×
  • Aspirapolvere
  • Aspirapolvere senza filo e con filo: quali le differenze e quale conviene acquistare
  • Aspiracenere
  • Bidone aspiratutto
  • Robot aspirapolvere
  • Il miglior aspirapolvere a vapore

    Ultimo aggiornamento: 17.08.22

    Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

     

    Aspirapolvere a vapore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2022

     

    Sono poco diffusi eppure, se usati nel modo giusto, possono realmente fare la differenza. Gli aspirapolvere a vapore permettono di risparmiare tempo nel lavaggio del pavimento, garantendo ambienti confortevoli e igienizzati. Apprezzati sia da chi vive in piccoli appartamenti, sia da chi dispone di spazi più ampi (come uffici, negozi, piccoli ristoranti o pizzerie), sono perfetti anche per chi ha animali in casa, come cani e gatti i quali, oltre a disseminare qua e là pezzi di cibo, perdono continuamente pelo (e talvolta bava). Abbiamo come al solito creato una classifica partendo da cinque modelli di aspirapolvere a vapore disponibili sul mercato ed eleggendo di questi i primi tre. Potete basarvi su di essa se non sapete dove acquistare e ambite all’aspirapolvere a vapore della migliore marca. Sul gradino più alto del podio, abbiamo posizionato uno degli aspirapolvere a vapore più venduti online ossia il Rowenta Clean & Steam RY7557WH che unisce praticità d’uso a ottime soluzioni costruttive. Al secondo posto troviamo il Polti Vaporetto Lecoaspira FAV20, aspirapolvere a vapore a traino che mette insieme i vantaggi del filtro ad acqua – si pensi alla possibilità di aspirare anche i liquidi – con un prezzo tutto sommato accessibile. Ad aggiudicarsi la medaglia di bronzo è stato infine il Bissell Vac & Steam 1977N che propone in parte i vantaggi dell’aspirapolvere a vapore Rowenta, ma perde il confronto per quanto riguarda il tipo di spazzola (a singola fessura di aspirazione) adottata.

     

     

    Tabella comparativa

     

    Pregio
    Difetto
    Conclusione
    Offerte

     

     

    Come scegliere il miglior aspirapolvere a vapore

     

    Gli aspirapolvere a vapore costituiscono al momento una categoria merceologica limitata a pochi modelli eppure molti consumatori mostrano interesse nei loro confronti. L’idea di aspirare e, nello stesso tempo, lavare il pavimento con il vapore piace infatti a chi vuole dedicare alle pulizie domestiche meno tempo possibile, senza però rinunciare alla piacevole sensazione di vivere in una casa pulita e igienizzata, soprattutto se si trascorre la propria vita in compagnia di cani, gatti o altri animali.

    Con la guida agli acquisti che segue, puntiamo a fugare ogni dubbio e a fare chiarezza su ciò che realmente è un aspirapolvere a vapore.

     

     

    Guida all’acquisto

     

    Cos’è un aspirapolvere a vapore

    Capita spesso che si faccia confusione fra le semplici scope a vapore e gli aspirapolvere a vapore. Le prime, a prescindere dalla struttura e dalle dimensioni, non integrano alcuna funzione di aspirazione, limitandosi a erogare vapor d’acqua sulle superfici da pulire.  

    I secondi invece sono elettrodomestici a traino o simili, nell’aspetto, a una scopa elettrica, che alla funzione di aspirazione abbinano quella di erogazione, in contemporanea o in un secondo momento, di vapor d’acqua ad alta temperatura e pressione. Per questo motivo, gli aspirapolvere a vapore sono detti sistemi di pulizia integrati.  

    Passare un aspirapolvere a vapore significa rimuovere fisicamente lo sporco dal pavimento o dalle altre superfici di casa (polvere, capelli, peli di animali e detriti di medie e piccole dimensioni) e nello stesso tempo igienizzarlo, grazie all’alta temperatura del vapor d’acqua (con o senza l’aggiunta di detergenti chimici o naturali) e alla forza con cui questo fuoriesce.

    Benché i modelli sul mercato siano pochi, è bene che ne conosciate aspetti e caratteristiche al fine di acquistare l’aspirapolvere a vapore che più degli altri soddisferà le vostre esigenze. Vi spieghiamo quindi, nei paragrafi seguenti, come scegliere un buon aspirapolvere a vapore.    

     

    Polti, Kärcher, Bissell e Rowenta    

    Fra le aziende che maggiormente credono negli aspirapolvere a vapore vi è l’italiana Polti il cui catalogo comprende le famiglie di prodotti “Unico” e “Vaporetto Lecoaspira”, entrambe in grado di soddisfare la ricerca di chi ambisce ad acquistare il miglior aspirapolvere a vapore sul mercato. Quelli di Polti sono infatti sistemi integrati a traino, simili nella forma ai comuni aspirapolvere a carrello, che uniscono all’erogazione del vapore un aspirapolvere ciclonico (per i modelli “Unico”) o con filtro ad acqua (per i modelli “Vaporetto Lecoaspira”).

    In questa guida mercato vi presentiamo quelli che per noi sono i due modelli più interessanti, per rapporto qualità/prezzo, per ciascuna serie di prodotto. Rispondono senza dubbio alla domanda “quale aspirapolvere a vapore comprare” soprattutto se le superfici di cui dovranno occuparsi sono particolarmente ampie. Sempre sulla tecnologia del filtro ad acqua si basa l’aspirapolvere a vapore a traino di Kärcher. Anche questo, come i modelli Polti, è adatto, secondo il nostro parere, agli ampi spazi.   

    Se ritenete tuttavia che il prezzo di questi tre articoli sia troppo alto in relazione al budget a vostra disposizione, o che siano particolarmente ingombranti, potete optare per i modelli, proposti a prezzi bassi, delle altre marche che abbiamo incluso in questo lavoro di comparazione. Ossia: Bissell e Rowenta.

