Il miglior scaldabagno elettrico

Ultimo aggiornamento: 18.11.18

Scaldabagni elettrici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Ti diamo due rapidi consigli sui quali concentrarti, si tratta degli scaldabagni elettrici che riteniamo una spanna sopra tutti gli altri presi in esame: il Baxi da 50 lt spicca per l’elevata qualità dei materiali utilizzati che ne assicurano un perfetto isolamento con l’esterno; il Ferroli Calypso 50 ha la stessa capacità e vanta un rapporto qualità/prezzo difficile da battere. Entrambi sono made in Italy.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior scaldabagno elettrico

 

Uno scaldabagno elettrico è tutt’ora la soluzione più diffusa per ottenere acqua calda in casa, nonostante stiano prendendo piede nuove modalità, a partire dall’utilizzo dell’energia derivata dai pannelli solari.

Se però nel tuo appartamento l’unica possibilità è affidarti alla soluzione standard, qui di seguito ti proponiamo una guida nella quale troverai utili consigli su come scegliere uno scaldabagno elettrico, nonché le recensioni dei modelli più apprezzati sul mercato per rapporto tra qualità e prezzo.

37

 

Guida all’acquisto

 

Capacità adeguata

In media il consumo di acqua giornaliero di una coppia è di circa 50-60 litri che possono più che raddoppiare nel caso di una famiglia con figli. Al primo posto della classifica degli aspetti di cui tenere conto, dunque, c’è la capacità che deve essere adeguata alle tue esigenze, in modo da non trovarti o con uno scaldabagno sovradimensionato (con conseguente impatto sui consumi energetici) oppure con uno sottodimensionato.

Mettendo a confronto i prezzi e i modelli delle migliori marche, il nostro consiglio è quello di puntare su uno scaldabagno ad alta efficienza energetica, studiato per ottimizzare i consumi, come per esempio quelli che funzionano grazie a una pompa di calore e che permettono di ottenere risparmi significativi in bolletta.

È altresì importante trovare il posto giusto dove installarlo, optando per una collocazione che lo ponga non troppo distante dagli impianti (lavandini, vasca da bagno, doccia, ecc.) o dagli elettrodomestici che dovrà servire. Questa scelta permette infatti di limitare la perdita di calore dell’acqua mentre attraversa i tubi.

Fai infine attenzione a non installare lo scaldabagno nelle vicinanze di una finestra o su una parete particolarmente soggetta all’umidità, perché questo lo costringerà a un lavoro supplementare per portare alla giusta temperatura l’acqua.

 

 

 

Sempre acceso?

Una delle questioni più dibattute in materia di scaldabagni elettrici è se sia meglio tenerli sempre accesi oppure limitarsi all’accensione nei soli momenti di reale utilizzo. Diciamo che una risposta univoca non c’è e che molto dipende dalle abitudini e della quantità di tempo che tu o qualcuno della tua famiglia trascorre in casa.

Se, per esempio, per la maggior parte della giornata nessuno è in casa e di conseguenza l’acqua calda viene utilizzata poco, allora conviene lasciare l’apparecchio spento e accenderlo nel momento del bisogno. In caso contrario, invece, meglio che resti sempre acceso perché riscaldare l’acqua partendo dalla temperatura ambiente risulta più dispendioso.

In quest’ottica la soluzione migliore appare quella di scegliere un modello dotato di timer, così da poterne programmare accensione e spegnimento nei momenti in cui ne avrai davvero bisogno, senza alcuno spreco.

38

 

Regolazione del termostato

Un’altra buona abitudine, nell’ottica di contenere i costi in bolletta, è quella di optare per un apparecchio che consenta di regolare il termostato dello scaldabagno, operazione permessa praticamente da tutti i modelli in vendita sul mercato. Giusto per fornirti un’idea, nei mesi invernali è meglio settare la temperatura attorno ai 60 gradi centigradi mentre in estate sono sufficienti circa 40 gradi centigradi.

