fbpx

I 3 Migliori Bourbon Whiskey del 2019

Ultimo aggiornamento: 12.10.19

 

Bourbon Whiskey – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Avete un po’ di tempo per rilassarvi su una comoda poltrona, magari con luce soffusa? Avete avuto una dura giornata e un po’ di relax ve lo siete meritato? Allora mettetevi comodi e versatevi nel bicchiere un whisky, anzi no, versate il miglior bourbon whiskey del 2019. Eh sì, perché di whiskey ce ne sono tanti, ma il bourbon è qualcosa di preciso, caratteristico e può essere prodotto soltanto negli Stati Uniti. State pensando al Kentucky? Fate bene ma non solo perché in totale sono sei gli Stati dediti alla produzione del distillato. Oltre al Kentucky, sono California, Illinois, Pennsylvania, Indiana e Georgia. Tra i bourbon che abbiamo selezionato, ve ne segnaliamo due in particolare: il Jim Beam Kentucky Straight che costa poco ma vale molto e il Maker’s Mark 70 cl, invecchiato come vuole la tradizione.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori bourbon whiskey del 2019?

 

Ma perché il bourbon si identifica soprattutto con il Kentucky se poi sono sei gli Stati dove è prodotto? Per un motivo molto semplice. Perché è lì, più precisamente nella contea di Bourbon, dove prese il nome. L’idea venne a tale Elija Craig che decise di onorare il luogo dove viveva dando il nome al whiskey di sua produzione.

 

 

Ma che caratteristiche deve avere il meglio bourbon whiskey del 2019? Le ha stabilite il Congresso nel 1964. A queste direttive bisogna far fede se si vuole il marchio di “prodotto caratteristico degli Stati Uniti”. Vediamole. La miscela deve contenere almeno il 51% di mais. Il volume di alcol non deve superare l’80% e deve essere al 100% naturale; è consentito aggiungere soltanto acqua. Per quanto riguarda l’invecchiamento, deve avvenire in botti di quercia nuove e tostate all’interno così da facilitare la penetrazione del distillato nel legno. La botte deve contenere non oltre il 62,5% in volume. Dunque, quando comprate una bottiglia, verificate che queste caratteristiche siano presenti, altrimenti non state comprando bourbon.

Un bourbon invecchiato due anni si chiama Straight Bourbon. Si parla, invece, di Kentucky Bourbon per un whiskey distillato e invecchiato per almeno un anno in Kentucky. Tutti i bourbon invecchiati meno di quattro anni devono indicare sull’etichetta la durata dell’invecchiamento. Chiaramente se cercate un bourbon a basso costo, dovete accontentarvi di una bevanda invecchiata il minimo indispensabile.

 

I 3 Migliori Bourbon Whiskey – Classifica 2019

 

1. Jim Beam Kentucky Straight Bourbon Whiskey 100 Cl

 

Quando si parla bourbon sono due le marche che vengono subito alla mente. Una di queste è Jim Beam. Il bourbon è invecchiato quattro anni ed è stato ottenuto da una miscela di cereali, soprattutto granturco, e da una minima percentuale di Sour Mash, un mix di segale e orzo. La distillazione è a bassa temperatura mentre la fermentazione è doppia e lenta.

Il colore ambrato è inconfondibile. Chi ha comprato il Jim Beam Kentucky Straight Bourbon Whiskey è rimasto favorevolmente colpito dai dolci aromi di vaniglia e fino falciato che emergono durante l’esame organolettico.

Il tutto è completato da frutta secca, erbe aromatiche e miele. Fin dal primo sorso la lingua avverte le note di rovere tostato accompagnate dalla vaniglia. Il Jim Beam è corposo e morbido e ha l’ulteriore valore aggiunto di un prezzo accessibile.

Acquista su Amazon.it (€15,84)

 

 

 

2. Maker’s Mark Bourbon Whisky 70 Cl

 

 

Questo bourbon, rispetto ad altri, è un po’ più dolce e non è eccessivamente invecchiato, visto che trascorrono tra i 5 e i 6 anni e mezzo prima che sia imbottigliato. A riguardo vogliamo segnalare la caratteristica sigillatura con la ceralacca. Non c’è traccia di segale ma solo orzo e grano.

Particolare il processo di invecchiamento che altri produttori hanno abbandonato per abbattere i costi e che consiste nello spostare i barili dai piani superiori a quelli inferiori così da trarre beneficio dalle differenze di temperature alla base di una corretta maturazione.

Le temperature alte favoriscono il dilatarsi del legno che s’impregna di distillato assicurando così le note legnose. È un buon bourbon con una percentuale di alcool pari al 45% ma probabilmente costa troppo rispetto al suo reale valore. Spendendo una manciata di euro in più si può prendere la confezione con bicchiere e una palla per il ghiaccio.

Acquista su Amazon.it (€24,9)

 

 

 

3. Bulleit Bourbon Frontier Whiskey

 

Questo whisky, se messo in comparazione con altri bourbon venduti sia online sia nei negozi fisici, si caratterizza per una maggiore percentuale di segale. È molto speziato e si possono percepire delle note di vaniglia. Si presta molto bene per i cocktail ma chiaramente va bene anche bevuto da solo, meglio liscio ma, se si preferisce, anche con ghiaccio.

La bottiglia farà felici gli amanti dell’old style, grazie al suo design. La percentuale di alcol è del 45%. Se volete provare qualcosa di diverso e di non semplicissima reperibilità, prendetelo in considerazione ma dobbiamo avvertirvi che spendendo quasi la metà potete comprare bourbon di certo non inferiori per qualità e di più semplice reperibilità.

Acquista su Amazon.it (€20,6)

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status