Il miglior raffrescatore evaporativo

Ultimo aggiornamento: 23.10.18

Raffrescatori evaporativi – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2018

 

Se volete conoscere quali sono i raffrescatori evaporativi più apprezzati dagli utenti date un’occhiata alle recensioni dei modelli che abbiamo selezionato tra tutti, due in particolare: uno è Klarstein Maxfresh WH che ha tre modalità d’uso, tra cui una specifica per la notte. Include il telecomando. L’altro è oneConcept MCH-1 V2 che spicca per l’eccezionale rapporto qualità/prezzo. Entrambi fungono anche da umidificatori e purificatori perché hanno il filtro integrato e possono essere usati solo come ventilatori.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior raffrescatore evaporativo

 

Se ti trovi impossibilitato a installare un condizionatore o semplicemente preferisci un apparecchio più naturale ed ecologico, un raffrescatore evaporativo è in grado di produrre un piacevole sollievo nelle giornate più afose; leggendo le nostre recensioni ti renderai conto che ha molti pregi, come quello di poter essere usato anche a finestre aperte e di avere consumi ridotti.

Nella nostra classifica trovi una panoramica dei modelli più interessanti sul mercato, mentre leggendo la guida di seguito potrai capire come funzionano questi apparecchi e scegliere quello giusto per te.

Guida all’acquisto

 

Potenza e direzionamento

Il funzionamento di un raffrescatore è piuttosto semplice, si tratta di un dispositivo che forza l’aria ad attraversare un pannello imbevuto di acqua ghiacciata; in questo modo la suddetta aria viene restituita all’ambiente a una temperatura inferiore e purificata da eventuali odori indesiderati e particelle nocive. L’efficacia di questo tipo di prodotto è inferiore a quella di un condizionatore, per cui è bene assicurarsi l’acquisto di un apparecchio con una potenza adeguata per l’ambiente che vogliamo trattare. La misura del getto d’aria in uscita viene espressa in metri cubi all’ora, ti raccomandiamo di verificare questo valore e confrontare prezzi e prestazioni dei vari modelli prima di decidere.

Un altro attributo importante per la resa complessiva di un refrigeratore è la possibilità di direzionare il flusso d’aria: dai modelli dotati di semplici alette che si muovono sull’asse orizzontale, fino ad arrivare a quelli capaci di ruotare addirittura a 360 gradi, a seconda del tuo budget potrai avere un getto d’aria più o meno direzionato e una temperatura ambientale più o meno uniforme.

 

 

 

Peso e portabilità

Una grande qualità dei raffrescatori è che non necessitano di uno sfogo all’esterno come i condizionatori, questo significa che possono essere trasportati liberamente da un ambiente all’altro e possono letteralmente seguirti nelle varie attività all’interno dell’abitazione.

Per questo motivo le migliori marche cercano di contenere il peso dell’apparecchio al minimo, e spesso dotano la parte superiore di maniglie apposite che consentono di tirarlo o spingerlo con maggiore facilità.

Il peso di questo tipo di prodotti può variare anche di parecchi chili, quindi cerca di prestare attenzione a questo dato se il raffrescatore è destinato a una persona anziana o con problemi di mobilità. Di solito i modelli più leggeri sono anche quelli con un serbatoio per l’acqua meno capiente e con una efficacia minore, inoltre hanno bisogno di essere rabboccati più spesso.

Comandi di regolazione

I raffrescatori più economici sono dotati di pochi comandi basilari, che permettono di regolare l’intensità del flusso d’aria e poco altro. Tuttavia spostandosi sulle fasce di prezzo superiori è possibile trre modelli ricchi di funzioni, ideali per chi vuole personalizzare al massimo le condizioni ambientali. A seconda dei modelli è possibile impostare l’accensione ritardata grazie al timer, e perfino programmare la settimana e il mese successivo giorno per giorno.

Se la meccanica lo consente è possibile controllare anche la direzione del getto d’aria, così come l’ampiezza e la velocità del movimento. Alcuni marchi prevedono la possibilità di impostare un’emissione d’aria intermittente e variabile, che mira a simulare l’effetto di una brezza naturale.

La scelta più comoda è sicuramente quella di un raffrescatore dotato di telecomando, in questo caso esistono modelli che hanno anche uno spazio apposito per riporlo, così da non perderlo in giro per la casa.

