Il miglior aspirapolvere senza fili

Ultimo aggiornamento: 24.04.19

Aspirapolvere senza fili – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Avere il filo elettrico tra i piedi mentre si fanno le pulizie domestiche non piace a nessuno. Gli aspirapolvere senza filo, detti anche “cordless”, devono il loro successo alla capacità di funzionare traendo energia da una batteria interna agli ioni di litio ricaricabile.

La loro comodità è massima soprattutto quando si devono pulire ambienti disposti su più livelli, in particolare lungo le scale. Qui, il cavo elettrico, oltre che essere di intralcio, per gli utenti meno giovani può rivelarsi addirittura pericoloso.

Il mercato degli aspirapolvere senza filo mette a disposizione infinite soluzioni e spesso non si sa neanche dove acquistare. Non di rado infatti, la scelta del migliore aspirapolvere senza filo più adatto alle proprie esigenze (e anche alla propria capacità di spesa) si rivela un percorso a ostacoli. Noi, per facilitarvi il compito, ve ne proponiamo sei con autonomie, capacità dei contenitori raccogli-polvere e concept diversi. Dopo una attenta analisi delle caratteristiche tecniche e dei pareri pubblicati online dagli utenti che li hanno già acquistati, abbiamo stilato una classifica considerandoli fra i migliori aspirapolvere senza filo del 2019.

Al primo posto troviamo il Rowenta Air Force 360 RH9086WO , considerato un buon mix di virtù, al secondo il Dyson V7 Fluffy, per l’affidabilità dimostrata nelle varie situazioni d’uso, al terzo il LeaderPro 2 in 1 che con un semplice gesto si trasforma da scopa elettrica in aspirapolvere portatile.      

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il migliore aspirapolvere wireless

 

Come ogni ricerca che conduce alla scelta di un determinato modello, anche quella riguardante gli aspirapolvere cordless va condotta con la giusta attenzione. Sono infatti parecchi gli aspetti pratici e tecnici da tenere in considerazione per capire quale aspirapolvere senza filo comprare. Sarete in un primo momento tentati dal valutare la sola potenza di aspirazione, come se da questa dipendesse o meno la bontà del vostro acquisto.

Ciò è vero soltanto in parte, perché a rendere un aspirapolvere senza filo un buon prodotto contribuiscono anche (e soprattutto) l’autonomia, cioè la durata della batteria, la rumorosità, la capacità del serbatoio di raccolta della polvere, la maneggevolezza, il peso complessivo e la facilità con cui l’aspirapolvere può essere pulito. La manutenzione è infatti fondamentale: svuotando periodicamente il contenitore dello sporco e pulendo i filtri Hepa o di altro tipo, sarete certi di adoperare l’aspirapolvere sempre al massimo della sua efficienza.

Se, al contrario, vi farete prendere dalla pigrizia, noterete ben presto un calo di prestazioni. Se non sapete ancora come scegliere un buon aspirapolvere senza filo, leggete i paragrafi seguenti nei quali sono descritte le specifiche tecniche alle quali prestare maggiore attenzione.

Guida all’acquisto

 

Durata della batteria e autonomia

Se con gli aspirapolvere a filo, alimentati cioè da corrente elettrica, l’unico limite era ed è nella vostra buona volontà di pulire, con un aspirapolvere senza filo a dettare i tempi è l’autonomia della sua batteria ricaricabile agli ioni di litio. Nella gran parte dei casi oscilla fra 20 e 60 minuti, secondo i modelli, per cui dovrete imparare a far presto e a ottimizzare i tempi, passando più volte sullo stesso punto solo se strettamente necessario.

I produttori inoltre offrono stime ottimistiche nel senso che l’autonomia dichiarata si riferisce all’aspirapolvere utilizzato al minimo della sua potenza. Al massimo tende a dimezzarsi fino a ridursi a pochi minuti se l’aspirapolvere senza filo viene per esempio utilizzato in “modalità turbo”. Non prevista da tutti i modelli, questa va attivata quando vi trovate di fronte a sporco ostinato o a detriti grossolani. Il valore dell’autonomia, dentro la lista delle caratteristiche tecniche, il più delle volte è infatti accompagnato dall’espressione “fino a…”. Se la batteria si scarica durante la pulizia del pavimento, dovrete mettere la scopa in carica e attendere almeno tre ore. Prestate quindi attenzione anche al tempo necessario per una ricarica completa. Ci sono modelli per cui si rendono necessarie anche sei, sette ore.

C’è un altro aspetto da considerare: la batteria con il tempo tende a usurarsi, riducendo man mano la sua autonomia. Qualcosa di simile accade, per esempio, con gli smartphone. Quando li comprate, la batteria dura di più. Con il passare dei mesi e dopo ripetuti cicli di carica/scarica, dura sempre meno. Ecco, le batterie delle scope elettriche e degli aspirapolvere senza filo non fanno eccezione. Lo sforzo dei produttori è infatti quello di garantirvi la massima efficienza almeno per i primi 12 mesi dall’acquisto. Molti modelli per fortuna consentono di sostituirla non appena mostra segni evidenti di vecchiaia. Mettete però in conto che una batteria originale per aspirapolvere senza filo può costare diverse decine di euro.   

 

Potenza di aspirazione

Non c’è acquirente che, oltre a confrontare i prezzi dei vari modelli, non si chieda per ognuno di essi quale sia la potenza reale di aspirazione. Tutti vorremmo un aspirapolvere senza fili capace di rimuovere dal pavimento o dalle altre superfici di casa qualsiasi cosa: dalla polvere sottile ai capelli, ai peli degli animali, fino alla sabbia, alla ghiaia che si usa per riempire la lettiera del gatto, alle briciole di pane più pesanti. Purtroppo, con gli aspirapolvere cordless non si può avere tutto.

L’energia prodotta dalle batterie ricaricabili agli ioni di litio, e di conseguenza la potenza erogata, non sono neanche paragonabili a quelle di un motore elettrico. Di conseguenza, si deve accettare che gli aspirapolvere senza filo non sono e non possono essere potenti come gli equivalenti alimentati da corrente elettrica. Fra i vari consigli d’acquisto, potreste leggere di scope cordless di potenza pari a quelle elettriche da oltre 2.000 watt: puro marketing!

Aggiungiamo che se c’è una specifica sulla quale i produttori si mantengono vaghi, questa è proprio la potenza di aspirazione. C’è chi la esprime in watt, chi in kPa (kilopascal), chi in AW (Ampere per Watt), chi attraverso il voltaggio (V) della batteria e via discorrendo.

Noi vi consigliamo caldamente di assumere un atteggiamento. Cioè di considerare il vostro nuovo aspirapolvere cordless come l’elettrodomestico ideale per le pulizie pratiche e veloci di ogni giorno, quello a corrente per aspirare e pulire in profondità, magari un paio di volte al mese. Se affrontate l’acquisto della scopa elettrica senza filo con questa consapevolezza, rimarrete soddisfatti della vostra scelta. Se invece pensate di poter mettere in soffitta il vecchio aspiratore a traino, allora il rischio di rimanere delusi è molto alto.