     

     

    Aspirapolvere a vapore a traino o scopa elettrica a vapore?

    Se osservate i cinque modelli di aspirapolvere a vapore oggetto dei nostri consigli d’acquisto, noterete che tre sono simili, nella forma, agli aspirapolvere a traino, due ricordano invece le comuni scope elettriche. La scelta non può essere casuale ma deve tenere conto degli ambienti da pulire, del tipo e delle dimensioni dell’appartamento in cui vivete, dello spazio che avete a disposizione per riporre l’elettrodomestico quando non sarà utilizzato. Entrambi i tipi hanno pro e contro e in questo paragrafo cercheremo di elencarli.

    Gli aspirapolvere a vapore a traino, come i modelli Polti e Kärcher, dispongono di un contenitore d’acqua più capiente. Ciò significa poter prolungare le sessioni di pulizia senza doversi preoccupare di rabboccare continuamente. Più acqua significa infatti più vapore. Alcuni aspirapolvere a vapore Polti, come l’Unico MCV85_Total Clean & Turbo, vantano addirittura un’autonomia del vapore illimitata nel senso che è possibile rabboccare il serbatoio dedicato senza spegnere il motore, annullando così i tempi morti necessari all’acqua per trasformarsi in vapore.

    Le spazzole degli aspirapolvere a vapore a traino sono inoltre più snelle, facilitando la pulizia e l’igienizzazione anche delle porzioni di pavimento che si trovano sotto i letti, i mobili e le poltrone.

    Descritti i principali vantaggi di questo genere di aspirapolvere a vapore, conviene soffermarsi anche su ciò che potrebbe invece limitarne l’uso, specie per le persone di corporatura più esile o per chi vive in appartamenti di piccole dimensioni: il peso e l’ingombro. I modelli a traino infatti sono più pesanti e ingombranti. Il maggiore ingombro può essere di intralcio sia durante le operazioni di pulizia e lavaggio, sia quando il sistema di pulizia va parcheggiato nel ripostiglio.

    Da questo punto di vista, gli aspirapolvere a vapore a sviluppo verticale, come i modelli Bissell e Rowenta, sono invece più pratiche. Occupano pochi centimetri quadrati, quando sono poggiate al muro o in posizione di parcheggio (se prevista), e sono più facili da spostare da un punto all’altro, perché più leggere. Hanno però un piccolo “difetto”: potrete usarle solo al di sotto dei letti e dei mobili più alti. Le spazzole sono più voluminose, quindi meno capaci di raggiungere i punti più difficili. Di contro, lo riporrete nel ripostiglio, durante i giorni di inutilizzo, con più facilità.       

     

    La lunghezza del cavo elettrico e il raggio di azione

    Non si fa quasi mai attenzione a questi due aspetti tecnici correlati quando si acquista un nuovo aspirapolvere a vapore. Eppure, disporre di un un lungo cavo di alimentazione, quindi di un ampio raggio di azione, significa fare le pulizie di casa in tutta comodità, senza la necessità di staccare la spina in una camera e riattaccarla in un’altra. Sembra poco, ma questa operazione, ripetuta infinite volte nell’arco di tempo in cui userete il vostro nuovo aspirapolvere a vapore, può risultare davvero fastidiosa.

    A determinare il raggio di azione, soprattutto per quanto riguarda gli aspirapolvere a vapore a traino, come i modelli Polti Vaporetto Lecoaspira FAV20, Polti Unico MCV85_Total Clean & Turbo e Kärcher SV 7, contribuisce anche la lunghezza del tubo flessibile e di quello rigido a cui è attaccata la testina di pulizia contenente le spazzole che vanno a diretto contatto con il pavimento. La lunghezza del tubo rigido inoltre rende più o meno confortevole l’uso dell’aspirapolvere in funzione della vostra statura.

    Non sono poche le recensioni pubblicate online in cui si fa notare che un tubo rigido corto e non telescopico (regolabile) risulta scomodo e limitante per uomini e donne particolarmente alti. Cercate, se potete, di acquistare un aspirapolvere a vapore con tubo telescopico.  

     

     

    Sezione aspirante a tecnologia ciclonica o con filtro ad acqua?

    Se state prendendo in considerazione l’acquisto di un aspirapolvere a vapore a traino vi state anche chiedendo se sia meglio comprare un modello con sistema di filtraggio a secco, quindi ciclonico o multi-ciclonico, oppure uno con filtro ad acqua. La domanda è lecita, ma prima di cercare la risposta, è bene sapere che anche gli aspirapolvere con filtro ad acqua dispongono di un filtro a secco, di solito tipo Hepa, che cattura e trattiene le particelle più fini sfuggite al moto vorticoso dell’acqua. Con questa premessa, proviamo a rispondere alla domanda di partenza.

    Sicuramente l’acqua è una barriera molto efficace nei confronti dello sporco (sia questo rappresentato da polvere, peli di animali, capelli e via dicendo). Tutto ciò che viene a contatto con l’acqua contenuta nell’apposita tanica resta inevitabilmente intrappolato. Quel po’ che sfugge sarà definitivamente catturato dal filtro Hepa o simile prima che venga rimesso nell’ambiente.

    Un sistema di separazione ciclonico è al pari efficiente e ha, secondo il nostro parere, un plus da non sottovalutare: pesa meno, perché l’aria è meno pesante dell’acqua. Le valutazioni riguardano quindi la maneggevolezza complessiva dell’elettrodomestico, piuttosto che la sua efficienza.

