART 10 HP

 

Principale vantaggio:

Unico Smart è un climatizzatore completo perché dotato di un doppio sistema di filtraggio e di diverse funzioni, quali il timer e la possibilità di utilizzare la sola deumidificazione o ventilazione.

 

Principale svantaggio:

Pur essendo un elettrodomestico in doppia classe A di efficienza energetica, Unico Smart non è dotato della moderna tecnologia inverter.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Versatilità

Il climatizzatore Unico Smart di Olimpia Splendid ha, tra i suoi vantaggi, quello di essere un modello versatile. Si tratta di una macchina con pompa di calore che, come detto, può essere utilizzato anche nelle giornate fredde per riscaldare rapidamente un ambiente, l’ideale in spazi dove non sono presenti riscaldamenti e che una stufa non può scaldare efficacemente.

Sono, inoltre, presenti numerose e utili funzioni che lo rendono completo, come la possibilità di impostare la sola ventilazione o deumidificazione. La funzione Auto regola il funzionamento in base alla temperatura rilevata per ottenere sempre le migliori prestazioni, mentre Sleep aggiunge a questi vantaggi una rumorosità più ridotta ed è, pertanto, ideale per chi vuole tenere il climatizzatore in funzione anche di notte.

Non manca il timer 24h, fondamentale per tornare a casa o in ufficio e trovare l’ambiente alla temperatura desiderata.

 

Efficienza energetica e filtri

Pur non essendo dotato di tecnologia inverter, Unico Smart è un elettrodomestico ad alta efficienza energetica. Le etichette che indicano la relativa classe di appartenenza sono obbligatorie da anni ed è, quindi, facile per il consumatore confrontare le prestazioni dei vari modelli. Per quelli con pompa di calore, le etichette sono due e si riferiscono al raffreddamento e al riscaldamento.

In questo caso, uno dei punti di forza del climatizzatore Olimpia Splendid è proprio la doppia classe A (considerando la vecchia classificazione da A a G) che consente di risparmiare significativamente in bolletta sia d’estate che d’inverno.

Per quanto riguarda il filtraggio, è presente un doppio sistema: il primo è elettrostatico e consente di bloccare particelle di fumo, polvere e peli, prevenendo reazioni allergiche; il secondo è ai carboni attivi e aiuta a eliminare cattivi odori. Il vantaggio è un benessere generale che rende la permanenza nell’ambiente più piacevole.

 

Installazione

Rispetto ai tradizionali climatizzatori con unità esterna, l’installazione di Unico Smart è notevolmente più semplice perché viene realizzata tutta dall’interno. Fuori saranno visibili solo due fori che permettono lo scambio termico ed, eventualmente, un terzo per far fuoriuscire la condensa ma non è necessario perché può essere raccolta anche all’interno. Questo tipo d’installazione potrebbe essere la soluzione più comoda e anche economica per chi abita ai piani alti.

Come accennato in precedenza, il montaggio di questi modelli è più libero perché può avvenire in alto, in basso o, addirittura, a vetro. In quest’ultimo caso è, però, necessario un pannello di sostegno che non viene fornito direttamente dall’azienda.

 

 

 

Olimpia Splendid 00981 Unico Easy

 

Unico Easy è disponibile nelle versioni SF, solo freddo o HP, cioè con pompa di calore ma la differenza di prezzo (attualmente) è irrisoria, per cui conviene eventualmente acquistare il modello da poter utilizzare anche in inverno quando c’è bisogno di riscaldare una sola stanza senza dover necessariamente attivare tutto l’impianto di riscaldamento.

Come gli altri, può essere posizionato a parete oppure a terra tramite i piedini inclusi nella dotazione. Il risultato all’esterno sarà lo stesso: nessun antiestetico motore, solo due fori che preservano l’architettura dell’abitazione.

Il climatizzatore può essere usato anche solo come ventilatore o deumidificatore (è sorprendente la sensazione di sollievo che si prova solo eliminando l’umidità in eccesso dall’aria, senza modificarne la temperatura) o ventilatore. Comoda la funzione Sleep e il timer. Altre caratteristiche da tenere in considerazione sono: potenza pari a 7.000 BTU, classe energetica A in raffreddamento e B in riscaldamento.

