fbpx

I 5 Migliori Spumanti del 2019

Ultimo aggiornamento: 14.11.19

 

Spumante – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Lo spumante è il giusto completamento di ogni festa che si rispetti, ma può essere anche abbinato a piatti salati, soprattutto di carne, pesce e formaggi. Il primo elemento da controllare è l’etichetta, che vi farà sapere se si tratta di un DOC, DOCG o niente di tutto questo. Altri elementi che possono farvi capire se è di qualità sono, per esempio, il colore e il perlage. Come trovare quello dal miglior rapporto qualità/prezzo? Date uno sguardo alla nostra guida per sapere quali caratteristiche non trascurare. Se non ne avete il tempo, qui trovate un piccolo squarcio sui prodotti che ci hanno convinto di più. Ferrari – Spumante Trento DOC Metodo Classico è un tuffo nella tradizione, con uve Chardonnay e un profumo inconfondibile. Franciacorta – Berlucchi Cuvee Imperiale 0,75 lt è invece la risposta per quanti cercano un giusto mix tra uve Chardonnay e Pinot Nero.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior spumante?

 

Come completamento per una festa o semplicemente da gustare in compagnia, lo spumante è una bevanda piena di bollicine che piace a molti. Per trovare quello dal miglior rapporto qualità/prezzo, leggete la nostra guida che può fornirvi utili suggerimenti. Confrontate le caratteristiche presenti nelle nostre recensioni, per determinare la vostra scelta.

 

 

L’etichetta

Lo usiamo spesso per accompagnare i dessert o le torte alle feste di compleanno, ma lo spumante è in realtà un vino che prende questa denominazione proprio per la schiuma che produce all’apertura.

Questa è una delle caratteristiche che non possono mancare in un prodotto del genere e che ne determinano la qualità. Un altro particolare di grande rilevanza è il gusto dello spumante, che può tendere al dolce o al secco.

Ci sono diverse gradazioni, ma le più gettonate sono solitamente il Brut o il Dolce, che appagano i palati della maggior parte degli utenti. Questa e altre indicazioni potete trovarle sull’etichetta, che riporta nozioni essenziali per chi deve operare la scelta.

Il metodo di produzione determina spesso anche il costo: lo Charmat prevede la fermentazione nei tini, lo Champenois in bottiglia, operazione che richiede maggiori spese. Lo spumante può essere DOC, di origine controllata, o DOCG, ovvero prodotto in un’area specifica che gli dà vita in base a determinate regole.

Nella classifica in basso potete trovare diversi prodotti tra i quali selezionare quello perfetto per la vostra tavola.

 

Come determinare la qualità

Individuare la migliore marca in circolazione dipende da una serie di caratteristiche che potrete verificare solo una volta avuto in mano il vostro spumante. Il colore, innanzitutto, che sarà giallo se è giovane e con una gradazione alcolica non esagerata.

La trasparenza è un altro fattore importante: se lo spumante si presenta ambrato o opaco non ha avuto la giusta conservazione e potrebbe non avere un buon sapore. L’aroma, appunto, deve essere fruttato e con una nota di fiori: se questa caratteristica manca, non state bevendo un prodotto valido.

La fanno da padrone le bollicine, che più sono sottili, più lo spumante è pregiato. Anche il numero fa la differenza: se ce ne sono tante, si tratta di una bevanda pregiata, se sono poche probabilmente è vecchia e quindi di pessima qualità.

La persistenza delle bolle, che è indicata con il nome di perlage dagli intenditori, è un altro indice di bontà, in quanto la sua presenza stabilisce la validità dello spumante.

 

 

La scelta in base al cibo

Una volta confrontati i prezzi degli spumanti presenti sul mercato, sarà importante stabilire anche quando berlo e quindi il tipo di accostamento da fare con il cibo. Naturalmente quello dolce sarà da preferire per accompagnare la torta o il dessert dopo cena.