Di sicuro, se avete acquistato l’aspirapolvere senza fili più economico in assoluto, dovete mettere in conto già in partenza che la sua potenza di aspirazione sarà piuttosto limitata, quindi idonea alla sola rimozione della polvere, dei peli e dei capelli. Considerate infine che la potenza di aspirazione si riduce man mano che la batteria si usura. Leggendo le recensioni online si apprende infatti che dopo un anno circa di utilizzo continuo (talvolta un po’ meno), l’aspirapolvere senza filo inizia a perdere potenza. Si tratta di un calo “fisiologico”.      

Cos’è un aspirapolvere ciclonico

C’è un termine che la fa da padrone quando si parla di aspirapolvere senza filo: “ciclonico”. Tutti voglio aspirapolvere ciclonici ritenendo che siano più efficaci e potenti di quelli tradizionali che depositano la polvere rimossa dentro un sacchetto in carta o in stoffa. Facciamo quindi un po’ di chiarezza sul significato del termine ciclonico e spieghiamo cosa è un aspirapolvere ciclonico.

Applicata per la prima volta da Dyson agli aspirapolvere domestici nel 1984, la tecnologia ciclonica porta a una più netta separazione della polvere dall’aria aspirata attraverso la spazzola o la bocchetta. Grazie a un percorso a spirale, seguito dall’aria sporca ad alta velocità, e alla forza centrifuga che si genera, le particelle di sporco tendono a depositarsi sulla parete esterna del contenitore raccogli-polvere quindi, man mano che il peso aumenta, sul fondo. L’aria in uscita è pulita, a tutto beneficio dei soggetti allergici che non dovranno più fare i conti con gli acari e la forfora di gatto o cane.

Ulteriori filtri, di tipo Hepa o in spugna, posti sul cammino dell’aria in uscita dall’apparecchio, tendono a purificarla ulteriormente. A una maggiore velocità di rotazione dell’aria corrisponde una più intensa forza centrifuga quindi una più efficace separazione dei corpi solidi. La tecnologia ciclonica non determina tanto un incremento di potenza ma contribuisce a rendere più sani gli ambienti in cui si fanno le pulizie. Si sa tuttavia che i produttori sono alla continua ricerca di soluzioni che migliorino le proprie tecnologie.

Il metodo di separazione ciclonico è stato migliorato negli anni con lo scopo di ottenere aria in uscita pura al 100% o quasi. È nata così la tecnologia multi-ciclonica e gli aspirapolvere che la utilizzano come alcuni dei Dyson più recenti sono detti appunto multiciclonici. Utilizzano più coni affiancati, di dimensioni ridotte, disposti in modo da generare ulteriore forza centrifuga nell’aria e una maggiore pulizia della stessa. Se, in percentuale, l’aria in uscita da un aspirapolvere mono-ciclonico è pulita al 75%, quella in uscita da un multi-ciclonico raggiunge il 95%. 

Risparmio economico e pulizia del contenitore

Gli aspirapolvere ciclonici e multi-ciclonici senza filo, rispetto a quelli classici a sacchetto, permettono di risparmiare sulla sostituzione di quest’ultimo. Il contenitore raccogli-polvere può essere svuotato, pulito e lavato un’infinità di volte, a costo zero. La sostituzione dei sacchetti in carta o in stoffa, quando colmi e non più utilizzabili, ha invece un prezzo: solitamente un euro o poco meno per unità.

Se volete risparmiare sui consumabili, dovete però “farvi l’abitudine allo sporco”. Svuotare un contenitore riempito di polvere, peli, capelli e quant’altro il vostro aspirapolvere senza filo avrà rimosso dal pavimento, può risultare almeno le prime volte un’operazione fastidiosa perché vi metterà a diretto contatto con lo sporco. Con il tempo, ci farete invece l’abitudine e apprezzerete il risparmio di tempo e di denaro che vi assicura la tecnologia ciclonica.

Per quanto riguarda i filtri invece, siano essi Hepa o di altro materiale come la schiuma, dovrete rimuoverli, pulirli e quando serve sostituirli, con entrambe le tipologie di aspirapolvere: ciclonica e con sacchetto.

 

I migliori aspirapolvere senza fili del 2019

 

Prodotti raccomandati

 

Rowenta Air Force 360 RH9086WO

 

Nonostante sia l’aspirapolvere ciclonico senza filo e senza sacco con l’autonomia più bassa tra quelli descritti in questa comparazione, è uno dei più apprezzati, stando alle recensioni pubblicate online, proprio per quanto riguarda la durata della batteria. Ciò significa che la buona qualità dell’accumulatore agli ioni di litio ricaricabile da 21,9 V mantiene costante il suo tempo massimo di 20 minuti – se non si utilizza la massima potenza – esprimendo un’ottima capacità aspirante.

Ciò permette di pulire con un solo passaggio in ogni punto della casa e di terminare la pulizia dell’intera superficie in un’unica sessione. Come gli aspirapolvere Dyson, concentra la gran parte del peso nel manico risultando perfettamente bilanciato anche nella pulizia dei punti più alti della casa. Né si risparmia per quanto riguarda gli accessori che comprendono oltre alla testina principale dotata di spazzola rotante, anche una mini spazzola motorizzata per eliminare polvere e acari dai divani e materassi.

Un altro aspetto del Rowenta Air Force 360 molto apprezzato online è il design sobrio che con i suoi colori nero, grigio e alluminio non stona in nessun tipo di ambiente. Non a caso, il produttore fornisce una base per il fissaggio della scopa a muro. Farà una bella figura anche se lasciato a vista in presenza di ospiti. Per quanto riguarda il contenitore, il peso e il tempo di ricarica, siamo nella media: i valori rispettivi sono 0,40 litri, 3 ore e 2,5 kg circa.  

 

Tecnologia: ciclonica • Potenza di aspirazione: 21,9 V • Autonomia massima: fino a 20 minuti • Contenitore: 0,40 litri • Velocità di aspirazione: 2 • Tempo di ricarica: 3 ore • Batteria: ioni di litio • Peso: 2,8 kg

 

Pro

È uno dei più venduti online e dei più apprezzati per quanto riguarda la capacità aspirante e l’efficienza della batteria ricaricabile agli ioni di litio. La dotazione di accessori è molto buona e trasforma l’aspirapolvere Rowenta in un tutto fare. È anche abbastanza leggero.  

 

Contro

L’aspirapolvere non sta in piedi da solo e a causa del peso concentrato nel manico, fa fatica anche a restare appoggiato al muro. Meglio posarlo per terra se costretti a interrompere per pochi secondi le pulizie. Con il passare del tempo, la rumorosità tende ad aumentare.