Dopo aver preso in considerazione i pareri espressi dagli utenti circa il climatizzatore in oggetto, abbiamo ritenuto opportuno inserirlo tra gli articoli da portare alla vostra attenzione. Se volete sapere dove acquistare questo modello, cliccate sul link qui sotto.

Pro
Montaggio:

Ampia soddisfazione per la semplicità dell’operazione è stata manifestata nei commenti online scritti da chi ha acquistato il climatizzatore.

Raffreddamento:

L’efficacia nel rinfrescare in tempi brevi l’ambiente è una delle caratteristiche maggiormente apprezzate dai clienti che sono in possesso di questo modello.

Contro
Rumore:

Alcuni hanno fatto presente che all’attivarsi del compressore si genera un fastidioso rumore che ne sconsiglia l’uso in camera da letto o comunque mentre si dorme.

Condensa:

Il climatizzatore produce parecchia condensa e stando alle testimonianze raccolte in rete, diventa complicato anche smaltirla in quanto non c’è una vaschetta per raccoglierla.

 

 

Bini Clima 11000 BTU

 

Con un potenza di 3 kW, il sistema messo a punto da Bini clima ben si adatta a gestire attività differenti, con una buona produzione di calore e un sistema con cui rinfrescare al meglio le pareti di casa. Dalle impressioni raccolte in rete si tratta di un oggetto che guarda in prima battuta alla semplicità del montaggio, gestibile da chiunque desideri avere un climatizzatore senza l’ingombro di un motore da collocare esternamente.

Il peso complessivo raggiunge i 45 chili, con fori delle spessore di 16 mm con cui posizionare e fissare al meglio i supporti presenti nella confezione. Il telecomando lavora a infrarossi, gestendo al meglio tutte le funzioni fondamentali che consentono di modificare potenza, livello della temperatura e temporizzazione del riscaldamento.

Il costo, considerato il fatto che si sta parlando di una variante compatta di climatizzatore, è ben proporzionato, con una resa che ripaga dell’investimento affrontato.

Pro
Materiali:

Da più parti emerge con forza la bontà degli elementi che vanno a costituire il climatizzatore. Partendo dai perni e passando per la compattezza del tutto c’è poco da recriminare al marchio in quanto a cura e attenzione al cliente.

Montaggio:

All’interno della scatola è presente tutto il necessario per mettersi subito all’opera, gestendo così in un baleno temperatura, potenza e modalità di funzionamento della macchina.

Efficacia:

Se si dispone di un appartamento con un’ampiezza di 90 metri, il climatizzatore Bini Clima è in grado di gestire senza difficoltà tutta la questione, con poco spazio per il posizionamento e un sistema di accensione rapido e silenzioso.

Contro
Estetica:

Alcuni clienti avrebbero gradito un look più accattivante e meno tondeggiante rispetto a quello scelto dal brand.

 

 

Olimpia Splendid 01504 Unico Air 8 HP

 

Anche questo climatizzatore Olimpia Splendid senza unità esterno è disponibile con o senza pompa di calore ed è possibile acquistare a parte il modulo Bluetooth per comandarlo da smartphone, tablet e altri dispositivi compatibili. Sono presenti anche le versioni Inverter, più performanti ma anche più costose.

La potenza del motore pari a 7.000 BTU potrebbe non essere sufficiente per tutte le esigenze, mentre molto positivamente è stata valutata la silenziosità dell’elettrodomestico che, in effetti, è di soli 27 dB grazie all’impiego di tecnologie innovative e di materiali fonoassorbenti.

Spicca anche il design molto compatto e sottile (solo 16 cm di spessore) e lo speciale sistema di filtraggio particolarmente efficace.

In doppia classe A di efficienza energetica, funge anche da deumidificatore e ventilatore, inoltre ha timer e funzione Sleep.

Un modello che potrebbe interessare i nostri lettori è il nuovo Air 8 Hp. Sia chiaro, non è quanto di più economico si possa trovare in commercio ma secondo noi merita comunque un attimo di attenzione per valutarne i pregi e i difetti.

Pro
Compatto:

Questo climatizzatore si è rivelato una buona soluzione per chi ha problemi di spazio e di conseguenza è interessato a un elettrodomestico che non ingombri.

Silenzioso:

Molta soddisfazione è stata manifestata dagli utenti per quanto riguarda le emissioni di rumore che, a loro dire, sono minime e dunque tollerabili.