Il Brut andrà bene con gli antipasti ma anche con panettone o pandoro, fino ad arrivare ai pregiati Rosè da abbinare a piatti di carne o pesce. Ricordate anche di mettere la bottiglia al fresco o in un secchiello con del ghiaccio, per mantenerla a una temperatura gradevole che ne esalti l’aroma.

 

I 5 Migliori Spumanti – Classifica 2019

 

Ecco qui le recensioni dei cinque prodotti che abbiamo preferito tra tutti quelli venduti online. Date un’occhiata alle loro caratteristiche per determinare quale spumante comprare.

 

1. Ferrari Spumante Trento DOC Metodo Classico Brut

 

Principale vantaggio:

Una vera e propria sicurezza a tavola, dall’antipasto ai primi o secondi di pesce. Uno tra gli spumanti che più facilmente trova buoni abbinamenti grazie al suo gusto secco e gradevolmente aromatico.  

 

Principale svantaggio:  

Rimane un punto di riferimento per i meno esigenti che non ricercano l’eccellenza a tutti i costi. Del resto il prezzo è molto conveniente non per caso.

 

Verdetto: 9.7/10

Uno spumante di sicuro successo, brut con lavorazione classica che si fa apprezzare per il delicato bouquet di sapori che si sposano bene con aperitivi e piatti a base di pesce. Realizzato a partire da sole uve Chardonnay, cresciute sui monti trentini. Un’eccellenza italiana che rappresenta una garanzia per celebrare momenti speciali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Uve del trentino

Lo spumante Ferrari è uno dei punti fermi delle occasioni speciali da celebrare a tavola. Ha una tradizione decennale e una fama che lo rende un punto di riferimento dell’eccellenza italiana nel mondo. Si può bellamente comparare con i più prestigiosi champagne che hanno prezzi di gran lunga superiori. Per realizzarlo vengono impiegate esclusivamente uve Chardonnay del Trentino. Cresciute in clima montano hanno un basso grado alcolico e una grande resa di aromi e sfumature di sapore delicate e sorprendenti.

È un DOC, quindi la certificazione dell’origine delle uve comporta anche una certa garanzia sulla stabilità del sapore di ogni bottiglia. Per quanto siano sempre soggette a subire variazioni da un anno all’altro. Il prezzo è quello che più rende questa soluzione accattivante, accessibile e ragionevole, tipico di una grande produzione che varca anche i confini nazionali.

Lavorazione classica

Ferrari produce spumanti dall’inizio del Novecento. È una casa vinicola storica che spesso firma le bollicine che accompagnano lo stile italiano nel mondo. Una garanzia di qualità del prodotto e rispetto dell’autentica lavorazione originaria. Il Brut Trento DOC è realizzato rispettando il metodo classico, ma è nel listino dell’azienda solo dal 1991.

Gli spumanti migliori sono prodotti seguendo rigidi dettami che conferiscono loro qualità e pregio. In questo caso è impiegato il metodo classico per la lavorazione delle uve perché fermentino producendo le gradevoli bollicine in maniera delicata e persistente. Due anni di affinamento in bottiglia permettono al vino di assumere il tipico sapore e il colore paglierino caratteristici.

La gradazione alcolica è di 12,5°, quindi non altissima e si presta a essere consumato rigorosamente freddo, a 6°C. Rispetto agli altri spumanti di Casa Ferrari, si caratterizza per una minore pressione dell’anidride carbonica.

 

Un bouquet ricco e piacevole

Il gusto classico del brut, lo rende un vino da tavola, quindi non da dessert o solamente da aperitivo. Ha un gusto gentile ma intenso, nel quale spiccano le note di frutta matura e permane a lungo in bocca. Piacevole il retrogusto di crosta di pane e nocciola che rendono particolarmente incisivo e intenso il sapore di questo speciale spumante.