 

I migliori raffrescatori evaporativi del 2018

 

Per raffreddare l’aria senza installare costosi condizionatori che prevedono lavori impegnativi, ti consigliamo l’acquisto di uno dei migliori raffrescatori evaporativi, che con il semplice utilizzo di una ventola e di acqua fredda riescono a mitigare il caldo in casa e al tempo stesso ti fanno risparmiare soldi e tempo.

 

Prodotti raccomandati

 

Klarstein Maxfresh WH 

 

Principale vantaggio:

Il raffrescatore evaporativo Maxfresh WH, prodotto dalla ditta Klarstein, ha il pregio di essere un modello 3 in 1 e di poter essere usato soltanto come ventilatore, oppure nella sua funzionalità completa di umidificatore e purificatore d’aria, grazie alla presenza di un filtro estraibile.

 

Principale svantaggio:

Lo svantaggio, in realtà, è subordinato alle esigenze dell’utente e alle condizioni ambientali; può rinfrescare l’aria e mantenere la corretta percentuale di umidità, ma non offre certo le prestazioni di un climatizzatore.

 

Verdetto 9.6/10

È un raffrescatore poco ingombrante, facile da trasportare, poco rumoroso e, soprattutto, consuma poca corrente; è uno dei modelli più apprezzati dai consumatori.

Acquista su Amazon.it (€169,99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Basso consumo energetico

Il Klarstein Maxfresh WH è un particolare tipo di ventilatore che integra la funzione di umidificatore, in modo tale da mantenere la giusta percentuale di umidità nell’aria; questo tipo di ventilatori sono noti come raffrescatori evaporativi, perché il loro funzionamento si basa appunto sull’evaporazione naturale dell’acqua, contenuta in un piccolo serbatoio integrato alla base dell’elettrodomestico.

L’efficienza del raffrescatore Klarstein è elevata, come vedremo più avanti esaminando le sue specifiche, ma rimane comunque inferiore rispetto a quella di un condizionatore portatile, dato che può rinfrescare l’aria e farla circolare, ma non è in grado abbassare la temperatura ambiente.

In compenso, però, assorbe solo 65 Watt di potenza, equivalenti a un normale ventilatore a piantana di buona qualità, quindi consuma meno elettricità rispetto a un condizionatore, inoltre offre diverse funzionalità che lo rendono molto versatile ed efficace.

3 in 1

La vaschetta estraibile per l’acqua ha una capienza di ben sei litri e, all’occorrenza, può essere riempita anche soltanto con cubetti di ghiaccio, o con i due siberini inclusi nella dotazione degli accessori insieme al telecomando; i siberini, cioè le tavolette refrigeranti, possono essere tranquillamente conservate nel comparto freezer del frigorifero, ed utilizzate solo quando sono necessarie.

La funzione di umidificatore può anche essere esclusa, nel qual caso il Maxfresh WH funziona come un normale ventilatore; la presenza di un filtro estraibile inoltre, facilmente lavabile con acqua, aggiunge anche la funzione di purificazione dell’aria, trattenendo le particelle di polvere, fumi e odori, rivelandosi adatto soprattutto a coloro che hanno problemi di allergia o alle vie respiratorie.

 

Facile e comodo da usare

L’accesso alle varie funzionalità è semplice, grazie al pannello di controllo a sei tasti collocato sulla parte superiore, vicino allo schermo LED con simboli intuitivi; tra le funzioni integrate, ovviamente, è presente anche un timer programmabile a intervalli di un’ora, fino a una durata massima di otto ore.

La corretta circolazione dell’aria è garantita dalla presenza di lamelle oscillanti, attivabili a seconda della necessità direttamente dal pannello di controllo oppure, come tutte le altre funzionalità, dal comodo telecomando fornito in dotazione; le sue dimensioni compatte lo rendono poco ingombrante e le ruote girevoli, inoltre, gli permettono di essere posizionato ovunque si desideri, con estrema facilità.

L’unica pecca, secondo le opinioni di alcuni acquirenti, è il cavo di collegamento lungo solo un metro, circa, il quale ne condiziona fortemente la mobilità, obbligando a utilizzare una prolunga.

 

Acquista su Amazon.it (€169,99)

 

 

 

oneConcept MCH-1 V2 

 

Anche in questo caso parliamo di un rinfrescatore d’aria, non di un climatizzatore. Detto questo, le prestazioni del modello distribuito da oneConcept hanno complessivamente soddisfatto gli utenti. Il vantaggio immediatamente visibile è l’ottimo rapporto qualità/prezzo al quale può essere acquistato: si tratta infatti dell’elettrodomestico di queste dimensioni di gran lunga più economico presente in classifica.