    Nei pareri espressi da chi ha acquistato entrambi i tipi, si leggono spesso lamentele proprio a riguardo del peso e della scarsa maneggevolezza dei modelli che utilizzano la filtrazione ad acqua. Va da sé che se siete uomini di corporatura robusta, potete non considerare questo aspetto e procedere con l’acquisto. C’è però una peculiarità che caratterizza soltanto gli aspiratori con filtro ad acqua: la possibilità di aspirare anche i liquidi. Se vi si versa del latte sul pavimento, per esempio, potrete aspirarlo solo con un aspirapolvere a vapore con filtro ad acqua come i Polti Vaporetto Lecoaspira FAV20 e Kärcher SV 7, non con gli altri tre modelli inclusi nella nostra comparazione.  Altrimenti, dovrete virare su veri e propri aspiraliquidi.     

     

    Cosa significa “aspirazione ciclonica”?

    Se guardate il contenitore della polvere, di solito trasparente, di un qualsiasi aspirapolvere ciclonico, compresi gli aspirapolvere a vapore Polti Unico MCV85_Total Clean & Turbo, Rowenta RY7557WH e Bissell Vac & Steam facenti parte della nostra classifica, noterete che ha forma cilindrica.

    Il motivo è presto detto. L’aria sporca che entra dalla spazzola che passate sul pavimento durante le operazioni di pulizia quotidiana assume dentro il cassetto cilindrico un movimento vorticoso, circolare. Ciclonico, per l’appunto. Questo fa sì che sul mix “aria + sporcizia” si eserciti una notevole forza centrifuga. Agendo maggiormente sulle particelle solide (polvere sottile e grossolana, briciole e resti di cibo, peli di animali e capelli umani), la forza centrifuga spinge le stesse verso la parete del contenitore fino a farla accumulare, per gravità, lentamente sul fondo.

    Maggiore è la velocità di rotazione dell’aria, maggiore la forza centrifuga che si esercita sulla sporcizia. Maggiore la forza centrifuga, più netta è la separazione delle parti solide dall’aria che può essere emessa nuovamente nell’ambiente senza che vada a inquinarlo. Un filtro in carta, in spugna o di tipo Hepa purifica ulteriormente l’aria proprio nel momento in cui questa passa dal cassetto raccogli-polvere all’ambiente esterno.

    I sistemi ciclonici (o multiciclonici) più evoluti purificano l’aria in uscita per oltre il 99% del suo contenuto solido e di allergeni. Senza entrare nel merito dei modelli venduti online e delle tecnologie adottate, aggiungiamo che un sistema di aspirazione multiciclonico convoglia l’aria sporca in ingresso all’interno di più cicloni disposti in sequenza, per una separazione dello sporco ancora più netta. Eccellenti esempi di aspirapolvere multiciclonici sono dati dai modelli senza filo Dyson. Gli aspirapolvere a vapore che vi consigliamo di scegliere in questo articolo sono tutti di tipo mono-ciclonico.   

     

     

    Non trascurate la dotazione di accessori

    Lo scopo per cui un aspirapolvere a vapore viene acquistato è di solito quello di pulire e igienizzare il pavimento di casa, dell’ufficio o del nostro piccolo negozio. Se però leggete con attenzione le schede tecniche che abbiniamo alle nostre recensioni, noterete come ogni modello porti in dote un set più o meno ampio di accessori (spazzole aggiuntive, bocchette con setole, spazzolini, ugelli vari, lancie per il vapore, panni, cuffie in microfibra, deodoranti e quant’altro).

    Non trascurate questo aspetto perché il giusto accessorio vi permette di riservare lo stesso trattamento igienizzante anche alle altre superfici della casa, dure e morbide. In altri termini potrete pulire con il vapore, con o senza aspirazione, anche finestre, piani cottura, tendaggi, divani, tappeti, moquette, poltrone e imbottiti in generale. Valutate in base alle vostre esigenze e, prima di confrontare i prezzi fra un modello e l’altro per poi selezionare il più economico, ricordate che gli accessori contribuiscono fortemente alla versatilità dell’elettrodomestico che state acquistando.

     

    Prodotti raccomandati

     

    Rowenta Clean & Steam RY7557WH

     

    Se siete interessati a un aspirapolvere a vapore più pratico di uno a traino, questo di Rowenta è per noi il modello che fa al caso vostro. Riassume le doti necessarie a una scopa elettrica in grado di generare anche vapore per pulire il pavimento, senza fare troppa fatica. Per questo motivo abbiamo deciso di assegnargli il primo posto della nostra classifica. Ciò che più ci piace del Rowenta Clean & Steam RY7557WH è la spazzola dotata di doppia fessura di erogazione del vapore, caratteristica che permette di spostare l’elettrodomestico, durante la fase di pulizia e lavaggio, in un verso o nell’altro, senza preoccuparsi di accompagnarlo nel giusto movimento.

    Da questo punto di vista, l’aspirapolvere a vapore Rowenta Clean & Steam RY7557WH surclassa il concorrente firmato Bissell. Il comportamento e la resa, stando alle recensioni pubblicate online da parte di chi lo utilizza frequentemente con soddisfazione, si comporta bene su tutte le tipologie di pavimento duro (piastrelle, granito, cotto e via dicendo) senza sfigurare sui parquet più delicati. Su questi vi consigliamo tuttavia di fare prima delle prove e di usare la più bassa temperatura del vapore, soprattutto se i listoni in legno sono lucidi e riflettenti.

    Qualcuno fa notare che proprio su questi, dopo il lavaggio si notano aloni. Noi riteniamo che non sia un difetto della scopa ma una conseguenza naturale del passaggio del panno in microfibra impregnato di vapore acqueo. Per quanto riguarda il sistema di filtrazione, segnaliamo la presenza di un filtro Hepa che si occupa di purificare l’aria rimessa in circolo nell’ambiente e in filtro anticalcare messo a monte della caldaia in cui l’acqua viene riscaldata per generare vapore.