Acquista su Amazon.it (€249,99)

 

 

 

Dyson V7 Fluffy

 

Per molti Dyson è la migliore marca di aspirapolvere senza filo e senza sacco. D’altronde, il fondatore dell’azienda inglese, l’ingegnere James Dyson, è stato il primo ad applicare la tecnologia ciclonica di separazione della polvere dall’aria, a un elettrodomestico. Tanta stima e fiducia sono ricambiate dalla buona qualità ed efficienza dei suoi prodotti come il V7 Fluffy che abbiamo incluso in questa guida mercato.

Le prestazioni sono al top, grazie anche a una nutrita collezione di accessori che in parte giustificano il prezzo. Alla spazzola a rullo morbido in simil-velluto, progettata per pavimenti duri e moquette, segue una mini turbo spazzola per i divani e gli imbottiti, un accessorio multi-funzione da usare con o senza setole, da una lancia per le fughe e da una bocchetta con setole morbide per pulire gli oggetti più delicati.

Grazie a questi accessori, la scopa senza fili Dyson può trasformarsi in un comodo portatile per le pulizie dell’auto e di ogni superficie, anche non dura, della casa. Alla minima potenza, il V7 Fluffy raggiunge i 30 minuti di autonomia ma la casa garantisce che gli stessi non saranno caratterizzati da un calo progressivo di capacità aspirante. Ciò grazie al motore digitale di ultima generazione Dyson V7 che unisce efficienza e leggerezza. L’aspirapolvere pesa infatti meno di 2,5 kg. La tecnologia 2 Tier Radial prevede la presenza di ben 15 cicloni disposti su due file concentriche in grado di separare totalmente la polvere dall’aria che sarà immessa nell’ambiente priva di inquinanti.   

 

Tecnologia: ciclonica • Potenza di aspirazione: 100 AW • Autonomia massima: fino a 30 minuti • Contenitore: 0,54 litri • Velocità di aspirazione: 2 • Tempo di ricarica: 3,5 ore • Batteria: agli ioni di litio con nichel-cobalto-manganese • Peso: 2,47 kg

 

Pro

Il baricentro alto – il motore e il contenitore della polvere si trovano in prossimità del manico – rende il Dyson V7 Fluffy maneggevole. Facile sollevare la scopa per togliere le ragnatele dal soffitto o raggiungere le parti alte dei mobili. Buona la potenza di aspirazione e la dotazione di accessori che rendono il prodotto molto versatile. Si infila anche sotto i mobili più bassi.  

 

Contro

La durata massima della batteria si riferisce alla minima potenza di aspirazione. Quando si passa alla modalità turbo, l’autonomia si riduce drasticamente passando da un massimo di 30 minuti a circa 7 minuti. Il contenitore è un po’ piccolo: con i suoi 0,54 litri va svuotato molto spesso.

Acquista su Amazon.it (€329,9)

 

 

 

LeaderPro 2 in 1

 

È un aspirapolvere 2 in 1 che funge sia da scopa elettrica senza filo, sia da portatile. Basta infatti staccare il corpo motore dal resto del telaio per disporre di un potente aspirabriciole o di un aspirapolvere per l’auto, i divani e i davanzali delle finestre. La lancia per le fughe in dotazione aumenta la potenza aspirante e facilita la pulizia nei punti più difficili da raggiungere. Il manico pieghevole riduce l’ingombro consentendo una più facile conservazione della scopa e un più agevole trasporto.

La testina di aspirazione, abbastanza snodata, contiene una spazzola rotante che dovrete periodicamente pulire e liberare da peli e capelli dopo averlo estratta premendo l’apposito pulsante. Altrettanto facile è separare il vano di raccolta della polvere dal filtro conico e dal filtro in spugna per lavarli, se lo desiderate, tutti e tre in acqua tiepida e sapone. Fatelo spesso, prima che il contenitore sia pieno, se non volete che la potenza aspirante ne risenta.

Il peso contenuto (2,5 kg) rende la scopa maneggevole e pratica da usare mentre le tre luci LED che si osservano nella parte frontale della testina aiutano a individuare detriti e briciole nelle operazioni di pulizia condotte in scarsa luce. La ricarica avviene adagiando l’aspirapolvere ciclonico senza fili nella base di ricarica – secondo alcuni pareri un po’ economica – inclusa nella confezione. Quando i LED smettono di lampeggiare, in media dopo 5, 6 ore, la scopa è pronta per essere usata. Come tutti gli aspirapolvere a batteria è un po’ rumoroso.   

 

Tecnologia: ciclonica • Potenza di aspirazione: 5 kPa • Autonomia massima: fino a 30 minuti • Contenitore: n.d. • Velocità di aspirazione: 2 • Tempo di ricarica: 5-6 ore • Batteria: 18,5 V – 2.300 mAh – 150 W (ioni di litio) • Peso: 2,5 kg

 

Pro

L’idea di posizionare i pulsanti On/Off e di regolazione della potenza in due punti distinti, quindi anche sul manico pieghevole, rende l’aspirapolvere confortevole. L’attacco posteriore per la lancia delle fughe contribuisce a non smarrirla continuamente. Si trasforma in un portatile in pochi attimi.  

 

Contro

Secondo alcuni utenti la base di ricarica a pavimento è un po’ fragile). Peccato che i LED non si possano spegnere per risparmiare energia e aumentare l’autonomia della scopa. Circa 6 ore per una ricarica non sono poche.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

H.Koenig UP600 easyclean 2 in 1

 

Se siete interessati ai modelli di aspirapolvere senza fili proposti a prezzi bassi, ma al tempo stesso di buona qualità, il H.Koenig UP600 può fare al caso vostro. Anzi, chi lo ha già comprato e lo usa ogni giorno per le pulizie veloci, trova che sia difficile individuare altri modelli sul mercato che possano vantare lo stesso rapporto qualità/prezzo.

Acquistato poi in periodo di offerte può essere un vero affare. Anche perché a entrambe le velocità di cui dispone, dimostra di essere abbastanza silenzioso. Come il Dyson e il Rowenta, propone la filosofia del 2 in 1 unita alla struttura con motore decentrato e posto sul manico. Ne guadagna la maneggevolezza soprattutto se durante le vostre operazioni di pulizia, tendete ad andare continuamente dal basso in alto e viceversa. In modalità portatile, oltre che svolgere bene il proprio dovere in casa, ben si comporta al di fuori, come in ufficio e in auto.

Visto il prezzo, dovrete accontentarvi di una dotazione di accessori di base: insieme con la testina dotata di spazzola rotante con setole ad andamento sinusoidale, troverete una lancia per le fughe e una bocchetta multi-funzione. Questa vi permetterà per esempio di aspirare anche tende e divani. I numeri sono decisamente a suo favore: è infatti uno dei pochi aspirapolvere a vantare un’autonomia massima di 40 minuti e un contenitore di raccolta dello sporco da 0,8 litri. Ciò vi permetterà di accumulare un bel po’ di sporco prima di svuotarlo.   