Il funzionamento è lo stesso dei modelli del genere: va riempito il serbatoio con acqua fredda inserendo gli accumulatori di freddo inclusi per aumentare il fresco. In questo modo l’aria calda della stanza viene raffreddata e quindi l’ambiente risulta più fresco.

Non solo, questo prodotto può essere usato anche come normale ventilatore, quando il caldo non è eccessivo. Si tratta comunque di un modello completo perché è in grado anche di umidificare l’aria e di purificarla mediante il filtro integrato. L’aria sarà quindi non solo più fresca ma anche più salubre. È possibile impostare tre livelli di potenza, il timer e direzionare il flusso d’aria. Le rotelle permettono di spostare facilmente l’apparecchio.

Rivediamo adesso in sintesi quali sono i maggiori vantaggi e svantaggi di questo modello che abbiamo deciso di inserire nella nostra guida per scegliere il miglior raffrescatore evaporativo.

Pro
Qualità/prezzo:

Difficile trovare sul mercato un raffrescatore evaporativo a questo prezzo. Le funzioni, infatti, sono le stesse di tanti altri modelli simili che però costano il doppio.

Multiuso:

Questo apparecchio non solo rinfresca l’aria, ma la umidifica e la purifica rendendo l’ambiente complessivamente più salubre. Può essere usato anche come semplice ventilatore.

Funzioni:

Tra le funzioni c’è il timer, la possibilità di direzionare il flusso d’aria e di impostare tre livelli di potenza.

Contro
Telecomando:

Le varie regolazioni devono essere impostate direttamente dal pannello presente sul raffrescatore perché non c’è il telecomando.

Istruzioni:

Il raffrescatore non è difficile da usare ma qualcuno avrebbe gradito che il manuale di istruzioni fosse stato anche in italiano.

Acquista su Amazon.it (€149,99)

 

 

 

Argoclima Polifemo

 

Un design innovativo caratterizza quello che probabilmente è il miglior raffrescatore evaporativo del 2018, un modello dall’aspetto simile alla turbina di un aereo che si adatta bene a un arredamento moderno.

Funziona secondo il sistema brevettato da Argo, in cui viene emessa aria fresca e purificata grazie alla presenza di un filtro ulteriore al pannello evaporativo. L’aspetto bizzarro non è solo una ricercatezza estetica, dato che al contrario dei modelli dotati di alette questo è in grado di ruotare fino a 360 gradi e distribuire la ventilazione in modo del tutto uniforme.

Ha un display luminoso centrale che contribuisce al fascino moderno di questo prodotto, nonché un telecomando che può essere risposto sul retro dell’apparecchio quando non viene usato, così da non perderlo in casa.

Grazie alle tre opzioni di funzionamento puoi regolare la potenza di emissione e di conseguenza il livello di rumore emesso, e puoi decidere in anticipo quando farlo spegnere grazie al timer che si può impostare a intervalli di 30 minuti.

Per gli amanti del design questo potrebbe essere proprio il modello adatto. Visto che l’estetica non è tutto, andiamo a scoprire quali sono i suoi pro e contro qui di seguito. Si potrà anche cliccare sul link del negozio dove acquistare il prodotto a un prezzo vantaggioso.

Pros
Design:

L’estetica ricorda quella di una turbina di un aereo, un bel tocco che non mancherà di deliziare gli appassionati di design.

360°:

Si distingue da altri modelli in circolazione per la sua rotazione a 360° che permette di ventilare al meglio l’ambiente.

Funzioni:

Sarà possibile selezionare la potenza a seconda della quale il modello sarà più o meno rumoroso, inoltre si potrà impostare il timer per lo spegnimento o per farlo funzionare a intervalli di 30 minuti.

Cons
Acqua demineralizzata:

Sembra che questo prodotto funzioni solo con acqua demineralizzata.

 

Acquista su Amazon.it (€127)

 

 

 

Suzada condizionatore portatile

 

In questo caso parliamo di un modello molto particolare perché mini: è infatti un cubo che misura solo 17 cm per lato e pesa poco circa 1 kg. Il vantaggio è che, a differenza degli altri, è possibile portarlo praticamente ovunque, per esempio in auto. Ma per lo più si utilizza come rinfrescatore da scrivania, mentre si studia o si lavora per avere refrigerio in una giornata torrida.