    Questa soluzione consente, anche con l’aspirapolvere Rowenta, di utilizzare più a cuor leggero l’acqua del rubinetto anziché quella demineralizzata che altrimenti dovreste acquistare al supermercato o nel vostro negozio di fiducia. Apprezzerete infine la maniglia in plastica che vi permette di spostare velocemente e in modo più agevole l’aspirapolvere a vapore da un punto all’altro. Avvertirete meno i suoi 5,4 kg di peso. Terminata la pulizia, lo riporrete sul tappetino di riposo che vi consente un più facile stivaggio in ripostiglio. Come per l’altra scopa elettrica a vapore del nostro servizio, la dotazione di accessori e minima.

     

    » Scheda Tecnica

    Tipo: scopa elettrica a vapore
    Potenza: 1.700 watt
    Pressione del vapore: n.d.
    Tecnologia di aspirazione: ciclonica
    Tempo di riscaldamento: 30 secondi
    Serbatoio d’acqua (caldaia): 0,7 litri
    Autonomia del vapore: 40 minuti
    Contenitore della polvere: 0,4 litri
    Lunghezza del cavo: 7,5 metri
    Posizione di parcheggio: Sì
    Rumorosità: 84 dB
    Accessori: quattro panni in microfibra; due filtri anticalcare
    Dimensioni: 25,9 x 27,2 x 121 cm
    Peso: 5,4 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    La potenza aspirante è considerata dai più adeguata alle ordinarie pulizia domestiche. La doppia fessura di aspirazione invece permettono a questo aspirapolvere a vapore di guadagnare il primo posto in classifica, consentendo movimenti liberi in una direzione o nell’altra. Entrambi i serbatoi si staccano dal corpo motore facilitando sia il riempimento sia la manutenzione.

    Contro

    È realizzata interamente in plastica, come i modelli concorrenti d’altronde, e come tale può con il tempo presentare punti di debolezza. Alcuni utenti hanno fatti segnalato la rottura in punti particolarmente soggetti a stress. Con i suoi 5,5 kg, inoltre, non può considerarsi un peso piuma.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Polti Vaporetto Lecoaspira FAV20

     

    Dei due modelli Polti trattati in questa guida all’acquisto, il Vaporetto Lecoaspira FAV20 è quello basato su filtro ad acqua per intrappolare, in fase di aspirazione, solidi e liquidi. Si tratta di un aspirapolvere a vapore a traino in grado di erogare vapore alla pressione massima di 3,5 bar (sono disponibili cinque differenti potenze).

    Sul manico troverete i pulsanti per azionarlo senza chinarvi, ma è importante che sappiate che l’elettrodomestico non è particolarmente leggero da trasportare e che, se vivete in una casa a più piani, potrebbe non essere l’aspirapolvere a vapore che fa al caso vostro. Richiede 11 minuti, dal momento in cui riempite la caldaia interna in alluminio d’acqua e premete l’apposito pulsante, affinché sia pronto a pulire.

    E ve ne occorreranno altrettanti nel caso in cui, per terminare le pulizie, dovrete rabboccare. Il Vaporetto Lecoaspira FAV20 non è infatti un aspirapolvere a vapore ad autonomia illimitata nel senso che non potete aggiungere acqua a caldo, ossia senza spegnere l’apparecchio. Per quanto riguarda l’emissione del vapore, la portata massima è di 90 grammi al minuti, mentre il filtro Hepa 13 si preoccupa di purificare totalmente l’aria che viene emessa di nuovo nell’ambiente.

    I soggetti allergici sono quindi ampiamente salvaguardati. La cuffia in microfibra in dotazione vi permette di lavare con il vapore anche i materassi e i cuscini, a conferma della versatilità che caratterizza questo prodotto. Se durante le pulizie, vi piace avvertire quel piacevole profumo di pulito, potete usare il liquidi Bioecologico in dotazione che, versato nella giusta quantità dentro il filtro ad acqua, previene la formazione di schiuma liberando nell’aria una piacevole fragranza. Non sono poche le offerte che vi permettono di acquistare il modello in questione a prezzo scontato.  

     

    » Scheda Tecnica

    Tipo: aspirapolvere a vapore a traino con filtro ad acqua (per solidi e liquidi)
    Potenza: 2.200 watt (1.100 watt per il motore di aspirazione / 1.100 watt per il generatore di vapore)
    Pressione del vapore: 3,5 bar
    Tecnologia di aspirazione: filtro ad acqua
    Tempo di riscaldamento: 11 minuti
    Serbatoio d’acqua (caldaia): 1,1 litri
    Autonomia del vapore: n.d.
    Contenitore della polvere: 1,8 litri
    Lunghezza del cavo: 9 metri (raggio di azione)
    Posizione di parcheggio: Sì
    Rumorosità: n.d.
    Accessori: una spazzola multiuso con diversi telai, una bocchetta vapore + aspirazione, un tergivetri da 200 mm, un concentratore di vapore più uno spazzolino in nylon, una lancia per vapore, una lancia per aspirazione, tre spazzolini colorati in nylon, un panno per tutti i pavimenti, una cuffia per imbottiti, tappezzerie e interni auto, un imbuto, uno spazzolino per pulire il secchio, due fialette di liquido bioecologico (previene la formazione di schiuma nel filtro ad acqua e rilascia nel contempo una profumazione piacevole nell’aria).
    Dimensioni: 32 x 49 x 33 cm
    Peso: 8,3 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    Il prodotto è ben concepito, grazie anche a una ricca dotazione di accessori che lo rende particolarmente versatile, non solo quando è utilizzato per lavare il pavimento ma anche per le altre superfici di casa (divani e poltrone comprese). Usato seguendo le istruzioni del manuale assicura risultati soddisfacenti.   

    Contro

    Diversi utenti lamentano la limitata potenza aspirante e la fragilità di alcune componenti in plastica che, con l’uso continuato, tendono a rompersi. Il Vaporetto Lecoaspira non è adatto alle pulizie quotidiani trattandosi di un aspirapolvere a vapore piuttosto pesante da trasportare. È inoltre ingombrante per via delle dimensioni generose e non è neanche troppo silenzioso (la rumorosità in dB non è dichiarata dal produttore). La vaschetta d’acqua nella quale si raccoglie lo sporco non è facile da pulire.    