Sempre a livello di funzionalità offerte, il nostro consiglio è di scegliere un modello con funzione anticongelamento, funzione anti-dry qualora venga a mancare l’acqua e funzione anti-scottatura. Si tratta di tanti piccoli accorgimenti che però prolungheranno la vita dello scaldabagno, mantenendolo sempre funzionale e ne faciliteranno la manutenzione.

 

I migliori scaldabagni elettrici del 2018

 

Chiunque si sia visto obbligato a fare una doccia ghiacciata in inverno sa bene l’importanza di avere in casa uno scaldabagno elettrico efficiente e affidabile. Visti i tantissimi modelli in vendita, abbiamo compilato dei consigli d’acquisto che tengono conto della comparazione tra i diversi brand e le offerte più frequenti. Vi suggeriremo, inoltre, come scegliere un buon scaldabagno elettrico a basso consumo.

 

Prodotti raccomandati

 

Baxi 50 LT

Principale vantaggio

Lo scaldabagno Baxi spicca per l’ottimo rapporto qualità/prezzo: si tratta di un elettrodomestico realizzato in Italia impiegando materiali di buon livello e il costo è assolutamente competitivo.

 

Principale svantaggio

Questo modello è in classe energetica C, non certo la migliore per chi cerca la massima efficienza.

 

Verdetto 9,8/10

Qui parliamo di uno scaldabagno verticale ad accumulo con capacità di 50 litri ma sono disponibili anche modelli più e meno capienti. Da segnalare la presenza della protezione ohmica di serie, del termostato e della regolazione manuale della temperatura.

Acquista su Amazon.it (€129)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Qualità/prezzo

Baxi è un’azienda italiana e gli scaldabagni che realizza – elettrici, in pompa di calore, a gas – sono di qualità e non hanno un costo proibitivo, tutt’altro, per questo sono sempre molto apprezzati.

Questo è un modello verticale e ad accumulo. Rispetto a quelli istantanei, qui il serbatoio non rimane mai vuoto: all’interno c’è sempre acqua. Questi modelli vanno tenuti sempre accesi – purché la casa sia abitata – perché quando raggiungono la temperatura desiderata si staccano. Nel momento in cui si apre il rubinetto e quindi entra acqua fredda all’interno ripartono.

I materiali utilizzati per fabbricare questo scaldabagno Baxi sono di buon livello. Il vantaggio è duplice: da un lato, l’elettrodomestico dura di più e, dall’altro, viene garantito un miglior isolamento per cui l’acqua rimane calda più a lungo.

In particolare, qui è stato utilizzato l’acciaio vetroporcellanato e il materiale usato per la coibentazione è il poliuretano. Non sono presenti invece sostanze pericolose come CFC e HCFC.

Come tutti i migliori modelli, anche questo presenta la protezione ohmica di serie che permette all’anodo di magnesio – l’elemento che evita la corrosione interna del serbatoio – di consumarsi molto più lentamente e quindi non occorrerà sostituirlo spesso.

Capacità

Cliccando sul link suggerito si verrà reindirizzati al modello da 50 litri ma Baxi realizza, naturalmente, anche scaldabagni con capacità diverse che vanno da 10 fino a 100 litri.

Per scegliere la capacità giusta bisogna capire quali possano essere i consumi in famiglia: per esempio, un single potrebbe usare anche uno scaldacqua da soli 30 litri. Lo stesso discorso vale anche per chi pensa di usarlo solo per lavare i piatti o per fare la lavastoviglie. Le famiglie con due figli o più, per non correre rischi, farebbero bene a orientarsi su un modello da 80 litri almeno.

Un altro fattore che potrebbe influire sono le dimensioni che devono essere compatibili con lo spazio a disposizione in bagno o in cucina: in questo caso l’altezza è di 61 cm e il diametro è di 43 cm.

 

Alcuni consigli per ottimizzare l’uso

Questo scaldabagno non brilla per la classe energetica di appartenenza che è la C e non è presente il timer per fissare l’ora di accensione ed eventualmente ottimizzare i consumi, ma si può acquistare a parte spendendo pochi euro.

È consigliabile acquistare anche i riduttori di flusso, piccoli regolatori da applicare ai rubinetti che ottimizzano i consumi di acqua perfino del 40%.