Il tipico gusto secco del brut qui risulta particolarmente gradevole ed elegante. La raccolta manuale dell’uva in settembre permette un’attenta selezione dei singoli acini che servono per realizzare uno spumante di qualità medio alta. Frutto di grande sapienza e accuratezza in ogni fase di produzione. 

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Franciacorta Brut Cuvée Imperiale DOCG Berlucchi

 

Esternamente il prodotto si presenta bene, con una scritta e il marchio tipico di Franciacorta.

Il processo di vinificazione passa attraverso una spremitura delicata, con frazionamento dei mosti così da avere un prodotto di migliore qualità, passato attraverso un’attenta selezione.

Gli amanti dello spumante secco troveranno poi in questa proposta una scelta in linea con il gusto e l’apprezzamento per sentori di frutta e aromi floreali. Il sapore è pieno e riempie la bocca, con una nota caratteriale che è anche la migliore cifra di uno spumante tra i più venduti sul mercato e che rappresenta un marchio rigorosamente made in Italy, capace di soddisfare quanti guardano a uno spumante di buona qualità, con cui fare una buona figura durante un’occasione speciale. Ottimo come aperitivo, ben si lega ad antipasti e piatti di pesce, formaggi e ad accompagnare anche carni bianche.

Un altro prodotto dal nome importante, noto in Italia e nel mondo per la sua qualità. Vediamo qui di seguito quali aspetti positivi e negativi lo accompagnano.

Pro
Perlage:

Molti sanno che la presenza più o meno decisa di bollicine in un Franciacorta al momento della sua apertura, fa la differenza tra un prodotto di qualità o meno; in questo caso troverete un prodotto dal perlage persistente ma sottile, cosa che ne aumenta il pregio.

Gli aromi:

Il Franciacorta è creato con uva Chardonnay e Pinot nero, arricchita da una leggera ma piacevole nota fruttata e floreale, cosa che gli dona anche un colore giallo pallido bello alla vista nonché un sapore pieno con un accenno di aspro.

Spedizione:

Da non sottovalutare è la spedizione, soprattutto quando si vuole comprare online un prodotto dall’aspetto fragile e delicato; gli utenti hanno sottolineato l’efficienza e la puntualità del corriere, nonché un imballaggio perfetto dell’articolo, arrivato senza alcun danno rilevante.

Contro
L’etichetta:

Soprattutto quando si hanno ospiti a pranzo o cena, l’aspetto di una bottiglia di Franciacorta che accompagna i pasti è importante; alcuni utenti hanno lamentato, per l’appunto, la presenza di alcune etichette attaccate storte o comunque al contrario, creando confusione nei commensali.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Ca’ del Bosco Franciacorta Cuvee Prestige

 

Quello di Ca’ Del Bosco è il miglior spumante per chi è alla ricerca di un prodotto DOCG: prodotto in Lombardia, nasce dall’unione di diverse uve che ne caratterizzano il sapore particolare.

Al suo interno ci sono infatti Chardonnay, Pinot nero e Pinot bianco, che vengono lasciate fermentare per ben 28 mesi. Il risultato è uno spumante Brut con una nota acidula, molto apprezzata da chi ha potuto assaporarlo.

L’abbinamento perfetto per questo prodotto è quello con il salato: pesce, risotti, sughi bianchi saranno esaltati dal suo accostamento. Il perlage è delicato e il profumo elegante, proprio di uno spumante non dozzinale, quindi adatto anche a un regalo prestigioso.

Ciò che non convince è purtroppo il prezzo, ritenuto un po’ troppo alto per il formato della bottiglia, da 0,75 cl. Non possiamo dunque consigliarlo a chi sta cercando una delle offerte più convenienti per le sue tasche.

Questo prodotto, nato nel 2007 e proveniente da ben 134 vigne Lombarde, offre un marchio DOCG che è sinonimo di garanzia per compratori e consumatori.

Pro
DOCG:

Questa certificazione d’origine controllata e garantita lo rende uno dei prodotti migliori nella sua categoria a livello di qualità.