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Bissell Vac & Steam 1977N

     

    Se si mette a confronto l’aspirapolvere a vapore Bissell Vac&Steam 1977N con il Rowenta Clean & Steam RY7557WH, si notano alcuni aspetti in comune. Innanzitutto sfruttano entrambi la tecnologia di aspirazione ciclonica e possono essere usati, ricorrendo alle due funzioni separatamente, come semplici aspirapolvere o come generatori di vapore. Tutti e due inoltre sono sistemi di pulizia integrati a sviluppo verticale, simili nel look a quello delle comuni scope elettriche.

    Bissell e Rowenta condividono d’altronde una lunga tradizione in ambito tecnologico, operando nel settore degli elettrodomestici tutte e due da diversi decenni. Osservando il modello Bissell Vac&Steam 1977N più da vicino, si individuano però almeno un paio di differenze sostanziali: 1. la testina di pulizia contiene una sola fessura di aspirazione, posta in posizione frontale 2. il contenitore nel quale dovrete versare l’acqua che sarà trasformata in vapore è fissato al corpo motore, per cui dovrete necessariamente ricorrere a una caraffa in plastica per rabboccare.

    Più importante forse il punto 1. che dal punto di vista pratica vi costringe ad aggredire lo sporco solo frontalmente se non volete che il panno in microfibra impregnato di vapore tocchi il pavimento sul quale non ci sia stata ancora aspirazione. Può sembrare un limite eppure, leggendo le recensioni online, ci si muove con buona disinvoltura non appena acquisita la giusta pratica. Altra caratteristica comune ai due elettrodomestici di pulizia è la disposizione dei pulsanti di accensione dell’aspirapolvere e dell’erogazione del vapore.

    Trovandosi sul manico, non costringono a chinarsi ogni qualvolta si decide di accendere e spegnere l’apparecchio. Da apprezzare il controllo elettronico dell’emissione di vapore che permette di variare la portata, ossia la quantità in grammi di vapore emessa nell’unità di tempo. Ciò rende possibile il dosaggio in funzione del tipo di pavimento (pietra, piastrelle, moquette, parquet sigillati). Ottima infine la possibilità di utilizzare la comune acqua di rubinetto per riempire la caldaia grazie ai filtri anticalcare con cui l’aspirapolvere a vapore è compatibile.    

     

    » Scheda Tecnica

    Tipo: scopa elettrica a vapore
    Potenza: 1.600 watt
    Pressione del vapore: n.d.
    Tecnologia di aspirazione: ciclonica
    Tempo di riscaldamento: 30 secondi
    Serbatoio d’acqua (caldaia): 0,4 litri
    Autonomia del vapore: 15 minuti
    Contenitore della polvere: 0,95 litri
    Lunghezza del cavo: 7,6 metri
    Posizione di parcheggio: n.d.
    Rumorosità: 81 dB
    Accessori: due panni lavabili in microfibra (l’uno soffice, l’altro ruvido); un filtro anticalcare
    Dimensioni: n.d.
    Peso: 4,8 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    La possibilità di usare la normale acqua del rubinetto per riempire la caldaia del generatore di vapore non è da poco. Vi permette di risparmiare sull’acquisto dell’acqua demineralizzata. L’aspirapolvere a vapore Bissell, usato nel modo opportuno, è inoltre efficace anche sui tappeti a pelo corto che rinvigorisce e rinfresca. Il cavo elettrico lungo 7,5 metri assicura un buon raggio di azione durante le operazioni di pulizia.

    Contro

    Dovrete acquisire la giusta tecnica se vorrete sfruttare al meglio l’aspirapolvere a vapore Bissell la cui spazzola vi costringe, se aspirate e lavate nello stesso tempo, a procedere solo frontalmente. Ciò a causa dell’unica fessura di aspirazione disponibile. Il contenitore dell’acqua è fisso e va rabboccato solo mediante una caraffa.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Kärcher SV 7 (mod. 1.439-410.0)

     

    L’aspirapolvere a vapore Kärcher SV 7 consente di ottimizzare i tempi da dedicare alle pulizie domestiche mettendo insieme le fasi di aspirazione, tramite filtro ad acqua, e lavaggio a vapore. Gli accessori in dotazione, in modo del tutto simile a quanto accade con i due modelli Polti descritti in questa guida agli acquisti, vi permettono non solo di pulire il pavimento ma anche le altre superfici di casa, compresi i divani, le poltrone in tessuto e gli imbottiti in generale. La casa tedesca assicura inoltre che data l’alta temperatura a cui viene erogato il vapore, i tempi di asciugatura sono ridotti al minimo.

    Il modello Kärcher SV 7 si fregia infatti della definizione 3-in-1 nel senso che aspira, lava e asciuga il pavimento in una sola passata. Come per gli altri modelli a traino basati su filtro ad acqua, al suo interno trovano posto due serbatoi separati. Nel primo si mette l’acqua che intrappola tutto lo sporco aspirato; nel secondo l’acqua del rubinetto o demineralizzata che viene invece trasformata in vapore per riscaldamento. Il prodotto è piuttosto apprezzato dagli utenti che lo hanno acquistato – Karcher è d’altronde un marchio che difficilmente delude nel segmento degli elettrodomestici per il lavaggio di casa e giardino – ma ha anche il suo ingombro e il suo peso.