 

Tecnologia: ciclonica • Potenza di aspirazione: 100 W • Autonomia massima: fino a 40 minuti • Contenitore: 0,8 litri • Velocità di aspirazione: 2 • Tempo di ricarica: 4 ore • Batteria: 22,2 V (ioni di litio) • Peso: 1,1 kg

 

Pro

Non sono pochi i pareri degli utenti in cui si sottolinea la silenziosità dell’aspirapolvere anche se impostato alla massima velocità. È dotato di base di ricarica da fissare al muro per tenere in ordine l’ambiente in cui sarà riposto per essere ricaricato.

 

Contro

Nel novero degli aspirapolvere a batteria ricaricabile, non è il più potente. Efficace con i peli di animale, stando a quanto si legge online, fa fatica per esempio con i sassolini della lettiera del gatto. Capita spesso e volentieri che questi ricadano dal tubo una volta spento l’aspirapolvere.

Acquista su Amazon.it (€88,99)

 

 

 

Hoover Athen EVO ATV252LT 011

 

Il design è quello tipico delle scope elettriche senza sacco e senza filo. Il modello Hoover Athen EVO è infatti proposto per lavori di intensità medio-alta. Lo si capisce osservando la lista delle caratteristiche tecniche: autonomia massima di 60 minuti e potenza aspirante pari a quella di una scopa elettrica con filo da 2.500 W.

Un paragone forse esagerato visto che la potenza di aspirazione non soddisfa appieno gli utenti che l’hanno già acquistato. Pur sapendo che si tratta di una scopa cordless, cioè senza cavo e ricaricabile, in molti si aspettavano di più. Se l’aspirapolvere si comporta bene quando chiamato a rimuovere polvere, peli e capelli, mostra qualche limite con i detriti più grossolani, come i sassolini da lettiera per gatti.

Inoltre, per attivare la spazzola rotante è necessario impostare la massima potenza ossia la modalità “carpet” (tappeto). Anche così, il divario con i modelli più efficienti (o con filo) resta evidente, soprattutto se la batteria è a circa metà della sua autonomia. Se la forza di aspirazione non è il vostro criterio di scelta, allora la scopa Hoover può rivelarsi un buon acquisto.

È robusta e di buona qualità costruttiva oltre a vantare una discreta maneggevolezza. Con i suoi 3,1 kg è l’aspirapolvere più pesante della nostra comparazione ma la distribuzione del peso su tutta la sua lunghezza non ne fa un aspetto penalizzante. Infine, piacciono i LED posizionati sulla testina che aiutano, anche al buio, a rintracciare lo sporco e a passarci sopra senza sbagliare. Il contenitore della polvere si separa totalmente dal corpo facilitando il lavaggio sotto l’acqua corrente.    

 

Tecnologia: ciclonica • Potenza di aspirazione: n.d. • Autonomia massima: fino a 60 minuti • Contenitore: 1 litro • Velocità di aspirazione: 2 livelli + turbo • Tempo di ricarica: 4 ore • Batteria: 25,2 V (ioni di litio) • Peso: 3,1 kg

 

Pro

L’autonomia della Athen EVO è al top fra le scope cordless. I suoi 60 minuti fanno sì che sia possibile non tenerla sempre in carica e trovarla pronta in ogni momento. Anche la capacità del contenitore dello sporco si attesta su ottimi livelli: 1 litro rappresenta un record per la categoria. Grazie alla posizione di parcheggio e alle grosse ruote che si osservano sul retro della testina di pulizia, sta in piedi da sola.  

 

Contro

Nonostante la batteria da 25,2 V, la scopa ricaricabile di Hoover non esce vincitrice nella nostra comparazione per quanto riguarda la potenza aspirante. Piace poco inoltre l’idea di poter usufruire della spazzola rotante solo se viene impostata la modalità carpet.

Acquista su Amazon.it (€138,9)

 

 

 

Severin HV 7158

 

È un prodotto di livello medio e dal prezzo invitante. Se non sapete quale aspirapolvere scegliere per fare la conoscenza con il mondo degli elettrodomestici cordless progettati per la pulizia della casa, il Severin HV 7158 potrà regalarvi qualche bella soddisfazione. Anche se non eccelle dal punto di vista della potenza aspirante – è questo il limite segnalato dagli utenti che l’hanno promosso con riserva – l’aspirapolvere ricaricabile in questione ha una buona autonomia.

Con i suoi 30 minuti dichiarati, vi permetterà di utilizzarlo più volte senza ricaricarlo se a ogni sessione dedicherete un massimo di 10 minuti circa. Si presta bene alle pulizie veloci riuscendo a coprire un appartamento di circa 90 mq. Scordatevi più passaggi per ogni punto e la rimozione di corpi solidi che eccedano qualche grammo di peso: il flusso d’aria in ingresso non si rivela sufficiente. Rimuovendo il tubo di prolunga in alluminio, che contribuisce a contenere il peso entro i 2,3 kg e quindi alla maneggevolezza dell’elettrodomestico, l’aspirapolvere Severin si trasforma in un portatile.

La confezione non prevede però una spazzola più piccola da riservare alle superfici morbide e agli imbottiti. Troverete al contrario delle bocchette multi-funzione e una lancia per le fughe con quali potrete aumentare la potenza di aspirazione (aumentando la velocità del flusso d’aria in ingresso) e raggiungere i punti più difficili. La spazzola rotante esercita la sua azione meccanica di rimozione di polvere e capelli anche dal tappeto. Il supporto a muro consente di riporla e ricaricarla in modo ordinato.

 

Tecnologia: ciclonica • Potenza di aspirazione: 140 W • Autonomia massima: fino a 30 minuti • Contenitore: 0,65 litri • Velocità di aspirazione: n.d. • Tempo di ricarica: 3 ore • Batteria: agli ioni di litio • Peso: 2,3 kg

 

Pro

Il LED frontale aiuta a individuare meglio briciole e piccoli residui evitando passate inutili e contribuendo a preservare la preziosa energia dell’aspirapolvere. Il corpo a baricentro alto ne permette un uso agevole anche sollevandolo per raggiungere soffitto, mensole e parti alte dei mobili. Il peso contenuto e la buona maneggevolezza rappresentano altri punti a favore.

 

Contro

Se l’aspirapolvere Severin avesse avuto dalla sua una maggiore potenza aspirante avrebbe guadagnato molti più consensi. Come tutti gli elettrodomestici economici adotta componenti in plastica che con il tempo possono mostrare la loro debolezza.