Questo modello permette di regolare la temperatura manualmente e un indicatore segnala qual è la temperatura raggiunta in quel preciso momento. C’è inoltre una spia luminosa che consente di capire subito se lo scaldabagno è acceso o spento.

Per quanto riguarda il montaggio, meglio non installare lo scaldabagno troppo lontano dal lavandino e dalla vasca e nemmeno su pareti fredde, umide e troppo vicine alla finestra.

 

Acquista su Amazon.it (€129)

 

 

 

Ferroli Calypso 50 

 

2.Ferroli Calypso 50Ferroli firma una soluzione ideale per rispondere ai bisogni abitativi e di comfort per due persone con questo scaldabagno verticale dalla portata di 50 litri. Il funzionamento è piuttosto semplice e intuitivo ma la scelta dei materiali contribuisce a dare una buona sensazione di robustezza e solidità dell’elettrodomestico.

Il container è realizzato in acciaio che ha subito una speciale lavorazione per consentirne la resistenza all’azione degli agenti corrosivi, acqua e calcare in primis. Il rivestimento vetroporcellanato cotto ad alte temperature non è l’unico accorgimento a riprova della buona qualità dello scaldacqua, lo è anche la presenza di un anodo di magnesio, componente da cambiare periodicamente durante le consuete revisioni e che concentra su di sé l’azione corrosiva del calcare e i cui costi sono nettamente ridotti rispetto alle altri componenti che potrebbero danneggiarsi.

Impiega dalle 2 alle 3 ore, almeno, per portare l’acqua dalla temperatura ambiente a 55°, ma questo è un dato che dipende soprattutto dal grado effettivo di partenza, più fredda è l’acqua inizialmente maggiori saranno i tempi necessari per renderla utilizzabile.

I vantaggi offerti da questo modello si concentrano soprattutto nell’aspetto costitutivo che si mostra robusto e con consumi compatibili con la tipologia dell’elettrodomestico. La buona capacità di isolamento e mantenimento in caldo dell’acqua ne massimizzano la resa.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€91,95)

 

 

 

Ariston 3626085

 

Tra le proposte di Ariston, un brand che da decenni è una garanzia di qualità, spicca questo scaldabagno elettrico ad accumulo e ad alto isolamento. Il perché è presto spiegato mettendo in evidenza quali sono le sue principali peculiarità e la sua grande ricchezza di funzionalità.

Esteticamente gradevole e non troppo grande, vanta una serie di soluzioni tecnologiche volte ad assicurare un funzionamento sempre efficace, anche nel garantire la sicurezza di chi lo utilizza. Da questo punto di vista, apprezzabile la presenza di una funzione antilegionella, con lo scaldabagno che, a cadenza prestabilita, effettua un’autodiagnostica e, nel caso, incrementa la temperatura dell’accumulo d’acqua così da eliminare il rischio che proliferino i batteri.

Inoltre grazie ad altre funzionalità, come l’anti-congelamento, l’anti-dry o la diagnostica a intervalli regolari, la vita media del dispositivo si allunga. La sua capacità di 80 litri garantisce un utilizzo confortevole per una famiglia di quattro persone.

Qualche perplessità sulla qualità degli accessori per il montaggio, dunque è meglio acquistare tasselli più robusti, e sulla scelta di un supporto di collegamento che è in plastica e non in metallo. La classe energetica è la B, dunque i consumi energetici saranno nella media di questa tipologia di prodotti. Prezzo di vendita adeguato alle caratteristiche e alla bontà di design e materiali.

Pro
Design:

Esteticamente è gradevole, inoltre ha dimensioni e un peso non eccessivi, scelta che agevola la collocazione e il montaggio.

Capacità:

Grazie agli 80 litri assicura abbondante fornitura di acqua calda giornaliera a una famiglia di quattro persone.

Versatilità:

Le varie funzioni sono molte e garantiscono un controllo costante, in modo da assicurare lunga vita allo scaldabagno di Ariston.

Contro
Consumi:

La classe energetica è la B, dunque non si tratta di uno scaldabagno che vi permetterà di economizzare sui consumi di corrente.