    Se avete superfici ampie da lavare, il suo acquisto si rivelerà presto soddisfacente. Se al contrario vivete in un piccolo appartamento, vi consigliamo di optare per uno dei due modelli a sviluppo verticale Bissell o Rowenta. Il sistema di filtrazione dell’aria in uscita, basato su filtro Hepa, trattiene anche le particelle più fini, mantenendo salubre l’ambiente, soprattutto per i soggetti allergici alla polvere. I pulsanti di attivazione del motore aspirante e di quello di riscaldamento si trovano entrambi sul manico, contribuendo a rendere l’uso dell’elettrodomestico più confortevole.   

     

    » Scheda Tecnica

    Tipo: aspirapolvere a vapore a traino con filtro ad acqua (per solidi e liquidi)
    Potenza: 2.200 watt
    Pressione del vapore: 4 bar
    Tecnologia di aspirazione: filtro ad acqua
    Tempo di riscaldamento: 5 minuti
    Serbatoio d’acqua (caldaia): 0,45 litri
    Autonomia del vapore: illimitata (è possibile rabboccare senza spegnere l’apparecchio)
    Contenitore della polvere: 0,5 litri
    Lunghezza del cavo: 6 metri
    Posizione di parcheggio: n.d.
    Rumorosità: n.d.
    Accessori: flacone di soluzione antischiuma per il filtro ad acqua, sacchetta porta accessori, spazzola per pulizia e manutenzione, carter bocchetta manuale, due labbri in gomma di differenti dimensioni, labbro in setola, corredo panni in microfibra, bocchetta tonda con setole, bocchetta per poltrone, lancia per le fughe, set di spazzolini, prolunga a ugello per getto concentrato, ugello a getto concentrato, listello/spazzola per moquette, bocchetta per pavimenti, due tubi di prolunga
    Dimensioni: 51,5 x 33,6 x 34,0 cm
    Peso: 9,4 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    Nel complesso è un buon prodotto. È costruito bene ed è robusto. La dotazione di accessori lo rende poi davvero completo e permette di utilizzarlo, in ambito domestico, per pulire con il vapore qualsiasi cosa. L’autonomia del vapore è illiminata nel senso che è possibile rabboccare il serbatoio senza spegnere l’apparecchio.

    Contro

    Non è l’aspirapolvere a vapore per le pulizie quotidiane per via del peso e dell’ingombro. Molti utenti lo considerano scomodo perché poco maneggevole nel imprimergli i movimenti da un punto all’altro della casa.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Polti Unico MCV85_Total Clean & Turbo

     

    La filosofia alla base del Polti Unico MCV85_Total Clean & Turbo è la stessa che anima il modello Polti Vaporetto Lecoaspira FAV20. Entrambi aspirano e lavano il pavimento con il vapore, in una sola passata, ma la meccanica di aspirazione, anziché basarsi su un filtro ad acqua è in questo caso multiciclonica. Niente acqua quindi da usare come filtro, come accade con il Vaporetto Lecoaspira FAV20, ma forza centrifuga in grado di separare quasi totalmente la polvere dall’aria.

    Sotto certi aspetti, l’Unico MCV85_Total Clean & Turbo si rivela quindi un po’ più pratico. Per molti utenti, il sol fatto di dover riempire d’acqua la sola caldaia del vapore e non doversi preoccupare del resto è un elemento discriminante in fase di acquisto. Considerate tuttavia che con questo aspirapolvere a vapore a traino non potete aspirare anche i liquidi. Se il vostro bambino versa dello yogurt sul pavimento, dovrete prima rimuoverlo a mano con uno straccio, quindi procedere con il vapore.

    Fatta questa premessa, l’elettrodomestico resta piuttosto pesante e ingombrante, è realizzato nella parti esterne totalmente in plastica e si avvale di un doppio tubo che collega il corpo motore, contenente anche il generatore di vapore, al tubo rigido e alle spazzole o bocchette di che di volta in volta andrete a utilizzare. Da questo punto di vista apprezzerete la grande quantità di accessori che comprende una mini-turbo spazzola motorizzata perfetta per rimuovere capelli e peli di animali da divani e tappeti. Il sistema a doppio tubo è considerato tuttavia, in alcune recensioni, un po’ scomodo, perché rende i movimenti un po’ rigidi.

    Di contro, il generatore di vapore è ad autonomia “infinita”. Ciò significa che, se le superfici da lavare sono ampie, come quelle di un grande appartamento, di un bed & breakfast o di un negozio, non sarete costretti a spegnere il vostro nuovo elettrodomestico se, terminata l’acqua nella caldaia, dovrete aggiungerne altra. Potrete infatti farlo a caldo. Una bella comodità insomma. Rispetto all’altro modello Polti, questo vanta una maggiore pressione del vapore (fino a 6 bar), una maggiore potenza aspirante (236 AW contro i 150 AW del modello più economico), tre programmi automatici di pulizia, cinque stati di filtrazione dell’aria e ben 17 accessori.    

     

    » Scheda Tecnica

    Tipo: aspirapolvere a vapore a traino multiciclonico
    Potenza: 2.200 watt (1.350 watt per il motore di aspirazione / 1.100 watt per la caldaia)
    Pressione del vapore: 6 bar
    Tecnologia di aspirazione: multi-ciclonica
    Tempo di riscaldamento: 5 minuti
    Serbatoio d’acqua (caldaia): 0,8 litri
    Autonomia del vapore: illimitata
    Contenitore della polvere: 0,8 litri
    Lunghezza del cavo: 9 metri (raggio di azione)
    Posizione di parcheggio: Sì
    Rumorosità: n.d.
    Accessori: una spazzola multiuso con diversi telai, una turbo spazzola per pavimenti, una mini turbo spazzola, una spazzola 2 in 1 per vetri e imbottiti, una cuffia in spugna per spazzola 2 in 1, un concentratore di vapore, tre spazzolini colorati in nylon, una bocchetta di aspirazione, una lancia 2 in 1, una maniglia verticale per spostare più facilmente l’aspirapolvere da un punto all’altro, un supporto per panno, due panni lavabili in microfibra, un porta accessori, due piastrine di deodorante frescoaspira da collocare nell’apposito spazio del filtro Hepa.
    Dimensioni: 26 x 51 x 45 cm
    Peso: 10 kg

    » Scheda Tecnica

    Pro

    La dotazione di accessori è da primo della classe. La presenza di una mini turbo spazzola motorizzata permette di pulire a fondo gli imbottiti, come i divani e i cuscini, anche dai peli degli animali. La potenza aspirante è buona e può essere regolata dal variatore presente sul manico. Anche il getto di vapore è potente. Malgrado le dimensioni e il peso (a vuoto è di 10 kg), le ruote consentono una buona scorrevolezza su ogni tipo di pavimento.