Lo svantaggio, naturalmente, è che riesce a rinfrescare una porzione di spazio molto limitata che va poco oltre il metro. Nonostante le dimensioni ridottissime, il funzionamento è lo stesso di quello dei cugini maggiori: anche questo ha un serbatoio che va riempito con acqua fredda ma l’apparecchio può essere usato anche come semplice ventilatore.

La capacità del serbatoio è sufficiente per circa 8 ore (almeno così dichiara il produttore). Il rinfrescatore funge anche da umidificatore e purificatore d’aria grazie al filtro integrato. Il design è gradevole, come l’alternanza delle sette luci a Led che fanno molto atmosfera. Anche il prezzo è mini.

Ecco un breve quadro riepilogativo del piccolo rinfrescatore Suzada che ha ampiamente soddisfatto le aspettative degli utenti. Rivediamo perché.

Pro
Dimensioni:

Si tratta di un raffrescatore che misura appena 17 cm per lato e pesa circa 1 kg, per cui si può usare ovunque, sulla scrivania così come in auto.

Funzioni:

Non rinfresca solo l’aria calda che passa attraverso l’acqua fredda, ma la umidifica e la purifica grazie al filtro interno.

Qualità/prezzo:

Questo piccolo apparecchio è stato molto gradito dalla maggioranza degli utenti, anche considerando che ha un prezzo davvero competitivo.

Contro
Raggio d’azione:

È un modello mini, per cui il raggio d’azione è limitato. Difficile sentirne i benefìci oltre 1,2 metri.

Alimentazione:

Il dispositivo include solo un cavo di alimentazione USB per connetterlo, per esempio, a un computer, ma non quello per collegarlo a una normale presa a parete.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Argoclima Husky

 

Se ti stai chiedendo come scegliere un buon raffrescatore evaporativo, ti consigliamo innanzitutto di valutare la potenza del flusso d’aria, che viene espressa in metri cubi all’ora. Uno dei motivi per cui questo modello è tra i più venduti è proprio che riesce a emettere 400 m3/ora, sopra la media anche di concorrenti costosi, nonostante i suoi consumi restino bassi.

Esteticamente è molto semplice e lineare, con i pulsanti in alluminio spazzolato come unica nota di prestigio, posti accanto al display di controllo; è incluso anche un telecomando con icone intuitive, che può essere riposto dietro l’apparecchio stesso quando non viene utilizzato.

L’aria esce più pulita di quanto non sia in entrata grazie al filtro apposito e agli ioni d’argento, che favoriscono l’eliminazione delle particelle inquinanti che potrebbero essere presenti nell’ambiente. Le alette sul davanti hanno il pregio di muoversi non solo verticalmente, come nella maggior parte dei ventilatori, ma anche orizzontalmente, così da raggiungere ogni angolo della stanza.

Magari non è il più economico sulla piazza, ma Argoclima Husky è probabilmente uno dei più potenti raffrescatori venduti online. Passiamo ora in rassegna i suoi vantaggi e i suoi svantaggi.

Pros
Potente:

Emette 400 m3/h per una potenza di flusso davvero sorprendente. Ideale per ambienti dove fa particolarmente caldo, come un appartamento o ufficio nel pieno centro cittadino.

Aria pulita:

Il filtro e gli ioni d’argento permettono al raffrescatore di emettere aria pulita che, oltre a rinfrescare, elimina anche le particelle inquinanti nell’ambiente.

Alette:

Le alette anteriori si muovono sia verticalmente che orizzontalmente per raggiungere ogni angolo della stanza.

Cons
Prezzo:

Per portarsi a casa questo raffrescatore bisognerà spendere un po’, quindi è bene capire se si ha davvero bisogno di tutta la sua potenza.

Rumore:

Come altri modelli, anche questo ha il solito problema del rumore emesso specialmente quando impostato sulle velocità più alte.

Acquista su Amazon.it (€152)

 

 

 

Ferrari G50023 Frio

 

Nonostante l’aspetto sbarazzino dovuto al colore verde e alla stampa del dente di leone sul pannello frontale, questo apparecchio ha un flusso d’aria invidiabile di  650m3/ora e un’autonomia fino a 10 ore che lo rende il compagno ideale durante la notte, al contrario di molti altri prodotti offerti sul mercato che hanno necessità di essere rabboccati spesso.

Incluse nella confezione troverai due mattonelle riutilizzabili, che poste nell’acqua ne abbassano la temperatura e massimizzano l’effetto di raffreddamento. La ventola può essere regolata su tre velocità e le alette oscillanti aiutano a far circolare correttamente l’aria fresca in tutta la stanza.