La composizione:

Grande attenzione è dedicata alla creazione del franciacorta Cuvee Prestige: l’uva Chardonnay, il Pinot nero e il Pinot bianco utilizzati, vengono scelti tra i migliori delle vigne e lasciati a fermentare per 28 mesi dopo essere stati raffinati e separati precedentemente, per dargli un sapore ancora più ricco e corposo.

Ottimo abbinamento:

Grazie al suo sapore delicato e al suo aroma fresco e particolare questo Franciacorta offre un ottimo accompagnamento a numerose pietanze, sia di carne sia di pesce, e può essere anche abbinato a un buon dessert.

Contro
Prezzo:

Giudicato un po’ alto il prezzo dell’articolo, considerando che comunque è una bottiglia di 75 cl e vi sono molti altri prodotti in commercio a prezzi bassi e comunque di una certa qualità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Giordano Vini Rosè Vino Spumante Millesimato 2016

 

Quello di Giordano è uno degli spumanti più venduti e più acquistati da chi ha intenzione di bere un buon vino frizzante senza spendere troppo. Il costo è infatti molto popolare e permette di comprare anche diverse bottiglie senza sacrifici.

Questo spumante millesimato è un Rosè adatto a piatti di pesce e ideato anche per essere accostato ai formaggi: abbinandolo in questo modo otterrete il massimo del sapore. Molti apprezzano la sua frizzantezza, che però diventa eccessiva se non lo si fa riposare qualche ora in frigo.

Il perlage è molto ricco e pieno di profumi fruttati, che includono ribes e lamponi, e che gli conferiscono anche il tipico colore rosato. Buono come accompagnamento per l’aperitivo o come conclusione della cena, insieme al dolce, ha poco da invidiare ai vini DOC, nonostante il costo molto concorrenziale.

Per gustarlo al meglio è consigliabile portarlo a una temperatura compresa tra i 4 e i 6 gradi.

Un vino Rosè elegante questo proposto dall’azienda Giordano e che si sposa perfettamente a occasioni sfiziose come, per esempio, un aperitivo in compagnia.

Pro
Elegante:

Grazie al suo sapore accattivante e ricco di bollicine lascia un retrogusto pieno e piacevole al palato.

Economico:

Per chi non vuole spendere cifre esorbitanti ma comunque proporre un prodotto di qualità, questo prosecco rosè è la scelta perfetta, molto popolare per il suo prezzo accessibile e adatto a chiunque voglia concedersi un brindisi in più.

Gusto:

La particolare colorazione rosata del prosecco Giordano deriva dalla presenza di componenti fruttate come ribes e lamponi che lo rendono un ottimo connubio tra la dolcezza e l’acidità, per colore che sono amanti dell’una o dell’altro.

Contro
Troppo frizzante:

Secondo i pareri di alcuni utenti, questo prosecco è eccessivamente ricco di bollicine, perciò si consiglia di tenerlo in fresco tra i 4 e i 6 gradi per stemperarne il carattere frizzantino, ed evitare così che, al momento dello stappo, si rovesci il contenuto  sul tavolo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Gancia Metodo Classico Asti DOCG Spumante Dolce 2012

 

I nostri consigli su come scegliere un buon spumante si concludono con il classico di Gancia, marchio ben conosciuto, che realizza i suoi prodotti in Piemonte. Il vitigno utilizzato è il moscato bianco, fatto fermentare per 24 mesi, dopo i quali assume il suo sapore caratteristico.

Si tratta di un prodotto dolce, pensato per l’abbinamento con i dessert o con la pasticceria secca, della quale esalta la qualità. Per lo stesso motivo va bene con i formaggi, che arricchisce con note delicate.

Per consumarlo nella maniera corretta, è necessario fargli raggiungere la temperatura di circa 8 gradi, in modo che le bollicine solletichino il palato rinfrescandolo. Uno spumante classico, che corona spesso il momento della torta nelle feste di compleanno.