Acquista su Amazon.it (€122,11)

 

 

 

Come utilizzare una scopa elettrica senza fili

 

Dopo aver ricevuto ed estratto dalla scatola il vostro nuovo aspirapolvere senza filo, dovrete imparare a utilizzarlo nel migliore dei modi. Solo così trarrete il massimo beneficio. Vi basteranno poche ore di impiego per prendere la giusta confidenza e sfruttare appieno le sue potenzialità. Vi conviene tuttavia seguire i nostri suggerimenti d’uso per far sì che l’acquisto si riveli indovinato nel tempo. Per prima cosa, mettete da parte la pigrizia e leggete il manuale di istruzioni. Molto spesso, questo contiene trucchi e consigli efficaci per allungare la vita dell’apparecchio e usarlo in modo opportuno. Non è raro commettere e perseverare in errori, accorgendosene solo dopo essersi decisi a leggere il manuale.

La prima ricarica, per esempio, richiedere sempre più ore delle successive. E un buon trattamento della batteria è il primo passo verso la soddisfazione d’uso. Benché non ci siano pareri unanimi al riguardo, è buona norma adoperare la scopa o l’aspirapolvere senza filo almeno per metà della sua autonomia, meglio se fino a farla esaurire del tutto.

Riponete l’apparecchio in carica secondo le modalità descritte per ciascun modello e lo avrete sempre a disposizione, già carico ed efficiente. Imparate inoltre a dosare la potenza. Se dovete rimuovere semplicemente polvere, capelli e peli di animali, mantenete la potenza al minimo e passate l’aspirapolvere in modo intelligente, senza esagerare con spostamenti eccessivamente veloci e procedendo avanti e indietro.

Se avrete scelto un modello dal baricentro altro, allora potrete passare dal pavimento al soffitto, senza tralasciare le aree sottostanti i mobili e i letti. Se l’aspirapolvere da voi scelto è uno di quelli che vi costringe a tenere continuamente premuto il pulsante On, accettatelo di buon grado e cercate di non farvene un problema (online si leggono molte lamentele al riguardo). È un modo per risparmiare al massimo energia e non sprecarla nei cosiddetti tempi morti.

 

L’importanza della pulizia e della manutenzione

Non dovete dimenticare che la potenza di aspirazione del vostro aspirapolvere ricaricabile si riduce se il contenitore per la polvere è pieno e i filtri sono sporchi. Dovrete imparare a convivere con queste semplici regole e a svuotare il cassetto anche prima che si sia completamente riempito.

La gran parte degli aspirapolvere senza filo adottato sistemi molto semplici di sbloccaggio. Basta spesso premere un pulsante per rimuovere il cassetto e svuotarlo direttamente nel sacchetto dell’immondizia. Lavarlo sotto l’acqua corrente con un po’ di sapone contribuisce inoltre a mantenere piacevole l’estetica dell’aspirapolvere, soprattutto se il contenitore è trasparente o traslucido. Altrettanta importanza hanno i filtri che possono essere puliti tranquillamente con uno spazzolino. Quando il loro colore tende al grigio scuro, allora è buona norma sostituirli con dei filtri nuovi.

Ne esistono di specifici per i vari modelli di aspirapolvere e di universali. Spesso si tratta di fogli di spugna da tagliare con le forbici secondo forme idonee al proprio modello. Pulite periodicamente anche la spazzola rotante che nella gran parte dei modelli contribuisce alla eliminazione meccanica dello sporco. Questa tende in breve tempo a riempirsi di peli e capelli che vanno necessariamente eliminati.

Potrete farlo con l’accessorio in dotazione all’aspirapolvere (se previsto) o con uno simile che potrete acquistare per pochi euro in un negozio di articoli per la cosa. Se la testina di pulizia è dotata di ruote che ne facilitano lo scorrimento, è buona norma pulire periodicamente anche queste. Ne guadagnerete in maneggevolezza così che le operazioni di pulizia saranno meno faticose.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Aspirapolvere senza fili – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

I primi due aspirapolvere senza fili per noi? Eccoli: Dyson DC62 Digital Slim si caratterizza per l’incredibile leggerezza, l’ingombro estremamente ridotto e la notevole maneggevolezza. La grande potenza è un altro punto di forza di questo modello che aspira in modo efficace e veloce. Rowenta RH8871 si ricarica in meno tempo e ha un’autonomia superiore a quella di tanti altri modelli. Grazie all’innovativa tecnologia che separa la polvere dall’aria, è particolarmente adatto a chi soffre di allergia.

 

Come scegliere il migliore aspirapolvere wireless

 

Anche il mondo degli elettrodomestici, specie per quelli che appartengono alle migliori marche, è in continua evoluzione. In questa recensione capiremo quali caratteristiche deve avere un buon aspirapolvere wireless offerto sul mercato del consumo domestico, in modo da permetterti, nel confronto di prezzo tra i vari modelli, di poter stilare una personale classifica di preferenza.

Vedremo nel corso della guida come scegliere un aspirapolvere Wi-Fi adatto alle nostre esigenze, valutando le caratteristiche che incideranno sul prezzo finale.

1

 

Guida all’acquisto

 

Comodità d’uso

Quando si tratta di scegliere un tipo di aspirapolvere comodo e funzionale come è un aspirapolvere wireless, bisogna valutare tutte le variabili descritte in questa guida: caratteristiche tecniche in relazione alla qualità/prezzo; uso effettivo che se ne farà e dimensioni degli ambienti da trattare. Più questi sono grandi, più il nostro elettrodomestico avrà da lavorare e quindi richiederà autonomia e potenza, pur nel rispetto del motore e delle altre componenti elettriche e meccaniche che lo costituiscono.

La caratteristica più importante per questo elettrodomestico è la grande comodità di utilizzo, non dovendo contare affatto sulla presenza di cavi elettrici e di assai spesso irraggiungibili prese di corrente. Altra importante caratteristica da cercare in un aspirapolvere wireless è la comodità di impugnatura e la leggerezza in modo da spostarlo per casa senza troppa fatica.

 

Autonomia

In secondo luogo è bene informarsi e conoscere l’autonomia dell’apparecchio: variabile decisiva e importante. I prodotti a buon prezzo offrono tempi di autonomia di circa 20 minuti, che di solito sono un buon lasso di tempo per normali appartamentini di città. Ovviamente esistono anche apparecchi più costosi che garantiranno autonomie anche di 60 minuti.

Sta a te decidere il tipo di aspirapolvere, in base al suo prevedibile utilizzo e in base alle superfici presenti in casa. È bene verificare con cura il rapporto tra la durata della batteria in funzione e il tempo di carica. In alcuni casi, quando l’autonomia è bassa, ricariche di poche decine di minuti permettono comunque di poter pulire in tempi ragionevoli e con cura la casa.