Accessori:

In confezione sono presenti i tasselli e le viti per l’installazione a parete ma in molti consigliano di acquistarne di robustezza e qualità superiori.

Acquista su Amazon.it (€169,58)

 

 

 

Ariston Thermo BLU R 50 V 

 

4.Ariston Thermo BLU R 50 VAriston propone varie soluzioni per scaldare l’acqua tramite sistema ad accumulo, questa è una tra le più tradizionali ma ugualmente affidabili.

Si tratta di uno scaldacqua verticale con capienza di 50 litri, una buona quantità per due persone: anche dai commenti emerge chiaramente che riuscire a fare più di due belle docce con queste soluzioni compatte è difficile e richiede una certa attenzione verso i consumi.

Ha la tradizionale forma rotonda degli scaldabagno da riporre in verticale anche all’esterno di casa. La temperatura massima che l’acqua riesce a raggiungere è di 75° e il consumo annuo si assesta su 1,2 W annui un consumo tutto sommato importante specie per rispondere ai bisogni di due persone.

È possibile stabilire la temperatura massima da far raggiungere all’acqua tramite termostato collocato all’esterno che ne permette un facile regolamento su quattro livelli.

Nonostante sia un modello molto leggero, pesa appena 16 kg, è capace di mantenere il calore dell’acqua a lungo senza disperderlo e quindi doverla riscaldare di nuovo. Questo dato dipende da tanti fattori, come la posizione del boiler o da quanti gradi ci sono all’esterno, ma la scelta dei materiali è fatta in modo da ottimizzarne l’uso.

Si tratta di una soluzione adatta a venire incontro ai bisogni di una coppia, le caratteristiche costitutive sono tali per cui il modello risulti particolarmente affidabile ed efficace.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€120,95)

 

 

 

Ariston BLUR80V

 

1.Ariston BLUR80V

In testa alla nostra classifica dei migliori scaldabagni elettrici del 2018 troviamo uno degli scaldabagni elettrici Ariston più venduti e apprezzati, famoso per la sua affidabilità e capace di garantire acqua calda con continuità e in pochissimo tempo.

Dotato di una capienza piuttosto importante (80 litri, sufficienti per circa 4-5 docce prima di svuotarsi), scalda l’acqua tramite accumulo nel serbatoio. Lo scaldabagno è dotato di termostato bipolare e vasca smaltata, ha una potenza di 1500 watt e dimensioni tali da prestarsi sia all’installazione verticale che orizzontale.

Il riscaldamento dell’acqua, a una temperatura regolabile dall’utente, è molto rapido nonostante la grande capienza. È l’ideale per una famiglia e presenta un prezzo difficile da battere a parità di caratteristiche.

Tra i pochi difetti riscontrati, un imballaggio un po’ troppo “soft” che non protegge a sufficienza dagli urti.

La guida per scegliere il miglior scaldabagno elettrico affianca a ciascuna recensione di prodotto anche un elenco dei suoi principali pregi e difetti e un link che consiglia dove acquistare a un ottimo prezzo.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€127,56)

 

 

 

Baxi SV 550

 

2.Baxi 50lt VerticaleQuando si tratta di scegliere quale scaldabagno elettrico comprare, uno dei criteri più importanti dai quali bisognerebbe farsi guidare è quello della capienza. Uno scaldabagno elettrico da 80 litri, per esempio, risulta sicuramente eccessivo per una sola persona e fonte di inutili consumi elettrici. Questo modello della Baxi da 50 litri, invece, è l’ideale per una coppia o 2-3 persone che condividono un appartamento. Fornirà abbastanza acqua calda da soddisfare le esigenze quotidiane di tutti, senza riscaldare inutilmente tanta acqua in eccesso.

Come in tutti i dispositivi più moderni, la caldaia è in acciaio vetroporcellanato e l’isolamento avviene tramite poliuretano senza CFC e HCFC, per prevenire dispersioni di calore e garantire le migliori prestazioni.

Si tratta di un’ottima scelta per chi ha consumi ridotti e vuole risparmiare il più possibile sulla bolletta, a fronte di un investimento iniziale abbastanza nella media dei prezzi.