    Contro

    Il tubo costituito da due condotti, l’uno a maggiore sezione per la polvere, l’altro, più sottile, per il vapore, riduce la praticità d’uso dell’aspirapolvere a vapore. Capita infatti che il tubo del vapore si stacchi da quello di aspirazione o che, insieme, si attorciglino su sé stessi. Nel complesso, dimensioni e peso non rendono l’aspirapolvere a vapore Polti un elettrodomestico pratico, da usare ogni giorno. Non è neanche uno dei più silenziosi sul mercato.

    Clicca qui per vedere il prezzo

     

     

     

    Come utilizzare un aspirapolvere a vapore

     

    Prima di riempire il serbatoio del vostro nuovo aspirapolvere a vapore e iniziare a pulire il pavimento, è bene chiarire alcuni concetti. Seguire alcune piccole accortezze aiuta a ottenere il massimo dal proprio acquisto. Al contrasto, comprare uno dei migliori aspirapolvere a vapore del 2022 e farne un uso non adeguato potrebbe condurvi a una cocente delusione. Come regola generale, consigliamo sempre di leggere con attenzione il manuale di istruzioni contenuto nella confezione. Testi e immagini renderanno già il primo approccio al vostro nuovo elettrodomestico più semplice e intuitivo.   

     

     

    Aspirare e lavare nello stesso tempo e in momenti successivi?

    Tutti gli aspirapolvere a vapore possono essere usati attivando in contemporanea la funzione di aspirazione e quella di generazione del vapore. In una sola passata potrete infatti rimuovere la polvere e pulire il pavimento con il vapore. C’è però una seconda opzione d’uso che non va sottovalutata. Utilizzare cioè in sequenza le due funzioni: aspirazione, prima, pulizia a vapore, dopo. I risultati migliori si ottengono proprio separando le due fasi nel tempo.

    Se prima aspirate con cura la polvere, i capelli e i peli dal pavimento, passerete il vapore in tutto relax, senza temere che la sporcizia, entrando a contatto con l’acqua, crei sulle piastrelle o sul parquet quella fastidiosa poltiglia difficile da rimuovere. Se leggete le recensioni pubblicate online da chi ha già acquistato i modelli trattati in questo lavoro di comparazione, troverete conferma di quanto appena esposto.

    Considerate, a tal proposito, che non tutte le spazzole adoperate dagli aspirapolvere a vapore dispongono di doppia fessura di aspirazione: l’una nella parte anteriore, l’altra in quella posteriore (con l’emissione di vapore nel centro). Se la fessura di aspirazione è unica ed è posta solo nella parte anteriore, dovrete necessariamente spostare in avanti l’aspirapolvere se decidete di usarlo come aspiratore e generatore di vapore nello stesso tempo. In caso contrario, passerete il vapore sulle aree di pavimento ancora sporche con risultati decisamente discutibili.

    Potreste a questo punto chiedervi, se sposate la seconda metodologia di pulizia, quale motivazione dovrebbe spingervi ad acquistare un sistema di pulizia integrato “aspirazione + generazione del vapore” quando potreste optare per due elettrodomestici separati, ossia un comune aspirapolvere e una snella e leggera scopa a vapore. La perplessità ha senso ma gli elettrodomestici integrati vi permettono di risparmiare spazio: conservarne uno in ripostiglio richiede senza dubbio meno spazio che conservarne due.       

     

    Pulizia e manutenzione

    Qualunque modello di aspirapolvere a vapore scegliate non potrete sfuggire a quel minimo di manutenzione necessaria a preservare la sua efficienza nel tempo. Vediamo a cosa dovrete prestare attenzione.

    Gli aspirapolvere (a vapore) con filtro ad acqua richiedono che il contenitore in plastica sia svuotato e lavato a ogni utilizzo. Evitate assolutamente di conservarlo con l’acqua sporca al suo interno e di ritenere che sia sufficiente pulirlo accuratamente ogni due, tre sessioni di pulizia. Svuotatelo sempre e sciacquatelo sotto l’acqua corrente. Ma usate quel minimo di attenzione necessaria a non vanificare il lavoro appena fatto. Far cadere gocce d’acqua (sporca) per terra, dopo aver igienizzato il pavimento con il vapore, è un vero peccato.

    Stessa attenzione dovrete riservare agli aspirapolvere ciclonici. Con questi non avrete a che fare con l’acqua (nera) ma con un contenitore pieno di polvere pronta a disperdersi nell’ambiente se non seguirete la giusta procedura di svuotamento. Apritelo con cura e svuotatelo lentamente. A tal proposito vi suggeriamo un trucco: infilate il contenitore ancora chiuso in un sacchetto di carta o plastica e apritelo direttamente al suo interno. Con un po’ di manualità riuscirete a svuotarlo senza disperdere polvere nociva ed allergeni nell’aria. Va detto tuttavia che spesso si renderà comunque necessario un intervento manuale sui capelli e sui peli che inevitabilmente si attorcigliano al cilindro centrale del contenitore. Fatevene una ragione: è questo il compromesso da accettare se preferite gli aspirapolvere ciclonici (e senza sacco) a quelli con il sacchetto.