Ovviamente siamo ancora lontani dai risultati che si possono ottenere con un vero condizionatore domestico, ma le caratteristiche nominali rendono questo raffrescatore particolarmente interessante, a patto di non essere infastiditi dalla vivacità dell’estetica, che sicuramente mira a farsi notare e non a mimetizzarsi con l’ambiente circostante.

Se si cerca un modello economico con una fantasia diversa dal solito, allora il Ferrari G50023 Frio potrebbe fare al caso proprio. Qui di seguito si troveranno elencati i suoi due vantaggi e due svantaggi.

Pros
Potente:

Può emettere aria fino a 650 m3 all’ora, utile per chi ha bisogno di rinfrescare bene un ambiente. È inoltre dotato di purificatore integrato.

Autonomia:

Dura fino a 10 ore senza dover essere ricaricato.

Cons
Design:

Sebbene possa essere piacevole, il design informale del prodotto potrebbe non renderlo adatto a un ufficio.

Timer:

Non è dotato del timer per impostare lo spegnimento automatico.

Acquista su Amazon.it (€95,5)

 

 

 

Argoclima Bear

 

Design classico e buone prestazioni per questo modello del marchio Argo, uno dei più noti produttori di raffrescatori portatili. Il funzionamento interno è abbastanza standard: la tanica posteriore va riempita con acqua fredda, possibilmente ghiacciata, per mantenere costantemente bagnato il pannello evaporativo, che in questo caso è lavorato a nido d’ape per trattenere meglio l’umidità.

Prima di attraversare il pannello imbevuto d’acqua, l’aria calda passa attraverso un filtro e una volta reimmessa nell’ambiente non è solo più fredda, ma anche più pulita.

Uno dei vantaggi di questi apparecchi è di poter essere facilmente spostati da una stanza all’altra, dato che non necessitano di sfoghi all’esterno, e in questo caso le maniglie laterali rendono l’operazione ancora più agevole. I comandi sono pochi e intuitivi: ti permettono di regolare l’intensità del raffreddamento in tre gradazioni, di cui l’ultima è silenziosa e quindi utilizzabile quando si dorme, e di impostare un timer che attivi l’autospegnimento dopo un tempo predeterminato.

Il funzionamento essenziale e il prezzo tutto sommato contenuto di questo nuovo modello hanno conquistato gli utenti. Vediamo adesso quali sono i suoi quattro vantaggi principali e l’unico svantaggio riscontrato.

Pros
Qualità-prezzo:

Il raffrescatore di Argoclima può essere acquistato a prezzi bassi pur garantendo delle buone performance.

Essenziale:

Il funzionamento è essenziale, ideale per chi cerca un modello senza troppi fronzoli.

Ruote:

L’apparecchio è munito di ruote che gli permettono di essere spostato con comodità tra le stanze in modo da posizionarlo dove c’è più bisogno.

Funzioni:

Dispone di tre programmi di raffreddamento e un timer per l’autospegnimento.

Cons
Rumoroso:

Il prodotto è risultato un po’ rumoroso, quindi è sconsigliato per un utilizzo nelle ore notturne se si ha il sonno leggero.

 

Acquista su Amazon.it (€92,39)

 

 

 

MACOM 997 Breeze Tower

 

Nel decidere quale raffrescatore evaporativo comprare, probabilmente avrai notato che la maggior parte sono dei parallelepipedi ingombranti, che alla fine della stagione estiva devono essere riposti da qualche parte. Al contrario questo modello a torre è sottile e si può usare discretamente ponendolo in un angolo, oltretutto è piacevole a vedersi e quindi non sfigura neanche in salotto. Nella confezione sono compresi due mattoncini refrigeranti, per abbattere la temperatura dell’acqua nel serbatoio, e un telecomando per agire sulle funzioni da remoto.

Si tratta di un prodotto leggero, soprattutto se comparato agli altri apparecchi venduti online, che pesa solo 6 kg ed è semplice da spostare grazie alle rotelle sul fondo.

Puoi scegliere fra tre diverse velocità e godere della funzione oscillante a 90 gradi, che permette di diffondere l’aria fresca in tutte le direzioni.

Alcuni utenti ne lamentano la rumorosità, quindi tienine conto se stai cercando un raffrescatore da utilizzare in camera da letto.

La nostra guida per scegliere il miglior raffrescatore evaporativo continua con un elenco dei lati positivi e negativi di questa torre che potrà tenere fresco l’ambiente in ufficio o nella propria abitazione.