Ma quali sono i principali punti di forza e quali i difetti più rilevanti del prodotto? Li vediamo insieme di seguito, nella speranza di darti un ulteriore elemento di riflessione prima che debba prendere la tua decisione.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€109)

 

 

 

Ariston Thermo 3100221

 

2.Ariston Thermo 3100221

Facile da montare sul muro e sopra il lavello, questo piccolo scaldabagno elettrico da dieci litri è perfetto per tutte quelle situazioni in cui si necessita di piccoli quantitativi di acqua calda al giorno e possibilmente non tutti nello stesso momento. In pratica, la maggior parte degli utenti lo utilizza, con grande soddisfazione, per scaldare l’acqua del lavello o di un lavandino di servizio, per via della grande rapidità nel raggiungimento delle giuste temperature.

Questo piccolo scaldabagno viene inoltre utilizzato con una certa frequenza nelle seconde case e nelle case vacanze per una o due persone. Consente di fare una rapida doccia e in pochi minuti l’acqua sarà nuovamente a disposizione per un’altra persona. Il risparmio sulla bolletta è assicurato!

Se le vostre esigenze corrispondono a quanto appena indicato, si tratta probabilmente di uno dei migliori boiler elettrici venduti online che possiate acquistare.

Questo piccolo scaldabagno non è sicuramente venduto a prezzi particolarmente bassi, ma ha sufficienti pregi per restare un’opzione valida in tante circostanze. Vediamo i principali pro e contro.

Acquista su Amazon.it (€113,98)

 

 

 

Vaillant VMW 226/5-3

 

4.Vaillant VMW 226-5-3

All’ultimo posto nella nostra classifica troviamo uno scaldabagno progettato per usi sanitari e decisamente diverso da quelli precedentemente elencati. Si tratta di un capolavoro di tecnologia e modernità, che riduce di molto i consumi e l’impatto sull’ambiente e rispetta tutti i requisiti cui questi apparecchi dovranno conformarsi nel prossimo futuro.

Questa caldaia è utilizzata sia per il riscaldamento che per la produzione di acqua calda sanitaria. Essendo molto facile da installare è un’ottima scelta per chi vuole sostituire un macchinario vecchio e inquinante con uno di nuova generazione, affidabile e facile da usare grazie a un’interfaccia molto semplice.

Il rendimento energetico a 4 stelle e la funzione di standby che abbatte i consumi sono solo alcuni dei vantaggi di questa caldaia a condensazione, che risulta anche piuttosto silenziosa rispetto alla media. Una buona scelta per chi vuole fare un grosso investimento e ha a cuore la salvaguardia dell’ambiente!

Anche un prodotto di qualità come questo non è esente da qualche difetto, anche se in questo caso sono dovuti principalmente al costo dello stesso, assolutamente in linea con le caratteristiche ma fuori portata per molti. Analizziamo di seguito il resto dei pro e contro.

Acquista su Amazon.it (€1100)

 

 

 

Baxi 50 LT 

 

1.Baxi 50 LTÈ un modello verticale che piace soprattutto per la cura impiegata dalla ditta nella scelta di materie prime di qualità e trattamenti successivi che ne massimizzano la resa e le prestazioni.

La capienza è di 50 litri, uno scaldacqua che risponde dignitosamente ai bisogni di una coppia di persone o una terza ma molto oculati e attenti ai consumi.

La presenza di una serie di accorgimenti in fase progettuale attenua gli effetti dell’usura sulle componenti interne dello scaldabagno in modo da prolungarne il più possibile la vita utile. Anche la scelta di materiali isolanti per mantenere calda l’acqua a lungo una volta raggiunta la temperatura è un’accortezza che mira a contenere gli sprechi e la necessità di scaldare troppo spesso la stessa acqua quando rimane ferma e inutilizzata a lungo.

Non ha molti fronzoli, quindi mancano timer per impostare orari di attività/inattività in base alle abitudini familiari, manca anche il termometro che indichi la temperatura dell’acqua o il termostato esterno per una regolazione immediata del calore ideale da dover raggiungere.