Contro
Riscaldamento:

Non ha soddisfatto diverse persona la capacità di riscaldare del climatizzatore che, stando a quanto si può leggere in rete, garantisce un livello di calore insufficiente.

Montaggio:

Non sono pochi gli utenti che si sono lamentati per le complicate operazioni di montaggio, oltretutto bisogna essere ben attrezzati con tutto il necessario per forare il muro.

 

Qual è il miglior climatizzatore senza unità esterna del 2022?

 

Il climatizzatore senza unità esterna combina in un unico corpo split interno e motore. Il vantaggio maggiore è che fuori si vedranno solo due fori con una griglia e non l’antiestetica macchina motore. È la soluzione ideale soprattutto per gli edifici storici e di pregio.

Di seguito potrai leggere alcuni suggerimenti utili prima di fare un acquisto e, più in basso, la recensione del miglior climatizzatore senza unità esterna del 2022 secondo noi.

Olimpia Splendid è un’importante azienda italiana che ha centri tecnici presenti su tutto il territorio. Il vantaggio di acquistare un prodotto con questo marchio è la possibilità di ricevere assistenza in maniera efficace e rapida, che tu sia un privato o un professionista.

Come detto, il beneficio più evidente dei climatizzatori senza unità esterna è il maggior rispetto delle facciate degli edifici, su cui l’impatto della macchina è minimo.

Un altro vantaggio è l’installazione: nei climatizzatori tradizionali bisogna tenere conto anche del posizionamento dell’unità all’esterno invece, in questo caso, c’è maggiore libertà di scelta. Certo, non sono come quelli portatili, ma l’unico elemento presente può essere montato praticamente ovunque, anche a vetro.

Confronta prezzi e offerte dei vari climatizzatori e ti accorgerai che sul mercato ce ne sono diversi anche a basso costo, grazie al calo che si è registrato negli ultimi anni.

Per acquistare il modello più adatto alle tue esigenze devi, naturalmente, valutare qual è la potenza sufficiente – espressa in BTU – per raffreddare o riscaldare l’ambiente desiderato. Il rischio è quello di acquistare una macchina magari più economica ma poco potente che non condiziona come vorresti.

Attenzione, infine, alle sigle SF e HP: la prima indica solo freddo e la seconda pompa di calore. Generalmente si acquista un climatizzatore per combattere il caldo torrido estivo ma il vantaggio di un modello con pompa di calore è che può essere usato anche d’inverno per riscaldare l’ambiente.

 

 

BINI CLIMA Climatizzatore senza unità esterna

 

Nella nostra guida per scegliere il miglior climatizzatore senza unità esterna abbiamo aggiunto questo prodotto che colpisce per la sua classe energetica A+, una garanzia sul risparmio dei consumi. Il modello è abbastanza potente, con 3,09/3,21 kW riesce a riscaldare o raffreddare una stanza di 90 metri quadri con 2,70 m di soffitto, quindi è adatto a un ufficio, una camera o a un salotto abbastanza ampio.

Produce dai 34 ai 45 dB, un po’ rumoroso e quindi non indicato per un utilizzo notturno. Per quanto riguarda l’installazione, basterà creare due fori da 16 mm su una parete perimetrale.

Per avere un quadro completo delle caratteristiche del prodotto vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra tabella dei pro e contro qui di seguito. Per comprare il climatizzatore cliccate pure sul link del negozio online.

Pro
Classe energetica:

Il risparmio sui consumi è garantito dalla classe energetica A+ del prodotto che potrà essere utilizzato per lunghi periodi senza pesare troppo sui costi mensili.

Potente:

Riesce a riscaldare un ambiente di 90 metri quadri con un soffitto di quasi tre metri in poco tempo.

Installazione:

Basta fissarlo su una parete perimetrale con due fori da 16 mm, dunque montarlo non rappresenta una complicazione.

Contro
Poco silenzioso:

Il prodotto risulta abbastanza rumoroso e quindi difficilmente lo si potrà utilizzare di notte.

Design:

Ingombrante e poco piacevole da guardare, non è proprio indicato per un appartamento o ufficio arredato con classe.

 

Innova Climatizzatore senza Unita’ Esterna 2.0

 

 

Principale Vantaggio:

La combinazione di una parte evaporante e di una condensante in un solo oggetto risolve diverse problemi, specie per chi deve fare economia di spazio in casa.