 

2

 

Potenza e filtro

Altro elemento decisivo nella scelta è la potenza di aspirazione. Sarebbe opportuno prestare attenzione alla potenza effettiva del motore riportata nella manualistica fornita dal fabbricante: da tale parametro dipende il volume di polvere che andremo ad aspirare in un dato tempo.

Come molti altri elettrodomestici non bisogna dimenticare l’importanza del filtro. La tipologia più popolare è il filtro HEPA che riesce a garantire prestazioni di aspirazione incredibili. Secondo degli studi, questo prodotto riesce a filtrare l’aria dalle impurità in proporzione del 99,97%, ripulendola dalle particelle e dagli allergeni nocivi in circolo nella nostra casa appena pulita.

L’ultimo modello concepito dalle ditte produttrici di filtri è il performante filtro HEPA H14, anche se la maggior parte degli aspirapolvere monta il collaudatissimo e sicurissimo H13 che rispetta le stringenti norme di qualità europee in materia di igiene e salute. Altri modelli impiegano invece una diversa tipologia di filtrazioni, come la filtrazione a ciclone, che si trova nei più recenti aspirapolvere e che garantisce alta efficienza di aspirazione e buona igienizzazione.

 

I migliori aspirapolvere senza fili del 2019

 

Le scope elettriche vi sembrano troppo poco potenti e gli aspirapolvere tradizionali troppo pesanti e ingombranti? Procuratevi uno dei migliori aspirapolvere senza fili venduti online sfruttando le tante offerte a disposizione e ne sarete entusiasti. Ecco la nostra personale classifica dei cinque modelli migliori dell’anno.

 

Prodotti raccomandati

 

Dyson DC62 Digital Slim

Principale vantaggio:

Aspirapolvere estremamente potente e compatto in grado di pulire a fondo e in breve tempo rimuovendo con efficacia capelli o peli.

 

Principale svantaggio:  

La batteria è il punto dolente di questo modello. Dura poco in modalità standard oppure pochissimo al massimo della potenza.

 

Verdetto: 9.8/10

Una bella macchina per tenere in ordine casa senza ricorrere a strumenti troppo ingombranti. Il braccio articolato ed esteso della testa aspirante consente di arrivare dove serve con facilità e in un batter d’occhio. Il prezzo decisamente al di sopra della media è una delle caratteristiche del marchio che si è fatto apprezzare dal pubblico per la sua grande affidabilità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Innovazione tecnologica a portata di mano

Gli amanti del marchio Dyson lo apprezzano in modo particolare perché è stato il primo ad aver portato in casa la tecnologia ciclonica. Non serve essere ingegneri per restare stupiti di fronte all’alta capacità aspirante garantita da questa tecnologia speciale. Declinata nella versione di aspirapolvere senza fili, aggiunge anche una notevole facilità di trasporto e la necessaria maneggevolezza per le pulizie veloci quotidiane.

Nella versione V6 incrementa la potenza disponibile rispetto alle versioni precedenti riuscendo ad aspirare tutto lo sporco in una sola passata. Ha una doppia fila di cicloni che creano il vortice d’aria tanto potente da attirare a sé polvere, compresa quella più sottile, capelli o peli d’animale.

Fa piacere sapere di poter contare su tanta potenza anche senza dover essere sempre collegati alla corrente elettrica. In questo modo è rapido e immediato prendere l’aspirapolvere come si userebbe una comune scopa per togliere briciole e sporco che si crea dopo pranzo.

Accessori speciali per rimuovere tutto lo sporco

Gli aspirapolvere senza fili soffrono tutti della stessa pecca: hanno un’autonomia limitata. Eppure, se si pensa di usarli come strumenti per le pulizie veloci e quotidiane, riescono a rispondere bene alle reali necessità. La funzione booster, la massima forza aspirante, ha un’autonomia di 8 minuti contro i 20 della potenza massima normale. Una volta finito di lavorare, la scopa torna alla propria base di ricarica dove è possibile anche conservare gli accessori inclusi insieme all’aspirapolvere.

Il braccio con la testa aspirante piace parecchio perché ben articolato e in grado di seguire i movimenti di chi lo conduce con facilità. Incorpora una spazzola motorizzata con filamenti in fibra di carbonio e setole di nylon. Il suo design a spirale e la forma speciale dalla base larga e piatta è in grado di raccogliere tutto lo sporco senza lasciarsi sfuggire nulla.

 

Forma ergonomica e peso piuma

Si impugna con facilità e ha una forma che segue perfettamente il movimento della mano. In questo modo è facile trasportarla attraverso la stanza e tra i mobili senza far fatica. Una mini turbospazzola consente di agire con precisione anche nei punti più stretti e difficili per un’aspirazione meticolosa.

Il peso è un altro degli aspetti che contribuiscono a rendere grande questo aspirapolvere. Poco più di 2 chili e distribuiti in modo da non gravare su un solo punto mentre si regge con una sola mano. Nella versione apposita per aspirare anche i peli di animali, ha una forma tale da consentire di rimuoverli senza intasarsi.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rowenta RH8871

 

2.Rowenta RH8871Al secondo posto di questa classifica troviamo un modello in grado di offrire prestazioni paragonabili a quelle di un aspirapolvere tradizionale, soprattutto su superfici molto dure. Considerati i tempi di ricarica non troppo lunghi (all’incirca 6 ore) e la notevole autonomia (fino a 55 minuti), questo attrezzo (tra gli aspirapolvere senza filo Rowenta più venduti) può quindi essere usato come unico strumento di pulizia dei pavimenti della casa.

Questo Rowenta è quindi pienamente in lotta per il titolo di miglior aspirapolvere senza fili potente, grazie a un voltaggio di 25,2 V e un wattaggio di 2100 W. È un’ottima scelta anche per chi soffre di allergia alla polvere, dato che aria e polvere vengono perfettamente separati grazie alla tecnologia ciclone EXTREME. Importante, però, ricordarsi di lavare con la giusta costanza i vari filtri.

La polvere viene accumulata in un contenitore della capacità di 0,5 litri, privo di sacchetto, comodo da aprire, svuotare e lavare.

Lo straordinario successo del nuovo aspirapolvere senza fili Rowenta dipende dal buon rapporto qualità/prezzo e dai numerosi benefici che assicura agli utenti. Ecco quali sono le sue caratteristiche più significative.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Dyson DC45 Multi Floor

 

3.Dyson DC45 Multi FloorPer tutti gli appassionati della Dyson, il dubbio su quale aspirapolvere senza fili comprare può essere risolto anche con questo modello, molto simile per caratteristiche e fascia di prezzo a quello che guida la nostra personale top 5.

Si tratta, ancora una volta, di un prodotto molto leggero e affusolato, perfettamente bilanciato per permetterci di pulire agevolmente non solo il pavimento, ma anche il soffitto e tutte le superfici intermedie. Può tranquillamente prendere il posto di un aspirabriciole!