Si tratta di un elettrodomestico pensato per compiere bene il suo scopo, ha dalla sua il vantaggio di impiegare una tecnologia affidabile che ne prolunga la vita utile nonostante la continua esposizione ad agenti corrosivi come il calcare.

button-IT

 

Acquista su Amazon.it (€129)

 

 

 

Come utilizzare uno scaldabagno elettrico

 

Uno scaldabagno elettrico consente di avere a disposizione una scorta di acqua alla giusta temperatura, in modo da disporre di una doccia calda e di poter lavare al meglio piatti e posate per chi non ha una lavastoviglie. Nelle righe che seguono abbiamo raccolto i punti di cui tenere conto, così da individuare l’uso migliore per questo elettrodomestico.

Scegliete la giusta collocazione

Il nostro consiglio è quello di posizionare lo scaldabagno nelle immediate vicinanze degli apparecchi e delle zone in cui è necessario il suo supporto. La dispersione di calore è proporzionale anche alla distanza e avere tutto abbastanza vicino vi consentirà di ottenere acqua calda in tempi brevi.

 

Montate un timer

Per un nucleo familiare ridotto e che sfrutta lo scaldabagno solo in determinati orari, è bene pensare all’installazione di un timer con cui programmare accensione e spegnimento dell’apparecchio. In questo modo si ottimizza il consumo e si allunga la vita del dispositivo.

 

Impostate il termostato alla giusta temperatura

Il consiglio, per quanti vivono in posti caldi e soleggiati, è di impostare la temperatura sui 40 gradi, alzando il valore fino a un massimo di 60 gradi durante il periodo invernale. Non ha senso avere acqua eccessivamente calda se non ce n’è un reale bisogno.

 

Controllate la presenza di dispositivi di sicurezza

Due utili accorgimenti di cui meglio non fare a meno sono: la modalità anticongelamento e l’anti scottatura. Una volta messi in funzione evitano che, durante i mesi più freddi e in presenza di mancato utilizzo, si possano gelare alcune parti e compromettere quindi il funzionamento dello scaldabagno.

 

Non avvicinate liquidi e sostanze infiammabili alla presa di corrente

Una buona pratica consiglia di posizionare in maniera strategica lo scaldabagno, avendo cura di non toccare la spina con le mani bagnate, né avvicinando sostanze che possono  prendere fuoco facilmente.

Procedete a un controllo regolare

La presenza di una continua manutenzione è una buona abitudine: possiede il pregio di tenere sotto osservazione il buono stato dello scaldabagno, mettendovi al riparo da problemi, assicurando sempre il corretto funzionamento nel tempo, prolungando la vita del prodotto e riducendo i costi di una eventuale sostituzione per incuria.

 

Scegliete modelli con alta efficienza energetica

In commercio si possono trovare diversi prodotti che ottimizzano e riducono lo spreco di energia elettrica necessaria per portare alla giusta temperatura oppure che funzionano con una pompa di calore, in grado di ottimizzare anche di più sui costi in bolletta.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Hotpoint-Ariston VLS 80 

 

3.Hotpoint-Ariston VLS 80Ariston ha creato una linea di scaldacqua dalle linee molto eleganti e raffinate che si arricchiscono di funzionalità avanzate e cura per i dettagli, vediamo brevemente cosa costituisce l’offerta.

Si tratta di uno scaldabagno dalla capacità di 80 litri che è possibile istallare in verticale oppure orizzontale a seconda delle necessità di spazio o delle preferenze d’uso: c’è chi sostiene che cambiando l’orientazione della caldaia cambi anche la resa, più rapida nello scaldare l’acqua se messa in verticale. Raggiunge la temperatura massima di 80° ma è dotato di sistema di sicurezza e se il termostato si guasta la caldaia va automaticamente in blocco per non raggiungere i 100° ed evitare le scottature.

Insieme a un pannello frontale che consente di controllare con facilità le funzioni del dispositivo, è dotato di automatismi che si sostituiscono all’intervento umano per migliorare la qualità dell’acqua e della sua resa.

Anche gli accorgimenti in fase di costruzione lo rendono particolarmente robusto e adatto a sopportare un uso intenso e prolungato negli anni. La spesa superiore alla media è giustificata dalla presenza di alcuni accorgimenti non secondari.