 

Principale Svantaggio:

Il costo necessario a portarsi in casa un oggetto del genere ha creato problemi a quanti non vogliono affrontare una spesa di questo tipo.

 

Verdetto: 9.6/10

Montaggio pratico e una linea che guarda alla semplicità. Queste le specifiche principali di un oggetto progettato per risolvere diverse questioni legate alla climatizzazione interna della casa.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Display e touchscreen

Nella parte frontale è collocato un display con cui inviare informazioni e comandi, sfruttando anche il telecomando fornito insieme al climatizzatore. Una volta predisposto il collegamento elettrico del climatizzatore e aver inserito la batteria nel telecomando si può iniziare a gestire le diverse funzioni dello stesso. Con il tasto Benessere, contrassegnato dalla lettera A, si imposta il climatizzatore alla migliore temperatura possibile.

Tra le altre funzioni a disposizione abbiamo quella a sola deumidificazione, il solo raffreddamento o il solo riscaldamento. Prima di addormentarsi è possibile impostare la modalità Benessere Notturno, con la macchina che aumenta o diminuisce di un grado la temperatura per poi procedere a un ulteriore cambiamento dopo un’altra ora. Trascorse sei ore poi il dispositivo entra in modalità stand-by. Presente poi anche la funzione timer, con la funzione blocco tasti attivabile con la semplice pressione prolungata di tre secondi.

 

Montaggio

Una volta aperta la confezione è possibile procedere alla collocazione del climatizzatore a parete. In tal senso alcuni utenti confermano la necessità di procedere a uno studio preliminare delle necessità climatiche della casa, scegliendo in questo modo il miglior posizionamento per quel che riguarda il climatizzatore. Si può scegliere un posizionamento o nella parte superiore o in una zona inferiore della parete.

Con un sistema di griglie pieghevoli e di controflange esterne si riesce senza difficoltà a tenere ben piantato e posizionato il climatizzatore. Per il controllo poi sono possibili diverse impostazioni, dal telecomando, passando per il touch screen montato direttamente sul mezzo, oppure grazie anche all’app dedicata, compatibile con sistemi iOS e Android. Il design scelto si sposa in maniera perfetta a diverse zone e ambienti di casa, dal colore, passando per una forma liscia e uno stile che “scompare” magicamente senza disturbare l’arredo complessivo.

 

Rapporto qualità/prezzo

La scelta di un climatizzatore come Innova si iscrive in un progetto in cui ottimizzazione degli spazi ed efficienza diventano una cosa sola. A tal proposito è bene considerare le numerose funzioni disponibili, gestibili attraverso pannelli ed elementi che vanno dal touchscreen, al comando remoto. Le forme poi si adattano al meglio a spazi anche limitati, così da poter gestire temperatura calda e un ambiente maggiormente rinfrescato senza difficoltà, sfruttando il design e le forme accattivanti di un oggetto di sicuro appeal tra chi ama supporti minimal che svolgono il loro dovere aggiungendo anche un tocco particolare alla stanza.

Considerando questi aspetti, riteniamo che la spesa valga i risultati, con un equilibrio interessante tra il costo finale e quanto il climatizzatore 2.0 Innova ha da offrire.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Vuoi saperne di più? Scrivici!

28 COMMENTI

Innocenza

August 2, 2021 at 2:09 pm

Salve,vi chiedevo una delucidazione.
Nel modello Fanair fantini dice che se si esclude la possibilità di funzionare come riscaldamento, si evita il tubo di scarica condensa.
Dove è posizionato questo tubo? É così per tutti gli altri condizionatori senza unità esterna?
Grazie

Risposta
BuonoedEconomico

August 4, 2021 at 7:52 am

Salve Innocenza,

la condensa è prodotta da tutti i climatizzatori, sia quelli che fanno solo freddo sia quelli che fanno freddo e caldo; nei modelli senza unità esterna la condensa è raccolta all’interno dell’apparecchio, in un’apposita tanica, ma alcuni modelli sono predisposti anche per il collegamento a un tubo per lo scarico continuo. Probabilmente il Fanair possiede entrambe le opzioni, e quindi offre la possibilità di non installare il tubo di scarico della condensa; quest’ultimo si collega sulla parte posteriore dell’apparecchio e può essere installato in modo da scaricare direttamente in una grata di raccolta delle acque meteoriche, in un contenitore o direttamente nel terreno.