Un altro vantaggio di questo aspirapolvere senza fili è quello di continuare a lavorare senza cali di potenza per tutta la durata della batteria, che sarà facile e veloce ricaricare grazie alla comoda docking station.

La potenza è assicurata dalla tecnologia ciclonica brevettata dal marchio e grazie alle setole in fibra di carbonio la polvere non ha davvero vie di fuga! Svuotare il contenitore, inoltre, è facile e perfettamente igienico.

Dyson è un marchio riconosciuto a livello internazionale per l’affidabilità dei suoi prodotti nel campo dell’aspirazione. Il suo Multi Floor è un modello da tenere in considerazione per i vantaggi che offre all’utente. Riepiloghiamo in sintesi i suoi maggiori punti di forza e di debolezza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Bosch BBHMOVE4

 

4.Bosch BBHMOVE4I nostri consigli d’acquisto su come scegliere un buon aspirapolvere senza filo e senza sacco proseguono con questo modello dell’inossidabile Bosch, un marchio da tenere sempre in considerazione quando si è alla ricerca di un buon elettrodomestico per la propria casa.

Questo aspirapolvere senza fili si rivela molto versatile, grazie alla presenza di un aspirabriciole incorporato, alla possibilità di usarlo come battitappeto e ai bassi tempi di carica. Sarà molto raro che vi ritroviate ad aspettare prima di poterlo usare!

Non fatevi, inoltre, scoraggiare dalle dimensioni non troppo ridotte: questo aspirapolvere resta in piedi da solo e può anche essere piegato in due, consentendo un notevole risparmio di spazio.

Uno dei pochi difetti segnalati dagli utenti è invece la potenza, che molti ritengono leggermente inferiore alle attese. Anche il contenitore, con una capacità di 300 ml, risulta un po’ troppo piccolo e deve essere svuotato con una certa frequenza.

Bosch ha realizzato un modello che colpisce non solo per la sua affidabilità ma anche per il costo competitivo al quale è possibile trovarlo sul mercato. Di seguito una breve scheda riepilogativa delle sue caratteristiche principali.

Acquista su Amazon.it (€304,4)

 

 

 

Hoover ATN300B

 

5.Hoover ATN300BIn fondo alla nostra classifica troviamo un prodotto dal buon rapporto tra qualità e prezzo, molto utile per brevi pulizie quotidiane ma che va utilizzato in tandem con un aspirapolvere tradizionale più potente. Rispetto ad altri modelli finora analizzati, questo aspirapolvere senza fili è piuttosto pesante e per questo torna utile la maniglia per il trasporto.

Dotato di una discreta potenza, può essere utilizzato con tre diverse funzioni: pavimento, tappeto e turbo, permettendoci un dispendio di energia commisurato alla superficie da pulire. La polvere viene filtrata attraverso un efficiente filtro HEPA e immagazzinata in un capiente contenitore senza sacco, semplice da svuotare e pulire.

Una volta terminato il lavoro, l’aspirapolvere è facile da riporre in posizione verticale dato che resta in piedi da solo. Un display LED ci tiene informati sul livello della batteria e sull’utilizzo di determinate funzioni. Funziona per ben 60 minuti, consentendoci di pulire case piuttosto grandi in un’unica sessione.

Nel campo dell’aspirazione, Hoover è un marchio leader a livello mondiale. Il prodotto appena recensito presenta un ottimo rapporto qualità/prezzo. Se cerchi un negozio dove acquistare questo modello a un prezzo davvero conveniente, clicca in basso e scoprirai un’offerta imperdibile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Rowenta RH8758 Air Force Extreme

 

2-rowenta-rh8758Air Force Extreme ha le stesse prestazioni di un aspirapolvere a traino Rowenta, col vantaggio di non avere il filo che si aggroviglia e su cui bambini e adulti possono inciampare.

Ha tre velocità di aspirazione tra cui scegliere in base anche alla superficie da pulire e, tenendola sempre al minimo, la batteria arriva ad avere una durata di ben 45 minuti, un tempo che dovrebbe essere sufficiente per terminare la pulizia dei pavimenti.

La tecnologia ciclonica utilizzata assicura non solo grande potenza ma, grazie al flusso elicoidale dell’aria, la polvere e le altre particelle vengono separate più efficacemente e il filtro rimane pulito più a lungo e si usura di meno.

Molto leggera, è comoda e maneggevole da usare e sta in piedi da sola, l’ideale durante una pausa o quando deve essere riposta dopo la pulizia. Inoltre, non essendoci nessun sacco, il contenitore per raccogliere la polvere può essere estratto rapidamente e svuotato con un gesto senza sporcarsi.

Acquista su Amazon.it (€198,83)

 

 

 

Dyson DC62 Digital Slim

 

1.Dyson DC62 Digital SlimVince la nostra comparazione questo modello della Dyson, da noi nominato miglior aspirapolvere senza fili del 2019. In questi elettrodomestici, peso e ingombro sono due fattori fondamentali nella scelta ed è proprio qui che questo prodotto dà il meglio. Pesa, infatti, appena 2 kg e con le dimensioni di 20,5 x 121 (con tubo) x 25 cm permette di raggiungere qualsiasi anfratto della nostra abitazione.

Altro fattore fondamentale è la potenza, garantita da quindici cicloni disposti su due schiere che intensificano il flusso d’aria e permettono di catturare anche la polvere più sottile. Di grande qualità anche la spazzola motorizzata, realizzata con filamenti di carbonio che da un lato rimuovono meglio lo sporco, dall’altro sono più resistenti all’usura. Con l’aspirapolvere senza fili vengono fornite diverse bocchette per usi diversi, il pre-filtro del motore deve essere lavato una volta al mese per mantenere prestazioni adeguate.

Questo modello è l’ideale per la pulizia di case di piccole e medie dimensioni.

Come hai visto, le caratteristiche vantaggiose del Dyson Digital Slim sono numerose e ci hanno spinto a includerlo nella nostra guida per scegliere il miglior aspirapolvere senza fili. Rivediamo allora brevemente quali sono.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un aspirapolvere senza fili

 

Gli aspirapolvere senza fili non sono altro che una versione più compatta e funzionale del tradizionale aspirapolvere. La differenza principale sta nell’alimentazione, che avviene attraverso batterie ricaricabili e, di conseguenza, gli permette di fare a meno del cavo di collegamento alla rete elettrica.

Il suo uso è molto semplice, in realtà del tutto analogo a quello di un aspirapolvere tradizionale, tranne per i problemi logistici causati dalla presenza del cavo; ecco perché questo tipo di aspirapolvere è indicato maggiormente per la pulizia nei monolocali o bilocali, o comunque per essere usato in case piccole, come gli appartamenti dei centri urbani.

Comodo e funzionale

Le caratteristiche distintive degli aspirapolvere senza fili sono di certo la loro leggerezza, il design ergonomico, fatto per alleggerire gli sforzi e adattarsi senza problemi anche agli spazi più angusti, e, ovviamente, l’assenza di cavi elettrici che li rende liberi di essere maneggiati e spostati senza alcun problema.