Pros
Compatto:

Si tratta di un modello sottile che potrà essere riposto comodamente in ripostiglio o in un angolo una volta finito il caldo estivo.

Leggero:

Pesa solamente 6 kg, inoltre le ruote lo rendono molto facile da spostare.

Funzioni:

Oltre alle tre diverse velocità di raffrescamento, può essere impostata la modalità oscillante a 90 gradi per diffondere uniformemente l’aria fresca nella stanza.

Design:

Ha un aspetto estetico piacevole a differenza dei soliti raffrescatori, quindi potrà essere messo in salotto o nella sala d’attesa di un ufficio.

Cons
Rumoroso:

Secondo i pareri di alcuni utenti il modello è un po’ troppo rumoroso per essere usato in camera da letto.

 

Acquista su Amazon.it (€184,77)

 

 

 

Come utilizzare un raffrescatore evaporativo

 

La scelta di un oggetto in grado di apportare benefici simili per efficacia all’azione svolta dai condizionatori fissi o mobili, spinge un buon numero di utenti verso un diverso elettrodomestico: il raffrescatore evaporativo. Qui di seguito abbiamo incluso una serie di consigli per un uso consapevole e sicuro del prodotto.

Collegate il raffrescatore a una presa di corrente nelle vicinanze della zona scelta

Trattandosi di un elettrodomestico che richiede un consumo inferiore rispetto ai più potenti condizionatori, è fondamentale posizionarlo all’interno della stanza da rinfrescare, in questo modo si avranno benefici immediati e un controllo efficace sull’azione svolta.

 

Controllate la presenza di alette e movimenti con cui direzionare l’aria

Nei modelli di fascia media, la presenza di alette favorisce e migliora la circolazione dell’aria.

È inoltre possibile variare la direzione complessiva, con una rotazione di 360 gradi del rinfrescatore e una conseguente movimentazione d’aria.

 

Assicuratevi che il serbatoio per il carico di acqua o del ghiaccio sia capiente

Funzionando con il passaggio di aria resa più fresca grazie al contatto con una zona più fredda, è buona norma conoscere la portata complessiva del serbatoio in cui inserire l’acqua o i cubetti di ghiaccio.

 

Se dotato di ruote, utilizzate e controllate che siano presenti maniglie adatte

Nei modelli mobili di raffrescatori evaporativi è bene sincerarsi della buona scorrevolezza delle ruote di cui sono dotati. È utile poi che il prodotto possa essere spostato senza troppo rumore e in maniera intuitiva, sfruttando anche una maniglia dedicata e controlli semplici per tutti.

 

Non inserite oggetti nelle griglie

La presenza di griglie e feritoie per un passaggio progressivo dell’aria, costituisce un aspetto essenziale del corpo principale di questo oggetto. Il nostro consiglio è di non forzare in alcun modo le aperture, così da evitare di invalidare la garanzia o compromettere il corretto funzionamento dell’oggetto.

 

Mantenete pulita la vasca per l’acqua

Il vantaggio di un raffrescatore sta tutto nell’assenza di sostanze chimiche refrigeranti.

Per questa ragione, la manutenzione della zona in cui viene versata l’acqua deve avvenire su base regolare, evitando l’accumulo di polvere o la formazione di organismi che proliferano in presenza di umidità.

 

Programmate funzionalità e potenza

Alcuni modelli consentono di modificare, a seconda dei bisogni, la potenza attraverso un pannello di controllo dedicato. Tale opportunità consente di variare e ottimizzare il consumo energetico in base ai reali bisogni, così da contenere il costo in bolletta.

Tenete d’occhio il livello dell’indicatore dell’acqua

Se presente, è bene non perdere di vista il contenitore dell’acqua e l’indicatore di livello correlato. Di solito si trova nella parte frontale, così da non sfuggire allo sguardo dell’utente, che può così sincerarsi della scorta rimasta.

 

Sfruttate l’avvolgicavo una volta disattivato il raffrescatore

A fine lavoro è bene riporre il raffrescatore evaporativo in una zona che non sia d’intralcio o di passaggio. A questo proposito, vi consigliamo di sfruttare il comodo avvolgicavo per ridurre al massimo l’ingombro complessivo e migliorare la maneggevolezza e l’operatività del prodotto.

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Condizionatore portatile

Raffrescatore evaporativo

Climatizzatore portatile

Il miglior condizionatore

Deumidificatore

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (130 votes, average: 4.67 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.