Saluti

Team BeE

Risposta
Marco Nobili

May 25, 2021 at 11:12 am

Salve sono proprietario di un monolocale di 20 mq che sarà oggetto di ristrutturazione con cambio degli infissi con elevate prestazioni. Avevo pensato di staccarmi dal gas e passare all’elettrico con un clima. In inverno però mi hanno detto che se la temperatura scende molto la macchina va in blocco per il decongelamento/sbrinamento. Dovendolo affittare non vorrei problemi. Chiedevo quindi se anche i clima senza unità esterna hanno lo stesso problema. Grazie.

Risposta
BuonoedEconomico

May 27, 2021 at 9:17 pm

Salve Marco,

se il monolocale si trova in una zona dove gli inverni sono particolarmente rigidi e la temperatura scende spesso sotto lo zero, allora ti conviene mantenere il gas per il riscaldamento; il climatizzatore, oltre a bloccarsi, a quelle temperature è di gran lunga meno efficiente e consuma molta più energia per riscaldare la casa.

Saluti

Team BeE

Risposta
ROLANDO LA FATA

July 14, 2021 at 3:24 pm

Buongiorno,
non si blocca nulla , e gli sbrinamenti sono ormai assai rari data la quasi totalità di macchine con iniezione di gas caldo.
se possiamo aiutare , volentieri Abielle Controls TOSHIBA – CARRIER Air Conditioners 02-6132837

Risposta
Andrea

March 14, 2021 at 2:19 pm

Con modelli innova 12 BTU oppure argo apollo è possibile raccogliere la condensa al interno è quale livello di rumorosita al max migliore ? Grazie

Risposta
BuonoedEconomico

March 15, 2021 at 3:38 pm

Salve Andrea,

entrambi i modelli che hai citato sono dotati di un sistema interno per lo smaltimento automatico della condensa; per quanto riguarda la rumorosità sono simili, invece, l’Innova è un po’ più silenzioso rispetto all’Argo, ma di poco.

Saluti

Team BeE

Risposta
Emanuele Feliziani

September 17, 2020 at 10:41 am

Salve, ho letto con molto interesse questo articolo: vi faccio i complimenti e un paio di domande.
Nella descrizione del Fintek Oslo decantate le prestazioni di raffrescamento, ma è altrettanto prestante in riscaldamento?
Avendo necessità di condizionare un ambiente principalmente in riscaldamento e non avendo la possibilità di installare nulla all’esterno (dalle unità esterne alle canne fumarie) esistono altri prodotti che possono essere presi in considerazione oltre a questi condizionatori?
Grazie

Risposta
BuonoedEconomico

September 18, 2020 at 8:20 am

Salve Emanuele,

secondo la scheda tecnica del Fintek Oslo il coefficiente di prestazione COP in riscaldamento è addirittura superiore a quello di raffreddamento EER; quest’ultimo, infatti, è di 2,61 mentre il il COP è 3,11.
Dato che per ogni kWh elettrico assorbito dall’apparecchio vengono prodotti poco più di 3 kWh di potenza termica il Fintek Oslo, che ha una potenza di 4,2 kWh elettrici in modalità riscaldamento, offre un rendimento di poco superiore ai 14 kWh termici (14.343 BTU).
Per quanto riguarda le alternative al condizionamento di un locale dalle caratteristiche che hai descritto tu, purtroppo sono poche; a parte i condizionatori come il Fintek Oslo, gli unici dispositivi che non richiedono l’installazione di canne fumarie, unità esterne o il collegamento a impianti pre-esistenti, sono stufe elettriche e termoventilatori, che consumano più di quanto rendono, e le stufe a gas alimentate con la bombola, che rendono bene e consumano poco ma sono decisamente pericolose e anche inquinanti.

Saluti

Team BeE

Risposta
Emanuele Feliziani

September 18, 2020 at 4:11 pm

Grazie mille, in effetti temevo che la risposta alla seconda domanda fosse quella e volevo una conferma.

Risposta
MAURO MINGHI

August 20, 2020 at 4:02 pm

Il motore del climatizzatore senza unità esterna genera calore per funzionare?