    Altra cura va riservata ai filtri, siano essi Hepa o di altro tipo. Ne sono dotati sia gli aspirapolvere a vapore con filtro ad acqua, sia quelli ciclonici. I filtri servono a purificare ulteriormente l’aria prima che venga espulsa dal motore aspirante. Con il tempo si scuriscono, si intasano e perdono di efficienza. Dovrete quindi scuoterli, pulirli con uno spazzolino oppure, quando possibile, lavarli sotto l’acqua. Prima o poi, la loro pulizia non sarà sufficiente e dovrete sostituirli.       

     

     

    Acqua del rubinetto o acqua demineralizzata?

    La domanda riguarda l’acqua da versare nella caldaia. Quella, cioè, che per riscaldamento si trasforma in vapore. Non di certo l’acqua destinata alla tanica trasparente dentro la quale si accumula lo sporco rimosso dagli aspirapolvere a vapore basati su filtro ad acqua. Per questa, l’acqua del rubinetto va più che bene. Quando l’acqua deve essere scaldata fino alla temperatura di ebollizione, le cose cambiano.

    La comune acqua del rubinetto lascia precipitare minerali che con il tempo ostruiscono i condotti del circuito fino a rendere l’elettrodomestico inutilizzabile. È buona norma norma quindi usare acqua demineralizzata. Mettete in conto di acquistarla online o al supermercato vicino casa e risparmierete sulle future riparazioni.

    Va detto tuttavia che alcuni modelli di aspirapolvere a vapore, come alcuni di quelli trattati in questo lavoro di comparazione, utilizzano speciali filtri in grado di trattenere i minerali disciolti nell’acqua del rubinetto (soprattutto carbonati) rendendola meno dura. Sostituendo periodicamente questi filtri è possibile utilizzare comune acqua del rubinetto e garantire al tempo stesso lunga vita al proprio aspirapolvere.  

     

     

    Ti è piaciuto il nostro articolo? Qui sotto ne puoi trovare altri altrettanto interessanti:

    Lavapavimenti a vapore

    Aspirapolvere senza fili

     

     

    Vuoi saperne di più? Scrivici!

    8 COMMENTI

    Miriam Mariani

    March 22, 2021 at 8:57 am

    Buongiorno sapete spiegarmi la differenza tra Polti vaporetto 3 clean e Polti vaporetto 3 clean_blue? E tra Polti e Roventa quale è il migliore come aspirapolvere a vapore con caldaia estraibile?

    Risposta
    BuonoedEconomico

    March 23, 2021 at 7:53 pm

    Salve Miriam,

    il Polti 3 clean è il modello precedente e ha una dotazione di 12 accessori rispetto ai 14 del Polti 3 clean_blue, che è anche di un colore differente e costa un po’ di più. Per quanto riguarda i modelli Polti e Rowenta da te citati, entrambi sono validi ma, come puoi vedere nella nostra classifica, il prodotto a marchio Rowenta presenta una solidità maggiore rispetto al Polti, che invece appare più fragile per la sua composizione e richiede maggiore cura.

    Saluti

    Team BeE

    Risposta
    Giovanni

    September 8, 2020 at 10:24 pm

    Sto cercando un vaporetto con aspirazione per la pulizia interna della macchina. Il Polti FAV20 che consigliate sembra molto buono e con la giusta combinazione di accessori per tessuti, sedili e plastiche tuttavia il costo è un po’ fuori budget. Sapreste consigliarmi un’alternativa simile ma più economica? Grazie

    Risposta
    BuonoedEconomico

    September 10, 2020 at 2:58 pm

    Salve Giovanni,

    sempre della Polti puoi considerare questo modello: https://www.amazon.it/Polti-Pulitore-Autonomia-Illimitata-Accessori/dp/B07864WX8Y/ref=psdc_3628436031_t1_B00Y32Y2JG

    Saluti

    Team BeE

    Risposta
    Vittoria

    March 1, 2019 at 2:09 pm

    Buongiorno a me servirebbe un vaporetto che sia veloce, potente, ma soprattutto che abbia l’aspirazione non come aspirapolvere ma per asciugare dall’acqua che rilascia il vapore. Ovviamente non vorrei spendere un patrimonio. Grazie

    Risposta
    Maria

    February 11, 2019 at 11:57 am

    Buongiorno, io cerco un unico attrezzo che possa sia aspirare che lavare, che prima di utilizzarlo NON debba utilizzare nient’altro, che aspiri capelli e che lavi bene. Ovviamente con prezzi contenuti e che abbia più accessori.
    Grazie

    Risposta
    BuonoedEconomico

    February 12, 2019 at 6:55 am

    Buongiorno Maria,

    tieni conto che difficilmente troverai un prodotto 2 in 1 che abbia le stesse prestazioni di un aspirapolvere e un mocio o lavapavimenti acquistati separatamente. In ogni caso, sul mercato sono presenti modelli che hanno ampiamente soddisfatto gli utenti. Eccone alcuni, in ordine crescente di prezzo:

    https://www.amazon.it/Rowenta-RY7557WH-Lavapavimenti-Funzione-Aspirazione/dp/B01E0CVXKY/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1549953818&sr=8-3&keywords=aspirapolvere+che+lava

    https://www.amazon.it/BISSELL-CrossWave-Aspirapolvere-Lavapavimenti-Multifunzione/dp/B01HQ12WJC/ref=sr_1_4?ie=UTF8&qid=1549953818&sr=8-4&keywords=aspirapolvere+che+lava

    E poi, per chi cerca la massima comodità:
    https://www.amazon.it/Ecovacs-Robotics-Deebot-Ozmo-930/dp/B07566MLXF/ref=sr_1_1_sspa?ie=UTF8&qid=1549953818&sr=8-1-spons&keywords=aspirapolvere%2Bche%2Blava&th=1

    Saluti

    Risposta

    Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

    Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

    DMCA.com Protection Status