fbpx

Daikin: i consigli per risparmiare sui consumi del climatizzatore

Ultimo aggiornamento: 18.09.19

 

 

La multinazionale giapponese ha fatto condurre un esperimento dal suo team di esperti al fine di determinare se conviene spegnere il climatizzatore quando si esce di casa per poco tempo.

 

Se durante l’inverno sono maggiormente usati i caloriferi rispetto ai climatizzatori per rendere la casa più calda, durante l’estate non c’è verso: l’unica soluzione sono i secondi. Ciò chiaramente ha il suo peso sulla bolletta elettrica. Molto spesso il caldo torrido ci obbliga a lasciare il climatizzatore acceso per tante ore, spesso anche di notte. È chiaro che cerchiamo di spegnerlo alla prima occasione, anche solo per poco, magari perché dobbiamo allontanarci un attimo, il tempo di andare a fare la spesa sotto casa. 

Ma è la mossa giusta? Si risparmia davvero facendo in questo modo? D’istinto verrebbe di rispondere con un secco “sì”. Dopotutto il ragionamento è semplice: se il condizionatore è spento, non consuma. Eppure dipende dai casi. Non siamo noi a dirlo. Daikin, leader del settore, ha condotto un esperimento al fine di determinare cosa accade in termini di consumi se si spegne il condizionatore per un breve periodo. Conviene? Non conviene? Avete sempre sbagliato fino ad oggi? Per conoscere la risposta pazientate e proseguite con la lettura perché ne vedrete, o meglio, ne leggerete delle belle.

 

La squadra speciale di Daikin

Daikin ha sguinzagliato i suoi esperti al fine di consentire ai suoi clienti di risparmiare sui consumi. Avere un buon climatizzatore Daikin con la migliore classe energetica possibile è certamente un ottimo punto di partenza ma si può fare ancora meglio: consumare di meno si può e ve lo dimostra il Daikin Investigation Team. 

Tutto passa, naturalmente, da un utilizzo responsabile e consapevole del climatizzatore ma, per l’appunto può capitare che ciò che si ritiene “uso responsabile” non lo sia. Tutti noi prendiamo degli accorgimenti al fine di avere una bolletta energetica sostenibile ma non è detto che quegli accorgimenti siano corretti. 

Ad esempio, voi cosa fate quando uscite di casa per una mezz’oretta? Spegnete il climatizzatore per poi riaccenderlo al rientro oppure lo lasciate acceso? In entrambe i casi potreste fare la cosa sbagliata. Paradossale, vero? Per rendervi la questione più chiara tra un attimo vi presenteremo un esperimento (e le relative conclusioni) condotto dalla squadra di esperti Daikin. 

 

 

La parola agli esperti

Il test condotto dagli esperti di Daikin è molto semplice. Sono stati scelti due appartamenti identici per metratura e caratteristiche, dunque stesso isolamento termico e così via. L’esperimento si è svolto dalle ore 9 alle ore 23. Nel primo appartamento il condizionatore (naturalmente in entrambe le case c’era lo stesso modello impostato alla stessa temperatura) è rimasto acceso senza interruzioni dalla mattina alla sera. Nel secondo, invece, il climatizzatore è stato acceso e spento a intervalli di 30 minuti. 

Che cosa è stato osservato? Durante il periodo tra le 9 e le 18 è più conveniente lasciare il condizionatore acceso se ci si allontana per un breve periodo. Nella seconda fascia oraria, invece, è vero il contrario. Com’è possibile. Ve lo spieghiamo subito e se ci pensate bene è anche una cosa piuttosto evidente. La prima fascia oraria è caratterizzata dalle temperature più alte e dunque la differenza con quella impostata sul condizionatore è maggiore. Se la macchina viene spenta, anche solo per 30 minuti, impiegherà maggior tempo ed energia per riportare l’ambiente alla temperatura confortevole. 

Durante la seconda fascia oraria, la temperatura tende ad abbassarsi e di conseguenza si riduce la differenza con quella impostata sul climatizzatore. In questo caso al climatizzatore è richiesto uno sforzo minore per riportare l’ambiente alla temperatura confortevole e di conseguenza consuma meno.

 

 

La app di Daikin

Daikin non mette a disposizione dei consumatori soltanto dei buoni consigli ma fornisce loro degli strumenti che possano dare un ulteriore contributo alla migliore gestione dei consumi. Tra questi c’è la app Daikin Online Controller che permette di controllare il climatizzatore da remoto, anche quando non si è in casa. 

Con questa app l’utente può accendere  e spegnere la macchina quando lo ritiene opportuno rendendo superfluo dover programmare il timer. Tutto ciò di cui avete bisogno è una rete Wi-Fi domestica e naturalmente uno smartphone. Per configurare l’app bastano pochi minuti e in caso di dubbi la multinazionale giapponese ha messo a disposizione di tutti suoi clienti un video tutorial che semplifica ulteriormente le cose. 

Va detto che, sebbene molti dei condizionatori Daikin sono compatibili con l’applicazione, bisogna controllare sul sito se ciò è vero anche per il modello che si possiede.

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status