Risposta
BuonoedEconomico

August 25, 2020 at 6:41 am

Salve Mauro,

sì, certo. Come tutti i motori, anche quello del climatizzatore genera calore, lo stesso vale anche per i motori dei frigoriferi e di tutti gli elettrodomestici che servono a generare freddo al loro interno o ad abbassare la temperatura, inclusi i condizionatori portatili.

Saluti

Team BeE

Risposta
carlo

June 14, 2020 at 7:49 pm

qual’è il climatizzatore migliore in termini di reffreddamento e silinziosità che costi su i 500 euro

Risposta
BuonoedEconomico

June 16, 2020 at 7:48 pm

Salve Carlo,

un buon climatizzatore efficiente e parco nei consumi, il cui costo non supera i 500 euro, è l’Hitachi Dodai da 9.000 BTU.
Integra la pompa di calore, quindi può essere usato anche per riscaldare durante l’inverno, è classificato A++ per quanto riguarda l’efficienza energetica e, rispetto ai modelli precedenti, è dotato di un compressore che ha migliorato ulteriormente la silenziosità. Rispetto ai modelli prodotti dalle marche più blasonate è meno “hi-tech” e più spartano, in compenso è affidabile e per di più è garantito 5 anni.

Saluti

Team BeE

Risposta
ASICS

May 27, 2020 at 12:31 pm

Buongiorno.

Quali marche esistono di climatizzatori ad acqua (senza foro nè apparati esterni)?

Qualcuno mi sà dire se sono efficienti?

Risposta
BuonoedEconomico

May 27, 2020 at 8:31 pm

Salve,

purtroppo tocchi un tasto molto dolente nel settore della climatizzazione, perché i cosiddetti “condizionatori portatili senza tubo” sono entità mitologiche, alla pari degli unicorni e dei porcelli volanti. Anche la definizione “climatizzatore ad acqua” appartiene al sempre più esteso e fiorente Regno degli Eufemismi, in realtà sarebbe più giusto chiamarli col loro vero nome: raffrescatori evaporativi.
Pur essendo funzionali allo scopo, che è quello di dare sollievo dalla calura, la loro efficacia è ben lontana da quella di un climatizzatore o di un condizionatore portatile, in quanto non hanno alcun effetto sulla temperatura ma si limitano a movimentare l’aria (come un normale un ventilatore) e a renderla più “fresca” saturandola con le particelle di acqua fredda che evaporano dalla vaschetta al loro interno.
I modelli migliori che il mercato offre al momento sono quelli prodotti dalle ditte Klarstein, per esempio lo Skyscraper, e quelli appartenenti alla serie Peler prodotta da Olimpia Splendid; si tratta però di palliativi che, come accennato prima, non influiscono minimamente sulla temperatura, ma solo sulla percezione della stessa.

Saluti

Team BeE

Risposta
philip

July 2, 2020 at 3:06 pm

Ho chiamato per un sopralluogo per l´IDRA Next e il Mono Blocco di Innova.

Risposta
BuonoedEconomico

July 2, 2020 at 8:10 pm

Salve Philip,

gli IDRA Next non sono né raffrescatori né condizionatori portatili con tubo, ma dei veri e propri climatizzatori dotati di unità motore.
Quest’ultima, però, funziona ad acqua, e invece di essere installata all’esterno può essere posizionata all’interno dell’appartamento oppure in un sottotetto, ma va comunque collegata a sua volta allo split, quindi anche se non bisogna bucare le pareti esterni per far passare il tubo, bisogna forare quelle interne.
Detto questo gli IDRA Next rappresentano un’ottima soluzione per chi non vuole rovinare l’estetica del proprio immobile, o per quelle situazioni dove l’installazione esterna dell’unità motore si rivela particolarmente difficile o dispendiosa. Lo stesso discorso vale per il Monoblocco Innova, solo che in questo caso l’unità motore è affiancata direttamente allo split in modo da creare appunto un monoblocco.

Saluti

Team BeE

Risposta
philip

July 4, 2020 at 3:33 pm

Grazie per la risposta. Le soluzioni monoblocco sono interessanti ma usano il gas R410A che inquina e credo non esistano quelli con gas R32. Oltre a questo,e’ vero che non raffreddano come i modelli con unita’ esterna, o i nuovi modelli di oggi hanno prestazioni uguali? Oltre IDRA Nxt ho trovato che anche Fintek e NATSU-RYU producono modelli con raffreddamento ad acqua e gas R32. Quali tra questi 3 articoli consigliate sulla base del consumo d´acqua e EER? Grazie in anticipo.