La bottiglia ha un formato di 75 cl ed è venduta a un prezzo abbastanza alto, dovuto certamente alla grande qualità di un prodotto tradizionale.

La nostra guida per scegliere il miglior spumante si conclude con il Gancia Cuvee dal gusto dolce e ricercato.

Pro
Sapore:

L’aggiunta di un aroma leggero di uva moscata lo rende fluido e non stucchevole al palato, donando una gradevole sensazione di freschezza alla bocca.

Adatto al dessert:

A volte risulta difficile conciliare il gusto di uno spumante di qualità ad un dolce o comunque, in alternativa, a un assaggio di formaggi dal carattere particolare; il Gancia Cuvee proprio per la sua nota fruttata, che offre un retrogusto dolce, si propone come ottima scelta di accompagnamento.

Classico:

La fama precede l’azienda Gancia, una delle più importanti case vitivinicole italiane con sede a Piemonte da 1829 circa; chi vuole offrire ai suoi ospiti questo grande classico non rimarrà deluso dall’ottima qualità e dal suo sapore intenso.

Contro
Prezzo:

Non è un prodotto consigliato a chi vuole spendere poco e avere dalla sua un prodotto qualitativamente buono, infatti il prezzo è un tantino elevato come una ditta di marca e prestigio quale la Gancia richiede.

Acquista su Amazon.it (€19,9)

 

 

 

Ferrari Spumante Trento DOC Metodo Classico Brut

 

Quanti guardano al rispetto della tradizione e alla resa di un buono spumante al termine della serata, possono puntare al marchio Ferrari, un brand storico che da tempo ha abituato gli utenti a un gusto delicato ma con delle specifiche e caratteristiche definite e riconoscibili.

La vendemmia Chardonnay prevede una raccolta uva fatta a mano e una preparazione che assicura allo spumante una gradazione alcolica di 12,5%. Il perlage è fine e rimane tale a lungo così da avere la giusta consistenza mantenendo anche un piacevole colore giallo paglierino. A livello di gusto lo spumante si presenta equilibrato, con il fondo a evocare un sapore di frutta matura, specialmente le mele.

Il costo per alcuni è parso leggermente superiore alla media, un aspetto questo che ha portato diverse persone a scegliere una qualità e un marchio differenti.

Un marchio che è una garanzia quando si parla di spumante. Vediamo insieme quali aspetti contraddistinguono questa eccellenza tutta italiana.

Pro
Delicato:

Lo spumante Ferrari è stato apprezzato dagli utenti per il suo sapore nuovo, delicato e solo leggermente acidulo, con in più un carattere frizzantino che lo rende molto leggero e da bere volentieri, accompagnando piacevolmente le pietanze a cene e pranzi.

Olfatto:

Per coloro che sono cultori e amanti dello spumante è difficile non tenere conto del profumo che emana all’apertura; grazie allo speciale mix dovuto all’aggiunta di aromi fruttati, questo prodotto mantiene un odore gradevole e intenso, senza essere aggressivo.

Qualità/prezzo:

Anche se questo articolo non è il più economico della sua categoria, la maggior parte degli utenti è rimasto soddisfatto dal rapporto qualità/prezzo, tenendo conto anche del fatto che è un prodotto italiano e dalla marca importante.

Contro
Sa di tappo:

Unica nota da evidenziare nel prodotto è il gusto di “tappo” che è stato sottolineato da alcuni compratori; infatti il sughero utilizzato per chiudere lo spumante, non isolato adeguatamente, ha rovinato l’ottimo sapore iniziale risultando acido e sgradevole.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Consigli sullo spumante

 

Immancabile alle feste, lo spumante da noi è il re dei brindisi. Ma perché si chiama spumante? È una cosa che non tutti sanno e pertanto vogliamo togliervi questa curiosità.

Il particolare nome di questo vino deriva dal fatto che all’apertura della bottiglia si produce della spuma. Ciò è dovuto alla presenza di anidride carbonica che è immessa in autoclave oppure si produce durante la fermentazione.