I dettagli tecnici rendono bene l’idea del potenziale del modello Velis proposto da Ariston. Vediamone i principali, riassunti in termini di pro e contro.

button-IT

 

 

 

vidaXL 50176

 

3.vidaXL 50176

Questo prodotto è probabilmente il miglior scaldabagno elettrico istantaneo dell’anno e rappresenta un’ottima opzione per scaldare l’acqua di un lavello o di un lavandino in una casa in cui l’utilizzo dell’acqua non è costante né frequente. I vantaggi di uno scaldabagno istantaneo rispetto a uno ad accumulo in questi frangenti, infatti, diventano lampanti. Inutile e costoso scaldare grossi quantitativi di acqua, destinati magari a rimanere inutilizzati, quando è possibile, con questo strumento, scaldare sul momento l’acqua effettivamente utilizzata.

Dato il volume ridotto d’acqua che è possibile scaldare (dipende anche dalla temperatura di partenza dell’acqua), questo attrezzo è poco indicato per le docce, ma ottimo per il lavello della cucina, soprattutto se si fa ricorso alla lavastoviglie. Presupponendo una temperatura di ingresso dell’acqua di 10 gradi, per ottenere una temperatura di 40 il flusso massimo dell’acqua sarà di 1,7 litri al minuto.

La longevità di questo apparecchio è garantita dall’utilizzo di materiale antiruggine e anticorrosivo.

Vediamo ora come se l’è cavata all’esame dei pro e contro un tipo di scaldabagno tutto sommato nuovo per il mercato italiano, ma già molto diffuso all’estero.

 

 

 

Domande più frequenti

 

Q1: Devo installare lo scaldabagno elettrico in casa, a cosa devo prestare attenzione?

Prima di montare lo scaldabagno elettrico è opportuno prestare attenzione ad alcuni accorgimenti immancabili per il corretto funzionamento di questo importante elettrodomestico. Se non sei un esperto dovresti affidarti a un tecnico, specialmente se è la prima installazione e il modello scelto è di grosse dimensioni. Se si tratta di sostituire uno scaldabagno vecchio, il compito è più facile perché possono essere sfruttati i tubi di mandata e di ritorno dell’acqua già presenti.

È necessario, comunque, attenersi alle istruzioni del produttore per non avere problemi in termini di sicurezza. Lo scaldabagno va fissato alla parete utilizzando due staffe e anche in questo caso possono essere sfruttare quelle già esistenti. Poi occorre collegare due tubi flessibili e altrettante guarnizioni ai raccordi presenti, facendo attenzione a inserire mandata e ritorno in quelli giusti.

 

Q2: Ho bisogno di svuotare lo scaldabagno elettrico, cosa devo sapere prima di farlo?

Lo svuotamento del serbatoio del boiler avviene, generalmente, in tre casi: quando bisogna sostituirlo con uno nuovo, quando occorre effettuare una riparazione elettrica e quando bisogna pulirlo. Quest’ultimo è il caso più frequente perché la presenza dell’acqua porta inevitabilmente all’accumulo di calcio all’interno del serbatoio che aumenta i tempi di riscaldamento e, di conseguenza, incide negativamente sui consumi. Prima di farlo occorre spegnere l’elettrodomestico e chiudere il rubinetto che porta l’acqua allo scaldabagno. Staccando l’interruttore generale e aspettando qualche ora, l’acqua si raffredderà e non correrai il rischio di ustionarti.

A questo punto vanno aperti i rubinetti dell’acqua calda, per esempio quelli della vasca e del lavabo, per far fuoriuscire tutta l’acqua del serbatoio. Bisogna poi collegare un tubo da giardino alla valvola di scarico che si trova in basso. In mancanza del tubo, basta posizionare un secchio per raccogliere l’acqua rimanente. Il serbatoio può essere riempito di nuovo parzialmente e poi risvuotato finché l’acqua non esce pulita e priva di impurità o residui.

 

Q3: In che modo funziona uno scaldabagno elettrico, ci sono accortezze a cui dover prestare attenzione per ottimizzare i consumi?