Risposta
Simona Zambelli

May 22, 2022 at 11:26 pm

salve. Io ho acquistato (per necessità) un condizionatore ad acqua della Fintek, dual split. La più brutta esperienza di acquisto mai vissuta! Prodotto totalmente inefficiente (almeno quello che hanno rifilato a me). Per di più lo hanno fatto montata a professionisti non preparati su questo prodotto, quindi lo montato male. Mi hanno lasciato per un anno con il problema irrisolto (!!). Ho dovuto far intervenire uno studio legale per chiedere un intervento risolutivo e, a distanza di un anno, sono arrivati (meglio tardi che mai!). Però, a distanza di due anni, il prodotto non raffredda più (!!). ORA sono proprio stanca e penso di buttare via tutto. Peraltro, quando è in funzione, oltre ad essere molto meno efficiente di quelli ad aria, consuma una vasca intera di acqua ogni 17 minuti (!!!), e fa un rumore assurdo! MAI PIÙ questo prodotto ad acqua e non mi sento di consigliare questo prodotto a nessuno. È solo un oggetto di design ma nella sostanza, nella funzione e nell’assistenza, non ci siamo per niente!
in questi casi, ciò che conta è l’efficienza, il consumo di acqua e soprattutto l’assistenza POST vendita, che deve essere reale, SERIA,ed efficace.
Ero interessata ora al prodotto Idra e a quello della Natsu Ryo (perché pare che metta in circolo l’acqua), ma vorrei capire meglio come fa e se è vero che mette in circolo l’acqua.. C’è qualcuno che ha utilizzato Idra oppure Natsu Ryo?
Sono silenziosi? Quanto consumano in termini di acqua?

Risposta
Lucio

May 24, 2022 at 9:35 am

Salve Simona,

ti confermiamo che il sistema di Natsu Ryo – che, parlando di affidabilità, fa affidamento su compressore ed elettronica firmati Toshiba – utilizza l’acqua come fonte di energia per lo scambio termico. Dunque l’unità deve essere collegata a un rubinetto e a uno scarico e poi il resto dell’installazione avviene come se si trattasse di un sistema split tradizionale. L’acqua di scarico è pulita, viene reimmessa in ciclo e, grazie alla gestione totalmente elettronica, il suo consumo è davvero ridotto al minimo. L’equivalente dell’unità esterna dei tradizionali condizionatori può essere collocata ovunque (in cucina, sotto il lavello o in bagno), quindi nascosta dalla vista, tanto più che non vibra e non fa rumore.

Saluti
Team BeE

Risposta
BuonoedEconomico

July 5, 2020 at 8:44 pm

Per una questione di impatto ambientale ti suggeriamo di prediligere sempre i modelli che usano il gas R32; il punto con i nuovi monoblocco, però, è che la tecnologia è appena agli inizi e quindi in termini di convenienza, efficienza e prestazioni, i climatizzatori con unità esterna sono ancora i migliori al momento. Un altro punto interrogativo delle unità monoblocco è proprio il loro funzionamento ad acqua, considerata la tendenza attuale delle condizioni climatiche e il rischio sempre più elevato di siccità, in un prossimo futuro diventerà vitale evitare gli sprechi di risorse idriche.

Risposta
philip

July 2, 2020 at 3:03 pm

E cosi che funzionano IDRA Next? Non vanno bene?

Risposta
Serena

May 22, 2019 at 9:31 pm

Conoscete Fintek?

Risposta
BuonoedEconomico

May 23, 2019 at 6:18 am

Buongiorno Serena,

noi no, ma vediamo se qualche visitatore ti può dare un consiglio…

Saluti

Risposta
Concetta Giordano

March 4, 2020 at 10:11 pm

Quelli fintek sono ottimi prodotti. Sito Finteksrl.com
Arianna bianchini responsabile vendite 32938695757

Risposta
Mirco Festa

February 13, 2019 at 11:39 pm

Salve, perchè comparate solo quelli della Olimpia? Ci sono anche altre marche di aziende italiane che producono questi macchinari, ad esempio la HT Milano.
Grazie.

Risposta
Andrea

October 30, 2019 at 7:31 am

O.C.M. a Settimo Milanese

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status