Come gli aspirapolvere tradizionali, anche quelli senza fili sono dotati di un piccola dotazione di accessori; quindi anche con questi modelli potrete disporre di bocchette speciali intercambiabili. Un altro vantaggio dato dalla configurazione wireless, è la presenza di una stazione di ricarica su cui alloggiare l’aspirapolvere quando non è in uso, in modo da ricaricare le batterie e mantenerle sempre operative e pronte all’uso in qualsiasi momento.

Il pregio della stazione di ricarica è che può essere fissata anche a una parete, offrendo quindi una collocazione ideale per l’aspirapolvere, quando non usato, in modo da poterlo riporre col minimo ingombro.

 

Potenza e autonomia

Bisogna tenere conto, però, di un paio di limitazioni intrinseche a questa tipologia di aspirapolvere; la prima è la potenza, la seconda è l’autonomia operativa.

Dato che si tratta di modelli wireless, i loro motori elettrici sviluppano una potenza leggermente inferiore a quella dei modelli alimentati da rete; per quel che riguarda l’autonomia, invece, le batterie che alimentano questo tipo di aspirapolveri, generalmente offrono tempi di lavoro che possono variare dai 15 ai 30 minuti; esistono anche aspirapolveri senza fili che possono arrivare a un’autonomia di 60 minuti e oltre, ma si tratta di apparecchi appartenenti alla fascia alta, e hanno un prezzo notevolmente più elevato.

Sistemi di filtrazione

Un altro elemento molto importante di cui tenere conto, se avete deciso di utilizzare un aspirapolvere senza fili, è la presenza di un adeguato sistema di filtrazione che rispetti gli standard odierni; l’ultima generazione di filtri ha introdotto una tecnologia particolare definita HEPA, dall’acronimo inglese High Efficiency Particulate Air.

Si tratta di filtri multistrati composti da fogli filtranti di microfibre, per lo più in borosilicato, separate da setti di alluminio; questo filtri hanno la capacità di bloccare e trattenere le particelle solide in sospensione nell’aria, ovvero il particolato.

Queste particelle solide sono per lo più composte da agenti inquinanti, smog e altri elementi, anche organici, che nella maggior parte dei casi sono estremamente nocivi alla salute. La presenza, all’interno di un aspirapolvere senza fili, di un filtro HEPA vi permetterà, a seconda della classificazione del filtro, di avere un’efficienza igienica che va dall’85% fino al 99,995%.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona un aspirapolvere senza fili?

L’aspirapolvere senza fili si rivela molto comoda soprattutto se vivete in un appartamento a più piani. Non dovrete così trascinare per le scale un ingombrante dispositivo da collegare alla corrente elettrica. Il suo funzionamento è molto semplice e si basa su una batteria interna che deve essere ricaricata.

Spesso, però, ha un inconveniente: non può essere utilizzata come un aspirapolvere normale. Se la batteria è scarica, quindi, non potrete collegarla alla corrente e continuare le pulizie ma dovrete attendere che la batteria sia di nuovo carica, scollegarla e poi utilizzare l’aspirapolvere.

 

Come si carica un aspirapolvere senza fili?

La maggior parte degli aspirapolvere senza fili ha un sistema di ricarica semplice e immediato. Nei pressi del manico troverete un apposito foro dove inserire il cavo di ricarica, collegando poi l’alimentatore alla corrente elettrica l’aspirapolvere inizierà il ciclo di carica della batteria che dovrebbe durare dalle 3 alle 6 ore a seconda del modello.

Per facilitare il processo ed evitare che l’aspirapolvere possa cadere, è possibile montare anche una stazione di ricarica al muro, dove appoggiare l’elettrodomestico, tenendolo ben saldo e fermo.

 

Cosa fare se l’aspirapolvere senza fili non funziona?

Se l’aspirapolvere ha smesso di funzionare, prima di effettuare qualsiasi procedura di riparazione bisogna evidenziare la sorgente del problema. Innanzitutto, verificate che l’elettrodomestico non sia semplicemente scarico. Collegate quindi il corpo macchina principale alla corrente elettrica e attendete che il ciclo di ricarica sia terminato, successivamente scollegate l’aspirapolvere e provate ad accenderlo.

Se non funziona, bisogna procedere all’analisi dei singoli elementi. Staccate qualsiasi tubo o sistema di aspirazione dal corpo macchina principale, lasciando praticamente solo il contenitore per la polvere con il motore. Svuotate completamente l’alloggiamento dei rifiuti raccolti, avendo cura di controllare che non vi siano corpi estranei all’interno. Dopo aver effettuato questa pulizia, provate a far funzionare l’aspirapolvere, se non emette alcun suono e il motore non dà segni di vita, probabilmente il problema potrebbe nascere proprio da lì. In questo caso dovrete contattare l’assistenza e chiedere una riparazione.

Se il motore funziona, invece, il problema potrebbe essere risolto, rimontate quindi l’aspirapolvere e provate a farlo funzionare. Se dopo aver riattaccato tutti i componenti non funziona nuovamente, il problema potrebbe essere nel tubo o nelle spazzole, controllate quindi che non siano bloccate da corpi estranei.

 

Quanto dura un aspirapolvere senza fili?

Una delle lamentele più popolari relativamente a questi prodotti è la loro durata. Le batterie che trovate all’interno, infatti, non sono ancora sufficientemente potenti da garantire utilizzi che raggiungano almeno 60 minuti. Anche i prodotti più performanti garantiscono un massimo di 45 minuti, dopodiché l’aspirapolvere dovrà essere ricaricato completamente prima di poter essere utilizzato di nuovo.

Maggiore è la durata della batteria e più alto sarà il costo di vendita del prodotto. Solitamente la durata media si aggira intorno ai 20/30 minuti, non si tratta quindi di dispositivi che possono ancora sostituire in toto gli elettrodomestici tradizionali dotati di cavo di alimentazione a meno che non abbiate un appartamento molto piccolo dove le pulizie possono essere effettuate in breve tempo con un po’ di organizzazione.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

Aspirapolvere a vapore

Robot aspirapolvere Roomba

Sacchetto per aspirapolvere

Aspirapolvere con sacco

La migliore scopa elettrica

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoIlia I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Ilia
Ospite
Ilia

Grazie per i preziosi consigli, vorrei però sapere per i tappeti qual è meglio. A me piace in Severin HV 7158, per voi è buono per i tappeti. Grazie

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Buongiorno Ilia,

per stessa ammissione del produttore, ci sono due modelli più performanti su tappeti e moquette: il modello HV 7160 (60% in più) e quello HV 7165 (100% in più). Dai un’occhiata.

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (26 voti, media: 4.62 su 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status