5 motivi per comprare una caldaia a condensazione

Ultimo aggiornamento: 19.09.20

In inverno è normale accendere i riscaldamenti, ma se state cercando una caldaia più efficiente, scoprite di seguito perché scegliere quella a condensazione.

 

Possono essere numerosi i motivi per i quali si sceglie di cambiare la caldaia del proprio appartamento, ma tra i principali, secondo alcune statistiche, c’è il bisogno di abbassare i costi sostenuti in bolletta.

Queste tipologie di impianti danno il privilegio di poter regolare e aumentare la temperatura interna a un’abitazione, riscaldando l’acqua contenuta nei termosifoni o negli impianti a parete o a pavimento.

Oltre a questo, in molti casi si può anche usufruire di tecnologie che garantiscono un filtraggio dei liquidi che vi permette di usufruire della caldaia anche per il bagno o per la cucina.

In particolare, sempre più spesso si sente parlare dei benefici e delle caratteristiche singolari che vanta la tipologia a condensazione, che conferiscono vantaggi da non sottovalutare sotto diversi punti di vista.

Si tratta infatti di un’evoluzione del modello più tradizionale, che invece funziona tramite la combustione di gas, e che porta con sé alcuni punti di debolezza come il grosso impatto a livello di inquinamento ambientale e le sempre più alte spese di gestione e manutenzione.

Come potrete leggere nei paragrafi che seguono, c’è più di un motivo che vi può spingere a scegliere la caldaia a condensazione in confronto ad altre.

Ma se siete indecisi su quale modello comprare, perché non avete un grosso budget a disposizione, sappiate che, tra i numerosi articoli presenti sul mercato, ne esistono alcuni migliori di altri.

Alla fine di questo articolo lo spieghiamo con più accuratezza, ma vogliamo anticiparvi che alcune tipologie di caldaie rientrano nella normativa europea “Eurodesign”, con cui l’Unione Europea, già a partire dal 2015, sta portando una netta rivoluzione in diversi ambiti, anche quello economico.

 

Consuma di meno

Se facessimo una comparazione sulla mole di caldaie vendute su Internet o nei negozi di elettrodomestici, molte delle marche più gettonate risulterebbero sì di buona qualità e magari dotate di un design più originale, ma non tutte vanterebbero un risparmio economico importante.

In questo caso, con la tipologia a condensazione, la tecnologia adottata da ogni azienda produttrice di questo articolo aggiunge un quid in più, che si traduce nella possibilità di recuperare il calore latente contenuto nei fumi di scarico, che altrimenti andrebbe rilasciato nell’ambiente.

Anche per questa ragione, questa caldaia consente di ottenere una notevole riduzione dell’energia utilizzata per il suo funzionamento, garantendo un risparmio economico duraturo.

In soldoni, i consumi diminuiranno dal 15% al 30%, ma anche al 35% nel caso in cui scegliate degli impianti efficienti anche a basse temperature.

Qualità e quantità del calore utilizzato

Tra i principali vantaggi di una caldaia a condensazione c’è anche il suo principio di funzionamento, ovvero quel sistema di riscaldamento che abbiamo già menzionato in precedenza e che permette di gestire e utilizzare il calore, soprattutto quello contenuto nei fumi della combustione.

In confronto ai modelli più tradizionali, che tra l’altro sono ormai anche fuori produzione, è possibile usufruire di opportuni scambiatori di calore, ovvero di piccole serpentine che utilizzano l’acqua contenuta al loro interno per raffreddare tutti i vapori di scarico, generati durante il funzionamento della caldaia.

In soldoni, grazie a questi meccanismi, i fumi che contengono i gas raggiungono il punto di condensa, quindi liberano dell’energia termica che verrà ceduta all’impianto di riscaldamento. Questo cosiddetto “recupero del calore” si aggira intorno all’11% di quello originario prodotto dalla caldaia, e consente di utilizzare minore energia elettrica per il corretto funzionamento dell’impianto, traducendosi in un ulteriore risparmio.

 

Basso inquinamento

A prescindere dall’azienda produttrice o da altre peculiarità che vanta un particolare modello piuttosto che un altro, tutte le caldaie a condensazione vendute online e in negozio sono caratterizzate da un bruciatore a premiscelazione.

Chi non è molto avvezzo alle terminologie tecniche, forse si chiederà cosa comporti questo particolare meccanismo, ma per darvi una risposta esaustiva, possiamo affermare che si tratta di una tecnologia che permette di ridurre al minimo l’emissione di sostanze nocive.

Tra queste ultime si possono citare gli ossidi di azoto, oppure l’anidride carbonica o il monossido di carbonio, quindi tutti quei prodotti chimici della combustione, che creano un danno all’ambiente cittadino e naturale.

Con la caldaia a condensazione, le emissioni di queste sostanze possono essere ridotte anche fino al 70% rispetto a modelli più vecchi e tradizionali a gas, e in più, grazie alle basse temperature dei fumi residui, potrete utilizzare anche delle canne fumarie in PVC o in altri materiali più ecologici.

 

Combinabile con altri impianti

Un altro motivo che può rendere più ponderata la vostra decisione di acquistare una caldaia a condensazione piuttosto che un’altra, è la possibilità di abbinare al suo funzionamento anche altri impianti tecnologici e vantaggiosi.

Per esempio, la maggior parte dei modelli venduti in commercio vantano un alloggiamento speciale per l’installazione di pannelli a energia solare, che potrete utilizzare sia per ottenere risparmi superiori al 50% in confronto ad altre soluzioni, sia per gestire la produzione di acqua calda per gli impianti di riscaldamento a pavimento o a parete, oppure per il bagno e la cucina.

In questo modo, chi tra di voi è più attento alle spese in bolletta e alla questione ambientale, potrà godere della possibilità di usufruire di fonti di energia rinnovabili che utilizzano il calore naturale dei raggi solari anziché quello artificiale. 

Conveniente

Per quante ore al giorno utilizzate la vostra attuale caldaia? Ricordate quanto avete dovuto sborsare per tutte le operazioni di montaggio e installazione? Ecco, con il modello a condensazione è tutto un po’ diverso.

All’inizio di questo articolo abbiamo citato la normativa europea “Eurodesign”, che ha permesso ai cittadini italiani di ottenere degli incentivi fiscali per le operazioni di sostituzione della vecchia caldaia, permettendo di ottenere sgravi che vanno dal 50% al 65%, a seconda della procedura scelta.

Infine, se ancora siete indecisi se comprare o meno una caldaia a condensazione, vi potrà interessare sapere che quest’ultima rappresenta la scelta migliore per riscaldare l’abitazione in cui trascorrete la maggior parte del tempo, perché è economicamente conveniente e il risparmio è notevole.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status