Il principio di funzionamento di uno scaldabagno elettrico è basato su una resistenza interna che viene riscaldata dalla corrente elettrica, consentendo di riscaldare l’acqua nel serbatoio. Una buona coibentazione evita perdite di calore con l’esterno, ma ci sono diverse accortezze che permettono un discreto risparmio sui consumi. Un piccolo ma significativo accorgimento è dotare tutti i rubinetti presenti in casa di un riduttore di flusso, un dispositivo modesto ed economico che può far risparmiare fino al 40% di acqua erogata.

L’installazione gioca un ruolo fondamentale: per impedire inutili dispersioni di calore non bisogna mai montare lo scaldabagno troppo lontano dal lavandino e dalla vasca. Per evitare uno scambio termico con l’esterno, invece, va installato in zone protette dell’abitazione e mai su pareti fredde, umide o troppo vicino alle finestre.

 

Q4: Quali sono i requisiti per una corretta manutenzione dello scaldabagno elettrico, come si pulisce?

Una manutenzione periodica dello scaldabagno aumenta la durata dell’elettrodomestico e lo mantiene sempre efficiente. Sulle istruzioni dovrebbero essere sempre riportate le operazioni da seguire e le tempistiche. Chi vuole fare da sé, evitando l’intervento di un tecnico, deve tenere in considerazione due fattori. In primo luogo, la presenza di calcare all’interno dell’acqua, specialmente se molto dura, provoca incrostazioni nella serpentina o nel resistore. Occorre, quindi, svuotare il boiler e disincrostare questi elementi con agenti chimici o con utensili come il martello, facendo attenzione a non rovinarli.

Va pulito anche il bordo dello scaldabagno e il supporto della guarnizione. In secondo luogo, il rivestimento interno del serbatoio è soggetto a corrosione e potrebbe forarsi; ecco perché le aziende produttrici introducono l’anodo di magnesio, un dispositivo cilindrico detto “sacrificale” perché, corrodendosi, salvaguarda il serbatoio. Vanno preferiti gli anodi di maggiori dimensioni che impiegano più tempo a corrodersi e, in ogni caso, andrebbero sostituiti periodicamente, in genere ogni due anni.

 

Q5: In che modo posso regolare lo scaldabagno elettrico per sfruttarlo al meglio e senza sprechi?

Regolare la temperatura all’interno del serbatoio è un buon metodo per avere sempre acqua calda ma senza sprechi. Il consiglio è di non superare i 60°C in inverno e i 40°C in estate. Per farlo bisogna togliere il coperchio che protegge il termostato – ma potrebbe non essere presente – e girare la rotellina fino a raggiungere il livello desiderato.

Per ridurre gli sprechi, il consiglio è di acquistare un modello più efficiente che ha un costo maggiore ma garantisce un risparmio sicuro sui consumi che può essere notevole nelle famiglie in cui lo scaldabagno è acceso tutto il tempo. Oggi è obbligatoria l’etichetta energetica che, ricordiamo, è divisa in sette livelli, dalla A alla G. Per prestazioni maggiori si utilizzano anche le categorie A+, A++, A+++ e si arriva, rispettivamente, alla classe F, E e D. Un ulteriore consiglio è di scegliere i modelli dotati di timer che permettono di programmare l’accensione solo quando serve, evitando di tenere acceso lo scaldabagno 24 ore su 24. Il timer è un piccolo apparecchio, costa poco e, se non è integrato, può essere acquistato anche separatamente.

 

 

Altri articoli popolari scritti da noi:

 

Come scegliere il miglior scaldasonno

Scaldasalviette elettrici

La migliore telecamera spia

Robot tagliaerba

Tiralatte elettrici – Consigli d’acquisto

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedeconomicoIvan I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Ivan
Ospite
Ivan

Salve, ma tra due scaldabagno elettrici da 30 litri ognuno, secondo voi conviene comprare quello da 1200 Watt o quello da 1500 watt? Il paragone lo sto facendo tra il Baxi V230 e l’Ariston Thermo da 30 litri. Sono entrambi in classe C e volevo capire la questione del wattaggio.
Un saluto

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (78 votes, average: 4.77 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.