 

 

Come va conservato

Sbalzi di temperatura, luce, caldo, freddo, umidità, sono tutte cose che fanno male allo spumante. Potete tenerlo in frigo ma mai per tempi lunghi. Deve stare a un temperatura costante che comunque sia compresa tra gli 8° e i 22°. Il modo migliore per conservare le vostre bottiglie è in una grotta di tufo oppure in un armadio climatizzato il quale mantiene la temperatura costante tra i 10° e i 14°.

Di conseguenza se non siete adeguatamente attrezzati (ci rendiamo conto che trovare una grotta di tufo possa non essere semplice…), limitatevi a fare una piccolissima scorta di spumante onde evitare che la maggior parte si rovini prima di essere bevuta.

 

Come va servito

Gli spumanti giovani e aromatici vanno serviti con temperatura tra i 6° e gli 8° mentre i più invecchiati possono essere serviti con temperatura tra i 10° e i 12°. Mettete la bottiglia in frigo appena qualche ora prima di servirlo, niente congelatore. Comunque il metodo migliore è la classica glacette, che ha pure un certo fascino. La bottiglia va stappata senza far saltare il tappo (inutile dire che non va assolutamente agitata).

Può capitare che la pressione spinga il tappo. In questo caso trattenetelo allo scopo di farlo uscire lentamente. Al contrario, se il tappo non vuol sapere di uscire, evitate di ruotarlo poiché potrebbe rompersi. Potete aiutarvi con un tovagliolo o con delle apposite pinze.

 

 

Il bicchiere adatto

Per gli spumanti dolci non c’è niente di meglio dei bicchieri a coppa. Per gli altri solitamente si usa il flûte. Questo consente innanzitutto di osservare le caratteristiche bollicine spingersi fino in superficie, inoltre, il lungo gambo evita il contatto tra la mano e il calice e ciò evita di riscaldare lo spumante.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Berlucchi Franciacorta Rosè Cuvee Imperiale

 

Se siete grandi amanti delle bollicine, non potrete non apprezzare la versione rosè di Berlucchi, uno dei migliori spumanti del 2019 per chi non vuole limitarne l’uso alle sole feste.

Si tratta infatti di un prodotto che non dovrete fare i salti mortali per acquistare e che può accompagnare non solo il momento del dessert ma che si sposa bene anche con piatti di pesce.

Chi lo sceglie per l’aperitivo, rende più vivace il momento che precede il pasto, con un tocco di classe in più. Anche se è un Brut, quindi tende più al secco, è molto gradito dagli utenti che suggeriscono di accostarlo anche ai dolcetti di pasta di mandorla, dei quali esalta il sapore.

Di grande effetto anche per un regalo o per un invito a pranzo, ha un perlage valido che ne assicura la qualità. Abbiamo voluto metterlo al top dei nostri consigli d’acquisto per il buon rapporto qualità/prezzo, anche se non tutti si dicono soddisfatti da questo aspetto.

 

 

Ferrari – Demi Sec

 

Dalla comparazione tra vari spumanti in commercio, abbiamo considerato uno dei migliori quello di Ferrari, nella versione demi sec. Il suo gusto è infatti secco ma con una nota di dolce, che lo rende ideale per l’accostamento con dolci alla fine dei pasti.

Un aspetto molto apprezzato dagli utenti è il rapporto qualità/prezzo, ritenuto conveniente soprattutto perché questo prodotto non sempre è reperibile nella grande distribuzione e, se lo è, ha un costo abbastanza alto.

Per questo motivo molti lo considerano un articolo da regalare, per fare una bella figura con una bevanda non troppo comune. Chi lo ha acquistato consiglia di servirlo ben freddo, attorno ai 6 gradi, per poterne apprezzare meglio il perlage.

Il sapore non è però gradito proprio a tutti, in quanto c’è chi lo considera troppo zuccheroso per essere uno spumante secco.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status